Skip to main content

Full text of "l'Unità (1995-02-17)"

See other formats




25 libri 

sui grandi registi 
ogni mercoledì 
in edicola con 


25 libri 

sui grandi registi 
ogni mercoledì 
in edicola con 


I) marco arriva a quota 1078 malgrado l’intervento di Bankitalia 


Polo diviso. D’Alema: siate responsabili 


m ROMA Ieri la mollerà italiana ha tot- die deli ba Cala la scure sulle agevola¬ 
celo un nuovo massimo negativo nei zioni fiscali per le società, dagli interessi 
confronti del marco a quoia 1.077.30. c passivi ai fondi in sospensione d'imposta 
ha trascinato nella caduta sia la Borsa i - Tagli consistenti sulla spesa delia pubbti- 
2,11 ) che i titoli di Sialo La bufera Iman- ca amministrazione 
ziaria investe tulli i Paesi europei, ma fin- Sui versante della contesa politica la 
stabilità politica italiana aggrava ogni co- mina della manovra-bis pare ormai disin- 
sa. Dlni ha promesso una manovra rapi- nescala Pds. Ppi e Lega l appenseranno 
da e incisiva, ma gli operatori economici Fini, dettando un altra volta la linea del 
non sembrano esserne convinti. L'imer- ■polo-, di un sostanziale via libera Chi. 
tento di finanza pubblica da 18-20.000 in Forza Italia, pensava alla manovra co- 
miliardi dovrebbe essere varalo dal Con- me a un'occasione per puntare dritti alle 
sigilo dei ministri di mercoledì prossimo, elezioni, ha dovuto ricredersi. Dini con¬ 
ma le linee di tondo della manovra nel sulterà i greppi parlamenlari, dopodiché 
complesso sono già delineate: riordino si presenterà al Senato A imprimere la 
della curva Irpel e delle detrazioni, in vr- svolta, un lungo incontro al Olirinate tra 
sia aumenti per benzina, gasolio e mar- Dini e il Presidente della Repubblica Scal¬ 
che e modifiche per te aliquote interine- laroe un appellodi D'Alema. 

«ww 'HOT—— 

■OSANDO O ARMIMI IMMOTO MOV ANNI» NAMMHO OOOOOUMO 


Np 


VINCI KSOVMCO 

M entre ii go¬ 
verno Dinl è 
impegnato 
nella prepara¬ 
zione della 
— manovra cor¬ 
rettiva della finanza pubblica, 
uno degli Impegni fondamen¬ 
tali del programma di gover¬ 
no, i rappresentanti e I parla¬ 
mentari di Forza Italia e di Al¬ 
leanza nazionale hanno Ini¬ 
ziato a contestare l'Ipotesi 
stessa di una manovra ag¬ 
giuntiva e I suoi possibili con¬ 
tenuti, 6 comprensibile l'Im¬ 
barazzo di chi avendo basato 
una campagna elettorale sul¬ 
la promessa di riduzione del¬ 
le Imposte. ? sulla rimozione 
dèlia graviti' del problemi 
economici del paese, si trova 
oggi di Ironie alla duro realtà 
dei falli; cosi come è com¬ 
prensibile Il desiderio di rival¬ 
sa e di ritorsione, anche a fini 
propagandistici, nei confronti 
delle loree che hanno facilita¬ 
to la nascila del governo Dl- 


aue pagine *«4 


Lombardi 
«Ho ereditato 
il caos scuola* 


Bassolino 
Ora la Procura 
ripari il torto» 


Ept/Alp 


Rabin riapre la frontiera ai pendolari palestinesi 


■ NAPOLI Paria II sindaco di Napoli, 
Antonio Bassolino: -La Procura ora ha il 
dovere di rileggete atienlamente gli atti e 
di riparare al torto compiuto nel confronti 
di Roberto Batbiefi. un assessore sicura¬ 
mente onesto. E ribadisce: Ci vuole 
equilibrio in tutte te istituzioni- 

*».■•Lsummamukj 

muffii* mufr utk 


m ROMA. Paria il nuovo ministro alla 
Pubblica istruzione Giancarlo Lombardi: 
■Insieme all'emergenza finanziaria esiste 
anche l'emergenza formazione-. In que¬ 
sta situazione «mi irrita moltissimo dover 
dedicare metà del mio tempo ai corsi di 
recupero, lo peggiore eredità (asciatami- 

LUCIANA DI MAURO 


SEGUE A PAGINA» 


A PAGINA 11 


APAQNA 1* 


Esce dal coma 
Avevano già 


Banca di Roma 


Oggi il progetto dei ministro Cambino. Dura replica di Biagi alle accuse di Berlusconi 


■ ROMA. Dopo anni di -corteggiamento" la Banca di Roma 
ha conquistato la Banca Nazionale dell'Agricoltura. Giovan¬ 
ni Aulelta Armenise infarti ha ceduto alla Banca di Roma il 
controllo della Bonifiche Siete finanziaria, la holding di con¬ 
trollo della Bna.La Banca di Roma effettuerà poi un'oiferta 
pubblica d’acquisto sla sulle azioni ordinarie che su quelle 
di risparmio, rappresentanti l'intero residuo capitale della 
Bonifiche Stele Con l'operazione Boa - in cantiere ormai da 
diversi anni - la Banca di Roma diventa la prima banca italia¬ 
na, mentre esce di scena il coole Giovanni AuleUa Armcni- 
se, probabilmente l'ultimo dei -padri padroni- del mondo 
bancario Italiano ed uno degli uomini più 'corteggiali, dalla 
finanza intemazionale degli ultimi anni 

rrNvArarrerTraNria-iM»-' 


m ROMA Oggi il governo illustrerà te sue pro¬ 
poste su Ila -par condicio-, dopo il consiglio dei 
ministri. Sarà accolto il progetto del ministro o 
ci saranno modifiche’ Gambino, intatti, mentre 
limita pesantemente l'uso dei sondaggi e la 
conduzione dei rtalk-show-, non estende il di¬ 
vieto di fare spot che resta confermato per i soli 
30 giorni priora del voto. Era proprio la richiesta 
di Berlusconi: late tulio, ma non toccate gli 
spot E solo lui può Iniziare fin da subito, e con¬ 
tinuare per almeno due mesi, a bruciare miliar¬ 
di in pubblicità televisiva. In tv dura replica di 
Enzo Biagi a Ile accuse di Berlusconi 
rx' -i i l i ari ana 


Intervista 
al giurista 

Zagrabelsky 
«Il pfuratitrao 
non è 
un rogalo» 


■ SAN FRANCISCO I medici erano convinti 
che John Martin. 21 anni, da quattordici giorni 
in rianimazione in seguito ad un incidente 
stradale, non ce l'avrebbe latta L'elettroence¬ 
falogramma era piatto. Ogni speranza perdu¬ 
ta. Cosi hanno chiesto ai genitori il permesso 
di staccare la spina dell'impianto che lo teneva 
in vita: "Smetterà di soffrire", avevano dello. Ma 
gli specialisti del Marin General Hospital di San 
Francisco hanno dovuto ricredersi. Perchè 
John, quando la macchina era oramai stata 
scollegata, si è svegliato, è uscito dal sonno 
profondo, e, rivolto alla madre, ha balbettalo: 
•Ti voglio bene-, 

m a» waCT n » jMggft»aviK* ■&, 


DOMAN118 FEBBRAIO CON 
IlSlltà UN GRANDE FILM 


A PAGINA I* 


A PAGINA 18 


A PAGINA T 




APPGUWH0C1 AL senso 
t>l RG6ft>»*SA&tlfA' r- 
CCL CAYALl£R£ t r-r i— 


Maria Falcone 
«Andreotti 
offende Giovanni 


Luciano Violante 
«Chi ricicla 
politici collusi?» 


Berlusconi» 


COSl.AlM£M0X 
LA LIRA H0O«e j 
tv\L RlteCE 


I L MILIARDARIO ridens si è adombrato perché Barba¬ 
ra Spinelli, sulla Slampa, avanzava quatelie dubbio 
sulla sua cultura democratica, e ha scritto al quotidia¬ 
no per ribadire - con l'appassionata monotonia che gli è 
propria -che il vero democratico e lui, gli illiberali gli altri 
Nonostante abbia avuto tempo e modo pct approfondire 
la materia, I uomo non é neppure sfioralo dal dubbio che 


mettere fine a questo strazio? Facciamo un frano: dichia¬ 
reremo solennemente che "Berlusconi» è un democratico 
quando lui dirà che lo sono anclie i -progressisti.. Ma pri¬ 
ma lui. perche è luìehchacomincialo. Come all'asilo fila- 

doccia. [MICHELE SERRA] 


■nmioo ninno 

A PAGINA» 


A PAGINA» 





ffeftiiì. 





ri® 













































lagina 2 l'Unità 


Intemste&Commenti 


» ». ? f9*8Zt*gH&9*n&4 


Venerdì 17 febbraio 1995 


iw». 

± * «s f- *?. 


Maria Falcone 


sorella di Giovanni Falcone 


« 


Andreotti mente e offende Giovanni» 


«Ci sono persone che mi dicono: ma chi te lo fa fare, ma 
perché continui a parlare di certe cose...». «Non c'è solo 
Cosa Nostra dietro la morte di mio fratello». Francesca 
Morvìllo «è stata uccisa perché sapeva». «Andreotti deve 
smetterla di dire menzogne...». «Cosa Nostra gode tutto¬ 
ra di forti appoggi, appoggi nascosti dietro la maschera 
del garantismo». «A Palermo hanno ripreso vigore l'in¬ 
differenza e l'omertà». Intervista con Maria Falcone. 

_ DAL NOSTRO INVIATO _ 

«MAMMOLO VUCMM 


m PALERMO. Marta Falcone te¬ 
me che Palermo ridiventi citta in- 
dillerente e livida, grigia e com¬ 
plice. «Ci sono persone che mi 
dicono: ma chi te lo ta lare, ma 
perché continui a parlare di certe 
cose... Non sei slanca?». Teme 
che i giudici anti-maHa siano la¬ 
sciati ancora una volta soli e che 
la cattiva politica possa prendere 
di nuovo, e definitivamente, il so¬ 
pravvento. -Mi spaventano I tinti 
garantisti, le complicità masche¬ 
rate, i sorrisi untuosi...». 

Il timore, di tanto In tanto, si 
traslorma in dolorosa e stupelat- 
ta certezza. Succede quando i 
giornali pubblicano le intercetta¬ 
zioni telefoniche in cui Pino Man¬ 
datari. »ll commercialista di Rii¬ 
na», elogia, sostiene e vezzeggia i 
nuovi potenti siciliani E loro, I 
nuovi potami, ringraziano. Op¬ 
pure succede quando, dagli alti 
dell'Inchiesta su Andreotti, arriva 
la voce di Corrado Carnevale 
che. In memoria di Giovanni Fal¬ 
cone, scandisce: quel cretino... E 
come è possibile dimenticare 
che. pur ricoprendo importanti 
cariche istituzionali, Berlusconi e 
i suol se la prèndevano con l 
pentiti, con i magistrali •comuni¬ 
sti». e pariav-ano (continuano a 
parlare) di Inchieste orientale, vi¬ 
ziate. Illegali? 

Sono passali quasi tre anni 
dalla strage dì Capaci, da ferita 
resta aperta, è profonda, non 
guarirti mai.,,». Abbiamo assistito 
all'arresto di TotO Rllna, all'incri¬ 
minazione di Bruno Contrada, al¬ 
le fragorose scosse di Tangento¬ 
poli. E cominciato, dopo decenni 
di sussurri e Indiscrezioni, il tra¬ 
vaglio giudiziario di Giulio An¬ 
dreotti. L'Italia, secondo una rap¬ 
presentazione retorica e un po' 
demagogica, sembrava destinata 
ad una nuova, forte, lioritura. Ma 
l'enlusiasmo non é un'emozione 
permanente. S'altenua, rischia di 
svanire, con il trascorrere del 
tempo, -Dobbiamo evitare che 
prevalgano l'indifferenza e II si¬ 
lenzio. Mio fratello ripeteva sem¬ 
pre che la lotta contro la malia 
non può essere sospesa, riman. 
data. Non illudiamoci. Cosa No¬ 
stra è ancora pericolosa, non è 
stata sconfitta Né sono stati 
sconfitti i suoi alleati politici e fi¬ 
nanziari», 

Comlndinto da un argomento 

attMMnM, l'foc a tett a M An- 

«Notti. Martedì tara, In tv, Il m- 

nature ha «ottenute «ho Salvo 


IJIMfW WH**»VtWwt* 

0>nt|iiH«irc Oh»— 
naroHitrc vittivl*!*: M*nM( 
Wodimuw «■•«•** mn#* 
Retfhirvxt' tRfior’cnlMth'J* 


AinmlnWniiurt’ «It'legirio 
rnijMiwwnprwe 

«mMoNUrMfea 

yrr'lIrtllMWfféttt'hto 


OMh4<|lMlN 

I IffFIIINN*. ntlUmlH'. MniUiriKlfiaXKMf 
IK. 1 H 7 tali*, vii. «k-t n»)r Marcili 1 » 13 

iri. mi- «Miti i. *cicg $1 atei. fa* n» r.wussr. 
•*>I:ì 4 Milito vtoFCtKtfn.IeMg t» 772 i 

f>mick.iii»fMKU 

KtniHi DirrtlMPiiniiwiMlilfc 
OnwWteF. Wl Hii M 

Imi» .«I n «’ilwtNi M.imtNi «tei tnfi th 

ktriti.i. nevi, urlili*tiiNik ninnili 1 nrl.cipi"? 
I Irl inlMMLltC tl» thnlr -1 |r 4 SRf» 

Mitahis » 1 JiMluU 1 rt^MAii'iir 

tre IV ili utl » SA f SWll ilt*l irjtMfi r «UM1IJM ilei 
ini, ci. UHaiui. utili,riimftlt*ni.tiAte nel 
fPgte tiri H*r. t|l Mitiijtni 



CretMuM 0«M«lllM»l»M 


Urna non eramafeto, «ho tu trit¬ 
ura dada m o la , proprio coree 
Falcono o Borsai ino. Lattiate- 
tetenato a In «batte, ha MMto 
Mainarti quatto dlehltupalonl- 
Inlamanti. si. Il senatore An¬ 
dreotti non può e non deve fare 
affermazioni del genere, che of- 
lendono la memoria di mio Ira- 
fello e di Paolo Borsellino. E poi. 
deve smetterla di dire che mio 
fratello incriminò per calunnia il 
pentito che accusava Lima e di¬ 
mostrò In questo modo che Li¬ 
ma non era mafioso. £ falsa, cla¬ 
morosamente falsa, questa rico¬ 
struzione. Giovanni incriminò 
Peltegrìli proprio perchè crede¬ 
va nei pentiti e voleva evitare 
che le menzogne di uno di essi 
delegittimassero lutti gli altri. 
Considerò le dichiarazioni di 
Pellegritl un attacco, indiretto e 
subdolo, ai collaboratori di giu¬ 
stizia, non a Salvo Lima. Quanto 
a quest’ultimo, mio fratello non 
lo ha mai assolto. Purtroppo, al¬ 
lora non c'erano le prove dei 
suoi rapporti con Cosa Nostra. E 
Giovanni sapeva benissimo che 
accusare formalmente qualcu¬ 
no senza avere le prove produce 
un solo effetto: si leva un polve¬ 
rone e alla fine l'accusato ne 
esce trionfante, più forte di pri¬ 
ma. 

Clw cosa pausava tuo fratello di 
«•Ivo Ureu» 

A Palermo tutti 'parlavano- di Li¬ 
ma. Andreotti non poteva non 
sapere. Non c'erano le prove, 
certo; ma un politico non è un 
magistrato, non ha bisogno di 
•riscontri» giudiziari, di una veri¬ 
tà oggettivamente accertala... Mi 
creda, sono davvero stanca di 
queste falsificazioni, non è giu¬ 
sto che il nome di mio fratello 
sia offeso e strumentalizzato In 
ogni caso, si tratta di menzogne 
.inutili: lutti sanno chi era Gio¬ 
vanni Falcone. La sua memoria 
è servila ad ispirare cose nobilis¬ 
sime. L'impegno civile di tanti 
giovani, i provvedimenti antima¬ 
fia... Anche se devo ammettere 
che nel corso dell'ultimo anno 
ho notato una brutta e pericolo¬ 
sa inversione di tendenza 
Infatti: I prowadknenti antimafia 
e I panila mm stati ripetuta- 
mante -attaccati- da aspettanti 
4 ridevo de»'*» megglorenza» 
Perette? 

La mafia gode tuttora di (orli ap¬ 
poggi. appoggi nascosti dietro la 
maschera del garantismo. 



Nomi? 

I nomi, naturalmente, servono a 
poco se non ci sono le prove 

Quiete nome « emerso date 
telefonate di Pino Mandateti E 
sono uomiald-forza Italte-sdì 

■in-. 

Quando ho letto sui giornali II le¬ 
sto delle intercettazioni, ho pro¬ 
vato rabbia, sono stata presa 
dallo sconforto. Sembra, come 
al solito, che non sia cambiato 
niente. E siamo costretti a dire 
ancora una volta che questa è la 
terra del Gattopardo Mi dà co¬ 
raggio e speranza, però, il fatto 
che ci sono tanti magistrali di¬ 
sposti a rischiare la vita E anche 
nella società c é tanta gente in 
gamba. Abbiamo dunque il do¬ 
vere morale e civile di non ripe¬ 
tere gli errori del passalo. I magi¬ 
strali non devono essere lasciali 
soli. Giovanni era solo. La logica 
del potere, comunque, è sempre 
la stessa: fermare i giudici sco¬ 
modi. 

Era solo, suo fiatrrik>, • odtoto da 
mori) coli* giri. Al riguardo, ab¬ 
biamo una teatimeatonza eio- 


PWooerContusto 


qta n ta. N giudica Carnevale che 
4cai qaef erette* di Fekaae. 

Detto da Carnevale, è un com¬ 
plimento. Questa è l'ennesima 
prova del latto che Giovanni e 
Paolo furono costretti a lavorare 
in un ambiente ostile, pieno di 
trappole e di doppiogiochisti 
Ora sappiamo che gli attacchi 
che provenivano dall'Interno 
della magistratura non erano 
ideologie i : erano pilotali. 
LtncMnta tolte strage 4 Capa¬ 
ci * alterata a tedMduere esecu¬ 
tori • mandarti maflod. C'è al¬ 
tro «a «coprire? 

La mafia ha eseguito, ma è chia¬ 
ro che c'è altro. Ci sono gli allea¬ 
ti politici e finanziari di Cosa No¬ 
stra. Chi sono? Spero che prima 
o poi emerga tutta la verità; non 
penso sarà facile 
Con Giovanni Falcona fu eccita 
sua nafte, Francesca Monello. 
Partite? 

Francesca è stata uccisa perché 
condivideva segreti che Giovan¬ 
ni non avrebbe confidato a nes¬ 
sun altro Francesca sapeva. An¬ 
che tei. dunque, era pericolosa. 


DALLA PRIMA PAGINA 

Quanti calcoli suicidi 


ni Tuttavia non è questo il punto. 
Cosi come non è questo il mo¬ 
mento pei polemizzare sulle re¬ 
sponsabilità della situazione at¬ 
tuale. Noi slamo convinti, ad 
esempio, e lo abbiamo più volle 
sottolineato e argomentato, che 
una gestione più consapevole e 
responsabile della finanza pubbli¬ 
ca da parte del precedente gover¬ 
no avrebbe potuto evitare la crisi 
attuate. Altri sono libertdi ritenere 
che la colpa sia delle divisioni al¬ 
l'interno dei governo Berlusconi, 
della finanza intemazionale, delle 
presunte rigidità della ex opposi¬ 
zione, odi altri ancora. Maciòchc 
conta adesso è il latto che. dallo 
scorso autunno, la .situazione fi¬ 
nanziario del paese 0 entrala in 
una fase di grave pericolo, col ri¬ 
schio reale di una deriva inarresta¬ 
bile. con esltt drammatici per lutti. 


È proprio questa una delle ragioni 
per cui è nato il governo Dini: per 
garantire una tregua Ira le forze 
politiche e consentire la soluzione 
di alcuni problemi la cui gravità è 
incontestabile 

Chiunque, per calcoli elettorali, 
ritenesse di poter strumentalizzare 
le difficoltà economiche del pae¬ 
se, si assumerebbe una responsa¬ 
bilità gravissima di cui sarebbe 
chiamalo a rispondere di fronte 
agli elettori rischiando un formi¬ 
dabile effetto boomerang. 

il governo Dini nasce come go¬ 
verno tecnici», privo di una mag¬ 
gioranza politica precoslituila. Es¬ 
so tuttavia dispone di una ampia 
base parlamentare che ha iniziato 
a lavorare proficuamente. Se For¬ 
za Italia e Alleanza nazionale non 
fossero in grado di assumersi le 
proprie responsabilità nei con¬ 


Mio fratello padava solo con sua 
moglie. Con gl i altri, no 

È *tMo avanzato » sospetta che 
suo frittolo, prima 4 essere uc¬ 
ciso, «tasse intuito o scoperto 
qualcosa. Andreotti. Contrada, 
altri aterti occuW di Cosa No¬ 
stra-, 

Non lo so. Posso dire soltanto 
che. dopo il fallito attentato del- 
l'Addaura, Giovanni mi disse: 
non è solo mafia. 

Il procuratore CasaUI ha denun¬ 
ciato più vote, nel «itati scorsi, 
un calo 4 tensione nate lotta 
cantre Cosa Nostra, lai oondM- 
de quest'allarme? 

Caselli ha ragione. Le stragi di 
Capaci e di via D Amelio provo¬ 
carono una rivolta civile e lo Sta¬ 
to fu costretto a fare qualcosa 
Cosi, sono stati catturali boss di 
primo piano Ora l'opinione 
pubblica sembra di nuovo as¬ 
sente Forse si tratta di stanchez¬ 
za. torse di alno. Ci sono tanti 
problemi, la disoccupazione, lo 
Sfato che si presenta con un vol¬ 
to poco credibile. Perciò, è ne¬ 
cessario rilanciare l'impegno 
antimafia. Parlare, denunciare, 
indagare. Non dobbiamo dare 
tregua a Cosa Nostra, altrimenti 
si riorganizza. Sappiamo che 
cerea sempre nuovi referenti po¬ 
litici e finanziari Bisogna impe¬ 
dire che li trovi. E, se già li ha tro¬ 
vati. bisogna scoprire questi le¬ 
gami L'opinione pubblica può 
giocare un ruoto decisivo. Ripe¬ 
to: i magistrati non devono esse¬ 
re lasciali soli. Giovanni e Paolo 
hanno pagato con la vita l'isola¬ 
mento 

Mote dicono che Pa larm i » a 
cambiata, negl «ItfinL reati, la 
dascrtoonc ripiombata in un'ln- 
dffarana stanca oppure la una 
taciturna compiete. 

Ci sono momenti di grande viva¬ 
cità e ci sono fasi strane, sonno¬ 
lente... Palermo sembra inghiot¬ 
tire qualsiasi cosa, è portala a di¬ 
menticare. Negli strati sociali più 
alti - ta Palermo bene - sì avver¬ 
tono inerzia e indifferenza. For¬ 
se, ci sono anche complicità e 
omertà. A volte dettate da inte¬ 
ressi inconfessabili, altre volle 
dalla paura. Non sarebbe giusto, 
però, negare o sminuire la co¬ 
scienza «antimafia» presente ne¬ 
gli strati culturalmente più avver¬ 
titi. Èun patrimonio prezioso. 
Negl urtimi giorni tono stari ar¬ 
resta» Mante* a Irrotte. I-Pa¬ 
lazzi • tremano «I tritavo. 
Finalmente. Sospettavamo que¬ 
sta rete di rapporti tra mafia e 
politica. Ora i sospetti si stanno 
trasformando in provvedimenti 
giudiziari. Aspettiamo che i pro¬ 
cessi chiariscano le responsabi¬ 
lità dei singoli 
Ifature? 

Spero che si lavori meglio nelle 
scuole, con i ragazzi. È 11, soprat¬ 
tutto II, che va combattuta la ma¬ 
lia. 


fronti delle difficoltà finanziarie 
del paese, è però evidente che 
non vi sarebbero i numeri neces¬ 
sari ad approvare in Parlamento la 
manovra collettiva, ed allora sa¬ 
rebbe inevitabile il caos. È quello 
che si desidera? Questo è il pro¬ 
blema che abbiamo posto e conti¬ 
nuiamo a pone alle forze della ex 
maggioranza. E si traila di un pro¬ 
blema ineludibile 
Ma lo stesso problema riguarda 
anche RHondazìone comunista. 
Qui non si tratta di assumere una 
linea di politica economica per 
adesso o per il futuro, bensì di 
porre rimedio con strumenti ecce¬ 
zionali ud una situazione di emer¬ 
genza. È inutile prospettare im¬ 
probabili imposte patrimoniali in 
una situazione di crisi finanziaria 
latente, rifiutandosi di fare i conti 
con la realtà Non si dovrebbe in¬ 
fatti dimenticare che gli esili im¬ 
mediati di un collasso finanziario 
sarebbero il drastico ridimensio¬ 
namento del potere d'acquisto dei 
lavoratori, l'alimento della disoc¬ 
cupazione, l'arresto della ripresa. 


il fall imento del le im prese. 

È ovvio che la manovra dovrà 
essere equilibrala ed equa e che 
andrà valutata nel merito, anche 
per quanto riguarda misure di ri¬ 
lancio e sostegno dell'occupazio¬ 
ne, in particolare nel Mezzogior¬ 
no, ma sul fatto che una manovra 
sia necessaria non sembra lecito 
nutrire dubbi. 

È quindi opportuno che tutti 
collaborìno ad evitare esili perico¬ 
losi o disastrosi Per quanto ci n- 
guarria iaremo la nostra parte, m3 
è evidente che gli esiti finali non 
sono (solo) nelle nostre mani. Da 
questo punto di vista vanno valu¬ 
tale positivamente alcune distin¬ 
zioni di posizioni ette si comincia¬ 
no ad intravedere nelle dichiara¬ 
zioni di taluni esponenti del Polo, 
così come è positivo che la discus¬ 
sione paria mentale sulla riforma 
eletlorale regionale si sia finora 
svolta in un clima acceoabile. Si 
traila quindi di isolare e battere le 
posizioni oltranziste ed irrespon¬ 
sabili tu fiora presenti. 

[Vincenzo VtecoJ 


Così si riscatta la Rai 
Servizio pubblico 
al di sopra delle parti 


LUMI «SATTUCC* 

A NDREA BARBATO, nelle riflessioni pubblicate merco¬ 
ledì scorso óaiYUnitò. affronta la questione dell'effica¬ 
cia e della praticabilità di Ire intervenli in materia di 
televisione: le regole per la cosiddetta «pai condicio-, 
l'antitrust e I criteri di elezione del Consiglio di ammi- 
lustrazione della Rai. Merita (ornarci sopra. Comin¬ 
ciamo innanzitutto a mettere in chiaro un punto, ovvero cosa si 
debba intendere per «par condicio». Allorché il presidente Scalfaro 
pose tale questione come elemento decisivo e discriminante della 
qualità della vita democratica, apparve evidente che evocava un 
principio generale, valido in ogni democrazia, che in Italia trova 
particolare ragion d'essere per tre dati di fatto: l'esistenza di un si¬ 
stema televisivo duopolistico; la proprietà del polo privato da parte 
del fender di uno schieramento politico; il manifestarsi di un -pro¬ 
blema Rai-, Le proposte del ministro Cambino rappresentano - 
per cosi dire - l'ultima e più ristretta ricaduta dell'impostazione 
originaria data dal presidente della Repubblica. Tanto ristretta da 
suscitare legittime perplessità. Non ci si Illuda infatti di assicurare 
•par condicio- auraverso regole minuziose, casistiche dettagliate, 
vigilanze continue. Come sa chiunque la televisione la faccia sul 
serio, la comunicazione mette in gioco simultaneamente tanti lin- 

S raggi, tanti codici, tante Interazioni che pretendere di misurarle o 
i controllarle sarebbe ingenuo o mistificatorio. La -par condicio- 
non si misura, perché non esistono -quantità- di significato 

Hanno ragione Santoro. Costanzo e gli altri che temono che 
tutto questo si risolva in interventi inutilmente censori. Perché delle 
due l una: o queste regole servono solo a tagliare te punte estreme 
delta faziosità lasciando però intatto il potere di condizionamento 
profondo, pervasivo, di un uso di patte del mezzo televisivo; oppu¬ 
re queste regole, pretendendo di classificare e misurare una realtà 
sfuggente elrriduclbìle ad ogni possibile casistica, avranno il risul¬ 
talo di reprimere e censurare il favore di giornalismo autentico, la¬ 
sciando per altro mille porte e porticine aperte ai trucchi della fa¬ 
ziosità, senza insomma contrastare l’uso di parte del mezzo. Ci sia¬ 
no adora solo poche regole, di elementare decenza. £ non si pensi 
di risolvere in modo sostanziale il problema con questi strumenti. 
AHrontare efficacemente il nodo della -par condicio» significa In 
primo luogo parlare di antitrust, che in una condizione di duopolio 
rappresenta il 50% del problema (l'altro 50% è naturalmente costi¬ 
tuito dal ruoto delia Rai). 

Certo la questione dell'antitrusl per la televisione è complessa: 
perché occorre tener presente non solo l'oggi, cioè le reti televisive 
via etere, ma anche i( domani, che è rappresentato dal cavo e dal 
satellite, tener conto non solo del canone e delle risorse pubblici¬ 
tarie ma anche di quelle - future - da pay-tu, distinguere come in 
America ira chi produce e chi distribuisce; misurarsi con la com¬ 
petizione intemazionale; insomma progettare un antitrust che sia 
funzionale lanto alla malurità della democrazia italiana quanto al¬ 
la crescila della industria audiovisiva E a scanso di equivoci va su¬ 
bito detto che proprio il duopolio ha bloccato l'innovazione tecno¬ 
logica, la crescila industriale e l'internazionalizzazione. 

I N OGNI CASO se ne può venire a capo con un po' di 
buon senso e una riflessione serena sulle esperienze 
europee ed americane. Tuttavia appare difficile pensa¬ 
re che si arrivi alle elezioni politiche con una normativa 
antitrust approvata e, soprattutto, operante. Resta per- 
__ ciò il nodo Rai Occorre prendere atto con serenità del 

lenimento della legge 206 del '93. Era una leggi- pensala per gesti¬ 
re la transizione almaggionlario. allontanando la Rai dal vecchio 
sistema politico per rafforzarla (innanzitutto risanandola finanzia¬ 
riamente) e renderla pienamente autonoma. Forse perché la crisi 
del sistema politico è precipitata più rapidamente del previsto, la 
Rai si è però trovata dentro il sistema maggioritario con una legge 
che non era pensala per il maggioritario. Da qui successivi sbarida- 
menti che ne hanno fortemente logorato e compromesso la legitti¬ 
mazione agli occhi dellòpinione pubblica. Non è questione di 
qualità delle persone, ma dì inadeguatezza del meccanismo, che 
non ha retto né alla prova delle elezioni politiche né a quella di un 
sistema politico non più consociativo. Non si può negare che que¬ 
sto meccanismo legislativo abbia fatto entrare la Rai nel maggiori¬ 
tario con il piede sbaglialo e che sia di conseguenza necessaria 
una nuova partenza In un sistema maggioritario, tendenzialmente 
fondalo su due schieramenti, e in un duopolio televisivo nel quale 
la mcià privata è di proprietà del leader di uno dei due schiera- 
menù politici, occorre evitare che la parte di servizio pubblico as¬ 
suma di volta in volta un ruolo antagonista o un ruolo subalterno 
alla parte privata e alto schieramento di cui è leader il proprietario 
della parte privata Occorre invece che il servizio pubblico sia di 
-correzione- alla natura squilibrata del sistema, non nel senso che 
contrappone parzialità a parzialità, faziosità a faziosità, compro¬ 
missione a compromissione; ma nei senso di offrire infqrmazionì e 
interpretazioni con la più alta professionalità e il più alto senso di 
autonomia, in modo da far emergere il servizio pubblico come 
area di informazione sopra le parti pertutli icktadini. 

Perché il servizio pubblico assuma questo ruolo non Irasla di 
per sé II cambiamento dei meccanismi di nomina del Consiglio di 
amministrazione: occorre che questo passaggio sfugga alla logica 
di successivi -ribaltoni», meccanicamente conseguenti al muta¬ 
menti del quadro politico e che. invece, i nuovi meccanismi garan¬ 
tiscano la presenza nel Consiglio di amministrazione e ai vertici 
operativi dell'azienda, giornalistici e no, di professionisti della co¬ 
municazione che per la loro storia diano soprattutto oggettive ga¬ 
ranzie di autonomia oltre che di professionalità specifica nella in¬ 
dustria della comunicazione Come ha scritto Baibato. non man¬ 
cano le posone con queste caratteristiche, a cominciare da Baiba- 
to stesso. 



Silvio Berlusconi 

-fattomi tanto su Berlusconi Grande Fratello è esagerato; 
lo ripetono tutta te rati Ftninvest 
quindi* cort- 

Enro Costa 


* 


» 


« 


■w 












Venerdì 17 febbraio 1995 


*i*<* 


«saaRawr»*- 


Politica 



SCONTRO SULLA MANOVRA. Precipita anche Piazza Affari: il Mibtel perde oltre il 2% 

-« jE?s&*****i*é*u. L'annuncio di Palazzo Chigi dopo un summit al Quirinale 


Luigi Abete 
«Far prevalere 
l’Interesse 
di tutto II Paese» 

Anche porli prati diete Mia 
ConflndutMa Abete «proMama 
della Orai NpraMema data 
manovra economica. fotetviMato 
lati aera dal Tgt, Il capo dagli 
MwtlMl (tetani ha detto eh* 

l’Intervento ^clunttva tal comi 

del lo Stato* neeeesa rio tanto 
ipi a n ta la è tartan—tata 
pan aloni. Abete ai * augurato che 
almeno quatte due cote al 
tacciano In nota tale da 
ooneentlre afe tane potttk ha di 
poterti confrontare corrett a mente. 
•Spero - ta detto II preaidente¬ 
che llntateaeo dot Paeee fMaca 
conti prevale re tu quello dal 
tingo*.. La Contatta atria 
Intentane peraltro anche aul 
merito dal pronetanand ado 
Mudo aoatanenta cha «nettiil 
dovranno concentrare filile 
knpoete Indirette e non eu quelle 
dirette e quelle gravanti «alta 
produzione Quelle utthne none già 
«netterlzata da aliquota troppo 
alto, corno (Uanwotranol confronti 
totamadonatt. H ttaapreeWanto 
daff'orSanfuazfone 
Un prendtt orlata, Glorilo Fona, 
aggiunge che d’evenlBeta 
aggravio di taaaaztano deglutii 
non dtatrtbuHt, il cui alcune tanti di 
Itampa hanno data nottata, 
graverebbe peaantemanto arri 
bilanci delta Imprete. In 
pertico lare «quefta di dknenilonl 
minori, che hennetwcetaHèdl 
rafforzata la loro dotazione di meol 
preprt-. 



Sergio Cofferati 
«Bisogna 
tutelare 
I più deboli» 

Senza la manovra economica 
Vitella rischia di perdere 
ulteriormente cterMtMU mi 
mercati i nt erri a d oneH ritrovando il 
in una attuazione di vera e propria 
ornar gente. 

E quanto sostleae II segretario 

generale della Cg», Sergio 
CeHerab, sostenendo la necessita 
che R governo «ri rapidamente le 
manovra correttiva del conti 
pubblici. 

Ma le misure economiche, avverte Coftarab. dovranno 
essere equa e attente ed «vitale anerlpraiadadInItaztona. 
Interpel lato sull a butara flnanziatta cha veda la nostra dMaa 
pettate costantemente terreno auquati tutte la altro 
moneto. B tingente di corso Italta non ha nascosto ta sua 
preoccupati otri.-Tutto conferete-dico Cotto ratl-ctiela 
manovra correttiva a necessaria. Comunque * importante 
che abbia del chiaricaratteri di equità- nessuno dava essate 
escluso, dalle ImpreMnllavoratorlautanoml- 

Ma se il peto dei sacrifici deve essere ripartita, ognuno 
don* (arsene carico a set ondo delta proprie possibilità. 4 
Importante cheti contributo di ciascuno-avvisa II numero 
uno della CgH - sia proporzionata al tuo roddtoe alta sue 
ricchezze-1 piu deboli vanno tutelati- 



Shock sui mercati, marco a 1.077 

Interviene Dini: «Subito la manovra». Ma non basta 


La lira è ormai preda di un terremoto permanente Ieri 
la monete italiana ha toccalo un nuovo massimo nega 
Uvo nei confronti del marco E ha trascinato nella cadu 
ta sia la Borsa che i titoli di Stato quotali sui mercati m 
lernazionah La bufera investe tutti i Paesi europei ed A 
scatenata dalla debolezza del dollaro Ma I instabilità 
politica italiana aggrava ogni cosa Dim ha promesso 
una manovra rapida e incisiva Ma non è servito 


■bombo oaaauMi 


m DOMA f Mala un altra giornata 
di passiono per 1» lira t record ne 
gufivi sono ormai un latto quotldia 
no Su lutti I mercati Inicmazionol 
vi ò assiduo ivn a una corsa alla 
vendila della moneta c dei titoli ila 
lumi Le autorità politiche e mone 
larle hanno seguilo con crescente 
apprensione lin dall aperlura del 
lo contrattazioni I onda lunga del 
inarco che via via andava aumen 
landò II proprio apprezzamenlo 
Dalle 1 Olà 1(1 lire della chiusura di 
niercoledl la valuta ledestd é arri 
vata a toccare d meta giornata 
quota 1 075 75 La Banca o Italia e 
intervenuta ripeuitamenlt persrxl 
disiare la crescente domanda di 
marchi e cercare di conlrollare 
I andamento del prezzo Dopo un 
summit con Scallaro il preciderne 
del consiglio Dim ha sentilo I ur 
genza di garantire che la manovra 
di aggiustamento dei conti pubbli 
1 1 C in via di avanzala definizione 
sarà pronta la prossima settimana 
A qualcosa è renalo ina non a 
mollo Solo qualche ora per tirare il 
fiato con le quotazioni che risaliva 
no a 1 07S e poi di nuovo una ta 
duta libera lino al preco di 
I 077 50 toccato in serata d New 
York 

Anche il mercato dei titoli non 


ha naturalmente potuto sottrarsi 
alla balera La Borsa di Milano Ita 
subto archivialo i deboli segni di 
«presa delta vigilia vivendo una 
delle sue giornate par negativi 
Lindice Miblei i fine seduta ve 
giiavduiidpeiditadel2ll Esulo 
grazie al latto che il volume delle 
contrattazioni si c ma menu lo su li 
velli non molto devoti 

Friggono gM Investitori 

Decisiva a delta degli ripa non 
é stata la fliga ricgti investitori esrc 
n o almeno di quei prxln ancora 
rim isti I Buoni poliennali del I c 
soro (future) sono c iduti brasca 
menlr sia a Mi’anochc a Londra 

Ita gloriai i però bisogna dire 
non fi sialo drammalica solo per la 
moneta italiana A limose ire Ulta 
Iurte instabilità su mere ali e slata 
ancori una volta la debolezza del 
dollaro II crescente illonno nel 
quale sembra essere caduta I eco 
nonna americana c* il paralk I > ho 
nre di quella tedesca hanno prò 
dono un lotte spostamento di caia 
l ili dal dollaro al marco Nel voto 
ce di questo processo sono stale ri 
succhiale quasi (ulte le principali 
monde A Parigi il (ranco ha chiù 
so al piu basso livello contro la » ì 
luta tedesca dall ampliamento del 



50 

1,50 

orni 6,30 

1.076,751 


una (pomata 
affiniamo 


1.074,80 

ore 14,15 

rilevazione 

Bankitaha 


1.077,50 

ore 19 New York \ 
nuovo record 
stanco 


le (asce di oscillazione dello Snve 
nel 18*13 La stc itavi non ò andata 
meglio E tulle le Borse compresi 
quella di Francofone ne hanno ri 
sentilo facendo segnare ubassi piu 
o meno consisterli 

Palazzo CHgl Intonitene 

E evidente tuttavia che nel deler 
minare una debolezza tanto pro¬ 
nunciala della lira (anche il dotte 
n> è rincarato seppure di pochissi 
ino) alle crescerai tensioni intcr 
nazionali si sono sommati i timori 
per I instabilità delta situazione po 
ittica interna Le acque agliate nel 
ic quali naviga ta manovra di ag 


giustamente della finanza pubbli 
ia I incertezza sull accoglienza 
partameniare che poira avere 
hanno (inno con il gettare benzina 
sul luoco Alta line della mallinata 
Palazzo Chigi ha cercato di pone 
un argine alla (rana emcltendo 
iute stringatocomunicalo nel qua 
le si dico ette la manovra -eqinva 
lente all I del prodotte lordo* è 
quasi pronta c conterrà misure 
1 K.-nn.memi sia di entrala che di 
spera immediatamente operati 
nz- Il prestetente de) consiglio Ditti 
si C anche recalo al Quirinale per 
interinare Scallaro di quanto stava 
accadendo 


di operaton pero stando a 
quanto si è poi visto non si sono 
aitarlo senili! rassicurali Raintr 
Masera ministro del Bilancio e a 
sua volta Inleivenuto per delirare 
-ingiustificate- le pressioni specula 
live sulla lira A suo parere niente 
nelle variabili fondamentali della 
moneta autorizza tensioni tante 
forti Masera non nega 1 influenza 
di "tanori |volitici interni- che si ur 
ncstano sai disordine intemazio 
naie ma ritiene che siano eccessi 
«unente -esacerbali- dai mercati 
5e il ministro ostenta fiducia in un 
rapido r stabilimento dei valon rea 
li della divisa italiana dalle pnne 


Già decise le linee di fondo della correzione sui conti pubblici: aumenti dell’Iva. benzina più cara 

Nel carnet del governo anche la nuova Irpef 


Ancora molte le opzioni aperte per la manovra bis ma le 
sue linee di fondo sono già decise Possibile un comples 
so nordino della curva Irpef e delle detrazioni aumenti 
per benzina, gasolio e marche modifiche per le aliquote 
Intermedie dell Iva Cala la scure sulle agevolazioni fiscali 
per le società dagli interessi passivi ai fondi in sospensio 
ne d imposta Tagli consistenti sulla spesa della pubblica 
amministrazione Mercoledì il vdio definitivo' 


BO I M IT O rito VAMMI NI 


■ DOMA Vmbrcrctrbe una ma 
imvr i n Kcomclrm variabili?- quel 
luche il governo Dira Intenderebbe 
v.rriiri mereoledì prossimo Voci 
nuli* linoni WKttUK un qui sii 
non echi la consueta nw/wreclic 
punto,rimi nu si ripropone nelle 
seltlmnm i he precedono il via li 


bora i piovvi dime un clic vanno r 
colpire le lascile due Moduli Ari 
che IliCMitivn di uegua- non po 
tivi sfuggire a questa log» i Air 
illesi i gii» hi sodo umor ijk rii 
ìk rare lince di fondo sono gei sta 
le delirale od i sposti a panine tur 
zi Munii Cerchiamo di mapite 

II 


(arie iidlutalmente nbadendo che 
I ultima parola non (• ancora stata 
della Mollo dipenderà dall esito 
dei continui conta» formali c non 
dei prossimi giorni ira il governo c 

il resto del mondo 
l entità della manovra Luoire 
zzine vara di urea 19 20000 mi 
bardi tn questo modo sar i coni 
pensalo il maggior onere per urli 
ressi nel IW r > di 14 «IO miliuni i 
rispettalo (se tolto va tiene suf 
frenile dei condoni ) I obiettivo ih 
Iilrinsognu di ItttfiOO nutrirei! I 
5 000 miliardi di piu servir unni ,rd 
rdoguare le [tensioni agli ifMI 
delle note sentenze della Consulta 
per il 199-1 95 e a non appesantar 
nm evito arrelrat e interessi quel 
( rptirttofpà iinputJr> Si pnsxifo 
no nuovi cranio fiscili |x-t H 
14IKX) miliardi o tagli alla si" sa 
per 5*1*10 miliardi 


Dove cala la scura dei tagli In 

gran |>arte se Dira riuscirà a supe- 
r ire I accosissima resistenza delta 
Ragni iena dello Stalo - il nspar 
min riguarderà la spesa per acqui 
sii irci tieni e servizi della Pubblica 

iitiininistra7B)nc A colpire i mille 
e mille puooh sprechi di Stato ti 
aveva provalo ri tempi di Crampi 
Sibilio C rssest c ori si cerea un 
mciianismn simile Si prevede 
una sfortunata .non insopporlabi 
le a trasferimenti a Comuni e Re 
giora hilinc s «tele limare I onere 
|>er il lavoro sii «adulano dei pub 
Ittici dipende mi 

Arrivano ie tasse Alle Finanze si 
fi I istinto davvero in lutto le dire¬ 
zioni studiando c ristudi indo 
Moiri jvogon som» si un cestina» <» 
per il momento bocciati il rondo 
no sulle fusioni snudane a fini dii 
s« ( i mutismi Ramazzi provvede 


ro in sede di riordino del concorda 
lo delle Ita) I addizionale Iqxl c 
molto alilo ancora La manovra Ir 
scale potrebbe comunque essere 
accompagnala da un disegno di 
legge per semplificare ta contabili 
là c gli obblighi lise ali i«r le impre¬ 
se- ei lavoratori autonomi 
imposte dirotte, mMrtforma Ir- 
pef7 Sulla falsanga di una propo 
sta dell ex ministro delle Finanze 
Fianco Gallo I idea f quella di ino 
dificare la curva Irpef per ridurne la 
progressività a* dovrebbero climi 
ilare le aliquote del IO 1 c del 5 1 
ilclrc aumenterebbe dieta 1 3 raro 
niib itdi il gelino complessivi. a 
spese pero delle lisce di reddito 
piu deboli Questo aggravio do- 
wrbbe essere comjienvttr» da un r 

opportoni, medita a delle deir jzu» 

ni d imposta Probabilmente il go 
wmo Duri alla line nnuiieuà i 


p ili piazze (maliziane arrivano in 
vece segnai sempre piu preoccu 
pami 

■Avete marchi? No problem- 

A Lpndra alcun) ambierai della 

si link ta iug i d rii > lira anche Se ri 
precipitare delle cose dovesse 
spingere I r Banca ri Italia (mora vi 
grte a nu *re al rialzo il tasso di 
sconto 

Comunque sia a lutti appare 
chiaro c he ditta ilmentc il letteti» 


tr> si arresterà pnma che da Roma 
ainvino garanzie che qualcosa per 
nsanare i bilanci si è davvero co 
torneiate a tarlo Una volta creatosi 
un clima psicologico tanto sfavore¬ 
vole c laute soccombere anche 3l 
1 1 il 

lati Suiloniataa d allr i (» irte la re 
sposta fornita dal presidente dei 
U incineri italiani Tancredi Bianchi 
<1 eh gli chiedeva se (andamento 
dei cambi potesse destate sene 
preoccupazioni -Se lei ha dei mar 
chino 


IL GOVERNO CERCA 21 MILA MILIARDI 


W ' ptf ttoooW* de ' «**• 

SS»---"- 

«iSs 5 ’ 0 ” 



questa mini riforma degli scaglio¬ 
ni ci vuole leniixic consenso Itoli 
11 o Mie mollo jm babile i he ci si 
orici ili a mcrenre retare le delrazioru 
lr|Kf i vantaggio de recidili bassi q 
de Ile ( lunghe numerosi i [«ralle 
lai rnnnle a rKlurri quelle pei chi 
guailagn , piu di 10 milioni I anno 
c per 11 ivor rton rutonomi in gene 
tali Possibile ara hi un aumento 
dell iliquola della nlunila il ac 
lolite (oggial Ite i 
Riordino delle aliquote Interme¬ 
die Iva Fsclusi imeni mi sulle ali 
quote di 11 i di I Ite vorranno m 
gran p irti ni orpdto li due aliquo 
li lutimieilio CH 11) al IT Non 
11 si deve attendere un riputazione 
tozza- mr ruoli s| tostatoci Iti di 
sani >ttr tarai vervi?! di alterno ilei 
lu Ire nuovi aliquote 
Benzina e gasolio Quasi sci ulta 
lo ì n aumento ili lini lire al litro 


> 


per la benzina e di 25 lire per il ga 
sol» per riscaldamento 
BoHI, marche, tabacchi, alcool 

Previsti ritocchi per alcuni bolli e 
lasse di concessione Possibili ade- 
gu ime ini delle imposte di registro 
c di f ibbrxazione mollo iraprobi 
bili interventi su sigarette c alcolici 
( il gettito calerebbe I 
Agevolazioni alle società II [va¬ 
glilo i quello di varare un i Iosa i 
uni tanlum (ira il IO e il 15' ) 
die colpirà i fonili in sospensione 
<1 imposta delle soi n-tà quotati e 
non quotate (in genere formati 
imi la trv,Umazioni dei beni mi 
mobili e oggi non lassali linchc' re- 
siano .inselva) Fata hi se il miai 
stai Panlnzzi icn mattina smentiva 
A [arili,tota- mi imeni (Ho i Ire nelu 
i a le possibilità [icr le imprese di 
dedurti. gli interessi passivi n fini 
elusivi 


» * 


t 












Politica 


Venerdì 17 febbraio 1995 


SCONTRO SULLA MANOVRA. 


Pds, Ppi e Lega appoggeranno l’operazione del governo 
Il Polo tenta lo sgambetto, poi fa retromarcia 


m ROMA La lira precipita al suo 
mimmo storico sul marco la ma 
novra economica che tutti reputa 
no necessaria rischia di non trova¬ 
re ima maggioranza in Partameli 
to nessuno sa dire quanto durerà il 
governo e quando invece si tome 
rà a votare è questo lo scenano 
che st presentava imi mattina nei 
due palazzi più Importami della 
politica italiana il Quirinale e pa 
lazzo Chigi Roberto Pinza che per 
il Ppi st occupa di politica econo 
nuca, osservava sconsolato -Trop¬ 
pi se e ino dal polo' come dai 
progressisti hanno I unico elleno 
di indebolire il governo Dlnl e di al 
frettare le elezioni politiche per di 
più in un contesto finanziario che 
sfiora la bancarotta ■ 

Per pone un argine alto sfilac¬ 
ciarsi della situazione (e come si 
vedrà anche per dare una pnma 
risposta alle lurbofenze del mercati 
intemazionali) Lamberto Dint in 
larda mattinala è salito al Quinna 
le Dove ha trovato uno Scaifaro 
preoccupato almeno quanto lui Al 
due presidenti non piacciono per 
nenie le quotidiane scaramucce 
verbali Ira i partiti dell ex maggio¬ 
ranza e quelli che sostengono il 
governo, i distinguo e le prese di 

E osizlone all interno delie varie 
irze i giochi di prestigio sulla data 
dello elezioni I repentini muta 
menti di Ironie le trattative e i «ta 
voli* che improvvisamente nasco¬ 
no e allretlanlo improvvisamente 
scompaiono nelle incertezze della 
politica romana Con II nsultato - 
lanno capire da palazzo Chigi - 
che un governo nato per essere di 
-tregua- rischia di non poter com 
pletare il proprio programma mini 
mo né di garantire le condizioni 
perché la campagna elettorale si 
svolga in condizioni di stabilità fi 
Maliziarla e di correttezza politica 

DM e Scattato preoccupati 

Di questo s é discusso ieri mani¬ 
na al Quirinale II Capo dello Stato 
che Ita lavorilo in lutti I modi che 
gli erano consentili la nascita del 
governo e che tuttora non ritiene 
esauriti i compili della legislatura 
ho Incoraggiato Dirsi o proseguire 
sulla via intrapresa Del resto, ha ri¬ 
lutto il presili nle del Consiglio il 
programma è almeno sulla carta 
a buon punto oggi il consiglio dei 
ministri varerà il disegno di legge 
sulla por condicio lunedi la Came¬ 
ra quasi certamente dirà il pruno sf 
alla nlomia elettorale regionale II 
lavoro sulla nloima delle pensioni 
ò a buon punto Quanto alla ma 
nuvrabis che già ha scatenato 
una mezzo bulera Ira le Ione poh- 
ttchc la risposta di Dlm al partili e 
al marcali è arrivata puntuale un o- 
ra dopo la conclusione del vertice 
al Quirinale il provvedimento è >ln 
stato di avanzata definizione* e le 
misure che conterrà -diverranno 
Immediatamente operative* 

Al Quirinale ieri sé discusso 
anche dell iter parlamentare della 
manovra Dlm è intenzionato a 
presentare t decreti a palazzo Ma 
dama dove la maggioranza che lo 
sostiene è più solida Se pure il 
■polo* volasse conilo il governo 
otterrebbe 11 vto libera Dopodiché 
sarebbe più difficile per la Carne 
ra alluodurc i provvedimenti Nel 
Irallempo Dim ha cominciato len 
un giro di consultazioni unciali 
con i gruppi parlamentari per ac 
coglierne I suggertmonh e per illu 
strare i cardini della manovra 
I pnml o recarsi a palazzo Chigi 
ieri sono stali I forzuti L incontro è 
sialo giudicalo »imerioculorx> da) 



Alterna Nazionali ti die* disponibile 

a votante manovra, 

ma aspetta di conoscerne I contenuti 


Il Ppi è pronto a votam la manovra 




Il Ced ha la stessa posizione 
di Berlusconi 


La Laga Noni è pronta a votare la manovra 
perchè necessaria 



la manovra 


mM 


Il Pds la appailo alla responsabilità 
di tutti perchè la manovra sla sostenuta 



ifrofiratsitt 

tottenerate 


tetfrio 





Mondazione contraria a votare 
la manovra di Dini, 
chiede la patrimoniale 


D’Alema: serve responsabilità 

An e Forza Italia frenano l’attacco a Dini 


La mina della manovra-bis pare ormai disinnescata Pds 
Ppi e Lega I appoggeranno Fini,dettando un’altra volta la 
linea del «Polo» dà un sostanziale via libera Chi in Forza 
Italia, pensava alla manovra come ad un occasione per 
far cadere il governo e puntare dritti alle elezioni, ha dovu 
to ricredersi Dim consulterà i gruppi parlamentar dopo¬ 
diché si presenterà al Senato A imprimere la svolta, un 
lungo incontro Dint Scaifaro e un appello di D Alema 


cu|>ogruppo di Forza fiaba al Sena 
lo La Log! 1 » Ma anche ■estrema 
mente Interessante e utile» Già 
perché I bertustamani si trovano 
un altra volta In seno imbarazzo 
come potrebbero alla vigilia di 
una campagna elettorale impor 
lanle come quella per le regionali 
giustificare II no al risanamento del 
confi pubblici’ Cosi La Loggia ha 
chiesto a Orni -la piu assoluia coe¬ 
renza con le linee di politica eco¬ 
nomica del governo Berlusconi* 
Spiegando che ciò dovrebbe signi¬ 
ficare I esclusione di nuove lasse 
perché cosi abbiamo senno nel 
nostro programma elettorale* Dim 
ha avuto buon gioco a spiegare 
che una tale riditela è Improtlca 
bile E La Loggia ha abbozzato 
■Non impone nuove lasse è una 
nostra intenzione Vorremmo po¬ 
terla mantenere * 

UiaeettadFM 

Ancora una volta in realtà è sla 
to Fini a dettare la linea del -poto- 
Mentre Berlusconi tace e vari peo¬ 
ne! di Forza Italia e del Ccd spara 
no su Dim Fini da Parigi spiega 
che -nei confronti della manovra 
An mostrerà lutto il senso di re 
soonsabilita che la circostanza n 
chiede* Naturalmente Firn riven 
dica -il diritto di conoscerne il con 
tenuto* e pone un unica condizio¬ 


ne vincolante che II provvedimeli 
to -non venga presentalo dalle ior 
ze che sostengono il governo 
come immodificabile* In pratica 
si tratta di un -via libera- Checan 
cella con un tratto di penna le bor¬ 
date di Mastella (di Pds vuole la 
bone piena e la moglie ubriaca •) 
e di Flou («Chi ha voluto il governo 
del ribaltone sostenga ora i suoi 
provvedimenti*) Come se non ba 
stasse Tatarella che già sé Impe 
gnato per -mediare» sulla nloima 
elettorale regionale stnngendo 
nell angolo Forza Malia e per so¬ 
vrapprezzo ironizzando sull ecces 
sivo peso avuto dai pannelliam 
nella vicenda toma a proporsi co 
me mediatore len ha formalmente 
proposto un vertice del -polo- de¬ 
dicalo al provvedimenti economici 
del governo Per concordare una 
posizione comune naturalmente 
in realtà per pome gii alleati even 
uralmente recalcitranti di fronte al 
latto compiuto An è d accordo gli 
alto si adeguino len sera è stato 
proprio Tatarella a illustrare a Dtm 
la disponibilità di An 
Ad Impnmere una svolta alla vi 
cenda ha sicuramente contribuito 
il vero e proprio appello lanciato in 
mattinata da Massimo D Alema II 
segretario del Pds ha preso carta e 
penna e s è rivolto «a mite le lotze 
democratiche per una comune as¬ 


sunzione di responso 
bèta aldiladeidner 
si schieramenti politi 
ci presenti e lutun- 
■Siamo paitcolar 
mente preoccupati - 
scrive D Alema - per 
la situazione che sta 
creandosi nei mercati 
finanziari chensento- 
no in modo evidente 
dell incertezza potrà 
ca del nostro Paese- 
Sene dunque -un eli Mnniitfiin 
ma di maggiore sere IHfHWUBU 
mtà- e setvc soprattui 
to I imiiegoo comune «La ITIcUIOVra 

LTSSlfS è una necessitò 
gno dei rigore e deii e incontestabile 

quità che II governo o™ 
sarà chiamato ad as- COnVWI ° 

sumere. ChetUttl 

Dopo Iappetto di 1 ..nterannn» 

D Alema é venuta W V0I£r3nn0“ 
una presa di posa»- 
ne congiunta dei capi 
gruppo della maggioranza che so¬ 
stiene Dim progressisti popolari 
partirà e leghisti giudicano -indi 
spettabile e urgente il varo di una 
manovra correttiva- sulla quale 
ciascuno sarà chiamato ad assu 
mera sino in fondo le ptopne re¬ 
sponsabilità* Con I appoggio con 
vinto del partiti che hanno votato 
la fiducia a Dim e con I aperta di 
sponibilità di Fini la mina della 
manovra sembra definitivamente 
disinnescata Cosi in serata Napo 
filano può osservare che -si può 
guardare con serenità e fiducia alla 
discussione e approvazione in Par 
lamento della manovra* che costi 
tuisce urna necessità incontestabi 
le di carattere nazionale* Incassa 
to il -contributocoslrutllvo-e il -so 
stegno- dei gruppi che han no vota 
to la fiducia a Diro. Napolitano si 



LiUgite 

«Dev’essere 
coerente 
con il governo 
Berlusconi 
Non vogliamo 
nuove tasse» 


dice «convinto che anche te forze 
astenutesi collaboreranno ad un 
adempimento cosi rilevante nel 
comune interesse dalla stabilità* 
Resta naturalmente da capire se 
come dice Fini ora diventa impor 
tante che la manovra sta effettiva 
mente in grado di rasserenare i 
mercati in aitesa di poter quanto 
prona cioè a giugno votare per 
rinnovare il Parlamento* Oppure 
se come argomenta D Alema *la 
situazione conferma quanto sla 
inopportuno precipitare il Paese 
verso le elezioni immediate e co 
me invece si dovrebbe consentire 
al governo di approntare anche 
un anticipazione della Finanziaria 
in modo che eventuali elezioni in 
autunno possano svolgersi in una 
condizione di sicurezza* 


Nascono «I Democratici» 
21 deputati con Prodi 
E Occhetto dà consigli 

_ nostro stnvizto _ 

m ROMA -Caro Romano non fare come me In campagna elettorale 
avrai davanU un altro Silvio Berlusconi • Il consiglio a Prodi sfidante di 
Berlusconi, arriva da Adulte Occhello L ex segretario dei Pds In un inler 
vista a Ftìnotarna dà alcuni "suggerimenti- al professore di Bologna «La 
seconda partita - avverte - va giocata m modo diverto dalla pnma II Ber 
hiscom che nentrerà in Ii 2 za non sarà lo stesso di un anno la Non farà te 
slesse cose e quindi è bene che Prodi non si prepari psicologicamente a 
parare t colpi dati a me Sarà un altra battaglia e non rifiuti mai i voti 
nemmeno quelli di Ritondaztotve Basta avere chiaro ri programma* 

•Anetilo pensri all'ulivo- 

Comunque I ulivo scelto come simbolo della campagna di Romano 
Prodi piace all ex leader di Botteghe Oscure Che nveia «Aneli io avevo 
pensato all ulivo come simbolo Rimasi incerto fino all ultimo tra quercia 
e ulivo ma alla fine la quercia si rivelò giù bella- L odierno sfidante del 
Cavaliere per Occheflo è «vincente ma «deve 
— superare i limiti di partenza, è apparso troppo 

M ^ come il pomo della discordia nel Pfii Deve 
^11 emergere come eptno di un polo che calamiti 

[W ITT*1 tutto un Ironie di forze rii centro-sinistra Non 

filli gm può essere ta protesi di cenno della sinistra- fi 
su Berlusconi’ «E stato il grande predicatore 
che faceva dimenticare i propri torti - ncorda 
Occhello - Oggi invece si deve incarnare co 
"\l • me uomo politico e questo Ione pennellerà a 

Il V“V | Prodi di giocare la partita più alia pan- E lui lo 

fi I II sfidante il Professore’ Distingue in unaconvet 

sazione con Alain Fhedman del quotidiano 
americano International Herald Tribune t «tre 
punti chiave-che lo differenziano da Berlusco¬ 
ni -Per pnma cosa - spiega Prodi - perseguirei 
politiche anti monopolistiche e non avrei alcun 
conflitto d Interesse Ira t miei aifan e ta mia poli 
fica In secondo luogo Berlusconi pensa che sia 
possibile governare I Italo dividendo il paese 
menlre io penso che I Italia sia come la Germa 
ma e richieda un grande consenso tra te parii 
sociali e non un aspro confronto Infine penso 
che Berlusconi non possa riformare la pubblica 
amministrazione perchè con Pini come alleato 
è prigioniero delle vecchie tradizioni corporati 
ve lo n formerei la burocrazia 

CIrI Nuovo gruppo alla Camera 

•lrftanto ieri alle 15 è nato ufficlàfmenle a 
o _ f Montecitorio un nuovo gruppo parlamentare i 

"DiaiflO lina torca Democratici presidente Mario Segni È lormalo 

rpcmnohilp da 21 parlamenlan appartenenti al Pano ai so- 

reopui todUlrc oalisti italiani del SI ad Alleanza democratica e 

ITtì vogliamo ai repubblicani eletti nelle liste progressiste Se- 
dlSTl itpn* gm e WillerBordon hanno illustrato inunacon 

fetenza stampa il programma politico del nuo¬ 
tò proposta vo groppo -Intendiamo piantare I altro albero 

tvl nimbi. accanto alla Quercia dello schieramento prò 

irci itiuitu gresstsla- Infatti all inizio i Democratici aveva 

«*■*, . no anche pensato di chiamarsi -gruppo dell ufi 
vo- Poi e stala scelta I altra definizione meno 
vincolante anche per lo stesso Prodi Durante la conferenza stampa Se 
gni ha precisato che per il momento si tratta di un gruppo parlamentare 
che opererà alla Camera ma che potrà svilupparsi anche in senso più 
propriamente politico «Non a caso siamo aperti ad ulteriori adesioni vo¬ 
gliamo essere come il sasso intorno al quale si loima la valanga In tal 
senso lavoreremo anche In sede locale. Al nuovo gruppo non Iranno 
aderito i labunsli di Valdo Spini -Abbiamo infatti compiuto la scelta di 
campo progressista - spiega il portavoce Vittorio Emiliani - fondata sul 
la tradizione stonca del socialismo italianoi ed europeo. 

Profauore o Cavatore? 

L Espresso ha raccolto il parere di alcuni uip state col Professore o col 
Cavaliere’Con il pnmo si schierano Federico Zeri Andrea Zanzolto Ser 
gio Saviane Dino Risi (-"prodista da sempre- ) tl presidente delle FFSS 
Benedetto De Cesans il direttore d orchestra Gianandrea Gavazzem Ga 
bnele De Rosa lo scrittore Giampaolo Rugarli ri presidente della Banca 
Commerciale Lionello Adler Con ri padrone della Fininvest sono Lello 
Arena e Massimo Boldi fi) scrittore Raffaele La Capna Gianni Baget Boz 
zo Saveno Veitone Molti degli Inteivistau aspettano di conoscere pnma 
il programma di Prodi Tra gli altn Guido Banlla e Diego Della Valle gli 
scrittori Fnmeroe Lucentim e Valeria Mani» 


Al congresso dei Riformatori il leader dice: potrei tare il presidente del Consiglio 

Pannella: «Con Berlusconi, sempre» 


■ ROMA Marco Pannella è lede¬ 
te a Silvio Berlusconi Ed è pronto 
Pronto a divi-mare presidente del 
Consiglio Nel frattempo si candida 
a leader -di uno dei due o tre partiti 
della sperala democrazia Italiana- 
Con questo triplice messaggio I) 
leader radicale si è presentalo al 
primo congresso nazionale dei 
club Pannella riformatori che si 
concluderà domenica e che avrà 
oggi 11 piallo forte negli intervenii di 
Berlusconi Bertlnolll D Alema e 
Fini 

Due ore di intervento del capo 
del radicali la prima per attaccare 
e criticare giudici giustizia e Corte 
Costituzionale I a seconda per in 
fervente nel dibattito politico c per 
dislocare f suol -riformatevi- nell a- 
rena degli schieramenti E in que 
sta parte un affermazione nctlissi 
ma di fedeltà al suo amico Solo 
Borliisconl Lex presidente del 
Consiglio - ha detto Pannella - 
■può e deve ancora dare moltlssi 
mo al suo e al nostro intese più di 


Pannella annuncia «Con Berlusconi sempre» e si candida 
a premier di uno dei due o tre partili della «democrazia 
sperala» nonché a presidente del Consiglio len è iniziato 
all hotel Ergtfe il primo congresso dei club Pannella- Rifor 
malori Critiche a Caselli Casavola, t referendum sulla 
Marami e Tatarella Oggi gli interventi di Berlusconi, Berti¬ 
notti, D'Alema e Fini Saranno lanciati altri 15 referendum 
fra cut due sull aborto e uno, di nuovo, contro la caccia 


ogni altro Lo auspico e lo esigo 
dall amico c dal leader Da lui pos¬ 
sono passare le nloime liberali e II 
liensie* Per questo anche se le co¬ 
liche al passalo governo non man¬ 
cano anche se si rimprovera a Ber 
fusconl di non essere sfato abba 
stanza liberate c liberisi» e di aver 
faltn alcune scelte sbagliate Ira cui 
quella di Anlonio Martino al mini¬ 
stero degli esteri Pannella ha an 
nunclato che lui -tenà fermissima 
la barca su Silvio Berlusconi e su 
Forza flalla* Alleali sempre quindi 


ma per esserlo - ncorda - bisogna 
essere in due -essere presenti In 
sterne ovunque anche alte elezio¬ 
ni Lui Pannella annuncia che 
-venderà carissima la pelle della 
disunione da Forza Italia* 

-Pomo fare tl premier* 

Pannella sa scaldare gli animi 
del suoi e sa test applaudire E 
[applauso più lungo lo meli 
quando annuncia la sua intendo 
ne di candidarsi a presidente del 
Consiglio -Sono pronto e capace 


di assumermi questa responsabili 
là - ha affermato - soprattutto se 
mi paragono ad altn* Fra gli albi 
quel Segni che due anni la ha 
proseguito Pannella - si è candida 
lo a premier 

Per il momento però il leader dei 
radicali ha un obiettivo più mode 
sto quello di combattere le • etnie- 
che si producono e che si auton 
producono grazie al maledetto si 
sterna propoiz-ionate Per questo 
intende iniziare e propno dal con 
grosso che si è aperto len la co 
strozione di uno dei due o Ire parti 
h della sperata democrazia Italia 
na* Per questo incoraggia Berlu¬ 
sconi a tener duro a non scendere 
a compromessi e a mediazioni 
Giacché su quei leireno vincono 
gli -altn* la partitocrazia e le cor 
porazionl 

-Cautela demMano- 

Soiwi tanti i passaggi polemici 
deli intervento (tei leader radicale 
C è quello contro la legge elettore 



te in discussione alla Camera 
quella che ha come relatore Giu 
seppe Tata rolla che Pannella non 
esista a definire -trasformista e de 
mocnsliano* Cè la critica ai refe 
rendum sulla legge Mamrni e all U 
■-rgrai che «mole fa restaurazione 
della Rai Tv di regime- Anzi Pan 
nella afferma che -occorre non ce 
dere più un solo millimetro conno 
la fazione della conltonlorm» tele¬ 
visiva e chiedere conto perfino al 
coosflg» di amministrazione c ai 
direttori della debolezza con la 


Mirco tomo» 

fi arante nCoocmso 

MdubPirinettt-RHomutort 

Mt «ccmifAp 


quale subiscono le violenze e le ar 
roganze degli ammutinati* C è I al 
lacco oimai di rito alla Corte Co¬ 
stituzionale e a Casavola -Mi pre¬ 
me solololineare - ha afternmato il 
capo dei Riformalon - la necessita 
di lar fuori questo tipo di Corte co¬ 
stituzionale di combattere la sua 
anticostluizionalilà e la sua giuri 
sprodenza di regime* Banche ira 
turai mente I attacco a Casavola 
•un demitiano con gli stivali che 
potrebbe essere proso come sog 
getto da Foratimi per sostituire Cra 
xi nelle sue Vignette- 
Polemico mime con chi non vuole 
le elezioni subito <i sarebbero - 
ha dello - se per tre o quattro setti 
mane i sondaggi dessero Prodi un 
p£> più su di Bertesca* 

L'arcangelo Casali 

Ma sono evidentemente le que 

suoni della giustizia quelle su cui 

Pannella punta dt più Oltre una 
delle sue due ore di intervento so¬ 
no siate dedicate all arresto di Ca 


logero Marinino alle vicende di 
Andreotti alle questioni della pio 
cura di Palermo a Giancariu Casel¬ 
li Quest ultimo è stato definito -un 
arcangelo della giustizia che per 
cercare ri mate e volerlo schicciare 
rischia di non cercare la venta- Le 
critiche al magistrato sono dure 
Pannella rimprovera te conferenze 
stampa convocate per parlare del 
le indagini ancora in corso senza 
aspettare alcuna analisi contraiteli 
tona e allora - conclude - che bt 
sogno c è del processo’ non si può 
più tornare indiamo ri processo è 
già fatto* 

Da domani il dibattito c Ira i 
punti all ordine del giorno i ben 15 
referendum che i nformalon «tradì 
ti* dalla Cotte Costituzionale mten 
dono propone oltre atta discusse 
ne come è ovvio su quelli chs In 
Consulta ha già approvalo 
Fra quelli da lanciare il leader radi 
cale ne ha annuncialo ben due sul 
I aborto e uno per I abolizione del 
la caccia, -Ma non è stalo già cele¬ 
bralo nel 90’ -chiede un volantino 
dell Arci caccia distribuito all in 
grosso dell Ergile - E i c macinìi non 
hanno già espresso la loro opimo 
ne negativa E II Parlamento non 
ha già emanato una legge di rifor 
■na die tolti giudicano positiva’ 


* 


* 


A 





















ca 


ALLEANZE ALLA PROVA. 


L’Herald Tribune scrive: il Cavaliere sta decidendo 
se cedere il nuovo governo a Dini. E lui: non lascio, ma... 


Ricetta Berlusconi: 
un tavolo sulle tegole 
e un Polo rifondato 


«Non lascio, ma » Berlusconi che l'«Herald Tribune» ve 
de alle prese con la drammatica decisione «di lasciare Di- 
ni alla guida del prossimo governo», si precipita da Arcore 
a Roma per salvare il salvabile dopo lo smacco della legge 
regionale Propone a Buttigliene e a Fini una «nfondazio- 
ne» E, dopo tanto ostracismo propone alla sinistra di «ri¬ 
fare le regole con il più ampio consenso perché — rico¬ 
nosce — devono valere per maggioranza e opposizione» 


governo Vero’ -Non lascio- dee 
in giro -Mi impegnerò con lune le 
forze » Da palazzo Chigi 7 «Se mi 
sarà richiesto di larlo lo non ho al 
cuna ambizione di potere- Si è h 
sto Ma è proprio quellimmagine 
che comincia a piacere poco alto 
slesso Berlusconi incrinala com è 
dalle prove fallile Fino alla vlcen 
da delle regionali Non può certo 
ammettere di essere sialo imbro¬ 
gliato dal suo miglioro alleato o di 
non aver capilo qual era la posta in 
gioco Ma quello che non può dire 
Il capo lo rivela un peone come 
MarioMauni -Cèchi sogna di bai 
tere elettoralmente Forza Italia co¬ 
me pnmo panno ma An sua alien 
la a cedere alla tentazione conto» 
renziale con Forza Italia equivar 
rebbe a sottovalutare i nschi di un 
indebolimento complessivo del 
polo- 

L* rifondatone di Arco»* 

Filli òche Bollisi- ni levi tur 

rene ai npan stanare Fini recupe 
rare in qualche modo i! precano 
rapporto con Buthglione Ed ecco 
la trovata del simbolo unico Dice 
In buona sostanza a Fini -Se sei in 
buona lede allora nnuncia al tuo 
simbolo anche nella quota propor 
zonale Se non hai una conve 
nlenza di parte allora sostieni 
apettamenle I unificazione delle 
regionali con le politiche a giugno 
E se sei davvero Interessalo al nuo¬ 
vo Polo lasciami spendere questa 
possibili^ con Buttigliene» Da Pa 
ngi dovè approdalo in cerca di 
accrediti intemazionali (peri quali 
si spende la -rottura definitiva con 
il Fronte nazionale di Le fben») il 
leader della nuova destra concede 
qualcosa alla vanità e alle preoc 
cupaziom personali del Cavaliere 
(•Non è una siella di una notte so¬ 
la-) ma sornione com e (a moslra 
di accedere alla nchiesla (Che 
problema e se dentro un cerchiello 
vi sono più simboli oppure cè 
scritto Poto della libertà 7 -) per in 
camerale un risultato che imbrigli 
le tentazioni di un autonomo Cen 
irò -Il latto die Berlusconi propon 
ga un simbolo unieoe la dimostra 
zione che non c è divisione nel Po¬ 
lo- E cosi è servito pure Buttigli» 
ne 


■a ROMA Deve lare buon viso a 
cattivo gioco il Cavaliere- «Covre 
mo Immaginare una rifondazione 
delle nostre forze» Parla a nuora 
Rocco Buttigliene perchè suocera 
Gianfranco Fini, Intenda Gè deve 
salvare II salvabile dell agognato 
■Polo della libata del buongover 
no e della solidarietà- messo a re 
pentafillo dalla legge elettorale che 
consolida la scadenza delle regio 
pali ad aprile E che legge poi 1 Un 
volo per la quota proporzionale al 
singoli pattili ognuno con II pro¬ 
prio simbolo e i propri candidati e 
un voto per la quota maggioritaria 
alle coalizioni tra quegli stessi par 
litiche concorrono alla guida degli 
istituti regionali PIO o meno come 

K ir 1 siedaci e 1 Consigli comunali 
a il richiamo al voto amministra 
hvo evoca un fantasma che conti 
nua ad agitare le notti del Cavalle 
re Ito ammise lui stesso per giusti 
(icore lo batosta di novembre For 
za Italia è un movimento le ridormi 
co, ancora tutto da radicar* nel ter¬ 
ritorio Non ha Insamma nè la 
ventino di Berlusconi Iunior che 
serre per ambire alta leadership 
delle Regioni né lecenllnala di Ber 
lusconlm con cui fronteggiare la 
competizione nel Comuni Per 
questo pretendeva per le regionali 
Il maggioritario uninominale che 


avrebbe consentilo di mbulicare I 
rapporti di (orza nel Polo (vecchia 
o nuova ventane con i popolan di 
Buttigllone) e ottenere il pretesto 
(I 4 nvqsl necessari per formare t 
collegi ) per rimandare il volo a do¬ 
po le politiche e far saltare i refe¬ 
rendum sulle concessioni tv (le 
sue tv) a cominciate da quello de¬ 
gli spot nel bel mezzo delle opere 
cinematografiche E invece si mio 
va a dover allronlare la compeli 
alone con il centrosinistra Inqua 
drato dietro I alleatreconcorrente 
di Alleanza nazionale 

rfion taoeto, ma...» 

A frittata latta il Cavaliere si pie 
cfplta da Arcore a Roma nonostan 
le 1 postumi di un influenza inse 
gii Ilo dall Herald Tnbun che lo Im 
magma come Amlelo nel dilemma 
se essere ancora presidente del 
Consiglio o non esserlo più per la 
sciare a Dlnl la guida del prossimo 


Pumo e a capo Fini In pratica 
la i) bis dell operazione coordina 
memo unico del Poto questo pas 
sa II convento chi et sta ci sla E 
Berlusconi ancora una volta deve 
nmontare Approfitta di un altra 
macchiavellica interpretazione alla 
sua sortila quella dei ciccidmt Pier 
ferdinando Casini e di demente 
Mastella per i quali il nuovo sim 
bolo è da olirne ai popolari per 
una possibile aggregazione di Cen 
troche si allea con la destra di Fini 
Cosi il Cavaliere si la -nfondalore- 
■lo Fini e Casini non vogliamo 
chiedere al moderati che militano 
nel Ppi di limitarsi a salire sulla no¬ 
stra barca Bisogna procedere per 
gradi pnma I intesa con Bulliglio¬ 
ne poi il nuovo accordo con Fini- 
Perchè spiega -il centro è una 
cosa diversa dalla destra ma la no¬ 
stra destra di oggi An. non è figlia 
del fascismo ma una forza demo¬ 
cratica- e -Il dialogo farà emergere 
tutte le radici culturali comuni alte 
lotze di centro e di destra- 

Zuppa o pan bagnato¬ 
li! attesa d< I nentro di Buttalo- 
ne si pronuncia Formigoni •£ un 
altro segnale Che chiansce che 
quella del nuovo simbolo è una 
botta ad An perchè (reni I impa 
zienza di ricavare dalle regionali 
un successo a danno di Forza Italia 
e a rimetta in nga Se none è la fre- 
gola di far cadere il governo maga 
ri per scalzare le regionali con le 
pollile treufd'apnte, c è Imo avgtu- 
giu il iLiupn pel (.collutti, un Cult 
tro lori* in grado d I dettare le con 
dizioni per una alleanza alternativa 
alla sinistra» Ma per la anatra del 
Ppr se non è zuppa come si suol 
due. è pan bagli.ito 
Nè basta la disponibilità di Bum 

C " ne e magan anche quella di 
motti per ottenere il via libera ; 
al voto di giugno La questione ui 
crocia le prerogative del governo e 
del capo dello Stalo Ai quali il Ca 
vallere snocciola la Ulama dellas 
senza di -una maggioranza che sia 
limpida espressione della volontà 
popolare- Ma pare cominciare a 
rendersi conto che I arbitrio della 
cosiddetta costituzione maggionta- 
na non funziona più nemmeno per 
la propaganda se annuncia di vo 
ler -sfidare la sinistra non a un con 
Ironlo astratto ma a sedere a un ta 
volo comune» sulla «necessità di 
[issare regole» (con -il più ampio 
consenso possibile») che -lacca 
no da contrappeso al sistema mag 
gloriano e che nducano anche i 
(allori di imbarbarimento ai quatte 
stato esposto il nostro sistema poli¬ 
tico negli ultimi anni- Se un mese 
luoo da palazzo Chigi è bastalo a 
lar compren-lere a Berlusconi I er 
rote di aver messo sotto i piedi la 
questione dc‘lle regole vuol dire 
che I astinenza sene 



Bossi in tv 
«Romano Prodi 
non sarà tt nostro 
candidato» 


Strio Beri «acari 


■ Non abbiamo ancora dactoo,ma 

cote Prodi non «aè N metro 
candi date -. Lo Ira «Wwnrolo 
UnrimtO Boad.aBa tn oin lu lonri 
<« Rato*-Temp. Rute-, 
«ottotbrtmrio corno • qrudro 
poBBm Impone* -cautela a 
iMocafom, ipocMnonta par la 
acotta di rarlaaPat ■ Uni c u m , 
«tesa» par Baiai an d» dota U ff 
-mfedM Meato nadb-i -Non «’* 
piti mtaune eh. tifando B cote 

merlo non ai può fario cariata nafla 
mani riatta rinati»- t ri f orio B oeri 
Inttoe, la Lega potrebbe baritoni ria 
«ola, proaentaral cen la proprie 
forza agl elettori. NI Maerwtone 
di un Stornellata, -per aro Boari neri 
vede pii H maotoritarto-, H 
trinate, ha rtapotta- -rii parta può 

ristata vera, 8* gmamaMRi 
rignMca far eco* pari» tartti I 
psrtM etera non v« bene per II 

p a t t e .Haaritoalteapatrialla 
PMwsat die le ha ritto 
protagonista. Boari tra ribadito che 
-qua.do le U lestalo.l a lno «tato a 
IW «ver at ri ta ma^e t n itiira deva 
prendere lo conakterarion. li tatto. 
E lo tre cideeto die la magMratwa 
Augusto Casa-oli Intervenga- 


Dopo Nappi si dimette dai suoi incarichi anche Dorigo: poca democrazia interna 

D caso Carpi scuote Rifondazione 


Dopo «il caso Carpi» si dimette il deputato di Rifonda- 
zione Gianfranco Nappi E ora è la volta di Martino Do 
rigo, parlamentare, che lascia il Comitato politico e il 
dipartimento Difesa mentre annuncia il suo «nelto dis¬ 
senso con Cossutta e Bertinotti e la solidarietà con Car 
pi». 11 senso di disciplina che ha fatto accettare ur a pra- 
ticSpolilfca magari «anacronistica ma che voleva rial 
fermare -t vincoli comunitari» 


uniiapaoiOB 


■ ROMA Cosi I Intolleranza n 
spunta Rischia di fare da collante 
al partilo di Rifoodazrone comuni 
sta. di trasformarsi nella sua pratica 
politica Chi dissente è pèrduto 
Dielro il dissenso ci saia sicura 
mente una banda una cucca una 
provocazione intemazionale 0 
giù di II Chi si oppone (Umberto 
Carpi senatore di Ritondazione 
comunista studioso di Leopardi fi 
ne critico che ha votato a favore 
del governo Dim) -è eterodiretto- 
Cercasi il burattinaiochehraifili 
Volano i richiami all ordine 
Gianfranco Nappi napoletano de 
putato e membro della commissio¬ 
ne di vigilanza Rai dopo I annun 
ciò dell uscita di -Liberazione- 
quotidiano (dunque del respingi 
mento manu militari del terreno 
dell infoimazione) si ribella Non è 
piu responsabile del dipartimento 
infoimazione di Rifondazione E 
dicono addio al loro lavoro in un 
campo cosi delicato anche Valen 
tino Filippetti Michele Mezza Ro 
berto Di Matteo 


Meglio il loglio di sicura fede mi 
litanie uregimemaio acquartiera 

IO di un giornale autonomo e piu 
ralista 7 Meglio il partilo compatto 
di una formazione politica scossa 
da soprassalh e conlraddizioni 7 
Meglio la certezza del dubbio 7 In 
polilica mai e poi mai npensamen 
u 

Pretende di più e di nieglio Mar 
uno Dongo deputato di Rifonda 
none Nel 74 a 14 anni iscnttoal 
la Fgci nel 1980 Consigliere comu 
naie del fti Cresciuto all ombra di 
Massimo Caccian Gianni Pellicani 
Rino Sem Nel 1984 fiducioso nel 
tallo che «la classe operaia è la 
classe dirigente- entra al Petrolchi 
mico di Porto Marghera come ope 
raro di terzo livello Delegalo di re 
parto poi nell esecutivo del Consi 
giro di labbnca Ira i fondatori di 
-Essere sindacalo Quando il Pei si 
divide -da sindacalista tondo Ri 
fondazione venera- 

Arriviamo alloggi Oggi Dorigo 
prende la penna e senve al segreta 
no Bertinotti al presidente Cossul 


la -Le vostre affermazioni fendo¬ 
no oggettivamente acreare unclt 
ma di intimidazione al quale la 
mia coscienza come credo quella 
di qualsia» compagno non puù 
non ribellarsi- Per -netto dissenso- 
con i suddetti compagni per -soli 
danatA* con il compagno Caipi 
• velli D-ign idincili Di ìrcm 
bro del Comitato politico naziona 
le e da responsabile del Diparti 
mento Difesa 

Prima Garavini Decide di auto- 
sospendersi Seguirà Carpi che se 
ne va senza partecipare al ntuale 
di sospensione Nappi lancia un 
messaggio più politico Attenti ri 
schianto Isolamento Preannun 
eia battaglia Ora Dongo «capisco 
che questa è una mia personale n 
sposta ma lavorerò per rendere vi 
staile uno aconito politico fermo 
nel panno- Per la realizzazione fin 
da subito di una federazione della 
sinistra 

Sembra facile Ma se non si par 
le dalla torma dalla pratica politi 
ca assunta in questi anni da Rifon 
dazione non si nesce a capire per 
ché le cose siano deragliate con ta 
le violenza 11 costume interno am 
mette Dongo somigliava a quello 
del Pei Con il suo centralismo de¬ 
mocratico Non scntto nello Slatu 
lo naturalmente Ma insomma bt 
sognava non portare danno al 
I immagine del partito- (e si può 
suppone che il danno lo si porti 
volando a favore di Dint oppure se 
non si è d accordo con Bertinotti 
sulla palnmomale o ancora se un 
gruppo di donne fonda un centro 


■Differenza comuniSmo») Biso 
gnava tenere il dibattito nette sedi 
adeguate Meglio non esportarlo 
Non diffonderio con interviste o di 
chiaraziont di membri del Partilo in 
dissenso con la linea 
•Un costume internista» Cioè 
tutto interno penmetrqtp Quasi 
iv nr tosse Li tv i giornali il teleio 
no e il lax Per un po il costarne 
ovvero la pratica politica ha (una» 
nato Senso di disciplina Più so¬ 
stanziale che formate Magari all e- 
siemo poteva apparire anacromsti 
ca «ma a noi I idea di essere una 
comunità una squadra andava 
bene- Funzionava perchè serviva 
a riaffermare una identità Informe 
non proprio laiche e secolarizzate 
Ma spesso quelle torme si rivelano 
una vera schifezza 
Il problema è che fino a quando 
regge la comunanza di vedute di 
progetto politico agli anacronismi 
non si la grande caso Siamo in 
quanto a siile di militanza e a vut 
coli comumtan «liberamente co¬ 
munisti» aveva detto Garrvini Rial 
fermiamo una differenza una ano¬ 
malia. ma senza dogmatismo. An 
diamo controcorrente Poi arriva la 
sconfitta di Garavini La speranza è 
che Bertinotti porti una i ultura «li 
benana-comumsta- Ne gennaio 
del 94 dopo II congresso frenala 
D si divide sulla I inea e i > omporta 
menti vengono soppesali giudica 
h «Bertinotti nell incontro con 
Cossutta - un dirigente politico for¬ 
malo alla scuola della realpolitik - 
trasforma il suo tadK ilismo in 
massimalismo- 


Nuovi attacchi alla Pivetti frenati dai capogruppo. E il deputato minaccia dimissioni... 

Broglia litiga con Dotti e corre da Silvio 


Mattinata effervescente quella di ieri per il gruppo di 
Forza Italia Protagonista i on Broglia deputato «azzur¬ 
ro» e signor «Cavi di Gavi», visto che è produttore del ce¬ 
lebre vino Broglia attacca il presidente Pivetti e Dotti gli 
fa presente che il caso è chiuso II deputato al quale 
hanno manifestato solidarietà tredici deputati di Forza 
Italia, annuncia le dimissioni, si infuria con Dotti e a va 
a sfogarsi In Via dell'Anima da Berlusconi influenzato 


MtUMMNI 


■ ROMA «Silvio guarfa lo eoo 
con quello non ce la faccio più [ 
lo Dotti non lo sopporto Non è 
tosi che si conduce II gruppo e 
so che anche tu E baslato che 
avessi richiamalo la Pivelli al rispet 
io della Camera che lui sai come 
è latto lutto attórno a Silvio 
guarita che io me ne vado tomo 
alfe mie vigna » Ore 13 di ieri via 
dell Anima -Silvio ira un colpo di 
tosse I allro e una ricco serie al fez 
roteiti volli ad arginare I influenza 
ascolta lo sfogo - più o meno di 
questa natura - di Giampiero Bro¬ 


glia deputato feto ( ma fui dice 
■lo sono solo un vero liberale-) di 
Forza Italia e signor «Cavi di Gavi 
visto che è uno dei maggior pro- 
duliorl llaham del celebre vino 
bianco vino secco acidulo c Inz 
zanllno Uni» come il sapore che 
la larda mattinala di ieri ha avuto 
perii gnippodi Forza llalia allaCa 
mera Anello so Vittorio Dotti ca 
pognrppo del deputali «azzu ni" fi 
quitta il caso come -nulla di nle- 
vante- e fa sapere chi lol non ave¬ 
va Intenzione di censurare ncssu 
no A sostegno di Broglia sono In 


tervenh tredici depulau -azzurri. 
Ira i quali Fabnzro Del Noce Anto 
mo Martino Tiziana Parenti Um 
berto Cecchi e Tiziana Matoto i 
quali alfeimano che I annuncio di 
dimissioni da parte di Broglia -non 
può essere considerato non rile 
vanto» -Sarebbe grave-osservano 
- se in questa situazione Forza 
Italia ed il Parlamento fossero pn 
vali di un autentico liberale qual è 
Broglia- I tredici deputali conside 
ranoilcaso livelli dopo I Inierven 
lo al congresso leghista «tuli altro 
che chiuso- e avvertono che an 
Forca Italia si stanno appannando 
gli obiettivi liberali Liberisti e libor 
lanche Silvio Berlusconi ha propo 
sio al paese quando decise di 
scendere in campo- Ma che ha 
fello lon Broglia 7 
Ore 12 lex leghista Emanuele 
Basile deve svolgere il suo interven 
io come relatore sul decreto relab 
vo alfe violenza negli sladi Ma n 
volto alfe presidente della Camera 
esordisce con un « Lei Ila fallo 
quell Intervento al congresso della 
Lega Nord ■ Pivelli lo richiama al 
I argomento In discussione C a 


questo punto si inserisce Broglia 
•E con grande rammarico che mi 
debbo richiamare ali articolo 8 del 
regolamento in base al quale il 
presidente rappresenta la Carne 
ra Lei intervenendo al congresso 
di Milano ha invece offeso la Ca 
mera - Pivelli -Depuralo Broglia 
non le consento di dire queste co 
se » 

E la polemica si spegne Ma non 
nel greppo di Forca Italia Vittorio 
Dotti che I alita seta aveva dovuto 
sudare sette camicie pe» far passa 
re quella lettera in cui con Ioni eie 
aanlemonle polemici si chiede ad 
Sene Pivetti di essere superpartes 
va da Broglia (è la versione torci ila 
dal deputalo) e gli la presente che 
quello del presidente Pivelli è un 
caso chiuso Ma Broglia prende 
1 impcrcneabilc e infuriato se ne va 
annunciando le sue dimissioni da 
parlamentare fino a rari pomeng 
gio comunque non ancora forma 
lizzate C giù di corsa In Via dell A 
rema da Berlusconi appena toma 
to dalia sua quattro starni Arcore- 
Macherta Macheno Arcore SI sfo¬ 
ga con «Sfido- che respinge te di 





GlMPtero Broglia 


missioni E se ne ntoma alla Carne 
ra per naffronrare Dotti Anche se 
più tardi preciserà che la sua pole 
mica era soprattutto con il presi 
dente della Camera E il vice di 
Dotti lannone minimizza «È solo 
uno scontro Ita caratten Giampie 
ro a volte è un po impulsivo ■ E 

comunque 

Sono da poco passale le 13 


Vittorio Dotti 


I on GroglM è proprio 11 di Ironie 
alla porta dell ullx io di Dotti Trilla 
il telefonino 

Mtcbeèaucctsso.on. Bragia? 

Vede basta dire che sulla porta 
dell on Dotti c è un cartello dove 
c c senno che pnma di accedere 
agli ulltcì del presidente del grup 
po c della sua segretaria si prega 
di tarsi annunciare dal commesso 
e nel caso di assenza momento 
nea del commesso si prega di al 
tendere Ecco questo definisce 
la mentalità di Dotti il suo modo 
di lare il capogruppo Sembra 
I ufficio di un avvocalo E con gli 
avvocati io sono abituato a pagare 


la parcella non sono abituato a 
farmi fare ramanzine ramanzi 
ne da chi pensa solo alla sua car 
nera politica per diventar mini 
stro perchè io sono un liberale 
SI I on Dotti mi ha cazziato solo 
per 

B«', ma II ferirti Dotti., Ora MB 
dir*-. 

Si machihaunsoloclientecome 
avvocato quindi è un avvocato as¬ 
sistito cioè lavora solo per Berlu 
score 

Mauri pione potuteti e< pare eh* 
•'on- Dritti abbia arroto a «ritto 
anche II coraggio « pnodrit* 
posizioni «verte da quattri tri 
Brirtuaconi? 

Perchè ha delle posizioni 7 E co 
immque sono stote del lutto Inin¬ 
fluenti 

E cosa k ha detto Beri otcqnl? 

Ha respinto te mie dimissioni na 
feralmente Abbiamo molte più 
cose m comune Berlusconi ed io 
die non Berlusconi e Dotti 

Santa, come lo ha travato BC«- 
vattore? 

Sta abbastanza bene Ha I mfluen 
za ma non è lo stesso virus di 
Scaliate Non preoccupatevi 

















Politica 

**** * ' fi t tT a» WA g 8 R 


Venerdì 17 febbraio 1995 


Dura replica su Raiuno agli attacchi del Cavaliere sulla «Stampa» 

Biagi-Beriusconi 
un match al vetriolo 

«Fondi neri, bugie, interessi privati» 

Il Cavaliere attacca Biagi in un articolo per la Stampa d\ ie¬ 
ri, in cui accusa il giornalista di «confondere deliberata¬ 
mente Ira fatti e opinioni personali (e questo giudizio - 
scrive Berlusconi - è un puro eufemismo)». Replica Biagi 
su Raiuno: «Eufemismo è dire che ci son politici che non 
distinguono interessi privati o interessi pubblici, o che una 
famigliola aveva 37 miliardi in libretti al portatore»...*come 
i 9 miliardi della segretaria di Craxi per le piccole spese. 

_ NOSTRO SERVIZIO 



Luciano loutdii 


Legge elettorale regnale 

La destra prova a far muro 
contro le donne in lista 
e per norma «antiribaltone» 


■ ROMA. Clic cos'è un eufemi¬ 
smo? È alterare l’asprezza di un 
espressione con una frase dall'ap¬ 
parenza più gentile. Per esemplo è 
un eufemismo dire che cl sono dei 
politici che non distinguono tra in¬ 
teressi privali e interessi pubblici. 
Secondo me è un eufemismo dire 
che una famigliola aveva libretti al 
portatore per 37 miliardi. Questo 
mi ricorda la segretaria del com¬ 
pianto on. Craxi che teneva nel 
casselto 9 miliardi per le piccole 
spese», È quanto replica Enzo Biagi 

- nella puntata di ieri sera de "il 
Fatto” In onda su raiuno alle 20,35 

- all'ex presidente del Consiglio 
Silvio Berlusconi che ieri su la 
Stampa -dedica qualche attenzio¬ 
ne a questo programma e al suo 
autore. Dice - alterata Biagi - che 
io domino l'orario di massimo 
ascolto su Raiuno con una rubrica 
in cui si fa qualche deliberali» con- 
luslonc Ira latti e opinioni persona¬ 
li (e questo giudizio, dice sempre 
l'un. Berlusconi, 4 un puro eufemi¬ 
smo)», Biagi riferendosi a Berlu¬ 
sconi aggiunge che «sarà anche 
trillo dal signore ma parta a spto- 
Ikmìio (piando dice, sempre se¬ 
condo fa Stempri che io con Santo¬ 
ro, Blob. Barbalo e Chiambrettl so¬ 
no in appallo alfe sinistre per rea¬ 


lizzare, cito testualmente, dei con¬ 
tenitori di dillamazlone e di insul 
ti" Se fon. Berlusconi è in grado di 
provare il mio comportamento 
scorretto - replica Biagi - io gli fac¬ 
cio un bel regalo e da domani tol¬ 
go il disturbo. Siccome ritengo che 
non ce la farà, la gente avrà ancora 
modo di giudicarlo». 

Biagi, nella puntata di ieri sera 
dedicala alla par condicio, sostie¬ 
ne che sono -tempi duri per chi 
vuol fare la televisione a meno che 
non sia votato al varietà Secondo 
l'ex ministro Previli se cl saranno le 
elezioni, dovrebbero uscire di sce¬ 
na Costanzo, Santoro, Funari e an¬ 
ch'io. Al telespettatore sono riser¬ 
vale quelle che l'ex ministro Previti 
chiama "le piu serene e obiettive 
tribune di una volta". Buon diverti¬ 
mento. Domani (oggi, ntlr) il mi¬ 
nistro Cambino cl farà sapere le 
nuove regole del gioco Restando 
pero a "quelle vecchie" le più rile¬ 
vaci sono l'obbligo della assoluta 
imparzialità del conduttore che, 
secondo li garante Sa ntan iella de¬ 
ve spingersi lino alla "neutralità de- 
gli sguardi' 1 ». Su questo as|x-lto Bia¬ 
gi Ita intervistalo Maurizio Costan¬ 
zo e Michele sanloto. Per Costanzo 
-lo sguardo neutro 4 uno sguardo 
da imbecilli, io prima di darmi que¬ 


sta patente ci metterò del tempo. 
Non l'ho mai provato e credo che 
nessuno sia in grado di fare uno 
sguardo neutre-. Per Santoro inve¬ 
ce, -noi scriviamo con il corpo e 
sarebbe impensabile per me che il 
corpo avesse un atteggiamento 
neutro sulla scena». Quanto alle af¬ 
fermazioni di Provili circa la neces¬ 
sità di (ar uscire dallo schermo 
Santoro e Costanzo, il coodutiore 
di Tempo Reale replica: »io preferi¬ 
rei che fosse escluso l'ex ministro 
previti dalla potrica. sarebbe me¬ 
glio per il paese» e quanto al futuro 
Santoro riliene che roggi il rischio 
maggiore che io vedo nella nostra 
professione 4 quello di non potersi 
arrabbiare, di non poter sbattere la 
porta perchè semplicemente non 
c'4 alcun alno posto dove possia¬ 
mo andare». 

Anche Maurizio Costanzo si di¬ 
chiara contro I idea di Previti: .non 
mi tolgono dal video - afferma - 
Queslo mesliere diventa faticosissi¬ 
mo, ma io voglio continuare a far¬ 
lo. Siamo sempre sotto esame e 
sotto pressione. Esiste un codice 
civile e penale esiste un ordine dei 
giornalisti e una deontologia del 
ptotessionisla e quindi lasciale a 
noi la possibilità di comportanti 
come sappiamo. Io ho dimostralo 
In tanti anni di sapermi comporta¬ 
re. Biagi a proposito della par con¬ 
dicio ha Intervistato anche due di¬ 
rettori della caria stampata Vittorio 
Feltri de il Giornale c Walter Veltro 
ni de l'Unità. Feltri si dichiara un 
sostanza contro la par condicio, 
non in linea di principio, ma per¬ 
che è una praiica irrealizzabile Se 
si vuote attuare la par condicio bi¬ 
sogna minarli fino in fonrio. Quin¬ 
di anche |>er i quoildlani. per i le- 
riodici e mi sembra mollo difficile-. 
Vellroni da parte sua sostiene che 
•le condizioni di pari digniià Ira tul¬ 


EnzoBUgl 


le le opinioni. le idee di lune le tor¬ 
re politiche richiedano altro garan¬ 
zie. La prima 4 che non ci siano 
spot pubblicitali politici in campa¬ 
gna elettorale perche li può lare 
solo chi ha. più soldi. Secondo, c he 
non possano essere trasmessi inte¬ 
gralmente comizi o conferenze 
stampa se non con l'obbligo di fere 
allrenanlo per gii avversari politici. 


Terzo, che il garante dell edilona 
possa intervienile sulle trasmissioni 
di inlraflenimenio che fanno sur- 
reniziamente propaganda politi¬ 
ca». Da parte sua Biagi. infine, 
quanto al lutino si dichiara d'ac¬ 
cordo con l'a'lcgglnmenio di Mau- 
rizio Coslanzo -anche se vedo deli¬ 
nearsi alcune ulteriori difficoltà - 
allenita - per il mio lavoro» 


■ ROMA Le prime votazioni nel¬ 
l'aula della Camera sulla nuova 
legge elettorale regionale confer¬ 
mano l'esistenza di un'ampia mag¬ 
gioranza a sostegno del testo usci¬ 
to dalla commissione Affari costi- 
luzionali I remativi di Forza balia di 
far stillale il provvedimento - con 
la conseguenza di rinviare le ele¬ 
zioni regionali previste ad aprile, o 
di tenerle con la vecchia legge pro¬ 
porzionale - sono stati isolati e bat¬ 
tuti anche ieri Nelle Ale degli .az¬ 
zurri-, del reste, si son notate lar¬ 
ghe assenze e ormai a contrastare 
l'impianto del testo pare attardarsi 
solo il radicale Calderisi. Tutto la¬ 
scia prevedere che la legge sarà 
votata dai deputati lunedi sera 
< oggi la Camera non lavora per la 
concomiianza del congresso pen¬ 
nellano), tra mercoledì e giovedì 
toccherà all'aula del Senato dare 
la ratifica definitiva, che consentirà 
di votare per le quindici regioni a 
statuto ordinario il 23 o, al massi¬ 
mo, il 30 apri le. 

Ieri la variazione più rilevante al 
testo e venula da un emendamen¬ 
to dei progressisti, Che ha ripristi¬ 
nalo a cinque anni la durata della 
legislatura (in commissione era 
stata ridotta a quattro). lin ahra 
modifica. Irono di una proposta 
del governo, dimezza it numero 
delle firme necessarie per la pre¬ 
sentazione delle liste. Ma il punto 
su cui si è creata una fase di contu¬ 
sione è sfato allorché sono venufi 
in votazione alcuni emendamenti 
soppressivi della norma volta a evi¬ 
tare discriminazioni di sesso nelle 
candidature. La disposizione pre¬ 
vede che in ogni lista regionale e 

provinciale nessuno dei due sessi 
può essere rappresentato in misu¬ 
ra superiore ai due terzi dei candi¬ 
dati. Le proposte del lorzista Di 
Muccio e di An. volte ad evitare il 
vincolo di un'adeguata rappresen¬ 
tanza di donne nelle lisle, sono sia¬ 
le bocciale a larga maggioranza. 
Subito dopo i deputati del polo 
delle libertà sono usciti dall'aula. 


facendo mancare il numero legale, 
per evitare che venissero respinti 
altri emendamenti dello stesso te¬ 
nore: in realtà, in quel momento 
era stata posla Li votazione una 
norma di raccordo tecnico, del tut¬ 
to innocua. Lavori, in ogni caso, 
sospesi e rinviati a lunedi a mezzo¬ 
giorno. 

Nelle ore successive, in seno al 
comitato dei nove-, il groppo ri¬ 
stretto che -istruisce» l'esame degli 
emendamenti, si e registrala un'in¬ 
tesa che consentirà il mantenimen¬ 
to, nella sostanza, della norma 
controversa In particolare, i rap¬ 
presentanti di Alleanza nazionale, 
interessati al varo tempestivo della 
ritorna (di cui è relatore Talare!- 
la), non paiono intenzionati a ri¬ 
petere il braccio di ferro che rese 
incetta fino all'ultimo, nel '93. l'ap¬ 
provazione della legge elettorale 
nazionale. Allora si registrarono 
aspri contrasti in aula - cui parteci¬ 
pò con Ioga anche Irene Rivetti - e 
Fini chiese garanzìe alio stesso ca¬ 
po dello Stalo sull'applicazione 
delle norme appena varale in ma¬ 
leria Ora Ovetti presiede l'assem¬ 
blea e Fini non può contraddire lo 
«lite Fiuggi», appena esibito al¬ 
l'ombra di Weslmlnster... Resta in¬ 
vece da risolvere la questione della 
proposta -antinbaltone-, agitata da 
Francesco DOnofrio e sostenute 
da Forza Italia. Si vuote evitare che 
possa venir meno, nel corso della 
legislatura, la maggioranza assolu¬ 
ta garantita dalla legge alla lista vit¬ 
toriosa. E si sollecita, in questo ca¬ 
so, un meccanismo di scioglimen¬ 
to dei consiglio regionale, che ap¬ 
pare però Inaccettabile sotto il pro¬ 
filo costituzionale L'unica soluzio¬ 
ne praticabile potrebbe essere 
quella di eliminare, in quesli casi, il 
soprannumero di seggi che la leg¬ 
ge prevede per l'assemblea regio¬ 
nale nel caso in cui la lista prima 
classificata non riesca a dispone 
delta maggioranza assoluta dei 
consiglieri. DFfn 


1 funzionari del Pds annunciano un’astensione per mercoledì ma intanto si tratta 

Stipendi in ritardo: sciopero a Botteghe Oscure? 


Sciopero a Botteghe Oscure? La decisione del «coordina¬ 
mento» dei dipendenti della Direzione del Pds (che aspet¬ 
tano ancora lo stipendio di gennaio) fa discutere e attira 
la curiosità del media. Ma al «Bottegone» si profila una so¬ 
luzione pacifica della «vertenza». Macciotta: «Stiamo cer¬ 
cando di anticipare alcuni flussi finanziari...». La Quercia 
alle prese con difficoltà di cassa e il rientro dalfindebita- 
mento. «Perora II palazzo non si vende». 


Auinoum 


m POMA. -Noi? Noi non abbiamo 
aperto bocca...», I -compagni della 
vigilanza» die stazionano nella 
portineria del palazzo di Via delle 
Bottiglie Oscure, slorica sede dello 
Direzione prima del Pei. e poi del 
l'ils. scherzano sulla propria pro- 
verblnlc riservatezza. Il -nemico- 
ascolta? Certo, in mattinata, 4 arri¬ 
vala puntuale lo troupe del Tg-4 di 
Emilio Fede. Poi è state la volte del 
Tgl, V (lei cronisti di diversi giorna¬ 
li il Resto del Carlino, il Manifesto. 
In Nazione. Il Corriere della Sera, c 
naturalmente l'Unità... La notizia, 
anzi le notizie, sono di quelle 
■ghiotte*: novi solo il «Bottegone- 

forse è in vendite, ma i dipendenti 
del partito minacciano uno sciope¬ 
ro. slancili dei ritardi nel pagamen¬ 
to degli stipendi. Braccia conserte 
tra le scrivanie e i computer dei 
funzionar) della Quercia? Cortei in¬ 
umi nei corridoi dove una volto si 
allacciavano Paimiro Toglierti e 
f ìrorgio Amendola? In realtà, it cli¬ 
ma alle Botteghe Oscure è assai 
mono teso e anche meno di »smo- 
liililazione». Non si vedono ancoro 
gli scatoloni che in genere annun¬ 
ciano un trasloco. E il -coordina¬ 
mento dei lavoratori della Direzio¬ 
ne de! Pds» - un organismo cito 
esiste da alcuni mesi, nato dalla lu- 
sione (Il due -coordinamenti" pri¬ 
ma (tisiiuil |rcr i funzionari politicic 
quelli Iconici - lia dllfuso un comu¬ 
nicalo imptcltemeule polemico 
eoi titolo ciré ia Repubblica lui de¬ 
ificato alla questione (-Compagni, 
-j h giuro contro il Pds»). Sì -respin¬ 
ge con fennezza oriiI inteqireto- 
zionr tesa a rappresontnre una 
n.iilnllvn responsabile, pel quanto 
difficile, come un allo oslllc nei 
confronti del partilo e (lei suo stup¬ 
ire dirigente., recita il documento. 


Inolile si -prende allo deJJ'j.0!pe¬ 
gno della segreteria a risolvere il di¬ 
sagio creatosi a causa del ritardo 
del pagamento degli stipendi». E la 
note -auspica che, nei prossimi 
giorni, tale impegno si traduca in 
alti concreti che consentano di 
non attuare l'astensione dal lavoro 
programmate» Insomma, la deci¬ 
sione dello sciopero, assuma lune¬ 
dì in un'assemblea che Ita visto la 
partecipazione di una novantina 
dei 130 dipendenti della Direzione 
(con cinque astensioni e un solo 
voto contrario), resta Ma tuffi cer¬ 
cano di fare in modo ciré non di¬ 
lunga operativa. 

Con linguaggio un po' specular¬ 
mente burocratico. Cangio Mac- 

dolio - die sostituisce tempora¬ 
neamente Marcello Stefanini nella 
scomoda (unzione di tesoriere - 
conferma: -Abbiamo un coreo 
un'operazione slruflurale |ier anli- 
cipare alcuni flussi finanzian che 
dovrebbero consentirei di far Iron¬ 
ie al dclicll momentaneo (li cas¬ 
sa.,.-. Tradotto: gli stipendi forse ar¬ 
rivano tra quale lio giorno. Maccioi- 
to. In realtà. 0 un piacevole conver¬ 
satore. Di lui una volte limilo Vi¬ 
sentin! disse che era. compreso se 
stesso, una delle tre persone in Ita¬ 
lia capaci di leggere e capire il bi¬ 
lancio dello Stato. E nel suo com¬ 
pilici al quinto piano del «Bottego- 
no. infatli. oltre alfe cifre della con¬ 
tabilità pidiessina. appaiono le se¬ 
quenze licito scadenze dei titoli rii 
Stalo, lo inlielto (Iella contabilità 
pubblica... Avreblte voglia di parla¬ 
re del rischi rii una crisi (inauziiiria 
nazionale, so non si sta attenti cui 

S verno Ditti, invece dove ris[«n- 
svi sugli stipendi dei funzionari 
della Querela. Il Pds 4 sull'olio del¬ 
la IwiK-aroltn? «Ma no abbiamo 


soprattutto un problema di squili¬ 
brio Le entrale più consistenti, dal¬ 
le leste deli'Unità e dalle sottoscri¬ 
zioni. arrivano nella seconda metà 
dell'anno II finanziamento pubbli¬ 
co non c'4 più E anche la voceche 
più conta nelle nostre entrate, cioè 
te quote devolute dai parlamentari. 
4 un po' calata. Col nuovo regime 
fiscale per deputali e senatori, ci ri¬ 
mettiamo circa 1*10 milioni al me¬ 
se.. Cosi, all'inizio dell'anno, non 
abbiamo in cassa tutte la liquidità 
necessaria-. 

Il Pds. certo, dovrà lare albe eco¬ 
nomie. Anche se gli attuili 130 di¬ 
pendenti sono già te metà di quelli 
che c erano appena due o tre anni 
la Farà una battaglia per nuove 
torme di finanziamento pubblico 
lineerà nuove sottoscrizioni. Pro¬ 


prio ieri è sfato deciso l'obiettivo di 
raccogliete S miliardi e mezzo nel 
'95. oltre alle quote del tessera¬ 
mento. che restano interamente al¬ 
te organizzazioni locali -intondo- 
cerca di consolarsi Macciotta - 
non 4 molto: sono 7 mila lire per 
iscritto...». E svilupperà il plano di 
rientro dall'indebitamento che da 
qualche tempo incuriosisce i gior¬ 
nali. Ne ha partalo l'altro ieri Mila¬ 
no Finanza, riportando anche la 
voce di una trattativa per vendere il 
palazzo di Via dette Botteghe 
Oscure per 45 miliardi, che Marco 
Fredda, amm/nisfratore unico del¬ 
la società -L'Unità» (che ora gesti 
sce debiti e patrimoni del Pds). ha 
smentito seccamente. Sia lui che il 
cooidlnatore della segreteria Mau¬ 
ro Zani, hanno (alto capire che 


una trattativa seria, dovrebbe parti¬ 
re da una cifra almeno doppia -Il 
punto - aggiunge ancora Macciof- 
ta - è che non c'è tutta questa fret¬ 
te. Stiamo mettendo il nostto patri¬ 
monio immobiliare a disposizione 
dell'operazione di rientro Vendere 
a prezzi convenienti, forse Ira qual- 
die tempo, è interesse delle ban- 
die creditrici-. Macciotte non 
smentisce lordine di grandezza 
del debito citeto da MF. circa 300 
miliardi, dicui circa la metà prove¬ 
nienti dal -passato- dellT/rutó. -Ma 
attenzione - osserva - queste dire 
comprendono sia Scapitale che gli 
interessi L'operazione di risana¬ 
mento sarà onerosa per noi, ma 
col sistema bancario si dovrà trova¬ 
re anche la via di un consolida¬ 
mento a tassi non esosi». 



Il Salvagente regala 
il PrA-memoria sulla tv 



C on il numer o in edic ola que¬ 
sta settimana tro vate u na 
“Guida” con l e diverse pro pos te 
di legge anti-tr ust: i quesiti dei 
qua ttro refe rendu m: le varie 

ipotesi_sulla nomina del 

Consigl io dì jìmmìnistrazìone 
della Rai. E tante altre cose 
per document arsi bene.. 

Ili . 




De Chiara: 
«Decisione 
lacerante, 
ma giusta» 


m ROMA Quarant anni, dipen¬ 
dente delta Direzione del Pds dal 
tentano 1981. da diversi anni re¬ 
sponsabile per la politica per l'edi¬ 
toria. Piero De Chiara è diventato 
improvvisamente il lunztonarto del 
Pds più cercate da giornali e televi¬ 
sioni. È lui un po' il -portavoce» del 
cocnd inamento dei lavoratori delle 
Botteghe Oscure, che il giorno dì 
S.Valentino, in un'affollata assem¬ 
blea, hanno proclamato una gior¬ 
nata di sciopero per mercoledì 
prossimo Un fatto senza prece¬ 
denti. Ma un alno fatto senza pre¬ 
cederci è anche un rilardo di 16 
giorni nei pagamenti degli stip n- 
di, mentre si attende ancora metà 
della tredicesima.. 

£ la prima vetta che rione o- 
chternto uno «tepore da parte 
ddteenaeeti (MPdt,prima Pd? 
SI. è la prima volta in questo pa¬ 
lazzo. Ce ne sono già stati a Italia 
Radio lì qualcuno lu proclamato 
all' Unità... 

Cerne mal ina -forma « tetta- 
tool -dure-? Neonai ripma- 
mwrto dopo II ctemom etto rw- 
dativa ita ouocttando? 

Tutti abbiamo avvertito che stava¬ 
mo per decidere una cosa giusta e 
utile, ma anche lacerante. Una co¬ 
so che poteva essere strumentaliz¬ 
zala. Non abbiamo cercato la 
pubblicità, ma sapevamo che la 
notizia poteva circolare Comun¬ 
que. non ci prestiamo a nessuna 
lettura di ostilità nei confronti del 
groppo dirigente del Pds. Il punto 
è che il disagio era grande, e ci è 
sembralo giusto tarlo pesare in vi¬ 
sta del riordino di tutte le attività 
connesse col Pds. Dure un segnale 
che il lavoro delta Direzione cen¬ 
trate non può essere lasciato al¬ 
l'ultimo posto... 

C'è na p ote re t e» con qualcuno 
che tta ael-primi pootfi? 


Qui c'è una polemica strisciante 
contro T(.torte, e anche contro i 
gruppi parlamentari. Compagni 
che prendono stipendi più alti e 
regolari. E poi si sa che tutto il par¬ 
tito è molto impegnato per il risa¬ 
namento del debito del giornate... 
Però, poi, discutendo, si capisce 
che si tratta di questioni diverse... 
L'Unità è un'azienda che sta sul 
mercato. 

Ma quatto i c topiro d sarà dav¬ 
vero? 

Ci sono stati molti incontri. Ci 
sembra che la segreteria stia lavo¬ 
rando per affrontare il problema, 
anche se una data certa per gli ar¬ 
retrati none è ancora. È ovvio che 
non appena una risposta arrivasse 
l'astensione dal lavoro non ri sa¬ 
rebbe più. Credo proprio che atti¬ 
veremo ad una soluzione positiva 
Sì parta potè di ritortoti riduzioni 
di organico. 

Valuteremo, tratteremo. Nel ri¬ 
spetto dei diritti dei lavoratori, e 
sapendo che la nostra «contropar¬ 
te- a quesli diritti è mollo sensibi¬ 
le. 

C'è un probtema di diritti. Ma co 
n'è anche un altro: eh» cosa do¬ 
ve onero oggi un partito? 

Anche noi ci stiamo riflettendo. 
Faremo delle proposto. C'è una 
tendenza alla regionalizzazione: 
agli strumenti centrali devono re¬ 
stare (unzioni diverso. Se nc dovrà 
parlare al congresso. Noi abbia¬ 
mo l'orgoglio di aver contribuito, 
in questi anni, al raltorzamenlo 
del Pds e alla qualità della sua ini¬ 
ziativa politica nello scontro per 11 
governo del paese. 

Quanto guadagna un tunzhma- 
rio riatta «rottene? 

Non mollo. Se é un «politico, tra 
un milione e 800 ni ila c2 milioni <- 
tre. I «tecnici» tra ii milione e mez¬ 
zo e II milione cotto. DAL 


t 


r 


4 















Venerdì 

A 


17 febbraio 1995 


Politica 

*** > A m* f.r £&£4 - 




INFORMAZIONE E POTERE. Oggi Gambino presenta le regole per la campagna elettorale 
f*ss*rtwrrr itafleMmnwk. Accolta la richiesta di Berlusconi. G sarà una retromarcia? 


Un coio di «no» 
al ricatto di Stona 
Mi ala Rai 

Non ha arato motto auctaaao 
"ammano a dottai lo prepoota # 
FraacttcoStomcodl barattare te 
Ito. al Sanato doU'Mtreztoiiltmoif 
A* «ritentore recato pov marinare 
ICO* Hat tao a. attorta tana 
data Mia .lattoni (a 0u(i>o, 
natamfemnt. par fa» mtaalno). Il 
coro M no è «tato unanime. to ha 
bocciato Marco landa*, 
pr art tento dalla ra mini alone di 
«fgManm-AJira cantonata 
p a rt i to cra ti c a». dpotoai accattiva- 
par AMrerio Mattel, aartavoca dal 
Ceri. Rat Fatto Muaal, ad*, area è 
paaalMIetaitlIrtvendMrodl 
tappati dada aorte dare aerici 
wdt n c aauntll». H ai» Ma » * 
Cda dava andata a caca a 
proacMtro-. * lafhWa Antonio 
Marano paria di «cambio 
laaccattabd». E le ataaao FM 
dea, nan voCNama mandata a tata 
H Cda, a vo li amo c oma n qat 
votare a ghigno, trinca*» Vite, 
pd*:4baiHaoM parta di 
partHocrazte- il vuol aolo data al 
parlamento B ruolo et* la Cotta 
CaatttwtenaMiaptùvoMa 
ribadita». 

CINC 



Marco Mifcolulius, nini 


A tutto spot, niente divieti 

«Par condicio», limiti solo a sondaggi e talk-show 


Oggi il governo illustrerà le sue proposte sulla «par condì 
ciò», dopo il consiglio dei ministri II ministro Gambino 
mende limila pesantemente l’uso dei sondaggi e la con¬ 
duzione dei «talk-show» non estende il divieto di lare spot 
che resta confermato per i soli 30 giorni poma del voto 
Era proprio la richiesta di Berlusconi fate tutto ma non 
loccate gli spot, la sua arma più polente Insomma tutto 
come un anno fa, a meno elle il governo non li ripeti»! 


«HltVPI P. MDIHU.uk 


■ ROMA. Nell Imminente campa 
gna eieltornle per le regionali i par 
liti non si affronteranno ad armi 
pari con buona pace della par 
condicio che dovrebbe essere assi¬ 
curala oggi dal governo con II varo 
di un decreto o di un disegno di 
legge Anzi sarà proprio questo 
decreto - messo a punto dal mini 
suo delle Poste Agostino Gambino 
- a sancire I ineguaglianza Intatti 
il dirtelo di trasmettere spot pubbli 
crlarr non sarà esteso al sessanta 
giorni precedenti II volo (previsto 


per il 23 apnle) Fra (ulti I parlili in 
lizza oggi cc n e uno soltanto in 
grado di rovesciare sui lelespella 
lori propaganda elettorale in quan 
tità industriali il deputalo Silvio 
Berlusconi cioè Fbrza Italia Nono¬ 
stante I esperienza Incordale i 
bambini che inconsciamente 
cantavano I inno di Forza Italia du 
rame la campagna elettorale del 
199‘P) il ministro Gambino rende¬ 
rà piti Incisive tutte te norme delta 
legge del dicembre 1993 per assi 
curare parità di trattamento e di ac 


cesso alle reti televisive tranne 
una Appurilo quell i sugli spoi 
che resteranno vteiali soltanto ne 
gli ultimi trenta giorni 

Un millanto* mozzo In «poi 

In sostanza Cambino tescereb- 
be nelle mani di Betlusconl e dei 
suoi alleati I arma ptfi polente che 
la desila liti a disposizioni Nesso 

na altra forza politica intatti 4 in 
grado di bruciare in poche seilima 
ne un miliardo un miliardo e mez 
zo di lite Nessuna tranne Forza 
Italia guidala dal proprietario delta 
Fìnmvesi Da qui ad una settimana 
a lutte le ore e per un intero mese 
nelle nostre case entrerà soltanto 
la propaganda delle destre Soltan 
to per gli ultimi trenta giorni scatte¬ 
rà Il divieto di trasmettere pubblici 
là politica 

len ser.i al ministero delle Poste 
erano anfora al lavoro per affinare 
te nuove norme dirette ad assicura 
re-la parila di trattamento lacom 
plelezza p I impaniatila napello a 
lutti i partiti e i movimenti presenti 


nella campagna elettorale, che sta 
pei aprirsi per rieleggere i consigli 
regionali Secondo alcune fonti 
uno dei punti in discussione fino 
all ultimo - anche fra il ministero e 
la presidenza del Consiglio - * prò 
pno quello relativo alla disciplina 
degli spot pubbbdtsn £ possibile 
I uuh chi questa mitu 11 « 
mine del consiglio dei ministri 
Gambino illustri al giornalisti un 
decreto o un disegno di legge di 
verso da quello .portato» all esame 
del consiglio dei mimstn 

Piu diviati pari sondaggi 

Una delle novità nlevanti della 
nuova legge riguarderò r sondaggi 
pre-elettorali Oggi ne è vietala la 
diffusione negli ubimi quindici 
giorni precedenti il voto il divieto 
varrà per i trenta giorni precedenti 
il giorno della consultazione eletto¬ 
rale Le altre norme Ritarderanno 
il ratforzamento dell ufficio del Ga 
rame per I edtlona e un sistema di 
interventi e di sanzioni a disposi 


zione dello stesso ufficio per mette¬ 
re tempestivamente rimedio ad 
eventuali violazioni della legge Sa 
ranno anche intrudono norme piu 
chiare (tempi e collocazione) re¬ 
lative al diruto di replica e di rettili 
ca da parte di soggetti politici ai 
quali non è stata garantita pantà di 

di Uditamente nel corso delle ira 

smissiom 

Funzioneranno te nuove regole’ 
Osi ripeterà comunque lo spetta 
coio ottetto dal propnetario della 
Ffomrest -e dalle sue televisioni - 
nell ultima campagna elettorale 1 
Un nschio c e che il nuovo sistema 
si segnali da una parte per il via II 
bera agli spot, e dall altra per i li 
miti e i paletti imposu al condulton 
dei talk show cioè ai giornalisti 
che guidano le trasmissioni di ap¬ 
profondimento anche politico In 
somma non ci mancherà ciò da 
cui non potremo difenderei (la 
pubblici) ma sari in qualche 
modo limitato ciò che induce alla 


Rai, intervento del Garante 
contro le censure 
ad «abbonato alza la voce» 


nano cam itti 

m ROMA Sulle censure all iniziativa .Abbonato alza la voce» lanciata da 
uri riumto gruppo di giornalisti Rai e dal sindacato Usigrai die tanto sue 
cesso Ita già ottenuto nel Paese è intervenuto len coti una tenera alla 
prendente della Rai Letizia Moratti e al presidente della commissione di 
vigilanza Marco Tavadssh il Garante per I editona e la radiotelevisione 
Giuseppe Sanlantello in seguito ad un iniziativa assunta da una delega 
zione del -comitato mterpalamentare per la libertà d informazione» com 
posto da decine di deputali e senatori dei grnppt Progressista Ritandozio- 
ne Lega Patto Segni Popolan e Gruppo misto 

Due sono stali gli esposti consegnati al garante dalla delegazione 
composta da Antonio Marano e Luca Leoni Orsentgo della Lega Sandra 
Bordanti e Franco Danieli della Rete e Giuseppe Gulielti dei Progressisti 
Uno nguardava le censure deila Rat nei confronti di «Abbonato alza la vo 
ce» I altro gli spot Fininvest anti-Bossi 

Gli esposti sono limali da 160 oarlametan Ira i quali i segretari del 
Pds Massimo D Aterina e di Rrtondazione Fausto Bertinotti i popolan 
Lepoldo Elia Rosa te ruolino e Rosy Blndl I ex Presidente della Camera 
Giorgio Napolitano Armando Cos- 
sulla Caria Mazzucca e Diego Masi 
del Patto Segni Nell appello si de¬ 
nuncia che «quanto sta accadendo 
in queste settimane all intento del 
la Rai ha ormai superalo ogni limi 
te- *11 servizio pubblico-continua 
i esposto - è nei tatti caduto nelle 
mani di una parie politica che lo 
utilizza esclusivamente per i propn 
interessi avvilendo le professKina 
lita Interne e sperperando ildenato 
dei contnbuenti con una sene min 
lenona di nominee promozioni te¬ 
se solo al raggiungimento dello- 
bietlivo dell omologazione. Si an 
nuncia quindi I adesione all ini 
ziativa «Abbonato alza la voce- e a 
questo punto si denuncio come 
•estremamente grave che le dire 
ziom di intere testate Rai abbiano 
apposto una vera e 
ra ad ogni notizia su 
ha coinvolto net giorni scosi sin 
dact amministrazioni locali asso 
Ciazioni pariamentan ed ha porla 
to alla taccona di 300 mila firmo* 


propria cerniti¬ 
li iniziativa che 


discussione e alla nflessione Se 
condo il ministro Cambino se En 
zo Biagi «eccedesse, potrà essere 
trasmesso anche un -ComroBiagr. 
una vera e propria controtrasmis- 
sione Le norme infine potrebbe¬ 
ro avere anche un carattere definì 
(ivo « non limitato quindi, alta 



lorule 

Confronto Martino-Vattronl 

Proprio la questione della par 
condicio è stato l oggetto di due in 
«viste parallele a Walter Veltroni 
e all ex ministro Antonio Martino 
che -Panorama- pubblicherà nel 
numero in uscita Secondo Mattino 
la par condicio è -un ideale ma 
giungibile» Per Veltroni invece è 
■la certezza che le tozze in campo 
hanno pan dignità la garanzia per 
i cittadini di poter scegliere serena 
mente e non sotto il peso del bom 
tardamente esercitalo da chi si av 
vate di nsorse e strumenti sover 
chianti' 


Camera e al Gara He pire In quo 
sto Inalienabile diritto venga nspet 
tato e che nella Rai venga imme¬ 
diatamente riconquistata una con 
dizione di pan opportunità (ra tutu 
i cittadini* 

Per quanto riguarda gli spot su 
Bossi si chiede di sapere «hi sono 
i commitcmi chi veicola quel mes 
saggio politico se sia cioè t azien 
da Fininvest il suo editore ochiun 
que altro perché quanto sta tacen 
do la Fininvest non è altro che 
un azienda che si schiera da una 
pane in una campagna politica» 

Ricevuta la lettera del Garante 
la signota Morate avrà modo di ri 
spandere mercoledì alla c ommis 
sione di Vigilanza giàconvocata. 


li costituzionalista: «Non basta garantire le trasmissioni elettorali» 

Zagrebelsky: «Regole che aiutino 
ad evitare Imbarbarimento» 


La formula della «par condicio» è utile per gli spazi di pro¬ 
paganda elettorale dei partiti ma resta aperto il problema 
di altre trasmissioni di tnfomiazione politica E il costitu¬ 
zionalista Gustavo Zagrebelsky suggensce I organizzazio¬ 
ne di trasmissioni gestite da «utenti specializzati» in grado 
di contestare in diretta le menzogne di certi politici «Biso¬ 
gna evitare il muro contro muro i rischi di imbarbarimen 
to» I giornalisti «riflettano sul loro molo professionale» 


ami Monoio um 


Mi 1 ORINO II gommo DM ha «rea- 
io la -par condicio. tra l princfpa» 
nod da actogDare prima dalle ale 
danl, ma da più parti «I avanzano 
dubbi MiR'effatttva poari batti di 
garantir» «guai condizioni di tnrt 
tomento nel alatoma ladfotatortM- 
vo. Prof Zagretwfaky. QuafèteNa 
opinione? 

L» *pqr condii to- mi pare sta una 
nozioncelle può avere rifcnmen 
lo per uno solo dei momenti del 
I informazione politica gli spazi 
elettorali di propaganda politica 
che sono un [io delle finestre ai 
traverso citi t singoli partili si al 
tacciano per presentarsi ufficiai 
mento netta competizione eletto¬ 
rale Indubbiamente queste fine¬ 
stre devono essere eguali per tutti 
t non conti (liceva Berlusconi 
piu o meno grandi a seconda dei 
voti ottenuti nella precedente 
i (umiliazione tesi quanto mai 


assu rda Ma la. par cond icio- no n 
può essere utilizzata per alto 
aspetti dell informazione politica 
non umlormabili allo svolgimen 
to della campagna elettorale in 
senso stretto 

Dunque 11 ducono va allargato 

A quali altro tra missioni si rito 

ritte, te particolare? 

Penso alle trasmissioni che bau 
no valenza politica pur essendo 
cosa diversa dagli spazi attribuiti 
ai parliti come tali Vi sono Ira 
missioni polii che clic ricadono 
nella responsabilità di uno o piu 
giornalisti come la vecchia -Mila 
no Italia* o lu -Spci tale di Barba 

10 Abbiamo I mtrdttcnrrrrei ito ge¬ 
nerico nel quale entrano però 
personaggi e noiizie di significalo 
politico F issi 1 informazioni’ po¬ 
litica in se uso stretto i iclegiomn 

11 Per questi tipi di trasmissione 
non serve la «par condicio* che è 


una formula meccanica rivolte 
soprattutto all eguaglianza nspet 
to al tempo di durata o rispetto al 
I ora delle trasmissioni Ciò che 
serve qui sono la completezza c 
la non tendenziosità due virtù 
dell informazione che chiara 
mente riguardano I attivila prò 
fessoti ale dei giornalisti Mi con 
sentirebbe a questo propos lo 
una piccola osservazione’ 

Prego, protettore, taccia pure 
Se io tossi giornalista mi sentirei 
profondamente offeso nella mia 
protessionalità dal dibattito sulla 
parità di condizioni I giornalisti 
dovrebbero sollevarsi e dire que 
sii problemi di completezza e 
obiettività non si risolvono rechi 
mando misure legislative che 
contingentano t (empi c cosi via 
ma facendo appello alla nostra li 
berrà c responsabilità di operilo 
ri Come accade in altri paesi 
Ma (crac qualcosa accade an¬ 
che da noi, considerato che non 
pochi redattori dai tg Rai il sono 
rirotti agri abbonati Invitandoli 
ad -alzare la «oca- sul temi deF 
I Inforni aziona. Non le pare? 
Certo però la realtà èclx da noi i 
giornalisti sono poco credibili 
perchè vero o falso che sia li «i 
accusa di essere m qualche ino 
do largati Per cui 1 appello alla 
responsabilità prolession ile n 
sctua di trasformarsi m un via li 
bera alle foro connold?ioni politi 
co genetiche originali o icquisi 


le (din min tace rido 

DI incotta e cont re ddtzfonl, a 
quanto sembra, non mancano. 
Chetare, allora? 

Non c sono soluzioni toccasana 
Per gli spazi elettorali nei mass 
media si possono e devono sen 
z altro prendere delle misure n 
gorose Per quanto riguarda la 
completezza e non tendenziosità 
dell informazione insisto primo 
l>unto che i giornalisti dovrebbe 
ro fare una riflessione sul loro 
ruolo professionale Ma ntengo 
anche secondo punto che gli 
uh nli dovrebbero avere un diritto 
di controllo 

Una proposta Inedito Ma in che 
forme potrebbe esercitarsi que¬ 
sto controllo? 

Ai può pensare alloigaiuzzazio 
ue di trasmissioni gestite da ute ntt 
naturalim nk specializzali 
espe rii in i conomia o stona o di 
roto nclk quali sta possibile rile 
vare c contestare con dati obietti 
v k. mi «altezze te menzogne 
clic vengono propinale nella 
Campagna elettorale Stiamo an 
dando verso un sistema eleltora le 
in cui il cunimmo elettorale è 
multo pc ratinai izzato c bisogna 
evitare di arrivare al muro contro 
muro clic porta rischi di imbarbu 
rimonto foi possibilità di vedere 
un k .idei pollile!) sbugiardalo ni 
pubblico renderebbe tulli piu 

c tuli 

Una regola, Insomma, por (are 



dall utenza che si Interessa alia 
politica un soggetto non più to¬ 
tal mente passivo? 

SI v i affermata I idea che la co 
munH.d7K>nc politica deve essere 
un andare e venire non solo un 
imbonimento a senso unico Mi 
jrare anche utile sottolineare che 
ni Gran Bretagna di Ironie all in 
formazione di una parte politicd 
clic motte in causa le posizioni 
politiche di un altra porte scatta 
uno «petifuodinlto di replica 
Ma è possi Ufo avere qualcosa 
del genere prima deila campa 
gna elettorale? 

Non ci sarebbe bisogno di una 
fogge Probabilmente sarebbero 
sufficienti degli imbuzzi della 
rorrimnsioiie pirUimcntare sofia 
Rai nei i onlronli del servizio pub 
bino E poi auguriamoci un ade 
giramento da parte delle reti Fi 
UBivesi magari con un codice di 
autoregolamentazione In (ondo 
questa è deontologia Su tuffo 


naturalmente dovrebbe vigilare il 
garante 

l'esperienza di questi giorni, 
purtroppo, non è dalle più foco- 
raggianti. Oli spot (folte emltten 

« del Cavaliere contro Bossi 
hanno scatenato un mare di pro¬ 
teste 

Credo che ei debba essere un in 
te ivi nlo del garante Certe alter 
maziom di Bossi latte nel conte 
sto di un discorso di partito pos 
so hi avere un certo significalo 
Isolarle dal contesto presentarle 
e omo 1 espressione di un nemico 
della liberta è una scorrettezza 
pineale La rii>elizione insistita 
dello s|x>t poi tende a provocare 
un effetto blob cioè inette in ridi 
colo clu viene ripreso I episodio 
è grave anche pere itè al leader te 
giusta non è dato dititto di repli 
ca di spiegare il senso delle sue 
rifornì azioni 

La sentenza detta Corta cosato- 
zionate che (Defilarw» HncttU- 

tuztonaStà della Muriproprietà 


dt rad toto v ta ta ù privato ha tatto 
rumore, ma quali ottetti none reti 
•Ipoetono prevedere? 

Per un complesso marchingegno 
giundtco legato all esistenza di 
affi normativi che consentono 
una sorta di proroga della situa¬ 
zione quella sentenza non rende 
immediatamente operatosi t ob¬ 
bligo di dismissione delle emll 
tenti In eccesso Resta però molto 
importante I affermazione di 
pnncipio In sostanza la Corte Ita 
dichiarato che nell attodle conte 
sto legislativo I informazione po¬ 
litica si presta a essere manipola 
ta Per cui te elezioni che si scoi 
gesserò in questo contesto oda 
rebbero un Parlamento con un 
dubbio di legittimità dal punto di 
vista della democrazia la quale 
presuppone parità di urmi nella 
competizione 

In altre parete, st ritorna compre 
ala questione crociate della 
«parcondkto. Secondo I pa tedi 
ni daH’fenparo totevtstvo privato 
del Carattere, peto, nette sue re¬ 
ti li piuraUimo non manchereb¬ 
be. Tesi con qualche possibile 
creda*) tot? 

Loro dicono andate i vedi re 
nette reti deli an Berlusconi, i so 
no giornalisti o trasmissioni non 
pregiudizialmente allineati comi 
Il Ig di Mentana come Costanzo 
E aggiungono non è pluralismo 
questo 1 Md questa affermazione 
vero o talso e he e i sia pluralismo 
nelle tramissiotu a vale nza politi 
ca della Fininvest soffre di un u 
zio di fondo perchè il pluralismo 
viene inteso come concessione 
ionie un atto di liberale be novo- 
lenzadefcavaficrBerlusconi che 
sarebbe invece libero di agm eli 
versamento Ma in democrazia il 
pluralismo dell informazione i 
un dintto e un dovere c noli può 
essere affidalo alla presunta lilx. 
ralità di chi dispone del ixriere 


V 


« 















Il sindaco di Napoli, Antonio Bassolino, risponde alle polemiche esplose dopo l’inchiesta sui trasporti pubblici 


«La Procura sbaglia 
Noi collaboriamo 
ma ripari il torio» 


Paria il sindaco di Napoli, Antonio Bassolmo «La Procura 
ora ha il dovere di rileggere attentamente gli atti e di ripa¬ 
rare al torto compiuto nei confronti di Barbieri, un asses¬ 
sore sicuramente onesto» Secondo il sindaco, «ci vuole 
equilibrio da parte di tutte quelle istituzioni impegnate ad 
affermare la trasparenza e la legalità» Ognuno, nella sua 
autonomia e nelle sue funzioni, deve riprendere lo spirito 
di collaborazione che ha già dato tanti buoni frutti 

_DALL* MOSTRA B COAZIONE _ 


MARIO INCOIO 



Amano Pai* 


■ NAPOLI Una ctilà dalle mille 
emergenze, nelle casse municipali 
non c è una lira, Palazzo San Già 
corno assedialo dai disoccupali e 
ultimo l'inchiesta aperta dalla ma¬ 
gistratura sull azienda di trasporli 
pubblici che. seppur marginal¬ 
mente, ha coinvolto l'assessore Ro¬ 
berto Barbieri 

Ut, sindaca Battolino, ha mal 
pensete eritree l’ha fette tara? 

Chi me l’ha (allo (are se lo sono 
chiesti m tanti E In questi «tomi 
principalmente gli assessori e le 
diverse personalità che abbiamo 
messo al vertice delle aziende mu¬ 
nicipalizzale lo. in venta non ho 
avuti) tempo per chiedermelo e 
d'altra parie sapevo bene quando 
mi sono candidato che cosa signi¬ 
ficava governare Napoli e di Ironie 
a quali problemi mi sarei trovalo 
Franet«nsu t «, non st aspettava 
«Detto che « seccasse la questi 
gkmri 

No. e non tanto per I avviso di ga¬ 
ranzia per un assessore CI man¬ 
cherebbe Quello può succedere 
a qualunque di noi (accia fammi 
nistraton» Quello che non mi 
aspellavo è ciò che è concrela- 
menle successo e che la portalo 
con sé alcuni rischi e pericoli mol¬ 
to seri Per gli amministratori per 
la città e per la alessa magistrato- 

DI quell rischi parte? 

E successo che un'Inchiesta giu 
sla, sacrosanta, cho riguardava 
anni e anni di maialiate perpetrati 
al danni dell Alan, si 6 di (alto tra¬ 
sformata In una Indistinta messa 
sul banco degli imputali di accu¬ 
sali e di accusatori 
C’è la pontMMà, secondo lei, 
«Ne M gente potei c orrine e r si 
che oggi a itpwfrt Nepal d pere 

loto ti mitfrtmmi? 

No Credo piuttosto che I cittadini 
abbiano compreso che In Procura 
sono siali commessi due errori 
modo gravi Uno subito dall’asses¬ 
sore Barbieri, Indagalo per omis¬ 
sione di contrario su immobili del- 
I Alan Questi) A del tulio discutibi¬ 
le perche il conlrollo non spelta 
all'assessore la legge 142 prevede 
la separazione delle (unzioni e gli 
Immobili per di più erano siati dati 
dal Comune In amministrazione 
all'azienda nel lontano 1947 
Qeà»*, M ribadisco che l'avvito 
a ■artieri è Mondato? 

Ne sono più che convitilo Ma la 
cosa Inaudita è che nell Indagine 
del giudice Mlraglla e nel comuni¬ 
calo stampa della Procura il nome 
di Barbieri sia stato associalo agli 
accusati di trutte per duemila mi¬ 
liardi di lire consumale In passato 
Per lo «tette motto M ti è ta¬ 
n n atat i » anche del comporta- 
mento di alcuni gfemel, colpo- 
voi di aver enfatizzato la noti- 

ri*-. 

E ne avevo tulio II diritto Un 
esemplo? Un Quotidiano del Mez 
zoglorno ha addirittura titolato «In 
manette anche un assessore della 
giunta Bassolmo» Chi ripagherà 


» tintore Antonio Bme o Ua c 


mai Barblen di questo torto’ 
Riprendendo • discorso proce¬ 
dente enfi errori cho tareOborc 
turi commetti dtt maturati ti¬ 
tolari deNtadtieete tuTAtan, 
qual 0 II secondo? 

Riguarda la sospensione della 
commissione ammmistratnce del- 
l'Alan che ha operato nel corso di 
quest anno un'importanlissima 
azione di risanamento Ha essa 
stessa denunciato alla magistrato 
ra i guasti del passato e si nuova 
coinvolto da un provvedimento 
cosi pesante come quello della 
sospensione Un provvedimento 
che si usa nei confronti del crimi¬ 
nali affinché non continuino a 
commettere reali Insemina sono 
siali due errori veramente seri e i 
rechi che si sono corsi erano evi 
denti Uno ad esempio, era nella 
possibile reazione qualunquista 
allora sono tolti ugua li 

Ritchie francamente Incredibile 

dopo tutto quelle che al è fatto 


•nova per Napott- 

Non si sa mai Un altro nschio, 
allietiamo seno era ed è quello di 
una possibile reazione contro la 
magistratura E anche questo ov¬ 
viamente è da evitare perché l'a¬ 
zione della magislralura è imper¬ 
lante in città e nel Paese e guai a 
screditarla 

kttonma, «Meco. raneataMe 
la pofamiche, M continua a so¬ 
stenere che raiwatie U t ra zIeae 
comunale e le nechtratara 

debbano col lettorato a tti ra m el i 
te per un ritorno alla totalità? 

Certo perché a Napoli c è ancora 
molto da lare La stessa indagine 
sull'Alan per rana aspetti è giusto 
ma attenzione a non creare un cli¬ 
ma sbaglialo II mio auguno nel- 
I interesse di tolti é che gli specifi¬ 
ci errori fatti vengano corretti pre 
sto E se come io spero, saranno 
nielli con attenzione atti e docu¬ 
menti si vedrà che di errori si tiat- 



FnmcoEss® 


ra In tote e due i casi 

la passato c! uno SUN altre In¬ 
chiesta che hanno coinvolto al¬ 
tre attende munldpattzzat* 
(Amen e Centrale dei tetto): c'è 
li paricelo che scoptf tra «lire 
scandalo stolte a quello dtol’A- 
tw? 

Le Indagini della magislralura so¬ 
no essenziali anche perché a Na 
poli c è ancora tanto da lare per 
contrastare in diversi campi le ille- 

ievastata da scandaliecorruz» 
ni Noi governiamo una citta che 
ha questo pesantissima eredito e 
naturalmente non abbiamo potu¬ 
to dire e non possiamo dire non 
esiste il passato E purtroppo ag 
giungo molte inchieste giudiziarie 
sono partite tardi e ancora tonta 
luce va tolta 

Aiofit lncof tlp rt I capo dtM 
Procura, A*ostine Corsevi? 

Certo Si facciano indagini libera¬ 
mente su tutto e su tutti ma con il 
senso della distinzione e della mi¬ 
sura Altrimenti si richia di ottene 
re I alletto contrario 
Cerai to ytàeedre de quest» *■ 

Credo che ci voglia un grande 
senso di equilibrio da parte di tol¬ 
te quelle istituzioni Impegnale ad 
affermare la trasparenza e la lega¬ 
lità Ognune nelle sua autonomia 
e nelle sue funzioni e nelle sue re¬ 
sponsabilità deve nprendere 
quello spinto di collaborazione 
che ha già dato tanti tonti nel cor 
so di q'iest ultimo anno Occorre 
un equilibrio anche nella visione 
di Napoli e nelle questioni che bi¬ 
sogna fronteggiare Nessuno più 
di me che sono il sindaco sa 
quanti guai ancora ci sono, quanti 
ostacoli da superare quante abi¬ 
tudini all lllegalrtà da rimuovere 
Però occorre assieme, alirettanta 
consapevolezza di ciò che di posi¬ 
tivo è già successo a Napoli e pro¬ 
prio grazie alto mia giunto, alla 
magistratura alle lorze dell ordi¬ 
ne al contributo di tanti napolela 


ni onesti che stanno partecipando 
con nuovo orgoglio all'opera di ri- 
costmzione morale e materiale E 
chiaro che un solo anno di lavoro 
non poteva dare alto nsullall Ep- 
poi va dello che questo processo 
di nnnovamenlo per fortuna ha 
coinvolto tulli anche la slessa ma¬ 
gistratura A Napoli inutile na 
sconderlo, i guasti ci sono stati 
dappertutto 

Mi In concreto, sindaco, cosa e 

cambiato In q aostani»? 

Lo sa bene la stragrande maggio 
rama dei napoletani che conosce 
la Napoli di «n e quella di oggi Lo 
sanno beqe tanti cittadini italiani e 
stranieri che vengono qui e vedo¬ 
no gli sforzi che si tonno innanzi- 
rullo stiamo riconquistando fidu¬ 
cia nella vita sociale, c é voglia di 
vohare pagina partecipando atti¬ 
vamente alle questioni cittadine 
Insomma. i napoletani si stanno 
prendendo cura della propria cil 
to Senza citare poi i provvedi¬ 
menti sull urbanistica che dise¬ 
gnano una nuova metropoli, la 
trasparenza amministrativa, un 
settore dove slamo stati i primi a 
dar vita alla commissione di disci¬ 
plina che finora ha licenziato 18 
dipendenti inadempienti e ne ha 
sospesi alto HDD per sei mesi An¬ 
che il risanamento finanziario co 
mima a dare I primi multati il 
nostro ngore ha ricevuto il plauso 
del mmistero degli Interni e degli 
organi finanziari preposti al con¬ 
lrollo E poi, to scuola, la politica 
per l’infanzia in tolti i campi so¬ 
no siati introdotti Importanti ele¬ 
menti di novità Ceno, ci resa 
mollo da lare e per lare bisogna 
che gli onesti siano incoraggiati e 
non scoraggiati com è successo in 
questi giorni Ma io sono fiducio¬ 
so la grandissima solidarietà 
espressa dalla città e la correzione 
degli errori avvenuti possano con¬ 
sentire a tolte le lotze sane di ri¬ 
prendere il cammino della legalità 
edella nnasclla di Napoli 


Centro direzionale 

Va ancora in fiamme 
il nuovo palazzo di giustizia 
Inchiesta della magistratura 

_CALCA NOSTftA REDAZIONE 


■a NAPOLI Le fiamme e il fumo visibili da tornano, avevano falla pensa¬ 
re al peggio Ma questo volta i servizi antincendio e il pronto intervento 
dei vigili del fuoco hanno evitato che la Ione del nuovo palazzo di giusti¬ 
zia già distrutto dal fuoco appiccato dalla camorra cinque anni fa, subis¬ 
se danni irreversibili II rogo, sviluppatosi dopo dopo le 12 in un locate del 
primo piano adibito a deposito e dove nei giorni scorsi erano siale accu¬ 
mulate scatole di cartone e polistirolo è stato infatti domato In pochi mi¬ 
nuti. grazie al massiccio intervento dei vigili del fuoco e anche alla colla¬ 
borazione di alcuni volontari 

Sul posto gli agenti della Digos hanno rinvenuto due bottiglie di pla¬ 
stica e una tonica Da un pnmoesame latto dagli investigatoti » trattereb¬ 
be di vecchi contenitori che, però non sarebbero serviti per trasportare li¬ 
quidi nhammabili Tuttavia ti materiale è stato sequestralo e affidato agli 
esperti della «scientifica» che eseguiranno accertamenti più accurati 

Attualmente la cittadella giudiziaria del Centro direzionale, è quasi 
del tutto vuota, e soltanto il procuratore capo Agostino Cordova vi si è re¬ 
centemente insediato II tanto atteso trasferimento di tutti gli altn uffici da 
Castelcapuano però è ormai imminente Certo, I episodio di ieri mattina 
avrebbe potuto far sfittare nuovamente ì tempi, ma fortunatamente ti bi¬ 
lancio dei danni si ferma ad alcuni fili dell'impianto elettrico rimasti bru¬ 
ciacchiali, e a qualche parete annerita Non si esclude che ad alimentare 
le fiamme possano essere stati alcuni operai alto scopodi liberare ri loca¬ 
le colmo di rifiuti Una pratica questo che già sarebtrè stato sperimentata 
altre volte senza però, che iltuoco raggiungesse 1 intensità di ten mattina 
e tacesse entrare in funzione gli estinton automatici In questi giorni nella 
torre, cèti viavai di facchini che stanno sistemando t mobili per gli uffici 
in allestimento 

Finora nessuno si era preoccupalo di nmuowre quel materiale servi¬ 
to per imbracare armadi e scrivanie 41 peggio é stato evitato perette, (or- 
lunatamente I attrezzatura antincendio ha funzionato regolarmente • ha 
spiegato un ufficiale dei vigili del fuoco - Dopo pochi minuti, infatti, gli 
ugelli di vetro sistemati nella soffitto, che sono sensibilissimi alle venazio¬ 
ni di temperatura, hanno azionato le pompe dell acqua» Insomma è 
successo premo ciò che invece non accadde nell'estate del 1990, quando 
gli impianti di emergenza inspiegabilmente non entrarono in funzione E 
in pochi minuti fu ti distesilo totale le fiamme si alzarono altissime di 
struggendo ugni cosa O M R 


A Brescia depongono i testimoni. L’avvocato Taormina: «Mani pulite deponga in Cassazione» 

«Memo miliardo se vuoi evitare la Finanza» 


L’avvocato Taormina, difensore del generale Cerciello, 
vuole che t pm di Mani pulite stano interrogali dai giudici 
della Cassazione sul loro modo di condurre le indagini II 
legale ha annunciato la presentazione dell’istanza ieri nel 
corso del processo di Brescia Secondo lui dovrà essere 
interrogato anche l’ex questore di Milano Achille Serra, 
ora prefetto di Palermo II legale chiederà di togliere a Mi¬ 
lano pure il processo che coinvolge Berlusconi 


MARCO MANDO 


« BRESCIA -Voglio II pool di Mani 
Pulite davanti ai giudici della Cas¬ 
sazione» Non demorde l’avvocato 
Cario Taormina difensore del ge¬ 
nerale della Finanza Giuseppe Cet- 
cielto A colpi di ricorsi e istanze 
continua la sua personale battàglia 
contro II pool, malgrado sto già riu¬ 
scito a far spostare da Milano a 
Brescia il processo dedicato alla 
mazzette che il suo cliente avrebbe 
Incassato su vari fronti, compreso 
quello Rmnvcst-Mondadon in cui 
sono Indagati Silvio e Paolo Berlu- 
sccxil Ieri, nel corso della quarta 
udienza del processo bresciano si 
è appreso cl» il legate vuole porta 
re i pm milanesi compreso il di¬ 
missionario Antonio Di Pietro da 
vanti alla Suprema corte di Roma 
Inoltre vuole portare a Brescia pure 
gli altri tronconi dell'inchicsto nel 
quale II generale In carcere da Ut 
gllo è coinvolto Infine l'avvocato 
romano ieri a Brescia ha affermato 
di aver pronto ancho un eccezione 
di incosilluztonalrtà a proposito 
delle Indagini sulle bustarelle in¬ 
cassate da militari corrotti della 
Guardia di finanza milanese Per 


ché’ Perché secondo Taormina 
non é possobile che «una procura, 
quella di Milano svolga gli accerta 
menti e un altra quella di Brescia 
ne giudichi! risultati» 

La conseguenza più spellacela 
re delle iniziarne prese dall avvo¬ 
cato Cario Taormina potrebbe es¬ 
sere proprio quella portare in nro 
cessione davanti ai magistrati detto 
Cassazione II pool (fi Mani Pulite 
Un iniziativa clamorosa so si venti 
casse visto che in tal modo la 8u 
prema cotte dovrebbe Intervenire 
nel mento un Indagine ancora In 


corso II legale ritiene laudatone 
sia indisnenvabile ascoltare per ve¬ 
rificare -la vendiate o meno dell a 
dozzine della decisione di non 
scarcerare il generale Cerciello 
esternala formalmente da Di Pie¬ 
tro del quale pure sichiede Audi¬ 
zione Secondo Taormina sono 
necessari altri accertamenti anche 
per capire per quali ragioni ti gip 
Andrea Padalino sla stato applica¬ 
lo all’ufficto gip di Milano -nono 
stante 1 elevato numero di giudici 
in organico presso il medesimo uf 
lido» Poi il legale ha chiesto un ac¬ 


certamento «relativo alla vendiate 
o meno di una telefonala che ti 
dott Borretli (procuratore della re¬ 
pubblica di Milano, nd r) fece al 
presidente dell ufficio gip di Mila 
no, dott Blandire per raccoman¬ 
dare la interposizione di buoni uffi¬ 
ci per confermare applicazione del 
dottor Radali no- Non potrà man¬ 
care all appello della Cassazione 
secondo 1 avvocato, neppure I ex 
questore di Milano .Achille Serra 
oca prefetto di Palermo e 1 1 capo di 
gabinetto della Questura perché 
spieghino gli argomenti di una nu 
mone che avrebbero svolto con 
Borrelli 

In più il difensore dd generate 
Cerctelk) chiede che la Suprema 
corte (acca un accertamento sul 
I esito dell'inchiesta condotta in se¬ 
guito al suicidio di Agostino Laudi 
[Il maresciallo della Geli suicidato¬ 
si nel luglio scorso, ndr) e sulle 
■condizioni ambientali» in cui gli 
ufficiali Stolto. Tanca e Giovannelli 
decisero di confessare Taormina 
sollecito I audizione di un avvocala 
di Como Alessandra Colombo 
Taccam a proposito delle dichia¬ 


razioni rese dal pm Piercamlllo Da- 
ngo nell'aula del mbunale della li¬ 
berta orto mesi fa in mento alla po¬ 
sizione processuale del generate 
Cerciello Non è firma I avvocato 
chiede che siano interrogali il te¬ 
nente Tanca -in ordine all incontro 
avuto con i) pm llda Boccassmi», 
nonché I avvocata Manoto Munto¬ 
lo e la figlia della moglie del ban 
chiere Francesco Pacini Battaglia 
■sulla condotta tenuta dal maggio¬ 
re Magistro nel corso di una per¬ 
quisizione» 

Intanto len nel corso del proces¬ 
so bresciano, che nguanda il gene¬ 
rale Cerciello ed alto 48 imputati 
sono stali ascolteit alcuni testimo¬ 
ni Tra questi Luca Luigi Bassani 
detto -Bassanl Ticino SpA», uno del 
pochi imprendilon che non ha ac¬ 
cettato di pagare mazzette «Il te¬ 
nente colonnetta Caprtanucci mi 
disse che pei evitare to verifica fi¬ 
scale a volevano 500 milioni e per 
averne una addomesticata 350 
Restammo allibili e imbarazzati 
Comunque prendemmo tempo e 
alla tme decidemmo di non versa¬ 
te una lira- 


Le relazioni pericolose del pentito 

Dossier dell'or». Fragalà (An): 
«Di Maggio aveva rapporti 
con mafiosi del suo paese» 


■ ROMA II pentito di Cosa Nostra 
Baldassarre Di Maggio avrebbe 
ait/lo rappoifr con presunti mafiosi 
del suo paese San Giuseppe iato 
anche dopo il suo pentimento, e 
uno dei suoi mterlocuton France¬ 
sco Reda è stato sequestrato e, 
probabilmente ucciso per vendei 
ta nell agosto scorso Sono queste 
alcune delle circostanze che emer¬ 
gono dal rapporto dei carabinieri 
che il deputato di An Enzo Fragalà 
il quale sostiene di averto ncevuto 
in tarma anonima con la trasenzio- 
ne di numerose intercettazioni te¬ 
lefoniche, ha consegnato alla 
Commissione Antimafia che to 
esaminerà quanta pnma Icarabi 
meri sostengono che Reda è stato 
rapito su ordine del boss Giovanni 
Brusca allo scopo di carpire il luo¬ 
go dove Di Maggio vive sotto prole 
zione La test si basa anche sulle 
dichiarazioni della moglie di Reda, 
Vito Lafranca la quale ha detto ai 


carabinieri che il manto era legato 
a Di Maggio da profonda nmicizia 
e che Brusca fra «aiuto compiere 
una sorta di vendetta Nei giorni 
successivi al sequestro la donna ho 
telefonato ad un utenza cellulare 
in uso al pentito Di Moggio è questi 
I ha rassicurata dicendole che sta¬ 
va facendo di tutto per nsalne ai re¬ 
sponsabili del delitto Conversazio¬ 
ni telefoniche tra Di Maggio e Reda 
sono stole inoltre intercettate dai 
carabinieri su autorizzazione della 
Procura di Palermo sur dall dpnle 
del 93 e condensate in una infor¬ 
mativa consegnata ai magistrati 
nel settembre scorso Durante le 
conversazioni teletomche intercet¬ 
tate definite dall on Fragalà dal 
linguaggio gergale ed allusivo DI 
Maggio definisce -cazzale» o -cose 
in più » le indicazioni Investigative 
basate su identikit che coinvolgo¬ 
no Giovanni Brusca nell attentato 
di via Ruggero Paura a Roma con¬ 
tro Maurizio Costanzo 




■» 














Venerdì 17 febbraio 1995 


in Italia 


l'Unita pagina i 


I magistrati depositano la mappa del potere de, i legali chiedono che slitti il procedimento del rinvio a giudizio 


Una supertestimone 
contoo Andreotti 
Oggi prima udienza 


■ PALERMO. Non si deciderà nul¬ 
la un'altra volta. Carta chiama car¬ 
ta. Nuove accuse producono nuo¬ 
ve difese, nuove smentite, nuovi la¬ 
menti Andreotti non cl sta, forse è 
refrattario per principio all'idea di 
essere processato. I procuratori si 
accaniscono nell’ accumulare te¬ 
stimonianze, riscontri, indizi. Non 
basta, at vuole la prova digitale "La 
Sicilia è il luogo del delitto*, diceva 

S ualcuno. Solo i morti sono fuori 
iscusslone, ma non lutti i modi 
sono innocenti sino in fondo. I vivi, 
invece, sono eternamente presunti 
Innocenti o presunti colpevoli. Col¬ 
pevoli o innocenti che siano, sono 
pur sempre •siciliani', costretti 
dunque a vivete a stretto contatto 
di gomito. Impossibile non mac- 
chiatsi, arduo mantenersi puri, l'u¬ 
no all'altro sconosciuti. Tutti han¬ 
no parlato con lutti, almeno una 
volta nella vita. Lo conosco, l'ho 
conosciuto, una volta cl ho parlalo: 
nel villaggio globale del segnali, 
dei silenzi, delie menzogne e delle 
perfidie, la qualifica di «presunti» 
sia bene a tutti, Il colpevole, che ha 
partalo almeno una rotta con l'in¬ 
nocente, sa che per l'Innocente 
non sarà mal più come prima. Pro¬ 
vate a chiedere a un siciliano un 
commmtmio a una sentenza di 
condanna, La risposta arriverà ine¬ 
vitabile e scontata: rio hanno con¬ 
dannato, ma chi sa se è vero che 
ha commesso tutte le cose delle 
quali lo accusano...'. A una senten¬ 
za di Innocenza, la risposta, sarà 
altrettanto scettica: .Innocente 
quello... figurarsi... come se non lo 
sapessero tutti che è compromes¬ 
so lino al collo". Questo è il lin¬ 
guaggio. il linguaggio di un popolo 
di contaminati. Le semenze non 
dicono mal I' «ultima parola". E la 
macchina della giustizia che In 
questa tetra, stringi stringi, ha sem¬ 
pre latto cilecca. Ecco, In questo, 
Andreotti si rivela un siciliano au¬ 
tentico: è all'idea di essere proces¬ 
sato che non Intende rassegnarsi. 
Lo avrete visto anche voi, durante il 
profluvio delle interviste: tratta l'ac¬ 
cusa del giudici palermitani, l'ac¬ 
cuso cioè della sua appartenenza 
a Cosa Nostra, col pigilo dello stati¬ 
sta, da un piedistallo dal quale gli 
viene difficile scendere, e parla dal 
pulpito romano perché a Palermo 
ascoltino. Ostenta decorazioni, fre¬ 
gi e mostrine che con l'accusa • 


■ ROMA, » pre em o ad Andreotti, 

( «reato*Calogero Mare*»«d*t 

un. burette. SUflnaMMnterenre- 
MMto qtrel 'tot» ftete <1 cui par¬ 
lava {ternani Fatoenat 

Quando non solo Giovanni Fal¬ 
cone, ma anche il giudice Turo- 
no, parlavano di terzo livello non 
facevano riferimento all'esistenza 
di un livello alto nella gerarchia e 
nel sistema di corcando di Cosa 
Nostra, ma si riferivano ai delitti. 
Distinguendo tra delitti di primo, 
secondo e terzo livello a seconda 
del destinatali e delle finalità. La 
scmplllicazlone giornalistica ha 
inventato il terzo livello politico. 
Direi piuttosto che questa indagi¬ 
ne • se I risultati verranno confer¬ 
mati dalle sentenze - rivela l'in- 
nervamento mafioso della De in 
Sicilia. Non si traila soltanto di 
presenze sporadiche ma di una 
struttura largamente condiziona¬ 
la, con importanti eccezioni, cer¬ 
to, ma questo è il dato, E risulte¬ 
rebbe che Bernardo Provenzano 
fosse II boss destinato a lare il bel¬ 
lo oli cattivo tempo. 

Asti» Provenire», H «prelati- 
tanta «ha snobba raccolto l’a- 
rarità ti Rina era la manta pos¬ 
tici della Capota? 

Diciamo che era un manovratore 
della De palermitana. 

Quando pretemo <* Oc patemi- 
tana, et riferiamo ad un greppo 
dirigente (Unta, CtancimlBo, 
Marmino) forte atante presente 
net IMI nateNH del partito • 
quindi del governo. 

Per capire quello che è successo, 
dobbiamo dire che il rapporto 
malia-politica non si svolge su un 
solo livello. Sbaglia chi pensa die 
i politici siedano sempre ullo stes¬ 
so tavolo dei muliosi per stabilire 
Il da farsi. Questo è soliamo uno 
del possibili rapporti. La mafia e 
Iti irolHIco hanno proprie recipro¬ 
che autonomie e hanno pero 
punti di contatto, di condiziona- 
mento c di Intesa su alcune que¬ 
stioni Che «ino quelle deterrei- 
numi tonto |X>r la mafia, altari a 
Impunità, tanto per Iti politica. 


Questa mattina dovrebbe iniziare l'udienza preliminare, 
presieduta dal giudice Agostino Gristina, per decidere su 
rinvio a giudizio o archiviazione del caso Andreotti». Il 
procuratore aggiunto Guido Lo Forte, i sostituti Gioacchi¬ 
no Natoli e Roberto Scarpinato, depositano il decimo ca¬ 
pitolo di una memoria istruttoria ancora in corso. Interro¬ 
gata a sorpresa una supertestimone che potrebbe scardi¬ 
nare definitivamente la linea difensiva dell'ex leader. 

_ DAINOSTRO INVIA IO _ 

SAVEMO LOCATO 



Piccola 
e distinta 
Scardinerà 
la difesa? 


una tenibile accusa, ceno - non 
c'entrano granché. Vorremmo az¬ 
zardare questa domanda: sta scrit¬ 
to da qualche parie che il politico 

G iù conosciuto della Prima Repub- 
lica non potesse trescare con pò 
Ieri occulti? Si dirà: ma questo non 
comporta una colpevolezza transi¬ 
tiva. Sacrosanto Pervenirne lutti a 
capo non sarebbe meglio scende¬ 
re sul terreno processuale? 

Quando Caselli e i suoi si rivolse¬ 
ro al Senato, la primissima reazio¬ 
ne dell'interessato tu duplice: la ri¬ 
chiesta di una giustizia rapida, me¬ 
glio se tempestiva, e dall' esito ine¬ 
quivocabile; ma anche la denun¬ 
cia del -complotto- dei pentiti, di 
fattura siculo statunitense. Tutto 
condito con una salsa ardita- del 
palazzo di giustizia di Palermo non 
si fidava neanche Falcone. Infine, 
unica briciola concessa all' accu¬ 
sa: -i Salvo? Non so chi siano-. So¬ 
no trascorsi quasi due annoi da 
quella preliminare richiesta di au¬ 
torizzazione a procedere. Cosa re¬ 
sta di quello schema difensivo? Po¬ 
ro. molto poco 

Franco Coppi e Odoarrio Ascari 
chièdono altri rinvìi. Scrivono nella 
loro memoria che i giudici della 
Procura hanno retrocesso An¬ 
dreotti dal molo che gli spelta, 
quello dello statista, al ruolo cari¬ 
caturale di capo corrente. Perfido 
escamotage, lasciano intendere, 
pur di tenersi ben stretto il proces¬ 
so, che invece dovrebbe volare a 
Roma, al cospetto del tribunale del 
ministri. Gli atti di Andreotti - han¬ 
no scritto - sono ani in qualità di 
esponente delle istituzioni, com¬ 
presa (l'eventuale, eventualissi¬ 
ma) commistione con gli interessi 
di Cosa Nostra. Ora si solfermano 
meno sul complotto. Forse si ren¬ 
dono conto che sia diventando ec¬ 


cessivamente nutrito il panilo dei 
complottisi dei pungalatori a pa¬ 
gamento, per essere riconducibile 
a un'unica regia. Buscena. Man- 
noia, Messina. Di Maggio. Canee- 
mi, Marchese. Mutolo, anche se la 
sfilza é prù lunga, pur se si sono 
pentiti sotto latitudini diverse e in 
epoche differenti, son pur sempre 
della stessa pasta.. Ma questo 
Gioacchino Pennino, chi ce lo por¬ 
tava a ingrossare l'allegra compa¬ 
gnia? Racconta che Nino Salvo ac- 

J uislO personalmente I negativi 
elle foto del matrimonio di sua h- 
olia Angela, che suo genero, Tano 
Sangiorgi. detto -Tarn-, nascose il 
vassoio d'argento regalalo da An¬ 
dreotti per te nozze, un attimo pri¬ 
ma che arrivassero gli uomini 
DIA.. Anche Pennino è nel com¬ 
plotto? Lo fa per il soldo che si dà 
al collabotalori di giustizia? E am¬ 
mettere di aver conosciuto e fre¬ 
quentato Salvo Lima per un ven¬ 
tennio, negando di aver conosciu¬ 
to i Salvo, non è come ammettere 
di aver vissuto sempre a Roma e 
non aver mal tatto caso al Colos¬ 
seo? Qui anrviamo al punto. C é 
una faccia siciliana di Andreotti e 
una taccia siciliana dell' andreotti- 
smo. 

Nel gigantesco retrobottega del¬ 
la politica siciliana, c'erano stru¬ 
menti amiginiti che tornavano utili, 
camaleonti di professione peren¬ 
nemente on thè road da una cor¬ 
rente all' altra, da un partito all'al¬ 
tro, c'erano i sovrani di Cosa No¬ 
stra, da -Cinnu» Provenzano a 
.don. Totò Riina, c erano gli uomi¬ 
ni d'onore, i combinali- che si era¬ 
no infiltrati da giovani in politica, i 
Pennino, gli Inzetillo, i Cerami, i 
8arbaccia; c'erano gU ravvicinati- 
che non dicevano mal no. i Giam- 
marinaro. i Gorgone, i Maira. gli 


d senatore avita Dialo JMmtH 


Occhipinti... alcuni arrdreottiani. 
alcuni che lo erano siati, altri che 
lo sarebbero diventati, cerano i 
Salvo, una specie di miracolo ge¬ 
netico: contemporaneamente, uo¬ 
mini d'onoie. esponenti di un im¬ 
pero economico, capi clientela... 
Ci rendiamo conto di una possibile 
obiezione: non è die gli altri tosse- 
io agnelli. iCIancimino, ÌMannino. 
i Nicolosi.. Almeno ire quarti della 
nomenklalura politica siciliana de¬ 
gli ultimi quarantanni sono soffio- 
chiesta, entrano ed escono dal- 
l'Ucciardone. da Bicocca, da San 
Giuliano, da San Vito, dal Malaspi- 
na.., Tutti innocentissimi, tolti vitti¬ 
me. miti perseguitati 

In questo pentolone ribollente è 
Imito di tutto. Ci dicono- ancora 
qualcosa i nomi di Plersanti Matta- 
rella, o Pio La Torre, oGtuseppe In- 
salaco? Non morirono forse perché 
c'era, e c'è sempre stata, una fac¬ 
cia siciliana della politica, confusa 
fra interessi illeciti e cosche, e dro¬ 
ga, e danaro sporco, e scambi elet¬ 
torali. e processi aggiustali, e ini¬ 
ziazioni. con o senza -punciuta-, e 
appalti, e finanziamenti, e masso¬ 
neria deviala, e logge P2, e tavoli 
extraistituzionali, lutto mescolalo, 
tutto contaminato, (ulto <presunto-, 
dunque ? ... Restano moltissime 
croci, una regione in ginocchio, 
un'economia soffocata, resta un 


marchio quasi indelebile su queste 
terra, e di Palermo «città irredimibi¬ 
le' era amaramente convinto Scia¬ 
scia. 

Quella Prima Repubblica, anche 
in Sicilia, é crollala. La de e i vecchi 
partiti del sistema di potere non ci 
sorto più. Segno che l'elettorato, 
un suo giudiizio politico, lo ha 
espresso. Restano - torse - delle re¬ 
sponsabilità penali. I giudici sono 
convinti che di responsabilità pe¬ 
nali ancora prive di risposta ce ne 
siano ancora parecchie. Pensano 
questo anche di Andreotti. Si è 
chiesto ieri Gianni Riotta sul Corrie¬ 
re dello-Sera -è troppo chiedere 
clic questo esame di colpe avven¬ 
ga nell'aula pubblica di un tribuna-, 
te con accusa e dilesa a confron¬ 
terei. e non davanti al tribunale te¬ 
levisivo del sondaggi?-. Non è trop¬ 
po. £ sufficiente La partita in gioco 
non è lo sfibrante duello fra giustl- 
zialisfl e garantisti. Basterebbero i 
processi. Basterebbero le sentenze. 
Potrebbero cosi scomparite i «pre¬ 
sunti» i «presumi colpevoli-, i 'pre¬ 
sunti innocenti-. Forse tutti, siciliani 
e no, troverebbero il coraggio di 
guardare la faccia nascosta. Rin¬ 
viare e smentire, rinviare e smenti¬ 
re all'infinito, ha per effetto solo il 
pollice verso, il circo, i gladiatori, 
magari cosL solo per ingannare II 
tempo. 


• PALERMO. Mezz'età, capelli ne¬ 
ri, piccola statura, aria distinta: é il 
vago identikit della nuova superte¬ 
stimone che entra in scena all'irn- 
provwiso, in un clima di grande se¬ 
gretezza, protetta da folti misure di 
protezione, in un Palazzo di giusti¬ 
zia dove fervono i preparativi per 
l'udienza di questa mattina sul • 
caso Andreottu. Chi é la donna del 
mistero? È palermitana? Perché la 
sua testimonianza é stala ritenuta 
così decisiva? Per due ore la donna 
del mistero é stata ascoltata nella 
stanza del sostituto procuratore, 
Roberto Scarpinato, Un interroga¬ 
torio «top secret- che Ira scatenato 
supposizioni, interrogativi. Accom¬ 
pagnala da tre agenti della DIA, la 
supertestimone ha lasciato il pa¬ 
lazzo di giustizia poco dopo le tre¬ 
dici inseguita da giornalisti e loto- 
grafi É rimaste mula, è salita su 
una piccola utilitaria, poi è sparita. 
Subito dopo le voci si sono intrec¬ 
ciate: é Rita D'Angelo, la moglie 
del pentito Gioacchino Pennino? 
No. E Angela Salvo, la moglie di 
Tano Sangiorgl, detto -Tarn-, e fi¬ 
glia dell'esattore Nino Salvo? No. 

Marco Buso Eppure un’unica idiscrczione: la 
sua testimonianza é stata immpor- 
tantissima per lo sviluppo di un'in¬ 
dagine ancora aperta Sono state effettuate perquisizioni durante te notte. 
Non si esclude un colpo decisivo dell'accusa alle tese difensive del sena¬ 
tore a vita Giulio Andreotti 

Questa manina, Lo Forte. Natoli e Scarpinato, depositano al gip Ago¬ 
stino Gristina te ultime pagine - una cinquantina - per disegnare la mappa 
del potere andreotliano in Sicilia. Vogliono dimostrare come Andreotti 
adopero innanzitutto la sua conente siciliana per i! patto di scambioe di 
lavori con Cosa Nostra II senatore mise a disposizione dei Iross una ra¬ 
gnatela di uomini chiave nelle istituzioni ricevendone da un lato consen¬ 
so locate e potere nazionale; dall' altro, garantendo agli Interessi della 
mafia l’attività di una formidabile macchina di poterecapace di condizio¬ 
nare amministrazioni, banche, appalli. Tutti gli esponenti di rilievo dell 
andreonismo siciliano o turano «awicinalU o -combinati» a tutti gli effetti 
come uomini d'onore. Oggi sono latitanti, come Giuseppe Giammarina- 
ro, luogotenente nel trapanese, o arrestati, è il caso di Raffaele Bevilac¬ 
qua, tepgotenenle della jj^Hqgte.di Enna; o sott'inchiesla per malia, co¬ 
me ilcatanese Nino Dragouomo politico chiamato in càusa da più penti¬ 
ti come Calderone; o il rasarmi Rudy Maira, ex parlamentare nazionale; o 
uccisièotne Salvo Lima. L‘ accusa é pesantissima: la correrne andreottia- 
na in Sofia era una sorta di parlilo a delinquere , con rapporti diretti cOh i 
boss E tornano alla memoria le parole del generate Carlo Alberto Dalla 
Chiesa che quando venne nominalo prefetto a Palermo, nella lontana 
estate dell' '82. definì gli andreottiani -la famiglia politica più inquinata 
dell'isola.. Forse commise l'ingenuità di svelare queste sua intima convin¬ 
zione proprio a Giulio Andreotti anticipandogli che non avrebbe avuto ■ 
riguardi • per quella corrente Annotò l’incontro nel suo diario. Lo raccon¬ 
tò al figlio Nando. Registrò la fredezza del senatore La sottovalutò? Giulio 
Andreotti negò sempre che quelli fossero stati i conlenuti di quel collo¬ 
quio. Ma i giudici palermitani non si sono fermati a una sensazione, a 
un'impressione. Hanno puntigliosamente ricostruito l'organigramma, co¬ 
mune per comune, della regione siciliana. Il tempo li ha aiutati. Ha sba¬ 
razzato il campo da tanti dubbi, tenti equivoci. Oggi quella mappa diven¬ 
terà di dominio pubblico in un palazzo di giustizia da qualche giorno oc¬ 
cupalo in permanenza da operatori televisivi e giornalisti di tuli' Europa. 

as.L 


Luciano Violante: -«Dove sono finiti gli uomini della De siciliana organici alla mafia?» 

«Nuove alleanze dalla finanza alla politica» 


Le inchieste palermitane dimostrano «il fotte innervamene 
lo malioso» di una parte della De siciliana. «Il problema è 
capire in quali forze politichesi sono collocali oggi quegli 
uomini e per chi stanno lavorando le logge massoniche 
deviale». Luciano Violante riflette sul processo Andreotti e 
sull’arreslo di Calogero Mannino. Le alleanze della mafia 
nelle fasi di instabilità politica; -Consolidati rapporti finan¬ 
ziari della mafia si sono trasformati in rapporti politici». 


UMICO MURO 


ItfcepmMcnte 
ite la Camera 
ladano Violante 

Riccarflo Cesari 



consenso o eliminazione degli 
avversari. 

Mafiosi e presidenti del comi- 
glo, mafioel • mfebtrt: onorevo¬ 
le Violante, ma cosa è stata la 
democrazia ttafiana in questi an¬ 
ni? 

Una realtà conlinuamenle in torta 
con I suol nemici, perche- in que¬ 
sto paese cl sono soggetti e uma¬ 
nismi che non hanno mal accol¬ 
talo la democrazia come te treno 
permanente delle relazioni politi¬ 


che Nessun paese occidentale 
ha dovuto sopportare mafia, stra¬ 
gi. terrorismo, tentativi di golpe 
come invece è accaduto In Italia. 
Tutti (onomeni che hanno avuto 
coperture formidabili. Qui c è la 
vera incompluiczza della demo¬ 
crazia italiana. 

Mafiosi t politici: ad un corto 
punto, psrà, ■ rapporto non è più 
paritario. C’* chi coma oda di 
più, cM ha più potare... 

Alla fine comanda sempre di più 


la mafia, perché la mafia ucci¬ 
de. 

Tanto * vere et» poco ttmpo pri¬ 
ma defiomlcidto Urna, Marmino 
dico « ammazzano me 0 am¬ 
mazzano Una-.- 

Credo che Mannino si rendesse 
conto che ad un certo punto la 
mafia avesse decìso di troncare 
con il vecchio sistema e con le 
vecchie alleanze. Risulte dalle 
deposizioni di più persone che a 
fine ’91 cè una riunione di Cosa 
Noslra nel corso della quale Riina 
fa sapere che bisogna liquidare 
lutto, sbarazzarsi delle apparte¬ 
nenze non più uliii. che è neces¬ 
sario scatenare la guerra per sti¬ 
pulare poi la pace. Ed era una te¬ 
se in cui era già visibile la crisi del 
vecchio sistema politico, anche 
se non era ancora cosi evidente 
Rifila, 'o curtu. aveva capito et» 
una tate poWca era finita, men¬ 
tre Mereiaio, uomo poltteo navi¬ 
gato, stentava a comprendere la 
realtà. Ancora nel '93, Infatti, In 
un saggio dal titolo -Punto fer¬ 
ry», scriveva: -I miei voti profu¬ 
mano..". negando («ni rapporto 
con Cosa Nostra. 

Dal quadro delle indagini sem¬ 
brerebbe che quesli rapporti ci 
tasserò, è difficile dire il conlra- 
rio. Però nel momento in cui 
Mannino dice o ammazzano me 
o ammazzano Urna, si vede che 
ha capilo che sia cambiando 
qualcosa di importante. Dopo 
l'omicidio Lima, infatti, assillia¬ 
mo ad una fuga di notabili De 
dalla Sicilia. Lo stesso Marmino 
chiude I suoi studi nell'Isola. 

E se Maturino decidesse di pen¬ 
tirsi, di ritentare II Bnscetta doF 
lamatenoWca? 

Questa decisione, ovviamente, 
dipende solo da lui. Essendo un 


uomo di grande lucidità, Manni- 
no potrebbe ritenere di contribui¬ 
re alla liquidazione telale dei 
passali rapporti tra mafia e polìti¬ 
ca. In questo modo aiuterebbe la 
democrazia italiana a fare un se¬ 
rio passo In avanll. 

Se tei dovesse riscrivere oggi le 
reiariane tu mafia e poHUea, 
c «melerebbe q ua l c osa ? 

No. certamente quel lavoro sa¬ 
rebbe arrechilo da ulteriori ele¬ 
menti. dai latti che abbiamo co¬ 
nosciuto in questi giorni. Ma 
quella relazione riguarda il rap¬ 
porto tra mafia e politica nelle fa¬ 
si di stabilirà del potere politico. 
Un rapporto che si articola su vari 
modelli, il più semplice è di livel¬ 
lo basso, quando mafiosi e politi¬ 
ci sì siedono allo stesso tavolo, 
Poi c è un livello più allo che con¬ 
siste nella geslione comune di af¬ 
fari (appalli e finanziamenti), in¬ 
fine un livello più alto ancora che 
consiste nell assicurazione del- 
l impunite. Dall'altra parte la poli¬ 
tica chiede sempre una cosa so¬ 
ia: il consenso, 1 voti, la lotta agli 
awersan politici comuni. A se¬ 
conda dei livelli la contropartita è 
diversa. Per capirci: solo il politi¬ 
co mollo forte può garantire l'im¬ 
punità. Sopra lutto c’è un livello - 
che secondo l'accusa sembrereb¬ 
be essere quello appartenuto al 
sen. Andreotti ■ che definirei di 
condirezione di vicende politi¬ 
che. Un esempio è rincontro con 
Lima e Cianeimino che Andreotti 
Ila a Roma a metà degli anni Set¬ 
tanta e che serve a verificare lo 
stato delle cose in Sicilia, poi il 
latto che Andreotti fi l'unico poli¬ 
tico nazionale ad avere un suo 
rappresentante politico, Salvo Li¬ 
ma. che ha suoi rapporti con la 


malia. 

Qual 4 « moto Mi mrta Mito 
fadditraMtrim? 

Quelli che sto per lare non sono 
paragoni rapportabili all'Italia, 
ma ci possono aiutare a capire. In 
Russia le organizzazioni maliose 
stanno giocando un ruolo formi¬ 
dabile. Approfittando della insta¬ 
bilità stanno costruendo un regi¬ 
me di terrore condizionando gli 
sviluppi politici. Qualcosa del ge¬ 
nere sta accadendo In alcuni 
paesi del Sud America, dovi il ri¬ 
tiro progressivo degli amer ‘ani 
dagli interessi di quell'area si sta 
accompagnando ad una ripresa 
forte del l'iniziativa polìtica dei 
narcotrafficanti. In piccolo e In 
termini profondamente diversi, 
perché la nostra è una democra¬ 
zia salda, la domanda è valida 
anche per I Italia Anche noi stia¬ 
mo vivendo un momento di pas¬ 
saggio ed anche noi abbiamo or¬ 
ganizzazioni mafìose forti ed abi¬ 
tuate ad un rapporto con la politi¬ 
ca. 

Quindi? 

Si (ratta di capire come la mafia 
sviluppa rapporti con la polìtica 
in una lase di transizione Nelle 
fasi di stabilità la mafia si muove 
a sostegno di una forza politica. 
Nelle lasi di transizione il soste¬ 
gno fi dato invece ad uomini, a 
singole persone anche di più ter¬ 
ze politiche: la mafia (itole capire 
chi vincerà Ora lo ricordo l'ulti¬ 
ma campagna elettorale e le Ira- 
si. mai cosi esplicite, pronunciate 
dagli avversari della sinistra: cam¬ 
bieremo la legge sui pentiti, can¬ 
celleremo il <11 bis, la rovina della 
Sicilia è l'antimalia, è una vergo¬ 
gna che la piazza di Corleone sia 
intitolala a Falcone e Borsellino e 


cosi via. Non voglio lare processi 
alle Intenzioni, ma queste frasi al¬ 
le orecchie del mafiosi sono risul¬ 
tate dei veri e propri messaggi. 

Quii è lo scena ito del «uovi rap¬ 
porti tra nrefla • poWca? 

Il modello, in fasi di instabilità, è 
necessariamente più frantumalo, 
atomizzato. Da un lato i mafiosi e 
i loro rappresentanti cercano 
nuovi punti di riferimento politici, 
dall'altro alcuni candidati sanno 
che c'è il consenso malioso che 
non è ancora orientato e cercano 
di convogliarlo nella propria dire¬ 
zione. 

Qui « la nuova frontiera dalla 

torta mafia? 

Negli anni ottante, con II maxi¬ 
processo, abbiamo la tese di ai- 
tacco al livello militare-operativo 
della malte, poi nella prima metà 
degli anni novanta è emerso il 
rapporto tra malia e politica con 
le incriminazioni di numerosi uo¬ 
mini politici e la relazione delta 
Commissione antimafia. Oggi bi¬ 
sogna andare a tondo nelle rela¬ 
zioni finanziarie della mafia. Non 
intendo riferirmi solo alla neces¬ 
sità di sequestrare e confiscare te 
ricchezze, che resta fondamenta¬ 
le. Intendo segnalare l'esigenza 
di ricostruire tulli i rapporti di ca¬ 
rattere finanziario che uomini e 
organismi della mafia hanno avu¬ 
to ira loro, col mondo della politi¬ 
ca e con il mondo degli alteri. Ho 
l'impressione, intani, che consoli¬ 
dali rapporti finanziari si siano 
convertili o si stiano convertendo 
in rapporti politici, fi su questo 
versarne che credo si collochi il 
nuovo rapporto ira malia c politi¬ 
ca nella fase di transizione. Se 
riusciremo ad individuarlo poliv- 
mo liberarci davvero tanto della 
mafia, quanto dei suoi complici 
nel mondo della politica. Ma per 
lare questo bisogna capire dove 
tutti quegli uomini della De inner¬ 
vata dalla mafia si sono collocali 
oggi, e per chi stanno lavorando 
le vecchie logge massoniche de¬ 
viate. 


B 








mm 


in Italia 

■ ‘v&zvegrmspiEissrz 


Venerdì 17 febbraio 1995 



Lo tentare 
ftatunttenu 
JaffKoom 
uiadU 
«ho* Stato. 
Adatta l'attrice 

•Boto»» 

potraccogRar* 

ned «arma 
Hrtrtto 
•Amn 
arti «landa 

Anu 


La Corto d’Appello di Roma: 

«Il bambino resti ad Mona Stallerà 

Ratta affidato ad tou Statar H bambino rato dal aao matrtmonto con lo 
aeuttor* «nericano Jort Roano. Lo ha Metto UCoito di appello « Roma 
et» ha respinto la richieste om la qsatel'.s manto tota pomo star 
« hMna et» fitta db Manto otRcaco In Hata N prowodRnotto 

provvisorio esnM quoto R (tede* amortean* Sax* «I No» Torti gli aveva 

aWa ato « ao oitlne, l'oavocoto cMfowwtwnta la St a to Otantra nc o Doti 
tn ano R c M ot a a lona ha «ftormsto eh» *» a m a ti «Ita JoeUlon» Itetia 
Corto a ' a proRo M hoatblM >Mta qutnai afRdata olla m*o • toraton I 
giudici risi t ri ti « noto di Roma sdsckto n lUltobbt a io ptoaalroor 
«Wd ttn oot o do f lnWro del bonbbw.AII’n i iiiBe ito O o a lwpRa o l'avvocato 
Mari* OuMorot eh* asola** Koon*.-4 stata dfcMaratalnMMmitolMle la 
itohteatod^lb ari ana aiaanaidaffarticoloROl dalcodtcodi«tocodara 
drita-hadsttoQrtttoras-dMprovradttiwatopfovvtoorioatMtenipo 

armato dal gfwOosamsrfcano noi cono OaRo coma d attento-. 



Riddalo nella Milano-bene 

Giro di miliardi, indagato professore della Bocconi 


Quindici indagati, 52 perquisizioni In uffici «rispettabili» 
(banche comprese). È il bilancio di un'operazione che la 
Guardia dì finanza ha compiuto a Milano, per-stroncare il 
riciclaggio di denaro, in parte frutto di usura. Al centro 
dell'Inchiesta c'è una società di intermediazione mobilia¬ 
re, che la Consob aveva bloccato, per gravi irregolarità, 
nel dicembre scorso. Presidente della società messa sotto 
accusa è un noto professore dell’università Bocconi. 


MAMMA MOMMI IMO 


« MILANO. Case signorili di pro¬ 
fessionisti, uffici prestigiosi di ban¬ 
che tanto rispettabili quanto dispo¬ 
nibili a chiudere un occhio sulle 
leggi aniiriclaggio. A queste porte 
ha Glissalo Ieri manina all'alba la 
Crraidia di Finanza di Milano, im¬ 
pegnata in un'operazione contro II 
riciclaggio e l'usura che ha ricevuto 
Il pubblico e compiaciuto plauso 
del prefetto (Uacomo Rossano. 
"Olite 120 militari»-ha latto sapere 
Il Nucleo Regionale di Polizia Tri¬ 
butarla - sbanco effettuato 52 per¬ 
quisizioni presso le abitazioni di 
noti personaggi del mondo finan¬ 
ziario milanese c lo sedi di società 
commerciali e finanziarie. Attual¬ 
mente sono 15 le persone inquisi¬ 
te, che avrebbero operato sia a tito¬ 
lo personale sìa quali rappresen¬ 
tanti legali di società commerciali 
e finanziarie». Sugli indagati, preci¬ 
sa la Finanza, pesa l'accusa di aver 
violato le leggi fiscali per un am¬ 


montale di 300 miliardi. 

Al centro dell'inchiesla. partila 
cinque mesi la. c’è la -Finanza e 
comunicazione Sim Spa-, una so¬ 
cietà di Investimento mobiliare clic 
ha sede a Milano In via Cusanì. ed 
opere da quattro anni. Latiivltà 
della -Finanza e comunicazione» 
era stata bloccata nel dicembre 
scorso dalla Consob. che ne aveva 
disposto la cancellazione dall'albo 
degli operatori di Borsa In quindici 
pagine, il 6 dicembre ISAM, la 
Commissione nazionale per le So¬ 
derà c la Borsa aveva elencato una 
spaventevole serie di irregolarità 
commesse della Sim, che con le 
sue mosse quantomeno spregiudi¬ 
cate aveva portato a numerosi 
clienti perdite che In alcuni casi 
erano arrivate al 299'fi della dira 
investila. Secondo la Guardia di Fi¬ 
nanza, la -Finanza e Comunicazio¬ 
ne» nascondeva i movimenti di de¬ 
naro con un sistema di società che 


erano In realià delle scatole Aiote. 
con la complicità di una multina¬ 
zionale finanziarla statunitense 
con basi operative in paradisi fìsca- 
li. Nella relazione della Consob, $1 
legge Intatti che la Slm - senza av¬ 
visare i clienti - affidava la gestione 
degli investimenti esteri alla liliale 
di Lugano della società Raymond 
James & Associated Ine, che ha se¬ 
de legale In florida. La clientela 
non sospettava che la Sim cui affi¬ 
davano t loro soldi non disponesse 
■di alcuna strumentazione per il 
montloraggio di quolazione dei li- 
loll-, Per la Guardia di Finanza - 
che ha operato in coordinamento 
con il sostituto procuratore Riccar¬ 
do Targetti - la Sim indagata era 
diventala una specie di -pozzo di 
San Patrizio- (al contrario, però, 
almeno per gli ignari risparmialo- 
ri...) dotalodi -pericolose ramifica¬ 
zioni con il mondo della criminale 
là organizzata- 

Gli inquirenti ritengono la -Fi¬ 
nanza e Comunicazione-, con il 
suo giro vertiginoso e spesso ingiu¬ 
stificato di denaro, abbia ripulito 
almeno 5 miliardi di lite -prove¬ 
nienti anche dal sottobosco dell'u¬ 
sura*. La vicenda vede coinvolti an¬ 
che istituti di credito, più che pronti 
ad eludere le normative antirici¬ 
claggio Le banche emettevano 
una gran quantità di libretti al por- 
lalore, lutti aventi un importo uni¬ 
tario Inferiore al 20 milioni: sopra 
tale dira, infatti, I versamenti van¬ 


no registrati < per versamenti supe¬ 
riori ai 300 milioni, poi. bisogna 
addirittura intorniare l'Antimafia). 
In questo modo i movimenli di de¬ 
naro sfuggivano al controllo In 
particotaie. la Consob aveva accer¬ 
talo che la Banca del Monte di 
Lombardia aveva emesso ben 218 
libretti al portatore, per un totale di 
I 883 milioni di lire i libretti nel 
giugno del 1993 stali portai so on 
conto della Sim. intestato alla mo¬ 
glie di Roberto Gaetano, uno degli 

amminiSratori della Sim stessa 
Tra gli Indagati, oltre a quelli dei 
consiglieri di -Finanza e Comuni 
cazione» (Cario Giani. Benito Co- 
volan e Massimo Rezzaro) figura 
anche un nome -eccellente»: quel¬ 
lo del professor Guglielmo Giusep¬ 
pe Santorsola, docente della pre¬ 
stigiosa università Bocconi. Santor¬ 
sola. presidente della -Finanza e 
Comunicazione-, sarebbe al cen¬ 
tro di operazioni dubbie. Già la 
Consob si era accorta di un'ano¬ 
malia. che si può riassumere cosi: 
il professor Santorsola è presidente 
non solo della Sim, ma anche di 
una Spa (la -Sistemi ecologia pri¬ 
vala-), di cui la Sim aveva negozia¬ 
to e collocato - senza averne l'au¬ 
torizzazione - I valori mobiliari In 
pratica, la clientela della Sim si era 
vista appioppare i titoli della socie¬ 
tà presieduta dallo stesso Sanlorso- 
la. e la Sim aveva incameralo per 
questo 264 milioni di commissioni 
di negoziazione 


Ufficiale girava 
film pomo 
con ragazzo 
ungheresi. 

Uffici* la di camp tomento 
«totl'eMirato, ma aneti» 
sceneggiatore, ffiterprete « regHta 
di Mi» hard-core, (triti con MI» 

ragazze tate pungere 

apportarne*» da Ungheria e 
Romania. È quatta la doppia 
Uanttt* di un trinciate 
tran tac Inqua rt ile, ora In aeMzto al 
attratto mudare d Padova. 
Indaga to dalla pro cura patartaa 
par druttamunto dada 
ptaaUttolMW. Bacando raccesa, il 
mHKaru - d cui non « «tato rato 
noto tl natta tcha dovrebbe 
concludere « periodo di tarare R 18 
aprite protskno--reclutare Ivi 
sterno le ragazze nel dee pacai 
dell'Est per fede poi giungere a 

Padova coma se^npRci baiata a 
farla partecipare ad* ripresa 

pomogranato ad tuo «et privata. 

Secondo quanto*! «ap pr e so In 
amHaatl gtodzteri, le indagini 
erano partite da una segnalazione 

da Comando dada Ragiona 
tostare Nord-est, dove or» nato II 
sospetto <h« l'ufficiale foaw 
o m o atai naia a cercasse ragazzi 
tratoreclvte.l carabinieri 
• rabbini invaca intercettato 
conversazioni d ben altra natura 
sa filmetti In questione. 


«Sbagliò il pilota» 

Per il jet sulla scuola 
chieste tre condanne 

Ultime battute a Bologna nel processo contro il pilota mili¬ 
tare che il 6 dicembre 1990 portò un aereo in avaria a ca¬ 
dere su una scuola: 12 studenti morti, 88 feriti. Ieri il pm ha 
chiesto 2 anni e mezzodì reclusione per il pilota Baino Vi- 
viani e i suoi due superiori della base di Verona, Eugenio 
Brega e Roberto Corsini. L'accusa: l'emergenza era scatta¬ 
ta a Ferrara, ma invece di atterrare in una zona disabitata, 
venne su Bologna. I suoi superiori lo diressero male. 

_ DALLA NOSTRA REOA2 IONE _ 

BAMIALA CAMBOMI 


ti BOLOGNA, L'accusa è: aver vo¬ 
luto venire a tulli 1 costi a Bologna 
con quell'aereo. Aver puntalo la 
prua di un ordigno in fiamme sul 
centro abitato Sia a capo chino il 

pilota Bruno Viviani. in faccia ta so¬ 
lita maschera impassibile, if corpo 
quasi rannicchialo sulla seggiola 
degli impelali E non si sa se è per 
il pensiero di quei 12 ragazzini 
morti carbonizzati in classe, uccisi 
perche l'aereo che lui abbandonò 
in fiamme sul cielo di Bologna si 
schiantò come una bomba sull isli- 
luio Salvemini di Casalecchlo, una 
hediia mallina del 6 dicembre 
1990.0 se è per il pensiero di altri 
88 lenii che ancora oggi non sono 
guariti e torse non guariranno mai 
dai segni del fuoco, oppure se per 
la preoccupazione della condan¬ 
na. Quanto- Due anni e mezzo, ha 
chieslo ieri manina al proce-sso 
Salvemini il pm Massimiliano Serpi 
nella sua lunga e articolala requisi¬ 
toria Rischia anche di essere tem¬ 
poraneamente interdetto da -titoli 
e professioni che abilitano al voto- 

Una pena uguale è siala chiesta 
per i suoi due superiori della base 
militare di Verona Villafranca, (co¬ 
lonnelli dellAereonautica Eugenio 
Brega e Roberto Corsini. Dalle regi¬ 
strazioni e dalle loro deposizione è 
venuto fuori che quella mattina la 
loro assistenza via radio lu mollo 
carente. -Non era nosho dovere - 
si sono spiegali - Gli abbiamo solo 
dato un aiuto psicologico-: -Come 
a un amichello-. ha dello l'alno 
giorno in aula il colonnello Brega, 
espressicele poi criticata ieri in aula 
dall'avvocato di parie civile Um¬ 
berto Guerini che rappresenta Pro¬ 
vincia e Comune di Bologna. Le 
norme e le procedure dello Stato 
maggiore dell'areonaulica dicono 
il contrario: -Se il contatto radio è 
possìbile, bisogna fornire tutte le 
indicazioni per gestite l'emergen¬ 
za- 

Per il pm la colpa del pilota Vi¬ 
viani, sinterizzata suona cosi; voile 
portare a lutti i costi un aereo in 
damme sul cielo di Bologna, senza 
consultare la base militare di Villa- 
(ranca da dovere partito Lo fece 
troppo tardi Per il resto decise lut¬ 
to di lesta sua Avrebbe avuto tutto 
il lempo per atterrare su una zona 
disabitata. Invece commise una se¬ 
rie di errori e leggerezze. Prima 
aveva comunicato di allenare a 
Ferrara, poi decise da solo di diri¬ 
gersi su Bologna Trascurò quel co¬ 
pioso consunto di carburante che 
poteva significare solo una cosa: 
una perdita con rischio di incen¬ 
dio Tenne premuto a lungo il tasto 


relight (un po' come l'aria nelle 
macchine), cosa secondo molli 
proibita, con la conseguenza di 
•drogare il motore». Quando si ac¬ 
corse che era in avaria, invece di 
abbassarsi per afferrare il più pre¬ 
sto possibile, si alzò addirittura a 
5.000 piedi (dai 3.000), Non con¬ 
fidilo tutta la strumentazione, cosa 
che gli avrebbe invece fornito un 
campanello d'allarme "Errori a ca¬ 
scata - dice l'avvocato Guerini - 
dal momento della piantata moto¬ 
re (cioè la fermala) in poi». Il pm 
fa il calcolo delle pene. Disastro 
aereo, omicidio plurimo colposo, 
incendio della scuola. Con generi¬ 
che. attenuanti e aggravami fanno 
in tolto 30 mesi. Due anni e mezzo. 
Ma sopraltutto l'accusa la intende¬ 
re una cosa terribile: la tragedia si 
sarebbe potuta evitare. "La sua col- 
panonèquelladiaver latto caliere 
un aereo, ma di averto portato In 
una zona dove c'era un rischio al¬ 
tissimo per l'incolumità pubblica-. 
L'unica attenuarne è che queirae¬ 
reo, un Aemtacchi 326 era mollo 
vecchio. In Italia su 131 esemplari. 
34 hanno avuto ine Menti. 

Rai e Finlnvest 
censurano 
gli spot 
sulla povertà 

U tv Matura gli spot wRa porertè 
• la sofferenza. Dopo H no ai Murati 
proposti dalla Carità* taH'Karta do) 

barbera, Rat e Flnkivott hanno 

boc dato anche la rtct lotta «M 
«ammanai* -«te-, una t«stota 
Meramente dedeata al 
volont a riato, d mandare bionda 
immagini chook sa alcune 
drammatiche realtà dal pianata. 
Trenta soccad te « a *1 raccontavo 
di doma fsggtte del Ruanda, d 
boat-poople, d ragazzi mutilati 
da Ha (asm, realizzati 
(rttuttamanto da du* Importanti 
creativi, Carino Sarai» e «do Watt, 

-In ttada-ka spiegato fltesl - 

aostana tOtevWona è tenuta a 

trasmet te re patii spot a «tondo 
«odale, Sarabbs ora dieci fosse 
ima tede, corno In a tiri paesi, tra 
cui gl Stati Uniti, Ore prevedaci» 
almeno 1 1 per cento deg* spari e« 
tv e giornali stano dedicate e 

campagna di questo (onoro. 
•Sembra - ha aggiunto II 
pubblicitario-ohe co tti temi 
facciano paura. HccrdUmod cito 
ITttet ha certiflesto c ho 1116 por 
cento debutatati riso al «mite 
della sognarti pareri*. 


Parte la sperimentazione dei nuovi orari comunali, gli uffici saranno aperti anche nel pomeriggio 

A Roma cambiano i tempi delle donne 


Roma cammina con le donne verso una città dai tempi 
flessibili e più umani per tutti. Fra due settimane partirà 
la sperimentazione dei nuovi orari comunali, con uffici 
aperti a) pubblico ad orario continuato, fino alle quattro 
e mezzo del pomeriggio. E presto ci sarà «l'autostop di 
città" in rete telematica e una nuova rete del trasporto 
pubblico. «Forum delle donne sui tempi della città» al 
Palaexpo. Già 26comuni italiani studiano i tempi. 


MAMATAMAttTMia 


Ricercato anche per il delitto Alfano 

Messina, preso un boss 
presunto mandante 
di almeno dieci omicidi 


•a ROMA. «Siedili c cammina». Op¬ 
pure -Urp-, che non è un'esclama¬ 
zione da fumetto ma lu sigla degli 
■uffici relazioni con il pubblico- 
aperti dnl Comune di Roma in di¬ 
ciannove circoscrizioni su dician¬ 
nove. «Siedili» nell'ufficio, e la Ina 
pruneti -commina» por virtù infor¬ 
mateli. Roma -si muove con le 
donne» e li: donno hanno risposto 
mimorox' c competenti all'invito 
del Fonint organizzalo ieri e l'altro 
ieri in tilt Palazzo dalle Esposizioni 
i-ffoivcscentc di scolaresche, turisti 


ecomlllve. Fra due settimane parti¬ 
rà nella capitale la sperimentazio¬ 
ne del nuovi orari di apertura al 
pubblico degli uffici comunali, a 
giugno sarà presentalo il progetto 
di una completa rislmUuraziune 
della rete del trasporti, è molto 
avanti «l'autostop di città» all'intor¬ 
no di un groppo selezionalo di 
utenti econ l'uso della totem aliai 
Roma Insomma ha cominciato 
a reinventarsi i tempi • e Ita chieslo 
soccorso alle donne, che sui tempi 
delia città hanno accumulalo 


esperienze e riflessioni. In 26 co¬ 
muni italiani esislono uffici, centri, 
singole persone che si rompono la 
lesla sull’enigma dei tempi. Ogni 
volta che si tocca un orario per ri¬ 
spondere all'esigenza di qualcuno 
o qualcuna, ci sono altre o altri che 
ne risultano svanlaggiati, vincolati. 
E che protestano. Ma non era stala 
inventata proprio per questo, la cit¬ 
tà? Se lo è ripetuto ieri ri vice sinda¬ 
co di Roma. Walter Tocci. alla con¬ 
clusione del -Forum delle donne 
sui tempi della città»: "La città è na¬ 
ta per governare il tempo, si è ri¬ 
dotto lo spazio tra le persone per 
godere di più tempo per gli Incon¬ 
tri sodali, è questa la sua origine- 
Perciò -entra in crisi la ragion d'es¬ 
sere della città se non governiamo 
il tornivo». 

U-soluzioni sulla carta, sembra¬ 
no facili. Basa mandare a casa 
della gente i certificati, per esem¬ 
pio, oppure dotare tutti gli urtici 
pubblici di sistemi Intormaiici, far 
viaggiare le Inlonnozionl invece 
che te persone riduce gli sposta¬ 


menti interni alla città, e crea tem¬ 
po libero pei gli utenti E’ quanto si 
e (affo a Roma con la creazione 
degli *Urj>, per i quali è stato sele¬ 
zionato e formato un personale ad 
hoc. Ftoi sfalsare gli orari di sludenli 
e lavoratori. ecco un altro sistema 
per sgorgare | a città. Già il ITI.del¬ 
le scuole superiori di Roma, con il 
22 per cento degli sludenli. ha ani» 
c ipato l'orario di ingresso alte 8 del 
mattino Ma il -Forum- ha infilalo il 
bisturi nella fatica quotidiana di 
quattro milioni di persone, in un'a¬ 
rea di 150 ettari, in una città co¬ 
struita con un'urbanistica pazze¬ 
sca. E ha latto discutere Ira loro le 
donne, impiegate del pubblico, in¬ 
segnanti. architene e sociologhe 
impegnate dalia Giunta Rutelli in 
ricerche per sbrogliare l'intrico dei 
tempi. E allora !c cose risultano 
non tanto semplici Lu legge affida 
al Sindaco II ruoto di autfioiity per 
regolare i (lussi del lavoro c della 
vita, ma in ogni progetto - Iva detto 
Mariella Grattugila, dell'ufficio 
tempi e orari del Comune - vi sono 


■orizzonti d'innovazione» e •oriz¬ 
zonti di conllittO". che rischiano di 
annullarsi reciprocamente La mat¬ 
tina, fra le 7 c te 8. circa 4 20.000 ro- 
mani entrano In auto per attraver¬ 
sare la metropoli. Un bel po' di lo¬ 
ro. bisognerà convincerli a prende¬ 
re il tram o la metropolitana di su¬ 
perficie. molte centinaia di migliaia 
dovranno cambiare orario di lavo¬ 
ro. Come i dipendenti del Comu¬ 
ne. che dal 6 marzo garantiranno, 
in turni, l'apertura degli uffici più 
importanti per il pubblico dalle 

8.30 alle 16.30. con orario conti¬ 
nuativo. più tre ore il sabato matti¬ 
na e un orario prolungato lino alle 

18.30 almeno un giorno alla setti¬ 
mana. E' l'alternativa proposta dal¬ 
la Gluma, di fiorile all'Ipotesi di 
orario spezzato con ritomo pome¬ 
ridiano i legge finanziaria), una 
loffia per la metropoli. Le donne 
del Forum hanno detto si, va bene, 
proviamo. Ma chiedono ai Sindaco 
Rutelli di aprire subito la contratta¬ 
zione con tuni gli altri uffici pubbli¬ 
ci. 


■ MESSINA Giuseppe Gullotli 34 
anni, detto -l'avvocato», indicato 
da diversi collaboratori di giustizia 
come il nuovo capo della mafia 
barcelkvnese, è stato aireslato a 
Barcellona Pozzo di Gotto (Messi¬ 
na) in un appartamento di uno 
stabile situato a una quindicina di 
metri in linea d'aria da quella del 
sostituto procuratore presso il loca¬ 
te tribunale, Olindo Canali. Nel 
corso dell operazione, condotta 
dai carabinieri, sarebbero stare fer¬ 
mate altre due persone. Gultottì era 
latitante da oltre un anno, quando 
net suoi confronti il giudice delle 

indagini preliminari Marcello Mon¬ 
dello emise un'ordinanza di custo¬ 
dia cautelare nell ambito delle in¬ 
dagini per l'omicidio di Giuseppe 
Affano, giornalista del quotidiano 
•La Sicilia", ucciso con Ire colpi dì 
pistola 18 gennaio 1993. Secondo 
l'accusa Gulloui diede il suo assen¬ 


so ai delitto. 

Un successivo provvedimento di 
custodia cautelare nei suoi con¬ 
fronti fu emesso nell'ambito dell'o¬ 
perazione -Mare nosttum», durante 
la quale vennero arrestate 229 per¬ 
sone Gultotti venne accusato di 
associazione di stampo mafioso e 
di essere il mandante di nove omi¬ 
cidi avvenuti tra il 1990 c il 1992: 
quello dei fratelli Francesco e Be¬ 
nedetto Benenati a Terme Vigliato¬ 
le, di Giovanni Marchetta a Barcel¬ 
lona. dell'avvocato Benedetto Di 
Pietro a Santa Lucia del Mela, di 
Antonino Mirabile a Barcellona 
Pozzo di Gotto, di Giuseppe Pini e 
Antonio Accetta, avvenuto nel ci¬ 
mitero di Barcellona, di Giuseppe 
lannelto e Antonino Benveoga. I) 
20 novembre scorso GullolU era 
riuscito a sfuggire alta cattura a 
bordo di una Fiat Uno, condotta da 
Fabrizio Garofalo, che forzo due 
posti di blocco dei carabinieri, 




4 









Venerdì 17 febbraio 1995 


in Mia 



L’intervista. Il ministro della Pubblica istruzione Giancarlo Lombardi: «Occorre investire per qualificare» 



Carta d’Montttà 

Diano arto Lo* barrii * Ingaiawf* • 
provlm. dadi Me 
M'ImpwMtttHte. Faraera armi, 

alndaltaiapld Mnlnfartna,ristato 

Il iMpontaoUadalaMttoro «cuoia, 

fomiulOM* riama dalli 
CenUMhntrt». Uri «trono coll 

riaMuma II ainto dal auo I ango 
lai pagna tal tanti dalli fonaarinna: 

-Credo di ava* dato un contributo a 

Inc u l c ai, net mondo 
fin pra «ritortalo la coicfeaza 
daKti«daitMnad*l nwmam» 
formativo. ( «optammo a tar 
caalra cria la formazione eon larva 

ad avara nrifrioil «parai e nrifltert 

Im otaria* ma ma tonala una 
Mwifoaa di baro che afeli a tm 
oraacaia una pnarariona 
migliora-. 


SludMitf Uceall. In alto a riaMalmMitodefclPlÉMcsMnaleneStancarlo lombardi 


Pooerto Cavanini/OayiipM 


Per perdere l’anno 
basta solo un quattro 

Da piò parti al fattorino» che rordUanaacha gmMttorori 
accinga ad amanan aad corri di «capere, non eviri 
l’aMcada di cchaara H «iato che ri * venute a c raam nel 
Torte urico dada pattHca tetreriroo, fii «onaaguama del 
decreto che ha abodto gl arami di ripamiona. 11 proMama * 
carae rifa la vailtatlone a Una anno a coma evitare una 
va l a n ga di ricorri da patte dal genitori. Un contado». 
qMet'sttlme, possibile nel caro filetti alca «esc trote non 
organhrino I carri di recupero cho aoao tenute a tuo. Più 
eoaipteooo ■ ptoMama daga valuteriona. 

U normativa p t a cade nte contenuta nell'alt 193 dal T U. 
pravadaval aridactedIn claacuna materia parottenete la 
ptomoilone, attriawatl ferali rinvio a aettemive. Ideerete 
ba sbotto fri eeemt di rtperszlon* ed he anche moriMceto la 
parta dal T.U. lacompatlWa con quarta dee Mona a dori: ha 
alarinato H vote di coadotta. SI prevedeva, Infatti, che chi 
oca avaaee 8 In condotta, dovette eweie rinviato a 
« atte nte rò In tutto le materia. Beota. fcwaca,g criterio dal ari 
la tutte te materia. Cosa aecad ri) ogtf? Se ri arriva con 4 ad 
eaa tota aiataria la lettera dalla leggo vorrebbe una 
bocciatura? Prababrin nate no, «oateogoao gl esperti, 
parch* et la dadriona col lagia ladri comizio di clama. 
Potranno, dunque, smerci promorienl par voto collaglale. 

Al nrtniltero tri Mele Trastevere si **euWenopromeiienl rii 
mesa». Irta l’eslMenz» de*» protìet* etica legislativa è 
ammesse. Odano aaamtoado I proMema - hadatto 
Ledane ConadMaotteaegretarlo alla PubMca Iterazione-. 
UreOcea» (M Testo anice riowri**eere Interpretata con 
resporoabriltfc Uro «metodo sarebbe Impero*«de. « 
svantaggio prtprl» dagl studenti più debe*. I miniatale non 
pub accodarli una resporoabrittri dal genere-, 
L’aariounatone è cho I iridatolo provveder* a chiari re H 
tutto. Una « pa ppatol i la «uggariacodlcrglol l ambado, 
praridentsded'Aasodadono mutando prarite.^trehè non 
tara ittamMate-arteme-ai Regio dee reto dai 'U cha In 
te ma tri bocciature attribuisce pieni poteri McoAejlu rie! 
docenti?- 


■ ROMA.NonèuncasocheGian- 
eurlo lombardi sia In questa lase a 
capo del dicastero della Pubblica 
Istruzione. Per nove anni ha direno 
Il settore scuola, formazione e ri¬ 
cerca in ConHnduslrla. Un caso di 
rara continuità di Ironie al catacli¬ 
sma clic ha. invece, toccato II siste¬ 
ma del partili. Quando gli si la no¬ 
tare che rappresenta un po’ la me¬ 
moria storica di quello che In que¬ 
sti anni si è elaboralo sul tema, ri¬ 
de: «Non ci avevo pensato, ma e 
assolutamente vero- 

Nen appena Insediato ha dovuto 

tarai conti con II tema oaldo dal 

corri di recupero. Iota la mate 
dalla scuoto * pronta a partire. 

MoW pramoari o ipriti bacdad 
è guasta raHanwUva lacca par 
quM'amw? 

No, questa I) una sciocchezza, 
uno slogan che va bene per I gior¬ 
nali. Ma sarebbe un grosso insulto 
al senso di reponsabililà degli In¬ 
segnami. Se sono persone serie, e 
lo sono In grande maggioranza, 
non si faranno prendere né dalla 
luna di promuovere né dalla (urla 
di bocciare. Ho dichiaralo fino al¬ 
la noia che non condivido aucsla 
decisione presa dal mio predeces¬ 
sore. lo non l'avrel presa, ma non 
posso dlmenllcare che è siala la 
scelta di un ministro di questo Sia¬ 
lo e che il Senato l'ha approvata a 
larghissima maggioranza. Quan¬ 
do lu (allo il decreto, le lamiglie. I 
ragazzi, gli Insegnanti e la slessa In 
stampa lo salutarono positiva- 
mente. Queste sonò le ragioni per 
cui ho deciso di non contraddire 
la decisione del ministro D'Ono- 


«I corsi, un rischio inevitabile» 

«Tutti promossi o bocciati? Non diciamo follie» 


«Insieme all'emergenza finanziaria c'è anche l’emergenza 
formativa». Parola del ministro della Pubblica Istruzione, 
Giancarlo Lombardi, che al Consiglio dei ministri porrà il 
problema di maggiori risorse per la se itola II governo ha 1 
mesi contali: «lo lavorerò come se così non fosse». L'aboli¬ 
zione degli esami a settembre: «Il peggior retaggio detVnio 
predecessore». 1 corsi di recupero: «C'è un rischio di de¬ 
qualificazione, ma stiamo lavorando per evitarlo». 


LUCIANA DI MA UDO 


Irlo, e di concenlrare il massimo 
sforzo, con l'Istituzione della -task 
force*, nell’affronlare questa 
emergenza nel modo migliore 
possibile. Dello questo, stiamo al¬ 
lenii a non bealilicare gli esami a 
settembre che tutti contestavano I 
problemi ci sono ora. ma c erano 
anche prima 

Sarà una *c foce tazza, ma tono 
proprio (U tosa gnau» più Impe¬ 
gnati, a pa ventare a rischio ri 
uaa dequa Urtea rione tW la scuo¬ 
la. 

Questo rischio lo lemo anch’io, di 
conseguenza ci stiamo adoperan¬ 


do per affrontarlo. L’unica cosa di 
cui non sono grato al mio prede¬ 
cessore D’Onobto è che lo debba 
passare metà del mio tempo ad 
occuparmi della decisione di to¬ 
gliere gli esami di riparazione. Mi 
irrita moltissimo. Per colpa di que¬ 
sto suo telaggio, mi tocca dedica¬ 
re tanto tempo ad un argomento 
che non ritengo primario per la 
scuola. Detto questo, i rischici so¬ 
no noi slamo tacendo di tutto per 
controllarli e non tarli diventare 
realtà 

In a» al ita to» Hjrio o g nHn n o si 

rione craa contraccolpi, l'auto¬ 


nomia rialto se voto doveva esae- 
re la risposte. Nella MaoMttrite 
la ritinga scaduta, la! coaa pan¬ 
ia di tara? 

Ir» |ienso di chiedere il reiniepm 
òdio di-foga clic eia siala data al 
governo precederne e che D'Ono- 
trio ha lasciato cadere il 30 set¬ 
tembre del 1991. Lo chiederò per 
potè» avviate il processo dell'auio- 
nomia. Se è vero che in un srsiema 
complesso come la scuola tutti i 
temi si tengono, bisogna stare al¬ 
lenti. peto, a che questo non di¬ 
venti una scusa, buona per tulli i 
conservatori, per non toccare 
niente lo credo che si possa lavo¬ 
rare a singoli capitoli, a palio che 
ci sia una coerenza del d segno. 
Lai * mlntotn di n governo a 
te ititela por propria aramtoitotw. 
In una tettar» al prasMtnte DM 
ha scritto eh» d «otto duo rondi 
emergenze: quella Rondarti e 
guattì formativa. Non e'* con- 
tradottone? 

lo lavoro come se questo governo 
non fosse a termine, non perché 

pensi che non lo sia. so bene qua- 
l'è la situazione. Concretamente 
signlllca prendere provvedimenti 


e decisioni che possano conclu¬ 
dersi entro il tempo di questo go¬ 
verno. Cerco anche di lavorare a 
dei disegni di respiro più lungo 
che pmhahilmentr- 'incito gover¬ 
no non potrà portare a termine 
ma che se bene impostali, porran¬ 
no essere ripresi dal mio succes¬ 
sore. 

Tra questi? 

Dell'autonomia le ho già deilo. 
poi c'è sicuramente l'innalzamen¬ 
to dell'obbligo scolastico e la rifor¬ 
ma della scuola secondaria supe¬ 
riore. Questo è il problema princi¬ 
pale Ci sono altri due aspetti. Noi 
siamo tenuti a tare una rillessione 
sulla riforma delta scuola elemen¬ 
tare Lei sa che siamo in ritardi 
nella verifica, io vonei tarla, e ini¬ 
ziare anche una rillessione sulla 
riforma della scuola media che or¬ 
mai ha quasi 25 anni. Altro punto 
a cui darò importanza è sicura¬ 
mente il problema del miglior rac¬ 
cordo ira formazione di base e 
formazione professionale. Insie¬ 
me al minislio Treu dovremo lavo¬ 
rare su questo argomento 

La proposta ài riforma deri* se¬ 
condaria del pre ce d ette gover¬ 


no prevedeva il Mattalo al potes¬ 
se tote anche neri» tormaitom 
protosatonate. Lei fu critico au 
qaestoas petto, ora chea mini¬ 
stro cosa penna di tare, 
lo ritengo di essere su una posato¬ 
ne intermedia Ira quelli dicono 
due anni uguali per talli e quelli 
che sostengono il doppio binario. 
Sono contrario alla prima ipotesi, 
perché circa il 50 per cento dei ra¬ 
gazzi dopo due anni va a lavorare: 
sono però anche contrario al dop¬ 
pio binario e cioè che qualunque 
formazione professionale selva ad 
assolvere l'obbligo. Propongo una 
soluzione intermedia per cui nel 
biennio ci saranno alcune maleri 
uguali per talli, sono quelle uma¬ 
nizzanti: l'italiano la malimalka, 
la lingua straniera, ed ed alcune 
materie diverse per quei ragazzi 
che pensano di lavorare presto e 
per quelli che proseguono fino aI- 
l'universiià. Insomma una sirttura 
llessibileche riconosca queste dif¬ 
ferenze. 

Il programma è ambizioso, ma c! 
sono le risorte oltrt cria I tempi? 

La discussione sulle risorse finan¬ 


ziaria è mollo delicata, lo penso 
che questo governo dovrebbe da¬ 
re un segno forte all'eslemo, di in¬ 
teresse per la scuola e questo 
comporta anche delle spese. So 
benissimo che il bilancio di que¬ 
sto Stato è in una condizione mol¬ 
lo difficile, perciò bisogna trovare 
risorse aggiunlive. Questa è chia¬ 
ramente una decisione che spelta 
al consiglio dei ministri non ad un 
singolo ministro, lo porterò avanti 
questa tesi. 

OH insegnanti hanno già svitato 

un contratta, te trattata* par H 

rinnovo inno la cono. Ma I stridi 

non sono pochi per un contr a tto 

di qualità? 

Non è vero che i soldi sono pochi. 
Il contralto si colcga in modo 
stretto all'argomento precedente. 
Il contratto, non so se per forza o 
per fortuna, non lo faccio io ma lo 
la l’agenzia e cioè l'Aran. È slato 
sottratto, come tatti quelli del pub¬ 
blico impiego, alla competenza 
dei ministri, proprio per evitare 
che i più sensibili del proprio dica¬ 
stero facessero concessioni ecces¬ 
sive. lo ho trasmesso all'Aran luffe 
le esigenze che prima esprimevo: 
occorre dare soddisfazione agli 
insegnami sia in termini economi¬ 
ci sia rivalutando il loro ruolo. E 
questo può avvenire con un forte 
investimento nella formazione 
con un coinvolgimelo dei do¬ 
centi anche in ruoli indiretti rispet¬ 
to all'Insegnamento, come l’orien¬ 
tamento. e cercando il modo di 
premiare le professionalità e le 
persone disposte a dedicare più 
tempo e più impegno alla scuola. 


Senato, al posto del «congedo illimitato», «servizio civile» obbligatorio 

Leva, non d sarà più «esubero» 


Monsignor Ottani: far l’amore contribuisce al benessere della coppia 

E il cardinale benedì il sesso 


m ROMA. 1 giovani che risultano in esu¬ 
bero rispetto alte necessità delle Forze 
Armalo e sono, pertanto, dispensali dal 
servizio di leva, non godranno più del 
congedo illimitato, come capita oggi. 
Non potranno più, cioè, in parole povere, 
siamene a casa, menile i loro coetanei 
stanno svolgendo il servizio militare o. se 
obiettori di coscienza, quello civile. Ver¬ 
ranno Invece assegnati anche toro al sor- 
vizioclvfle. 

Con l'approvazione, a sorpresa, di un 
emendamento leghista, in tal senso, il Se¬ 
nato ha introdotto ieri questa significativa 
•novità» nel testo del disegno di legge sul- 
Vobtezitw di coscienza, U cui esame è 
(«eseguito a Palazzo Madama con l’ap¬ 
provazione del primi cinque dei 24 arti¬ 
coli di cui è composto il lesto messo a 
punto dalla commissione Difesa. 

La modifica, secondo i presentatori, in¬ 
tende ottenere li rispetto dello Costituzio¬ 
ne. dove si stabilisce die tulli i cittadini 
demno assolvere l'obbligo di servire la 
patria. *l-o faranno - commentano i pre¬ 
sentatori - nel servizio civile, ottenendo 
cosi pari dignità di diritti e doveri verso il 
l’uese». Non vengono comunque intacca¬ 
te le norme che già regolano ie diverse 
cause di esenzione dal servizio militare 
(unico sostegno familiare, lenti nati 
ew). 

La «Mutatone 

fi dibattito, In aula, ò stato piuttosto vi¬ 
vace. Domenico Gallo di Mondazione 
ha manifestato non poche perplessità esl 


M «DO CAM ETTI 

è, quindi, astenuto. Decisamente critico il 
capogruppo dei Verdi-Rete. Edo Ronchi 
che ha volalo contro, sostenendo che il 
semàio civile', nel nostro Paese, non ha 
né le disponibilità finanziarie né le stmt- 
lure necessarie per lar fronte a questi 
nuovi compiti. In secondo luogo, per 
Ronchi, l’esonerato dal servizio militelesi 
Irova in una situazione diveisa dall’obiel- 
lore, in quanto non ha fatto la medesima 
scelta. In (utero potrebbero essere utiliz¬ 
zati in un seivizio civile integrato con 
quello militare, cosa die non è possìbile 
pergliabRKori. 

A favore Francesca Scopelliti della Li¬ 
sta Panella, Livio Caputo di Forza Italia, il 
popolare Gian Guido Folloni, il relatore, 
pure -popolare*, Teresio Delfino e il rap¬ 
presentarne del governo, Carlo Maria 
Santoro. Per An. il problema del seivizio 
civile nemmeno si pone essendo contra¬ 
ria alla legge nel suo complesso. 

A giudizio dell'ex missino Antonio Livi 
il servizio militare è obbligatorio e da 
questo obbligo si può solo derogare con 
legge costituzionale II progressista Pietro 
La Forgia, condividendo l'emendamento 
dal punto di viste etico ma conservando 
parecchie perplessità, ha chiesto ai pre¬ 
sentatori di trasformarlo in ody Rkliiesta 
non accolla. Messo ai voti è stalo appro¬ 
vato. dopo prova e controra, per una 
manciata di volt. 

Ita nuova disciplina sugli esuberi Inte¬ 
resserà sicuramente un discreto numero 


di giovani. Le ultime leve chiamate al ser¬ 
vizio militare non risentono ancora, infal¬ 
li. del calo demografico. Nell'ultimo anno 
sono stali 23mita circa; ma si presume, 
per l'immediato futuro, una cifra che si 
aggirerà sui 17-18 mila. 

■Norma positiva.. 

Secondo il presidente delta commis¬ 
sione Difesa, il progressiste Raffaele Ber- 
tooi. b norma è positiva anche perché to¬ 
glie ogni morivo di preoccupazione a 
quanti paventano che l'aumento degii 
obiettori amebe potato, al limite, impedi¬ 
re il raggiungimento del letto previsto per 
il contingente di leva. Per Bertoni avremo 
cosi, accanto ai militari e agli obiettori, 
giovani impiegali in lavori socialmente 
ulilì. Durissimo contro la decisione il por¬ 
tavoce dell’Associazione obiettori non 
violenti. Massimo Paolicelll. 

•Una «confitta- 

«Gli obiettori non si riconoscono più in 
questa legge», ha dichiarato -Hanno but¬ 
tato a mare il lavoro dì anni - ha aggiunto 
- che sembrava essere ornai giunto al 
normale compimento. Per TAonv l'emen¬ 
damento è incostituzionale, perché, al¬ 
terna. -costringe al servizio civile chi non 
Tt» scelto-. 

Paollcelli sostiene che non c’è copertu¬ 
ra finanziaria perchè i fondi stanziati per i 
30 mila obiettori non possono bastare 
per garantire vitto e alloggio agli altri 18 
mila giovani che graveranno ora sul servi¬ 
ziocivile. 


m BOLOGNA La sessualità deve essere 
considerata parte fondamentale del vin¬ 
colo matrimoniale, momento più elevato 
di rafforzamento della coppia nell'oltica 
del muluo sostegno, quindi non solo mo¬ 
mento di procreazione peri di educazione 
dei figli. È questo il passaggio più rilevan¬ 
te e per certi versi innovali™ dell'inter¬ 
vento di monsignor Stefano Ottani presi¬ 
dente del tribunale ecclesiastico regiona¬ 
le Flaminio, allinaugurozione del nuovo 
anno giudiziario. 

•li bone dei contagl- 

A dire il vero le parole del presidente 
hanno pet un attimo (atto scuutere il ca¬ 
po al cardinale di Bologna Biffi Monsi¬ 
gnor Ottani è arrivato a questa afferma¬ 
zione partendo dal nuovo codice del 
1983 die riconosce come il «bene del co¬ 
niugi- possa consistere anche nella di¬ 
mensione sessuale (superando in ciò la 
passata concezione negativa) Pet que¬ 
sto il codice stesso ha stabilito che l’e¬ 
sclusione della sessualità rientri fra le 
cause di nullità ilei matrimonio. Il tutto 
nell'oltica di una più matura concezione 
della persona e della comunità di vita e 
d'amore che è il matrimonio, elaborata 
sulla scia del Valicano II. 

La riflessione del presidente del tribu¬ 
nale ecclesiali reo poggia sulla diversa in¬ 
terpretazione del concelto di «gravitas 
materiae-con cui nel 1661 il Sant Uffizio 
definì il sesso. Se allora la traduzione do¬ 
veva risultare -peccato grave- - ha spiega¬ 
to Ottani • ofgi il problema della sessuali- 


_ DALL* NOSTRA REDAZIONE _ 

WALT» a VAttMKU 

tà deve invece essere interpretato come 
-importante-. 

A tal punto il sesso inteso come mutuo 
sostegno della coppia sposata e bene del 
coniuge potrebbe sopravanzare la pro¬ 
creazione nella gerarchizzazione dei lini 
del matrimonio, 

Il vicario giudiziale ha poi esortato I 
colleghi ad applicare la norma del codice 
canonico che dà valore di prova alla di¬ 
chiarazione delle parti nefle cause di ri¬ 
chiesta di nullità del matrimonio Questa 
norma - ha ricordato Ottani - è ancora 
poco applicata, fatuo che to stesso tribu¬ 
nale Flaminio non ha mai emesso sen¬ 
tenze di questo tipo. Sono comunque in 
aumento le richieste di annullamento del 
matnmonio promosse presso il tribunale 
ecclesiastico regionale flamìnìo (che ha 
competenza su Bologna, Fenara. Roma¬ 
gna e Marche e funge da corte d'appello 
per le cause dì Firenze e Modena ) In ap¬ 
petto la crescita è stala dicirca il 20‘ti. 

La foca «I botatimi 

Monsignor Ottani s é soffermato anche 
sull’argomento del calo delle nascile. 
•Nel 93 le nascite In Italia si sono fermate 
a 560.768 unità (meno di un bambino 
ogni mille abitanti) Nel nasini paese na¬ 
scono meno bambini che in qualsiasi al¬ 
tra parte del mondo: 1,27 è il numero me¬ 
dio di figli per donna in età feconda, ri¬ 
spetto al 2,07 fissato come soglia di pura 
sopravvivenza. A Bologna addirilwra ci 


sono 0,98 bimbi per donna. È questo il re¬ 
cord negativo per la tetra-. Su questo pri¬ 
mato è attivata la battuta sehetzosa del 
caidinal Biffi: -L'ho già detto che invece 
di preoccuparsi della tendenza alla 
scomparsa della foca marsicana. sareb¬ 
be bene preoccuparsi dei bolognesi. Lo 
dico perché mi dispiace vederli scompa¬ 
rire. Mi sono cosi simpatici- 

Il cardinale ha poi affrontalo il tema 
delta famiglia per ricordare che «si può e 
si deve giungete a dichiarare nullo un 
matrimonio die non nasce dal libero e 
integrale dono delle persone. Cosi si deve 
chiamate lamiglia solo quella comunità 
di peroacra che nasce dal matrimonio ho 
uomo e donna-. 

Restando in tema di statistiche, fornite 
dall'lstet e relative al 93. è stato ricontato 
che le famiglie in Italia sono sempre me¬ 
no numerose: 2,7 componenti in media 
Solo 198.548 hanno 7 o piti componenti 
Dimoile anche le adozioni: 3060 contro 
le 3554 dell'anno precedente. Ita flessio¬ 
ne riguarda non solo le adozioni intema¬ 
zionali ma anche quelle di bambini italia¬ 
ni. 

I matrimoni risultano 292.632 (239 711 
con rito religioso pari all'82'V, e 52.921 
con quello civile). Calano i divorzi: da 
25.997 del 1993 a 23.863 del 1993. Conti- 
nuano a crescere le separazioni. 48.198 
contro le 45.754 (circa il 208, dei matri¬ 
moni) . Caratteristica italiana é il fatto che 
l'instabilità della coppia risulti maggiore 
fra lepetsonecon reddito e istruzione più 
elevati 




»■ 

« 

























l'Unità 


rwanda. In ospedale a Crema il bimbo entrato in coma dopo aver assistito a un massacro 


LETTERE 


Iptecolo ferii 
ararto d'aMapwt» 
4MHa*»4Jnate 

GGelmi/Visto 


Un Mmto Iti prezzo antaimo àia gugmcMIc 


Hàctor MiK'Atp 


Baal, l’orrore dietro le spalle 


È arrivato In Italia ed è assistito dai medici dell'ospedale 
di Crema il piccolo Basii, l'undicenne mandese entrato 
in «coma vigile» dopo aver assistito alla strage dei suoi 
amici Mezzo hutu e mezzo tutsi, il ragazzo, figlio di un 
diplomatico del Rwanda. è diventato un simbolo della 
tragedia della guerra civile. Ma ora, con l'aiuto della 
madre e di un'infermiera volontaria, si spera di inter¬ 
rompere il suo lungo letargo 


|il»M>I IW Adesso è al sicuro 
yUjUJH Dopo uri viaggio In- 
HHBpM terminabile II picco¬ 
lo Basii Nyarwaya ha finalmente 
trovalo una buona accoglienza 
noli ultima stanza del reparto pe¬ 
diatrico dell'ospedale di Crema, In 
provincia di Cremona, a una trenti¬ 
na di chilometri da Milano E la 
stanza attigua é stala riservala alla 
mamma, che da sei mesi non lo la¬ 
scia un solo istante 

Um rinnovata «iMfwua 

In quel pochi metti quadrali Iro- 
va nuovo siane lo una speranza che 
non è mal tramontala la speranza 
di restituire la vita - quella vera- a 
Basii, dopo che gh caroti della 
guerra del Rwanda, il suo Paese, lo 
hanno convinto a un letargo da 
questo mondo c a rifugiarsi In 
quello che i medici deflnbcono 
■coma vigile* 

Un viaggio lungo le strade Sierra 
te dello Zaire, da Bukavu a Bu(um- 
bura. il volo (ino a Bruxelles, e alle 
22,30 di giovedì sera madre e figlio 
sbarcano all aeroporto milanese di 
Unale Entrambi appaiono slan- 


1994, un anno 
con meno 
stranezze 


M DI cose strane ne 
sono successe tante 
nel 94 nel Wlscon- 
blsonte branco, su 
una regione dell' Australia sono 
piovuti pesci enormi «anelli di Iu¬ 
te» sono siati fotografati dal tele¬ 
scopio Hubble In un remoto lago 
dell Argentina 6 stato avvistato un 
mostro preistorico paragonabile a , 
quello di i-och Ness Malgrado , 
òinisU c altri eventi «portentosi- U i 
1994 ho peto fatto registrare un de¬ 
clino nel numero di miracoli, ap¬ 
parizioni misteri rispetto all anno 
precedente Cosi sostiene Fortean 
Times, una mista Internazionale 
clic sì pubblica a Londra e che si 
occupa In modo sistematico di fe¬ 
nomeni bizzarri, paranormali non 
facilmente spiegabili La rivista e 
direna da Bob Ridarci che trova 

particolarmente strabiliante la sco¬ 
perta di specie sconosciute di cer¬ 
vo e bue In Vietnam 41 mondo - 
commenta Richard ■ è ancora un 
pesto molto ma mollo misterioso* 


diissimi mentre si sottopongono ai 
controlli doganali comunque mi¬ 
nuziosi Ma la signora Nyarwaya 
non nasconde la sua ritrovata spe¬ 
ranza, mentre accarezza lievemen¬ 
te Basii che giace sulla sedia a ro¬ 
telle «Sono motto contente di osse- 
re m Italia - dice In francese - c spe¬ 
ro che tolto si risolva presto- Con 
lei c’è Giusi Agostom. che non ha 
mai smesso di assistere Basii, e ad 
attendere 1 tre ci sono il dottor Ce¬ 
rasolo e alcuni giornalisti cono¬ 
sciuti in Zaire e poi (Sventali dei 
punti di riferimento In Italia Due 
ore dopo, poco dopo la mezzanot¬ 
te, Basii viene visitato dal medico 
di guardia dell'ospedale di Crema 
e pud finalmente riposare in un let¬ 
to vero. Da questo momento gli oc¬ 
chi sono puntali su quegli uomini 
in camice bianco che non hanno 
esitalo ad accogliere questo pa¬ 
ziente tanto delicato Ma all ospe¬ 
dale cremasco esiste una lunga Ira 
dizione di cooperazione miema 
atonale 

■Comlnceremo subito gli accer 
lamenu cimici e laremo la nostra 
valutazione diagnostica - spiega il 
direttore samlano della Usi di Cre¬ 


ma Davide Jacchefli nra cl trovia¬ 
mo di Ironie a una situazione mol¬ 
to complessa e ei vorrà del tempo 
La prognosi è riservatissima. I me¬ 
dici non vogliono trascurare nessu¬ 
na Ipotesi sull origine dello stato di 
■inibizione* di Basii anche se fino¬ 
ra lutti hanno pensato a un trauma 
psichico -frena di tutto valutere¬ 
mo le condizioni tisiche generali 
del ragazzo alla luce del problemi 
diffusi nell area d origine - precisa 
il dottor Jacchett! - poi cercheremo 
di verificare se e quali dtsiurtx or¬ 
ganici possano essere ail’onglne di 
questa sintomatologia infine venfi- 
cheremo anche le cause psichiche 
del blocco Sarà necessaria un at¬ 
tenta osservazione e la reazione a 
certi stimoli» E per questo un gran¬ 
de aiuto potrà essere offerto pro¬ 
prio dalla madre di Basii e da Giusi 
A gosti, che hanno seguito t! tagaz 
zo nei lunghi mesi di buio 

U-fufrefelUvMma 

La toga di Basii dalla violenza e 
dalla follia collettiva che ha insan¬ 
guinato il Rwanda moia a metà 
giugno 1994 Nato undici anni fa a 
Ottawa In Canada, dove II lavoro 
diplomatico del padre Jean Nyar- 
waya aveva condotto l’intera fami¬ 
glia il ragazzo africano nassume 
nella sua piccola persona tolta la 
loffia della vicenda ruandese il suo 
albero genealogico, infatti, dice 
che lui è contemporaneamente 
huto e tolsi per le discendenze dei 
genitori È considerato un huto co¬ 
me suo padre, ma dal nonno ma¬ 
terno ha ereditalo i Iralti somatici 
dei watussi è allo dai lineamenti 
gentili, con il naso affilato Un 
aspetto esteriore che in Rwanda 


comporta II rischio continuo di fini¬ 
re sorto le lame delle bande di as¬ 
sassini che stanno consumando 
un genocidio immane E pensare 
Che Basii e la sua famiglia condu¬ 
cevano fino allo scoppio delta 
piena una vita agiata e tranquilla 
all’estero poma a Mosca e poi a 
Berlino sedi di destinazione del 
padre un diplomatico 
Ma è proprio la guerra civile a ri¬ 
chiamare ni patria il signor Nyar- 
waya Basii è il primo a dire mori 
torniamo in Africa» il primo ad 
aver paura sapendo che a fugali si 
muore ammazzati per la strada, 
senza una valida ragione Nessuno 
k> ascolta e la famiglia toma a ca 
sa Ben presto peto i genitori del 
bambino scelgono di rifugiarsi in 
collina dove la guerra civile sem¬ 
bra più lontana Ma è un’illusione 
un pomeriggio di metà giugno una 
banda di assassini irrompe all Im¬ 
provviso nel cottile dove Basii sta 
giocando con altri amici In poeto 
secondi armati di machete fanno 
una strage Tutti i bambini vengo¬ 
no sgozzati sotto gli occhi attenni 
di Basi I miliziani cercano suo pa¬ 
dre, chiedono a lui dove sia il di¬ 
plomatico puntandogli una pistola 
alla tempia, ma il ragazzo non sa 
nspondere e non apre bocca Gli 
nsparmtano la vita forse perché 
sanno che nonostante il suo aspet¬ 
to è un hutu e se ne vanno 
Basii traumatizzato mrzia a re¬ 
gredire: prima rifiuta il cibo, poi la 
paralisi colpisce progressivamente 
le mani, le gambe e tutto il suo gio¬ 
vane corpo La sua famiglia sceglie 
di ntagiarsi in Zaire, nella cittadina 
di confine di Bukavu Ma anche ol¬ 
tre confine ira i profughi ruandesi 


non si allontana il pencolo della 
cieca vendetta etnica Un’inferrnie- 
ra volontaria italiana Giusi Agosti 
decide cosi di condurre Basii nel- 
I ambulatorio che ha allestito a 
propne spese a Bukavu LI Basii vi¬ 
ve per circa sei mesi sempre con 
la madre vicina, mentre il padre va 
su e giù dal campo profughi dove 
deve badare all alno tiglio David 

Il lungo "sonno di Basii non si 
interrompe U ragazzo'respira ogni 
tanto muove leggermente gli oc¬ 
chi ma nuU’allro Per nutnrio gli 
applicano un sondino nasogasin- 
c© I medici dicono che si tratta di 
un coma vigile meditativo «Può 
tareela puh riprendersi, ma deve 
essere irasfento in un luogo sicuro 
e attrezzato per le cure necessarie» 
dice Gnisi Agostani 

Maratona * «oMtrtetà 

Cosi comincia la lunga marato¬ 
na per ottenere i documenti e I vifeu 
necessan peri espatrio Insieme al¬ 
l'infermiera. si prodiga per aiutare 
Basii un medico di Crema, Claudio 
Cerasolo, che coUabora con la 
Coopi un otganizzazione non go¬ 
vernativa italiana Anche in bilia 
qualcuno si dà da fare per sblocca¬ 
re la situazione E finalmente ah 
I alba di martedì scotso, Basii e sua 
mamma possono parine 

Adesso a Crema c'è il problema 
di adattamento di madre e figlio al 
nuovo ambiente, per quanto acco¬ 
gliente Giusi hnfeimtera e II dottor 
Cerasolo sono lì vicini Tull'intoroo 
cè molta gente che ha già a cuore 
la fragile esistenza di Basii Suo 
malgrado diventato simbolo e am 
basciatore di una tragedia della 
follia umana 


THE FL1NTSTONES 

[FRED «cm fteSTBSLLA l-e 
pOGLtt « HO» XSUA HBW 
fKO V-'BRfeA--. _ 


By Henna-Barbera 


THE FLINTSTONES 


«SMOunffoaM 
sto ritta* posMn 
toc ■■«tara Prodi» 


Caro direttore, 

sono un giovane studente 
iscritto al Pds e no appreso positi¬ 
vamente la discesa in campo 
dell ex presidente deli'IRI Roma¬ 
no Prodi checonsiderounaper 
sona educala gentile intelligen¬ 
te ma soprattutto fedele alle Isti¬ 
tuzioni e ai pnnclpi costituziona¬ 
li. ultimamente messi fortemente 
a rischio da una destra plebisci- 
tana e arrogante Ritengo che 
una candidatola forte quale è 
quella di Prodi rappresenti per il 
cenno e per la sinistra un obietti¬ 
vo di partenza su cui impostare 
iniziative comuni e sulla quale 
far convergere programmi e pro¬ 
poste Riconosco al professore 
una dote che oggi poeto uomini 
politici dimostrano la capacità 
di affermare le proprie idee sen¬ 
za urtare o insultare chi la pensa 
diversamente Ecco, proprio I er¬ 
rore. uno dei tanti, commesso da 
Berlusconi e dai suoi alleati La 
sinistra italiana deve perciò ap 
poggiare senza esitazioni una 
personalità in grado di ridare ai- 
I Italia II posto che le spetta in Eu¬ 
ropa, mediante il risanamento 
dell economia e della finanza. 
Spero che il professore ira le 
personalità di grande nlievo che 
sicuramente saprà scegliere, sap¬ 
pia trovare in lei caro direttore 
un punto di nlenmento per il la¬ 
voro che lo aspetta Da ottimo di¬ 
rettore de »lUnità», lei saprà por¬ 
tare un conmbuto molto impor¬ 
tante grazie anche alla sua buo¬ 
na conoscenza delle regole sul 
I mlormazione Auguri, quindi a 


Prodi per l’impegnoche I aspetta 
e a lei caro direttore, per l’aiuto 
che darà in attesa di vedere fi 
nalmente la sinistra al governo, 
per migliorare questa norira so¬ 
cietà cosi ingiusta e cosi egoista 
pittorico M Ignorati 
Monttchlan 
(Brescia) 


•Fiatato e tortila 


pfcidlgnftota mante» 


Cara Unità, 

ho 27 anni e vivo a Trecale 
(Novara) con ma sorella Clara 
di 29 anni Senza voler annoiare 
troppo I lelton. voglio esporre la 
nostra situazione cn la speranza 
che qualcuno voglia e possa aiu¬ 
tarci Siamo nmasU orfani di en¬ 
trambi i genitori quando aveva¬ 
mo I età di 14 e 16 anni Allora il 
tribunale nominò due zìi uno tu¬ 
tore e l'alno prototorc Dopo aver 
vissuto diversi anni presso l'Istitu¬ 
to Spinto Santo di Trecale, dopo 
lavori disparati e molle vkismu- 


toche il mio ricorso si trova tutto¬ 
ra presso la stessa Corte dei Con¬ 
ti Ma la lettera conteneva un al¬ 
legalo da riempire se avessi an¬ 
cora avuto intenzione di prose¬ 
guire la --battaglia- finale. Insem¬ 
ina niente di definitivo E 
proprio quando in famiglia si sta¬ 
va ad imprecare per tale incre¬ 
sciosa commedia con lettera da¬ 
tata 17 gennaio 1995 lo «Studio 
legale associalo Albanese- di Ro¬ 
ma mi faceva sapere che il mio 
avvocato (Darwin Albanese) era 
morto, quindi dovrò provvedere 
a sostituirlo mediante .mandalo, 
da stipulare presso un notaio ed 
inviano (accompagnato da un 
simbolico .rimborso-spese» di li¬ 
re 100 000) all'indirizzo dello 
studio legate suddetto Egregio 
direttore, non crede che uno Sa¬ 
lo seno e democratico dovrebbe 
vergognarsi se dopo 50 anni i ri¬ 
corsi insoluti sono ancora 140 
nula’ Cosi si commemorano i 
nostri morti, facendo esasperare, 
nell attesa, i superstiti" 

Ariete toang*ll Lampa 
Sonano nel Cimino 
(Viterbo) 


Ijmwtoitor* 
dlVerona ria*ONtf* 
a un nostro lettore 


Cara Unità 

in relazione alla lettera pubbli¬ 
cata sull’-Uniià» del 24 gennaio 
scorso (41 Provveditorato agli 
studi di Verona elude la legge», di 
Giuseppe Boninsegna, ndr) 
questo Provveditorato comunica 
che quanto lamentato dall inse¬ 
gnante non comsponde alla 
realtà Infatti lo scrivente ufficio 
non solo non ha notificalo ai di¬ 
pendenti eireolan nauardanti 
I impossibilita di applicare la 
normativa ma con le clrcolan 
n 1 prot 60/19 del 3 gennaio 
scorso n2/CS del 13 gennaio 
scorso n 2 pi©t 60/8529 dei 12 
gennaio scorso, indirizzate a eia 
scuna scuota di ciascun ordine di 

a ttesta provincia, ha impartito 
attagliate disposizioni caca gli 
adempimenti aa seguire per usu¬ 
fruire della assistenza fiscale alle¬ 
gando anche tutta la modulistica 
necessana per la richiesta con le 
varie scadenze Si sottolinea inol¬ 
tre che il docente, proprio per¬ 
chè informato, in data 16 gen¬ 
naio scorso ha presentato rego¬ 
lare domanda, usando tra I altro 
proprio il modello allegato alla 
circolare prot 2/CS del 3 gen¬ 
naio scorso, domanda regolar¬ 
mente accolta che seguirà I iter 

B revlsio dalla normativa vigente 
on si spiega pertanto né si 
comprende In portata di quanto 
affermato dall insegnante nello 
tettata 

Rotarlo SmtMuoMO 

(Provveditore agli studi) 
Verona 


memo delle suore ed al mio lavo¬ 
ro come bidello nelle scuole ele- 
mentan Bellini di Novara Uno 
stipendio solo (lire I 200000) 
può essere sufficiente per la no¬ 
stra situazione’ Due giovani pos¬ 
sono sperare di costruirsi il futuro 
In queste condizioni’ Faccio ap¬ 
petto alla solidarietà dei cittadini 
affinché qualcuno possa aiutarci 
trovando un attività lavorativa 
per mia sorella Clara, in modo da 
poter essere indipendente e spe¬ 
rare in un futuro meno grigio ri¬ 
spetto al nostro passalo 

OtevtnM • dare Invamlzzl 
Trecale 
(Murare) 


•Sto MfMttaado 
d* 40 ««ite 
pMMloMdJfuwra- 


Cara Unita 

quando nel I9S4 (sonooimai 
quarantènni) mi convinsero a 
presentare domanda at ministe¬ 
ro del Tesoro - Pensioni di guer¬ 
ra - per ottenere la reversibilità 
della pensione di mio padre ero 
una ragazzina ma a parte i soldi 
che avrei potuto riscuotere, so¬ 
prattutto il saenficio del mio ge¬ 
nitore per la patna mi convince¬ 
va ad avviare un lascicoto dolo¬ 
roso Tra ricorsi e spese ripetute 
arenammo al 1985 e dopo una 
issila all'ospedale militare «Celio» 
di Roma, mi venne riconosciuto 
il diritto alla pensione purché 
avessi nnuncialo (come feci) 
agli arretrati Una procedura a dir 
poco vessatoria e punitiva ma. 
mi lu detto, del tutto legittima A 
fine dicembre 94 però ebbi un 
sussulto Inquanto la lettera della 
Corte dei Conti mi faceva sperare 
che finalmente la -commedia- 
si sarebbe conclusa invece mi 
sbagliavo Infatti, la citata Corte 
dei Conti micomunicavasoHan 


Gfeiaappa Quarto di Brescia 
(•Bisogna che i burocrati detta 
pubblica amministrazione entri¬ 
no nella logica dell efficienza e 
che si ponga fine alta garanzia 
del posto fisso senza controlli e 
senza possibilità di licenziamen¬ 
to»), ine Andrea Volpe di Paler¬ 
mo (-Con Berlusconi ci doveva 
essere ripresa economica e svilu- 
popo sociale invece crescita 
del decito pubblico aumento 
della disoccupazione - secondo 
Usai circa 400 000 unita - la lira 
debole e svalutata borsa in per 
dita») Annamaria Klae di Trie¬ 
ste («Da slovena aspetto uno pa¬ 
rola un atto simbolico da parte 
dei rappresentanti di AN che en¬ 
tra» nella mia stona" e che ri¬ 
conoscano il ruolo avuto dal la 
scisti di len Senza questo passo 
per quanto riguarda questa città, 
per quanto mi riguarda AN re 
sterà ingabbiata tuon dalla sta¬ 
ro) Maurizio Mazzocchi di PI 
stala f-Il Cavaliere mi ricorda gli 
ambulami delle sagre paesane 
che pur di vendere, hanno il 
prodotto giusto per tutti dal ma 
geo callifugo alta teglia per frig¬ 
gere sena olio Ma che tristezza 


gere senz olio Ma che tristezza 
pensando a quanti ancora som 
brano disposti a seguirlo*) Ste¬ 
fano Ruota di Milano (-La sini¬ 
stra la smetta di giocate di 'ri¬ 
messa e attui subito una propo¬ 
sta, programmatica per le prossi¬ 
me elezioni sui temi che più in 
teressano i cittadini») 
Bernardino Manetta, Marion Da 
ni Luciano De Perse Tolmino 
Alessandrini Domenico Manate- 
si Fabnzio Sosso I uemno Flnes- 
so Datole Messina Edmondo 
Marinili. Alvares Baratelll, Vito 
Mercadante Sergio Mazzo Raf¬ 
faele Auliero Salvatore Di Liba 
lo Luigi Brassanelh Virgilio Me- 
lis Tonino Fenu Vita Mussata, 
Sandro Broli 





















Venerdì )7 febbraio 1995 


le Storie 


l'Unità! 


GU ANNI D’ORO/8. «Il mio successo è durato una stagione, ma la vera musica l’ho fatta dopo» 



Lumtì 

appuatamMto 
in edicola 

L'appurtamanta. 
luMnw «amai, con 

te Ignito* (tei dM 
MgKannlSnMMat 
PMiHwATiovaratol 
voM.tocaiuoni.la 
claniRcadlaoaiH* 
donna elm hanno 
avuto hi attinto o un 
tung» periodo di 

notorietà, «rientro 
buatoaaoMtfdqnnl 
ratti Come dice lui 
«tanno Intatto II 
-cantante vero, 
appena tornato 
fMg'anoaknato. 


Palco Mattona detto fato <M Carini di Sanano 


Vittorio Inzaina 
Il muratore sardo 
cantante anonimo 



Ha smesso di canlare cinque anni fa, dopo un'operazione 
alia gola. Ma di Vittorio Inzaina, l'emigralo sardo diventa¬ 
to cantante di successo per una breve stagione, a metà 
degli anni Sessanta, si sono perse le tracce molto prima. 
Vinse a Castrocaro e a un Cantagiro, partecipò a Sanremo 
e a vari programmi tv, ma diventò cantante vero» solo nel¬ 
l'anonimato: 15 anni nei night di Milano. Ora si occupa di 
edizioni musicali e sogna di tornare in Sardegna. 


_ PACCA NOSTRA BEPAZIONt _ 

PAOLO MANCA 

Ogni tento arriva un mio caso- mi si ricorda per Sanre- 
invt, ° Pirite lv ’ S>> rito, il Cantagiro, le appanzioni tv, 
(ftBKsHHH propongono pio- e invece, se proprio davo gludlcar- 
grammi o serate sui «meravigliosi mi, la parte migliore come cantan- 
unni sessanta,. Ma, a differenza di te. l’ho data quando sono uscito 
tanti suoi colleghi, anche meno la- dal girochc conta. Per quindici an- 
tnosi. Vittorio Inzaina trova sempre ni ho suonato, ogni seta, con una 
una scusa per non andarci. «Non mia orchestra nei night di Milano 
mi place la parte del reduce - spie- ecco, è staio cosi che posso dire di 
ga -, E poi.. Per ditte brutalmente, essere diventato un vero cantante, 
la verità è che non me ne frega un veto professionista. Mai mecca- 
niente...». nlsml del successo sono ben altri: 

se hai un manager che ti sa "veri- 
MMgglO dere' bene, e magari una presenza 

>re stato Vittorio In- ed un carattere adatti, aitata riesci 
ore sardo diventato, a fare strada magari più di chi ha 
itagtone, caniante di qualità e talento. Quanti bravi can- 
intì-personaggio per tanti ho conosciuto, bravi ma con- 
I chiedi qualche tifo- dannati all'anonimato». 


L'antt-panonaggto 

Cosi è sempre stato Vittorio te¬ 
atina, Il muratore sardo diventato, 
per una breve stagione, cantante di 
successo: un arti-personaggio per 
eccellenza. GII chiedi qualche tito¬ 
lo di sue canzoni, le più famose, e 
quasi non se ne ricorda. Ma non è 
snobismo: «lo alla musica leggera 
devo mollo, ne sono consapevole. 
E se devo lare un bilancio non puO 
che essere più che positiva penso 
« tanti altri miei conterranei che so¬ 
no emigrali come me. non per per 
canlare, ma per lavorare in fabbri¬ 
ca... SI, sono stato fortunato. Ma 
questo non mi impedisce di guar¬ 
dare con disincanto alla canzone: 
è un mondo che non mi ha mai 
convinto completamente. Prendi il 


l j|0 ; t ||"|g Pagherà la sua spo- 
'jMjjafcìsgjJ! sa a peso d'oro, 
monete sonanti, in¬ 
comparabilmente più preziose dei 
dinnri lalcidiBli dall'Infrazione. Cosi 
vuole la tradizione, anche se assai 
spessii si accontenta di doni più 
simbolici. Zelilo RazmalcNic non 
ha però combattuto per presentar¬ 
si a mani vuole dalla donna che 
domenica prossima diventerà sua 
moglie, La guerra che gli ha riem¬ 
pito lo lascive e che lo tia spedito ai 
orimi posti nella lista compilata nel 
!>2 dai segretario di stato america¬ 
no Lawrence Eagleburger tra i cri¬ 
minali del conflitto balcanico, per 
lui è stata un aliare. Il comandante 
Aitare, suo nome d'arte, sospettato 
di aver fatto uccidere almeno 2000 
civili nel dintorni di Brcko e Bijelij- 
na, può permettersi ora nozze da 
favola con la bella Svettarla, can¬ 
tante folk che in Serbia va per la 
maggiore e che ha la metà dei suoi 
anni. 

le tigri dell* pulizia «Me* 

Le leste rasate di Raznlalovic, le 
sue Tigri macchiate dal fango della 
milizia etnie» c appena ripulite In 
traffici appena più nobili In patria, 
scorteranno lo sposo sul far dell’al¬ 
ba fino alla casa della giovane pro¬ 
mossa Duecento uomini incolore 


OraèaMttsno 

Oggi Inzaina ha 52 anni, è spo¬ 
salo, ha una figlia di undici anni, vi¬ 
ve a Milano, dove si occupa di edi¬ 
zioni musicali, in conlatto con al¬ 
cune case discografiche Ha smes¬ 
so di canlare cinque anni la. in se¬ 
guito ad un'operazione alla gote, 
per rimuovere alcuni noduli alle 
corde vocali, una maialila profes¬ 
sionale molto difhisa Ira i cantanti, 
■l'ha avuta anche Elton Johre E, 
come tutti gli emigrali, da qualche 


tempo insegue un sogno: tornare a 
casa, nella sua Tetti, un paesino 
della Gallura poco lontano da Ol¬ 
bia. «Per ora ci tomo solo per le va¬ 
canze, ma ho inizialo a cosini imi i 
una casa per stabilirmi definitiva- 
mente con la famiglia Dopo nere 
l'annì passati a Milano - dice -.co¬ 
mincia ad essere quasi un bisogno 
laico...*. 

Emigrato nel 1964 

Dalla Sardegna, Vittorio Inzaina 
so n'è andato appunto, rari lontano 
1961 Alti-poi u faceva i] murature, 
assieme al padre, ecolttvava la sua 
passione per te musica nel 'solito 
coro parrocchiale e poi nel com¬ 
plessino di musica leggera. Faceva 
serale te costa (dove era appena 
arrivato l'Aga Khan e si affermava 
un turismo più ricco e mondano) 
e spesso «sconlinava» anche in 
Corsica Gli piaceva cantere, ma 
nulla più. «Alfe mie doli credeva in 
fondo di più mio fraletto Roberto. È 
stato lui - racconta Inzaina - a fare 
domanda per la partecipazione al 
Coocorso di voci nuove per la can¬ 
zone di Castracani. Non ci pensa¬ 
vamo neppure, e invece un giorno 
arriva ad Olbia un selezionatore 
del festival per un'audizione. In sa¬ 
la ci presentiamo a decine. Vengo 
promosso. E il festival lo vinco, con 
una canzone di Paul Anka« Com¬ 
menti e critiche entosiasle. Scrive 
l'«Unità*: -Abbiamo sentito un sar¬ 
do che possiede grinta, che sa sta¬ 
re ckfe sulla scena (qualcuno l'ha 
paragonato addirittura ad Yves 
Monland) nonostante fa sua radi¬ 
cale timidezza. E queste dote non 
e certo comune ai cantami italiani. 
Vocalmente è a posto: la voce che 
ricorda un poquella di Neil Seda- 
ka é estesissima ...». 




Vittorio tolto na 


Ornamento àia svolta II vinriio 
re di Casnuqaro e ammesso di di¬ 
ritto «1 successivo festival di Sanre¬ 
mo. ovvero all'appunlanrento che 
lutti considerano te consacrazione 
di una carriera. Che non può certo 
svolgersi nella lontana Sardegna. 
Vittorio Inzaina decide cosi di emi¬ 
grare: sceglie il Nord, Milano, che 
gli sembra più viva e interessarne. E 
arrivano presto i successi annun¬ 
ciali: con "Viva quelli come me" 
vince anche un Girofestiva I. e poi 
ci sono te partecipazioni al Festf- 
valbar. al Cantagiro, al Disco per 
l'estate, eccetera eccetera. Eppure 
non e che lasci un grandissimo se¬ 
gno. Tolto qualche a ppassionato o 
qualche -cultore» al limite della 
mante, di Vittorio Jnazina noti si ri¬ 
corda quasi nessuno. Negli album 
di figuline Panini - dove pure com¬ 
paiono nomi come Vasso Ovale. 
Carmelo Pagano. Paulo Zavattero. 
Tina Politi, il suo volto non c’è nep¬ 
pure Ma a quanto pare, non se ne 
fa un gran cruccio, «in fondo - ri¬ 
pete - il periodo del successo è sta¬ 
lo il meno interessante da un pun¬ 
to di viste artistico La mia vera car¬ 
riera è iniziata solo dopo. Quando, 
uscito dal 'giro'’, ho messo su 
un'orchestrina e ho iniziato a lare 


serate' Ogni notte, per quindici an¬ 
ni dj seguito. Ho alterato le mie do¬ 
li. ho iniziato ad essere e asentirmi 
un veto cantante Meno conosciu¬ 
to, magari, ma più convinto, più 
"professionale'». Che musica? 
«Sempre leggera metodica Titoli 
che ai più non diranno niente: 
"Vattene via' o "Welcome lo Coste 
Smeralda-, No rissimi, familiari, in¬ 
vece per quei pubblico di affezio¬ 
nali che ha comlnualo a seguirfo 
(o l’ha scoperto) nei night e locali 
di Milano e dintorni dove Inzaina 
ha continualo ad esibirai fino al 
momento del ritiro, nel l!W9. 

Lo strano deattivo 

Sitano (ma non tanto) destino, 
il suo: una voga cresciuto profes¬ 
sionalmente, anzi-perdirlaconle 
sue parole - diventalo cantante 
vero», per Inzaina non c’è stato più 
posto nel mondo della musica leg¬ 
gera Ingratitudine? «No. non è 
questo il punto. L'ho detto, in ton¬ 
do di certa celebrità preterisco fare 
a meno: essere riconosciuto per 
strada, firmare autografi, mi ha 
sempre dato fastidio E poi quel 
mondo lo sento sempre meno 
mio. Oggi ancora più di ieri, fini¬ 
scono pei prevalere meccanismi 


chi* hanno poco «a che lare con le 
capacita e le doti dei cantanti. Non 
dico che non ci siano cantanti dì 
successo bravi e mentevoli. ma se 
uno non ha un manager, un “ag¬ 
gancio". o un buon lancio promo¬ 
zionale è destinato a rimanere ai 
margini-. E a (uria di stare ai margi¬ 
ni. uno finisce per laisi la lama dcl- 
I emarginalo.. «Di me hanno scrit¬ 
to persino che ero finito male, una 
specie di barbone che vagava per 
te vie di Milano.. Non so come sia 
venuta fuori una storia del genere 
torse perchè, a differenza di altri, 
non ho mai mantenuto rapporti 
con i mass media, te tv Anche con 
gli altri colieghi di un tempo non 
ho più coniarti L’unica volta, pri¬ 
ma di oggi, che ho accettato una ri¬ 
chiesta giornalistica è stato qual¬ 
che tempo la, per quella trasmis¬ 
sione di Raitre... Come si chiama¬ 
va? Magazine. mi sembra. Ragazzi 
simpatici, simpaticissimi, mi sono 
trovalo subito a mio agio. Ma an¬ 
che a loro devo essere apparso un 
po’ strana a trasmissione Unita, mi 
hanno chiesto come tacevo ad es¬ 
sere così distaccato, così indiffe¬ 
rente rispetto af mio passalo di 
cantante, diciamo così, di succes¬ 
so. MI dica, è la stessa impressione 
che ho dato anche a tei?" 




Nozze da re per un criminale di guerra 


Zeljko Raznjalovic, 42 anni e sette figli, criminale di 
guerra dell'ex Jugoslavia sposerà domenica prossima la 
bella Svetlana Velickovic, Ceca in arte, cantante folk di 
successo, eternamente fasciata da scollatissimi abiti di 
stretch o pelle bianca. Nozze da favola a Belgrado, con 
duecento uomini di scorta e cinquecento invitati, per 
brindare al successo di una unione nata dai fasti della 
guerra. Un amore nato all’ombra dei comizi elettorali. 

MANINA MASTMLIMÀ 



nati su 50 fuoristrada, con l'arco- 
gante strafottenza degli arricchiti di 
guerra. Gli stessi che Arkan si por¬ 
tava dietro nel suo tour elettorale, 
guardaspalle di cui gli altri hanno 
imparato a diilidare. E che sono 
parte del potere del comandante, 
criminale di guena all'estero, in 
patria quasi eroe. Come ne sono 
pane le donne, troppo truccate e 
ben vestite, con quell '«tentazione 
balcanica di bocche esagerate- 
mente rosse e occhi bistrati 
Svelte un Velickovic era già po¬ 


polare prima di queste nozze. Ar¬ 
kan se la tirava dietro ai comizi, sa¬ 
pendo che ai giovani piacciono te 
sue canzoni. Note intessute su miti 
passati, pescando nei sentimenti 
che vanno drilli al cuore dell'ani¬ 
ma serba. Inguaribilmente malata 
di nazionalismo e malinconia. E 
sul palco è scoccata la scintilla, tra 
Arkan e Svetlana. lui rude, ricco e 
torte come deve essere un uomo, 
lei giovane, bella e appassionala, 
tacce estreme e complementari 
della Serbia nata dalla guerra, af fa - 


Zeljko Rszn)*tovtc 


scinata dalla poesia dell amor pa¬ 
trio e dal richiamo piu terragno del 
denaro tacite. Per essere eroi in 
Serbia, in fondo basta uri portafo¬ 
glio gonfio, tl successo di una mac¬ 
china potente che sfreccia davanli 
alla folte imbestialite alle fermate 
di autobus che non passano mai, 
una ragazza lucente di gioielli so¬ 
vradimensionati e abiti lasciami in¬ 
travista dalla vetrina di negozi pieni 
di merci che pochi possono com¬ 
prare. 

Rispetta battè pagana 

La rispettabilità Zeljko Razzato¬ 
ne se la compra a peso d oro, am¬ 
messo che qualcuno trovi davvero 
da ridire sulle altrui gole squarciate 
nelle scorribande in Bosnia e Croa¬ 
zia o, crimini di assai minor peso, 
sulle rapine che prima della gueira 
gli avevano latto frequentare le ga¬ 
lere di mezza Europa. L'italiano, 
Arkan. lo ha imparato cosi, in una 
cella, la slessa lingua che ha esibi¬ 
to davanti ai microfoni delle tv di 
casa nostra per spiegare li suo pro¬ 


gramma di candidato del partito 
dell'Unirà serba alle ultime elezio¬ 
ni, quelle ira cui sperava di essere 
irasportatodallesuttenza popolare 
in un governo di coalizione con i 
socialisti diMilosevic. 

Il voto del Kosovo serbo non gli 
è bastato per Infilarsi il doppiopet¬ 
to della politica d allo bordo. Zelj¬ 
ko Raznjalovic. ufficialmente pro¬ 
prietario di una carena di negozi, è 
rimasto un rapace di periferia, più 
adatto ai lavori sporchi de! regime 
che non a puntellare una maggio¬ 
ranza-in flessione è rimasto un 
mascalzone dalla faccia di ragazze 
no che piace alfe donne, con le la¬ 
sche piene e tenta voglia di dark» a 
vedere 

È per questo ciré per le sue noz¬ 
ze - le terze - avrebbe voluto una 
cerimonia grondante d'ori e di ico¬ 
ne. immersa nei fumi d'incenso 
della chiesa più bella di Belgrado. 
Il patriarca Pavle. anziano e ferma¬ 
mente nazionaltsia come tutto il 
clero ortodosso serbo, non ha ce¬ 
duto al fascino guerresco di Arkan. 


Appassionato 
di treni 

finisce nei guai 


lTO sm ffer Tim Waliis il 
M jynà jijtei «ciul-ciul» è davvero 
i U (i 0 . jp dieci anni 
ha percorso il 99 per cento della 
rete ferroviaria del Regno Unito, 
dalla Manica alfe più fredde lande 
della Scozia, ed è salilo su treni 
trainati da 56(1 delle 660 locomoti¬ 
ve in funzione. Tremasene anni, 
contabile ad Avon, un piccolo mu¬ 
nicipio vicino a Bristol, scapolo. 
Waliis era ormai ad un passo dal- 
l «en plein» e da una citazione sul 
Gulnness dei primati ma è invece 
finito sotto processo, per «contraf¬ 
fazione e frode». Il treno in Gran 
Bretagna costa caro e il contabile si 
è finanziato il divorante hobby con 
false richieste di rimborso per ritar¬ 
di inesistenti, spacciandosi spesso 
per studente in modo da acquista¬ 
re biglietti a tariffe scontata. Lente 
ferrovie, British Rail, l’ha scoperto e 
denunciato a un tribunale di Bristol 
gli ha inflitto una multa di 500 ster¬ 
line (1.250.000 lire) condannan¬ 
dolo al pagamento delle spese 
processuali (altre525steriine). 

«Viaggiare su ogni centimetro 
della rete ferroviaria - Si è difeso 
Waliis - è stato lo scopo della mia 
vita. Mi dispiace per che cosa ho 
fatto ma per me i treni sono tutto. 
Non ho altre ambizioni». 


Il «comandante Arkan» sposa Svetlana, cantante folk «comprata» con monete d oro 


Addio Kolia 
coccodrillo 
dello zar 


•■--•r-WWp. sl , 1 , l ,.,; v kM,l„ 

MÉNirtlitt una rivoluzione, a 
WBUtBmU due guerre mondia¬ 
li, a una gueira civile, al crollo del 
comuniSmo: Eolia, il coccodrillo 
più vecchio della Russia e forse 
dell'Europa, è morto all'età di 110- 
115 anni dopo una vita passata 
nello zoo di tekaterinburg (Urali). 
Kotia. diminutivo di Nicola, era sia¬ 
lo battezzalo col nome del suo au¬ 
gusto «protettore», lo zar Nicola II. 
che a fine secolo lo aveva (alto tra¬ 
sferire, all’età di cinque anni, nello 
zoo di tekaterinburg, dove ta fami¬ 
glia imperiale sarebbe stata poi fu¬ 
cilata nel 1918. La (ongevilà di Ko¬ 
lia, coccodrillo del Nilo, è sorpren¬ 
dente se si considera la difficoltà di 
acclimatarsi alle rigide temperatu¬ 
re della Russia centrale. Negli ulti¬ 
mi decenni, veniva tenuto in un ret¬ 
tilario riscaldato, ma t suoi primi 
anni in Russia non devono essere 
stati facili. «Aveva un carattere mol¬ 
to tranquillo, non era per niente 
aggressivo. Con i suoi sei metri, era 
non solo il più vecchio, ma anche 
uno dei più grandi coccodrilli mui 
visti in Russia», ha detto Gaiina 
[ Ziusko, responsabile del rettilàrio 
dello zoo. 


torse pesando più i peccati sul 
piatto della sua bilancia morale 
che non le virtù del militare Zeljko 
e signora dovranno accontentarsi 
di una chiesa di quartiere, dove il 
vestito spumeggiante delia sposo - 
made in Usa ma comprato ili Italia 
- reirà mollificato dall'ambiente 
angusto, poco consono alla ridon¬ 
danza della coppia. 

Si con la scorta 

Ci penserà il rito civile che sarà 
celebrato dopo quello religioso a 
risollevare la gkimala. Per l'occa¬ 
sione Arkan lia mobilitelo lo staff 
delMerconlincnlal. uno del due 
migliori alberghi della capitale ser¬ 
ba Ci saranno i flash della stampa, 
telecamere e microfoni tesi per 
carpire il si Iwidko. che potrà li¬ 
brarsi nelle mite luminose delia sa¬ 
la. Zeljko indosserà II suo abitino 
da ufficiale della Grande guerra, lo 
stesso con il quale si era fatto im¬ 
mortalare sui manifesti elettorali 
poco più di un anno tu. E per una 
volta, non sarà armato. Nè k> sa¬ 
ranno i duecento uomini dell» 
scorta e i cinquecento imitati alla 
lesta a porte chiuse che conclude¬ 
rà la serate. Le Tigri limeranno gii 
artigli. 0 almeno li nasconderanno 
soltoki smoking. 












Venerai 17 febbraio 1995 


x" Sfida di presidenti 
Feriti tra fi pubblico 

«ran MN al torneo di goti Bob Hope, dove 
locavano M pmlMt BUI CHntsn • (H ex 
George Butti e aerato FenL Ma plà che una 
sfida tra big* «tata «ntiorTtoantameflto. Ha 
comiadato B uh, I cut tfee ha colpito an atbara 
e, «rimbalzo, ha centratole piena fiorite ima 
doma. Poi Bush ha tatto Hbt*. colpendo un 
altro spettatore. Gerald Fard ne» è stato ria 
mane: centrando dM panane. Quanto a 
Clinton, che scherzava su ganti colpi (fi 
handicap avnfibe rara al due erriteli, non u «a 

cMabMa colpito, ma tei tuo tira fortfadmo ha 
•andnato I tatrara, centrando la tribuna. 


L IsiHuio Nazionale Confederale Assia en- 
za (Inca) partecipa affefTUfKamenie al 
dolore de lamilian (>e> la hcootparbà del 
con pagi o 

FERNANDO PANTANO 

«cordandone il generoso Impegno ne 
tonilo iti del lavoro e d luw coloro che k» 
hanno avvicinalo 
Roma Sfebbrare 1995 

17 2 1994 17 21995 

Ui orino taveo va a invitare il compagno 

RAMO SP ALIOTTA 

Segretario della sezione Pa e po Pds <lel 
l App o Nuovo e consigliere della IX circo 
acizone I*compagna e icompagri che 
lo conobbero ne ricordano le* quali! ‘i un \a 
ne ed il grande anaccamerHoal Panilo Ad 
un anno dalla ^comparsa vogl amo ncor 
darlo str ngeOdoc con alleno alla lumi 
gì* 

Roma Irlebbtaio 1995 

Mercoledì è morta la durissima compagna 

ANNA LEONCINI 

I compagni di Dee ma Toirkrvo la ricorda 
no con grandissimo alleno ed esprimono 
MftMecofidogìiònze al manto Coitodi li 
gli Luca Cnsima Diego e Alessio 
Roma 17 febbraio 1995 

La famiglia del compagno 

MANLIO PKOiA 

annuncia che j Umerali in forma c vile m 
svorranno sabato Ifi febbraio alle ore 11 
partendo dall ab iasione di V a Quarenghi 
«M termatoMMl Bonola S nvlfenor corri 
pagn a partecipare con le bandiere 
Milano 17 febbre o 1995 


La Federazione (fi Bigamo del PartJlo de 
mocralrco della sin sira e- primi 1 proprio 
cordogli:- per la dolorosa m < di 

WCOUANCao 

vlceprcsrdenrc del Com laro federale d 
Bergamo e «limato dirigente del partito 
Alla moglie Graz ella al fratello Andrea 
alle sorelle P netto e Man. Laura ed ai la 
m lian le p ù seni le oi dogi anze del Pds 
di Bergamo 

Bergamo 17 lebbra c, i«j95 

In rnemor a ddla nostra caia nonna 

FRANCESCA ORIONI 

che U ha laccato sottoscriviamo Ire 
11)0 000 per I Unità Leonardo Francesca 
Davide e Gianluca 
Milano 17 febbraio 1995 

£ deceduto I compagno 

ANTONIO FASSJO 

Ne danno noiuka • bmU ari I funerali in 
forma civile si svolgerà»! o sabato 18 feb 
braio alle ore 1030 presso il cimiero d 
Bruzzano In suo uccido soiioscnvooo per 
i Unità. 

Milano 17 febbraio 1995 

I comiMgn dell Udb -R tuieco pailecipa 
no al dolore che ha colpito la famiglia pei 
la perdila del compagno 

ANTONIO FASSM) 

Esprimono seni le condoglianze 
Milano 17 febbraio 1995 


COMUNE DI PORTO TOLU Provili» di Ro*K>o 

ESTRATTO ESITO DI GARA 

A $©rw. art 20 L 1MTV9B0 n 65. si rande nolo I «urto dulia gara par rag^otìicazlontì Usi 
Tappalo servizio 'accolla trasporto e «neMnanlo RSU spazzamsm© centri urbe*™ e 80r 
vitti special tenutaci il 29 luglio 1994 per un importo a ha» d a «uà di L 505 080 000 
aiKuro tinpreee nvrtaio n 2H Paftaopant n 14 Escluse n l Lecito mtooraia di gara A 

atfcsBO a l'Aldo Protone di questo Comune per gg 20 a partito dal « febbraio im. Ditto 
aggudcatana Coopo ativa PortotolkiB© Servizi General con sedo n PortoTolfe via 
Manaodl 173 ribasso del 55% sul prezzo base d'aula a quindi pai L 227 296 000 
Porta Tose 0 31 gennxo J»5 H. SEGRETARIO QE*IUL* Don Grovanor Dwwa 


Per I organizzazione degii spettacoli nelle Feste de I Unita mie¬ 
tiamo tutti i responsabili a rivolgersi direttamente agli uffici della 

COOPERATIVA SOCI DE L'UNITÀ 
Tel. e Fax 051/291.285 


Abbonatevi a 


Trinità 


A CUBA CON L'ASSOCIAZIONE 
DI AMICIZIA ITALIA-CUBA 

Il primo viaggio di conoscenza del 1996 è programmato per 4 19 
marzo 1995 L'Avana - Santiago - Camaguey • Trinidad • Santa 
Clara - V«raderò. 

(6 gg tour pensiona completa 6 gg soggiorno mezza pensione) 
Volo a Cuba volo interno bus con guida in lingua italiana assi¬ 
curazione ed assistenza turistica 

incontri di conoscenza in ambienti socio-politici organizzali dalla 
Associazione di Amicizia «alla Cuba 

PrezzoL 2 378-000. L 29 000 viato di Ingreaso a Cuba 
Successive narteci», aprile - maggio - luglio, eco. 

Associando, Stariamo. o, Am ozia Ita-a-Cuba via Forcalo 3 MILANO 
TO 02196.eoa «3 (or. 1< 30 16001 la. 02/7202290» 

Fondazione istituto Gramsci 

Giornata di discussione sul tema 

L’IDENTITÀ DELLA NAZIONE ITALIANA 
OGGI E IN PROSPETTIVA STORICA 

Presiede Renato Zangheki 
I ntroduce i lavori Franco De Felice 

Prenderanno la parola fra gli altri 

Alberto Asor Rosa, RemoBodei, Franco Bonelll, 
Valerio Castronovo Michele Ciliberto, 

Giuseppe Cottura Màssimo D Afema 
Gabriele 1% Rosa Enzo Forcella Pietro Inoraci 
Claudia Mancia Maria Luisa Mangimi 
Giorgio Napolitano, Massimo Paa, 

Claudio Pavone, JensPetersen 
Alessandro Pizzomo Alfredo Reichlin, 

Stefano Rodotà, Gian Enrico Rusconi 
Paolo SylosLabini Walter Tocei 
Lucro Villan Rosario Villan 

SABATO 18 FEBBRAIO DALLE ORE 9.30 ALLE ORE 17J0 

Sala conferenze della 9DI Palazzcttodi Venezia PazzaS Marco 

_ .. . Per itifonimncui . 

Segreteria Fonda/ioni muto Gramsci Tei 06/6834010 6S8U1628 


AZIENDA U.S.L DI IMOLA 

Avviso di gara 

l Aitano. USI noe. s noima <W a CX- Ce. 92/50 sogusnli Iterazioni pnzale 
t| AIU.IU .9$ stanzialo n elruNu a fon a dalla Olita par a turmoni di Canno rastdans Ma 
Soc o-f sfrktai vo pur r> io paranti dim#s« in via spftrlmentate ria rOsp&d&Je psichiatri 
co portatori o hem^cap psjcc-hsico Peno*» 1W9S 31/5*98 Importo presunto eroa- 
1 » ri L 1 903 000 000 (Iva esclusa) 

2 ) AMvrth osusienziale «n siruituia tanna Gallo Dillo por lo lungoni Cenilo 'esHJeo 2 *ie 

Socio nata IS 1 IV 0 WH 15 paz enii d mees m vw eptamvntao OaA Ospedale pWchleln 
co con problematicne «achlatr che e con prevalenti tasoqm ri nati nailon© o d socialii? 
Z 02 »one Penorio 31/5 &8 Importo presunto inennale <S L 2 &50 OOO OfK) (Iva 

•sciata) 

3) Atteri* asais’enziate in siruiiure tornito dalia Olila t>w la funrwo* di Centro astoentlnfe 
Soaorifihlnat vo per n to peztenii d messi m «a spe< memale riairOspotìal» pwchleirt- 
co poriaiorr d rtanfreap palco ideo Ponotto 1#8/9S 31 ««8 n^iorio presunto toano#* 
te di L 1 900 000 000 (iva esclusa) 

Le tìnto m&resuie dovranno (a porvera e all Azienda U S l rii moia Sevizio Aurato 
Economali © {fc App.ovvlglijnamento P.to G ovarrv da le Bartoo N«a n 11 4002* Imola, 
•rrtre a non olir© le ore 12 del & 3 /PS le ctomenrie A partenperem» iq4&i$ *> carta legate 
La procedura rii agrori &>z one 6 a «6 quote stoDima dai ari 71 lati b) deilo L R Em Ito 
Romagna n 22/80 

li Den*j miegtala è sialo puob tceio sute Gazzetta Ulhc ale ctote PepoDblca He «ni rial 
i&8 96 n 41 e nwaio airtjftcto Pubbteainora Ufhc ai rie ito Cae n dato 0 Isbùr&k) I9&5 
_il RESPONSABILE DEL SERVIZIO Dori CfeudlD Unioni 


lee-'Ap Le spettatrice col Rita éaBeeh mmuiao 


«Basta con le donne e i neri» 

Referendum in California per abolire le «quote» 


L'America é stanca delle leggi che proteggono le donne, 
inen 1 portoricani Le cosiddette «azioni positive» quelle 
norme che stabiliscono che, a parità di titoli, le donne e 
te minoranze hanno piu dmtto ad avere un lavoro Due 
professon dell Università di Berkeley stanno raccoglien 
do le firme per un referendum abrogativo I sondaggi di¬ 
cono che vinceranno E la discussione si e allargata a 
tutti gli Stati Uniti Anche 1 democratici sono divisi 

Da» xosr/io coBBiSPPWcewTE _ 

' >imoiAMM«im 

■ NEW YORK. Basta Con le prole tizia le istituzioni scolastiche Sla 


zlonl speciali dello Stato a lavora 
dei neri e delle donne questa è la 
paiolo (I ordine Due professon 
universitari di Berkeley hanno deci 
so di lanciare una crociala contro 
le leggi sulle cosiddette azioni po¬ 
sitive" EI sondaggi di opinione di 
cono che 1 due protesson sicura 
melile vinceranno Adesso stanno 
raccogliendo soldi e firme per te¬ 
nere un referendum In California 
ma punlano a qualcosa di più a 
fare di questa battaglia uno dei ter 
rem caldi delle presidenziali del 
I anno prossimo 
Le cosiddette azioni positive 
suno una sene di nonne che rego¬ 
lano in Amenca i dindi delle don 
ne del neri e di tutte lo minoranze 
etniche nell accesso al lavoro Na 
turalmenle riguardano solo gli un 
pieghi nel settore pubblico Soprai 
tutto I apparato governativo la po 


bllisconoche a panià di moli una 
donna o un nero o un esponente 
delle minoranze latino-americane 
ha maggior dittilo all assunzione 
rispetto a un bianco o a un ina 
schio In alcuni casi dispongono 
anche le quote cioè le pereen 
mali minime di assunzione per 
donne neri e latinoamencam Le 
disposizioni sulle azioni positive 
sono del 72 e tanno patte di una 
normativa più generale quella del 
le "pan opportunità che e ancora 
più vecchia fu introdotta da John 
soli nel 64 nel pieno della grande 
offensiva contro il razzismo Ce 
sempre stala una fortissima batta 
glia su queste nonne Molli ricorsi 
alla Coite suprema semenze aller 
ne battaglie campali in Congresso 
Finora avevano sempre vinto ihbe 
rat che consideravano queste noi 
me una roccaknte di ogni pnnci 


prodiOTirtanetà 

Ora I iniziativa dei due professo¬ 
ri di San Francisco omette tutto In 
discussione I due sono Glyn Cu 
sired sessantenne antropologo 
dichiaratamente reazionario e il 
suo coetaneo Tom Woods filoso 
lo dirigente di una associazione 
accademica californiana partito 
laimenle conservatrice Naturai 
mente sono repubblicani 

Ifo Mosofo ctxnenatora 

Il professor Wood dice che se a 
novembre i repubblicani hanno 
vinto le elezioni è perette hanno 
latto II pieno dei voli dei maschi 
bianchi E questo si sapeva E dice 
che i maschi bianchi hanno votato 
per Glngnch perette non ne posso 
no più delle 'azioni positive -Tra 
quei maschi bianchi anabbiati ha 
dello in una recente intervista ci 
sono pure io perchè pure io ho 
sentito ri pungiglione della legge 
anni la vinsi il concorso per un in 
carico di insegnamento ma fui 
esteso per colpa del mio sesso e 
del colore della mia pelle Luomo 
bianco è un verme’Bene il verme 
si ribella» 

Ora Woods e Custered stanno 
cercando i soldi e le firme Un mi 
lione Un milione di dollan e un 
milione di firme Sembra che non 
inoontnng nessuna difficolta Si 
tratterà solo eh decidere quando 
consegnarle e su che data puntare 
per 11 referendum marzo 96 e 


cioè in coincidenza con te prima 
rie in California o autunno 96 e 
cioè m coincidenza con te elezioni 
generali e le presidenziali’ 

Il lesto della proposta dei due 
professon che sarà sottoposte a 
referendum è breve e semplice 
Dice cosi *Nè lo Slato della Califor 
ma nè qualunque istituzione pub¬ 
blica nè te agenzie dello Stato po¬ 
tranno considerale mal la razza o il 
sesso come ostacolo o vantaggio 
Individuale o di gruppo nell acces¬ 
so al pubblico impiego» Tulio qui 
Ma è bastalo ad apnre una discus¬ 
sione che sta diveniando accesissi 
ma. si è già allargala a lutti gli Siali 
Uniti coinvolge la politica e il 
mondo religioso riapre qualche 
tenia razzista 

•Il bianco si rtbella- 

TVa i repubblicani per la venia 
non cè molla discussione Sono 
tutu d accordo cor due protesoli di 
Berkeley Molli repubblicani anzi si 
chiedono come mai nessu no si era 
mosso puma La lotta è Ira i demo 
ctalici Si sa che II presidente Clin 
ton ha dato ad una commissione 
di esperii il mandato di esaminare 
la questione Perche nel suo parti 
to e anche in setton sicuramente 
di Sinistra del suo partito Ikteache 
te azioni positive' abbiano latto il 
loro tempo sia tacendosi strada 
Susan Eslnch professoressa di leg¬ 
ge in California e veterana di fotte 
te battaglie per i diritti civili ha del 


to m una recente intervista che tei 
non ha mai pensato che le azioni 
posilhe" potessero essere eterne 
•Sono senile a rompere degli equi 
libri ma torse ora e venuto il mo¬ 
mento di superarle ha dello E 
soprattutto il momento di trovare 
un altra via per proteggere te mino¬ 
ranze senza discnminazloni» 

Nel partilo di Clinton sta pren 
derido colpo un idea che potreb¬ 
be mettere d acconto intransigenti 
e revisionisti quella di modulate 
la normativa mmodochelepiole 
zumi non riguardino più il sesso o 
la razza ma solo II reddito Prole 
zione per i piu poveri Potrebbe 
esssere una mediazione ragione¬ 
vole Anche perche se non cl sarà 
una mediazione il partilo demo¬ 
cratico rischia di lacerarsi sena 
mente Al momento la sua compo 
nenie nera è al gran completo con 
iraria ad abbandonare la difesa 
della legge Jesse Jackson sla stag¬ 
giando in lungo e in largo per la 
California e organizza i comitali 
per la resistenza E WUIi Brown 
presidente dell assemblea della 
California nero democratico ha 
attaccato duramente il capo del 
suo partilo Bill Press. Gli ha dello 
•Ascolta Bill io sono abbastanza 
vecchio per conoscere i modi coi 
quali il nostro partilo cerca di so 
prawnvre Ma socio anche abba 
slama vecchio pei sapere che non 
sopravviverti se lascia cadere i suoi 
principi ■ 


La rivoluzione Ibm si mette in jeans 


■I NEW YORK La foto sulla prima 
pagina dii New York Times (7 feb¬ 
braio! è di un uomo intorno al 
quartini anni Porta un palo di 
icans neri un gollone bianco tipo 
pescatore troppo torio c troppo 
slretto per uno che ha messo su 
peso e un vero eskimo d annata 
Indossa un cappotto di lana di 
quelli che si tirano sugli occhi ni 
caso di rapina in banca occhiali 
affumicati rotondi e stivaletti con 
liorchio 

Viene in monte prima ancora di 

a re I articolo i Ite accompagna 
o che probabilmente è I en 
neslmo stona di un senzatetto chi 
suona il sassofono nella monopoli 
lana newyorkese Oppure è la sto 
ria di un profugo detta ex Jugosla 
vi i laurealo in filosofia chi guido 
un taxi e cerca una vfia decente 
Ha una faccia iniclllgr me uria l>ar 
li i poco curata ■ una irascuratcz 
za nel vpstireclic (acapire almeno 
una tosti quello ibi coni» per 
questa persona è la xopnwtveii 
za 

A sinistra tli liti figo r è si ritto <1 
svini, neri invali ino il grandi blu» 
l un molo mistt misti soprattutto 


K r il cui Yoik Times, giornale di 
ti Allora chi è questo signore 
dall aria awenlurosa dieci guarda 
dalla prima pagina del quotidiano 
piu importante d America’ 

Si chiama Jonathan Bick Ha 
Mime dimostra quarantanni Non 
è né un senzatetto né un profugo 
È un avvocalo che lavora nel scivi 
zio legale detta mullina/ionalc b 
Ibm 

Il mistero comincia i chiarirei 
La Ibm è chiamata -il grande blu 
perc hé il blu è il colore bandura rii 
quell azienda I icans nen die in 
radono i corridoi degli uIlici e dii 
laboratori sono 1 avanguardia dilla 
nvotuzione C è una rivoluzione al 
lu Ibm Nel vesuri La mutlimzto- 
nale ha iniziato ima nuova ipma 
Dal 7 febbraio ognuno puf) vosi irsi 
come vuole Bisogna montare iht 
di tempo immemorabile limitar 
mi »Brooks Brothers- cioè un « 
sfilo ir «temale e mnservatore 
grigio scuro camma bianca o az 
zumi con I«fiore mi è sentore st i 
lo il simboto delia Ibm Dì colpo 


AUCIOXMAH 

tutto è cambiato Eccone un esem 
pio vivente Jonathan Bick vestito 
-in libertà- va at lavoro atta Ibm 
baluardo fmo a fon dell uomo uni 
forme La toro è interessante per 
ché ci dimostra I interpretazione 
dellook-casual" nel pomo giorno 
della moto ione Cè un mistero 
da chiarire Perchè il signor Bick 
dellulficiu legale della Ibm ha 
scelto un .|»k* da senzatetto di 
soccupato’ Non avrebbe potuto 
mettere semplicemente una gire 
la sportiva i una camicia colorata 
anche con I eskimo ma almeno 
senza il cappello di lana tipico del 
la rapina in banca’ Jonalhan Bick 
ha detto -Ho un armadio pieno di 
vestili 8rooks Brothers Ho solo 
abifida lavoro 

Pir molti uomini americani co 
me il signor Bfek il vestirsi è tutto o 
mente O vanno in iiIIicki o non 
vanno in ufficio Non i 6 una via di 
mezzo fra 1 ufficio e lamio liosid 
delti rasi ni del tempo libero del ti 

K quarantenne americano non 
io niente a che fare con il 


-giunge- Non appartengono nep 
pure ai filone del -neopauperi 
Sino- tipico dei ragazzi ricchi in 
ispirano piuttosto al modello -va 
gahondo urbano lancialo dai do 

cudrammi televisivi 

Cè pere una domanda da lare 
le donne Come devono vestirsi te 
donne nella nuova Ibm della nvo- 
luzione’ Il eie York Times non ci la 
vedere foto di una lei che va al la 
voro Per una donna la moda non 
è mai siala democratica Lui vesti 
to da barbone dietro la sua scriva 
ma è un -creallvo- Ma che cosa 

succede se lei in vena di libertà 
decide di indossare un pullovenno 
aderente tipo Kim Basinger e una 
minigonna oppure maglietta c 
leans da moto-gang’ (totalmente il 
lui baibone creativo ci ta un pon 
siero E non è necessariamente un 
pensiero che morda la sorella o la 
mamma 

tlfattoècheladonnasexy miri 
fido è una creazione di Hollv 
wood tl mondo del cinema da 
•Attrazione fatale a "Rivelazioni-ci 


dimostra che c è un codice del ve 
stire per lei La cattiva è sexy La 
buona e androgina o materna 
Non c è mente che Hollywood te¬ 
me di piu di una donna in camera 

che sia anche sessualmente indi¬ 
pendente 

La Ibm vuole essere al passo 
con i tempi Forse ha pensato che 
chi va in ulficio vestilo da senzalet 
lo ha le sue ragioni si prepara per 
un futuro in Cui nessuno amvera 
alla pensione II -neo barbane» si 
abitua anche attraverso il guarda 
roba al fatto che potrebbe essere 
licenzialo da un momento all altro 

Per una donna in questo scena 
no meglio essere contronvoluzio 
nana Ci vogliono casual’Tutte m 
tailleur blu scuro Quando nova il 
momento dei licenziamenti force 
manderanno via |)er pnmi i neo 
barboni cicalivi Le donne sanno 
che la moda è un giovo Meglio 
non giocare sul posto di lavoro 

Metterei -in libertà» è una trappo¬ 
la Perciò niente leans mente mini 
gonna niente maglietta “fi va al la 
voro in chador o con il tailleur da 
donna avvocalo 












Venerdì 17 febbraio 1995 



Georg# PM«*I 
gowmMore 
MI» Stato 
dlHtwYorii 



LA PENA DI MORTE NEGLI STATI UNITI 


L* lefltluloni in iriflw* sul tsnltorio unerlcano 


Stato dova la pana 
di morta a Iliaca 



1976 1977 197» 197» 19*0 1991 1993 1963 1964 1966 1996 1967 196» 1969 1990 


1999 19*3 19*4 


La Grande Mela cede al patibolo 

Pronta la legge che ripristina la pena di morte 


Il governatore di New York Pataki ha trovato I accordo coi 
leader del Senato (repubblicano) e dell assemblea dello 
Stato (democratico) per la remtroduzione della pena di 
morte Lo Stato di New York tradizionalmente liberal di¬ 
venta cosi il 37" stato americano che prevede la pena di 
morte Ora solo negli Stati del Nord (esclusi Montana 
Mhao e Washington) non c'è la torca Resta una possibili 
tè che la legge sia fermata in Corte d appello 

_ DM- NOSTRO COUflaPONOfeNTe 

SMINO SSN90N9TTI 


ai NEW YORK. New York la capi 
late del liberal e degli intellettuali 
adesso è come Dallas, come Hu 
slan come le altre diradine del Te 
xas roccalonl dei cow boy torcalo 
Il Dopo 18 anni toma la pena di 
motte Ica é Malo lumaio I accordo 
ira II governatore George Pataki e I 
leader del parlamento dello Stalo 
La legge sari approvala nei pressi 
mi giorni La prima vidima proba¬ 
bilmente cadrà entro la fine del 
I anno o all Imito del prossimo Sa 
rà ucciso con il veleno un Iniezio¬ 
ne letale L ullimo condannalo a 
morte nello Stalo di New York era 
slato brucialo sulla sedia eletlenca 
il ani» la nel marzo del 63 Si 
chiamava Eddy Mays aveva tren 
l anni ed era slato condannalo per 
avere ucciso una donna durante 
una rapina ad Harlem Da allora 
più nessuna condanna per nove 
anni Poi nel 72 la Corte suprema 


degli Stali Uniti aveva dichiaralo in 
costituzionale la pena di morte 
Quando nel 76 ei npenso tu la 
Code d Appello dello Sialo di New 
York a respingere la legge volala 
dal parlamento Da allora ogni 
due o ire anni il Parlamento di New 
Yoik vola per il ritorno della (orca 
Ma finora ogni volta pumualmon 
te il governatore ha messo il velo 
Nel 78 e poi nell 81 II veto lo mise 
Il governatore Carey Poi nei I2an 
ni successivi tu Mario Cuomo a 
opporsi alla legge A novembre 
Cuomo ha pereo le elezioni e le ha 
vinte Ceroge Palaki cinquantenne 
aliarne ricco mollo yankee Ha 
vinto la campagna elettorale esat 
lamento con quesia promessa vi 
datò di nuovo la sedia elettrica 
Non è nuscilo ad avere propno la 
sedia elettncd ma si è aecontenato 
dell iniezione mortale 
Palalo ha dovuto combattei? 


contro molu contrattempi Intanto 
l ostruzionismo del democratici al 
la assemblea Malate Che perù ha 
piegato con questo ricatto -Se Irai 
tale posso lare uba lecer pnt per 
missiva se vi opponete ho i voli 

per impone una legge dunssima. 
Manonèstatosoloquestoncaltoa 
convincere il leader democraltco 
Sheldon Silver a cedere ha ceduto 
perche sa benissimo che I opinio¬ 
ne pubblica dello Staio è tolta fa 
vorevole alla pena di morie Solo 
nella città di New York la maggio¬ 
ranza e contrana II secondo osto 
colo che Palaki ha dovuto affronta 
re é stalo quello dei comi Già per 
che sembra che la pena di morte 
costerà allo Stato più di quello che 
le sarebbe cosato mantenere I e» 
gasloto come massima pena Per 
chè’ Perchè nella trattativa coi de¬ 
mocratici Pataki ha dovuto conce¬ 
dere una serie di garanzie sui diritti 
dei più poveri collegi di difesa a 
spese detto Stalo selezionati e 
qualificati possibilità di appelli 
esami delle capacità mentali ec 
celerà Tutto ciò costa molti dolla 
n Anche perche la possibilità che 
I imputalo che nschia la condanna 
a motte sia povere non è un ecce 
zione i condannali a mone sono 
sempre poveri in Amenca E cosi 
tallio giorno Iaccordo stava per 
saltare per molivi contabili Fbi Pa 
laki ha trovato la soluzione politi 


ca Ha dichiarato ai giornalisti -No 
ho fatto i conti e non è vero clie ci 
sarà un costo aggiuntivo per lo Sta 
to è vero che la pena di mone co¬ 
sterà dèi soldi ma privi ni -inrtn 
dei soldi Qual ' Quelli che nspiar 
meiemo ni spese per la giustizia 
dal momento che certamente I in 
iroduzione della pena di morte 
avrà un valore di deleirenza e ri¬ 
durrà molto la crrminalilà nello 
Stalo E cosi ha risolto la questio¬ 
ne Non dando retto ai paren degli 
esperi che hanno escluso la possi 
brilli di una sigmlicativa nduzione 
del crimine 

Ora per Palaki resta un ultimo 
ostacolo la Corte d Appello di 
New York. È composta tutta da giu 
dici nominali da Cuomo Tutu mol 
to liberal e contrari alla pena di 
morte Sarà chiamala a giudicare 
sulla costituzionalità della legge le 
pnma volta che dovrà esaminare 
un ncorso Cioè presumibilmente 
subito dopo la prima condanna 
Fine 95 o pnmi del 96 Potrebbe 
trovare un cavallo coslitozionale 
per far decadere la legge E quello 
che sperano gli oppositon di Pala 
ki Lui Invece dichiara che spera 
che la sfida Cosituzionale non ci 
sarà mai Come’ -Chissà magari il 
so lo fallo che la legge c è scorag- 
gerà i uimmali e la legge reslerà 
inapplicato per mancanza di deli! 

li * 


Mississippi 
Schiavitù abolita 
con 130 anni 
di ritardo 

Damato Mio rtato Art 
MtMsMppL ha votato 
MI mMMtUfMM dotto 
abrogazione detta schiavitù 
approvando laratMca dot 13' 
smand—airta dolili c o sti U ntone 
dog* Stati Uniti con 130 amili* 
ritardo. La pagina «tatto atto avito 
conuiupia no» è ancora ehkiaa In 
q aoato alato dal sud eh* pili <» ogni 
Miro Ira una pessima reputazione 
nel campo del rapporti tra Manchi 
a nait II voto ora passa afa camera 
dal rappresentanti solo allora a 
Mbatssippi sarà ugnate allatti! 
«tati deir aa Ione. Anche aa II voto * 
puramente Maibeleo, a laador dai 
gngrpo del parlamentari neri he 
detto che questo è un passo modo 
Importaste-porche mostra etra 
abbiamo messori passato alle 
nostre «patte-. I Mississippi fa uno 
degl attimi stati a porre fine Mia 
di tcrimfeuzlone razziale, nega anni 
'90, ed « considerato uno dei 
tuogli pki ospita» per gK 
estremisti del Ku Min Klan.il 13* 
emendamen t o fu ratificato noi 
IMS, un anno dopo to Ano delia 
guerra di «scasatone Mail 
Mesiesippl aveva sempre rifiutato 
d prenderne atto. 


Missioni di pace, una sconfitta per Clinton 

Guerre stellari 
Battuto Gingrich 

Scontri incrociali alla Camera dei rappresentanti Usa 
dove la maggioranza repubblicana prima ha votato 
nuove misure per limitare la partecipazione degli Usa 
alle missioni dell Onu, poi è stata sconfitta - per l'assen¬ 
za di 24 deputati - nel voto sull articolo che avrebbe ob¬ 
bligato Clinton a presentare un nuovo piano di difesa 
antibalisQco (le cosiddette «guerce stellan») È la prima 
vera sconfitta parlamentare di Newt Gingrich 


OAlNOSrBOINVIATO 

MA99IMO OA VALLIMI 


■ CHICAGO -Nessun albo toma 
vede il partito repubblicano più 
companamento unno del principio 
della difesa della Nazione contro 
un stracco missilistico - Questo 
scriveva Ire giorni ta in uno del 
suoiedilonah il Wall Sire# Journal 
E questo è ciò che mercoledì sera 
e di latto accaduto nella Camera 
dei Rappresentanti a dispetto del 
le previsioni di molli - e con gran 
de sollievo dei più Wall Street Jour 
nel compreso - oltre una dozzina 
di deputati del Grand Old Party (in 
pratica la quasi totalità dei -mode¬ 
rali*) ha rollo la disciplina di parti 
to votando contro I articolo di leg 
geche imponeva alla presidenza il 
pronto varo d una versione aggior 
nata delle «guerre stellan. di reaga 
mana memoria Risultato finale 
218 voli contro 212 a favore Pro 
posta cassala Per la nuova mag 
gioranza repubblicana nella House 
of Representatwes - e per il suo lea 
der Newt Gingnch - sé trattato 
della pnma significativa sconfitta 
pai lamentare 

Una sconfitta nemmeno troppo 
addolcita dal successo su un albo 
fronte della battaglia repubblicana 
alle spese militari la Camera ha 
approvato un pacchetto di misure 
per ridirne 1 impegno economico e 
la partecipazione Usa alle missioni 
dell Onu Ma quel che piu ha con 
lato len è stata la battuta d arresto 
del posar im n di Cmsncl I irti 
colo boccialo sulle -guerre stellali- 
era un nkfvame capitolo de| fidsid 
detto IVolional Secunly Reutalao 
iton Act Se appnv-aio da Camera e 
Senato infatti quell articolo avreb¬ 
be «concesso* al presidente non 
piu di 60 giorni per presentare al 
Congresso un nuovo piano di dife¬ 
sa antibalistca Ovvero per definì 
re un progetto d -arma assoluta- 
capace di proteggere il temtono 
nazionale da ogni attacco missili 
suro esterno Da chi potesse venire 
una tale minaccia non era chiaro 
E le ipotesi mlormalmento avanza 
ve dai promotori nel corso del di 
battilo - Libia Iran, Iraq Corea del 
Nord - erano tutte apparse tanto ri¬ 
sibili da neccheggiare vere e pro¬ 
prie sfide al -senso comune, di 
questo dopo-guerra Iredda Chra 
rissima invece era subito apparsa 
la fonte d ispirazione storica della 
proposta quel programma di 
■guerre stellan- che - risortosi m un 
clamoroso buco nell acqua - ave 
va a lungo nempito I sogni di -im 
battitntóà. deb AmnwusJrazione 
Reagan e svuotalo i forzieri del Di 
paramento alla Difesa (36 miliardi 
di dollan buttaU al vento in pochi 
anni) 

Piuttosto ovvie le obiezioni degli 
avversari della legge Lo «scudo 


stellare. - hanno ribadito - rappre¬ 
senta un ulopta scientifico-politica 
E non trova più alcuna giustifica 
ztone nei fatti L impegno di ricerca 
deve oggi concentrarsi non sull I 
potesi d'un attacco missilistico 
contro gli Usa - attacco impossibi 
le per almeno dieci anni come ha 
recentemente affermalo il segreta- 
no alla Difesa Perry ma su quello 
d una guerra locale Vale a dire 
deve guardare soprattutto al pro¬ 
blemi d intercettazione e distrazio¬ 
ne dei cosiddetti -missili di teatro- 
analoght a quegli Scud che tanto 
fecero parlare di sè durante il con 
fimo del Golfo E età soprattutto se 
si considera che gli Usa già stanno 
spendendo 400 milioni di dollan 
all anno per rafforzare la difesa an 
tibalistica dei tendono nazionale 

Una tale argomentazione ha 
come si è visto finito perconvince- 
re anche un buon numero di re¬ 
pubblicani E tuttavia sbaglierebbe 
chi pensasse che la proposta di rie¬ 
dizione delle .guerre stellari- appe 
na battuta fosse soltanto una sorta 
di bizzarro omaggio alle nostalgie 
reaganiane della destra repubbli 
cana Se valutala nel contesto del 
Nanona! Secunly Revitalizaltoti Aa 
intatti essa appare piuttosto co¬ 
me il logico riflesso d una politica 
neoisotaziomsta Mette la garan 
zia di -impenetrabilità- dei tendo¬ 
no nazionale non è a conti fatti 
ri e 1 1 1 igk a p orni ss i di un ni r< 
degli Usa dagl sceoan intemazio¬ 
nali O meglio la condizione per 
I abbandono del -mulnlatefalistno» 
che in quesn anni, ha caratterizza 
to - attraverso I Onu - la gestione 
delle crisi che scuotono il mondo 

Per questo al centro della propo¬ 
sta repubblicana si trovano una ri 
chiesta di forte limitazione della de 
screzionalilà presidenziale in ma 
lena di mobilitazione militare e 
I imposizione d una drastica ridu¬ 
zione dei contnbuti finanziari alle 
missioni di pace delle Nazioni Uni 
te Sotto I ombrello della nuova 
tegge Clinton potrebbe- porre le 
truppe Usa agli ordini d un coni-in 
do non americano - cioè parteci 
pare ad una operazione gestita 
dall Onu - solo in caso di -diretta 
ed immediata minaccia alla sicu 
rezza nazionale- E gli Siati Uniti si 
vederebbero obbligati a dedurre 
dai propri contributi alle Nazioni 
Unite tutte le spese militan soste¬ 
nute sul campo 

Clinton ha definito la legge re¬ 
pubblicana «un tentativo dv spo 
girare la presidenza dalla propria 
responsabilità di guidare la politica 
Intemazionale* Ed ha lasciato 
chiaramente trasparite la possibili 
là di un veto II voto sull intera leg 
ge era previsto per ten notte 


John Martin, 21 anni, era stato investito il 2 febbraio scorso a S. Francisco. Per i medici era spacciato 

Staccano la spina, lui si sveglia dal coma 


NOSTRO 8EW1ZKÌ 


A Chicago candidati ex detenuti 

Cinque ex carcerati 
tentano la scalata 
ad un seggio comunale 


■ I medici erano convinti che 
John Martin 21 anni da qualtordi 
il giorni in rianimazione non ce la 
potesse lare L eìettroencelalo 
gr-tmma era piatto Ogni speranza 
perduta Cosi avevano chiesto ai 
genitori II permesso per staccare la 
spina dell Impianto di rtanimazio 
ne "Smetterà di soffrire- avevano 
detto Ma gli spet lalisll del Mann 
General Hospital d San Francis o 
hanno dovuto ricredersi Perché 
lohn una volta staccata la spina si 
è -svegliato- C uscito dal -sonno 
profondo- ed ha balbettato qual 
cosa «Ila madre parole Incom 
lircnsiblll come sempre accade In 
questi casi tradotte dalla signora 
dulie Christine In un -il voglio be 
tic- 

Vuoi per ulta rottura della mac¬ 
chili» per I elettroencefalogram¬ 
ma vuol per un banale errore di 
diagnosi lori a San Francisco si è 
gridato al miracolo Net giro di 


qualche ora John Martin ha ripreso 
conoscenza Certo o vorranno dei 
mesi prima che il ragazzo tomi alla 
normalità ma i medici già hanno 
annunciato che dopo un dura te 
rapia di riabilitazione potrà nuova 
mente camminare Accade spesso 
anche in Italia die un paziente in 
stalo di coma si -svegli* senza che 
nessuno se ne accorga E questo 
perchè i segni del -nsvcglio. non 
sono sempre cosi evidenti -Se ci 
sono speranze si vede già dopo le 
prime settimane di coma spiega 
la neuroioga Rita Forni isa no det 
I associazione-Arco 92-che si oc 
cupa del recupero dei |>ost coma 
tosi - Esistono dei segni precoci 
che possono essere predittivi Diffi 
ule elencarli Se un paziento si toc 
ca continuamente i gemini! se si 
agita morto se rcagisi e quando si 
pizzicano alcune parti del corpo 
Ci sono ragazzi che sono già svegli 

ma I medici continuano a crederli 


in coma magan perche non pos¬ 
sono pariare 0 muoversi Loro in 
vece capiscono tutto quello che 
dici- Nel caso di John questi segni 
non c erano O forse non sono stati 
notati 

La vicenda di San Francisco 
riaccende il dibattito in Usa sui ctt 
teri con i qu ili viene deciso se 
mantenere o meno un paziente in 
vita con II respiratore artificiale -I 
medici - ha rai contalo la madre di 
John Julle Chnsrtne - mi avevano 
detto che ogni speranza era perdo 
ta e allora ti avevo autonzzali a 
staccare la spina È stata la decisio¬ 
ne piu difficile che abbia mai pre¬ 
so Da quel momento non ho la 
sciato un attimo il tetto del mio ra 
gazzo Credevochc sarebbe passa 
lo a un altra vita c Invece si e sve 
girato mi ha accarezzalo i capelli- 

Il 2 febbraio John Martin ero sta 
to investito da un auto davano al 
1 albergo dove lavora I Hottday Inn 
di San Rafael nella baia di San 
Ftanclsco Da quel momento non 


aveva pirt ripreso conoscenza Nel 
giro di 12 giorni era siato operaio 
due volte al cervello per rimuovere 
un coagulo di sangue e per allevia 
re la pressione Domenica il duet 
loie del reparto dove John era nco- 
vetato nel Marin General Hospital 
di San Francisco ha avvertilo la 
madre che lutto era perduto Len 
cefatogramma era praticamente 
piatto II respiratori è stato slacca 
to e la latragli.-, ha cominciato a 
preparate i funerali II padre del ra 
gazzo John Martin senior che è 
separato dalla madre da oltre 10 
anni ha preso 1 aereo da Filadelfia 
per Sin Francisco convinto che 
nontofwiebbepiù'nsKivwo Inve¬ 
ce quello stesso iiomenggio John 
Ira nconosciulo li madre elle gli 
slava al fianco-Fi voglio bene ii 
peleva la donna pensando che 
egli min udisse più In un sussurro 
il ragazzo ha balbettato qualcosa 
in risposto -Ti voglio bene an 
eli io -Mio figlio sta guarendo ha 


annunciato ten Julie Chnstine 
somde e cambia i canali detta tele¬ 
visione Ha voluto che gli mettessi 
reo una maglietta con il volto di 
FOireslGump Paria piano ma si fa 
capire Dice di aver fame e ha chie¬ 
sto una Pepsi Cola che t medici gli 
Iranno proibito- 

Lunedi piassimo John sarà tra 
stento in un centro di nabilitazio 
ne dovrà reimporare a cammina 
re a portare a camminare propno 
come un bambino piccolo I medi 
ci pensano che nel giro di sei mesi 
il ragazzo |xisso recuperare quasi 
tutte le sue funzioni È importante 
potò che le terapie r abilitarne co 
minano subito piu il tempo passa 
e meno possibilità ci sono di toma 
re alla nonnalità -Quando aveva 
sei anni - ricorda la madre - ha 
molto una novella la stona della 
sua nascita che finiva con queste 
parole e successa una cosa bellis¬ 
sima sono venuto al mondo Cora 
è come se fosse nato una seconda 
volta- 


m WASHINGTON È partita la «ca 
lata di ex detenuti verso il consiglio 
comunale di Chicago Alle prassi 
me elezioni municipali partecipe 
ranno ben cinque candidati che 
hanno scontato pene di piu di un 
a nno per gran reali penali 
Il fenomeno ha attirato Intlen 
zione di George Witl tra i piu quo 
tali commentatori politici di fede 
conservatrice che ha dedicalo icn 
un fondo sul Washington Posi alla 
vicenda di Wallace «Gator- Brad 
lev un ex detenuto molto attivo 
netta irangia più radicale de) movi 
mento dei nen che è stato ncevuto 
dal presidente Bill Clinton alla Ca 
sa Bianca Gator, candidalo per il 
seggio della terza circoscnztone fu 
condannato nel 1974 per rapina a 
mano armata mentre era in libenà 
vigilata per altre due rapine -Ga 
lor> ha ottime probabilità di essere 


eletto 11 consigliere comunale in 
carica e DorothyTillman nomina 
ta nel 1984 dal sindaco Harold Wa 
shmgton dopo le dimissioni forzate 
del consigliere Tyrone Kenner 
condannalo a 20 mesi di prigione 
per eomizione (aveva accettato 
tangenti per oltre iSnnla dollan) 
Anche Kenner si è presentalo o 
così due dei cinque ex detenuti 
candidatisi notte elezioni appar 
tengono alta tenui circosct izioue 
Non prnpnameme lusinghiera la 
definizione scelti per questa zona 
di Cnicago dall commentatore del 
Washington Post Le probabilità di 
spuntarla a questa tornata olctlora 
le da pane degli ex detenuti à an 
che fondata secondo George Will 
sul [atto che la terza circoscrizione 
è «una calamità di case popolari*c 
uno dei più violenti quartier di Chi 
cago 


V 




























il New York Times: in irak arsenali biologici 

«Tecnologie italiane 
nelle anni di Saddam» 


Rabin toglie i sigilli a Gaza 

Il vertice con Arafat sblocca il negoziato 


Il «muro di Erez» mostra le prime crepe: da domenica 
Israele riaprirà gradualmente le frontiere con Gaza e la Ci- 
sgiordania. chiuse dopo la strage di Beit Ud. È quanto 
emerso dal vertice di ieri tra Yitzhàk Rabin e YaSser Arafat: 
lBmila pendolari palestinesi torneranno al lavoro. Tra un 
ihese nuovo summit per verificare l’andamento delle trat¬ 
tative. Stalo d’assedio a Hebron, mentre a Gerusalemme 
«sparisce» un soldato israeliano: suicidio o rapimento? 


UMIMTO M WOVSMSMMU 


m tl muto di Ere*» mostra te sue 
prime crepe, attraverso le quali 
passa II dllflclle rilancio del proces¬ 
so di pace lsraclo-patesUnese. Da 
domenica prossima Israele avvierà 
la riapertura graduale delle aie 
Irontiere con Gaza e la Cisgìorda- 
nla: è quanto emerso dal vertice di 
ieri tra Yltzhak Rabin e Yasser Ara¬ 
te». «Non è tutto CIO che chiedeva¬ 
mo ma è comunque meglio che la 
scorsa settimana», allenila Abu 
Alaa, Il ministro palestinese dell’E¬ 
conomia che ha a mancato Aratai 
nell'Incontro di Erez -Riapertura 
graduale» delle frontiere significa la 
possibilità per 15 mila pendolari 


palestinesi, di età superiore ai 30 
anni. (IO mila deila Striscia di Ga¬ 
za e 5 mila della Cisglordanla) di 
poter tornare al lavoro: »E questo - 
sottolinea ancora Abu Alaa - può 
allentare la tensione e it malessere 
Ira I palestinesi di Gaza» Israele, 
aggiunge il -banchiere dell'Olp». 
ha accettalo anche di lasciar pas¬ 
sare orni gtorno 120camion di Ga¬ 
za e 50 della Cisniofdania per tra¬ 
sportare prodotti dei Territori in 
Israele. 

Avanti adagia 

Insomma, •avanti, adagio-: è 
questa la filosofia che ha dominalo 


l'incontro a porte chiuse tra Rabin 
e Aralal. Al leader dell’Olp. il primo 
ministro israeliano non ha offerto 
solo una progressiva revoca dell'i¬ 
solamento del Territori ma. per la 
prima volta, ha anche proposto di 
Itasletite all Autorità nazionale pa¬ 
lestinese (Anp) tutte le responsa¬ 
bilità amministrative e municipali 
nella città cisglonJana di Jenin (33 
mila abitanti), a condizione però 
che l'unico responsabile per fa si¬ 
curezza lesti I esercito israeliano. 
Un'offerta, quest'ultima. che ha la¬ 
sciato •altamente insoddisfatto» 
Arafai. Le parti hanno comunque 
convenuto di accellerare i negozia¬ 
ti sulle elezioni e sul ritiro deli eser¬ 
cito israeliano dai cenlri abitali del¬ 
la Cìsgiordania: le trattativa ripren¬ 
deranno lunedi al Cairo. In sostan¬ 
za. Israele Intende legare progressi 
e concessioni nelle trattative a un 
comportamento più fermo e alfivo 
dell'Anp contro 1 groppi dell'inte¬ 
gralismo islamico operanti a Gaza. 
A confermarlo à lo stesso Peres 
•Tutte le nostre aspettative e richie¬ 
ste - spiega - sono limitale a un so¬ 
lo campo: la sicurezza. Noi non 
chiediamo la luna ma vogliamo 
che l'Autorità palestinese prenda 
in concreto, nei limiti delle sue ca¬ 


pacita, tutte le misure possibili per 
prevenire il terrorismo». In questa 
direzione si muove la decisione 
dell'Anp di costituire a Gaza un Tri¬ 
bunale speciale, con il compilo di 
giudicare persone uccusate di cri¬ 
mini contro la sicurezza "Arafat - 
rivela il capo della diplomazia 
israeliana - ha riferito di sei allen¬ 
tali suicidi in programma contro 
Israele sventali in extremis dalla 
polizia palestinese- -Apprezziamo 
te misure adottate dafl'Anp - ha 
osservato in serata R3bin - ma ci 
attendiamo di più. Abbiamo con¬ 
cesso una seconda chance ad Ara¬ 
ldi: siamo comunque in tempo per 
tornare sui nostri passi» 

Stato d'assedio ■ Habron 

Lo spiraglio apertosi ad Erez non 
cancella però la tensione che per¬ 
vade In questi giorni Israele e i Ter¬ 
ritori nel primo anniversario della 
strage alla Tomba dei Patriarchi 
•Pace» è una parola pnva di senso 
in queste ore a Hebron la città è in 
stato d'assedio, le vie deserte, in un 
silenzio innaturale, sono battute 
solo dai mezzi blindati con la stella 
di David: in serata sono ripresi gli 
sconto, e un giovane palestinese è 


slato ferito gravemente dai soldati 
israeliani. A pochi eh tornelli di di¬ 
stanza, nell'Insediamento ebraico 
di Kiryal Alba quattrocento coloni 
ottranztìi hanno commemorato 
come un .santo» Baruch Goldstein, 
l'autore del massacro alla mo¬ 
schea di Hebron Accusate di «ec¬ 
cessivo lassismo», le autorità milita¬ 
ri hanno ribattuto di non poter im¬ 
pedire la cerimonia, trattandosi di 
un -rito religioso». Hanno però di¬ 
chiarato zona militare chiusa per 
ventiquattrore l'Intero distretto di 
Hebron per ridurre al minimo il nu¬ 
mero dei partecipanti alla «betifica- 
zione» di GokJstetn. In questo alter¬ 
narsi di speranza e pessimismo si 
inserisce, inline, il -giallo» di Daniel 
Rockman. un paracadutista di 20 
anni, scomparso martedì scorso 
dopo aver lascialo la sua abitazio¬ 
ne a Gerusalemme per raggiunge¬ 
re la sua unità a Hebron. In ratta la 
Gsgìordama i in corso un'impo¬ 
nente battuta per ricercare il giova¬ 
ne soldato. Suicidio o rapimento 
da parie di -Hamas»? L'Interrogati¬ 
vo si perde Ira i lato delle decine di 
posti di blocco istituiti attorno a 
Gerusalemme e nell'Intera Cisgior- 
danla 


m ROMA. Saddam si riarma? O so¬ 
no in corso grandi manovre politi¬ 
co-commerciali, tra le grandi po¬ 
tenze. per il contro! io del mercato 
iracheno mentre, per la prima vol¬ 
ta da cinque anni, si affaccia la 
possibilità di un'attenuazione del¬ 
l'embargo contro l'irak? 

Queste due ipotesi s imrawedo- 
no sullo sfondo del nuovo •scanda¬ 
lo» del quale il New Torri Times 
narra i particolari. Secondo Wil¬ 
liam Salire, autorevole columnist 
del quotidiano americano «fonti 
dell'lrak affermano die tra gli im¬ 
pianti nascosti per la produzione 
di germi della peste vi sono vasche 
di fermentazione sterili da 50 litri 
prodotte dall'Industria italiana 01- 
sa e atte vasche da 150 lini acqui¬ 
state negli anni ottanta dalia ditta 
svizzera Chemak». 

Il New York Times scrive che le 
fabbriche delle terribili armi biolo¬ 
giche sarebbero siate allestite In 
numerosi centri dell'lrak: all'istituto 
Sepp di Mediana, in un locale sot¬ 
terraneo dell'istituto di ricerca 
Ghazi di Amiria. nei laboratori Sat¬ 
inar Pak ad Al Hakem. Saddan 
non sarebbe ancora in grado di 
produrre i micidiali ammiranti, ma 
gli iracheni si sarebbero ormai assi¬ 
curati -tecnologie e materiali ne¬ 
cessari per labbricare un arsenale 
biologico, non appena gli ispettori 
dell'Onu abbandoneranno il pae¬ 
se». 

Il diabolico Saddam avrebbe già 
messo all'opera un équipe incari¬ 
cata di assicurare il necessario sup¬ 
porto tecnico all'impresa bellica. 
Al soldo degli iracheni vi sarebbero 
•centinaia di biologi in attesa di or¬ 
dini da una donna, la dottoressa 
Tana al Azawi. laureala in tossico¬ 
logia in Gran Bretagna e sOprimno- 
minata "Dottor Germe" dagli ira¬ 
cheni. Infine, sempre secondo il 
commentatore del New York Ti¬ 
mes tra i germi coltivati in Irak vi sa- 
rebbero quelli dell'antrace, simili a 

quelli che provocarono oltre cento 

morti nel 1979 nella città rossa di 
Svercllovsk. Di recente il governo di 
Mosca ha ammesso che all'origine 
della strage vi era un impianto per 
armi chimiche sfuggito al controllo 
dai militari. 

Di (torte alle -rivelazioni- del 
New Torri Times i responsabili del¬ 
la Olsa, che abbiamo interpellalo a 
Milano, cadono dalle nuvole: .So¬ 
no davvero sorpreso - dice finge- 
gner Alvise Berto zzi. amministrato¬ 
re della Oba - dovrò acquistare il 
Ncu York Times, É la seconda vol¬ 
ta che ci tirano in balta (la prima 
fu nel 1989 per l'impianto libico di 
Rabta e la ditta italiana smentì ogni 
coinvolgimento ndr ). L'embargo 


Impedice di commerciare con I I- 
rak e non non abbiamo concluso 
alcun aliare con loro. Molti anni fa, 
almeno venti, quando non c'era 
l'embargo, abbiamo venduto a Ba¬ 
ghdad cavi sterilizzati, apparec¬ 
chiature per industrie farmaceuti- 
che e cosmetiche. Poi non vi è sta¬ 
to più alcun commercio, neppure 
di parti di ricambiò». Lo stabilimen¬ 
to della Olsa si trova a Bergamo ed 
occupa un centinaio di dipendenti. 
Gb uffici sono a Milano: la ditta 
vende attrezzature per industrie 
chimiche, cosmetiche e farmaceu¬ 
tiche. 

Gli intrapredenti biologi al soldo 
di Saddam potrebbero forse aver 
utilizzalo apparecchiatore acqui¬ 
state nei decenni passati riciclando 
normali attrezzature industriali per 
la produzioni di anni micidiali. 
Certo a Saddam non manca que¬ 
sta vocazione e gli ispettori dell'O¬ 
nu dubitano che il dittatore di Ba¬ 
ghdad abbia in mente di rinuciare 
al vecchio «vizio* di riempire con 
micidiali strumenti militari i suol ar¬ 
senali. 

E tuttavia numerosi segnati indi¬ 
cano che gli appetiti di grandi 
gruppi Industriali sono da tempo 
concentrati sulflrak In vista di una 
possibile attenuazione delle san¬ 
zioni che paralizzano dal 1990 l'e¬ 
conomia Irachena. Per I prossimi 
giorni é attesa a Baghdad una folta 
delegazione di uomini d'affari in¬ 
glesi. Si fratta della prima insita di 
questo genere dalla guerra del Got¬ 
to ed it quotidiano iracheno Al 
Quodissiyati, solitamente ben in¬ 
formato, scrive che la delegazione 
inglese (27 pandi firn») discuterà 
affari nei settori alimentare, farma¬ 
ceutico, ed Impiantistico. Due 
emissari inglesi sono a Baghdad da 
alcuni giorni per preparare il viag¬ 
gio della missione commerciate. E 
secondo il Financial Times 127 uo¬ 
mini daffari inglesi in partenza per 
Baghdad avrebbero avuto il via lì¬ 
bera dalle autorità britanniche. Al¬ 
cuni deputali conservatori sareb¬ 
bero anzi gli sponsor dell'Iniziativa. 
Non è tutto: gli inglesi corrono di 
pan fretta a Baghdad per non farsi 
soffiare affari da industriali francesi 
ed Italiani che li hanno preceduti. 
Non a caso il ministro degli Esteri 
kuwaitiano StielkhSabah Al Ah- 
med sta compiendo in questi gior¬ 
ni un tour nelle capitali europee 
(ad anche a Roma) per convince¬ 
re i governi a non cedere alle pres¬ 
sioni irachene. Ma a quanto pare 
gli affari si (anno e l'articolo del 
New York Tunes potrebbe nascon¬ 
dere anche un risentimento di am¬ 
bienti economici americani per 
I inlraprendenza degli uomini d’al¬ 
tari europei. 


Cantante assassinato in Algeria 

Colpevole di fere musica 
Rachid star del «rai» 
ucciso dai killer islamici 


■ Rachid era uno dei cantanti 
■rfiW più popolari e amali dai giova¬ 
ni algerini. Assieme al /rateilo Sethi 
aveva dato vita ad un duo «gettona- 
llsslmo» dagli amanti di quel sen¬ 
sualissimo mix di musica araba e 
ritmi occidentali. Ma ciò che mi¬ 
gliala di giovani apprezzavano era 
considerato dagli Integralisti isla¬ 
mici un latto "blasfemo», una -sa¬ 
crilega contaminazione» E chi se 
no rendeva colpevole, per i 'killer 
ili Allah» tnerilava la condanna a 
morte, Una sentenza punlualmen- 
te eseguila l'atta notte da un com¬ 
mando Intcgralisla che ha atteso 
Rachid davanti alta sua casa od 
Orano (350 chilometri a sud-ovest 
di Algeri). Poeti! secondi, il tempo 
rii scaricare su Rachid un ìnteroca- 
r'icalore e per il cantante non c'è 
stato più nulla da lare: Rachid <• 
morto sul colpo, in urta pozza di 
sangue. La fama di «Rachid e Sethi» 
non si fermava all'Algeria: la laro 
musica era conosciuta e apprezza¬ 
ta In tutto II Maghreb, Olire che 
cantante, Rachid era anche pro¬ 
duttore. *1816111 scout», autore del 
testi di tante canzoni di successo, 
Ideatore di originali video clips. Le 
Immagini del corpo crivellalo del 


giovane musicista hanno riportato 
la memoria di migliala di algerini 
ad un'altro assassinio, sempre di 
marca integralista, avvenuto an¬ 
eli'esso ad Orano: era il 29 settem¬ 
bre 'S-i. quando due giovani con il 
volto scoperto si avvicinano a 
Cheb Hasnl. 26 anni, il più grande 
Interprete di «rài», star musicate an¬ 
che in Francia. Ma quei due ragaz¬ 
zi non erano degli ammiratori a 
caccia di autografi. Cheb si rende 
conio del pericolo, cerca di fuggire 
ma i due gli sono sopra e lo finisco¬ 
no a colpi di pistola. Migliaia di ra¬ 
gazze e ragazzi algerini piangeran¬ 
no di nascosto il loro idolo, ma 
non potranno manifestare pubbli¬ 
camente il loto dolore |«r non en¬ 
trare nel mirino degli integrabili 
Islamici. L'assassinio di Cheb Ha- 
sni fu rivendicato dal Già. il Groppo 
Islamico armato, l'ala più radicale 
del londamenlalismn. Con l'atten¬ 
talo a Rachid prosegue senza solu¬ 
zione di continuità la campagna di 
•annientamento» decretata dal Già 
contro musicisti, scrittori, inse¬ 
gnatili. giornalisti, leader femmini¬ 
ste. direttori artistici: queir Algeria 
laica che gli Integralisti vorrebbero 
annientare. 


Willy Claes in visita a Roma 

Il segretario generale Nato 
incontra Susanna Agnelli 
«Dobbiamo allargarci a sud» 


■* ROMA La crescente attenzione 
della Nato verso tl Mediterraneo é 
siala confermata ieri dal segretario 
generale della Nato. Willy Claes. al 
ministro dògli Esteri italiano Susan¬ 
na Agnelli Al termine di una cola¬ 
zione dì lavoro alla Farnesina. 
Claes ha spiegato in una breve di¬ 
chiarazione di aver discusso -del 
quadro delle politiche mediteira- 
nee» e dell’urgenza di avviare «un 
dialogo, per sviluppare la conclu¬ 
sione. con i cinque paesi vicini del- 
l area» che sono Marocco. Maurita¬ 
nia, Egitto. Israele e Tunisia. •Natu¬ 
ralmente - ha aggiunto Claes - 
questo dialogo è solo la partenza 
di un progetto in evoluzione che si¬ 
gnifica che in futuro, non so esatta¬ 
mente quando, vedrà il coinvolgi- 
menio anche di altri paesi mediter¬ 
ranei». Susanna Agnelli, a sua vol¬ 
ta. ha confermato che II futuro ral- 
lorzamento del fianco sud dell'Al¬ 
leanza «riamica è stalo al centro 
dell'Incontro di ieri alla Farnesina. 
•Abbiamo parlato - ha detto 
Agnelli - del possibile ullargamcn- 
to luhiro della Nato verso paesi del 
bacino mediterraneo, oltre che 
verso quell] dell'Est». Willy Claes si 
0 detto -molto contento» di aver in¬ 
contrato il ministro degli Esteri ita¬ 


liano. "specialmente per sottoli¬ 
neare gli enormi sferzi latti dall'Ita¬ 
lia in differenti settori della Nato*. 
In particolare, il segretario genera¬ 
le dell'Alleanza atlantica Ita ringra¬ 
ziato il ministro Agnelli per il ruolo 
svolto dall Italia nella crisi dell'ex 
Jugoslavia con la messa a disposi¬ 
zione di diverse basi militari. Claes 
ha spiegato che nel colloquio si è 
discusso anche dell'evoluzione del 
progetto della «partnership lor pea- 
ce» che. ha sottolineato, «la an¬ 
dando bene» È stato affrontato 
i notte anche il tema delle relazioni 
con (a Russia La visita dei segreta¬ 
rio generale della Nato in Italia 
proseguirà anche oggi. In pro¬ 
gramma ci sono incontri con il pre¬ 
sidente del Consiglio Lamberto Dì- 
ni. con il ministro della Difesa Do¬ 
menico Cordone ed anche con 
Giovanni Paolo II. Dopo la caduta 
del muro di Bettino la Nato i in 
cerca di una nuova identità e il 
fianco Sud dclt’Alleanza é un tema 
su cui Claes pare molto sensibile. 
Intanto in un'incbic-sla condotta 
dnlTArchivio Disarmo e dalla Swg 
si risela che due temi degli italiani 
ritengono che i maggiori problemi 
per la sucurezza del nostro paese 
provengano proprio dal Sud del 
morata. 


Investi in Ebertà 

Versa il tuo contributo 
sul c.c.p. 55108005 intestato a: 

A.I.R. Associazione ascoltatori di Italia Radio 
Via delle Quattro fontane, 173- 00184 Roma 


Sostieni Italia Radio 



* 






















La commovente 
«pazzia» di Tokyo 


kUCSD*tUtAMO 

I ì febbraio 1995, a un mese dal 
terremoto in Giappone. 


m All'alba del 17 gennaio scono, in pochi 
animi a Kobe un minuscolo brivido della cro¬ 
sta terrestre ha ucciso 5.243 persone, ne ha 
ferito olire 25.000, ne ha lascialo varie centinaia di mi¬ 
gliaia senza tetto, ne acqua né luce nè gas. I telegiornali 
hanno mostrato come tutti i cittadini giapponesi si soc¬ 
correvano a vicenda. 

I «tegtornali hanno anche mostrato immagini d'un 
terremoto dei 1923 a Tokyo, (ungo ben 3 o 4 minuti, in cui 
sono morti pia di 150.000 abitanti, i 2/3 degli edifici della 
citta sono crollati, la gente - tirandosi dietro i vecchi e i 
bambini - fuggiva da ogni parte. SI calcola che. in media 
ogni 59 anni, il suolo tokyota si scuote con voragini del¬ 
l'ottavo o del nono grado della scala Metcalli. (Alle scos¬ 
sene quotidiane nessuno fi più caso). Adesso però sono 
già passali 62 anni dall'uilimo teiremoto. e ormai laggiù 
lutti s’aspettano da un momenlo all'altro di sentirsi spa¬ 
lancare la terra sotto i piedi, di venire inghiottiti prima di 
far in tempo a pensare. E il miracolo più straordinario a 
parer mio è che questi bipedi umani residenli a Tokyo 
continuano a darsi un da lare impressionante. In uno dei 
luoghi più a rischio del nostro pianeta hanno innalzalo 
grattacieli, si stipano in una metropoli ricostruite dai '23, 
che oggi conia 14 milioni d'abilantl Hanno la fine del lo¬ 
ro mondo In agguato sotto ogni loro passo, e vivono co¬ 
me se fossero eterni. Un» pazzia che mi commuove 







«Lo Stato fa acqua, ma ce la forò» 

Nessuna autocritica, Eltsin delude il Parlamento 


Ha parlalo a deputali e senatori nella sala del Cremlino 
dove una volta si riuniva il Comllato centrale del Pcus. Bo¬ 
ris Eltsin si è rivolto al Parlamento unito per un’ora criti¬ 
cando la burocrati) del suo Stato e l'inefficienza del suo 
esercito, promettendo di continuare te riforme economi¬ 
che, assicurando che l’anno in corso porterà la stabilizza¬ 
zione tanto agognata. Ma i deputati non sono apparsi 
convinti: tutti i gruppi si sono dichiarati insoddisfatti. 

Q»UA UOSTHA COnmapQN DENTE _ 

«MHMMTIluim 

■ MOSCA. Il discorso più atteso 


dell’anno non è piaciuto a nessu¬ 
no: né al liberale Galdar. nè all’e- 
slrcmlsla Zhlrlnovskij, né al comu¬ 
nista Zluganov e nemmeno al cen¬ 
trista Glazicv. Boris Eltsin ha deluso 
tutti pur avendo mobilitalo I miglio¬ 
ri cervelli del Cremlino per elabo¬ 
rare Il disegno programmatico an¬ 
nuale dello Sialo russo. Gaidar non 
ha trovato nelle olire- 100 pagine 
l'autocritica sulla Cocente, Zhlri- 
novskil l’ha considerato solo il te- 
siamenlo di un leader finito, Ztoga- 
nov l'ha definito vuoto, Glazlev ha 
detto che era inutile. Gli unici a di¬ 
fendere il presidente sono stali 
RybWn, capo della Duma e Kozy- 
rev. minislro degli esteri. Ellsin ha 
preso la parola quasi subito: a Shu- 
mclko, capo del Senato, è toccalo 
solo passargli il microfono cosi co¬ 
me II suo collega della Duma si è li¬ 
mitato a dichiarate chiusa la sedu¬ 


te I 620 deputati senatori neanche 
stavolta hanno potuto discutere II 
documento alla presenza di Ellsin: 
il presidente non ha avuto e nem¬ 
meno avrà II tempo per ascoltare i 
suoi parlamentari Cosi Senato e 
Duma criticheranno o approveran¬ 
no Il suo discorso ciascuno in una 
propria seduto. Ma vediamo nel 
merito i punti più importanti del¬ 
l'intervento del presidente della 
Russia. 

lo strapotere dalla burocra¬ 
zia. Il superamento del dominio 
lotelilarlo non ha diminuito la se¬ 
parazione della società dal potere. 
Anzi negli ultimi anni l'apparato 
burocralico assaporando l'Impuni¬ 
tà, ha tentato di sottomettere al 
suoi interessi di pane le istituzioni 
pubbliche È questa la radice di 
molti mali che abbiamo riscontra¬ 
to negli ultimi anni, ha sostenuto 
Ellsin Ecco perché è necessario 


aumentare l'efficienza dello Stato 
democratico. Bisogna adottare mi¬ 
sure anche dure, è necessario sba¬ 
razzarsi dei corrotti.'Misure dure 
ma non arbitrarie, pache se si su- 
perano ceni limiti si va tepsc» toma¬ 
io poliziesco. Dunque instaurazio¬ 
ne dell'autorità del diritto e ntorma 
delle «rotture giudiziarie. 

lotta alta criminalità. La stra¬ 
grande maggioranza dei russi sen¬ 
te di essere indifesa di fronte al cri¬ 
minali. U corruzione nelle sedi 
giudiziarie ostacola sempre più il 
lavoro e finché questo male rima¬ 
ne non solo non si risolve il proble¬ 
ma ma si concede l'impunità alte 
bande che si sentono protette e di¬ 
ventano sempre più prepotenti 
Non sono utili solo le campagne 
generali ma è necessaria, ha sotto¬ 
lineato Eltsin, una lotta capillare e 
quotidiana in ogni città, distretto, 
quartiere. 

U partente furiati. Per anni i 
russi sono stali immuni ni pericolo 
•nero-, ma ora queste Immunità 
viene a mancare I rossi sono sem¬ 
pre più inquieti di Ironie alla diffu¬ 
sione della ideologia fasciste Edi¬ 
zioni fasciste circolano liberamen¬ 
te nel Paese e questo alla vigilia del 
50enario della fine della II guerra 
mondiate. È una profanazione del¬ 
la memoria. Bisogna combattere 
l'estremismo politico, proteggere il 
Paese da questa sozzura. 


U riforma «eonomfea e Inumi 
potori. Il 9» non è slato un anno 
perduto, secondo Eltsin Tuttavia il 
'95'Sarà quello in cui sarà costruito 

■i punte fra il Ilassato di mfldziunc c 

il futuro di investimenti La subito- 
zazlortè finanziària e il radorza- 
mento del rublo sono le due condì- 
ztoni di partenza Bisognerà passa¬ 
re dalla fase distributiva generale 
dei patrimonio dello Stato a quella 
mirate, indirizzala cioè a coloro 
che privatizzando faranno investi¬ 
menti. Bisogna formare la classe 
dei proprietari e dare ad essa ga¬ 
ranzie. Ma bisogna anche difende¬ 
re ta popolazione dai labi beneiat- 
tori: « mercato dei titoli è oggi il più 
precario La seconda fase delle pri¬ 
vatizzazioni deve essere accompa¬ 
gnata da misure che proteggano di 
più: il costo del lavoro in Russia è 
di gran lunga inferiore a quello 
mondiate mentre r prezzi sono as¬ 
sai vicini agii intemazionali 
Ceceri*» e ruoto defl eterono. 
La Cecenia è lo specchio dei pro¬ 
blemi russi. La lentezza nell'aftron- 
tare il problema è legala alla sin¬ 
drome afghana, al pentimento per 
il passato imperiale, ma anche alla 
sottovalutazione di un regime dit¬ 
tatoriale nato con fa ribellione ar¬ 
mala L'errore fatale è stato quello 
di ritenere che il problema si potes¬ 
se risolvere da solo o con un com¬ 
promesso La Cecenia è come il 
cartello di Medellin oppure il triàn¬ 


golo d'oro nel sud-est asiaiico, non 
sono cose che spanarono da soie. 
Avevamo l obbtigo di imevemre 
con la torva mn -siamo siati colti 
impreparati. lese-tetto eia iilenuio 
più lotte, esperio e capace di 
quanto ha dimostrato di essere. La 
scoperta dell inellicienza è stalo 
un colpo doloroso. Tuttavia non 
sono stati i soldati russi a usare co¬ 
me scudo viverne le donne e i 
bambini In ogni modo le torce ar¬ 
mate andranno riorganizzate e ri¬ 
formale entro quest'anno. 

t» potette» Intwnaztonata. 
L'anno scorso a Napoli è iniziala la 
trasloimaztone dei 7 in 8. La nuova 
Russia la ancora paura, secondo 
Eltsin. a una parte dell'occidente 
ma dietro a ciò c'è solo la volontà 
di eliminare un concorrente. Se 
queste tendenze prenderanno il 
sopravvento non ci sarà un passo 
avanli nel Duemila ma uno indie¬ 
tro nell'Ottocento. L'Occidente vo¬ 
lendo ampliare la Nato frettolosa¬ 
mente verso te frontiere occidenta¬ 
li dimostra di considerare ancora 
la Russia un pericolo; non lo è più. 
bisogna capirlo Svilupperemo 
rapporti con gli Usa. l'Europa, la 
Cina. l'India. Il Giappone e l'Ameri¬ 
ca Ialina. Ai centro della collabora¬ 
zione con l'Europa sarà il mecca¬ 
nismo della sicurezza del Duemila 
Ma nessuno. Russia compresa, de¬ 
ve essere isolalo dalle sedi decisio¬ 
nali. 


I croati rafforzano le difese del porto 
L’Onu: «Situazione preoccupante» 

Navi da guerra serbe 
allaigo di Dubrovnik 
Tensione ai confini 

Aria lesa ai confini Ira Croazia e Serbia. Zagabria sta raf¬ 
forzando le difese costruendo bunker alla frontiera con 

II Montenegro. Diventano sempre più frequenti le eser¬ 
citazioni della marina di Belgrado al largo della peniso¬ 
la di Prev/aka, al largo di Dubrovnik; truppe croate e ser¬ 
bo-bosniache si addensano nelle zone di confine. Le 
manovre sono aumentate da quando la Croazia ha 
chiesto il ritiro dei caschi blu. L’Onu è preoccupata. 


miouiwwB 


• Dubrovnik potrebbe tornate al 
centro del conflitto iugoslavo. Serbi 
e croati starino oliando le armi Za¬ 
gabria. da circa un mese, ha avvia¬ 
to la costruzione di un bunker a 
Clavìca, alla frontiera con il Mùnte- 
negro. la marina di Belgrado effet¬ 
tua continue manovre intorno alla 
penisola che ha per fulcro il porto 
croato e truppe di aniglieria serbo 
bosniache sempre più numerose si 
stanno addensando sui confini 
con la Croazia. .La situazione non 
è ancora allarmante, ma è divenu¬ 
ta preoccupante., ha detto l’ufficia¬ 
le delle Nazioni Unite Wall Natync- 
zyk. 

Uri altro nodo irrisolto della crisi 
jugoslava toma ad essere materia 
dei contendere. In una situazione 
motto deteriorata, dove l'unica co¬ 
sa certa resta la richiesta croata di 
mandare a casa i caschi blu, la Ser¬ 
bia toma a dispiegare la sua (orza 
militare. La scomparsa deU'Unpro- 
tor dall'area prepara uno scenario 
conflittuale e Belgrado potrebbe 
appoggiare con la lorza quello 
che. per ora. nessun trattelo ha 

concesso ai arabo «li Bosnia, uno 

Sboccò al mate a scapito'deflà 
Croazia. 

Ieri mattina gli osseivatoti del- 
rami hanno notato esercitazioni 
di 18 unità navali setbo-montene- 
grine nei pressi di Prevlaka, appun¬ 
to la penisola posta nell’estremo 
sud della Croazia. La penisola ri¬ 
vendicate dai serbo bosniaci è aifi- 
dnta ai caschi blu dopo l'accordo 
tntemazionale dell'ottobre 1992. 
Quella zona di mare è sorvegliata 
da navi Nato 

Le ultime sono solo le manovre 
militari più evidenti. Nell'estate 
scorsa l'aeroporto di Dubrovnik è 
stato ripetutamente bersagliato 
dall'aviazione serbo-bosniaca. 
Provocazioni, forzature della fron¬ 
tiera Dubrovnik potrebbe rappre¬ 
sentare soltanto l'occasione prima 
di una nuova scintilla. I segnali so¬ 
no tutti preoccupanti. Si paria trop¬ 
po di guerra, anche se non è, for¬ 
malmente. nelle intenzioni di nes¬ 
suno, menlre la Nato sta mettendo 
a punto nel minimi particolari il 
plano per l'evacuazione dei caschi 
blu da Bosnia, Croazia e Macedo¬ 
nia. 

Nell'eventualità di un ritiro del- 
l'Unprotoe anche la Slovenia ha 


latto sapere di voler offrire il pro¬ 
prio appoggio logistico, il ministro 
della Difesa di Lubiana ha, però, 
voluto precisare che l'abbandono 
dei caschi blu non dipe-ide soltan¬ 
to dall'ultimatum della Croazia 
ma anche dall'Onu, sfalla Nato e 
slai secessionisti serbi di Krajina 
che devono negoziare con Zaga¬ 
bria, perché sono cittadini croato. 
Una cura particolare al rappsjrtì di 
bstono vicinato csjn Zagabria, 

Lo stesso, però, tanno i •fratèlli 
separati serbi*. Ancora una volta il 
leader serbo bosniaco Radovan 
Karasteic e quello serbo della Kraji¬ 
na, Mllan Marta- sì sono Incontrati 
la scorsa notte per rinnovare it trat¬ 
tato dì mutuo soccorso militare tra 
te due autoproclamate repubbli¬ 
che stipulalo nel 1993 A dame no¬ 
tizia é l'agenzia seiba Beta, confer¬ 
mando informazioni non ufficiali 
circolate a Belgrado Le due parti 
serbe hanno accollo con un netto 
rifiuto il nuovo piano elaborato dal 
•Gruppo dì contatto-. E il fatto ette 
Milosevic, pur considerato dai cin-, 
que come la chiave di volta della 
soluzione' del ' retili» ‘ iiMndavn: 
continui.a nicchiare su que|.pao 
chetto d> proposte (il ricooosfl-, 
mento di Bosnia e Croazia in cam¬ 
bio della sospensione delle sanzio¬ 
ni economiche per Serbia e Monte- 
negro. oltre ad un vertice trilatera¬ 
le) potrebbe voler dire che la santa 
alleanza seria si sla rimessa in mo¬ 
to. Significativa l'uscita di Radovan 
Karadzic di ieri. L’uomo di Pale si 
sarebbe detto disposto a ter parte 
di una Unione della Bosnia Erzego¬ 
vina, ma solo a condizione che te 
sua autoproclamata repubblica 
serba vi (rossa aderire da stato so¬ 
vrano Un'apertura considerate da 
Karadzic una -concessione alla co¬ 
munità intemazionale.. Ma non 
una vera intenzione del leader ser¬ 
bo che la ritiene un'Ipotesi estre¬ 
ma, Il primo obiettivo, ha ribadito 
è quello di essere puramente e 
semplicemente una parte della 
Serbia e se ciò non fosse possibile 
la testone con la Krajina croata por¬ 
te creazione di uno stato unitario 
destinato a federare! con Serbia e 
Montenegro Karadzic noti disde¬ 
gna l'ala proiettiva della Serbia, 
mentre II -Gruppo di contatto» 
chiede a Milosevic di isolare Ka¬ 
radzic. La .sfinge, belgradese con¬ 
tinua a tacere. 


Vitalij Treliakov, 42 anni, gior¬ 
nalista fondatole e direttore di 
■ Nezavisimoja gazeta-, il quoti¬ 
diano (lei! intellighenzia mo¬ 
scovita. ha accettalo di com¬ 
mentare per l'Unità il discorso 

de!presidente Eltsin. 

S O BENE CHE sulla stesu¬ 
ra del testo sla del discor¬ 
so che del messaggio ha 
lavoralo un gruppo di 
consiglieri presidenziali, satarov, 
Uvshlls. Karaganov in parte Mi- 
granimi nel capitolo di politica 
estera, tutte persone di orienla- 
mento democratico, pur inseriti 
In un certo sistema burocratico 
del potere attuale e costretti ad 
adattarvisi. Lo spinto dell'Inter¬ 
vento. dunque, non può non es¬ 
sere apprezzato. SI tratta di sto- 

e n e di tesi al trovante percento 
eccepibili e mollo corretta ap¬ 
pare la critica dì quanto avviene 
nei Paese. Ad eccezione pei* - se 
si vuole essere esigenti - della de¬ 
finizione di quello che aveva pre¬ 
ceduto l'Invio delle truppe russe 
In Cocente come .ribellione ar¬ 
mala ■. E' un’Interpretazione die¬ 
tro alla quale c è II tentativo di ce¬ 
lare Il conflitto che era a lungo 
maturato e di nasconderne te ra¬ 
gioni. Se ne potrebbe parlare In 
separate sede ma non è questo 
l'oggetto deile mio brevi note. 

Ripeto che al novanta percen¬ 
to è stata (ornila un’analisi schiet¬ 
ta e critica della condizione dello 
Stato. Sono assolutamente d ac¬ 
cordo per esemplo con II pensle- 


Boris è uno, nessuno e centomila 


ro dominante della prima parte 
del discorso secondo cui l'appa¬ 
rato burocratico, una volta sot¬ 
trattosi al contralto del Pcus. si è 
trovato di fatto incontrollato ed 
ha, anzi, preso te redini del con- 
Irollosul Paese. Dirò fra parentesi 
che II nostro giornale ne ha scritto 
mille volle. E questo elfetlivamen- 
te uno dei problemi principali 
Come è perfettamente giusto che 
la società è terrorizzala per la cre¬ 
scita della criminalità, che la poli¬ 
zia è largamente corrotta, che I 
burocrati rubano a man bassa. 
Ma... Se questo testo l'avessi pro¬ 
nunciato io, un giornalista, sareb¬ 
be stato logico e coerente. Ma 
quando lo legge il presidente, fi¬ 
gura chiave dell'Intero sistema di 
Cui si paria, e quando egli critica 

5 tostamente tutta la macchina 
elio Stato per le sconfitte subite, 
mi sorge per forza l'interrogativo: 
ma lui dov’era? Forse che ha dor¬ 
mito tutto l'anno, non ha parteci¬ 
pato alia politica, non ha operato 
nomine di persone concrete, non 
ha dato II benestare per certe Ini¬ 
ziative e non ne Ira proibite altre? 


VITAUI TMtTUIKOV 

La sensazione netta che si ricava 
- ed è forse lo scopo essenziale 
del discorso ■ è che abbiamo assi¬ 
stito all'intervento del candidato 
alla presidenza Boris Eltsin che 
critica l'operato dell'odiemo pre¬ 
sidente Boris Eltsin. Nella fase 
della battaglia elettorale in prati¬ 
ca Iniziata tale sdoppiamento 
della personalità è. iorse. giustifi¬ 
cabile ma per me eccessivo, in 
conclusione il presidente Ita det¬ 
to: ael Paese va tutto abbastanza 
male anche se ci sono certe ten¬ 
denze positive, ne sono colpevoli 
motte persone, strutture e mecca¬ 
nismi, ma lo non c entro Come 
se il ruolo del presidente improv¬ 
visamente tosse stato ridimensio¬ 
nato. Viene spontaneo il parso¬ 
ne con la famosa sana dormita 
del presidente sull'aereo per lir- 
landa: anche ieri il presidente sì è 
sveglialo e si è messo a criticare 
quello cito nel Paese qualcuno ha 
fatto a sua insapute come se non 
tosse stato lui a guidate lo Stato 
nel mesi passati. 

Ma Eltsin ha (atto un annuncio 
importante. Lo elezioni si terran¬ 


no. sia quelle parlamentari, previ¬ 
ste per la fine dell'anno, di cui i 
più m venti non dubitavano, ma 
soprattutto quelle presidenziali, 
per la data del 12 giugno ilei 
1996. Facciamo notare che ulti¬ 
mamente Ellsin non aveva mai 
pronunciato queste parole ed è 
importante che l abbia dello pro¬ 
prio lui. Seppure- sappiamo bene 
che nel nostro Stato le parole val¬ 
gono molto ma non danno la ga¬ 
ranzia che un giorno non saran¬ 
no modificate. E mi riferisco ad 
un passaggio del discorso, sop¬ 
presso netta versione definitiva, 
su -un abile demagogo che in un 
momento opportuno potrebbe 
far impennare te Russia' mentre 
lo Stato è responsabile perché 
ciò non avvenga Secondo me in 
questo giudizio è contenute la 
possibilità di tornare sulla deci¬ 
sione delle eiezioni. E" vero che il 
passaggio é stato tolto, mn qual¬ 
cuno (aveva inserito ed è questo 
che preoccupa. In ogni modo 
non va sottovalutato -come acce¬ 
nato - che negli ultimi mesi quella 
di Eltsin è la prima dichiarazione 


che te presidenziali si terranno, e 
si terranno in tempo, lo perlome¬ 
no non lo sottovaluto 
Stamane 11 nostro giornale 
uscirà con un titolo di apertura 
più o meno cosi concepito: -Il 
messaggio del presidente é com¬ 
pilato dai democratici e a non ri¬ 
spettarlo saranho i burocrati*, Te¬ 
mo, appunto, che non sia chiaro 
come si intenda sciogliere questo 
paradosso, come si voglia supe¬ 
rare questo precesso reale, pur 
descritto neil'intetvenlo. Perché 
finora non si è fatto nulla In tal 
senso? Si sono trovate ora ricette 
nuove, sconosciute 7 lo non ne ve¬ 
do. Nel discoreo ci sono molte di¬ 
chiarazioni ma poche cose reali 
Ci sono in Russia due polìtiche 
come In qualunque altro paese 
del mondo, intendiamoci, ma in 
Russia la differenza è più spicca¬ 
ta. C'è la politica pubblica dentro 
la quale funziona un laboratorio 
democratico al Cremlino che 
sforna leali meravigliosi come 
questo, e c'è una politica reale, 
una lotta reale per il potere e so¬ 
prattutto per la proprietà che co¬ 
va sotto quella pubblica e che si 
sviluppa secondo tegole diverse, 
più rigide. E' questo dualismo 
che determina per ora la situazio¬ 
ne in Russia e determinerà i com¬ 
portamenti di ElLsin anziché le di¬ 
chiarazioni die abbiamo testé 
ascoltato. Le parole sono belle, 
insomma, ma I fatti non attestano 
la prontezza a realizzare le paro- 


Tragedia somala 

Lasorella 
querela 
il Giornale 

■ ROMA «Ho dato mandato al 
mio avvocato. Ctomenico D'Amati, 
di sporgere querela contro II quoti¬ 
diano lì Giornale per la vera e pro¬ 
pria campagna di stampa che sia 
conducendo contro di me attri¬ 
buendomi con false notizie com¬ 
portamenti impropri che non ho 
mai tenuto-. Lo ha detto Carmen 
Lasorella, riferendosi agli articoli 
apparsi sul quotidiano di Vittorio 
Feltri, in merito alla sua missione in 
Somalia. -Rendo inoltre noto - ha 
proseguito la ginmalistadel Tg2 - 
che la rettifica da me richieste al 
Giornale in data 15 febbraio non è 
stala fin qui pubblicate. Attesi ì ter¬ 
mini dì iegge inoltrerò ricorso agli 
organismi di tutela dei giornalisti e 
al Garante per l'editoria. Ringrazio 
i colleghi ] Usigrai. il Comitato di 
redazione del Tg2 die mi sono af¬ 
fianco in questi difficili momcali. 
anche con azioni concrete nelle 
opportune sedi a tutela della mia 
dignità umana e professionale nel 
rispetto della verità dei fatti.., «. 


Operatore ucciso 

La Rai assume 
la moglie 
di Palmisano 

m ROMA. Il consiglio di ammini¬ 
strazione della Rai si è occupato 
detta tragedia di Mogadiscio costa¬ 
ta la vita airoperatore Marcello Pa! - 
misano, «La Rai - recita uria noto - 
attende con fiducia gli accerta¬ 
menti in corso da parte della magi¬ 
stratura .... ed auspica «che da par¬ 
te degli organi d'informazkme sia¬ 
no sempre rispettate, senza per 
uesto venir meno al diritto-dovere 
i informare, le percorre e le fami¬ 
glie coinvolte nei tragici avveni¬ 
menti-. 

Il Oda della Rai ha stabilito inol¬ 
tre di •intervenire in modo concre¬ 
to a sostegno della moglie e dei fi¬ 
gli del giornalista ucciso*. «La Rai 
non li dimenticherà - dice la nota 
- e non li lascerà mai soli, cosi co¬ 
me per i lamiliari delle allre vittimo 
di Mestar e di Mogadiscio*. La Rai 
ha già previsto di assumete la mo¬ 
lte dì Palmisnno. Maria Cristina, e 
i assicurare un vitalizio al due fi¬ 
gli, Davide e Maria Adelaide, (ino 
al compimento degli studi. 


t 
















EUROCAMP E SPORTI ME. Si aprono domani alla Fortezza da Basso due mostre 

sw Una vetrina per turismo all'aria aperta.e tempo libero 




UiVr-iii': 


imi 

■ihBj.mr.ytp: 


iipfi 




Stc 


«Sport da vedere, 
sport da provare» 
Quando il visitatore 
diventa protagonista 

Si apre domani a Firenze la seconda edizione di Sporti¬ 
me, la mostra dello sport e del tempo libero, sezione di 
Eurocamp. «Sport da vedere, sport da provare»: questo 
lo slogan che riassume i significati dell’iniziativa. Ditte 
del settore accanto a Federazioni ed Enti di Promozio¬ 
ne. La peculiarità di Sportime è infatti quella di far pro¬ 
vare «dal vivo» un gran numero di discipline sportive, 
veicolo fondamentale per la promozione. 


■ FIRENZE. "Sport da vedere, 
sport da provare». Potrebbe es¬ 
sere questo lo slogan ohe rias¬ 
sume I significati di Sporllme. 
la mostra dello sport e del tem¬ 
po libero sezione di Eurocamp. 
che si aprirà domani alla For¬ 
tezza da Basso di Firenze e ri¬ 
marrà aperta tino a domenica 
28. Quelle di quest'anno e la se¬ 
conda edizione di un'iniziativa 
ohe non ha uguali In Italia Una 
mostra Infatti che al differenzia 
da altra slmili per II fatto che il 
vis/latore non s) limiterà ad am¬ 
mirare le novità proposte dallo 
ditta produttrici di abbigliamen¬ 
to, attrezzature, editoria sporti¬ 
va, ma diventerà protagonista 
in prima poersona potando pro¬ 
vare «dal vivo» un gran numero 
di discipline sportive. All’inter¬ 
no della Fortezza da Basso In¬ 
fatti saranno alleami dei veri s 
propri mlnl-lmplantl dove il 
pubblico, sotto la guida di 
Istruttori o tecnici Qualificati, 

K à cimentarsi In sport, anche 
liti e spettacolari 
aportlmo quindi veicolo inso- 
atltulbUe per la promozione allo 
pratica sportiva. Di questo ne 
«otto consapevoli Federazioni 
ed Enti di Promozione Sportiva 
che earanno prosanti In massa 
alla rassegna KofàrtHna. Il ra¬ 
gionamento di questi soggetti è 
semplice: qual’* la miglior pro¬ 
mozione del loro «prodotto» se 
non quella di tarlo conoscere In 
lutti I suol aspetti o tarlo -tocca¬ 
te con mano»? Da qui le prove 
-In diretta», particolarmente 
gradite a un pubblico ampio o 
variegato, ma 6oprat(uuto al 
mando giovanile e della scuola. 
Ed è proprio per consentire di 
violiate la mostra ad alunni e 
studenti che gli organizzatori 
hanno estoso l'orarlo di apertu¬ 
ra (nel giorni di lunedi, merco¬ 
ledì e venerdì) anche al matti¬ 
no, dalle io alle 13,30. E stando 
già «Ile richieste pervenute al 

K eannucia una vera e propria 
vestono, 

Sporllme è nata con lo scopo 
di riunire In un unico «contenl- 
lore» tutte quello componenti 
che a vari livelli Interagiscono 
attorno al pianeta sport La mo¬ 
stra fiorentina. fin dalla prima 
edizione, si è posta oome obiet¬ 


tivo quello di divenire punto di 
riferimento annuale per Indu¬ 
strie del settore, dirigenti, tec¬ 
nici, atleti, insegnanti a sempli¬ 
ci sportivi. Un momento di veri¬ 
fica, di programmazione e di 
conoscenza di aspetti spesso 
sconosciuti. Una formula parti¬ 
colarmente gradita al pubblico 
e subito premiala con un gran 
numero di presenze. Nei nove 
giorni di mostra poi sarà possi¬ 
bile partecipare a dibattiti e 
convegni, assistere a esibizioni 
e, perchè no, imbattersi In qual¬ 
che piacevole sorpresa. Come 
ad esemplo quella di trovarsi 
fianco a fianco a qualche cam¬ 
pione detto sport, anche lui In¬ 
tento nel provare una disciplina 
che non * la sua. Certa la pre¬ 
senza di un gruppo di giocatori 
delia Fiorentina. 

Fra gli espositori di Sporti¬ 
me, oltre a quelli «tradizionali» 
come le Federazioni egli Enti di 
Promozione Sportiva e lo Indu¬ 
strie dol settore con tutte le loro 
novità, cl saranno quest'anno 
anche te Forze Armate Un mo¬ 
do per arrivare ancor più fra la 
gente e far conoscere aspetti 
spesso poco noli dolla loro atti¬ 
vità che, lo ricordiamo. In cam¬ 
po sportivo vanta llor di cam¬ 
pioni. 

Anoho quest'anno la Sogese. 
par facilitare l'accesso alla mo¬ 
stra, ha stipulato una serie di 
accordi con vari enti l'Atat. 
azienda di trasporlo urbano. 
astendorà la validità del bigliet¬ 
to orarlo (da un'ora a sei ore) 
previa apposizione di un con¬ 
trassegno alla mostra. Per le 
comitive di studenti che voles¬ 
sero raggiungere la Fortezza 
da Basso In treno le Ferrovie 
dello Stato hanno concesso una 
serie di agevolazioni e, presen¬ 
tando alla biglietteria il biglietto 
del treno, si avrà diritto a un In¬ 
gresso ridotto. Ingresso gratui¬ 
to Invece per I possessori della 
carta «Prlmabanca» emessa 
dalla Cassa di Risparmio di Fi¬ 
renze. 

Sporllme rimarrà aperta da 
domani al 26 febbraio col se¬ 
guente orarlo: 10-13,30 e 15-20 
Il lunedi, mercoledì, venerdì: 
15-20 II martedì « giovedì): 10- 
20 II sabato e domenica. 


Un» mostra SI camper 


Firenze e caravanning 
un binomio inscindibile 


m Firenze. Slamo quasi a Pri¬ 
mavara, la stagione delle scel¬ 
te, della programmazione per 
le prossime vacanze. Un mo¬ 
mento Importante che necessi¬ 
ta di un sopporto adeguato In 
modo da compiere scatta vin¬ 
centi Per gli amanti del turi¬ 
smo itinerante, della vacanza 
all'aria aperta il supporto arri¬ 
va da Eurocamp. la mostra na¬ 
zionale del camper, caravan, 
camping, vacanze e tempo li¬ 
bero organizzata dalla Soge¬ 
se. che apre i battenti domani 
presso II polo fieristico fiorenti¬ 
no della Fortezza da Basso. 
L'appuntamento tiorentino. 
giunto alla sua trentaduesima 
edizione, rappresenta ormai 
una tappa obbligata par coloro 
cbe vogliono confrontarsi con 
questo tipo di vacanza. Un mo¬ 
mento di verifica, di program¬ 
mazione In cui si ritrovano gli 
addetti al lavori. I campeggia¬ 
tori. I produtorl. I concessiona¬ 
ri Accanto a loro i vacanzieri 
del caravanning, gli amanti del 
turismo sotto le stelle, della vi¬ 
ta a contatto con la natura per 
recuperare una dimensione di 
vita a -misura d'uomo» 

Per nove giorni Firenze sarà 
la capitale del caravanning. I 
visitatori potranno ammirare 


le novità del settore sia per 
quel che riguarda la produzio¬ 
ne italiana sia per la .concor¬ 
renza» europea. A Eurocamp 
saranno presenti un gran nu¬ 
mero di produttori con i model¬ 
li proposti per la prossima sta¬ 
gione in tatto di camper e cara¬ 
van Ma quest’anno ampio ri¬ 
salto avrà un'altra componen¬ 
te della vacanza all'aria aper¬ 
ta: quella del campeggio. 
Modelli di tende, accessori, at¬ 
trezzature concepite con tec¬ 
nologie d avanguardia e sem¬ 
pre più rispondenti alle esi¬ 
genze di chi vuol coniugare 
qualità e prezzo 
La mostra fiorentina cade in 
un momento particolare per la 
nostra economia. Una lase in 
cui la svalutazione della lira ri¬ 
spetto ad altre valute assegna 
all'esportazione un ruolo pre¬ 
minente nella produzione - me¬ 
de in Italy». Alcuni dati. In Italia 
la vacanza en plein air è ormai 
una delle torme più* diffuse di 
turismo ed e in costante svilup¬ 
po. Cifre alla mano parlano di 
un faturato annuo di circa 500 
miliardi di cui quasi II 60% de¬ 
stinato all esportazione. I dati 
relativi all'occupazione indica¬ 
no in Circa 1503 gli addetti che 
salgono a cinquemila se si tie¬ 
ne conto dell'indotto i maggio¬ 


ri insediamenti industriali del 
settore sono concentrati In To¬ 
scana. egione che detiene la 
leadership nazionale In questo 
campo In Italia lo scorso anno 
sono siati prodotti quasi dieci¬ 
mila autocaravan e 1700 rou¬ 
lotte e per l 'anno in corso le sli¬ 
me lasciano prevedere il supe¬ 
ramento di questo risultato Ma 
a Ironie di una produzione viva 
e vitata, nel nostro Paese la si¬ 
tuazione degli impianti all'aria 
aperta è dcisamente insuttl- 
ciente. Sparse sulla Penisola 
sono appena 300 le aree di so¬ 
sta attrezzate e I camper isti 
non trovano quei servizi Indi¬ 
spensabili e necessari pei af¬ 
frontare in modo adeguato 
questo tipo di vacanza, nono¬ 
stante che I camper circolanti 
in Italia siano attorno alle 
120 000 unità. Citta destinala a 
lievitare ulteriormente nell an¬ 
no 2000. con circa un milione di 
veicoli InEuropa. 

Accanto all'approccio col 
«mezzo» col quale si intende 
vivere la vacanza. Eurocamp 
si * preoccupata anche del 
«dopo». Su dove ciò* -consu¬ 
mare- questa vacanza. Ecco 
allora che, come nella passala 
edizione, saranno presenti alla 
mostra anche degli espositóri 


particolari, gli Enti Locali, le 
Aziende di Promozione Turisti¬ 
ca. le Pro-Loco, con tutte le lo¬ 
ro pioposte su campeggi, aree 
di sosta, agriturismo, itinerari 
trekking a piedi, in bici, a ca¬ 
vallo. Un -pacchetto» completo 
quindi per il vacanziere itine¬ 
rante. Questa formula ha fatto 
centro, tanto che nell'edizione 
dello scorso anno tutorio oltre 
38.000 le presenze alla Fortez¬ 
za da Basso. 

A far da corollario a Euro¬ 
camp gli organizzatori hanno 
programmato una serie di ini¬ 
ziative e convegni (che ripor¬ 
tiamo a fianco) per affrontare 
alcune problematiche relative 
al settore del turismo itineran¬ 
te. Anche quest'anno Euro¬ 
camp dedica una sezione dedi¬ 
cata allo sport e tempo libero 
denomlnste Sportime. Un mo¬ 
do per accostare due mondi, 
quello della vacanza nella na¬ 
tura e quello dello sport, che 
hanno numerosi punti in comu¬ 
ne Un modo per individuare 
nuovi target, potenziali fruitori 
di questo modo di concepire la 
vacanza. 

Eurocamp rimarra aperta da 
domani tino al 28 febbraio dal¬ 
le 15 alle 20, li sabato e dome¬ 
nica dalle 10 alle 20 


Il presidente della Sogese Ambrogio Folonari spiega gli obiettivi della società 

Puntiamo tutto sulla qualità della vita 


L’integrazione fra tempo libero, vacanza e qualità delta 
vita. Gli obiettivi principali che la Sogese si prefigge con 
Eurocamp. Una formula dinamica premiata nella passa¬ 
ta edizione con 38.000 presenze. Perchè l'appuntamen¬ 
to fiorentino cade sempre nel mese di febbraio. Il «ta¬ 
glio» diverso rispetto ad altre mostre simili. L'abbina¬ 
mento con la mostra dello sport Sportime. A colloquio 
col presidente della Sogese Ambrogio Folonari. 


AmbrotH) Fa tenari 


m Dottar Fognari, attraverso 
Eurocamp cosa si propone la 
Sogese? 

Una finalità complessa. In pri¬ 
mo luogo rispettare la tradizio¬ 
ne di una manifestazione pre- 
prlmaverile del caravan, che si 
è sempre svolta a Firenze, che 
noi come Sogese abbiamo ere¬ 
ditato e abbiamo tutta l'Inten¬ 
zione di proseguire e tar cre¬ 
scere. Nello stesso tempo è una 
fiera estremamente attuale, 
moderna, perchè invita a svi¬ 
luppare la fruizione del tempo 
libero nella natura e quindi cl 


poniamo come interlocutori di 
un certo tipo di utenza Non ulti¬ 
mo. un supporto alle aziende 
che gravitano attórno al mondo 
del caravanning. 

Perche l'appuntamento fiorenti, 
no «tane sempre preposto net 
mese di febbraio? 

Febbraio è un momento In cui le 
azlenmde promano la lora 
gamma di nuove proposte e 
quindi si traila dell'apertura del 
mercato. Per questo motivo c'è 
la necessiti di offrire una vetri¬ 
na con la quale il pubblico pos¬ 
sa confrontarsi per poter sce¬ 
gliere nel miglio modo. E poi 


perchè siamo alle porte della 
Primavera che tradizionalmen¬ 
te è un po la stagione delle 
scelte e delle prime vacanze, 
anche per quel che riguarda il 
turismo itinerante 

In Italia esistono delle Aere slmi- 
t.masu cosa <1 dffwenzia Euro¬ 
camp? 

Già la slagtone in cui proponia¬ 
mo Eurocamp è abbaslanza 
sintomatica. Questa nostra ini¬ 
ziativa è per il pubblico, per il 
potenziale acquirente. Le altre 
due fiere, quella di Torino e 
quella di Rimini, si svolgono in 
altri periodi e prlnclplamente 
sono rivolle agli operatori del 
settore. 

Fin dalia passata edizione pia 
che sulla proposta «et ■prodot¬ 
to-, Eurocamp ha puntato sut- 
l'jotegrazkne tempo libero-ya- 
canza-qualItà detto vtta>. 
Questo è un aspetto molto Im¬ 
portante perchè vuol dire pre¬ 
sentare al pubblico di Euro¬ 
camp un quadro completo con 
una vasta gamma di opportuni¬ 
tà. Cerchiamo di integrare sem¬ 
pre di più aspetti che riguarda¬ 


no il prodotto, ma anche II modo 
in cui «consumare» le vacanze 
Offrire cioè un ventaglio dì pro¬ 
poste di supporlo per il vacan¬ 
ziere itinerante 
Mafia passato edizione Euro¬ 
camp tu visitata da oltre 38.000 
persone, cosa significa tutto 
questo? 

Per esaminare questo dato è 
necessario tare un raffronto su 
coloro che in Italia praticano la 
vacanza en plein air. Fatte le 
debile proporzioni vediamo che 
il visitatore apoprezza partico¬ 
larmente questa nostra propo¬ 
sta e ci spinge sempre a tare di 
più e meglio. 

Flronze ed Eurocamp un binomio 
tnsctodteilequlTKtt? 

Lo dicevo prima, si tratta di una 
tradizione che la Sogese vuol, 
tenere più che mai viva perchè 
pensiamo che sì tratti di un vei¬ 
colo utile par questo tipo di 
utenza. Firenze poi si presta 
bene per le manifestazioni fieri¬ 
stiche per la sua posizione geo¬ 
grafica. per le sue bellezze, pe 
la sua storia, per II suo carisma, 
Non bisogna dimenticare che 


l'utilizzo di quesli mezzi non è 
limitato esclusivamente alle va¬ 
canze nella natura, ma ahe a un 
turismo itinerante nelle città 
d'arte e nelle sedi di grandi 
eventi culturali e spettacolari. 
Per tutto questo credo dì poter 
dire che questo binomio è ab¬ 
bastanza solido 
Accanto a Eurocamp. anche 
quest'anno si presenta Sporti- 
me. Turismo all’aria aperto a 
sport sempre pfftln sinergia-. 

La rìllessione che abbiamo tat¬ 
to riguarda la tipologia di colo¬ 
ro che praticano il caravanning. 
Per questo II camper può esse¬ 
re il mezzo col quale si possono 
raggiungere luoghi ove pratica¬ 
re attività sportive. E questo ab¬ 
binamento ta parte della propo¬ 
sta culturale che noi facciamo. 
Ouesta sezione dedicala allo 
sport ha permesso di avvicina¬ 
re un pubblico prervalentomen- 
te giovane, predisposto a rece¬ 
pire il nostro messaggio. Tutto 
questo poi ci ha permessodi tar 
lievitare le presenze, nello spa¬ 
zio di un palo d'anni, di oltre 
cinquemila unità. 


Un ricco 
programma 
per 9 giorni 
di kermesse 


■ Firenze Saranno nove gior¬ 
ni intensi quelli che accompa¬ 
gneranno Eurocamp e Sporti¬ 
me. Accanto alle due rassegne 
intatti sono in programma un 
gran numero di eventi collate¬ 
rali. Mostre, convegni, dibattiti, 
esibizioni, concorsi un po' per 
tutto le esigenze. Vediamole in 
dettaglio. Si comincerà doma¬ 
ni alto 16 col premio «Azzurri 
d’Italia». Verranno consegnali 
rlconoscimenii agli e* giocato¬ 
ri della Fiorentina Alberto Or- 
zan, Giuliano Sarti, Claudio 
Merlo, al nazionale di canot¬ 
taggio Sergio Buoncristlano e 
a numerosi atleti under 18 che 
si sono distinti in campo regio¬ 
nale A seguire «Misure contro 
la violenza nello sport»: incon¬ 
tro organizzato dai Coni, Flgc e 
Ussi cui prenderanno parte II 

C residente del Coni provincia- 
> Paolo Innesti, quello regio¬ 
nale della Figo Innocenzo Maz¬ 
zini, il magistrato Sergio Af¬ 
fronto, lo psicologo Fulvio Car¬ 
bone, il presidente del centro 
coordinamento viola club 
Giancarlo Mene toni e il direne¬ 
rà del calcio storico fiorentino 
Luciano Artusi. Prealderà II 

C residente dell'Ussi toscana 
lanuela Righini. Domenica, 
dopo l'Inaugurazione ufficiale, 
cl sarà l'assegnazione del pre¬ 
mio «Sport e natura» a Marco 
Banchelli, protagonista di nu¬ 
merose imprese ciclistiche in 
solitaria e «Obiettivo 2000», un 
Incontro col presidente nazio¬ 
nale della Federcampeggio 
Giancarlo Ceci. Lunedi 20 si 
terrà l'annuale assemblea del- 
l'Assocamp Doppio appunta¬ 
mento martedì. Alle 16 «Un 
campeggio: un Comune», pre¬ 
sentazione di. un progetto di 
campeggio-tipo; alle 17 «Le 
strutture campeggtstlche e lo 
sport», cui parteciperanno il 
presidenlenazionalp della Fe¬ 
derazione Canoa Francesco 
Contorti, il consigliere nazio¬ 
nale della Federnuoto Fabio 
Prandi, i presidenti regionali 
della Federtennls Alfredo Bar- 
lolinl, della Fedorazioone 
Sport Orientamento Andrea 
Standard. quello provinciale 
della Federazione Tiro con 
l'Arco Leonardo Bertucci, l'ar- 
chiettto Tommaso Bastianelll 
del Coni, Il dirigente della Fe¬ 
derazione Pallavolo Giuseppe 
Maigarlto. li presidente della 
Federcampeggio Giancarlo 
Ceci, il consigliere delegato 
della Faita Enio Bartolìni, Mo¬ 
deratore: Mario Perfetti, se¬ 
gretario generale della Feder¬ 
campeggio, Doppio appunta¬ 
mento anche mercoledì 22, «A 
scuola con lo sport Verso nuo¬ 
ve intese-, cui parteciperanno 
Cesare Angottì del Provvedito¬ 
rato agli Studi di Firenze. Altie¬ 
ro Ciampolini. assessore pro¬ 
vinciale alla pubblica istruzio¬ 
ne, Michele Mattel dirigente 
del Coni, Vito Modugno. coor¬ 
dinatore di educazione tisica 
del Provveditorato agli Studi, 
Paolo Calissi e Fabrizio Bal- 
duoci. coordinatori tecnici re¬ 
gionale e provinciale del Coni, 
Fabio Prandi, consigliere na¬ 
zionale della Federnuoto, Fau¬ 
sto Colombo della Federazio¬ 
ne Scherma. Marcello Belgra¬ 
do, preside dellTtis Meuccl. 
Moderatore il presidente del 
Coni di Firenze Paolo ignestl. 
A seguire «Le paleslre eia leg- 

£ e regionale 49», con Andrea 
'agnoli! della Confcommer- 
cio. Bruno Maestrelli della 
Coniesercenti. Giogio Garofa¬ 
lo delle Usi 10/g, Marcello Mar- 
chionl, direttore deluse! di Fi¬ 
renze, Paolo Calissi del Coni 
regionale Giovedì 23: «Cam¬ 
peggio e nautica», incontro 
con l'associazione Nautimare 
Venerdì 24 alle 16 «Campeggio 
naturista; la sua realtà in Italia 
e nel mondo» e poi «Escursio¬ 
nismo: trekking, bici, cavallo», 
con l'assessore regionale allo 
sport Carlo Gattai. Il vice-pre¬ 
sidente della Federcampeggio 
Aldo Fabbri, il consigliere del¬ 
la Federciclismo Andrea Bre- 
sci, il consigliere dall Ante 
Marco Laureali. Il presidente 
del Cai toscano Fernando 
Giannini, i presidenti provlciali 
deli'Uisp e dell Aics Lorenzo 
Riddi e Fabio Fallai e Gianfran¬ 
co Bracci, esperto di trekking. 
Sabato 25 dibattito su associa¬ 
zioni campeggistlche e infor¬ 
mazione. fa presentazione dei 
campeggi dell'Isola d'Elba e «l 
giovani e li campeggio». Do¬ 
menica 26 un incontro con la 
presentazione di Itinerari turì¬ 
stici e raduni. Saranno allestite 
anche mostre fotografiche a 
cura deii'Alri e quella della 
Scuola delio Sport del Coni de¬ 
nominata Icon. 
















La Germania rifugio dei capitali 
intemazionali, l’Europa va in pezzi 

Cedono le borse 
Toma la paura 
del crack messicano 


Ferrovie 

Cgil polemica 
sul contratto 
di programma 


■ ROMA. Il sindacato trasponi 
della Cgil, la Filt vuol vedere eli la¬ 
ro sui comi del contratto di pro¬ 
gramma Ira lo Stato e la Fs-Spa che 
attende il parere del Parlamento, E 
spara una pesante bordata contro 
l'amministratore delegato delle Fs 
Lorenzo Necci, accusandokidi tra¬ 
sferire le verifiche di congruila 
(tecniche ed economiche) sui de¬ 
licatissimi progetti per l'Alta veloci¬ 
tà, dalla società appositamente co¬ 
stituita dall'elite - la Italierr-Sistav- 
a consorzi esterni Ira società d'in¬ 
gegneria: Tech-Av, Clip e la famo¬ 
sa Tpl-Av che quando si occupava 
di impianti chimici, si chiamava 
Tecnipetrol ed aveva avuto come 
amministratore proprio Necci, pri¬ 
ma del suo ingresso nelle Fs. Non 
solo verifiche - sostengono i dele¬ 
gati Filt della Rsu di Italferr - ma 
addirittura l’accertamento antima¬ 
fia per i cantieri operativi. Nei con¬ 
sorzi sarebbero quasi tutte le socie¬ 
tà di progettazione italiane, icui in¬ 
gegneri - affermano i sindacalisti - 
sono gli stessi die prestano la loro 
opera ai General Contractor che 
progettano le opere: al tempo stes¬ 
so controllori e controllati. I tecnici 
delle Fssono infuriati perchè men¬ 
tre vengono collocati in -esubero, 
dall'ente, la Tpl-Av richiama conte 
consulenti decine di ingegneri che 
nel fruii empo sono siali pensionali 
dalle Fs. 

La notizia è emersa durame una 
conferenza stampo nella quale il 
segretario della Filt, Dino Testa, ha 
elencato tutti I dubbi e le perplessi¬ 
tà del suo sindacato su un contrat¬ 
to di programma definito -frettolo¬ 
samente» col governo Berlusconi 
già dimissionario Tanto che Lai- 

male ministri, dii Trasporli Giri 

vanni Carenile ha disposto una tri- 
leriore verifica del conlrotto licen¬ 
ziato dal Cipe il 12 gennaio scorso, 
al quale son legati investimenti per 
ben 70.000 miliardi Ira il 1994 e il 
2000 , di cui 55000 a carico delb 
Sialo e 15,275 a carico dei privati. 
-Abbiamo il sospetto-ha detto Te¬ 
sta - che nelle pieghe del program¬ 
ma di investimenti ci siano spese 
dai (ini elettorali e propagandisti¬ 
ci-, La Filt denuncia la mancanza 
di chiarezza nella distinzione, pre¬ 
sente nel contralto di programma, 
degli investimenti secondo i critèri 

della redditività e del ritorno di Irai- 
fico; anche se -apprezza- il primo 
tentativo di introdurre nel valutare 
gli investimenti la logica del rap¬ 
porto costi-benefici. EpperO ritiene 
che le stime di redditività «non sia¬ 
no rigorose.. Nel mirino del sinda¬ 
calo vi è poi l'applicazione della 
direttiva Cee «0, che prevede la 
separazione contabile tra la gestio¬ 
ne dell'inlrastmttura e quella del 
trasporto. Ma le Fs hanno anche 
disegnato un piano di dismissione 
dei setvizi di trasporto. La Flit defi¬ 
nisce -sospetta- la sollecitudine 
con la quale le ferrovie intendono 
attuare la patte facoltativa della di¬ 
rettiva. senza aver prima attuato 
quella obbligatoria. 

□f?tV 


•«gysfr».. .--art 


Privatizzazione 
della Stet 
Uri 

accelera 


La Banca di Roma ha acquistato la maggioranza della ™eme l'ultimo dei .padri padroni 

. ...» . . , . Y 1 riol mondo hnnoinn italiano a. 

finanziaria Bonifiche Siele. la holding che controlla la 
Banca Naziona le dell’Agricoltura Con questa operazio¬ 
ne il gigante del credito romano diventa la più grande ullimi «*«•. Nato -a .Bari nei mi 
banca italiana. Il blitz è stato annunciato ieri sera. Esce 
di scena il conte Giovanni Auletta, padre padrone della ietta ha 
Bna, che negli anni scorsi aveva difeso la sua banca da- ' ' “ . . 

gli assalti del Credit e della stessa Banca di Roma. 


i'i» Cesare Geronzi. e dallo stesso Au- 
del mondo bancario italiano ed lena Armenise. al presidente della 
uno degli uomini più .corteggiati" Consob.EpzoBerlanda 

dalla finanza intemazionale deeli 

Affare da mille miliardi 

soprannominato l'Orso, per la sua L'acquisto di Bon ifiche Siete, te- 
intrallabililà. il conle Giovanni Au- nendo conto dellopa successiva 
jiovanissuno le redi- che Banca Roma lancerà sul fiot¬ 
to delle aziende di famiglia (Odo), tante della finanziaria, comporterà 
un esborso complessivo di almeno 
di 1.003 miliardi, mentre l'opera- 
II suo impegno si è concentrato so- zione annunciata ieri sera -vale, 
prattulto nel settore finanziario in 522,7 miliardi L'importo di 1.003 
cui, già nel 1958, era entralo come miliardi si ottiene nell'ipotesi che il 
segretario del consiglio di ammini- prezzo dell opa sia lo stesso di 
slrazione della Banca Nazionale quello ofieito per il pacchetto di 
dell'Agncoltura, nella sua qualità contralto Questo era rappresento- 
di rappresentante della maggio- to da quote detenute dal conte 
ranza azionaria. Dal 1971 Auletta si Giovanni Auletta direttamente 
è quindi dedicato completamente. (14.1*1 elica del capitale ordina- 
prima come vice-presidente e poi rio) e attraverso la Fisvina e sue 
come presidente, alla gestione del- controllale (39,2*.) Il 20,8* del 
la banca romana, che ha sempre capitale Bonifiche è detenuto dal 
dileso strenuamente da tutti gli ap- Credito Italiano, mentre il 16* cir- 
petiti suscitati dalla sua banca, pri- ca è rimasto impigliato nel concert¬ 
ino tra tutti, quello del Credito Ita- dato preventivo della Rdilin di Giu¬ 
liano E dopo una strenua resistere seppe Gennari Questo pacchetto 
za, il conte ha ceduto ieri te armi dovrebbe finire in una società li- 
alte Banca di Roma nanziaria controllata dalle banche 

La «storica- intesa mette inlalti fi- creditrici di Gennari (Mps, Stei¬ 
ne alle ricorrenti e insistenti voci nhauslin e Banco di Napoli) e dei 
sul destino della Banca Nazionale risparmiatori coinvolti nel dissesto 
dell'Agricoltura, (attesi ancora più della Fidifin stessa. Il concordato 
loto negli ultimi giorni in seguito al- dovrebbe essere omologato a ini¬ 
le Indiscrezioni riguardanti te dilli- zio aprile dal tribunale di Firenze. 
Cile situazione finanziaria della Altri azionisti di un certo rilievo dei- 
banca L'operazione è stala illu- te Bonifiche Siele erano, almeno fi¬ 
stiata ieri sera dai vertici della Ban- no a qualche tempo la, la compa¬ 
ca di Roma. Pellegrino Capaldo e gniadi San Paoloe Tiri. 


m ROMA. Giovanni Auletta Arme- to dallo lusione Banco di Roma- 
nise ha ceduto alla Banca di Roma Cassa di Risparmio di Roma e Ban 
il cornicilo della Bonifiche Siete li- co di Santo Spirito, diventa cosi la 
nanziaria. la holding di controllo prima banca italiana, scalzando il 
della Bna. li traslertmento riguarda San Paolo di Torino Grazie all'ac- 
il 53.23* delle azioni ordinar» e il quoto della Banca nazionale del- 
369* delle azioni di risparmio del- l'Agricoltura, l'istituto di credilo ro¬ 
te Bonifiche, ad un prezzo unitario mano, sulla base dei bilanci 1993. 
rispettivamente pari a 36.000 lire e avrà mlatti attivila totali per oltre 
a 7.500 lire. L'accordo siglato Ieri 191 mila miliardi di lire contro i 188 
sera verrà immediatamente sotto- mite miliardi della banca torinese, 
posto ai consigli di amministrazio- Se si guarda invece agli impieghi e 
ne delta Banca di Roma e della alla raccolta, la banca guidata da 
Cassa di Risparmio di Roma hoi- Pellegrino Capaldo (presidente) e 
ding L intesa è ovviamente subor- da Cesare Geronzi (direttore gene- 
dinata all'autorizzazione deUa rate) rallorza te sua posizione co- 
Banca d'Italia. Eseguito il trasferì- me seconda banca italiana, slavol 
mento, ta Banca di Roma efiettue- ta dietro il San Paolo, 
rà nei tempi di legge e ai prezzi in¬ 
dicali un'opa sia sulle azioni ordi- Addio conto 
narie che su quelle di risparmio. Con la cessione di Bonifiche S>e- 
rappresentanti l'intero residuo ca- le e della Bna alte Banca di Roma, 
pitale della Bonifiche Siele esce invece di scena il conte Gio- 

La Banca di Roma, il gigante na- vanni Auletta Aimenise. probabil- 


iVlCKLAU.. 

HMA 

Min 1.041 

• l.td 

Mieta ««e 

-C.A.11 

Mie 10 15219 

•..M» 

ntamaaoMiauaind 

MIBALIM-AQR 

ai> 

HWTtOiiWilMIMBfPi 

MlfilMM-GDIL 

c-’bL. 

ItmilMilWI 

CEM. MELONE WR 

«MI 

CALTAQIRONE 


LIRA 

OOLLARO 1.905.43 

151 

MARCO 1.074.80 

M.M 

\m ' 6.132 

—ft1? 

STERLINA 2524.54 

tt,T« 

FRANCOFA 309.18 

t.st 

FRANCOSV. 1.272.94. 

1*,»» 

FONDI woncivsAMZKmis 

AZIONARI ITALIANI 

«t** 

AZIONARI ESTERI 

- 0,07 

RII ANClATlITALIANI 


BILANCIATI ESTERI 

cja? 

OBBLIGA? ITALIANI 

MI 

0B6LIGAZ ESTERI 

-A!» 

MI MNDIMENtlNEITI % 

9 MESI 

>,7I 

8 MESI 

-JJ1 



Intervista a «Rassegna Sindacale». Anche per Romano Prodi valgono i programmi 

Cofferati: «H congresso scelga Limita» 


■ ROMA Una strada senza ritorno 
per l’unità sindacale La proposta, 
coraggiosa, viene da Sergio Colfe¬ 
rali. L'ormai prossimo Congresso 
della Cgil (avrà luogo a metà lu¬ 
glio) dovrebbe molare attorno a 
questo obiettivo, battendo pigrizie 
e resistenze, ma anche manovre 
strumentali. Il segretario generale 
della Cgil, intervistalo da Renato 
D’Agostini su .Rassegna sindaca¬ 
le». esprime una posizione molto 
nella: Credo che il congresso della 
Cgil debba discutere in modo im¬ 
pegnativo dell'unità sindacale e 
debba avviare una vera c incipria 
teso costituente per la costruzione 
del sindacato unitario- Ma perche 
il Comitato Direttivo della Cgil ha 
approvato all'unanimità un Con¬ 
gresso in lempi cosi ravvicinati, 
malgrado le tanto delicate scaden¬ 
ze sul tappeto? Il principale sinda¬ 
cato italiano, risponde Collerati, 
vuole stare in campo, -proiwio in 
una tese di transito cosi Impegnati¬ 
va», |ier ter fronte alle traslormazio- 


iiranuNi 

ni del Paese. Non c'è perù te ne¬ 
cessità, per II movimento sindaca¬ 
le. di Ironie ad una -polarizzazio¬ 
ne- della vita politica di siate o da 
una parte o dall'altra? H -leader- 
delia Cól, Sergio D'Antoni, è sem¬ 
brato, ad esempio, sposare una te¬ 
si tevorevole ad un'accoppiata sin¬ 
dacato-centrosinistra. Sergio Colle¬ 
rati esprime un altra opinione cara 
alte Cgil: -Credo die 11 modo mi¬ 
gliore di mantenere l rapporti tra 
sindacato e forze |x>liliche sia 
quello di indicare con neitezza le 
priorità, il programma Ècoslchesi 
contribuisce a chiarire la definizio¬ 
ne delle arce che si contrappongo¬ 
no sulla scena politica c si verifica 
la vicinanza con II sindacato, non 
sulla base di stilemi astratti, ma 
giudicando nel merito- E comun¬ 
que, per Collerati, anche quando si 
verificassero convergenze -l'auio- 
nomla e la diversità demmo rima¬ 
nere una regola- Non c' bisogno, 
dunque di mescolare le sigle sin¬ 
dacali a quelle dei partiti nei pros¬ 


simi scontri elettorali. L'esperienza 
insegna che sono proprio i 'conte¬ 
nuti- a determinare simpatie e anti¬ 
patie -Fu giusta e vincente-, ricor¬ 
da il segretario della Cgil. -la scelta 
che tacemmo di giudicare il gover¬ 
no Berlusconi noti per il carattere 
dello schieramento- assai lontano 
dai criteri ispiratori di terga parte 
del sindacato - ma per le scelle che 
ha fatto, quelle istituzionali prima e 
quette sociali (topo-. Lo stesso con¬ 
tributo ad uno schieramento di 
centrosinistra non può che venire 
dal tentativo di impedire che esso 
si caratterizzi solo in negativo, 
contro- l'altro schieramento. 

Una late riaftermazione dell au- 
toiromia della Cgil. convinta di da¬ 
re cosi un contributo ben più alto 
alla lotta politica da quello rappre¬ 
sentalo da un paio di -spot- eletto¬ 
ralistici. non significa il dislacco da 
quanto avviene nei diversi schiera¬ 
menti. L'entrata in scena di Roma¬ 
no Prodi, ad esempio, e vista con 
interesse. Ma anche qui il maggior 
sindacato italiano vuole andare ol¬ 
tre l'immagine Prodi è considerato 

f 


•un uomo di indubbie capacità, te 
sua scesa in campo favorisce l'i¬ 
dentificazione di uno schieramen¬ 
to di centro-sinistra che si confron¬ 
terà con uno schieramento mode¬ 
rato- Cofferati, però insiste: non ri¬ 
tiene -risolutiva- la definizione del¬ 
lo schieramento e del leader Quel 
che conta sarà il programma che 
Prodi presenterà e -sarà questo l'e¬ 
lemento di maggior interesse- La 
Cgil mette in moto la faticosa mac¬ 
china congressuale con queste 
idee. L'analisi sarà concentrata sul¬ 
le lrasfoima2ioni, quelle connesse 
anche all'apparizione di nuovi sog¬ 
getti politici «Capire il cambiamen¬ 
to in allo e definire il propnn profi¬ 
lo politico e organizzativo-, sottoli¬ 
nea il successore di Brano Tremili, 
■altrimenti si rischia te subalternità 
o ii collateralismo-. Il modello bi¬ 
polare presuppone che un -polo- 

presenti il suo programma prima 
delle elezioni. Il sindacato che farà 
se non avrà un proprio program¬ 
ma? Sarà costretto ad un ruolo av¬ 
vilente. La stessa strada senza ritor¬ 
no per l’unita passa da queste stret¬ 
toia. 


Zogrobolokl 
• Castellino 
nolcda 
del S. Paolo 



VMantjnoCastsNnt Onoralo CasteMns 


U sindaco O Torino Val* Mino Castel mi cambia I vortici del 
San Paolo, armeno per la parte che gl compete, «la la 
teegleitdo&ienomldl alto preMo: (professor Qustavo 
ZagretMttky. docente di dirtttocoMttuztono le «dii profHMir 
Onorato Cartonino, docente di economi» poi me» sono 
mfattli nuovi rappresentanti del comrmonel consiglio di 
ammWstraifoaeiMlacoinpaeala San Paoto.Sostfta Iacono 
Carlo Altera che si è dimesto e «entrane o GemM gitani 
Zoccoli revocato dal sindaco. 

la scelta 4 stata operata su vorrturwoi(tiranti, Caste)leni tu» 
decisamente puntato sul ptesttflo il ZagrsbstsMo 
Castel Inolquett'uHimo, presidente «olla commissione por 
larMormadtlle pensioni intedMad* Mastella nell’agosto 
scorso). La conferenza dolca plgrappo del contiguo 
corramelo di Torino aiti adesso lisci 0oml di tempo per 
fornirà la propria valutazoni edile nomine Indicate da 
Castellani,dopo di che est» «venteranno operative e 
«■tirano comunicate trinciai mante aU Istituto 
banearloguhfatoda Zandana. 














p- 



m 

a20runiia , , ,,la Boi 

Ddh c ufc llr so k a cura ili RwfUc ir M iai* 

- kd.________ 

. 


■ RIEUO. Il fatturato Rifilo Bruciatori 
Legnagli ha raggiunto nel 1994 1 313 mi¬ 
liardi di lire con un Incremento di oltre il 
16 percento espello al 1993 219 mlliar 
di sono stari realizzati nel mercato Italia 
no ( + 13 5‘» ) 94 miliardi con le espor 
(azioni t" 23 2 %) Il risultato operativo 
atteso - informa una nota dell azienda 
veronese attiva nel settore della clima 
umazione - dovrebbe attestarsi intorno 
ad un 30% in più nspetto a quello del 
1993 I risultali positivi hanno influito po¬ 
st iva mente anche sul livelli occupaz» 
nali di Riello i dipendenti in Italia sono 
743 al quali si aggiungono altri 116 che 
operano nelle consociato estere 

■ (TAUMRIAMTl. Superando la con 
corre nza tedesca americana e giappo 
neve I Italimpianti (gruppo In Fintecna) 
ha ottenuto una commessa per la forni 
tura chiavi in mano del nuovo lermmal 
•Iranshipmenl* carbone del porlo di 
Shanghai II contrailo del valore di oltre 


20 milioni di dollan (32 miliardi di lire} 
è sialo firmato in una cenmonia svoltasi 
in un salo ne dell assemblea del popolo 

■ STEFANEL Le partecipazioni del 
gruppo Stela nel suiwrano 1 1000 miliardi 
di lire Lo ha dichiarato il presidente del 
la società quotata in Borsa Giuseppe 
Stelanel in un intervista al settimanale 
■Panorama- in edicola oggi Ai SCIO mi 
bardi di lalturato nel seriore tessile ha 
spiegato Slefanel ne vanno aggiunti al 
nettanti derivanti da attività diversificate 
che lan no capo alla Finpiave 

■ POPOLARE MILANO- La Banca Po 
potare di Milano ha smentito ieri di ave¬ 
re alcun progetto relativo ad una opera¬ 
zione di aumento di capitale sociale 
«Sono pertanto prive di qualsiasi fonda 
mento le notizie allerma una nota re 
lattee a suddetta operazione comparse 
in data odierna (ieri ndr) su alcuni or 
gani di stampa- Le voci erano circolate 
len in ambtenii borsistici menile il utolo 
aveva perso il 4 7 S. 


Effetto lira a Piazza Affari: Mibtel -2,11% 
Gli operatori temono un rialzo dei tassi 


■ MILANO Giornata nera in Piazza 
Affari dove il marcalo ha chiuso I 
baitene sotto una pioggia di vendile 
scatenala dal umore di naizo dei (as¬ 
si d Interesse Una preoccupazione 
generata dalla pesantissima situa¬ 
zione del cambio con la lira ai mini 
mi stona contro II marno tedesco 
Le tuibolenze dei mercati valutan 
dove il dollaro si i ultenoremente in 
debolito hanno spinto al ribasso 
quasi tutte le Borse europee Tutta 
via la situazione di Piazza Alfan è 
appaisa piu preoccupante per effet 
lo del riaccendersi della polemica 
politica Deboli anche i contratti fu 
Iure sui Bip Le dichiarazioni rassieu 
ranh del presidente del Consiglio Di 


ni sull imminenza della manovra 
economica correttiva hanno risolle¬ 
vato le quotazioni per qualche ora, 
ma nelle ultime battute I indice M ib¬ 
lei è tomaio sui mimmi della seduta 
L ultima nlevazione ha evidenziato 
una flessione del 2 1 1 per cento a 
quota 10746 Scambi per orca 830 
miliardi Pesante I offerta sui tìtoli 
guida le Fiat nel finale sono siate 
scambiate a 6410 lire (meno 
I99S) le Generali a 38 600 (meno 
223) le Pirelli a 2 3 IO (mrveo 3.27) 
le Slet a 4 955 (meno 2 44) le Tele¬ 
com a 4 405 (meno 3 IO) Tra i titoli 
bancan in vistosa coolrotendenza 
le Banca Agricola Milanese (più 
850 a 10850) positive anche le 
Ambroveneto (più 0 48 a 5390), in 


caduta quasi libera le Bna a 3255 
(meno 6 7) Tra gli assicurativi le 
Assitalia hanno perso il 2 50 a 
10605 

Al ribasso anche il Ristretto sotto il 
peso di difluse flessioni sia tra i ban 
can sia nel resto della quota 1 indi 
ce Imr ha perso lo 0 38% a 1 038 
punti (più 38% dall inizio di que 
stanno) Il comparto del credito ha 
perso nel complesso to 0 29% tra gli 
altri valori le Popolare Commercio 
Industna hanno perso lo 0.81% le 
Crema il 2 15%, le Lodi 11 56% e te 
Novara k> 0 55% Il settore non ban 
cano ha lasciato sul terreno k> 0 59% 
con le Calzatunhcjo di Varese in ca 
lo del 7 79% e le Condotte Acque 
Roma del 338% 


1 CAMBI | 


MfB 

□ 

oci laro usa 

•en 

VfS.C 

180440 

«a*» 

INDCEUB 

Vii'** 

IMI 106* 

VA % 

? S 

«OJ 

«A«0 TEDESCO 

2021.2* 

«74 ttì 

m* 

100.43 

INCBCEWTEL 

AuwarA» 

10*76 MTO? 

1»? m 

211 

018 

L*A STERLINA 

2K4.5* 


ASSCURA7IVE 

10C 

«63 

1* 

F«0RIM0ÙUNDESE 

95fif 

m» 

BANCARIE 

w 

«73 

-233 

FRANCO BELGA 

su 

5147 

CARTAW-fOTCRlALI 

9» 

96* 

1*5 

PESETA SPAGNOLA 

•20 

1 M 

CEMENTI 

m 

«52 

■2i4T 

C0RWA0ANESE 

272,27 

270.(0 

Omto C 

«oc 

«58 

265 


26»? 50 

2455,6* 

COMMOWO 

*? 

978 

'« 

ESCUTO PORTOGHESE 

lft« 

«29 

COMUNICAZIONI 

«78 

l«7 

?,62 

DOLLARO CANADESE 

n»s? 

IM5J1 

ELETTROTECNICHE 

«22 

»M 

116 

VW GIAPPONESE 

«« 


FWAN2IAR* 

«0* 

m 

-2.36 

FRANCO SVIZZERO 

127? W 

'26445 

MIAO BILIARI 

«Hi 

1038 

2N 

SCELLINO AUSTRIACO 

CORONA NORVEGÉSE 

152.71 

?4$.» 

I5i» 

242» 

MECCANICHE 

MINERARIE 

m 

«35 

'[>71 

1955 

i» 

MARTA IMA MCE SE 


34411 

TESSILI 

978 

998 

m 

[ DOLLARO AUSTRALIANO 11*717 

1196,84 

0MRSE 

958 

966 

083 
















































































































































































































































































































































































































































Slitta alla settimana prossima rincontro con Dini 

Cgl, Cisl, Uil: 

«Così le pendoni» 

Slitta alla prossima setlimana rincontro a palazzo Chigi 
fra sindacali e governo sulla previdenza. La trattativa, più 
che sulla riforma, sarà sulle pensioni di anzianità a comin¬ 
ciare dai 65.000 bloccali da Amato prima, e da Berlusconi 
poi. E sul complesso delle pensioni anticipate dei prossi¬ 
mi anni, tagli o maggiori contributi se sfonderanno la spe¬ 
sa prevista per la sola previdenza, separala dall'assisten¬ 
za. Pronta la piattaforma Cgil, Cisl, Uil sulla riforma. 

——————— 



Sandro Marinelli 

Alitalia: il governo in pista 

Ma i sindacati autonomi annunciano guerra 

IMANIMLA ntSAM 


• ROMA. Cgil Cisl e Uil hanno fi¬ 
nalmente formalizzalo le loto pro¬ 
poste sulla riforcna della previden¬ 
za, ma II presidente del Consiglio 
Lamberto Dini - alle prese con ì 
guai della manovra - ha rinvialo al¬ 
ia settimana prossima il confronto- 
pensioni con I sindacati che avreb¬ 
be dovuto iniziare oggi. Nonostan¬ 
te lutti alfermino di volerla fare, la 
riforma, essi danno per scontalo 
che difficilmente si farà a giugno 
con te elezioni Incombenti. Quindi 
Il confronto avrà per oggetto essen¬ 
zialmente la quesikme delle pen¬ 
sioni di anzianità. Dei 65.000 lavo¬ 
ratori che sono siali bloccati due 
volte, 1 4.000 che si sono già licen¬ 
ziali dovrebbero essere liberali su¬ 
bito perché l'onere fi di 400 miliar¬ 
di, meno dei 500 stanziali dalla Fi¬ 
nanziaria a questo scopo. Per gli 
altri 61.000, che forse usciranno a 
scaglioni secondo l’età a partire da 
giugno, si tratta di trovare (fuori 
dalla manovra-bis) I.SOO miliardi. 

E poi la questione più generale 
dei pensionamenti anticipali, 1.3 
milioni di personeche nei prossimi 
anni raggiungono I requisiti, men¬ 
ilo la Finanziaria nel triennio vuol 
risparmiare 15.000 miliardi sulle 
pensioni. Il governo pensa che, se¬ 
parala l'assistenza dalla previden¬ 
za, quest'ultima costerebbe 70-80 
mila miliardi l'anno. Se le pensioni 
di anziani» con 35 anni di servizio 
e rendimento al 2% cl rientrano, 
lutto ok, Altrimenti, occorre sce¬ 
gliere fra altre fonti di gettito: con¬ 
tribuii, requisiti di soivtziu più ele¬ 
vali, disincentivi (tagli) al pensio¬ 
namento anticipato; ma niente Fi¬ 
sco, perché lo impedisce l'avvenu¬ 
ta separazione. 

Riguardo alla -Piallafotma Cgil 
Cisl UH sulla riforma della previ¬ 
denza», Il lesto si mantiene sulle li¬ 
nee generali, affidando i dettagli al 
confronto con la base e alla tratta¬ 


tiva col governo, quale sarà. Si pre¬ 
vede una previdenza che poggia 
sul sistema pubblico a ripartizione 
più quello del Fondi complemen¬ 
tari (-due pilastri-), che puma al¬ 
l'equità, ma pure a mettere sotto 
controllo la spesa rispetto al RI. 
Inoltre la ritortila deve riguardare 
fritte le categorie e tutti i regimi con 
regole comuni, pur col pluralismo 
degli enti, e garantire la copertura 
previdenziale anche ài lavori atìpi¬ 
ci. ai liberi professionisti, agli immi¬ 
grali. E riparare ai guasti della rifor¬ 
ma Amalo sulle nuove generazio¬ 
ni. 

Contratto scuola 
Strada 
In salita 

t ripreso telili confronto per N 
rtancvo dai contratto dafra «cuoi*. 
La parti hanno cominciato ad 
anbaro nei marito dal la quattoni 
Ma - secondo H tagro torto 
generato dalla UH Scuoto. Osvaldo 
Pietica - la trattativa «co al 
presenta né brava né fadte -l'taan 
al «limitata illustrar* le torerifee 
del goramo ospitandomi I vincoli, 
ma par noi quatta taratura • 
tnadaguata a non Marta ca n to d a da 
spoetiti* p rat i uton ««■. 
Itoooccupazionl tono «tate 
espiata* metta dal ««grattato 
(inarata «al la Cfll Scatta, 

Emaaueta Barbieri, eeoondo cui 4 

riacoM a u le ri t orte dtapoatal B .eul 
tritar! par ta tara ta st i * r uta» s o 
attua decorrenze riluttano 
drillcl ta lenta cotte StabHI con la 
piattaforme pmantata a con la più 
tagMkna ariate dal lavorateli-. I 
sindacati confederatiti categoria 
a lo Snaia restringono anche 
llpeteel di una separata area di 
contrattazione peti prestai 


Sepataxkme assistenza-previ¬ 
denza. Scorporare dall’lnps (che 
pufi limiterei a restare ente pagato¬ 
re delle prestazioni) i trattamenti 
definiti assistenziali che la legge 
83/89 pone a carico dello Stalo 
Tra l'altro: pensione sociale; -quo 
la sociale» indicizzala (100.040 lire 
- valore 1988 - per ciascun asse¬ 
gno); agevolazioni contributive: 
ammortizzatori sociali, trattamenti 
ai coltivatori diretti ante 1989. inte¬ 
grazioni al minimo fino a quando 
non diventano -assegno sociale»; 
sottocontribuzioni varie; contributi 
figurativi. 

Amwnlzzazròoo dette recete. Di- 

riganti, giornalisti, liberi professi» 
nisli. pariamenteri, magistrati ecce 
lera. tutti dentro a un grande siste¬ 
ma gradualmente omogeneo nelle 
regole della contribuzione e delle 
prestazioni: periodo per il calcolo 
della rembuzkrne pensionabile, 
rendimento al 2%. requisito contri¬ 
butivo massimo di 40 anni 
f tritume ntn Ma contributi e 
prestazioni. Obiettivo da raggiun¬ 
gere per tulli, col riferimento alle 
retribuzioni dell'Intera vita lavorati¬ 
va per calcolare la pensione, con 
la gradualità del sistema -prò-quò¬ 
ta-' sugli anni di anzianità prece¬ 
derli la riforma, i calcoli si eseguo¬ 
no secondo le vecchie regole; e se¬ 
condo le nuove per gli anni suc¬ 
cessivi Lo siesso obiettivo si putì 
raggiungere applicando II metodo 
contributivo (pensione in base ai 
contributi), e in entrambi i casi le 
rivalutazioni - delle paghe o del 
versamenti - debbono tener con¬ 
to. delle dinamiche salariali. Le 
pensioni andranno indicizzate al 
costo vita e all'aumento del PII: da 
valutare l'indicizzazione ai salali. 
FtaMtbWb: nell'era pensionabile 
e nelle modalità di accesso al pe» 

MvlkulHJitto - cottMikiuuJu anche 

i lavori usuranti - e In questo qua¬ 
dro si putì misurare l'importo della 
pensione sulla speranza di vita. Sia 
consentilo II part-time fra pensione 

e lavoro, cor un limitalo cumulo 
Irai due redditi 

PwMtwri di andanti*. Con 35 an¬ 
ni di contributi, rendimento al 2 % 
RavaralMHt*. Solo al coniuge e ai 
figli minori sotto un cerio tetto di 
reddito; per il coniuge, comunque 
una quota svincolata dal reddito. 
Previdenza c ompta marnare. Vo¬ 
lontaria e contrattuale, da incenU- 
vare non con la riduzione delle 
prestazioni obbligatorie ma inco¬ 
raggiando l’uso del Tir 


■ ROMA II Governo è sceso in 
campo nella vertenza Alitalia. Ieri 
mattina, primo consulto» ai lavoli 
del ministro del Lavoro Tiziano 
Treu e di quello dei Trasporti Grò- 
vanni Calavate, che hanno incon¬ 
trato i rappresentanti dei le organiz¬ 
zazioni sindacali, confederali e di 
categona. Si fi trattato di un Incon» 
tra ancora informale, di una pnma 
verifica preliminare e propedeutica 
all'avvio della vera e propria me¬ 
diazione da parte del Governo. 

l’ut non riferendo contenuti ed 
esito della riunione, una nota del 
ministero del Lavoro dà l'annuncio 
dell'avwo di "specifici sondaggi 
con le parti per acquisire ogni utile 
elemento di conoscenza sui vari 
aspetti contrattuali e otgantezatirà 
della vertenza, caratterizzata "dalle 
difficoltà connesse alle impellenti 
esigenze di risanamento e da con¬ 
flittualità sindacale particolarmen- 

l utenza». »Lròtento delte iniziative 
- continua la note - fi quello di in¬ 
nestare una fase di relazioni sinda¬ 
cali più distese e trasparenti, al fine 
di promuovere confronti serrali su¬ 
gli urgenti temi sul lapperò, neces¬ 


sari per salvaguardare le prospetti¬ 
ve di risanamento e di rilancio del- 
l'Alitalìa, come grande compagnia 
in grado di competere sui mercati 
mondiali». 

Per Paolo Bruni, segretario gene¬ 
rale dell» FIM Cgil. con i colloqui di 
ieri fi comunque arrivala una svol¬ 
te: -La situazione fi matura - dice - 
per un vero intervento del Gener¬ 
ino Questa vertenza va deazienda- 
lizzata non puO più essere una 
partita a due» Ma niente mediazrò- 
m gencnche o interrenti »a pezzi e 
bocconi». Onesta - spiega Brulli - 
fi una vertenza che ngoarda sia 
l'assetto proprietario sia il lavoro. 
Se qualcuno pensa di estrapolare 
dal contesto singole questioni, sba¬ 
glia In pieno: si tratta di altrontare 
di pari passo il risanamento finan¬ 
ziario. col problema della ricapita¬ 
lizzazione. e quello della strategia 
e della struttura del groppo. Il Go¬ 
verno. che avevamo npefutamente 
cercato di chiamare in causa, è di¬ 
rettamente coinvolto in entrambi 
gli aspetti. Ed fi evidente che te 
strada del risanamento non putì 
passare solo dal contributo dei la¬ 
voratori». Il riferimento fi al rinnovo 


del contratto dei piloti. 

Intanto la Cgil plaude all'iniziati¬ 
va di mediazione intrapresa dal 
Governo e il segretario confederale 
Certeda auspica, come il -collega, 
cislino Natele Foriani. tregua per i 
prossimi giorni Ma se la mediazio¬ 
ne dovesse falline, annunciano in 
serata Kilt Cgil, Fi! Cisl. Uiltraaportl 
e Anpav. entro marzo sarà sciope¬ 
ro generale di tutte le categorie Ali¬ 
tai» 

E di tregua sembrano non voler 
sentir parlare i piloti dell'Anpac. 
mentre hanno già deciso di non ri¬ 
spettarla i sindacali autonomi dei 
conbollori di volo. Nel loro mirino 
il ministro Caravaie, reo. secondo 
Anpcal, Appi, Assivoloquadri, Ci- 
salav, Licia, di -un gravissimo inter¬ 
vento mirato ad interrompere la 
trattativa contrattuale formalmente 
avviata il 16 dicembre scorso», in 
quanto avrebbe -delegittimato im- 
motivatemente l’amministrazione 
straordinaria, creacndo premesse 
di grave discontinuità nella gesti» 
ne aziendale-. Quindi, sciopero 
dalle 12 alle 16 il 27 febbraio e dal¬ 
le 10 alle 18 i'8 marzo. E sciopero 
anche, oggi stesso e per tutta la 
giomala, dei dipelatomi delle 
agenzie e sedi Alitalia di Tori no 


Orario 

Trattative 
incagliate 
alla Piaggio 

■ FONTEDERA (Pisa) L'ostacolo 
reste il sabato notte. La trattativa tra 
la Raggio e i sindacati si incaglia 
sul «18° turno». Niente di compro¬ 
messo. nessuna rottura in vista, al¬ 
meno per ora. Ma fi la vicenda di¬ 
venta più complicata di quanto l'a¬ 
zienda delle due ruote avesse pre¬ 
visto. È quanto è emerso alla fine 
dell'Incontro. Il nono, tra sindacali 
e azienda sul progetto di fabbrica 
integrala che prevede una drastica 
riorganizzazione dei processi pro¬ 
duttivi e degli orari di lavoro. Il pro¬ 
getto. aiferma l'azienda, serve per 
aumentare la produttività e la coni- 
petifivttà nei confronti del concor¬ 
renti giapponesi. L'idea convince 
sindacali e lavoratori che, perù, 
non sono disposti ad accettare l'i¬ 
potesi di trascorrere il sabato notte 
e fino alle 6 della domenica matti¬ 
na in fabbrica. 

Da qui ricomincia, ora, la rifles- 
sione interna al sindacatore ai lavo¬ 
ratori Da lunedi ripartono le as¬ 
semblee nei reparti. ^Questa inter¬ 
ruzione ci serve proprio per riflette¬ 
re - commenta Morene- Bertelli, se¬ 
gretario provinciale delle Fiom -, 
Non abbiamo mai nascosto di vo¬ 
lere fortemente l'accordo. Lo di- 
mosmamo accettando già mollissi¬ 
me proposte dell'azienda. É vero 
anche che I'a 2 ienda si fi mossa sul 
capitolo degli investimenti, del¬ 
l'ambiente di lavoro e sulla pro¬ 
messa di nuove assunzioni, ma 
adesso ci deve aiutare a superare 
questo scoglio del l8eslmo turno». 

I sindacali avevano anche pro¬ 
posto all’azienda formule diverse 
per similare al massimo gli imptan- 
li e la riduzione a 36 ore dell'orario 
di lavoro. L'azienda fi pero Indi- 
sponibile Mario Garzella, direttore 
generale della Raggio vuote la fir¬ 
ma dell'accordo in tempi brevi c 
annuncia che l'azienda si sta pà 
organizzando In funzione delle 
nuove strategie produttivo, «ter 
questo - dice -, se da un lato confi¬ 
diamo che a Bontedera si possa 
sviluppare quanto progettato, dal¬ 
l'alito stiamo iniziando a valutare, 
in via subordinata tutte le possibili 
soluzioni alternative che consenta¬ 
no di realizzare comunque, già nel 
1995. i volumi produttivi previsti». 

A Pontedera la dichiarazione di 
Garzella non è piaciuta. Ha rinver¬ 
dito il ricordo, non proprio piace¬ 
vole, della lugache te Piaggio stava 
preparando qualche anno fa verso 
Nusco, in cerca di facili finanzia- 
mcnti statali. 

□ LL 














IWZSi- 


fO#Ql!$& LANCIA 


PiàMtialnMitofMn i»*rom ili 

10 . 000.000 

in 35 nlo da L278JM 


l’Unità * Venerdì 17 febbraio 1995 
Redazioni: 

via dei Due Macelli, 23/13 - 00187 Roma 
tei. 69.006 284/5/6/7/8 - fax 69.9fi6.29Q 
\ cronisti ricevono dalle ore 11 alle ore 13 
e dalle 15 alle ore 18 


LANCIA 


Fin ali ntrwnro senza iMefCssi ih 

10.000.000 

in 3b rate da L.27H.0## 


Regione, i Verdi lanciano Angelo Guglielmi 

Caccia ai candidati 
e alleanze in prova 


■ Aspettando il varo della nuova legge elettorale per le regioni, le Ione 
politene del Lazio sembrano aver trovato tutte quante almeno un punto 
di contatto sulla linea del chi ho tempo non aspetti tempo. Il contaminuti 
potrebbe Infatti scattare mercoledì prossimo, quando la legge Taiarella 
passera all'esame de) Senato, Un breve Intervallo, poi, per l'inizio della 
campagna elettorale, visto che si dovrà arrivare alle ume tra il 23. dala fis¬ 
sata dal presidente delConsiglto Dini.e il 30 apule, come chiede tre gli al¬ 
tri il Consiglio regionale del Lazio. Cosi da alcuni giorni e da ieri in parti- 
colar modo, sono iniziale le prove di alleanza, le avonces. 

Come da copione, i pio blanditi in questo momento restano I popola¬ 
ri. L'altro Ieri II coordinatore romano di Forza Italia Luigi Muratori ha ini¬ 
ziato a suonare la grancassa sotto le finestre di piazza del Gesù. SI. non 
proprio una serenata, il suo invilo al Ppi lancialo su un giornale romano. 
Per Muratori «se il Partito popolare non dovesse assumere una posizione 
chiara, una parte del Centro popolare (cioè i consiglieri regionali che 
non hanno volato la gluma Oslo ndr) passerà nel Polo e soprattuto in 
Forza Italia». 

Ora, Il capogruppo dei dissidenti, Luca Danese, anche prima del con¬ 
siglio nazionale, aveva avuto modo di dire: -Se nel Lazio II Ppi va a sini¬ 
stra, noi o ci federiamo ai Polo o ci spargiamo nel Polo» E adesso a Dane¬ 
se - nipote prediletto di Giulio Altaleniti - continuano a non piacere le 
dichiarazioni rilasciale da Bottiglio¬ 
ne in trasferta negli States che vor- 
Larln. al votò rebbero un'intesa a Nord con la 

, I " destra e a Sud con la sinistra. »Pre- 

andM 4 WÒVH1C6. fende dl continuare ad essere stra- 

« , - , ' blco-, sostiene Danese, che vede in 

QUO CaOOlUOUi questo un via libera anche nel La- 

^ ■■ »■» -ri _« zio ad un'alleanza Ppi-Pds -Biso- 

• Ofuv tUV comuni gnera aspettare il ritorno di Buili- 


U Murra tou*|mll vota 

ratfanai*, «tu volto *pp* 
Imporrà .II* Noto «polito doga 
^patiBtomoatllaWrai od aa 


coaMonoatf fotti W[ 
ooawpronitorM grtàinà 


«talloni amaanlttratlvo «ho i 

(Maura eh. H Putamonto non 
Mota* hwoco 01 aMwpara I. dira 
lotaafo). Vaaao al itaaovo quattro 
oorrelga pr u da alal i oadaqóo (tutti 
tratta, quoti, di vmrtra, .tetto 
l’aaao Motto om H nuovo «Montai 

.Otte» 200 eotritoH b» cut du. 

capei irogNi FiMnort. • tàtari». 

Non «Mirto Mata anoreaflaaata 

aotto’* ancorali 


■Magar, «tattorata 
amnUnlstrattva. Ma risa etra rato 
fri preten d a di ftatnavanaoàb» 

tatto ** oaraun», tra « al Mdorta a 


riamala 

'*•*. hi. v 



Bb •’ i iix •: 

jjfé 

cl 

y ; z33L„ a ll-r .. 

■fife 





ne in trasferta negli States che vor- 
Lazio, al votò rebbero un'intesa a Nord con la 

, I " destra e a Sud con la sinistra. »Pre- 

flKdW 4 DCOVHICe. tende d) continuare ad essere stra- 

. , - , ' blco., sostiene Danese, che vede in 

dMO capofuoui quttsto un via libera anche nel La- 

— . .. T y... -TI _« zio ad un'alleanza Ppi-Pds ■Biso- 

• OHI» iUV comuni gnerà aspettare il ritorno di Botti¬ 
glione - continua Danese -, ma se 
continuasse con questa doppia 
via, ponemmo raccogliere l'invito 

di Muratori o comunque aderire al 
Polo seguendo ognuno le proprie 
inclinazioni» 

A Muratori risponde anche Mau¬ 
ro Cutmfo. ex amico di Danese, ol- 

__,..... Ire che ex capogruppo in Campi- 

p m li h nt. «Mia (Iurta. ffof Ulta doglio, e ora segretario romano dei 

Prtfryrtfofo frhÉvrtatvy w_ popolari. -Non ho niente in contra- 

« rio ad aprire a Foiza Italia per for- 
c onufa ario .1 la man a- iranin mare un gtan j e cenlro _ dice - se 

IMWW.Hin f, questoche | nlende Muratori. Ma 

votare mene Dar un •«">**"»“ „ consig | io naziona | e ha rissato dei 

paletti precisi verso Rifondazione c 
verso Alleanza nazionale. Quindi 
se Muratori cl vuole portare ad un 
alleanza anche con An dobbiamo 
contigli pravtaoM .« claqa. (tutti rispondere no>. Secondo Cutruio 
batta, quatta di mette, Motto questo grande centro. - eompre- 

l’attac y ott o Ct«H aucvo alltl W«) M hd pp| Alleanza democratica e 
.. ‘ ~~ " Pii e allargato a FI - potrebbe con¬ 
tare su un 43 per cento dei suffragi. 
•Ma nessuno deve avere pretese 
egemoniche», mette sull'avviso. In 
risposta alla volontà di FI di espri¬ 
mere comunque il candidato pre- 

__mier della coalizione *11 premier 

uracé>CMaun>,tra«ul4 u Wca l« . bisogneià concordarlo, non si trai- 
Manteca t o» do. ta di un'annessionet-, ribalte Cuttu- 

fo. 

Anche il Pds è interessato ad 
una coalizione che comprenda i progressisti e ì popolari, con una proba¬ 
bile chiusura a sinistra verso Rilondazione. Ma Domenico Giraldi. segre¬ 
tario regionale della Quercia, ritiene .illusoria e velleitaria- la posizione 
del Ppi di voler dividere il Polo. »Un accordo con Forza Italia - sostiene - 
porterebbe I popolari diritto in bocca ad An. la cui (orza e prepotenza in 

3 uestà regione sono bep note». Oltretutto, per il segretario della Quercia. 

ndlpendentemente dalia volontà degli stati maggiort dei partiti nel Lazio 
si sono già realizzate aggregazioni e convergenze degli elettori, che vo¬ 
gliono chiarezza». Là posizione di un cenlro che poi. eventualmente, dia¬ 
loghi a sinistra per Cilardl -tradirebbe un sentimento diffuso e sponlaneo 
proprio del mondo »l quale il Ppi si rivolge-. A suo avviso si tratta invece di 
partire dalla -seppur breve esperienza di centrosinistra- naia alla Pisana 
-Nel risultali che sta dando ci sono già le premesse per coslruire una cau¬ 
zione in grado di governare la Regione, rilanciando lo sviluppo, l'efficien¬ 
za dell'ammirlstrazione e i diritti dei cittadini-, dice 

Intanto le voci sui possibili candidati hanno iniziato a rincotretsi. Dal¬ 
l'Imprenditore Alfio MarchM, che pero avrebbe già declinato l'invito del 
progressisti, all'ex ministro dei Trasporli Putrito Fiori, ancora indeciso se 
aspettare per candidarsi sindaco di Roma o correre subito per la Pisana. E 
mentre sono cadute le candidature sia di Giancarlo Abete, presidente 
dell'Unione industriali di Roma e del Lazio, sia di Andrea Mondano, pre¬ 
sidente della Camera di Commercio, Il coordinatore dei Verdi Angelo 8o- 
nelll propone, a ieaderdi una coalizione di centro-sinistra, il nome di An¬ 
golo Ougflrlmi Secondo Bonetti l'ex direttore di Rai Tre avrebbe -le ca- 
ralterisliche manageriali e culturali» per -la rivoluzione culturale, di effi¬ 
cienza e rapporto con i cittadini, di cui la Regione ha bisogno». 


Italia nostra denuncia l’abbandono dell’area archeologica: «Sindaco e assessori non vedono?» 

«Rupe Tarpea abbandonata ai rifiuti» 
Ma il Comune promette: sarà pareo 

b f i iW i i ifoii m , rid i ti di « g ii ( mimo , roctaHoalcotaatodoctie 
pMimttMO boffici notturni m tutta te opod*. Non sdamo portando di un 
an goto «perdalo di paritaria, me (fattala pa Tarpa* nolcuore di Rwm, 
udì. pendfat dot colto do) Campidoglio, a duo pani dal potano Sdnatorto 
dov* akxfaco . mmumI «I recano ogni Homo. Un degrado htaooattaMla 
.•tondo «rito Nooira, eh. feri te una confatami stampo hi accurato 
rammfafatnBtM. commi, di Incuria, chiedendo drt provvedi urenti 
urgerti pra «frappare Urea, ricco di archtetagta • faggand*, 
og' dWi idlono. l' MMraora t» «Ho epifora rimondo por uno risposa M 
aowMoAdoMt orchoclogleo dM Coma*., tugurio U Rocco, 11 quei. 

spiatfa di rrar (là fatte cto eh* è In tuo potare. -E pronta un profitto, par 
I qaata c'd anche w taanilamuito, che prered» la nebutono di tutta 
lare.-«plaga B «owfntenifante Soto dopo 
a rar oegeotoato rato dWaratt pad comlitctare 
l'opaca il rtaananrento-.l tarate, eh. toccwto La 
Rraco potreMwre rara» CMCtual entro H »S, 
prevedono l itl Mtanento di uno cancellata 
hntg.il perimetro deb. nip., da via <M Teatro di 
MarMo a tea (fatta Contotateor», 
rttlamlnaiiime notturna,all ri pristino MI* 
antkh# paaaagtfata. La zona urebb. cori 
trraforraata In un parco, apMto daiaba al 
tra uerto la etri cure dovrebbe rum attuata al 
rantbéo gfardtni M* «piando prenderemo N via I 
tarate? La Rocca p a ra tia patta aita Ripncteilooe 
Eugenio U Rocca Lmori PuaWicl; -Lore hanno* progetto, leoMid 

tono, dengue ri avrann o eMriplICMnorte doro 
l'appalto.. Erterino Membro, da poco delegato 
Melidn c o al Lavori Pebbb d ran cu re che entro 
i'&5ta «Mattata aari pronta e con ima rana 

potaraieaaal confronti detraaaeaaore alla 
ctdbua Clan al Borgna aptoga che ta riparthrione 
Lavori pubMkl ha fatto Imo dovere già 
Manno ecoteo: 41 pcogrttoèatato mandato 
al eagiota rta to g ene ra le per rarificare le 
copertura gnatatarianarM. Mal toM con cui 
«dn ra magnato, etto nono poi parta di qual 
dtadartiatdidMIra ottante! da*. 
ipmudnailiN Mlonato ddltahand» 

Eataten» Montino tramare del Coreuna.wan. già etatt 

consumati tatti drt ’aaaeworato alà cultura. 
Quindi al dovrà aeprttare che etano NeponUiMI 
•ondi doge apcMoriuaziml'•S. Apuana cl rat* ta copwtura flnarularta 
faremo ta (ara d appatto».* progetto non a cortreHMmo, «T>P*rw 1 
mllatOo .«» mMtonL Ma II u che I aM per l'arto a ta cultura cono 
twtpre I più dHlkHI da trovare. E pmaara eh* H colta capHonno he 
bfaognodt Ora NbilrtairartLLatup.Tncp.. tafnW latntMvattlquael 
regola ri vtan. giù. suWtc. rare a prò prie barre,. Mnkittm rari, 
misure <* corrioni monto por ganrettralaeuaeopreirtratua- DCF 


I dagrado daga Rapo Tetpra 




Tarpea, la rupe della vergogna 

«Rifiuti e degrado sul colle del Campidoglio» 


m Dagli splendori del l'antichità al 
degrado dei giorni nostri Non stia¬ 
mo parlando di qualche zona della 
periferia romana, ma del Colle del 
Campidoglio e in particolare del¬ 
l’area che va da Monte Caprino al¬ 
la RupeTarpea. 

Tutto questo è stato denunciato 
da Italia nostra in un incontro con 
la stampa svoltosi ieri nella sede 
romana dell'associazione. È stato il 
consigliere Alfredo Barbagallo a il¬ 
lustrare il quadro di una situazione 
che ha ormai superato la soglia di 
guardia. Ma più che le parole, sono 
state le loto scattate nell'area a da¬ 
re l'esatta consapevolezza dello 
stato di abbandono in cui versa la 
zona: rifiuti, cancellale anugginite. 
sterpaglie che nascondono alla vi¬ 
sta i reperti, cavi d’acciaio, prolilat¬ 
tici e siringhe praticamente ovun¬ 
que. Eppure questi luoghi sono sia¬ 
ti per secoli al centro della storia 


Salvare dal degrado la Rupe Tarpea. Italia nostra scende 
in campo per il recupero del colle del Campidoglio, con¬ 
tro l'abbandono in cui versa una delle aree più ricche di 
storia a due passi dal centro di Roma. «Conoscere, ri¬ 
spettare e mantenere i siti archeologici», questo è l'obiet¬ 
tivo dell’associazione senza intenti di strumentalizzazio¬ 
ne politica, per ridare ai cittadini e ai turisti la possibilità 
di riscoprire quella che è una terra di nessuno. 


della nostra città: ai piedi del colle 
si svolgevano le cerimonie ai tempi 
dell'antica Roma, durante l'età re¬ 
pubblicana dalla Rupe Tarpea ve¬ 
nivano gettati i condannati a mone 
e nel Medioevo veniva utilizzaia 
come cava di tufo (da ciò hanno 
origine infatti le grotte ora chiuse 
da cancellale). Aguardare ora. lut¬ 
to questo è solo un ricordo del pas¬ 
sato. mentre il presente è fatto di 


una recinzione divelta in più pumi 
e dalla presenza nella zona di traf¬ 
fici legali alla droga e alla prostitu¬ 
zione 

Se non fosse una cosa estrema¬ 
mente seria, verrebbe da ridere per 
una loto che mostra una serie di 
masse tipo quelli -frangiflutti-, usati 
per la recinzione, sicuramente più 
adatti ad un porto che ad un parco 
pubblico. È questo ciò che Italia 
nostra tiene a sottolineare: -Biso¬ 


gna permettere che quest'area tor¬ 
ni alla disponibilità dei cittadini - 
dice Alfredo Barbagallo - non è 
ammissibile che nel centro di Ro¬ 
ma a due passi dal Campidoglio vi 
sia uno scempio di queste propor¬ 
zioni» 

Ma chi è che si dovrebbe occu¬ 
pare del risanamento? Piuttosto 
difficile dare risposta a questa do¬ 
manda. perché ci si inoltra in un 
dedalo di responsabilità che ven¬ 
gono palleggiale dall'uno all'altro 
organismo: dalla sovraintendenza 
archeologica a quella comunale, 
passando per ta questura e i vigili 
urbani. -Quello che è certo - pro¬ 
segue Barbagallo - e che il non la¬ 
re nulla porterà come è g 1 suc¬ 
cesso altre volte, ad una opi azio¬ 
ne di cancellazione delta memoria 
che passa appunto per la cancella¬ 
zione del luogo archeologico* È 
evidente che ci vogliano Interventi 


urgenti e soprattutto appropriati, 
non come quelli che sei anni la 
hanno portato alla rimozione tota¬ 
le delle piante di Ileo dai giardini o 
all'allestimento di un potenlissimo 
impianto di illuminazione sopra il 
palazzo dei notificatori (peraltro 
anch'esso ingabbiato da vecchie 
impalcature) che di fatto impedi¬ 
sce ta visuale notturna del colle. 
Un tale decado, espressione di un 
problema culturale e sociale, si tra¬ 
scina ormai da anni ed è per que¬ 
sto che Italia nostra ci tiene a sotto¬ 
lineare di non volerlo strumentaliz¬ 
zare né politicamente (-quelloette 
vogliamo sono pronti intervenir di 
bonifica deila zona e di consolida¬ 
mento delle strutture-), né in mo¬ 
do discriminatorio verso gli omo¬ 
sessuali (.il problema non sono 
certo i gusti sessuali delle perso¬ 
ne») nel tentativo di ridare dignità 
ad un'area che oggi -È terra di nes¬ 
suno-, conclude Barbagallo. 


aa 


ASSOCIAZIONE 

ITALIANA 

CASA 


Il manovratore della «giostra assassina » e il presidente della «Sdc » Denunciò il padre per violenze sessuali 

Matterhome, 2 prosciolti Ragazza sfregiata 


Por II risanamento e il recupero 
deU'Esquilino 

| L'AJ.C qrra un ufficio informazioni c, via Machiavelli. 50 • Tal 4467318 - 446725? 

1 - Le nonnative per il recupero edilizio 

- / finanziamenti 

- Le procedure tecnico amministrative 

A.I.C. UN’ESPERIENZA ASSOCIATIVA 
AL SERVIZIO Od CITTADINI 

Via M.ucrolo Ruini. 3 - Roma - Tal. 4070321 


■ Con l'archiviazione delle posi¬ 
zioni di Paolo Corrias, manovra lo¬ 
re del Mattherhome, la giostra in¬ 
stallala ne! Luna Park di Roma, c di 
Franco Spaggiari, presidente della 
«Sdo di Reggio Emilia, ta soderà 
speda lizzata nella costruzione del¬ 
ta giostra,, si 4 concluso il orano ca¬ 
pitolo dell'inchiesta che il pm cir¬ 
condariale Silvio Cinque sta con¬ 
ducendo sulta morte di Giuseppe 
Zarone. il giovane di 27 anni che 
l'8 dicembre dello scorso anno, 
mentre si trovava sul Maltiteriiome. 
rimase ucciso a causa delta rottura 
di un perno della giostra. 

Una recente irerizia ha dimo¬ 
strato la pericoiosilù della macchi¬ 
na alla uree delta inadeguatezza 
dei sistemi dì sicurezza ( onfas e 


Spaggiari erano indagali di omici¬ 
dio colposo. Nei loro confronti il 
pm Cinque ha ritenuto non sussi¬ 
stete responsabilità in quanto il 
manovratore non aveva modo di 
provocare l'incidente menlre 
Spaggiari, all'epoca della costru¬ 
zione della giostra, che risale al 
IS88. non era ancora capti della 
Sdc. Allora il responsabile di quella 
società era infalli il patire, morto di 
recente Restano indagali per omi¬ 
cidio colposo Pietro Tirelh coltati- 
tlatore, e Giuseppe Tusacciu, rap¬ 
presentante della società che gesti¬ 
sce il Luneur. 

Noi giorni scorsi il Pm Cinque, 
cl'inlcsa con la collega di Rieli Ma¬ 
ria Bnllio - che si occupa della 
morte di Ornella Mccozzi. 30 anni. 


e Crisrinn Saez Campi May. 18 anni, 
vittime di un incidente sul Mail- 
lehom avvenuto sette mesi dopo al 
Foro Boario di Rieli - ha inviato al 
ministero deli'Intorno copia della 
perizia da lui disposta sulla giostra 
per sollecitare I autorità ammini¬ 
strativa ad allcttare le prefetture e 
le questure di tutta Italia stilla sua 
pericolosità, individuata nell’ut!liz- 
zazione di un materiale non adat¬ 
to. negli snodi che collegano le ca¬ 
bine ai perni centrali. In lutto il ter¬ 
ritorio nazionale sono ventato ie 
macchine rii questo tipo installale 
nei Luna Park. Intanto ta -Seri* di 
Roggio Emilia 4 (aitila, c proprio 
tramile il Tribunale fallimentare di 
Reggio Emilia si stanno individuan¬ 
do Te città in cui t in tonatone il 
Matterhome. 


■ Nel W aveva denunciato il pa¬ 
dre accusandolo di violenze ses¬ 
suali. Poi era foggila di casa, an¬ 
dando ad abitare nel centro anti- 
violenza di villa Pamphilì. E ieri se¬ 
ra N.N.. romana, 23 anni, 4 stata 
trovata sfregiala e piangente su un 
nvarcvapvedi in via GkkWKo di 
Monreale. Aveva ferite al volto, al 
torace, alla mano e i segni di un 
morso sull' avambraccio sinistro. 
Ha raccontato di essere stala agge- 
dita da Ire giovani scesi da un'auto 
bianca: -Non dovevi denunciare 
tuo padre, mi hanno detto-. Portata 
al pronto soccorso del San Camil¬ 
lo, la ragazza 4 stata medicala e di¬ 
messa. Guarirà in IS giorni. Quan¬ 
do e stata soccorsa, dai carabinieri 
del 112 e dagli agenti di una volan¬ 


te di polizia, chiamati da alcuni 
passanti, ta ragazza era compieta- 
mente sconvofia,"ll volto e il torace 
delta giovane, hanno detto i cara¬ 
binieri, erano completamente rico¬ 
perti di sangue, era spaventala e 
dolorante». La visita medica ha ri¬ 
velato poi che te (etile ciano sotti 
superficiali, veri e propri graffi falli 
forse proprio per spaventarla. L'ar¬ 
ma con la quale la ragazza 4 slata 
ferita non è stala per ora ritrovala. 
Gli investigatori sperano che. una 
volta superalo lo choc, la ragazza 
possa fornire un identikit degli ag¬ 
gressori. Il padre, arrestato subito 
dopo la denuncia, noli' aprilo TM, 
ha passato qualche mese iti carce¬ 
re, poi é stato rilasciato: verrà inter¬ 
rogato dai carabinieri 


















Venerdì 17 febbraio 1995 


Roma 


l'Unità pagina 23 


^-^v.vss'.S'S.'S 


l QlALU. Duilio Civitelli era stato già coinvolto sette anni fa in un’inchiesta sugli strozzini Le indagini erano iniziate un anno fa 

Cancellata l’inchiesta 
sul traffico di cornee 
Prosciolti Falcinelli 
e i suoi assistenti 


Laparmcchiera 
soffocata la Prati 

lntMTOS*tort,Ma(M,mtane*ra 

poche cattane pm l'aro kMto di 
61 Mi Nlcatow. la MttantHM 
trov ata erotta IcaaiB ro a na ra ta 
«aaa.lapoMa 

cantine» ««entri* la 
ca na ta M I 
ecaoaocntl cha haaao 
MakimMial 
proctiti di deara un 
po t o t ttaaa aia 
gaacrota. PctrcfeiM 
arar «ufo amatoceli 
quaterne proprio par 
«•ad qual prestiti?» 
Indaga Manta wl 
furtaaaaMcRratiom 

fatto aanpro natta 

cauta via Caladi Nana nal-93:te 
donna tanti una daacritiena dal 
gtataW rubali, ad è prosatiti» dw 
gWIn ro a U ga to tl «lattano 
Intaroaaando anc ha di 4MDa atto. 


Il detective 
ucciso al binario 10 

l'otnhMta di OuWo gaggia CMtaM 
toro* * atatara» in ambtaati legati 
armi** 7 amila a datoatho ara 
aiata ootavotte la una Inefetaata par 
uaata dalla (ristata a 


—acca tta ta tutlll 



POLIZÌA « bS'^ ; 



M«noD»Renz«tAr-ja 


Prosciolte perché i fatti non sussistono le cinque perso¬ 
ne imputate per il presunto traffico di cornee all’ospe¬ 
dale San Camillo, tra cui il primar io oculista Giancarlo 
Falcinelli. Le indagini avevano preso avvio oltre un an¬ 
no fa. Ieri mattina, la decisione del gip Meschini ha con¬ 
cluso il procedimento: ora il pm lori, che sta esaminan¬ 
do altre denunce relative a possibili espianti non auto¬ 
rizzati, dovrà valutare se impugnare la decisione. 


■UMIDA CAPTATI 



cawcnalta «Metta di 
Torvofantaa Para abita 
la campagna di 
CMtaM,TUana 
Pestarti. L auta «tal 


tataala » — m A , 

■marno m VORHv 


figli «Icone mot ti » U 
•concettati deh tastasi : -Uteri? 
taxi et erode-he dette FeWo-d 
devo eoearo «a errato, tosarle 
t ute l i » c wDa m » n « r am ati a 

nocini padra>. 





• -t 


-, , _ 






MAuiuiO 6f»rnMtti 


Due delitti firmati dalla mala 

Il criminologo Bruno: «Un unico filo, l’usura» 


■ Due delitti, domenica scorsa. 
Duilio Saggia Civitelli. 53 anni, ex 
detective, luiminato con un colpo 
di pistola alla nuca alla stazione 
Ostiense; Giusi Nicoloso, 70 anni, 
soffocala con una busta di plastica 
Infilala In gola, nella sua abitazio¬ 
ne. Due gialli ancuta avvolti nelle 
nebbie. Secondo il criminologo 
Francesco Bruno, ordinario tal uni- 
versila La Sapienza, la pista da se¬ 
guire è una sola; -Questa 'epide¬ 
mia" di delitti - .sostiene - affonda 
le radici nell'ambiente della nuova 
mala». 

San Dn «mal setta che Fassa*- 
tana dal dataettva fax rappre- 
tantnta di elett ro «av uta l i , 
«PPM«lanata di modcHamo, 
«datai* ««patata In caca a ML 
c emerite aecempafM» con 
«na rogata di » anta) ala in 
protorotontata. Ma tal co— na 
pan—7 

È sicuramente un delitto di mala, 
maturato nel giro della malavita 
Un killer perfettamente a cono¬ 
scenza delle abitudini di Civitelli. 
lo ha seguito e ucciso senza la¬ 
sciare tracco, un colpo solo, il bos¬ 
solo che non si trova, probabil¬ 
mente portalo via... 

U piata magglorowftta battuta 
dai* kHgdrontl è notata dall'u¬ 
sura, Si * «riparto cha R detec¬ 
tive era Hata ctanvotto drap 
«atta anta la In —a Ina Natta 
delta Pretura ataiu-nnattaca- 
pttala. Una vttana di ca—del C»- 
vitelMtfomodepoddegtto.ha 
dichiaratoci» la mogli" d«P'uc¬ 
ciso aveva fatta def bene « tanta 
gente, taactanto tatandaw che 
varie volta aveva grattato addi, 
non a tatti usurai. 

Intendiamoci, non si traila di -de¬ 
litto e castigo-. Oggi l'usura è lo 
sportello bancario della mafia e II 
piccolo usuraio di quartiere che 

agisce autonomamente non esiste 
pili Dopo un poViene contatalo 
e arruolato in un (radico più gran¬ 
ile. Allora scalta la protezione e la 
maggiore disponibilità di denaro. 
I.usuraio può ntlingere a forti 
somme e può fare prestiti sempre 
più granili. E una escalation. E fi¬ 
nisce |H'r diveniate un canale di ri¬ 
ciclaggio del denato sporco pro- 


Secondo il criminologo Francesco Bruno c'è un elemen¬ 
to analogico importante che accomuna i due delitti di 
domenica scorsa, quello del detective e di Giusi la par¬ 
rucchiere; entrambi sono stati compiuti da professioni¬ 
sti. «Questa nuova epidemia di delitti affonda le radici 
nell'ambiente della nuova mala». La pista dell'usura, 
sportello bancario della mafia. Il sacchetto di plastica in 
gola, un atto calcolato, simbolico, da codice d'onore. 

LUMA MICINI 



TuBo Brigida fi* Triternato 


Alessandro BlareM/Ansa 


Tullio BrlgMa andrà alla sbarra 
por II sequestro del suol tre figli 

Sor* prac*e*atoH16apitto prossimo perttaaqecetiodeisuol tre ligi, 
TUBe Brigida ,1'«mostro.secondo l ecerne.«roWtotat»—«riroapot 
uectoo Laura, di 13 anni. Armami Ino, di otto a UclanaM tra. A tentare» 

gladtzio Brigida Ostatoli gip Statante WTomaaal, accogliendo lo 
(tahlaata del pm Dtana De Marta», la qua», Intanto, sta contai «sm» le 
»«• gMauHaltro Mone d’Inchiesta, quatto—I pro—ntotripgeo 
oratetelo. Il prona smentito Ieri mattina la voce secondo cui l'uomo, che* 
detenuto a Re Uh Ma, sarebbe «tato sottoposto alta «wcehln» detta rarità. 
Per cotta potala questo esame, Intatti Brigida avrebbe avolo «sogno 
deH'eutodzzadone del pmo la procuta, et* appreso, non ha alcuna 
Menziona lldare parere favorevole, poiché la macchina detta verità non è 
prevista dal codice italiano. Nel giorni «comi, (Il Inquirenti nevi*» 

Jetercettato-una lettera che Brlgto» ha spentosi «ristorioso custode 

■Usaci figa Una lettera In cui l'uomo scrive— di rivolere Infetto I 
bambtoL perché» lontananza gH pesa e Intende rivedete al pii pretto 
Lauro, Armando e Lodane.-La decisione era scontata ■ ha detta, a 
concfuelene dell’ udienza. Gaetano Seat se. avvocato deStmpuWo • )’ ho 
capita ntarnomsnto In cui èrtala rigettate le richiesta rttpwSzW 
abbreviato. Por quanto riguarda H triplice omlckio, ribadisco quello che 
Brigida Pa sempre detto: ItramMni furono aWdatl a qualceiw cha Sporto 
toAuatroU». 


veniente dai «equestri, dal traffico 
di droga Ad un certo punto non 
sono più i piccoli commerciami, i 
singoli disperati, i destinatari dei 
presliti. masonoigrandicommer- 
cianti. le imprese edilizie, i grossi¬ 
sti di materiali, le aziende che 
hanno bisogno immediato di 300- 
400 milioni per comprare I mac¬ 
chinari che consentono toro di 
partecipare alle gare d'appalto. Il 
fatturato aumenta vertiginosa¬ 
mente. Ma Insieme aumenta la di¬ 
pendenza dallotganizzazione 
Delio Sdg«» CMtaM arava rag¬ 
giuntoli tenore di rito atto: due 
famiglia dà montanaro, (hobby 
costoso dal modaMnl dal tram, 
otti* « mBardo In Bot « CcL 
tlnqaa apparta siss ll tra out ena 
vi Batta a Trovajantea. U» capita¬ 
to d» non potava—aero soia-ti 
frutto di una vita di lem», co¬ 
me «ottengono I fi^V ma piutto¬ 
sto di un gjro vorticoso di affari. 

Che ruoto potrebbe avaro avuto 
l'agente toveeUgAttro? 

L'agenzia si fondava su una parte 
di lavoro legale e su un'altra pane 
di lavoro illegale che faceva capo 
atì’ucciso. Era lui che teneva i con¬ 
tatti per i prestiti. Un lavoro di tra¬ 
mite che non gii sottraeva poi 
molto tempo. Tanto è vero che 
andava in giro a parlare di loco¬ 
motrici con i ferrovieri. L'agenzia 
forniva la necessaria copertura. 
Era utile e comoda, per i rapporti 
con te forze dell'ordine, per il por¬ 
lo d'armi... Consentiva ampiezza 
di manovre Cosi come poteva es¬ 
sere punto di appoggio il parco 
giochi per bambini a Teslaccio 
gestito da gente della lamiglia, Le 
giostre sono un teireno ghiotto, 
spesso sotto c'è il racket. Una per¬ 
plessità; per fare il deteclive é ne¬ 
cessario un curriculum limpido e 
quando rinnovano te licenze i ca¬ 
rabinieri non dovrebbero control¬ 
lare a chi le danno? 

Dal» petquMttoal «alta ri letta 
di Torvajanlca dova viveva Tizia 
na Radetti, la ragazza a 33 ami 
togata sa* 0 m»nt»lmento al a- 
vitella, potrebbe saltare fuori 
qualcosa di tota rasai irta? GH In¬ 
vestigatori hanno aoq mU ra to 
documenti a appunti. 


Sicuramente. Toivaianica è un'a¬ 
rea in cui la camorra predilige na¬ 
scondere i suoi altari. È affollata 
d estate e deserta d’inverno. E qui 
abbiamo a che lare con la malavi¬ 
ta organizzata. O meglio, con la 
nuova malavita organizzata. Quel¬ 
la che sta occupando gli spazi la¬ 
sciali aperti dalla -banda della 
MagBante. I nuovi capi sono quelli 
che dieci anni (a etano i giovani 
della vecchia organizzazione 
Queste nuove bande sono organi¬ 
che alla mafia 

E H daBtto dada pomccNaro? 

Secondo me l'elemento analogi¬ 
co più importante fra i due omici¬ 
di è che sono siali compiuli da 
professionisti. È improbabile che 
l’anziana signora sia stata assassi¬ 
nata dall’amica ladra Una cosa è 
rubare e un'altra uccidere. Qui io 
vedo una determinazione ad ucci¬ 
dere Anche l'ipotesi del tranello, 
secondo cui la Nicoloso avrebbe 
cercato di cogliere in flagrante il 
ladro o la ladra che nel giugno 
scorso le aveva ripulito l'apparta¬ 
mento. mi pare ianlasiosa Se co¬ 
smi o costei aveva te chiavi, avreb¬ 
be potuto agire in qualsiasi altro 
momento La Nicolosi prestava 
soldi. Secondo me. a giugno, non 
aveva subito solo un (urto, ma an¬ 
che un avverti mento. E il saccbei¬ 
lo in gola non è un alto che scatu¬ 
risce da un raptus, ma un alto cal¬ 
colato, simbolico: è il sasso in 
bocca die si mette al traditori, a 
quelli che possono essere perico¬ 
losi E poi è un avvertimento per 
qualcun alno. Non è possibile infi¬ 
lare un sacchetto di plastica in go¬ 
la a una peisona viva e capace di 
reagire Se già era ira morti la per il 
pugno in taccia, che necessità c e¬ 
ra di infilarle il sacchetto? Bastava 
solfocarla con un cuscino. E poi 
l'ipotesi che l'assassino sia una 
donna, f amica del cuore masco¬ 
lina e robusta. Un pugno capace 
di ira mori Ire lo può dare solo chi i 
pugni li sa tirare e comunque è ra¬ 
ro che donne di una certa elà liti¬ 
ghino fino ad uccidersi. La malavi¬ 
ta Invece ha un codice d'onore 
che ancora è operante: non si 

spara alle donne, le si uccide con 
te mani. 


■ Tulli prosciolli gli imputati nel 
procedimento per il traffico di cor¬ 
nee clie si sarebbe- svolto all"ospe¬ 
dale San Camillo. Per Giancarlo 
Falcinelli, primario oculista, Grego¬ 
rio Balogi e Maurizio Caselli, aiuto 
oculisti. Giancarlo Maurizi, capo 
tecnico della sala mortuaria, Gio¬ 
vanni Mascioli, pnmario anatomo- 
patologo. te accuse andavano dal¬ 
la sottrazione di parti di cadavere, 
all'abuso di ufficio, alla concussio¬ 
ne. alla violazione della legge die 
regola l'espianto delle cornee, alla 
omissione di atti d'ufficio. Ma il giu¬ 
dice per le indagini preliminare ha 
respinto ogni addebito «perchè il 
fallo non sussiste- 
Le indagini etano siate avviale 
citta un anno (a dal pm Davide lo¬ 
ri: alte persone prosciolte ieri, era¬ 
no stari contestati reali che in so¬ 
stanza riguardavano l'espianto di 
cornee, da persone decedute all' 
interno dell'ospedale San Camillo, 
senza te necessarie autorizzazioni 
di legge e dei firmiteli, tu particola¬ 
re. Falcinelli, Barpgi e Caselli erano 
suiti accusati di aver tolto i bulbi 
oculari da alcuni cadaveri, al fine 
di prelevarne le cornee e questo in 
violazione della legge det 2 dicem¬ 
bre del 1975 A Falcinelli, poi. era 
staio contestato il reato di concus¬ 
sione per aver indotto un paziente, 
che si era rivolto a lui per essere 
operato agli occhi, a ricoverarsi 
presso una cllnica privata e a pa¬ 
gargli per I' intervento chirurgico 
sette milioni di lire. Qualche noti¬ 
zia sulla lineo sostenuta la ha torni¬ 
la l'avvocato Rocco Mangia, che 
ha difeso il primario oculista Gian¬ 
carlo Falcinelli: «Abbiamo dimo¬ 
strato che traffico di cornee non ce 
ne e mai staio- Insomma, dice 
Mangia, l'articolo 411 del codice 
penate non era approprialo alte 
accuse mosse, perchè parla di sot¬ 
trazione di cadavere o di patri di 
esso. D’altra parie, la legge del 75 
relaliva agli espianti prevedeva che 
non fossero necessarie ufierlori au¬ 
torizzazioni se c’era già quella per 
l'autopsia; ma per quanto riguarda 


le sei salme indicate nell'accusa, 
per 4 è stato accertalo dai pelili 
che V espianto avvenne preria au¬ 
topsia, per la quinta, che non vi fu 
nessuna operazione. Per. la sesia 
infine, che l'espianto, effettivamen¬ 
te avvenuto senza nessuna autori; - 
zazìone. fu realizzalo secondo un 
modo di operare differente scienti¬ 
ficamente da quello utilizzato dalla 
equipe del professor Falcinelli: a 
regola d'arte, ma con una diversa 
tecnica 

Per la concussione, invece, la di¬ 
fesa ha esibito la copia folostatica 
dell'assegno pagalo dalla persona 
operata, a fronte della fattura 
emessa della clinica, per 5.900.000 
lire, comprensiva di tutti i servizi. 
all'Interno della quale l'onorario di 
Falcinelli incideva per 1.100.000 li¬ 
re: sul «consiglio- a operarsi in cli¬ 
nica piuttosto che nella struttura 
pubblica, è aalo Inoltre precisalo 
che al momento dei latti vi erano 
18 persone In attesa in ospedale; 
sull'ultima della lista, l'intervento fu 
eseguito 45 giorni dopo, mentre il 
pazlenteàn questione, provenendo 
dj un alua regione, preferì sceglie¬ 
re la soluzione privala, assai più ve¬ 
loce. 

Soddisfazione per la conclusio¬ 
ne della vicenda è stata espressa 
da Falcinelli, che ha voluto lancia¬ 
re un appello perchè, in attesa del¬ 
l'approvazione in Parlamento delle 
modifiche alla legge sugli espianti 
di cornee che inlroducono il silen¬ 
zio-assenso, si faccia sottoscrivere 
ai degenti al momento del ricove¬ 
ro. una dichiarazione di disponibi¬ 
lità alla donazione. Soddisfatto an¬ 
che il direttore sanitario del San 
Camillo Giovanni Apicella. mentre 
uno dei colleglli del capotecnico 
Maurizi ha commentato: «Essere 
chiamati ladri di cadaveri la parte 
delle leggende che girano intorno 
alla nostra professione-. Ora, il pm 
lori, che sta esaminando alile de¬ 
nunce fatte da persone che chie¬ 
dono l’esumazione dei parenti per 
verificare se ci siano stati espianti, 
dovrà valutare se impugnare la de¬ 
cisione del gip Stefano Meschini. 


PDS TRASTEVERE 

m sasmrn 

Sabato 18 febbraio ore 15 . 30 - 20.30 
Domenic a 19 febbraio ore 9 . 30 - 13.30 

IHTERVINC CABLO LEONI _ 

Ol IPa» alla maxi®b»lh 


rami «aerantà a eraviass cu wwrr) ©a aame* 0 &i»x& 

SEXSTHfir L’aWiiysrSrtJI a® OL 


I volantini si possono ritirare in 
Federazione da venerdì 15 febbraio 


POS IX Circoscrizione - Scz. Porta S. Giovanni via La Spezia. 79 

UN ANNO DI GIUNTA RUTE 111 

■««»»■ «torre» di un anno e prospetto* par «povamottoM» capri»». 

Partecipano: Walter TOCCI «cosindaco a assessore ala mobilia 
Massimo SALVATORI ooMArtanconrowie 
Aldo DEL MEDICO caoogroopo Ma IX Cucoscnziono 
_ MARTEDÌ 21 FEBBRAIO ORE 16.30 _ 

LA VITA PUWUCA E PRIVATA NELLA ROMA ANTICA 

(la a(?asa©Kita.-^«. 

(mo ALL II MARZO) 

23 FEBBRAIO ORE 1» D/riUo atto studio, ma non per tutti' 

2 MARZO ORE 19 Tasse e imgetib una piaga motto aittic.é" 

11 MARZO ORE IO *Viste agii scovi ài Ostia Antico? io vita quo¬ 
tidiana in una città muitietntca " 

Le teloni saranno tenute dai prof. Jan Gadayn ne* locali della sezione 
del Pda di PrimBvtJte Via Federico Bomxne© 33. Tel 6143391 

QUOTA Di PAfITECtPAZIONE) L. 19.000 

Nétta quota cS pameipaziontì 6 compresa la drstribinfone di matonaia didattico 
















a24 l’Unità^ ^ ROIffiì __„ 



Dopo anni di polemiche, toma la Maratona 

H 12 marzo corre 

anche il sindaco 


Tromba d’aria 
al Castoni 

I maggiori danni 
nofle contrade 
dlVollotri 

Un ■ tran Im d'aria ha tovMttto 
nella serata te tarli» zona rad 
dal Cantata Romani. 

II venta, come mal era 

■tic cesso nngU uWmlennJ, ha 
'•Utente H maialino dalla 
velocità Intanto alla 20, 
mattinandola par circa un'ora 
par pel dlndmika di Iota natta 
par rattando eonumqua forte. 
lvt(M dal fuoco dal 
dlataccamantodl Votati! 
hanno ricevuto numerate 
chiamata aopr a t tu tto par 
rimuover» a l ha rt a pad della 
luca abbattati. 

Unodl alleiti ha ostruito la 
(traoa or campagna « via 

Ponto di Male, man tra In 
contrade-Aceumrfvoi*-Il vento 

ha spallato m palo della 
compia sMMm lasciando la 
rana a ani» luca. 

Sul posto, oltra al vigili dal 
fuoco vantami, ohe, proprio a 
canoa da Ha namaraaa 
chiamata hanno dovuto 
chiodo»aiuto al oodoghl di 

Marino, sono Intervenuti 
anche IcaraMnlar t ad una 
«padre dell'Enel che sta 
lavorando por riprtettaare la 
Hnoa elettrica. 

Non sano segnalati danni alle 


■ Tra meno di un mese la mara¬ 
tona tornerà a Roma Dopo anni di 
polemiche con la più classica del¬ 
le gare podistiche messa al bando 
nella Capitale per motivi di traffico 
problemi organizzativi e questioni 
d’interesse. Il 12 marzo prossimo 
verrà disputala la Maratona di Ho 
ma, presentata ieri matlina in Cam 
pidoglto «Spero che si riveli un 
momento di partecipazione cnaca 
un eventocalamna. e non calamità 
come fu I edizione del 1982» con 
queste parole il sindaco Francesco 
Rutelli ha latto gli onori di casa, af¬ 
fermando che la mamleslazione 
rappresenta «una grande opportu¬ 
nità economica poiché puO essere 
utile per il nlancio dell immagine 
della città nel mondo» E poi Rutel¬ 
li. confermando la sua passione 
per lo sport, ha dichiarato di voler 
partecipare alla maialona «Alla 
non competihva - ha specificalo -, 
quella di ? chilometn Vorrei alle¬ 
narmi, ma adesso non ho tempo 
Però, vorrei partecipare ugualmen¬ 
te! 

Eh già. perché la Maratona di 
Roma non è roervata con i suoi 
42,195 km di percorso solo agli al- 
fen con velleità agonistiche per av¬ 
vicinare la città alla corsa è previ¬ 
sta una non competitiva di 7 km II 
tutto, coronato da una sene di ini 
zlallve parallele - concerti spetta 
coli dibattiti - lungo il tragitto, la 
cui partenza è fissala a «a dei Fon 
Imperiali « I arrivo all'Arco di Co¬ 
stantino con passaggi nei posti e 
nei luoghi più suggestivi di Roma 
piazza di Spagna, piazza del Popo¬ 
lo. Villa Borghese Alla prova ago 
nìshca, « prevista la partecipazione 


di più di tremila persone, mentre 
alla noci competitiva - secondo gli 
oiganizzaton - dovrebbero tscn- 
verst almeno 30mtla persone 
Insomma la Maratona di Roma 
vuole diventare una gara -seria- 
Non per nulla, per il prossimo an¬ 
no è in programma il gemellaggio 
con la famosa Maratona di New 
York, quella della Grande Mela In 
attesa della consacrazione In cam¬ 
po Intemazionale per I edizione 
del 12 marzo la madrina della ma- 
nlfesfazione sarà Vafena Manm In¬ 
tanto continuano ad anrvare ade¬ 
sioni da tutto il mondo tra le tante 
curiosa quella di delegazione di al 
feti della Repubblica Ceca, eviden 
temente alle prese con problemi di 
budget, che hanno chiesto di poter 
avete a disposizione una scuola in 
cui dormire nel sacchi a pelo La 
macchina orgamzzalrva sta lavo¬ 
rando freneticamente- il giorno 
della gara a vano molo, lavoreran¬ 
no almeno Smila persone E l'am- 
minorazione comunale si sta 
muovendo per chiedere alla Lega 
calcio e alla Figc di posticipare alla 
sera, alfe 2030 la partita prevista 
per II 12 marzo all Olimpico Ro- 
ma-Tonno II percorso Infatti si ar¬ 
ticola anche nella zona limitrofa 
allo stadio. I afflusso dei tifosi po 
Irebbe creare sen problemi Ric¬ 
cardo Milana, consigliere comuna¬ 
le con delega allo sport, ha affer¬ 
mato che Atac. Cotta), d'intesa con 
i vigli urbani si mobiliteranno, an¬ 
che con adeguati servizi informati¬ 
vi per evitare che la città venga pa¬ 
ralizzata dalla maratona Per i se ri¬ 
versi, et si può rivolgere a via Massi¬ 
mi 1.58 (tei 06/30183055- 
30183851) 







So|inumili suK' sciupìi < tpjtiilt 
st olire m I protonilotlt voi sii ssi 
unni ninnisii/i i tuniiiK v*i <ooliti 
<linin(|tK io i|imIsmm |>«li tkl mondo 


1 


L- 


L'ormai celebre maglia edita 
dalla Vulkano Edizioni 
è in vendita in tutte le librerie 
e disponibile in 

T-Shirt a E 35.000 e Felpa a E 59,000 

_ 

/ .A 

A 

Vulkano Adizioni 

imm 00178 Roma «Via dello Formeducdo, 40 ■ 
Tel. 06/5192429 • 5192409 (Fax) 


Il Pds: scelta di altissimo profilo. «No» di Flamment, «ni» di Ad 

La variante di salvaguardia 
«taglia» la maggioranza 


1 


m Lunga discussione len sera in 
Consiglio comunale per la variante 
di sa bagli anta e il piano parchi, e 
la maggioranza capitolina si pre¬ 
senta divisa aU'appuntamento So¬ 
no favorevoli alle defibere Pds Li¬ 
sta Pannella e Veidi Alleanza de¬ 
mocratica e Alleanza per Roma 
invece, non concordano con le 
proposte presentate nei giorni 
scoisi dall'assessore alle politiche 
territoriali Domenico Cecchini, che 
eliminano la possibilità di edificare 
su oltre 18000 ettari di temfono 
abbattono di39 milioni di mori cu¬ 
bi le edificazioni, penmetrano 
14 000ettan di parchi 

Um «svolte* 

Quella ebe è stata definita -una 
svolta nell urbanistica romana- la 
definizione di «un quadro di certez¬ 
ze-. all'interno delle quali operare 
basandosi sui tre assi portanti - si¬ 
stema Monco-ambientale sistema 
mobilità, sistema insediamo e di 
recupero delle penfene - ha af¬ 
frontato ieri, dopo il confronto con 
urbanisti ed esperti di livello inter¬ 
nazionale. il passaggio istituziona¬ 
le sulla variante, il voto è prenoto 
per lunedi Per quanto riguarda le 
opposizioni i popolana) sono detti 
coniran alla varante Alleanza na¬ 
zionale ha annunciato voto favore 
vote per il piano parchi e ha pre¬ 
sentalo emendamenti sulla vanen¬ 
te. Rilondazlone comunista atten 
de la discussione degli emenda¬ 
menti per decidere sul voto 

Il voto favorevole del Pds è stalo 
annunciato nell inteivento del ca¬ 
pogruppo Gothedo Betoni, che ha 
parlato subito dopo il vcepresi- 


Il consiglio comunale ha discusso ieri, fino a notte, la va¬ 
riante di salvaguardia e il piano parchi, il voto è previsto 
per lunedi. Sulla questione, di grandissima rilevanza per il 
futuro della città, emergono divisioni anche nella maggio¬ 
ranza Il capogruppo del Pds, Goffredo Bettim, invita le 
forze politiche a valorizzare la sostanza della operazione 
Ma «Alleanza per Roma» mantiene le sue critiche, Sodano 
(Ad) attende la discussione degli emendamenti 

MINALO A CARATI 


dente del consiglio, Adalberto Bai 
doni di An, che ncordata -I onestà 
di intenti- della giunta, aveva sotto¬ 
linealo che -I amministrazione ha 
ormai rinunciato a un Piano rego 
latore che tenga conto anche dello 
Sdo- Bellini ha sottolinealo lun- 
pottanza della discussione in cor¬ 
so, ha definito -di attissimo profilo- 
la piattaloima presentata dall'As¬ 
sessore Cecchini ha sottolinealo 
che te proposte consentono di 
sfuggire ai due errori dell immobili¬ 
smo e dell opportunismo Né un 
plano a tavolino nè le briglie se lol 
te ai processi spontanei, dunque, 
ma appunto quello che Cecchini 
ha definito un -progettare tacen¬ 
do- La linea urbanistica scelta, ha 
continuato Bellini, gioca tutto sulla 
lorza degli indirizzi di tondo e sul¬ 
la flessibilità, invece degli interven¬ 
ti paibcolan propno per questo 
ha bisogno di evitare lungaggini 
discussioni astratte battaglie parti¬ 
colari Belimi quindi ha replicato 
alle critiche venute In questi giorni 
dal consigliere Ha rumeni e da al¬ 
cune associazioni verdi che -in 
questa occasione sbagliano- Con 


Il rischio di perdere dt vista ria di¬ 
mensione del processo in atto* 

La poti rione tM Vette 

Flamment, Alleanza per Roma 
ha ribadito le sue critiche la va¬ 
nante non potrà lar partire la co¬ 
struzione di nessuna abitazione 
entro il 95, i costi delle nuove case 
saranno troppo alti -Insisterò coni 
miei emendamenti di carattere ge¬ 
nerate - ha detto- e se i nosln nlievi 
non saranno accolti, voleremo 
contro- Il capogruppo Verde 
Athos De Luca ha detto che con 
questa vanante *si chiude un perio¬ 
do dell' urbanistica romana nel 
quate si contrattavano direttamen¬ 
te con partiti e costruttori le aree da 
scegliere Per la prima volta il erite¬ 
mi fondante è I idoneità delterrtto- 
no ad esserecostruito o meno- De 
Luca ha aggiunto che questa bnea 
trova -resistenze nel Consiglio e 
nella stessa maggioranza è fonda¬ 
mentale che si approvi questo pac¬ 
chetto di delibero ed eventuali de 
lezioni o voti contran saranno con 
siderali definitivi» Anche all’ inter¬ 
no dello stesso gruppo Verde si so 
no avute alcune voci contrarie in 


particolare per alcuni piani di zo¬ 
na 

S)dJ An w> parchi 

-Voteremo a favore del piano 
parchi - ha detto 11 consigliere di 
An Fabio Rampelli - perchè sono 
state recepite tutte te osservazioni 
fatte dalle cireoscnzioni e dal no¬ 
stro parato, in particolare per la 
Valle di Malafede e per il Parco di 
Ve»> fiampelli ha aggiunto -Que¬ 
sta maggioranza è onesta perché 
non ruba nessuno anche se si de 
tendono Interessi specifici e, in 
particolare nella vanante di salva- 
guardia. gnda vendetta II piano di 
Tot Marancia tante abitazioni 
quanto due volte e mezza Connate 
a ndosso dell’ Appia Antica Que¬ 
sta zona già compromessa dal 
commissario Alessandro Voci, In¬ 
teressa alle cooperative rosse Pur¬ 
troppo non esistono cooperative 
nere- Ugo Sodano capogruppo di 
Ad ha invece sottolineato che «In 
questa fase di trasformazione delta 
politica, non ci possiamo permet¬ 
tere il tassodi bloccare uno dei set¬ 
tori economia maggiori di questa 
città E necessanoconiugare que¬ 
ste esigenze di sviluppo possibile 
con quelle delta salvaguaidia del 
territorio. Abbiamo presentato una 
sene di emendamenti, vedremo 
come saranno accolti- 

Sandro Del Fattore capogruppo 
di Prc. ha chiesto piò tutela per al¬ 
cune aree come la Valle dei Casa¬ 
li, Tor Maiancio, il Parco di Vero 
•Abbiamo presentato una sene di 
emendamenti, vogliamo una ri¬ 
sposta - ha aggiunto - e attendiamo 
di conoscete I esito delta dtscus 
slone» 


Manifestazione spettacolo al PALLADIUM 
Domante» 19 febbraio 1995 date or* 17 in poi 




partecipa Glgtfa Tedesco 

Mueeeioc» • FeA• Bkias• Danzepopolari• Eslmionelotteria 


INGRESSO A SOTTOSCRIZIONE 


Maxi 

cwerottion» 


Domenica 19 ore 11 

presso S*z Pds Montesacro - Piazze More* Battio, 8 

“ABBONATO RAI ALZA LA VOCE" 

dbaoto e petalo n* popolar* contro II regime FMnvest neWnformaztona 

Sandro Curai ereooreTnc • Sendro Ruoto k> <m tgs 
Piero O* Chiare antera poi 


Martedì 21 ore 18.30 

presso Sala Agnini Vtte asiatico 1W (aocamoa» Poi») 


Bioetlca • Aborto • Eutanasia 

eoo H prò i Giovanni Berlinguer docente unhweiteito no» 
pcor Romano Foeteo primario PeieCieneRawiii Pr» 


Sezione Regola Campielli 
M Va dei Giubbonan. 38 - Tel 68803897 

^ PAOLO PIETRANGEU 

alla festa del Tesseramento della Sezione Campitelii 

VENERDÌ 17 FEBBRAIO ORE 20.00 

Partecipale' 


L'Associazione culturale 

"L'ISOLA CHE NON C'è" 

Organizza Domenica 19 Febbraio una visita guidata 

"CARLO CARRÀ" 

Appuntamento ore 10 30 IngresBO galleria Arte Moderna, 
Via dalle Belle Arti 131 

Quota di partecipazione lire 15 000 

Per intormaoont tetelonare al n 4I7308SI dm ora 19 00 alle 20 30 


Festa dei Tesseramento del Pds » 

(Min Sinistra Giovanile di Pomezia e Torvalanks 

SABATO 18 FEBBRAIO ORE 21.00 

alla Locanda dada Luna presso Totvaiantea alla 

Interverranno 

On. ALBA ROSA In MONTIBELLER 

(con»d»'» reperiate) 




(coordnatore dalla Segreteria Sinistra Giovanile Castelli) 
Saranno mote# presenti Amministra fon e Consigfien comunaff del Pds 

Pa rtec ipere te ed una seme diversa con tanta 
buona musica * detta 23.00 ROCK. 


Ingrasso a sottoscrizione hbara 


LAVORO, DEMOCRAZIA, SVILUPPO 
LE SCELTE DELLA SINISTRA 

L'on. Vincenzo V1SCO m,, 

incontra i cittadini 

VENERDÌ 17 FEBBRAIO ORE 17.00 

ristorante LE MMOSE 


IH 


NOVARADIO 

ROMA 

94MHZ- FM STEREO 


I! \ i oi r 


. J 


n\OM I RI II (OMI'f f I 


C't un corro per funi colora etm vopHono awlcln are t 
atte conoscenza e aTutMoo dt poesie «tacchina "attera" 
Monete l> proprie enttìvM» 

Impererai 
a Analogie con le realtà 
a Introduzione «a'elabor a tore 
« I statemi operativi 
o Le unità di Input «output 
» H Dos 
o Windows 
o Excel 
«Gestire («tati 
« I programmi dt scrittura 
«I da ta b ase 
«Operatività 

il corso al tiene presso la sezione Pds ni Permanse-Villini. in via 
Pietro Venturi. 33. H lunedi ed il giovedì delle 18 30 ette 20.30 
La durata del coreo sarà <* dted bufoni, 7J aepefrtamof 


Per HeonedM ed batterti: Cenno Ande», we a 
afe 12 Uved-venetd drettairents «] rereoamMe Slg 
netti «W«347-taBSWB7S 


Marne», «<Me9.30 
reolW Presso la wzlo- 


PERI100 ANNI DEL CINEMA 
NOVARADIO ROMA PROPONE: 

- Il mondo in bobina: breve storia del cinema. 

- Pronti si gira: Novaradio Roma recensioni 
cinematografiche. 

• Cinema in note: ascolto guidato delle grandi 
colonne sonore. 

• Dietro la cinepresa: biografie di grandi registi. 

- Mio zio Oscar: curiosità sui film Oscar 

NOVARADIO ROMA - Tel. 59.60.26.97 • Fax 59 60.27.08 
C.R 10029 ROMA EUR 





























Venerdì Ì7 febbraio 1995 


Roma 


Mostra di Pino Rampolla sullo scrittore it MONDO DEI «CORTI». Crialese racconta i suoi studi negli Usa 

Obiettivo Moravia jgsg gr gg s 1 
Un foto-racconto KS223 * 


Mam4 
In una foto 
di festanti** 



ProMgu* la ntMgna 
al Teatro (MTOraloglo 
E all'Arci nuovo deto 

Prosapia, opti tara* rito 21, eà 
Tostio dall'Orologio, In «tede' 
Ftilptonl 17/a. I» «Magna ■* 
qukm piace "corto" I-: Imi 
ptoaaimo « la ietta « .Apocrifi uri 
caro Ciowtay-di Fardoa«do 
VteantkrtOmtanl, "Grazie-di 
Statano So* fina. -San» Scuci- di 

StafaaoVoRaggh>,"OfaataaTor 
Balamonaca- di Cario» Tonar* e 
•Virò- d Francesca Gtikrtto, 

mwidtim, nato ambito del 
cortomaOag^.artraWJlaltve. 
Natta satana dal Centro cidtoaria 

Ctoeiaetogiafeo dOC anieirtartMKo 

atcfantHleodatrArci. bitta 
NwaaMana. lT*(tal 8840*92), 
ubata «domante! arcuimi, all. 
21, un'altra raaaagna di "Certi-: fra I 
titoli,-La aneti» di fttarcoTuco, 
«Mania di atourattB- di ValanilM 
PaacaratU, -luca nata, di Paola 
Docci a Franco Fiatamela,-la 
memoria pannata» di Haipaoio 
OaadM, -Ogni caca a» aaa poato- * 
Patto Stagtovaniti. 



Emanuele Crtatnalaacanda da rintatnlaulMt di •Haariiea»- 


NATALIA LOMBARDO 


aa Trame di flU di lana, il reticola¬ 
lo di un munì Innalzalo con cenli- 
nala di Itbri e la grana materica del 
bianco e nero sono il campo dei 
grandi ritraili fotografici di Moravia 
che l'ino Rampolla espone, da Ieri, 
al Centro Intemazionale Alberto 
Moravia. In questa tessitura som¬ 
messa e inanimala l'Intreccio Ispi¬ 
do di un sopracciglio è II segno vl- 
lale che protegge, come un nido, 
lo sguardo dello scrittore, diretto 
ma Insieme distaccato, saggio e 
stanco come quello di un anziano 


Pino Rampolla ha imparalo, con 
l'esperienza di molli anni, ad "Inca¬ 
strale» letterali del calibro di Arthur 
Miller, Dtirrenmalt, Isabelle Allen- 
de ed alni, costringendoli con gar¬ 
bo a rVrelani oU’oblettto, La sua è 
ima talllca di avvicinamento: con 
Moravia ha ripercorso parlando iti¬ 
nerari di viaggio, racconti di una vi¬ 
ta plana, come un resoconto In¬ 
consapevole ad un mese dalla 
motte, le foto sono Infatti del mag¬ 
gio 1990. Una volta stabilito il con¬ 
tatto umano si apre la via a quello 
mediato dalle macchina fotografi¬ 
ca, Lo sguardo è fiducioso, si oKre 
In un primo plano pacalo. Dettan¬ 
te e curato, lo scrittore sceglie co¬ 
munque In parte di séche vuole of¬ 
frire, celando ancora una volta 
quella allegra e giocosa riservata 
alla sfera privata, come ha ricorda¬ 


aa Nei pressi di porta Latina, nella 
zona compresa tra questa e la por¬ 
ta di S. Sebastiano, esisteva origi¬ 
nariamente una numerosa serie di 
Sepolcri, venuti alla luce dal XV se¬ 
colo in poi. Le scoperte più impor¬ 
tanti, tuttavia, avvennero nel primi 
del 700, quando si rinvenne una 
■gran quantità di camere sepolcra¬ 
li. (Flcnronl). Oggi di questi ritro¬ 
vamenti non abbiamo più traccia: 
lo stesso vale per le urne di marmi 
pregiali, per le olec e per il cospi¬ 
cuo corpo di iscrizioni funerarie ivi 
ritrovale. A testimonianza di que¬ 
sto originario e grande patrimonio, 
sopravvtvono solo atcunicotomba- 
ri, rinvenuti nella prima metà del¬ 


lo Dada Marami durante la presen¬ 
tazione della mostra. La naturalez¬ 
za del gesto supera con forza la 
formalità del momento nelle due 
foto che lo ritraggono con gli stru¬ 
menti del mestiere. Davanti alla 
macchina da scrivere l'inquadratu¬ 
ra si allarga, l'obiettivo si allontana 
con rispetto, Moravia 4 assorto al 
suo lavoro, se ne coglie l’aria den¬ 
sa Allo stesso modo con un libro 
In mano ritrova un movimento na¬ 
turale, quasi organico 

Attualmente Pino Rampolla si 
sta dedicando alla scoperta di 
grandi pittori, ha fotografato Turca- 
io e ora Consagra, sempre proce¬ 
dendo con questo metodo di co¬ 
noscenza. 

Il Centro Intemazionale Alberto 
Monterà, oltre ad organizzare labo¬ 
ratori di scrittura, traduzione e gior¬ 
nalismo. rivolge una particolare at¬ 
tenzione olle culture cosiddette 
•minori» ed emergenti, con lo sco¬ 
po non solo di insegnare la tolle¬ 
ranza verso altri popoli, ma di lar- 
ne conoscere il valore Dalla pro¬ 
duzione degli immigrati dì varia 
origine presenti in Italia e in Euro¬ 
pa alle culture più lontane (i In 
programma il 24 febbraio alle 19 
un Incontro sulTAmazzonia ) 
Cantra Iota marionette Alberto 
Moravia. Ma dal Falco 7. Fino al 
24 febbraio, ora 16-20. Tal: 
68307944 


l'Ottocento dal marchese Campa¬ 
na e da Pietro Codini, proprietario 
del tondo. 

Si tratta di tre colombari di età li- 
beriana-neronlana che dal nome 
dello scopritore e della sua pro¬ 
prietà, vengono conosciuti col no¬ 
me di colombari di Vigna Codini. 
Non è tacile vederti poiché riman¬ 
gono celali entro i terreni leziosi e 
pettinati di alcune ville private Tra 
piscine e sedie a sdraio emergono 
con I loro tetti dal tetreno. come a 
stabilire una diffide convivenza tra 
presente e passato. Denunciano 
cosi la sorda e mula presenza di un 
antico cimiterlo. 

Val la pena allattcaisi tra richie¬ 
ste e permessi per gustarne la intat- 


Un romano a New York 


Romano, 29enne, diplomato alla prestigiosa New York 
University, la stessa dalla quale sono usciti registi del 
calibro di Spike Lee e Jim Jarmush, Emanuele Criatese 
ha al suo attivo due cortometraggi, Cali me e Heartless. 
In America un'attrice di teatro famosa come Lynn 
Cohen ( Vanya sulla 42° Strada) si è offerta di lavorare 
gratis per lui Ma per un possibile lungometraggio d'e¬ 
sordio. Criatese girerebbe volentieri a Roma. 


quella del nostro cinema, ma an¬ 
che da quella di altre loro universi¬ 
tà come la Columbia, ad esempio. 
In pratica succede questo: appena 
entrato, dopo pochi mesi, ri tanno 

tare, hi tempi brevissimi, un hlm 
corto, in un gruppetto di quattro 
persone, tuoi alle prime amu da un 
punto di vista tecnico. Il nsultato 
viene subito mostralo a studenti e 
professori. 6 cosi che è tutto Cali 
mq il mio primo cortometraggio-. 
Cali me, un bianco e rido di 6 
minuti, inedito ih Italia, è la storia 
di un bambino che toma !a casa 
deciso a festeggiare il compleanno 
del padre con una torta Ma 11 pa¬ 
dre. al ritorno dai lavoro, neanche 
se lo fila, SI piazza davanti alla tv e 


m Studiare cinema fuori dall'Ita¬ 
lia. per alcuni può essere una scel¬ 
ta, una necessita, o soltanto uno 
snobismo: per Emanuele Crialese. 
29 anni, romano la borsa di studio 
alla New York University ha.costi¬ 
tuito soprattutto la possibilità di Ini¬ 
ziare concretamente a tare cine¬ 
ma -Ho provato pure ad entrare al 
Centro sperimentale di cinemato¬ 
grafia, non mi hanno preso, ma 
non voglio lare polemiche sui crite¬ 
ri di selezione, almeno non più. Sta 
di latto che in America alla N.Y U.. 
dove nel '92 ho continuato gli snidi 
universitari iniziati qui a Roma alla 
Sapienza, ho avuto modo di sco¬ 
prire una maniera diversa di inse¬ 
gnare cinema, diversa non solo da 


si inyupidisce di birra e messaggi 
erotici telefònici. Al ragazzino non 
resta che telefonare alla cali-girl 
detto schermo per chiederle di da¬ 
re. al suo posto, gli auguri di buon 
compleanno in diretta tv al padre. 
Atmosfere tristi ma efficaci da tipi¬ 
co prodotto indipendente newyor¬ 
chese, alla Jarmush. che del resto 
si era proprio diplomato alla 
N.V.U.. come Spike Lee. 

La cosa positiva di questi corsi è 
che c'è una selezione naturale, se 
non dimostri subito quello che vali, 
non continui. Dopo Cali me. l'anno 
seguente, ho giralo Hetvdcss, che è 
stato selezionato per gli Awatd 
Winning Studenl Film, una specie 
di Oscar per le scuole di cinema e 
testate scorsa, qui al festival del 
cortometraggio di Capatolo, ha ot¬ 
tenuto una menzione speciale. 

Più ambizioso e, a detta dello 
stesso rejpsta. torse piuttosto irriso!- 
to, Heartks p t la storia di un uomo 
che vive una sorta di ossessione I 
per una testa di manichtno alla 
quale decidi di dare un corpo. La 
cunosità 4 che nel ruolo della so¬ 
rella del protagonista recita, a titolo 
amichevole, Lynn Cohen, un'attri¬ 
ce di teatro che ha lavorato anche 
in Vanya sulla 42* Strada di Louis 


DÉNTRO ILA CITTÀ PftOl OTTA 


Colombari fra ville e piscine 


la. quieta intimità Scorrere cosi tra 
quelle scale tra un brusio dì epigra¬ 
fi. scritte e invocazioni agli dei Ma¬ 
ni catturando tra quelle, le voci più 
sommesse di serri e liberti imperia¬ 
li, dove nessun gentilizio prevale È 
tutto un affastellarsi di nicchie con 
non più di due olle: sono spesso 


■vana balla raamui 

marito e moglie che riposano in 
pace nel loro piccolo e vivace can¬ 
tuccio. Talvolta a guizzi di pennel¬ 
lo un vasto panorama di fiori, uc- 
celti e altro si anima turi'intorno ta¬ 
cendosi portatore dì un velalo 
messaggio ultraterreno. E le pareti 
che circondano quelle cavità assu¬ 


mono le fattezze di piccoli monu¬ 
mentini, di edicole architettoniche 
sorrette da paraste in marmo colo¬ 
rato o in stucco. Dietro quelle im¬ 
magini vi 4 un desiderio di eleva¬ 
zione. una risposta rassicurante al 
destino finale, per lanciare un ane¬ 
lito di speranza e riscatto con un 


Malie. 

.Niente di più naturale in Ameri¬ 
ca: lei stava recitando a Broadway, 
in quei gitani, ma quando le è aala 
proposta la parte, ha latto di tutto 
per sacrificare un po' di tempo per 
me. È significativo della collabora¬ 
zione che c'è da quelle parti per 
chi voglia iniziare a fare cinema 
Credoche anche in Italia sia aura¬ 
to il momento giusto, sì producono 
corti, c'è più spazio per farti vede¬ 
re, ma dobbiamo anche impegnar¬ 
ci ad aiutarci fra di noi. per (are le 
irose che vogliamo, magari a basso 
costo- 

Crialese adesso sta lavorando a 
due progetti: un lungometraggio, 
[a cui storia (anzi tre storio paralle¬ 
le che »i irvknteeatv-J ha scritto in 
America e che sla cercando di tarsi 
produrre Itrenin mediometraggio 
al quale tiene molto. -È ambientato 
a Roma, è la storia di una coppia, 
lei donna delle pulizie, lui che me¬ 
dita da tempo di cambiare sesso 
L'incontro casuale con un bambi¬ 
no albanese cambierà la vita dei 
due e li porterà ad intraprendere 
un viaggio, che concluderà il film 
ma che potrebbe anche essere t'i¬ 
nizio del suo proseguimento, se 
decidessi di farlo diventare un lun¬ 
gometraggio'. 


linguaggio sciolto, sottile, ma dal 
sapore Inconfondibilmente dioni¬ 
siaco. 

Il primo colombario colpisce 
perlasuacuriosa conformazione a 
U. a tre bracci comunicanti. É sicu¬ 
ramente il più ampio e maestoso 
dei tre. Un ricco repertorio decora¬ 
tivo ne delizia ancora parzialmente 
le pareti che per la foro vertiginosa 
altezza erano suddivise da soppal¬ 
chi lignei sostenuti da mensoloni 
di travertino. Il secondo 4 un gran¬ 
de cubo forato da nicchie con un 
pavimento In cocciopisto. Scivi e 
liberti imperiali ne occupano pre¬ 
valentemente le nicchie documen¬ 
tando le più disparate attività pres¬ 
so la casa imperiale, Il terzo, con la 


Centri sociali 

Da 99 Posse 
e Bisca 
a «Hokahey» 


■ Fine settimana di musica e ini¬ 
ziative di fotta nei centri sodali. Co¬ 
minciamo dal Villaggio Globale, 
dove stasera la -Songs tot Freedom 
Coalition» organizza un concerto 
di solidarietà con Léonard Peltier e 
gh aito militanti dell American in- 
dian movement che si trovano 
chiusi nelle carceri americane. A 
loro è dedicato il disco antologico 
Hotel hey, una raccolte aulopm- 
dotta di pezzi incisi da diversi grop¬ 
pi e posse italiane, i cui ricavi an¬ 
dranno in bericficienza ai detenuti 
nativi americani, La serata inizia al¬ 
le 20.30 con la presentazione del- 
l'acquafòrte Hohahey realizzava da 

Massimiliano Drisaldi e del video 
autoprodotto sugli Indiani. Alle 22 
si prosegue con il concerto di due 
dei groppi che hanno partecipato 
al disco, N.a.t. e Mo' Basta Sisters, e 
i Dtdtmoc testa. L'ingresso è a sotto- 
scrizione. 

Domenica invece tornano a Ro¬ 
ma i Bisca-99 Posse, protagonisti di 
un affollatissimo e infuocalo con¬ 
certo di rap, funk e ragamuffìn un 
paio di settimane la al Frontiera. 
St&votia te due band napoletane 
Irne insieme si esibiscono in un 
centro sociale. Hai Visto Quinto?, a 
Montesacro, penultima teppa del 
loro tour che si concluderà la pros¬ 
sima settimana all'Officina 99 di 
Napoli, In concerto presenteranno 
anche alcuni brani inediti che la- 
ranno parte del nuovo disco, la cui 
uscita 4 prevista a maggio da La li- 
iella. reinlerpretazione diuna poe¬ 
sia di Totó sulla morte che rende 
nini uguali, a Avidi, satira feroce 
dell'Italiano medio: da La Finan¬ 
ziaria a Scelete quaglio, invito a sve¬ 
gliarsi e scendere in piazza per lot¬ 
tare. L'appuntamento di stasera ha 
una valenza particolare. L'incasso 
dell'Iniziativa sarà infatti impiegato 
per finanziare la ristrutturazione 
delTH&i Visto Quinto?, storico cen¬ 
tro sociale di Montesacro, a un 
passo dai quartieri di Val Melatila e 
Tinello. Lo stabile, donneggiato da 
uno sgombero nell'87 e da un at¬ 
tentato incendiario nel '90. essen¬ 
do di proprietà privata non rientra 
netta delibera sugli spazi abbando¬ 
nati, recentemente approvata in 
Comune. Il centro sociale segue 
pertanto un percorso autonomo, 
che puma a rilanciare l'intera strut¬ 
tura con l'istituzione di un poliam¬ 
bulatorio, di una sala cinema, una 
birreria, e una palesila di arti mar¬ 
ziali e pugilato (queste due già 
funzionanti). [Maree OtaarUt] 


sua grande camera rettangolare in¬ 
fossata net tenenti incute un certo 
timore. Un grande pilastro qua¬ 
drangolare. forato anchesso da 
nicchie, ne sostiene al centro il pe¬ 
so della volta. Nella lolla di quelle 
sepolture (egea cinquecento) ri¬ 
mani quasi travolto dal brusio dette 
voci in epigrafe. Un monito tra tutti 
ti colpisce: ne tangilO. o mortali!., 
revere mane deosl (non toccare, o 
mortale, rispetta gli dei manti). 

Appuntsmanto, «Bbato, ora 
10, hi vi» a Porta Urtfna davanti 
al tempietto « S. tUcvami in 
Oloo-Sf predio che fa «tatto è ri¬ 
servata soltanto a cN no ha fat¬ 
to prenotatone. 



Ad altrettanti donne e uomini 
non necessariamente giovani 
ma dinamici ed intraprendenti, 
per promuovere un servizio innovativo 
e dì sicuro successo sul mercato di Roma e del Lazio. 
E quel che promettiamo lo manteniamo. 








VdfSjttMMs éd ómtmeì 


Ogni VENERDÌ' e DOMENICA ai BA NANA CAFFÈ il vero Fesiliai del Karaoke 
con tutti gli animatori di RADIO SERENA <FM 92.4) 

REGALISSIMI per TUTTI e peri Vincitori Grandi Sorprese 


L 


Per informazioni contattate P.C. Tel. srl, 
dalle 9.30 alle 13.00, ai n 06-77204848 


J 


CBRNRMfi 

CAFFÈ';, 


ISCRIVETEVI al piu presto telefonando al n. 583.309.47 


I 

















TEATRI 


MOM •& (Via feti» Penitenza 33 Tel 

Alle 21 00 The tnfernationat Ttveaue ore 
Muta EtoktltoW» io* Amt m In lingua 
iriQieee Proveniente dai Festival àx Eflim 
borgo 1994 

AMRTfHONE (ViaS Saba 24 Tel 5750*27) 
Alle 21 00 » Genico Studi Ettore Patrottni 
la Comg Tuttfeoi w* La tara** 
co orte di Nell Simon con F la Paglia A 
Plin» E Pezze F Bardi G Gavazzi L 
Fulam A GOMUlni e GentHInl Regia fH 
Giusi Sali» 

ANTICO CUCCO ORTO (Piazzale Clodio Tel 


S9741K1I 
Alle 16 30 e 


ORTO (Piazzale Clodio Tel 
alle 2i 15 Spellacelo Omeg- 


aio a ftoarteo Pattini 

MOCNIÌM . lfATBO 0» NOMA (largo A< 
gemine 52-Tei 66604601 2) 

Alle 20 00 (2* Veo t A» L««n di William 
Snakespearo Regia di loca Ronconi 
ARGOT iVia Maiale dei Grande 21 Tei 
5396111) 

Alle 2t óo Una «Mele di gioco di Andrea 

dava Con Vincenzo Spillar Francesco 
Rotami Francesco Rossetti Emanuela 
Pedale Regia di Canoa Tolentino 
ATCMEO-TiAIKO IMMUSITA (Via delle 
Scienze 3-Tel 49914669) 

Alle 2100 Laboratorio Teatro Settimo 
presenta Eugenio Allegri in Novecento di 
Alessandro Barieco Regia di Gabriel» 

Vacis 

OEUU^ttezza S Apofionia iva Ter 

Su?!i 5 4o Totom di P T Crociani con m 
□ ella Corte Regia di E Lunman 
BCIKTO (Pie Medaglie dOro 44- Tei 

35464343r 

Alle 2115 Operetta che paasmoe Cado 
Mortase In U vedove ede g rain 14 minuti 
<too«Al enne punto eie cago d E o«Fi 
lippe con E tórni Barerà. Carlo Conversi 
Alessandro Spadorcia Regia di Romolo 
Stona 

CATACOMK 2000 • TEATRO D’OGGI (Via la 
b«ar>a,42 Tel 7000496) 

«MA A- Aito 2i 00 Agamennone di Cachi 
io con Foranea De Vila e Franco Vanirai- 
ni Ragie di F Venturini 
•MAV mercoledì elle 21.00 L* Compe 

■ me degli Ambulanti presame L'uomo dei 
ore I*lecce e «reto fett'Atoato con G 
lo Fermo e F Coppoteiii Regia di G lo 
Fermo 

CENTRO MUUTMCOMU MONTtMARDW* 

ÌVIaOttiene? 104C Tel 6675445) 

Alle 20 4$ Comune di Rema Aso Cultura 
con CoiiaO Teatro di Rema presentono il 
Teatro Stabile di Parma In Ltatruttafla di 
Pelar Weifte Traduzione di Giorgio ZOm 
pa Regia di Gigi Dall Aglio 
C4A*F#4 (piazza Donna Olimpia 5 Tel 


3ona aperto le iscrizioni ai uocrmono 
per le messa in scena de Come ve (aneto 
«tortili Siephine Mallarmé 
OOlOitfft (Via Capo d Ar Ina 6/a) 

Alle 21 oo Beai 72/Pa$scpartc«t Teatrali 
preew.lervo l«fw <* «ne noto « min 
astato di W Shakespeare Costumi di A 
santi musiche di M Neuchatel regia di G 
P Aviro 

dono aerane le iscrizioni per il 2* labore 
torlo94796 Inlormationltel 78326548 
OOlOSItO MDOTÌO (Via Capod Africa B'A 

«eie A alle il 00 Contar*»* le mamme • 

le Borei» di Ombralo simonoda con M 
Bum M Di Suono Regia di Federica Di 


DKOOCCIiyia Galvani 69 Tel 5763502) 

All» 21 15 Aniorvalio Avallone in legaHAe 

wpixrrwsfjfi"» 

Picchi L Nave Regia di a Avallano 
DO SAURI (Via di Qrotlipinfe 19 Tel 

AMO 20 4* la acugta «MI# mogli di Mollò 
re con Genia l Tarn F Moriilo. fl Am 
mandola. Q Arami N Aczeimo S Ma* 
sena U Cardinali Regia di luigi T«m 
Di)fiAWtt FOVEA (Piazzadi GroaapmiA i»- 
Tei 6677060) 


s 



Alle 2230 « sesso dato farro di R O» 
Giorgi 9 fl A Martora. con E Sitavo S 
Meliniti. C Betstto T D Aquario MLftj 
neudo O Bacia/cfi G Tucclmei m Case- 
lino P Rlcc) Regia d« Anna lezzi 
00 SAHM LO SfANZXWE (Piazza di Grolla 

S a 19 Ter 6671639 

20 50 teMtor scritto e diretto da 
Claudio Insegno con Massi mihano arano 
Nathatie Quella Sergio Zecca Armante 
Pinti C Insegno Paolo Boriarmi Statano 
Miceli 

Mi CENTRO (VlcoiP degli Amalneiam 2 Tel 
6667610) 

Alle 21 OC Artaoflhino servKer* di due pe- 

droel di cario cpidoni raccontato da Anta 
mo Sacco con Giancarlo Gerì e Anna Aie , 
giaci Regia di GiancarloGon 
KlU COMETA (Vie Teatro Marcello 4 Tel 1 
6784M0 SALA A alle 2 1 00 le Madri con : 
Marianna Merendi Sabina Vinnucth. < 
Aiessgnora Costanzo e M«coi tomo.*" i 
Scene d< Alessandro Chili Scrino e direno 
da Angelo lorigprui 

«ALA « martedì alto '600 Una Marna ; 
(ulto par «4 di Virginia Wocrr con Giannini . 
Sai volti 

i OCHE ARTI (Via Sicilia 59 Tei 4743564 
4616596] 

Allo 21 00 la Compagnia Taalrale <r Grai . 
ho presenta Grazia Scuccrmarra >n flou- \ 
rad Ad**»* con Federica lombardo Sa 
brina Sevcdmarra Daniel* Polruccicll e 1 
Mario Scalena senno e diretto da Grazia 
Scuce-marra 

Alle 17 00 Su prenotazione per L Alto fie¬ 
le Installazione inierne* di Francesco 1 
| Sterza 

I OCU1 MUW (Via Fbrll 43 T*l 44231300 
8440749] 

Alto 21 Ò0 La prasltontaasa co» Barbara ; 
Bcuchei Gigi Rode* Regia di Geno* Or . 
Sla sio 

a .37 Tal «7862591 1 

Poeti CenHedt Giovanni T «sio i 
ri e Rodolfo Chirico co« A innocenti p 
N uli. V logi R Fauni p Germani D Bar 
ra. <i fl Visconti Messinscena curale da 
Adrian* Innocenti e Piero Muli 
ClfTTAA rvia Capo d Attica 32 
72206917) 

Alle 20 30 La Ringhiera presenta -Pramis 

de Ccnduir*' in Cren catto itoli* lattar* * 
Giorgio Spaziarti In Prima asarciuzlon* 
hjoriiuego R«giadiMa96imiiianoMiieer 
QiSEO (Via Nazioni)» 163 Tei «662114) 

Ali» 20 45 (Abb V?) Paolo Ferrari Gio¬ 
vanna Rolli in The IrUertatoar ili comico! 
di John Giberne Beau di John Crowthar 
Prenouzioni telefoniche con cani di cte- 
I dito ai rei 3S387?87 
PICCOLO EUSCOjVia Nazionale 163 Tei 
I 4895196] 

Alle 20 45 (AbP B4-V4) Anima Nera di 
Grueepp* Patroni Ordir conF Raggiali B 

Scoppa V log*n e con la partecipazione 
straordinari di R fatk Regia itene e co¬ 
stumi di Rotteli;* Fall 
Prenotazione teidionica cencio» di credi 
[ totei 39367297 

FUUAIgyvia S Stillano dei Cacoo i5 Tei 

Alle 2i i) Comp T «atto deli Albera pre¬ 
tenta Vvea Lebreion mEk? 

(Via Camma 44 

lunédl 20 arie S 1 ! 00 PRIMA i Assocm 
zlono culturale MUerla V va piM«nta Un 
b tal lotto ur ira di Gianluca Riog« con 


6416057-8548950) 

Alle 10 30 WlMra e «* 4ul foce cor. Dz 
mele Gloriata Biado Toecam Reflto di 0 
Toscani 

Alle il 3Q Itta ocK tod*. rtoerd) di law- 

fa c e <h 0 Granata e 0 Foratone con D 
Granata* B Toscani Regia* B Toscani 
Alle21 30 Lucerne deiSerrociii?prasen 

ia M rtotoranta. ovvero.- tonto veto *to*- 

r» con F Airaudo M Berrai. A Canduc 
d G Casso j N Cavirva Reola 6 Miche- 
to Bertelli 

(Spettaceli *»n prenoiazicne obbiflaio- 
riB) 

U CMAMCto (largo Brancaccio B-'A • le- 

U CU» Ct- 

barra di Amendoia-Oorbucd con Olympia 
Di Nardo Lino Paiamo Antonio Covana e 
li Bai letto Settecoili Cdreograhd di Tony 
Ventura 

U SMETTE «vicolo del Campanile 14 Tel 
6633867) 

Alle 2t 00 Citrato • «Uera d« GusUnian 
eRuzanieconM Faraoni M AOcr-S-0 P 
Ubali* Regia di A Duse 


«W (Via Monte 2etHO 14 Tel 3223634) 3C3H 335-3031 
* 21 00 Coen Teatro Aritgiano P*f 8 All* 21 30 L'uomo 
4o tutto ben* di Stelano Salta Fiora* e R*c. a Marco Gera* 


Marina Pizzi con Pieiro Longhi Oarveto 
Pelruzzi Cario E trarre Gabri(MlaS:lvMI'> 
Mane Baidcesarr* Francesco Blotohm. 
Regia d> S> IvioGrardori 
NABOMLCiVn dei Viminale 51 Tei 

&floor ven S) Una Sisb'jn U 
donna dal mar* di ibsan Ragia d> Beppe 

ORO^O^via d« filippini 17'* Tal 

SAiAGRANOe alle 2100 la Compagnia 
Tauro II In Laulrac *g bdréal 




Itinerante d.M Moretti con Maurtz-o Mar 

( Ine Serena Michetotti C'aud.a Ba.ticn’ 
tetro Se me m PO Cnattona Lionrto Re¬ 
gia di Rrecardo Cavallo «cena a costumi 
di Santi Mloneco 

SAIA ORFEO alle 2116 8u1to tirato 
u n» ! di A Cech/»., con A Barocco v» 
Caput- G Da Maso R O* Vira E Hadda- 
di t Trera. S Laocaia C Merlino l Mi 
uni V Orlao M Oltavrani f Tapi Regia 
(KG Menino e V Orfeo 
PALAZZO DELLE UPOfiClOttFSALA TEATRO 

(Vi* Nazionale 194 Tal 

4746903/4745942) 

Alle 20 45 l'Eapoalatone Untoaratt* o 

Luigi Sauaralna con Omero Amonutt* 
Gianni Bonugura Francesco Smurano a 
cura di Piero Maccorineii. 

Domenica a'to 20 45 p*reondim*nBcera 
FrammanH di -Tra la revto* di vaitotti- 

d*i diano di Padre IM La Ricce Actoita 
mento di Gian Man* vorarne e Angelica 
Ippolito con la partecipazione di Angelica 
ippomo 

M4BOUIVia Giosuè Bor*. 20 Tei 8063523) 
Alle 21 30 Agra presenta Angeli F^oc 
chiaro m La miatorieae Hempare» • W d« 

Statano Benm Regia di Ruggero Cera DI 
rime repliche 

PMmMrtbOMURistorenra invia Siria «4 

Martedì allo 21 45 fiacco* d> £ Alton 
Poe Regia di Albano Macchi 
WUTWttCOWtoGB Tvwto IVA Tei 


(dalie discuto» biografie di cn 
fiWòhòr Manovre], con Q Marconi P 
Scotto di Tel a E. Caia-wo M Sanzo S 
Retro A Mose* M BnKlhner G Llnsrl R 
rannene G Comanducci fi Rotto. F M». 
schei!* O fidando Regia di Giovane. 
Martora 

Galvani 65- Tei 57562” 
Martedì 21 febbraio alle 21 00 PRIV 
Peccato eh* tea** puttana lesto di j Ford 
con p Favino L Fettozzo Natoli l (tozzi 
M Piccioni N Scozza Regia Ci Massimi 
r-ano Fareu 


»3 Tel 4112287) 
Comp il Clciop* prwenta 

8) di Guido d Avino con Ascan cCalestmt 
Ismzlia Di lauro N ce ttv* li Guaeppe 
Palleschi Ma »a Poggi Tiziana Scrocca 
Alessto SorvJlo G:c’o'oVanz"''i 
UBi£ Da fliAUO i v.a Cesoia 871 Tal 
30311335-303110781 

Ada 2130 L'uomo ambre di D Hammert 
Marco ee ccchi con Statano Abba- 
hetta Farirelii Teresa Ricci Nino 
Agaia M Piccioni n Scorsa 

Mar Rosso 329 • Osila 
lido-Tel 5098539) 

Alle 21 00 la G'ocosa Accedeva presen 
tode G Rotori con Fulvio Pero 
rasoi CoUnlom Paolo Mannozzi 
; Primavera, Marta Monola Se 
Roea/i* Calcagno Lisa Strop 
polo T e»to e regia di Gianni Pontino 
NUOVO TEATRO S. RAFFAELE (V le Ventimi 
gii* Tei 6535467) 

SALA GRANDE alle '0 00 La compagnia 
Cilindro m OdltMé di Pino Cor mani 
SALA CIUNORO Alfe 21 00 A 
Patto uni miarotauiid e diretto da Gughei 
ino Fona o'a 

TEATRO W COMUNITÀ (Vi* Zanaaso 1 Tel 
5817413) 

Saaaio aita 2U» La Cornava Teiraie 

con*LeandroAm^o LucaOe'Befsei 
OoaMrr i e Rita Di larrua Ragia d 

' Calauncy 

TEATROOUfiMCOtPtozzeO daFobrtono t7 

Tel 3284890) 

Alia2i00 GigiProfeBiinNrameraapar 
•Netto Ubera inreipfetozione di tesu & E 

Fet'C- n; 




S ie culturale Maierla V va praeenta Un 
latto par N* di Gianluca R.gg. con 
mpioro Roes' « PieiroSidom 
IONE (via delle Fornati 3? Tei 83722941 
Alle 21 00 Coai è <w ■* pere) di Luigi A 


Alle 21 00 Coai è (m ■ tt praa) tì. Lumi Pi 
randello con liaana Ghlone Orso Mina 
Guorrim Anglolina Quinterno Mito Cun 
darl a la parlacipaziona tì. Mano Matan 
ni Acurad>0«**i°CosiaGiovargli 
(PiazzaoaitaPollarol 

alfe 2)00 la Produzione turno# w) 

S SkmTift#rsa 

di M Ballando Bandone a regia d. 
W ANI 

Via Q Zanazzo 4 Tei 5810721 / 

lindo Fiorini preienra Chi il 
tsarttuto di Claudio Natili S.tvv- 
•ir» Congo tanto fiorini con 0<u»y Vale¬ 
ri Tommaeo Zi»^* Son.a Da Wichaii 
Musiche di Luigi Dò Angoli* Regie di l*n 
I toFioirm 
I MSTAttC PUlHUtoOUR «Vi» Taro 14 lai 


StallSo Zone Manca di Giorgio Sarahm 
con Carlo D« Maio a Mimmo la Rana Re 
giad. Giorgio Saralim 
QUMNO [ViaMknghalll t Tel 6794565) 

^8£SB»xen > sr 


Orario botteghino 
•orm lai 3234680 


21 00 Silvio Spaccali in Rem 

• Bciieghnoceti 18/17 >9 

"WaWK Compagnia Ctie«o Durame 
prasenia U n i toc i paaaò aame remato 

d. Spaduco AdiarI con A Airian R Mer 
too i Greco Ragia di Ailfero Alfieri 

1,1 

TEATRO UlfilANO (Via i Calamatta M Tal 

Alio 2i 00 l AasdciazraneCuiTuiai* Colo 
r. Protali, m Amara con S Banchifli M 
Bqmv F BcAionxat At-Ftt'tt» P tuto¬ 
lo G Maddafena S Mariani MM Man^ 
m F Metz. R Montani V Odescafem C 


con Fioranro Frorantwi a la $u* Compa 
Oda Mueicifed.P Gatti e A Zeno* 

7i 

Alle 21 30 ScontoaUnfe irato d Caaial 

laco. a P.ng.iora con Cirasia Liontoio 
Wandy Mai miralo Ragia di p Pagto* 
SBHNA evito Slatina » » Tei 462664» 

Alla ?t 00 Raifaafe Pagamm Rossara 
Can.ve Ruban Cei be-v in Ito amatomi» 
a Parigi Mu*ichod»G Garshwfe Coreo- 
grana dii Cannilo 

Prenotazioni i*i *6904013 infermazioni 
Tel 4828841 Botfegtimodalle or# IBlR 


ni F Metz. R Montani V Od«cA>ch. 
SavaieM R.egnoiSiefenoNapon 

del Tauro Valla 23/a Tei 

I Europa pra- 
_ IH commedia 
musicato da cerne»* scriba e di-erta da li 
n* Wartmuifer oon Mssrmo Wrtmuiie* 
Amar da Sandraili 

VASMUOiV a G acmio Carmi 72/78 T*i 

All# 1980 Ingresso a sol- 24 spedato*• a 
tara la Contatolor* e, Avieri v*n Pro 

C rr«Qi*d. Va iar Manli* 

?i OO li Centro Produzione Dlogh.iav 
prtoeni. fittemi 0 ■-ostane di j fiVen- 
zal con l Morifcch. M Esdra V Callo 
D Vitarto sa&s a Lovacchio Ragia di w 

Jaei 


noraaipazzaS Marra itaerairica 8-Tal 
57*0596 5740170) 

A«#2100 Francesca Reggiani in Agtorti 
anela tott'uag di Valter lupo a Franceaca 
Roggiaru Rag * <Jr Vtofer lupo « 


lo domenica specialmente 

S )>i-nn;iio - » afirilc 

CINEMA MIGNON 

VIA VITERBO. Il 


^^4 

CENT'ANNI W CINEMA 


CWWO B PK M PfTAU 
DI CINEMATOGRAFIA 
CINETECA NAZIONALI 

0-a*ou<«non< Oli ca.» FA-icHA 


AS6 AMI CA L UC ÌE 

(Gire Orafense t95 Tel 5126712) 

Il Coro Polifonico Amica luce seleziona 
par ampliamento repertorio concertistico 
voci maschili a orchesirali P»r informa 
rioni lei 51267)2 

ASfiOCkUSONE CORALE CMEOTTà 

rV«*l ElwSalano -Tel 76M87S4) 

Sabato 25 alia 9 X Neil ambilo dai prò | 
grarrmi culturali per >a scuole I Associa ' 
Zione Corale Cinecittà effettua un concer 
lo presso I lai-luto protaesionale per i ser 
viz. social. -Jan Piaget- v le M Fulvio 
Wobdwre 79/A Tel 7T584954/7544219 
ASS0CMZIDNE MUSttALE MUQ 

[Viale dalie Milizia 15 Tal 37515635) 

Sor* a perle to iscrizioni ai corsi Iniarno- 
z-onah di perlezronantenic» di planolone 
Cocenti Sergio Calvo AFJoClctoHm Per 
uditori ed attortivi Per informazioni rrvol- 
ge^iaiiasegrafeife tei 37515835 
ASSOCttZmC PtCCGU CANTO» 

Di TCM RESPACCATA 

(Via A Barbosi 6 Tel 232671J5) 

Scuoia di canto corata chila/ra piano fo¬ 
le Hà'jfo violino teatro danza teatrale 
AUDITORI UH CAVOUR 

(Puzza Aariana 3 Tel 654985» 

Ah» 21GO Pentagono Produzioni Associa 
le presemi Ottavia Plocoio rn A due passa 
da qu» tasti 0' B Brachi 
ingretio gratuita previa prenotazione te- 
feiontca afr 6548851 
AULA MAONA LU.C 

jl Lfigcla.-er e Piammo 50 lei 3610051/2) 
DomaniUto 17 30 Orchestra da camera di 
Pifc» U%OA HULMU vralMta *A»vtb* 
OiBeeihoveneMozan 
CLEiiSAfnEROMA 

^«ad.Tratona8-Tei 86206792) 

A»* 2i X Pretto Teatro Spazio Paesi 
Muovi P zza Montecitorio 60 CtoStaAto . 
prosami 1* Rassegna Arte a «4 va vaca «al 
csnqa# c en ttnato Laitvre sceniche e mg 
sica delia Nuova Zelanda ftegu d. C i 

Mario Prenoiazioneobbligatona 

8M0NE 

IVI» dalle Fomacr 37 Tei 637229*! ; 

Dcmeruca alia 2100 Euromusica prese» 

•u fiuti «n ettari, punpiorte Musiche di 1 
ChopmaSlrJwInsl'y 
AfiUPRO MU SECALE SALLlRTttNO 
(ViaCollina24 Tel 474C338) 

Martedì alfe 21 00 Per la Stagione dai 
Concerti Mautota O Ovtdto punisia Mu- 
s.ch* di Scalarti Chopm Listo ePorrlno 
Biglietto miaro lira ISmlia ridotto lira 
tpmiia 

HTkMNUlU 

(Piazza Campiteli! 9 PrenolMioni totofo- 
n.cha 4614600) 

Domani sua 21 00 Mazatr n consultar* 
Hayttn Musiche di U PlayeleWA mck 
Z rtt 

OttATCHta) DEL CARA VITA 

(V>a De-Carovita 8 Tei 823%9Sb) 
lunedi alle 16 30 Concerta con M torni 
luuioeC Antenaill arpa MuticnediVin 
Cl Mercaianie Roeisni Donizetti Sciarr- 
r*> Faurè Rivai ibart 
Posto unico ura 6mlla 
TEATRO DEH OPERA 

(Piarra B Gioii Tra 4Si7003-48i6G7) 
Doman. alia ?o 30 Pnmo rappreaantazio- 
na oi Cosi tan tato di w a Mozon Giretto 
r* d orchasira Caallno P«to Ragia di Jo 
torta» M i Ara eoetumi di Giorgio Armani 
ir poifegh-no dai Tauro è aperto rari- « 
g,orn. tranne A lunedi dalle or» 10 30*11* 
18-45 InlOrmazKjnl n verde 167-016066 
1*0-1330) 


D’ESSAI 


•T#l 855-StO 

Stf* 

DcusmoviNCE 

Vl»l*naie Produce <i-T«i MJ36021 

IPnttiw 

(16 00 iato 20 20-2?») 

DEI PICCOLI SERA 

Vii «III Pinot» 15 Ttl 65KM65 

0 60 

RAfFAEU.0 

Via Terrv 94- Tel 7012719 


Via E Faà di Cruno 6-1*1 3721840 
SALA FELUNI/SAIA M6UES 
Entracte drR CI* Ir Cefi* ufiMmci di 6o 

nubi 

Violino di Agosti (20 W) 

HkoiNim mon onaour di Resnais (22 00) 


C.S.C. CASAU DCL PODERE ROSA 

Via Diego Fabbri Tel 8271WS 
I Domani non slop di Fim luì tema 


Il cinema nel cinema 
Wentter». Alien Morrei 
Scola Bocilanovrch 
(dallo 17 00) 


CS.OJl BRàMCAUONt 

Via Le vanni li-Te! 6200059 
EmjrRNtardr Hoppe/{20^0| 
Drugstor» «raboy di Van Sani (23 00) 


CINETECA NAZIONALE 

C/o II Cinema Dor Piccoli in Violo della P(- 
r*eia.15-Tel 85S3465 
LaiogotatolflloeediJ Ronoir (15-00) 

Una ttMOdl* oiapoOBOM di KinoshltA 

(16 30) 


FED. UAL CIRCOU DEL CMEMA 

Via Giano della Beila. 45 -Tel 44235784 
SAIA ARSENALE (via Orano Celia Bolla. 
45) 

immagini iocV 

ShockTraafittartClJ Sharman (20-22 30) 


GftAMCO 

Via Perugia 34-Tei 7624167 
I Fautori VaiuilroOzu 

Flore d’Etorttato (Mganttana) di O/u 

1900) 

La rortaziA nascosta di Korosawa (21 00) 


| Via Pompeo Magro 27-Tel 3216263 
. SALA A 

Prima dato rtoorta di M MarcPevski 

^BM-20 30-22 30) 

Inaiata mesa di J Mamme (19 00-20 ^5- 

2230) 

l 8 000 

U SOCI ETÀ APERTA 

ViaTibortina Amica. 15/10-Tel 4462405 
H crttoo lari anta di A Ferrara (15.30 
17 30-20 30) 


PALAZZO DELLE ESPOSIZIONI 

Via Nazionale 194-tot 4885465 
Fiposo 

POLITECNICO 

Via GB Tiepoio 13/a-Tei 3227559 
H rMNMO di Claudio Bond) 

Poetale corto d! Silvto Soldln) 

(18 30-20^0-22 30) L 7 000 

THE QR1TT8M COONCtl 

ViaOuattroFontane 20-Tel 4826641 
Riposo 

W. ALIEN 

1 Via La Spezia 79-Tel 7011404 
Riposo 


KAOS CINECLUB 

Via Cattato 10-Tm 5130273 
Rassegna «Versioni originali 
FttzcrtraWodiW Merzog (22 00) 

irgrea&o/lessera L 5 000 

KOWt 

Via MaurizioOuaOrlo 23-I«! 6610162 
Riposo 



OGGI GRANDE PRIMA AL 

GIULIO CESARE 


'Sorpfondcnìù la forza mkvpraiHtiva <* fimi gtt emon- ACfiutm zutuno 

>Un «u/ore*tofe toferpvWa/tottd 0> Nato Martrot*. fnctova « 

cotwmte «ua sdì»* 

-la stampa Ot ft»W*o accolto m un Orma di gronda favori» a riatto Volpo <* 
ione “v LAtoiM/veitca 


(17 00-1850-2940-22 30) l 10000 

tisur 

V.»degli Etruschi 40-Tel 495776 



Vii Rem 2-Tel 3236588 

Nortrtw 

(183W03J2230) 


I CINECLUB 

smNsgs^ii 


AZZURRO SCIPIONI 

Via degl» ScipròOi 62 -Tal 39737161 

SALA LUMIERE 

Cento anni di cinema Roesel l mi 

Amo». U «oca umana-Il Mir«crto( 16 00) 
Roma erti aperta (20 00) 

Gamtania anno me (22 00) 

SAIA CHAPUN 

Sch ia*» d ’ ■ m or» di M l Ichauo v (18 J0| 
Corto l'acqua par II ct oc c el»»» di Arau 

(20 30-22.30) 



ORARIO SPETTACOLI: 14^5 ■ 17JD -1935 - 22JA 


Domenica 19 febbraio ore 10 proiezione del film 

JONA CHE VISSE 
NELLA BALENA 

Al termine incontro con 

Roberto Faenza - Francesca De Sapio 

J§P i ® 

Lm tua baa«a. 



lìllTICUUUUmiELEINEM. 


Entrai* ai WCIU 
o al ttEElMCi; grazie 
a l’Unità, costa meno. 
Presentandovi alla 
biglietteria con 
questo tagliando 

Venerdì 17 Febbraio 
il biglietto di ingresso 
costerà solo 






























Venerdì 17 febbraio 1995 


PRIME 



AcMtomyHtf 

V Sfornirà. S 
Tel «2 377 78 
Or isoo te.» 
1440 20 

MW 


di W Disney (Usa ^94) 

Il piccolo leroctno «redo «J irono vfiM coseno «il esilio 
del perfido zio ohe he ucc*©H sovrano lo carica Aweo- 
22 30 Iure dlBoeyene piùcupe del edito Bdl^imo ih» 

Cartoon *4* 


u 


p Vertano 5 

Tel 8«4 1166 
Or 1600 1810 
20 20 22 30 

L 10000 

Adrian» 

Cavour, 22 
. A »UW0 
Or 1600 181Q 
20 20 2230 

L 10.099 

Menar 

V M 0*51 Val 14 
Tel 686 0099 
Or 16.» 18» 
20» 22» 

li ?M» 


tfrLfrmpucacwP MOogpo DAfettmuonoftofto??) 

La giornale di un groppe di camerieri incarognì dalla vi¬ 
ta acuì viene oreria (in ulti menta) una possibilità di riscat- 
lo farooe commedia eu una pamela Halle anni » 

Commedia ** 


«fi C Buse, con C Amendola. « «rato (/«(ro/995 
Quia la ite gai « popolo hoppt sarei»* He*a c«\4 
che non lascia spulo al senbmami r.on c ♦ prò pcsio 
nemmeno per II detono 

Drammatico** 


dtWABen conJ Bmadbeto J Cuark (Uso 1994) 

La Show girl non ha talento. Ma ha una guardia dal corpo 
disposta a tutto. CoMvutto il bwstfaffa malavita Al Quale 
non ci può dire di no Mei 

Commedia*** 


v Accademia AfliaH 57 <hG Bax.tonC finendola M Placido (thshù 1995 
Tel 5408901 Dura la vita per u pomello troppo eeneWle Nella città 

01 222 £9 cha non laici* apulo ai tanUmanh non cò piu poeto 
16» 20» 22» nemmeno pei" dettino 
L 10*08 Drammatico** 

Amorie» N Mti 

vNOatGrande 8 AG ftowuw/C AroerdofeW «ocxJofftohott» 

Tal Mi 6198 Dura la vita per N poliziotto troppo sonatone Netta città 

Q r ]3?$ M „„ cha non lascia apulo al aeUlmenU non c 6 più posto 

18» 20» 22 30 nemmeno par II daetlno 


L 11.» 

Arista* 

v Cicerone 19 
Tot 321259 
Or 16» 1410 
20 20 22 » 

IhW 

Albi 

vie Jorwo.225 
Tal »\?m7 
Or 1600 1410 
2020 22» 

***** 

Attorto 

Tiacolana. 746 


Or ammanco *• 


diLPompoca conP VMQmD Ataanruooo (folto 95) 

La giornata di un gruppo di camerieri In:eroghili dalla vi¬ 
ta a cui viene offerta (inutilmente) una possibilità di rlacat 
to Feroce comirradi* su una panante natia armi » 

Copimedlq** 


(NR KmrrKTidf eonKBua*(V* ì) 

Archeologia mistero a magia * Il mi» di questo baiocco 
lantaeclentrtlco arrfcfontato tra le grami* egiziane Con 


auggaatlontdaBKaleaHHlMmatti NV 


Or 16 00-17» 

18» 20» 22» 

«rtWW 

Anelatali 

MW” 

01 IS8S SS 

tiiMW »>!»«»« 

AataatMl 

0 V Emanuele 203 
Tel «87 6468 

01 SS SS 

MWP» 
■MOMMI 

01 n ss 

tn«*f 

BmOmMZ 

01 SJS 238 

U’ww 

IMMIM3 

P Barberini. 82 
tal 482 7707 

ir Sa Sm 

V*MW 


'WM.W • < 


AG Basatone AmendctoM Placido lindo 1995 
Dura I» vile per il palliato poppo tori «aio Nono cltu 
Mio non IohIo spailo al aaniBionii non c t più posto 
nemmeno per II deellno 

Ofamffrflllco ** 


AF Oardrom maT tobbns,U FncmoafUsa 1994} 
Condannalo a duo orgaMMI anoncla» dallo adonaom 
M dirottolo dsloarcoft u incette per merhodiuncom 
pegno01 coll.<Udoloro Oeunromanicdl8t*ptanttlng 
Orammallco ** 

Me 

AM Usg/U tonO JteurU .K dmf(GB 1994) 

Johrns il freddo onroro una vita al mirini Va asina m 
una Londra dopradatao cuna, o m por naia Mianammano 
a*aiapooo..naoc»«*loparunpo dipoaala 

Dranvnat'co *** 


rt IV Atei rond BioadàfiitJ OtoA( Uso 1991) 
la MKM girl non halal.nto Ma Saura guardi* dal corno 
-I stailo a tulio Cosi vuoto loooa dotta mau* la Aleute 
non il pud Olia di no Mal 

CorpmsKUa *•» 


di C «ruuo* reo « SWcp. * tana DSMduim 
la*acann*tln«a EluireodlhjrneeMveggioecemineio- 
to II giorno doli Incubo Pfcooliannoinoaniorolaocaapo- 
raaClimi noi 11 Dalla aorV vitamina a natura 

prern (manco ** 

MaUnwrgoM Un Mi 

diP rVimctew twtV FVA* (Spadai 19!» 

(Ma Irucad/lc*. un foiourMo una gfcmMiMa -afrtgrai*- 
con Ialina donai* varia. cnD.iuproiftomooio in dMito 
Iv I4.V 1h40 


v Q. Sacconi 39 
Tol 993 290 
Or 1500-17M 
20 00 - 22 30 

t »MW 


« Capcanloa, 101 
■I 6792465 
Of 1000 HIO 
10 20 22.30 

MWW 


AB levtmon ctmM OoulteD Mouet'Usa 94) 

Duolo all ummo ungo» noli aitando Hlgn-loMi noa.un 
cotpoowomoainonolaMUodotgiocodl potoro Vln- 

MrtllcaiioOouglaaolMgragttidloMaMriore'NV 

Thrll.lo» * 

Tkre Marti 

I&c Russell coni Omo p KIWI (Usa 19941 
Linsegalofrullalo Innomoroiodoliobonenna natio 
vate un» masohoia Ehacamdatoiaauivila Sotto il u 
gnodtll odonoodsli adotto«rno.i» Olvortonto 

Com madia »» 


n-Monloolloik), 12« 

Tal 070.M47 
Ol 16.5 1730 
l« 10-2030 2230 

t,|19,WIS"n?«'d.l 

Ctoni 

v Culaia. W 
Tei 33261807 
Or 15.00-1?» 

20 00 2£» 

•ntMW 

CM2 

v Cassia. 894 
Tel 33281807 
Or 18.00 1010 
20 20 22 30 

In 1W» 

CotortWtm 

p Cola di Rienzo 88 
Tal 3735693 
Or 18» 1400 
20 1 22 » 
h *900 
EMMcco» 

viadana Pinata 15 
Tel 5563486 
Or 1700 

tnlMT* 

Wamanla 

via P'enesUrte 232/8 
Tel 295606 
Or 16» 14» 

20 » 22 » 

LWM 

Edtn 

v Caladi Riamo.74 


AK Svi*, ronfi OMdbaiifUo »I7 
Sono a ndaotapaa (non nancano la bugia) m un Mulo 
aug-tlarodalNawJaraay dia InaanooanaiouniiWI 
I*T«TA*amai , 'Mnbdat»nat*4occ«» Saiitarosaol 

Commedia** 


drtftwipaco conP V 


La giornata di un groppo di camerier incarogniti delta ve 
la acuì viene oreria (inutilmente) unapoesìbiiitidi rlacai 
to feroce commedia eu una pezzente ilaila anni » 

Commedie ** 


nwMvarWM 

à,C Hodscn con« Strofi K Bamn. D SWfftorm 
La vacanze* finita E (ungo il fiume selvaggio e cominde- 
\ottgXi nodali Vncubo ftVjanlranrotwvitilerotaacaw»- 
ro al criminali? Delia aeri* vitamine e naiura 

Drammatico ** 


wm. 

Or 1816 183 

20 » 22 » 

V. W-M» 

EmbMty 

ow 

Or 1600 17» 
1960 22» 

l,. 19000 

Empire 

V le fi Margherita W 
Tel 6417719 
Or 16 00 17» 
20.00 22» 


<hD Bhdt} (Via >9») 

Piccola donne cor» creacene Della toro vece però 1 prin¬ 
cipi el innamorano comunque Succede sole nella fiabe 
Maqueetaòunallab» di Andersen 

Animazione ** 

■.p.OJLMOQ* Kami fa 

A C Ltvumi ron a erica N Kiwi* ( Imita 1994) 

L antica Ftom» com« la nuov» Itwi» PaiatiMindo il pis- 
MI» 1 Violili» ptwonddnodl Uro saltar poldica sul prs- 
sorls dillatfmDorÉCurnirJ Anclrs.lclwm» 

Commodia * 

IMM ■■r.HlMmwWMMW. 

A A Cacone eoa P Armneatlota. V Croati: (Ilo 1995) 
tml» « uiptMM p*t L WJ*» 

S .ZIi Mi poi quo.1! Quarantenni sull orlo di un burrone» 
ionio dello Una Si ride pa-non M.naeie 


AK BramsTi toaRDeMm. K Smagli (Usa I99SI 
Il conto VtSlor il .upincnbpf Hauaciaitur» Dalromsn 
io di trtdi* Sbollo* una itdwione in su» bigino noiosa e 
presuniuosa Oallaeor» ricalaci MeiBrooks 

Horror ** 




Af Omabom am T SatomU fìeeam (Uso 1994) 
Condannato a due erganoli angoscialo dalle Menzioni 
dei direttore detcercero «1 riecada per merito di un com¬ 
pagno (H cella di colore Da un romanzo di Stephen King 
OramiwiUcq ** 

. *sm - J * *—* 


màdioore 
i buono 
| ottimo 


crìtica 

* 

** 

*0* 



Spettacoli di Roma 



Empire 2 

via Esercito " 

Tat soioe® 

O 1500 1730 
»00 »30 

l 10 000 

Età#* 

t m Lucina 4i 
tf 6976125 
Or 1500 17» 

2000 22» 

L I0 006{aflaeondj 

Eurcbre 

v Ltvzt 32 
Tel 5910986 
Or 1500 1*40 
20 » 22 » 

la 10.000 

Europa 

c Italia 107 
Tal A42A87» 

Or 1546 1610 
2020 22» 

L 10 000 


di B Lfurcan tof?M Douglas. D. tk me |'0M 

rXjello all ultimo eangue nei! ww» rvflh-wch nesu,* 
oatpoòpWbWeueweciAtvwdelgwadipota'a Vin¬ 
cerà 1 casto Oougiaeo la »pregiudicaMMoore?»LV 

Thriller* 


efifi /jtuftoa cooàf Ctougte. D .«ocre ; Oso ~S4) 

Duello au uiivno sangue reP az>ef>da higl M i ch 
colpo « proibito e il eewc la prie del fl«o d. polare Vin¬ 
cerà il castoOcugitsolaspragiudicata lAooro? n V ih40' 
Thriller* 


diti tiLTioich,con KPunti ( Uso) 

Archeologia Mistero e magia à il mis di q j«io ba occo 
tenttaaenDfrcc amtiemalo ba le girami, eg zlane Con 

Fantastico * * 


suggestioni da BKai e aiti) fumetti 6 


drR Emntettf1i(o/ìK.fiiàsa/i(lbaì 

♦«Etologie nneva(91 magli éawUdl q j e»H baiocco 
ìamasderoico ambMniaio tre te piiamidi eg'uare Con 
eugoeetioni da Bini e «‘Ari (umetti NV 

Fantastico * * 


Excotoorl 

B vergine Carme*. 2 
tei 52^296 
O* 15.00 17» 

20 » 22 » 

L. 14000 

EmcoWoz 2 

B Vergine Cannes 2 
Tei 5292296 
Or 1620 

19 20 22 20 

L. 18.800 

frcoMof 3 

B VwgiTieCxwiato 2 
Tel 5292296 
Or 1510 17» 

18 55 20SO 22 45 

L. 10.080 


Fa 

Crvnpode SO" 5* 
Tel 6864385 
Or 16» 18» 
20 » 22 » 


ÓR Leurnon •wM Cnagk&D Uo^Kf'Ov! 

Duello eli Jhmo sangue ned ez*nda Ngviech 
colpo à probRo e il sesso la parte del gtoco di galere Vn- 
cer* .1 casto Oc ugi aso la apreglud «caia MooreTNV IMO 
Thriller* 


tfrO TOrarmo tool Tracci (Cx, Vi) 

7re storie che si incrociano ne-ie vi* di Lo* _ 
gangster toni: pugili suonati pupedeponu li violenze • 
risate (ma eampia al sangue) VM 18 2h25 

Satirico ** 


diL Pitturo ionP ViHo*«.D AboiwvS»no(ho.>Q 95) 

La glornaladi un gnq)po a camerieri incarognii dal 1 * vi 
la a cui viene offerta un jNimentei ure poasiWH* 4 riecal 
lo Feroce commedia tu una pazienta naia vniBO. 

Commedia** 


L10 «80 

Fhmnalkw 

V ElSSOISII 47 
7sl 4827100 

O ISIS 17 40 
20OS 22 30 

L 10.0*0 

FUxnuDu* 

v EIKOISIi 47 
Tsl 4827100 
C '4M f'0 
72 M 2230 

L lO.Of* 

QMdsn 

v lo liostsvovs 248 
7* 8872*48 „ 

Or 16 30 17 20 
1000-20 43 2230 

L 1000* 

CUoMto 

v Nomsmuu. 43 

Or 1830 TdCO 
2013 2230 

I, 1000* 

QklHo C***4* T 

VU.G Cos.rs 288 
Ivi 3472*78* 

O I44S I 20 
1038 2230 

. io-»* 

Glu*o C«*ara 2 

vbra Castra 384 

Tsl 38720788 
Or 1448 172* 

1988 2230 

L 10.00* 

aiuto CwtreS 

vl«0 Css*>4 289 

Tel 387207» 

Or 1445 1720 
1966 22» 

OoMm 

V Taranto » 

Tel 7049080? 

Or 1600 1610 

2020 22» 

l 10 000 

OrMtnridi 1 

v Bodom SO 
Tei 3745825 
Or 1545 1600 
2015 2i» 

L 10 000 

Qreeuwtoi2 

v Bodom 69 
Tei 5746625 
Or 1?» 

20.00 2 ?» 

L lOOOO 

Oreemrtcpa 

v Botìon* 59 
Tei 5745825 
Or 10 00 1810 
2030 »» 

L10 000 

Qrettrv 

V Gregorio VH 180 
Td 6360600 

Or 15 00 17» 

2000 2?» 

I 18 080 (aria cono x 
HoMay 

iooB Marcelle 1 
Tal 6546326 
Or 16 00 19» 

22 » 

L 18-800 )qrt» cond ) 


di A Bantnuti eoo A &m*f>at<.Cftobui s(lto&) 
Appartamemocohcuginl Wacom òstrana la *oqui'.dQ 
-Im-ntraalormalnuna-lei- Coea tre? Accattare che le 
cose ombrano E con le coee anche I sentimenti Curioso 
Commedia** 


dift ZtfntdonunT Hcnks (Un "94) 

Id c4a di ga»o «venie una star nell America degli arni 
Sessanta/Settanta scemar do li sogno di ogni tutu^ten 
se Viaggio n«i*coec/anza lenta dei paese 2hi$'NV 

Drammatico *** 


diJ BodMm con W *npe. G Y fttffcr fifa#) 

Volare oh oh l criminali rieetonc ad evadere nal blu « 
pioto di blu Ma non hanno latto I conti con. I poi ni otto da > 
paracadute lac4e BahadiqulediiàHprenderà 

Thrllltr ** 


di A OKconLKrtJ Outti (Tautsn I9&J 
Storia 01 dbo. tasto e eensmenli nata cernirla ano- 
americana l appalto van mangando La tentazione di 
di apatie pure Oel regata di Banchetti Nozza 

Commedia ^* 


àiK.ftrancgh ctmff DeNffo.K Bmnqh fUso I99S) 

Il conte V*tor II suo incubo e la sua ci eaiura Dal roman¬ 
zo d Ma , She ey «ne doz on* n sua b grò noiosa e 

piMH.nr.cma DeMaaerle-haaledMeiRrooàa 

Horror** 


tgWAJka c oo J BnMtmU Cv**(U* fS94) 

La sho* girl non ha talento Ma ha una guardia de; corpo 
disposta a (ulto Cosi vuola ilboee del la mal8*0 Al quale 
non si può dire di no Mai 

Commedia*** 


Mcao 


Tel 5812495 
Or 15» 16 50 
1040 20» 

L 18-800 

v Fogliano 37 
Tel 6A206732 
Or 15» 1800 
2010 22» 

L 18-880 


Nrvl 

dfW Daney{Uso 'W; 

Il piccolo leoncino erede ai trono wene oostreito all esilio 
dalgertidorw che ha ucciso Uwyraxto '« carica. Avveri 
tute di6ftaya«piu cupe del solilo Bellissimo ih» 

Cartoon*** 

MÌ 8 t t ol 8 re i zoiàw ay 

dr « Miei conJ Bromòcvi J Cusak(Usa 1994) 

La show g ri non ha talento Ma ha una guarito del corpo 
«sposta atufìo. Cosi vuole II boss delia malavita ai duale 
none puódiredino Mai 

Commedia*** 


v Chiabrere 12i 
Tel 5417926 
O» 1&» 17» 
2010 22» 

L 10.809 
VtoSoofì 2 

v Chiabrero. 121 
Tal 5417926 
Or 16.» *0.10 
2030 22» 
L 10.000 
NftStMS 
v Oiiabrera. 121 
Tal 5417926 
Or 16» 16.10 
20 20 22 » 
L 19.99O 


difì Enunoidì conK 

ArcheologiB mistero e magia & Il mix « questo baiocco 
lantascienlifico ambientato tra le piramidi egiziana Con 
sdogasti uni da &lai e ah ri fumetti NV 

Fantastico** 


diFAJmodtxcr conV Forqve(Spegno) 1 994 
Una truccavo» un fotografo una giomalsta «sfregiai»* 
con la fissa dalia tv verità uno stupro trasmesso in diretta 
tv M.V lh40 

Drqmmauco * 


d:U Senti! conH Grò»! A M>oatU(GB 1994) 

Mà che strana 6 la vita Echailranoòl amore Lui e le» al 
In&onlrano sempre e soltanto a certe ricorrenze Un flior 
nosl confossanno 1 amore eterno 

Commedia *** 


oy.f-O?N«o. *Le«v<&. fCsc(995) 

11 conte Vihttr l suo incubo « fa sua creatura Dal roman¬ 
zo di Mary Shalìay una rldtxzfona n art* Wpmo noiosa « 
presuntuosa Dei laseri ridateci Mei Biotto 

Horror ** 


di K' AUcn ronJ Broadbeni J Cuità (Uso 1994) 

la shoe girl non ha talento Ma ha una guardia del corpo 
decolla a lutto Cosi vuole ■)bossde'iamaiavria Al qua* 
non li può dire di no Mal 

Commedia *** 


V CNabrer* 121 <*A Bethtnufi con A brvtmJi E fotoni (Ha94) 

Tei 5417825 Appartamento con cugini Ma comò strana le vita quando 

!S5S _ ^iii.sHrjslS'msinufij.l*.. C*s9rtf8)»cc4ll»i«c>»l« 
18.40 03.30 1130 co j*c.* Ir to1ino Econ Iscossancbsl s«nllrienu Curioso 
L. lOOOO Commedi»** 

M i rto » 1 

«ttr* 

Or U» 17 20 
19 55 22» 

L 10.000 

Mwftotoa 

\fssr 

Or 14 4$ 17 20 
19.55 22» 

itortM a 

Or 1445 1720 
1855 22» 

L 10.088 

IH f fto 

diR Envnemh conK 

Archeologia mistero e magia i il mix di questo baioeto 
lanieeclemìUco ambientato oa (e piraiwd egaìana Con 
suggestioni da Btial e atti fumetti NV 

Faniasirco* * 

Mp Rotto» 

diQ Toriniino coni Traodo (Uso. 94) 

Tie storie che a incrociano nelle via di Los Angeles 
gangster toni pugili suonati pupe<*iponbiN vloiar'/ae 
risate ima sempre al sangue) V M 18 2h25 

Satirico ** 


W 

Or 14» 17 20 

1955 22» 

L 10.008 

v 5 Apollo* 20 
Tei 6794908 
Or 1600 19» 
22 » 

L 10.000 

woooposian 

01 ss ss 

L 10.000 


diR Emmenrti conK RusnH(Un) 

Archeocg a rmilero e magia è ti mix di quosto baiocco 
lari «scemi heo ambientalo ha la p ramidi egiziane Con 
suggestioni da 91 lai e altri (umetti NV 

FDrastico* * 


dtLftmtwaj conP Vitimao.ÙAbauniiono{kàa 9S) 

La giornata di ur\ groppo di camerieri incarognni dal a vi 
ta a cui viene offerta (in ubi menta) w possibilità d riecat 
» Feroce commedia su una pezzame dalia a-:ni ‘90 

Coirmela** 

«M »iM**».>M».Mirei*.«> M » 

AA bxmnL KAJ Cliten (litwan 19911 
Swilt 9 cibo M440 e tsnUmsnII iVlt ecm-jiit» cliw- 
•rr.iicin» L sposilo vi** msnglsooo L* t*rl*2lon4 9 
di apatia pura Oa l regi sta diflanchetM di Nozze 

Commedia** 


-.11 diKSn»tficonBO}Woion(Usù94) 

Tei 8SS94«n S*tAO • vi denta pes [non mancino e bugiei n un fetido 

dirtfl-Moieoe Ne*ueraey o a noaheoenero unmdE 
'91° 30» »-» peroena americano da ie«r«d occhio SaràUmowT? 

Commedie •* 


MuWptox Sflvoy 1 

v Bergarro 17/2B 
Tal 8541488 
O» 15» ’7 45 
20 » 22 » 

L 10.000 

MuMptox Savoy 2 

v Bergamo 17/25 
Tel 85414M 
Or 16» 17 45 
»» 22 » 

L. 10*00 

HMHptot Savoy 3 

v^B^guro^ 17/25 

Or 15» 1045 

20 » 22 » 

L 1*00* 


M*v* m » M< f >Mi9 l « 

AM H4ueK conH CnwM4tól«rt(70fl 1994) 
M40*«Mi«'4tlavH> EchsstrnoOiimws Luisiem 
IncCAlisno ssmsiB • sotlsmos cwM ilcQirflnr* Uspi» 
nosiconleasannai amore eterno 

Commedia*** 

B-MMVnslin ilV 

9,7 SaAan mnW Snipa. G. Basey r BuHet (Usa9S) 
Voi** oli 0* I cuminal! nsacono *0 s#*d*fe osi **J 9 
piolo di blu u* non tanno isso I coni, con II pCiiionoiIai 
paiocsdulstscl* Sails di sul e 914 upisndsiS 

T^idl^** 

Ma Ito—«yton —m» 

APAOmAsooe eoa V romxtSerpa! 1994 
uni UUCC4UM on wootafo uns gmuiisu -ilragiaia- 
con r* ussa dona iv rt mi. uno si jpro unm MOT*** 
Iv NV IMO 

Dibinmulioo * 


HM*VMh 

v Cava 39 
Tol 7810771 
Or IMO 1930 
72 30 

1-19*99 

Nuovo Saetoi 

igo Asciano!» 1 
Tel 5818116 
Or 15.» 17 50 
20.10 22» 

L 10.008 

Parli 

V M Greco. 112 
Tel 7596368 
Or 16.» T7M 

2000 22» 

L 10 008 

Pannino 

Vicolo del Piede H 
Tei 5BO3022 
Or 16.» 18» 

20» 22.30 
L 10.088 
Qtoitoato 

V Nazionale ì» 

Tei 4862653 

Or 16 15 18» 

20» 22» 

L 10.888 (aria cord) 

Qeàrtrwtt» 

v Mingbeth 4 
Tal 6700012 
Or 16» 17» 

20 00 22 » 

L 10.888 

RMto 

q SooNm 7 
Tei 5010234 
Or 16 00 18 10 
2020 22» 

L 10.880 

Matto 

v JV Novembre, 1» 

Tot 6790763 
Or 16 T0 18 » 

30» 2230 

L 10.000 

Rttz 

vie Somalia 109 

Tel 86205683 
Or 15» 17» 


M» Motto* 

óQ Tanokm con) Tnwotoi(Uso. 94) 

Tre $io«ie che $ incrociano nelle vie di Los Ange e» 
gangster fono pugii suonati pupe di fi ponigli violenza e 
risate [ma s«mp(e al sangue) VM 16 2h2S 

Satirico ** 

Vanyy>a4f t>to8 

<OL#ofteo>nA.l>eSO»y W Siam (Uso 1994) 

Rose d autunno rose splendide e tristi L rmpossltxl là 
dai sentimenti non conosce frontiere Ovvero Ctocov a 
New York Un piccolo grande lllm Da non perdere 

Drammatico *** 


diB Uwisnn.mAM DouffcD Moortf(/»'WJ 
Duello all uit mo sangue nell azienda hcgh-tedi nessun 
colpo 6 prwbfroò II wwo fa parte del gioco di potere Vkt 
cerài!castoOoug>asoia6prdgKjdicaaMoore?N.V IMO 
Thriller* 


nim 


diP Leeone. ewiH Gitardoi S Uqom, E £ 

Anni cinquanta Dietro k angolo la guerra d Algeria Da 
vanti al lago gli amori sono incorso Ed I cuori battono per 
Yvoone Dai romanzo di Patite* Modiano 

Commedie** 


dii AmpuGCt vibP 0 AhataniHoan(foiba VS) 

La giornata di un groppo d caroerrari Incaroanlti dalla »»• 
le a cui viene offerta (Inutilmente) una possibllltAdirtfical- 
lo Feroce commetta su una pezzente Italia armi» 

Commedia** 

Cref fàtototo l 

di F Arenici coti D Cofniosli o, A fiigofó ( Ha 1994) 

Amblenuia nell irato dei primi del Secolo la storia di un 
ragazzo e una ragazze e dal loro amore impossibile Dai 
romanzo di Tozzi pensando a verga e Visconti 

Commedia ** 


v Lombardia 23 

Tel 4880983 

Of 16» 10» 
30» 22» 

L 19000 


dr G fio» con C finendolo SI Fbado (Hai w 1995 
Dura la vita per U poliziotto Iroppo senslfoie Nella cWà 
...i. ci* no" lascia spazio al aenlunenti non cà piu posto 

18 60 20 » 22» nemmeno per II destino 
L 18.000 Dramma^ ** 


di Y Angelo conG Dcpcrdieu F Antoni (Francia 1994) 

La guerra e timio Ma a casa io aspetta un altra bttttagNa 
Con la moglie che f ha privato <31 ogni cosa. Grazie ad un 
avvocato rtotterrà soldi « dignità 

Drammatico *** 


C lazza Sennino 37 

Il 3012884 
Or 16» 10» 

20 40 22» 

L 10.000 

Roogeet ttolr 

v Salaria 31 
Tei 0554306 
Or 1500 17» 

20 » 22 » 

L. 10.00» (arra tona J 


tM fcMom,.™ I Menessw, (Hata) 

Tra aplaodl Inali ria un I In MMlUlow coglier* Il lato ri 
«ooioamuroorwiaoucmoiaoll» Un nsoirfa lolla arri 
reale-conma* a *11 rullata- NV 

Grotte aco *» 


AB. {Massai conU Coriste D Motat(Usa 94) 

Ouaao all ultimo sanoua nell aoanaa nlgn-Md! nauun 
corpoe prclDTloe 3 w&.o fa porler3oi gioco di pittura Vn 
cef4HcMloDoufllrl»olaaprafl!iiiJlcalaMoore7N V IMO 
Trinile, t 


tfaaa 1 " 

Or ISOO li» 

taao 3030 3330 
L. 11.009 l*tta con* J 

SrtaUmbwt» 

. *e*i Mercede 5* 

Tel «7*4759 
Or 1530 17 1S 

19 00 30 45 33 30 

V.1**** 


* G ftr». arri C 4nmo**i SI (tento (Mia 1995 
Dura ra vita oe* 1 poi 2 mio 1 opoo som 0 le Ne la di» 
cta non aura .pano a seni menu non c e piu maro 
nommanoper IldaaOnc 

Drammal co** 


ALTomotieai maS Owea. T Utomsm (N.M 1994) 

brump di lamlglla neoielandaM Un Irtarn* Ma per u 
mcolla lama cederle e sema praeema imn I era nel 
riacetiu. 1*1 aim crudo ciurlala alaKlnarw 

OrammaBco *** 


» Bari il 
lai 89312» 

O. 15*0 1710 
1*50 3030 
<_ IO*** 

Vip 

> Galla e Smania 
Tal *930*90* 

O. «30 1* 40 
30 40 2330 

1-10.00* 


ruotar,™C .AmendolaU «roto (Mia 1995 
Dura la vila per '' poliziotto Ireo» aanubila Natta elite 
ma non macia spello ai aanttmanli non c* piu poa» 
n x nammeno per il destino 

QcumntnUoa** 


30 


AH Saldi eoa 6 O HaHomn (Usa 94) 

Betta e vtdeouties Inon mancano la bugNl In un landò 
dru9-s»radalNri«JerMy Gira In Manco e nato un Indi. 
pendanleamerlcenodaienaredoixiiio Sw«'amoao’ 
Commedia** 


diiv M0WW11 reati Uatv/eooilhasv 94) 
Duanmttiiun conir* lattioaimaiinaliUniotaSoviattei 
del 36 Sullo stendo, I cmCradiSlattnadal'e piaghe DM 
<u»sl»4r-atomo.. NV 3K5 

Drmmmatlce** 


AMManeAtinA.maLMiKteAaGCoùn(ytked 94) 
la guerra m Uacedanlainl'a«>KO Uelavtadlunldo. 
grato Arnora mar»* aa*ala Leone doro Mia Unirà di 
Venezia Una Detta aotpreaa 

drammatico **• 


rpfl lam lontf Douglas D MoeaetUsc94) 

Duello ali udirne eanguè nt'l azienda MgiHactt naaa^i 
codoepmotóol'sano'apadeoilgrocod genie Vie 
ceraiicaareCoogiaaoiaigraerudoaiaMoore?NV IMO 
Thrltte. * 


(1 TtmmrrrKi con) involai r 1 ó. 94) 

Tre Moria c*e a! inoiodano nette vie di Los Angele» 
gmjv.nr leMi.eugii' suctaii ouoednpontii vi cerea e 
n»aie(masemp<eM«anejei VM r* 3H25 

Salifico** 



(Ubino 

FIO RI DAVio Cavour 13 Tel 9331339 


ImarytatacMTanrflm 


(15-30-22») 


■amo ciano 

vwauovias NegreW te Tei 9987996 
SALALO toMreteV (ls(frHjM|>|M2 30; 
SAI» DUE f,r ‘f|5 , 0 17QO-1655.2Q 50-22 45| 


Cremi 


SKENN 

Slargata 


SBT” 


. «.a» 

(15*5-17 45-19 4521 45) 

C reUrefTTM 

UHSTON UNO Via Consolare Laura Tel 
9T00566 L 8000 

ttsaffasp' 

Sala tocnazzi PrmréiMeln. (1 a 48-16- 
Saia Vrftonll Man (15 50-1820 1822 30) 

VrrtDMO VENETO Via «ttlgranelc 
9781015 „ _ , 

Ì ala Uno RalloBMe in Brini»**» 

Oiueett 

POLITEAMA Cargo Perizia 5 Tel M»»™ 

Saia Uno Franateti. ( 16 1810-20 30-» 30| 



(1600-16 10-20.30-22.3C) 
suonici NEMA 9 ia dei Gnau 9 Tei 9*301^3^ 
Slargali (1*00-161820 20-2230) 


CYNTMANUMVia eMaiurr 5 Te 1 9364484 

19-70 aVx*^ 1 


Tlmeco* 


(1530 1715-19 


30) 


MANC**va Q Matteotti 53, TM 9001685 

S4a*gata 

NUOVOCNEMomarclondO Scalo Tel 
The Alvei Wild (16-! 


Baff^ìiimMHi 


SUREMAV le della Marina te Tal 5072526 


RhrteVHd 


(16 


000 


Ttv^H 

GUS&KTTP z2aNicod6tri 5 Tei 0774/20G87 
L 10000 

Pilldttòta 9ul****4rf {16-1f 


Tr#vl«i 
PALMA Via 
laaalatArw 


Garibaldi 1G0 Te 9y9»t4 

•19 33-21 30) 


CttEMAVALLCViaQ Maiiectti 2 Tel 9590S23 
L 5000 

Bt»f»aa (16-20*22) 


Eccezionale anteprima per I lettori de runità 

Martedì 21 febbraio - ora 21.00 

RIVOLI 


AL CINEMA 


VIA LOMBARDIA, 23 



I («giretti si possono mirate martedì 21 dalle ore 8 30 fino ad Ìmmìi 
esaunmanto presso la sede de 7 Unità in via dei Due Macelli 23/13 


-Assortì» 


I 

































Da De Sica a Spielberg, da Truffaut a Kubrick, 
l'Unità pubblica la storia del cinema attraver¬ 
so i ritratti di venticinque grandi registi. Una 
collana fondamentale per lo spettatore del 
grande e del piccolo schermo. Di ogni regista 
troverete: la filmografia, lo stile, la tecnica, i 
trucchi e i giudizi della critica. Scoprirete cosa 
c'è dietro ai grandi capolavori. Dal 
Gattopardo a lurassic Park, da A qualcuno 
piace caldo ad Apocalipse Now. Mercoledì 22 
febbraio il libro su Vittorio De Sica. Giornale 
più libro a sole 2.500 lire. 

Inoltre, nella collana, troverete: 

WIM WBIDERS 
CHARUE CHAPUN 
LUCHINO VISCONTI 
STANLEY KUBRICK 
SERGIO LEONE 


PASOLINI 
WALT DISNEY 


■ H 


ROSSELLINI 
ORSON WELLES 
MICHELANGELO 


% 


STRURAUT 


■ » 




AKIRA KURQSAWA 
FRANK CAPRA 
JOHN FORD 
MARTIN SCORSESE 
FRATELLI MARX 
LUISBUNUa 
S 


imi i 


SERGEJ EJZENSTEJN 


t 



















































16 grandi film italiani 
in videocassetta 
ogni sabato con 


16 grandi fìtm italiani 
in videocassetta 
ogni sabato con 



Preso negli Usa il più grande «criminale virtuale»: col computer rubava soldi e notizie 

Guardie e ladri su Internet 


m NEW YORK È Sialo Catturalo il la 
ri lo di Internet Ovviamente da un de 
lective 'virtuale- Ovviamente con 
un indagine »on Ime* Ma la prigione 
quella è reale 

Kevin Mitmck trentenne di Rateigli 
Carolina del Nord è il più famoso 
hacker d America Un pirata elellroni 
co capate in soli 3 anni di rubare mi¬ 
gliaia di file e di usare m modo inde 
bito olire 20 000 cane di credilo dopo 
averne violalo il codice segreto d ac 
cessi> Guadagnarlo qualcosa come 


un milione di dollari al giorno (un mi 
tlaido e mezzo di lire/ Un hacker 
che moine telefonava in lutto il mon 
do sia via modem che atlraveiso il 
nomiate apparecchio addcbilando il 
costo ai cellulari in circolazione Ma 
queste sono solo te line iole ili rea Ite 
la caccia a Milmck si ò intensità, ite 
quando I Fbi si è auomi che qualcu 
no slava entrando nei segreu finanzia 
ri delle grandi corporation in ballo 
c erano centinaia di milioni di dotta 
ri V detective che lo ha messo in sene 


L’hacker catturato 
dopo anni grazie 
al «cervellone» 
di una università 

jfo^inraowoMO 

APÀ'cm* 


co e un fisico intonnatico anche lui 
Irenienne Tsulorou SJnmoura reclu 
lato dall Fbi su suggerimento della co- 
munite nazionale "ai ingegneri elettro 
nei Munck è stato idennncalo grazie 
al supercompuiercemraledellaLovo- 
la University di Chicago II sistema in 
lormaieo di quell uruversite ha una 
protezione Ideata da Shimoinura 
che ha funzionalo splendidamente 
Mettendo line ad una caccia durata 
tre anni 

Al contrano dei sistemi di protezio¬ 
ne dai virus che annullino il contenu¬ 


to del file rubalo questo sistema lo 
centuplica costituendo cosi un m 
mero di bile die solo pochissimi com 
puier sono in grado di sostenere Uno 
di questi e appunto il computer dell u 
mversite di Chicago Con questo-mie 
co- è stato possibile risalire all autore 
del furto La caccia al ladro -on line- 
npropone una nuova figura di investi 
gatore E dimostra che i sistemi tele 
malici possono essere resi abbastan 
za sicuri Insamma non si naviga mi 
punemenie nel ciberspazio 




ijiv*. 


stava rincorrendo un'Idea sulla persecuzione 
degli omosessuali, sempre durante il fasci 
smo Riferiva Ruggero di storie clamorose e 
di altrettanto clamorosi trasferimenti d ufhcio 
aCatbonla In Sardegna, per chi il regime boi 
lava come omosessuale, debosciato e sovver¬ 
sivo Scola capi che II film si |>oteva lare e co¬ 
minciò plano plano il lavoro Intorno al sog- 
geltoe poi affa sceneggiatura 
Lo ricordo coinè un periodo bellissimo che 
mi riconcilio con il cinema, dato che venivo 
da qualche esperienza di sceneggiatura non 
proprio gralillcame Nel giro di qualche mese 
nacque Una giornata porticolareche poi Uovo 
serie difficolta produttive fino all individua 
zlone di una coppia straordinana SophiaLo 
ren e Marcello Mastroiannl Seguii attraverso 
qualche racconto di Ettore la lavorazione 
emozionandomi alle scene girale a Palazzo 
Federe) in via XXI Aprile dato che a pochi 
metri di distanza in via Livorno avevo tra¬ 
scorso i miei pumi venti anni E poi in via 
Marguttacon Ettore, Ruggero e ArmandoTro 
vaioli la visione della primacopia Quando la 
luco si accese ero felice e orgoglioso Rieor 
ilo di aver detto a Lietta Tomabuom quando 
il film slava per essere presenlalo al Festival di 
Canneschecon Uno giornata particolare con 
slderavo pressoché conclusa la mia arena di 
sceneggiatore cinematografico Non potevo 
supporre di partecipare In fuiuro ad una ope¬ 
razione migliore Era il 19Tb e io avevo co 
mlnclato a lare televisione in Rai con.Bontà 
loro» Ettore Scola non sa e colgo I occasione 
per dirglielo che oggi e a disianza di anni 
avrei voglia di tornare con lui in quel nsloran 
tc in una traversa di via Giulia (cl sarà anco 
raO per provare a immaginare un altra stona 


Major si scusa con l’Eire 

Hooligan nazisti 
dietro gli scontri 

Dna strategia di gruppi neonazisti inglesi dietro 
gli incidenti scoppiati a Dublino, durante la ga¬ 
ra amichevole tra Eire e Inghilterra Morto per 
infarto un tifoso irlandese John Maior chiede 
scusa E l'Inghilterra ospita gli Europei'96 pole¬ 
miche e dubbi 




: « -'AÌLiti TJtt *:'!.'?ir j.*'ihV N 


ParlaJje^stadj «Nell» 

«La mia Jodie 
ragazza selvaggia» 

Amva Nell, stona di una ragazza selvaggia che 
ha molto da insegnare alla gente nomiate In¬ 
terpretato da Jodie Foster e diretto da Michael 
Apted, il film pone una domanda perché negli 
Usa c’è tanto bisogno di personaggi diversi e 
marginali 7 

CWt|TOM'MTmiÌiir~...APAGINAM 






Paria Eugenio Borgna 

Alla scoperta 
della follia 


Io e Scola 
in via Giulia j 

~~ miNHtWOOITMm 

E RA IL ) 974 Ettore Scola ed io an¬ 
dammo a pranzo in un ristorante 
piccolo ma mollo carino in una 
traverse di via Giulia a Roma 
Conversando cl trovammo lutti e 
_____ due a dire che sarebbe stato Inte¬ 
ressante ture un film sulla condizione della 
donna Poi Ettore precisò meglio sullo don 
no del periodo fascista Cominciammo a fru¬ 
gare nella memoria e a raccontare cose che 
ricordavamo o che c erano state raccontale,, 
dai nostri genlton Cl sembrò una strada per- » 
cnrriblle un argomento lnfort*antè eWveUfl- 
carci Dopo qualche giorno Ettore mi telefonò 
e mi disse che Ruggero Maccan, suo compa¬ 
gno di sceneggiatura da sempre e con il quale 
a mia volto avevo sceneggiato II giocane nor 


Come piccola la destra di Fisichella 


■Pensare a destra- abbiamo titolato I altro 
Ieri una pagina di interviste a Sun e a Fisi 
chetili vii pensiero politico consci vanne e 
reazionario lo polemica era stata aperta da 
Marcello Veneziani sul -Cornea .'-t he ora et 
ha inviato questo suo intervento replico Lo 
imUhliclitamij 

L A VITTORIA polite .1 della destra ri 
se tua di coincidere culi la sua sr untela 
culturale u addirittura di propiziarla 
quasi che 11 prezzo della sua allcrma 
zlone pollina sio la sua negazione c otturale 
(jeiosto mollo sinteticamente ho senno sul 
Camere i a questa mio tosi hanno ns|x>sto 
criticamente attraverso due Interviste a Bnj 
no 

metrico Ftstchclln Slnl afferma che la mio po¬ 
li nuca «unirò la destra moderala in nomi 
del radicalismo conservatore- tradirebbe una 

«erta nostalgia del tempo che precedette la 
c vduta del muro di Berlino No professor Si 
m le sue osservazioni non sono fondate in 
primo luogo la mi» riflessione non era una 
polemica contro la destra moderata nel no 
me di mi radicalismo conservai ori ma era 
semmai la polemica contro una destra che ri 
«Iliadi essere «leciillurallzznla- cioè privata 
di i suoi rilerlmenli culturali sta moderati die 


MARCHIO VMNEXI ANI 


minali Non a caso mi riferivo espressameli 
le a piti filoni quello rivoluzionano conserva 
tore i Razionai popolare ma anche a quello 
cattolico non progressiste o a que Ilo realista 
elitista Denunciavo una frattura un divorzio 
Ira col fora c polite a a destra che da a II ri ver 
sa n 1 1 e con a II ri agonie illazioni de mane lano 
anche Indro Montanelli i Vittorio I oa 

In secondo luogo so c è un tratto che ac 
compagna in modo c li laro e costante i miei 
scritti ì miei libri i la mia scnsibililà culturali 
è la necessito di superare aire he rullurahiteit 
te il muto eli Be rimo Nessuna nostalgia di 
epici moneto eh quelle parrocchie ideologi 
che e credo di ave rio scollo chiaramente In 
quell arinolo che evo intoni clic la sacrosante 
llIx'razKiiv elnlli ideologie rechili elidivi irta 
re ii desti i < una i simstm un alibi iter libe¬ 
rarsi dalla e udì ira c da ogni respiro più allo c 
più lungimirante l redo che arie he Sani e chi 
divieta 1 1 nice-ssiia di enne aie II ripiegamento 
della idillica sulla pnbhlK Uà c sullo spetti co 
lo come de I re sto soste ne nella seta sle ssa in 
lervisi i 

Fisichella invece sosia.no che to mia -ne 
cusei-nasca soler da amor eli paradosso T per 
smenllrc e Ile e t si i epa sto divorzio Ira e altura 


e politica j destra cita come sempre la sua 
bibliogralia personale Rispetto Fisichella co¬ 
llie studioso seno ( non a caso lo invitai a col 
luboi are a L Italia settimanale) ma devo dire 
che il suo egoccninsmo gli gioca a volte brutti 
se Iterai la itosim non 0 fa gtgantogralia di Fi 
stelletta c licito sui bibliografia Cosi come le 
cultore della deslra non sono esaunte nelle 
letture c nelle preferenze personali di Fisi 
iholla Egli rappresenta dignitosamente un 
rispettabile segmento delle culture a torto o 
ragione ekliniìe >di destra» ovvero quella It 
nea liberal e onscrvalncc.che attinge al libile 
realistico dei Mosca dei Pareto e dei Me he 1> 
senlimentolmenle monarchico c exilitica 
mente moderalo già w. ino alto De che ha si 
linamente un posto nelle culline? iti etestra 
madie non è da destra, c tento meno -la de 
sira profonda (con luna la relalivilà di que¬ 
ste categorie ) e. è una linea di derivazione 
re ligiosa provaleiitemonie cl ispirazione col 
loia e eie j buon diritto nulicquolconlinin 
te si illune ivi e swi ss i nei neistn anni da Del 
Necci fontana a ) Fisichella Cèto Intesi ou 
ronca di I mode nusmo reazionario», della n 
voluztoni iimseivitrice cèto grande filosi) 
li i de I intoni secolo itoHeielegger a Gemile 


da Bergson a Spengler da Marcel a Weil che 
esula dagli orizzonta di Fisichella C è il gran 
de filone dell ideologia italiana e di rutti i suoi 
attluenli che è ir larga parte estraneo ai refe 
renti culturali indicati dal prolessot risii hella 
C e to lezione politologica e giuridica di Seh 
nu« o il pensiero dei coiiimuntianans degli 
antiiitifilarisli de 1 Mauss o della sociologia 
■ populiste ( Crisloplicr Lsseh ) che può tomi 
re a rag urne grande dimenio ad una nuova 
cultura «li destra- (ribadisco I insufficienza 
dell enchella usata) c che trascende gli onz 
zonli del prolessor Fìschella Ec è il fecondo 
merocioconcultore diverse saperi dillerinti 
Moniche si sono magari indirizzali verso per 
corsi | io litici e storci diversi e fontani che 
possono essere di grande nutnmento Ciò 
non esclude i riferimenti cultur vii che nchia 
ma ITstchelIa ma esclude I idea e he e|uc‘i suoi 
iifenmenli esauriscane) ( drupe lago leilltlrafe 
della destra o c I le siano i su li .legni i m i» 

Il problemavero la separazione tracullura 
e pollina a destra resta comunque aggirato E 
di questo non accuso nissuno come invece 
nu si fa (dire su / Llnnìt di aver -normalizzalo- 
e cenvirato le cultore eli destra Mi sono 
SEGUE A PAGINA M 

„ i,ti. J. -A - * yy» 


Estste una «cura» giusta per la schizofrenia 7 F„ 
quale reale incidenza ha la società nella nascita 
e nello sviluppo di questa malattia 7 Lo abbiamo 
chiesto a Eugenio Borgna, psichiatra, che ha 
appena pubblicato «Come se finisse il mondo» 


LUNEDI 2D 

nR£ f \ FEBBRAIO 
rW l A l’AIBUM 
t PANINI 

.. f 1972 

w . 

>• .... 


i 











































l'Unità^ 


Venerdì J7 febbraio 1995 


L’INTERVISTA. Eugenio Borgna, autore di «Come se finisse il mondo 


Narrativa 


Muore Getter 
storico 
della Russia 


quiz full boro 

lina volta sì traduceva tutto. Nel ci¬ 
nema in primo luogo non c'era ti¬ 
tolo che non venisse tradotto più o 
meno arbitrariamente, più o meno 
rispettosamente, qualche volta con 
esiti disastrosi. Adesso succede il 
contrario. Speed non pud diventare 
Velocità, The uHtd miei non si può 
tradurre fiume selvaggio- Quiz 
show testa Quiz show ... Naturo/ 
bora Ar'/tos rende meglio l'idea 
(supponendo che lutti gli italiani 
conoscano perfettamente le lin¬ 
gue) di Assassini nati! Full metal 
/achei è la stessa cosa di /Mortole 
blindate o di Proiettili corazzali! 
Probabilmente è molto più so we¬ 
st ivo, allusivo, decorativo. E Pulp 
fkllon, il geniale film di Quenlin 
Tarantino che ha il merito di non 
piacere quanto Portesi Cump ai di¬ 
spensatori hollywoodiani di Oscar? 
Starno nel campo dell'intraducibi¬ 
le o della rinuncia, cioè dell’Immo¬ 
bilità della lingua italiana che non 
sa immaginarsi qualcosa di intelli¬ 
gente tra >pasticdo< e -finzione-? 
C'è anche un Pulp di Charles Bu- 
kovskl, l’autore di Storie dì ordina¬ 
ria follia morto un anno la, che te¬ 
sta pulp e lo pubblica adesso Fel¬ 
trinelli; il miglior detective di Los 
Angeles, Nick Belane, depresso e 
Ingrassato, sulle orme del signor 
Celine (dovrà scoprire se si tratta 
proprio dello scrinerei, di una mo¬ 
glie infedele, di un misterioso Pas¬ 
sero Rosso, di una fastidiosa alie¬ 
na. Un Paslhxto, ma non si può di- 


AMUMKOUHMA 

m -Alle nostre spalle indietreggia lo stalini¬ 
smo. Ma che cosa abbiamo di fronte? Noi ab¬ 
biamo appena intrapreso il cammino dall'antr- 
Stalin al non-Stalin*. Così scriveva Michall Get¬ 
ter, uno dei grandi storici - ma forse nel suo ca¬ 
so si deve parlare di filosofo della storia - del 
nostro tempo, morto ieri a Mosca a 78 anni. So¬ 
no quelle chìe abbiamo riportato parole del 
1989, di quando cioèc'era ancora l'Urss e, sep¬ 
pure già affievolita, la speranza che la perestroj- 
ka di Gorbaciov potesse compiersi come «rivo¬ 
luzione netta rivoluzione» all'interno del proces¬ 
so storico che si era aperto nel 1917. Pochi anni 
sono passati da allora, è intervenuto il -crollo e 
l’intero quadro appare mutato, a prima vista del 
tutto irriconoscibile. Eppure quelle parole po¬ 
trebbero essere stale scritte stamattina. Che co¬ 
sa hanno alle spalle e che cosa hanno di fronte 
infatti ì russi (ma solo i russi?) in questa fine di 
secolo, se non it problema del passaggio al 
■non-Slalin., della coslruzione cioè di uno Stato 
che rifiuti di essere prigione di popoli, del suo 
stesso popolo? Fino all'ultimo - i suo) ullhnidue 
scritti dettati dall'ospedale per chiedere dopo la 
guerra di Ceceniale dimissioni di Etlsin lo pro¬ 
vano - Gefler si è interrogalo sul tragico destino 
del suo paese E quelle parole del 1989 sono 
ancora del tutto valide perché - come ha scritto 
in un'altra occasione - una partkolarilà della 
Russia è quella di avere, a differenza degli altri 
paesi, una storia -orizzontale* e non -verticale-, 
per cui «tutti i periodi sono presenti allo stesso 
modo, al di fuori dì ogni cronologia, e non si sa 
più se la cristianizzazione sia avvenuta prima o 
dopo la rivoluzione d’Oltobre, né chi dei due, 
se Stalin o Ivan il Tenibile, sia venuto prima del¬ 
l'altro» 

Queste brevi cKazioni possono aiutarci a ca¬ 
pire peiché siano molti, e non solo a Mosca, co¬ 
loro che hanno guardato a Gefte* come ad un 
maestro Allontanato negli anni di Breznev dal- 
l’istituto di storia dell'Accademia delle scienze, 
tagliato fuori per anni dalla possibilità di pubbli¬ 
care in patria, questo uomo minuto, gracile, ap¬ 
parentemente fragile, ha continuato tenace¬ 
mente a studiare e a riflettere Sulla storia della 
Russia anzitutto ma anche sul destino del mon¬ 
do. Cosi non certo a caso troviamo il suo nome 
tra gli autori della prima importante raccolta di 
scritti uscita con la perestroika /Non c ri Mini 
uia) - accanto a quelli di Sacharov, di Afana- 
siev, di Batkin, di Kariokin -, Ira quelli dei fonda¬ 
tori della «Tribuna di Mosca-, un club di dibatti¬ 
to politico e culturale al quale erano in molti a 
rivòlgerei per avere risposte a quesiti che sino a 
qualche tempo prima era non soltanto proibito 
ma impensabile porre -Stalin è morto ieri-, era 
if (itofo deffo scritto uscito su Non eri ultra ukuh- 
venuto presto famoso perché aiutava da una 
pane a capire che cosa c'era, e c'è, di valido. 
neU’Oltobre di Lenin, e In quel che neè seguito, 
e dall'altra che cosa ha poi reso inevitabile il 
crollo. Sii questa questione Gefter è pervenuto 
ad una conclusione precisa. L'Urss - lo ha detto 
a chi scrive nel dicembre del 1993 - è crollala 
perché era diventata un dinosauro. E cioè qual¬ 
cosa che non poteva coesistere col mondo mo¬ 
derno. Ma tuttavia it processo deil Ottobre face¬ 
va parte della storia. E al suo interno non pote¬ 
vano non esservi elementi utili per congiungere 
il futuro al passato. Dove cercarli? Getter collo¬ 
cava poi il problema delle alternative a Stalin 
che si sono di volta in volta presentate e che, 
seppure sempre emarginate e battute, non so¬ 
no per questo meno reai i. Ed è lungo questa via 
forse che Gefter è giunto alla conclusione che 
Stalin dovesse essere visto anzitutto come il -li¬ 
quidatore delle alternative*, dell'idea stessa di 
alternativa. L'Urss è entrala cosi con Stalin nel 
tunnel, che doveva rivelarsi insieme tragico e 
senza via d'uscita, di queffa -autoaffermazione 
patriottica di grande potenza- che la caratteriz¬ 
zerà si noalla line. 

Ma adesso dove andrà la Russia? Riuscirà, 
per giungere al «non-Stalin-, a trovare se stessa, 
dando una soluzione alla -questione delia idem 
tità» rimasta sin qui insoluta, in quella dimensio¬ 
ne euroasiatica, sulla quale Gefter si è venuto 
sempre più soffeimando. e dunque rifiutando 
la «rada det ritorno alla polilica imperiale? Gli 
ufi-mi scritti di Getter, voci - come dice it titolo - 
dì una -solitudine forzata», sono un grido d'al¬ 
larme c he è bene ascoltare. 


-. Aline’95 

«MUMuw»DAini La psichiatria é naia a metà Otto- . 

zlone, non trasforma i malati in eh» creatività • sofferenza »ono cento identificando vita psichica e S0HZA flllltO 

cose. Noi trattiamo disturbi della taMpataM, come due fecce vita organica, fondandosi sulla . .. 

sfera affettiva e non inteilelln-a: 3tMa stessa medaglia. Seconda convinzione che a ogni disturbo III d9fllll8 

come è nolo, in genere gli schiso- M, che posto dovrebbe dare la psichico corrisponde una lesione 

Irenici sono più intelligenti della nostra cultura al -pe na telo psi cerebrale. Karl Jaspers aveva già Scemilo te teu» 

media Anche per questo la capa- cotte*-? bollato questa -milologia cerchia- nunriMa entro e 31 

està di contatto umano è preme*- Intanto non considerano un tu- le* nel l915.L'aggravantedioggiè dtecaibrt dal 1995 
sa indispensabile per far accettare more, qualcosa di estraneo alla che non ci si limila, come faceva- dowannoeseere 

al paziente ricovero e (armaci storia della vita e a noi che ne stia- no i grandi psichiatri dell'Otlocen- opimi lutti I 

Tutta la psichiatria alternativa, ini- mo parlando. E neppure una deri- to. a considerare solo te psicosi cosiddetti -residui 

ziata da Karl Jaspers nel 19)3. va di disperazione inarrestabile: come espressione di un disturbo . 

parte di qui. senza comunicazio- se I esperienza schizofrenica è fa- cerebrale. Si estende questa con¬ 
ce - e cioè partecipazione affetti- talmente distruttiva, evidenlemen- cezìoue a qualunque forma di sol¬ 
va al senso del destino col quale c i te none è neppure nulla che valga fetenza psichiaca T ristezza e ma- 

si eoo,Iran la,.cor aggio di riviverne la pena di fate. Ese siamo di Iron- linconia diventano conseguenze 

sentimenti. .Untaste, emozioni - le-a unfafletazene.biiùogica pura di una lesione enzimariCB-neuto- 

nonc’è neppureconoscenta. e semplice, IrttraCerebrafe. non re- fisiologica da curare con farmaci 

«Mb M non è oaudtectertu twp- sta che affidarsi ai iaimacl perché sempre più complessi e costosi, 

puro vano t'antt-jaichtetrta eho, ascoltare i pazienti non serre a Non importa se si tratta di una de- *un* »IH dotte loco 
i te no d uc e nd o la m teo lt te reo»- niente Voglio dire; le modalità di pressione esistenziale o di tipo «ano 

tata a canoe « onltee sodai» • pensare l'esperienza psicotica reattivo (pe» esempio legata alla 

a m bient ate , ha Ratto par notar- condizionano drammaticamente! scomparsa di una petsona cara). «*"■ A qnaal «anfanai 

te. È per quatta strada che star- modi di trattarla. Se lo schizolreni- o invece di una fonila psicotica ditta legga Bragia, 

riva a tesetele I malati tohcaa la co è soliamo portatore d'insignifi- vera e propria. Ma queste aree so- dia*d»tl978acha 

taro sofferenza? canza e di violenza, non resta che no tra loro molto diverse, e in co- «t aS ttri afeahttoal 

Questo non è certamente ft caso legarlo Come purtroppo ancora mune non hanno nulla: invece malatta alloro 

di Basaglia I suoi lavori, scrlui tra avviene. vengono trattate alto stesso modo. temateli un tacco di 

Il 1953 e il '68, sono alternativi sia Varamenti c'è anche chi ripro- L'incidenza statistica delle forme cosa eh» poi non sano 

a Impostazioni di tipo organiceli- pone cura a base d sfettro- psicotiche gravi, per le quali i far- stata latte, te panaria 

co che socio-generico. Magnanti- shock. maci sono necessari, è pari allo ricoverate in strutture 

psichiatri inglesi si. quelli hanno L'elettroshock è un'esperienza ca- 0.7-0.8 percento: e quelli utili non pttehtaMcett vario 
fatto d'ogni erba un lascio, spinti tasuolica. Rischia di compromet- sono d'ultima generazione, come tenere tene ancora 
dallo stessa necessità di sempllli- tere qualsiasi possibilità di tecu- ilprozac. ben vtnttdnquwnlta. 

cazione e generalizzazione che pena e lascia cicatrici psicologiche Vuol dbe ette II prozac non * OH- In Natta,! malatta 

oggi domina gli organiceli. Senza più inemendabili del male II te nette ttepreulotil psicotiche? inerte » to no «0 opri 

analizzare quanto, in ogni espe- guaio è che un sistema rapido ed I fermaci davvero, utili, stando alfe centemHsaHUntt- 

rtenza psicotica, sia riconducibile economico. nostra esperienza - die ri atiba- Sono matetiche 

alfe famiglia o alla società in cui si Come tt può rissatesi» la torte- stanza vasta, se si considera che h—ni bi sogno di cute 

vive o invece alfe struttura della ronza di uno schizofrenico? solo nel 1993 abbiamo esaminalo tedtHvotortsldl 

personalità del paziente, alfe sua II mondo in cui siamo immersi è vemiquattromife pazienti - sono servWniiJioottflo 
debolezza, fragilità e sensitività. latto di ricono5Cibìlità..iamilferilà. ancora quelli triciciclici. scoperti a P irh hriiltil 
Grazie a Basaglia, oggi, in Italia gesti comuni e quotidiani: nelle- partire dall'imipramina di Kuhn, rTrrtrifflunJarlui cjj 
più che in Francia o in Svizzera, sperienza psicotica il paesaggio tra il 1957 e il 1970.11 prozac è un ^ il cm-JuL u) 
siamo in grado di valutare caso assume un volto sconosciuto e ca- farmaco euforizzante che viene 
percaso l'incidenza sulla malattia rico d'inquietudine. E come muta prescritto in dosi massicce in tutta .jririmiriM‘"ni 
mentale di etementi psicologici, la fisionomia del mondo, cambia- l'area sterminata della depressio- 
personologici. ambientali, lami- no le persone, le cose e, come ne come staio d'animo. Se vuole. 
liari... F. conosciamo quali feltori scrisse Gide cambia l'interiorità come quella di Leopardi e dì 

possono trasformare un episodio La soggettività si spezza c perde D'Annunzio, o come conseguen- vWWPnazJonste 

psicotico acuto in qualcosa che si continuità storica, e io non so più za di uno scacco esistenziale, alfe Psrtetateta mentale 

ripete. Ma siamo ancora nelle te- se sono quello di ieri odi dieci an- Shopenhauer, o come quella che PrSvKteatert coters rt 

nebre assolute sul perché si mani- nife. portò al suicidio Virginia Woolf. S* da «ora* tannati 

festa Tra l'altro, con una straordi- Steccare 1 nate di vivere ditta Un indiscriminato campo di batta- nazlooatt, regionale 
nana stabilità statistica: circa l’uno condizione umana e ricondurre glia, fello di pazienti ai quali tal- di Uel per finanziare I 

per cento della popolazione in la malsttte mentale a eira di- volta è anche necessario sommi- eervW deattivati alte 

Germania come in Giappone o a sfondone organica sembra dar- nistrare amidepressivi, ma in dosi salute mentale, h 

Sumatra ci motto tothevo. Protettore, a estraniente basse e senza rinun- tempo stringe, al 

D« Pesare e che tetta dette espe- tei che effetto te te grande enfa- dare alla psicoterapia. Cioè ad riuscirà e concludere 

rie «e psicotiche di Artaud e di si che oggi circonda £1 antkte ascoltarli, premessa essenziale qualcosa entro fine 

de Nerval ti trae la tensaztOM prestavi, e In particolare II prò- perché anche riarmaci agiscano ama? 


Un Caffè 
per gli Immigrati 

Non c'è dibattito sull'Immigrazione 
in cui qualcuno non chieda quan¬ 
do nascerà una letteratura dell'im- 
migrazione, come è accaduto in 
altri paesi (Francia e Inghilterra, in 
primo luo»), per quanto riguarda 
l'Europa). Dico sempre che nasce¬ 
rà, ma che occorre tempo per un 
lungo lavoro di invenzione e di 
sperimentazione (In particolare 
sulla lingua). Però c'è già una rivi¬ 
sta che coraggiosamente olfre un 
banco di prova. Si chiama Coltri e 
la dirigo Massimo Ghlrelli, è un tri¬ 
mestrale edito dalla cooperativa 
Sensibili alle foglie (cinquemila li¬ 
te a numero, ventimila l’abbona¬ 
mento sul ccp 57754004, via Enri¬ 
co Dal Pozzo 5/A, 00146 Roma.i. 
Pubblica racconti, testimonianze, 
poesie (sempre motto interessante 
proprio peiché documentano le 
toppe di un incontro tra culture di¬ 
verse, a volle in modo sorprenden¬ 
te quando ad esempio si leggono 
versi Incerti nell'Italiano, ma che 
ingenuamente ripètono modelli li¬ 
rici alti), ma sollecita contributi 
non solò letterari. 


attivale 1200 

Questo sterrine* che 

si (itoteli che gravano 


Settantanni 

extra/arga 

Mi sono arrivati nello stesso mo¬ 
mento sulla scrivania il primo nu¬ 
mero della nuova rivista di Goltre- 
do Foli La terra vista dalla luna e 
l'ultimo numero del New Yorher. la 
più famosa rivista letterari» al inon¬ 
do che compie scttanl'anni. E un 
almanaccone, profumato Kelvin 
Klein, al prezzo di tre dollari, che vi 
presenta la moda maschile e fem¬ 
minile, le vacanze di sogno, i pro¬ 
fumi, gli occhiali, le auto, le assicu¬ 
razioni e gli alberghi. Di tanto in 
tanto capila di inciampare anclic 
In un articolo, ma, abituali come 
siamo all'&pKMoe a Panorama, si 
la presto a voltar pagina, CiO non 
toglie che invidiamo la direttrice 
Tina Brown perché pubblica e ha 

K ibbllcalo Martin Amis, Jamaica 
nkald, John Updike. Mavis Gal¬ 
lare, Oliver Sacks, Art Spiegelrnan, 
Salman Rushdkr e un'Infinità di al¬ 
tri bravissimi autori. 


uscito 


Una mostra in «comune» per le istituzioni veneziane 

La Biennale a Palazzo Grassi 


DALLA PRIMA PAOIHA 

Com e piccola la destra 


limitalo a constatare un latto ed 
anche un paradosso: che mentre 
correnti culturali, autori e persino 
esperienze storiche come il fasci¬ 
smo venivano metabolizzale dalla 
grande cultura, storicizzate e non 
piu demonizzale, accadeva che la 
destra - ritenendo di apparire cosi 
più presentabile e più accettabile 
- se ne discostasse, Capisco il rea¬ 
lismo politico a cui fa riferimento 
Fisichella, ed io stesso in quello 
scritto lo richiamavo a giustifica- 
erotte delle posizioni assunte. Ma 
se ogni tanto solleviamo la testa 
dalla luiiosa battaglia del quoti¬ 
diano, ci accorgiamo che alla lun¬ 
ga. se si perdono le legittimazioni 
dì fondo delle proprie scelle, tutto 
è attidato alla labile inconsistenza 
dei sondaggi e alla vendibilità sul 


mercato del prodotto politico. F. 

S ui. se kirsigoori pennctlono. io 
ico: non ci sto. E mi auguro che a 
non staici non sia solo urto dì de¬ 
stra o di nuova destra, ma anche 
coloro che altrove, anche a sini¬ 
stra, avvertono lo stesso disagio. E 
chiedono non di uscire dalla sto¬ 
ria o di darsi a quakhc Ioga ro¬ 
mantica ed esotica in pensieri se¬ 
parati dalla realtà, ina cerchino al 
contrario di far valere queste ra¬ 
gioni e questo disagio nell'affanno 
polveroso dei giorni. A lieti vede¬ 
re, infatti, la coso non riguarda so¬ 
lo la destra ma anello la sinistra. 
L'importante non è vedersi tutti al 
centro al supemiorcnto delta po¬ 
litica-merce, ma incontrarsi o 
scontrarsi su differenze |)cr le qua¬ 
li valga la pena batterei. 

(Miratilo Veneziani) 


• ROMA In attesa die il 1996 inizi con la grande mo- penisola Iberica, è slittata al gennaio '96. Lo spc-sla- 
stra dedicata al Greci in Occidente. Palazzo Grassi di- mento c dovuto alla proposta di Jean Clair. direttore 
venta «Palazzo aperto»: domenica prossima 19 feb- delle arti visive della Biennale, c dei ministero Beni 
braio la sede veneziana della istituzione culturale del- culturali, di allestire a Palazzo Grassi la mostra per il 
laFial.infalti.siapriràalpubblicopet mostrare la pio- centenario della Bien na le- 
pria storia. Fino al pri-no maggio. !e sale torneranno La mostra sul centenario delia Biennale, invece, 
ad essere arredate secondo I lasti settecenteschi origi- non sarà una mostra storica. «Non abbiamo organiz- 
nari e abbellite con i quadri di Pietro bonghi e Gabriet zato una esposizione sulla storia della Biennale per¬ 
fidia della collezione Quorini Stamperia. Dall' 11 giu- che per tarla occorrevano due. tre anni di lavoro e non 
gno al 15 ottobre il palazzo accoglierà «identità e alte- qualche mese, un nutrito stali di storici dell'arte e la 
rità-, storia del corpo umano, in particolare del volto, possibilità diconsultaie archivi non sempre disponibi- 
altrauerso 100 anni di arie moderna Si Italia di una li - ha spiegato Jean Clair Inolile la Biennale è por 
mostra è curala da Jean Clair per il centenario della costituzione proposilrice di novità e commemorare il 
Biennale. Sono le iniziative di Palazzo Grassi per il centenario con una esposizione storica, mi sembrava 
1995 presentate ieri a Roma da Cesare Annibaldi, re- quasi un rito tribale, primitivo. Cosi ho pensalo di illu- 
sponsablle relazioni esterne Fiat. -L allesa mostra sui Staio 100 anni dì storia dell'arte con opere legate da 
Greci - ha detto Annlbaldi - die Mostrerà leciviltàche un comune (ilo conduttore, lo Sesso anche a disanza 
si svilupparono nelle colonie greche delPOceideme, di im secolo: il corpo umano, la sessualità, la nascila. 
dall'Italia alla Sicilia, alla Cirenaica, la Provenza e ia temone-. 


INCHIESTA EDITORIA: 

IL PRIMATO DELL’IGNORANZA 
OVVERO: QUI NON SI LEGGE PIU’ 

Bo, Bollati, Dalai, Donzelli, Guadagni, 
Evangelisti, Feltrinelli, Laterza, Mari 


In edicola c in libreria il numero di febbraio 
DONZELLI EDITORE ROMA 


4 





















Venerdì 17 febbraio 1995 


L'intervista. Mastroianni racconta il cinema, l’Italia e la vita. «Una giornata particolare? Tra i film che amo di più» 


quelle vittime 


HIAMOOMIMLLINI 

■ Il grande melilo di Ettore Scola 
è quello di aver messo in luce, ira i 
pochissimi, la questione della per¬ 
secuzione del fascismo verso gli 
omosessuali quando non solo nes¬ 
suno ne parlava, ma noo erano 
nemmeno noti i fascicoli proces¬ 
suali degli omosessuali condannali 
af confino dal regime Grazie alla 
preziosa collaborazione dell'Asso 
dazione nazionale perseguitati po 
litici antiiascisii f Arcigay rese nolo 
il contendo di 82 processi e di aF 
nellanle condanne nel 1986. diver¬ 
si anni dopo la prima uscita di 
■Una giornata particolare» dove un 
omosessuale viene arrestato dalla 

e ia fascista durante la visita di 
taRoma. 

Con l'entrata in vigore delle leggi 
razziali i rapporti omosessuali, 
considerati reati comuni contro la 
"Morale-, diventano reati politici 
come aflenna con decisione il mi¬ 
nistero degli Interni in una comuni¬ 
cazione al Prefetto di Foggia, da 
cui dipendeva il confino delle isole 
Tremiti, in cui erano concentrati la 
maggior parte dei confinati gay. È 
cosiche Nunzio H. viene condan¬ 
nato per "delitti contro la razza e le 
disposizioni di educazione dei gio¬ 
vani del Regime-, Enrico M. «per 
aver svolto opera contraria con le 
direttive dello Stato per la tutela 
della moralità., menile Oiello A. 
per -menomazione al prestìgio del¬ 
la razza essendosi abbandonato 
ad atti di pederastia con indigeno 
dell’Attica Orientale Italiana-, 

Certo, il nazismo fu motto più 
duro verso gli omosessuali dei regi¬ 
me di Mussolini. A soli 23 giorni 
dalla presa del potere Hitler istitui¬ 
sce nel febbraio del '33 una specia¬ 
le sezione antigay presso il ministe¬ 
ro degli Interni e già nell'aulunno 
detto stesso anno i primi gay arriva¬ 
no nel campo di concentramento 
di FuhlsbuUel. Soltanto di recente il 
governo tedesco*» concesso, are- 
ette agli omosessuali il risarcimen¬ 
to per l'internamento, mentre-iti 
Italia tutti i confinali c perseguitati 
dal fascismo hanno ottenuto la 
pensione di guerra tranne gli omo¬ 
sessuali. 

Ogni regime, ogni dittatura per¬ 
seguita i diversi perché lo Stato au- 
tantalio basa il suo potere sulla 
brutale imposizione deHunifornii- 
tà. L'omosessualità per il fascismo 
■mina le basi dello Stalo- perché 
rompe coi macWsmo maschilista e 
con la logica del branco violenta e 
prevaricatrice. Il fascismo e II nazi¬ 
smo portano il discorso razzista al¬ 
le estreme conseguenze e proprio 
per questa il prossimo 25 aprile, 
50“ della liberazione, dovrebbe es¬ 
sere celebrata evitando la retorica 
e rileggendo In chiave anliraz 2 ista 
quel tremendo periodo storico. Nei 
lager nazisti ogni diversità aveva il 
suo colore in (orma di siella gialla 
per gli ebrei, di triangolo rosa per 
gli omosessuali, rosso per i politici, 
matrone per gli zingari, ecc. Una 
proposta perirebbe essere quella di 
inaugurare cippi o monumenti a ri¬ 
cordo di queste vittime del razzi¬ 
smo nazifascista atlincbé non si 
perda la memoria e si rifletta sul 
razzismo di oggi ette riecheggia di 
nuovo nei discorsi sull'Inferiorità 
•genetica- di alcuni uomini sugli al¬ 
tri Fotse è persino banale dire ette 
il livello di democrazia e di liberta 
di un paese si misurano soprattutto 
a partire dalla tutela dei diritti delle 
minoranze. Ma di sicuro non è ba¬ 
nale riproporre il film di Scola otaji 
mentre circola in Italia una petizio¬ 
ne antigay lionata da molti espo¬ 
nenti di quel centrodestra che ama 
pomposamente chiamarsi «polo 
delta libertà-. 


popelara al rimata 
«tradì patta arata, I 
duapretagontatlit 
tocmtrano.il 
contatati*., ri 
anum. Uri, 
Mattatami, è un 
•m metafora Baratta 
rt* par «atra 
m i na ta ti al confino 

Iti. la Lotto,* una 
tipica donna-toMava 
Inchiodata ari campiti 
diripraduttricao 
eafitagajtaita, 
commovente, viralo la 
appio. 


a PARIGI. Echi l'ammazza, come 
dicono a Roma? Ha un raffreddore 
ette pare un cavallo, esce appena 
dall'ospedale dov’era ricoverato 
perchè scendendo le scale del 
consolato italiano ha -scapicolla¬ 
lo» e si è rotto sette 
(Vira rovina-), ed è pure incavola¬ 
to con II inondo. Non per le costo¬ 
le, che si rincollano («E che non 
posso lumare, porca mtseria...me 
la olire una sigaretta?»). E incavo¬ 
lato per via della tv Per via dei pro¬ 
duttori e distributori di cinema. Per 
via della volgarità Imperante. Sedu¬ 
to al calta di Sainl Germain dove la 
mattina va a leggere i giornali ita¬ 
liani (.sempre la solita roba, che 


dipendenti nella quale potevano 
sfogarsi: sputare in faccia al ritratto 
del presidente, insultare beslem 
miare. k> sono un po' cosi. Accen¬ 
do la tv e tiro giù moccoli. Come si 
diceva una volta? Attendista, si di¬ 
sette ceva Ecco, io sono un attendista. 
Uno che sta alla finestra. Non è 
bello, ma è la mia natura. Della po¬ 
litica non me ne è mai Regalo mol¬ 
lo. Ho avuto molta simpatia per 
Berlinguer, lui si. Mi piaceva la sua 
aria malinconica, la sua dolcezza 
Ma avevo amici comunisti che mi 
dicevano che manco lui andava 
bene. E aflora .No. per dire che 
con la tv sono incazzalo come cit¬ 
tadino e come uomo di cinema. 
Non c'è qualità Lo tv tira tutto ver¬ 
so il basso, verso II volgare 1 giochi. 
Il varietà, che pena. E te telenove¬ 
las, per quelle potrei anche uccide¬ 
re. Eppure si potrebbe lare qualco¬ 
sa di buono. Per esemplo mi piace 
Chlambrettl. E mi piaceva quell'al- 
Iro, come si chiama. Ippolill. ecco. 
Ippolili. 

N valore (teH'autofcon la 

■Il pubblico è ingenuo, come I 
bambini Nel senso di iiait. non nel 
senso di tonto. Come si la a dimen¬ 
ticare che il pubblico va educato? 
Per trent anni dopo la guerra il ci¬ 
nema italiano l'ha latto Ha educa¬ 
to il pubblico Senza saccenteria, 
ma consapevole del mezzo Ho 
mia figlia qui a Parigi che ha co¬ 
minciato a lare l'attrice e le ho por¬ 
tato da Roma un sacco di cassette; 
"Umberto D.". "Sciuscià ", "Paìsa"', 
.jyjQ ‘Matrimonio all'italiana "-Roba 
fjfJj, con le palle, cinema vero. Come lu 
"Una giornata particolare", che 
piacque a tutto il mondo Parlo del 
neorealismo, ma anche della com¬ 
media all'italiana. L'autoironia era 
lina cosa che gli alto ci Invidiava¬ 
no. Ci portano in palmo di mano, 
ancora adesso E noi non riuscia¬ 
mo più ad essere ironici. Mi ricordo 
che proprio cori Ettore Scola an¬ 
dammo a Hollywood invitati da 
Martin Seorsese nella sua villa. 
Beh, tutti i muri di casa sua erano 
tappezzati da mani lesti del cinema 
italiano Non c era vernice sui mu¬ 
ri, c’era il cinema italiano. Gli ame¬ 
ricani dell'underground avevano 
imparato dal cinema italiano, e le¬ 
cere ripartire il cinema triade in 
Usa... 

■Mt secca citare sempre Pettini, 


parla, porla con la splendida gene¬ 
rosità dei semplici. Intervistarlo? 
Mah. Il gioco del -a domanda ri¬ 
sponde- dove sembrargli Ireddo, 
non conviviale, spesso stupido. E 
cosi, senza che tu te ne accorga, 
l'Incontro diventa una chiacchiera¬ 
to, una cascata di riflessioni con¬ 
trappuntate da battute e risate, im¬ 
properi e aneddoti. E quando te ne 
vai, quasi due ore dopo, hai l’im¬ 
pressione gradevolissima di aver 
visto uno che tl ha regalato una 
mezza mattina al bar. e delle mi¬ 
gliori, anche se l'hal appena incon- 
Iralo. Indisciplinato com'è, meglio 
racconlarto sol totem» di monolo¬ 
go, 

Un gloMIo fatto «H (denta 

■Ah, "Uno giornata particolare", 
che film. È un film al quale ter-c 
molto, sa? È uno dei più bei film 
italiani. MI ricordo che lu faticoso, 
perchè la produzione tentennava, 
dicevano che non sarebbe andato 
bene perchè non succedevo nien¬ 
te. Invece è un gioiello, proprio 
perchè è tatto di niente. Sofia è bel¬ 
lissima, verace, più che In altri film 
dove si presente con lutto un appa- 
rato...Ma quale aneddoto vuole 
ette le racconli? Mi tanno sempre 
la slessa domanda: cl racconli un 
aneddoto.. Però a unoche va in ut- 
lieto tutte le mattine non glielo 
chiedete l’aneddoto. SI. ebbi una 
nomination all'Oscar. Con Ettore 
andammo a Hollywood, era un ba¬ 
raccone. Però i premi gli americani 
li sanno organizzare Mica come 
da noi. I premi in Italia non hanno 
peso, non hanno valore. Non li 
sanno tare. Neanche a Venezia: 
diamo sempre un'Immagine di di¬ 
sordine, c'è una qualche altriee- 
presentalrice che si perde I foglietti 
della serata finale, che balbetta al 
microfono. E poi tutta 'sta gente 
che si presenta alla cerimonia in 
jeans e camicia luori del pantaloni. 
Ma che revollè del cacchio sei? Se 
partecipi devi adeguarti, avere un 
certo tolto. Ma noi. si sa, crediamo 
di essere sempre i più paraculi... 

Invaal dalla vdgwttt 

■Pessimista? Depresso? No. nè 
pessimista nè depresso. Il mio non 
ò un lamento. È un borbottio, que¬ 
sto si. Siamo invasi dalla volgarità e 
dalla tonalità, dovrei esser conten¬ 
to? MI raccontava Pollini elve una 
volta andò in Giappone per riceve¬ 
re non so quale onorificenza c II 
presidente della Honda o che so 
b, insommu quelln che patrocina¬ 
vo la cosa, lo invitò a visitare gli sla- 
bilimentl. "Mi spiaee - gii disse 11 
presidente • perchè proprio oggi I 
dipendenti sono In sciopero". Ma 
come, disse Federico, se sono lutti 
Il a lavorare. "SI - gli disse l'altro - 
ma vede quella fascia che portano 
ai braccio? È un segno di protesta". 
E gli spiegò che nell’ora <11 pausa 
avevano attrezzato una stanza per i 


DAL NOSTRO INVIATO 

oiamni mamsilu 


Marealo Mostratami e Soffila Larari In ma acana (Mina (tar¬ 
ata poiticotan-. In tato l'attore ceti Ettore Scoto 


lissimo. Èche siamo accerchiati da 
questi kolossal americani. Ho visto 
questo Frankenstein con De Niro: 
che bullonata! È ridicolo. Boris 
Karioll era un genio. Eppure i suoi 
film all'epoca erano di serie B, que- 
sfulùmo invece è ai vertici. Ma co¬ 
me si può? Si entra in sala, ci si 
ubriaca di effetti speciali e quando 
si esco non resta più nulla. Se pen¬ 
so che "Una giornate particolare' 
lo girammo agli slabilimentr De 
Paolis. quelli dei film mitologici. 
Che atmosfera. Mi ricordo una 
mattina, ero li e aniwà un gruppo di 
operai; "atomo dottò". Buongior¬ 
no, state bene?" "A dottò, ieri sero 
ce senio nurse oitoemmezzo". "Ah. 
bene". "A donò, nan c duerno rica¬ 
pito un cazzo' Ah, ah. ah! Carina, 
eh? Ha visto che scava scava l'a¬ 
neddoto è saltalo tuori? 


| ^- -- [ - - gran cerimoniere, un re Vittorio campagna demografica, il setll- 

" nT * minuscolo e paziente, e soprai- mo. se verrà sicuramente avrà no- 

dono appena gli uomini e le don- tufo Hitler e poi Goebbels, il zop- me Adotto. Anche gli arredi mi¬ 
ne assiepate a ridosso dei binari, picante capo della propaganda l'Intorno raccontano ancora la 
e tutti annegano nel bianco e nc- nazista; la storia, lo si può ben di- cedevolezza, una rassegnazione 
ro terroso del filmaio, mentre i re. è davvero giunta a Roma verso le voci del regime; c'è II, in 

lampi al magnesio feriscono i voi- Nel condominio di viale XXI lei, un'Italia che sembro appena 
ti egli alamari dei Cut e della Mili- Aprile, vanto architettonico di uscita dall'Oltocento. un'Italia 
zia; un'apoteosi, davvero in quel- una stentata modernità, alveare che ignora che la vita possa esse- 
l'esatto momento sla passando la del razionalismo nostrano, si pre- re altrimenti, altre aspirazioni. Bi¬ 
storta. Nessuno, torse, sa ancora parano i balilla e gli avanguardi- tre manine. Il volto del Duce è 
che quel viaggio, quell'Asso por- stt. te piccole itahane. i genitori in un'eiiigc della mistica fascista ma 
torà l'Italia atta rovina, che presto camicia nera: e un condominio anche un oggetto consueto, una 
saranno soltanto macerie e di- romano di tutti i giorni, ma ades- sorta di guardiano del tempio: e 
struzioni e lutti. Ignora questa sor- so occorre far presto, bisogna c'è anche la croce dette campa¬ 
le la piccola borghesia italiana, raggiungere la storia, sbrigarsi, bi- grre antitubercolari: soltanto ai 
sembra no ancora innocui i vessi 1 - sogna agire, muoversi. È In quel maschi, in fondo, è chiesto di a(- 
li, soltanto un gran pavese di lieto formicolante atlaceendarsi che (tontare II mare aperto dette adu- 
ccrimonlale. le bandiere con la Sc ola, a volo d'ticcelto. ci raccon- nate del mondo, 
croce uncinala, non appare prò- tal giorni del consenso. Ma potrà mai comprendere, la 

prio nessuno fra quella folla a Antonietta è li prototipo detta madre di famiglia Antonietta, te 
mostrare la paura delle svastiche donna cosi come la concepiva ragioni dell'antifascista Gabriele, 
E lilialmente è la stazione Ostien- l etica fasciste, è madre, anzi, è di un radiocronista dcll'Eiar so¬ 
se, costruita in fretta e In furia per fiocco azzurro: ben 6 nastrici, 6 fi- speso dall'Incarico perché omo- 
accogllere II Ftthrer. Un Mussolini gli. guadagnati nella corsa per la sessuale? Non è forse vero, come 


dice Gabriele, che al bigiiardo di quio romanesco dice: «Certo che 
piazza Tuscolo. ai Irosci s'infila l'aiteaio ce lo senio proprio scer- 
una stecca nel culo? Cosa muove to bene, fa' che scoppia n'artra 
allora Antonieila verso Gabriele? guera, je Jamo un bucìo cosi» 

Non è la storia di una presa di co- Noi adesso sappiamo che le 
scienza, non è neppure il racoan- cose andarono diversamente, e 
to di una catarsi civile, il film di Et- c he g r4n pane della piccola bor- 
tore Scola è piuttosto soltanto 11 ghe*# Halìana, forse, neppure 
° des "™ d ! un co ": domani farà i conti lino in fondo 

sss 

zeppa di ottimi indizi per intuire raviòli, e le sue guerre, 
dove va l'umanità, verso quali ro- . Possono bastare a rassicurarci 
vine, quali inganni. Una portinaia e pa S j. c , nipo,c del Duce 

tmpicciona, aspirante detatrice. nonché di Sotto Loren, protagonì- 
anche questa serve a far com- sla del ™ m ' P® r la duale una de¬ 
prendere il meccanismo del con- 5 ,a . moderna non ha ragione di 
trotto poliziesco quotidiano, del desiderare la gogna per gli omo- 
principio di autorità. Non è stato sessuali o torse dovremmo chip- 
forse il fascismo a istituire la cari- derc di pio agli smemorati, li po¬ 
ca di ca|X> labbricato? Noi. ades- polo dei fabbricali, oggi carne da 
so. col senno dì poi, possiamo aud ilei, polpa umana da,sondag- 
ben rabbrividire udendo la tottu- gto. esiste ancora, c la lezione 
la del marito di Antonietta che. di sussurrala di Una giornata parti- 
ritorno dalla parata, nel suo elo- co/orechissà se l’ha appresa. 


I L CONDOMINIO dove si 
svolge Una giornata parti¬ 
colare è il condominio del¬ 
ta storia italiana nel giorno 
più solenne del lascismo. Infetti, 
della storia che narra mostra sia 
le stimmate, sia gli oggetti: le po¬ 
vere cose quotidiane, macinini 
da catte e album di loto coloniali, 
che intanto si confondono, ecce¬ 
zionalmente. con I vessilli c i ga¬ 
gliardetti dell'Imminente trionfo. 
Fuori, oltre I cortili e le lampe, i ti¬ 
nelli. le cucino economiche è 
proprio il gran momento dett i fe¬ 
lla In camicia nera: Hitler, l'allea¬ 
to. l'allievo solerte di Mussolini, è 
venuto in visita. Non c‘ò ancora, 
eppure avanza sulle rotaie di un 
cinegiornale Luco, il suo treno in¬ 
crocia Orvieto, una ira le cento 
città In tripudili, scopre 11 le fotte 
testami e senza nome, s intrave- 












“ina H: l'Unità!? 


Scienze&Ambiente 


Venerdì 17 febbraio 1995 


igli nei te mpo, n gioco Un labirinto per i più piccini 



Acararial 

Centro fntomaztonafe 

Oocunwrtukm 

Ludoteche 

Tal. • Fax-058/184621 


F ORSE non è mollo noia quella parte del¬ 
la stona di Zeus che narra di quando si 
trasformò In toro per rapire Europa dalla 
quale ebbe un figlio quel Minosse da Creta che 
fu poi dalla moglie Pasilae tradito con un altro 
toro e ne nacque il Minotauro feroce guardiano 
del -tabulino» vicenda molto confusa e contro¬ 
versa ma che non ha niente da invidiare alle 
moderne telenovelas. Certamente più conco- 
sciula invece quella di Teseo che con I aiuto 


dtAnanna (v biodi) penetrò nel labinmo e uc 
cise il Minotauro che ogni anno pretendeva il 
sacrtf icro di 7 giovani e 7 giovinette 

Non è di mitologia che vogliamo parlarvi an 
che se è un tema mollo interessante che ritro¬ 
viamo spesso nei GdR ma di un gioco della Ra- 
vensburger I ormai collaudatisstmo -Labinnto 
magico- che fra le novità del '95 esce in versio¬ 
ne iunior Mentre I ongmale era indicalo per 
giocaton dagli otto anni in su questo patte da 5 


Le differenze strutturali del gioco stanno nel 
le dimensioni 34 tessere del labirinto e 24 flgu 
nne degli incantesimi per i "grandi* 1 7 tessere 
mobili e 12 genonj con i teson in quello per pie 
coli Cambia anche lo scenario nel pnmo i gio¬ 
care»! st muovono in un labirinto incantato alla 
neetea di oggetti misteriosi e essen straordinari 
mentre i piccoli si avventurano nei sotterranei di 
un castello incantato attraverso un labmntocol 
mo di teson da scopile e conquistate Come 
ogni castello che si rispetti anche puesto è abi¬ 
tato da fantasmi che rappresentano i giocatori 
e si divertono a confondete le idee agli altri fa 
cendo dispetti e spostando le pareU Slesso in 


vece I andamento del gioco inserendo le ca 
selle/percorso si deve costruire la propria via 
veiso gli obiettivi e scombinate quella degli altri 
Quest anno è uscito anche -Mastei» versione n 
veduta e corretta che sostituisce «I Maestn del 
labirinto* gioco di livello più alto dove la tattica 
è piu complessa 

Gli elementi del successo del -Labmnto ma 
gico- sul mercato da quasi un decennio con 
urta media di 500000 copie annue in Europa 
sono I avventura il mistero la strategia, il rlco 
noscimento delle forme ed in questo i piccoli 
sono sicuramente più bravi dei grandi e fanno si 
che possano giocare con noi ad armi pari 


telematica. Un fisico insegue e acciuffa, on line, l’hacker più ricercato d’America 


■ NEW YORK. L hanno preso II 
più temibile furfante americano 
I uomo che per tre anni consecu 
Vm ha dato scacco alte polizia fe¬ 
derale sulla cui testa pendeva 
una ricca taglia, « sialo llnalnten 
te catturato Ma non era un ten¬ 
tante Kevin Milntck. Grassoccio 
occhiali da miope intellettuale il 
trentenne lestofante se ne è $em 
pre stato comodamente sislema 

10 a casa sua In un appartamento 
a Rateigli cittadina della Carolina 
del Nord Fuga ed inseguimento 
sono avvenuti «on line» In tele vta 
computer Mitnick è una famoso 
hacker pirata elettronico II de¬ 
tective digitale che lo ha messo in 
scacco è un fisico informatico 
anche lui trentenne TsuiomuShi 
moura reclutato dall Fbi su sug¬ 
gerimento della comunità nazio¬ 
nale di ingegneri elettronici 

Mtailck. arrestato Ieri è accusa¬ 
to di aver tubato migliaia di »liles» 
da numerosi network specializzati 
In finanza e di aver usato almeno 
2f)mila catte di credito ai cui nu 
meri segreti accedeva grazie alte 
sua-destrezza» elettronica Inoltre 
I hacker telefonava In lutto il mon 
do sla via modem che attraverso 

11 normale apparecchio addcbi 
landò il costo ai cellulan In circo- 
(azione Ma queste sono so» le 
briciole In realtà la caccia a Mtt 
nk. k si è Intensificata quando 1 Fbi 
si è accorto che qualcuno stava 
entrando nel segreti 
flnanzlan delle gran 

di corporation In "W - 

ballo c erano centi- I 

naia di milioni di dot- ■ JT 

ten II 

Shimoura è stato , 

ben (elice di collabo 
rare si ora accorto a 
Natale che qualcuno 
slava rubandogli pezzi interi della 
sua banca dati personale d ac¬ 
cordo con I Fbl ha iniziato I ap¬ 
postamento Il "raccordo» t punti 
di snodo della comunicazione Ira 
I diversi sistemi di software nato 
talmente stavano nella rete gleba 
le dell Internet Ma il -luogo elei 
ironico» dove Mltmck è stato tden 
hllcato è II supercomputer centra 
le della Loyola University di Chi¬ 
cago Il sistema informatico di 
quell università ha una protezio¬ 
ne Ideala da Shlmomura che 
consiste nello spedire attraverso 
te posta elettronica una registra 
zlone di lutti I dati ad una serie di 
computer schermo collegati a 
nodi su tutto II territorio naziona 
le L Invio di questa posta è con 
nesso ad un allarme rosso che 
scatta Istantaneamente In centi 
naia di luoghi diversi se qualcuno 
prova a dirottarla E un allarme 
nuovo al conirario del sistemi di 






usi 




éÉI 

M 


















wmM 




















In rete il ladro virtuale 


Prigione reale per un ladro virtuale E finito in gattabuia 
I imprendibile hacker americano che da Ire anni mette¬ 
va in scacco la polizia federale Ad acciuffarlo, «on line» 
naturalmente è stato un fisico grande esperto di com¬ 
puter Kevin Mitnick trent anni, è accusato di aver ruba¬ 
to migliata di «htes» e di aver usato indebitamente alme¬ 
no 20 000 carte di credito, riuscendo ad accedere ai lo¬ 
ro numeri segreti 


MNMR 

protezione dai virus, che annulla 
no II contenuto del file rubato 
questo sistema lo centuplica co¬ 
stituendo tosi un numero di bue 
che solo pochissimi computer so¬ 
no In grado di sostenere Uno di 
quesn è appunto il computer del- 
I università di Chicago al quale te 
posta te automaticamente ritorno 
non appena si verifica I intrusio¬ 
ne Se parte del materiale viene 
immagazzinato altrove il suo vo¬ 


lume costituisce immediato moti 
vo di curiosità per il software di 
provenienza 

E dunque quando Mitnick è 
•nentrato» nei dati di Shlmomura 
col legati a Chigago daiigestmal 
Iraverso il servizio on line -Web* è 
bastato al detective controllare lo 
spazio targato Well nell indice de 
gli abbonati a questo seivizio A 
Rateigh in Notiti Carolina c era 
questo strano abbonato che pur 


non essendo né un istituzione 
culturale ne una società aveva in 
magazzino una mote di dati fuon 
dalla norma A quel punto con il 
permesso della Well I agente 
speciale dell Fbi ha creato un os- 
senatono elettronico dei roow 
mentt di quei dati E ha colto il te 
dro sultano Ha beccato Mitnick 
mentre si stava (legando il stsle 
ma di protezione dei software di 
Motorola Neck Nokia Novalcom 
e Oki La polizia ha aspettato ad 
arrestarlo Ha aspettato per poter 
lo mcnminare del torto del seco¬ 
lo Mitnick è stato spiato per un 
mese c sono stale accumulate 
prove dei suoi misfatti e della sua 
mcredibite destrezza Ma ancora 
gli agenti pur sapendo da dove 
operava on palazzo nel centro di 
Rateigli non sapevano il suo no¬ 
me né I appartamento m cui 
1 hacker abitava 


L’Italia alla ricerca 
dì una legge 
per rinformatica 


0»lL» NOSTRA REDAZIONE 

DOMITIIXA ■AJSCHtt 






•E stata una caccia emozio 
nante ha dichiarato «n dopo 
I arresto di Mitnick il ricercatole | 
diventato I eroe nonché U consul- ! 
tenie elettronico ufficiate pei I Ft* i 
e alla fine mi é sembralo perfino 1 
Urano riuscire ad acchiapparlo E I 
un uomo motto molto inlelligen 
le» Mitnick dal canto suo quali 
do gli agenti hanno latto irruzione 
nell appartamento ha detto -Sa 
lutatemi Shlmomura con alletto 
Rispetto molto te sua abilità E ho 
sempre saputo che é stato un er 
rote sfidarlo rubandogli i suol da 
ti Ma in fondo volevo vedere se 
almeno lui nusciva a capire chi 
ero- 

Forse re'.l era ridi intorniate a 
c è un ntomo alla ligula del ban¬ 
dito gennluomo e del romantico 
poliziono Come Billy Krd e Pai 
Garret Però senza pistole e senza 
morti molto meglio 


m FIRENZE Dopo I "llalian crack 
down» e i suoi effetti devastami per 
i bbs amatoriali, il dibattito suite 
leggi che regolano I informatica è 
accesissimo Negli ultimi mesi te 
polizia mlormabca ha compiuto 
centinaia di perquisizioni arrivan 
do a iscrivere nel registro degli In 
dagali seicento geslon e utenti del 
le reti telematiche Cosa cercavano 
i segugi dell Informanca’Sopranni 
io software copiato Ma anche chi 
con un mimmo di abilità era rat 
serto ad entrare abusivamente in 
reti come Internet per navigare bel 
temerne e gratuitamente Molti bbs 
sono stari chiusi e dotati studenti 
umversilan nschiano anni di galera 
per essere entrali dove non avreb¬ 
bero dovuto 

Oggi in Italia il cyberspazio è sot 

K o a due leggi quella sulla tu 
H software e te legge Conso 
la pnma anche se prevede I ecce¬ 
zione del -senza scopo di lucro» di 
latto non permette di unlizzare il 
software senza pagare Nessuno 
cioè é aulonzzato a detenere spe 
rimeritare o scambiare software 
per dm di approfondimento cultu 
tate perforiate o collettivo Questo 
secondo i gestori delle reti e delle 
Bbs, penalizza i diritti del cittadino 
degli istituti culturali pubblici e dei 
piccoli programmatori di software 
mentre vengono tutelati gli interes 
si delle multinazionali la legge 
Conso sui reati informatici è alla 
base invece di un operazione co 
me I -Italian crackdown» 

E nel futuro? Cé già una legge 
delega che obbliga il governo a de 
finire delle leggi sulla telematica e 
sulla privacy >ysop e utenti sono 
in fermento Non vogliono aspetta¬ 
re che sia troppo tardi per ter senti 
re la loro voce E hanno deciso di 
riunirsi al museo Pecci di Prato do¬ 
menica 19 febbraio per una con 
vention di titolo -Dintto alte comu 
meazione nelle' scenario di fine 
millennio- Le adesioni sono am 
vate da tutta te penisola e saranno 
presenti i gestori di reti come Cy 
bemet, P net. Eoi Peacehnk. Fido¬ 
net, Onenel Italia Euronet e delle 
Bbs italiane -È veraci sono stati al 
tn momenti di confronto ma isola 
ri - spiegano Tommasi Tozzi « Fei 
re Bjte due membri del gruppo 
Strano Network che organizza la 
convention pratese - ma questa è 
te pnma volta che un numero cosi 
grosso di sysop e utenn viene cotn 
volto Lo scopo è raccogliere la vo 


ce della base in un luogo istituzio¬ 
nale come il museo Pecci» 

«lo leggi saranno (atte - afferma 
Tozzi - il punto è cosa possiamo 
fare perché abbiano caratteristiche 
garantiste^ Perché tutelino te liber 
tà d espressione e il diritto di ac 
cesso all mforma 2 ione?Già oggi 
con le leggi che esistono si posso¬ 
no colpire duramente te reti e te 
Bbs Ad esempio quanto alte diffu¬ 
sione di software tn rete per molti 
utenti è stato Ipotizzato il reato di 
aver importato merce senza passa 
re per te dogana Ora accade che 
ci siano dei programmi che vengo 
no venduti solo via rete ma certo 
te legge italiana questo non lo pre¬ 
vede» 

Non è quello di Strano Network 
unlrmto all abusivismo Ogni rete 

telematica ha Infatti un suo codice 
di autoregolamentazione Ad 
esempio gestori e uientl repnmono 
volontariamente lo sfruttamento 
commerciale del materiate che 
viene immesso nelle Bbs In atei 
casi (ma non in tutti) viene rifiuta¬ 
to lo scambiodi offese fra gli utenlt 
Spiega Feny Byte -6 giusto, che 
ogni rete abbia il suo codice di au¬ 
toregolamentazione ma a Prato 
cercheremo di trovare quegli ele¬ 
menti comuni che c hlederemo sta 
no rispettali quando verranno latte 
te leggi» 

I timon che i centri di potere si 
approprino dell esperienza delle 
reti telematiche e ne limitino I ac 
cesso e te libertà è forte Anche 
perché i segnali che circolano non 
sooo rassicuranti Ad esempio ha 
seminato il panico te notizia che si 
é poi rivelata infondata dell obbli 
godi «registrate* te tette tefibscosl 
come si te con te carta stampato E 
un altro colpo è stato infetto al 
mondo della telematica dall assai 
io all Adn Kronos -Notizie usate 
stnimefitalmente - dicono Tozzi e 
Ferry Byte - per far passare I idea 
che siano necessane leggi più re 
pressive Si é detto che I oscura 
mento dell Adn Kronos fosse re 
sponsabililà degli hackers. Ma lo 
scopo dei pirati è proprio I oppo¬ 
sto rendere visibile e pubblica fin 
formazione privata Si potrebbe 
cominciare con lo stabilire una 
netta linea di demarcazione fra te 
reti telematiche commerciali e 
quelle che non hanno scopo di lu 
ero- suggerisce Tozzi Un punto di 
partenza per te discussione a Pra 
lo 


Una scimmia 
vecchia 

20 milioni di anni 

fcun pazza dfwntottfw af fe tti 
scimmia pi* antico otta aia mal 
stato trovate. Rfeatootan 20 
«Moni di anni fa. I tossi la lata* 
rimanete la Metta Mai FtpM, 
rifrattore riti Dipartimento rii 
Oaotojla dal àhnaa di CMca(o, • 
dal suo gruppo di ricacca. 

L’epoca à ovviamente wc casetta 
aita scomparsa dei dinosauri 
(mvnuttt offra 60 nttttoal dittarti 
f») a «di affermazion* riattante* 
dei manmriari sui nostro planata. 
Ma ««Iran Mari* proceda*» àia 
c o m parsa, par «pacUrio*». 
dtff'-twrno araotus». Il fottsffa di 
■ottimi* ritrovato noli Aawrica 

mo ri dfc w afe, dttnqwo. p o trà fomtte 

Mutazioni preziosa smia lanca 
•wbufeflodril «rimati ette ha 
anticipato a rosa petslbita I * 
comparsa drifr'ueme sn Ha Tona- 

La principali tappa dotrawantur* 
dsWavttnsalteTsrrasoiKiila 
campar** «tolte prima cariula 3,8 
mutar* <6 antri fa. La comparsa 
d# Ite prima pallili* dotata di 

nwteo. 2 ridiati* di orari fa. I primi 

organismi pluricaPulsd, 700 
mAcfll di inni fa. Ut comparsa 

(tori» spaote uomo. 2 mfeonl ette» 

di antri fa. 



L’ANNUNCIO NEGLI STATI UNITI 

Scoperto un muscolo 
che potrebbe causare 
qualche mal di testa 


Scott CisorvAnss 


■ Un neurochirurgo e due denti 
sii dell università del Maiytend Bai 
timora hanno annunciato di aver 
scoperto una nuova struttura in un 
piccolo muscolo per quanto as¬ 
surdo sono i pnmt ad ammetterlo 
possa sembri re procedere ad 
una scopetta del genere dopo 500 
anni di studi anatomici Un musco 
Io oltretutto che potrebbe essere 
collegato alla tensione muscolare 
che provoca : ma! di testa più in 
sopportabili 11 dottor Waiker Ro 
blnson il neurochirurgo e i rtenn 
stiGaryHack professore alte scuo 
te universi!»™ e Richard Koritzer 
hanno identificato una stnittura 
della lunghezza di ( 16 ccntimem 
circa costituita ria tessuto connetti 
vo che lega un piccolo muscolo m 
profondità nei retro del collo alla 
dura madre la membrana sensibi¬ 
lissima che ricopre te colonna ver 
lebrale e ri cervello 11 muscolo col 
tega te base del cranio al vertice 


della colonna vertebrale e la sua 
parte franiate è connessa al retro 
della dura madre vertebrale pro- 
pno alla base del cervello Non é 
ancora provato che sia proprio 
quella piccola struttura a provoca 
re il ma) di testa da tensione ma 
c è già una casistica Inoltre dice 
Hack -sappiamo che c è una re|« 
zione Ira te contrazione dei mu 
scoli e ri mal di testa e sappiamo 
che te dura madre è molto ricca di 
terminazioni nervose del dolore 
Qualunque cosa fin o provochi la 
trazione della dura madre sarebbe 
interpretato come un mal di testa» 
Robinson ha spiegato dal canto 
suo che frequentemente dovendo 
recidere quel muscolo per nparare 
le ossa del collo trattandosi di una 
slruttura minore non cerca dì ri 
connetterlo Ma ha scoperto che 
diversi pazienti dopo aver subito 
questa operazione constatano di 
non soffrire più di mal di lesta da 
tensione 


DISTRIBUITO SOPRATTUTTO IN TOSCANA 

È un antidepressivo 
il farmaco più venduto 
nelle regioni italiane 


m È uno dei più potenti e noti pst 
«riarmaci il piodotto medicinale 
più venduto in Malte II suo nome 
chimico è Lotazepam Nel 1992 
secondo gli ultimi dati resi disponi 
bili e diffusi dalla Federfarma ne 
sono state consumate 23 milioni 
350 nula confezioni Quasi un ila 
llano su due in media poirebbe 
aver aver avuto in casa e in tasca e 
usato in un anno una scatola di 
benzodiazepine te sostanze che ci 
tanno stare meglio con la psiche 
Ma tranquillanti destinati a con 
Mollare 1 ansia e anndepressm in 
dirizzati a inibire la ncaptazione di 
quell importante neu-olrasmettito- 
re che é la serotonina si presenta 
no sotto altri nomi e principi attivi 
Tutu mirano a curare uno del gran 
di mali che affliggono I uomo di 
oggi e gli creano disturbi mentali 
disagio psichico insonnia II con 
sumo vana da regione a regione 
Le sostanze a base di lorazepam 
sono impiegale sopcatulto nelle re 


giom settentrionali quasi a sortoli 
neare una differenza di disturbi 
ma anche di cultura 
In tetto di antidepressivi la regione 
che ne te il maggior uso é la Tosca 
na la Puglia ri minore Crii deriva 
anche da indirizzi terapeutici e di 
scuote chi si affida in maniera pre¬ 
ponderante al farmaco echi opera 
anche sugli aspetti relazionali atti 
vando un approccio globale alla 
persona e al suo contesto familiare 
e sociale 

Nella classifica dei 10 farmaci più 
venduti il secondo con ben Rimi 
boni di confezioni in meno é un 
antinfiammatorio e antireumatico 
altrettanto potente e nolo anclie 
nei suoi effetti collaterali c tintesi 
derali Gli italiani insomnij cerca 
no più di curare i dolori della meli 
te che quelli del fisico Anche i far 
maci contro il mal di testa contro 
teinfiammaztonidelcavooralo gli 
antifebbrili e gli ami-ulcera vengo¬ 
no dopo 














LA tendenza. I diversi alia conquista dello schermo: Jodie Foster come Tom Hanks 

Carotenuto: «L’America efficiente 
vuole specchiarsi nei perdenti» 


ROMA. Figli di un dio minore. 
Roin Man. Risvegli. Forresl Gump e 
ora Nell, mani, autistici, cerebrole¬ 
si, minorali. Che però hanno lame 
cose da Insegnare ai cosiddetti 
normali: integrali ma nevrotici e in¬ 
capaci di umore. Non ci sarà, die¬ 
tro questa esplosione, una specie 
di disagio della civiltà? -Da Qualcu¬ 
no uolà sul nido del cuculo in avan¬ 
ti, l'America ha un grande bisogno 
di questi personaggi, prima di tutto 
pei elaborare il senso di colpa di un popolo do¬ 
minato dairefficienlismo sfrenato., spiega Aido 
Carotenuto, psicoanalisla junghiano mollo at¬ 
tento alle tendenze della cultura di massa. -In 
una società di vinccnii. dove II valore di un indi¬ 
viduo si misura in dollari, i perdenti sotto indi¬ 
spensabili, rappresenlano un fatto di crescita» 
Tanto è vero che Nell 6 molto più saggia del 
medico e della psicoioga che vorrebbero sal¬ 
varla o strumentalizzarla. 

Ma non c’è solo questo nella ragazza selvag¬ 
gia delle Sinoky Mountains. -Il tipico eroe posi¬ 


tivo del cinema Lisa è un estroverso, ma non si 
può fare a meno dell'introversione. Che signifi¬ 
ca spiritualità, religiosità o anche sensibilità 
ecologista-. Non che il lilnt sia perfetto: -È intri¬ 
so di sentimentalismo, mieloso Disturba so¬ 
prattutto quel tinaie con il medico e la psicoio¬ 
ga ormai trasformati in una iatnigliola felice, 
cioè in due imbecilli-, dice Carotenulo. F. dubita 
che i! pubblico italiano possa apprezzare, -sia¬ 
mo già abbastanza intrisi di buoni sentimenti e 
dominati dal mito della grande madre-, Cheef- 
letlo le fa vedere sullo schermo una psicoioga 
frustrata e carrierista, pronta a lutto per una cat¬ 
tedra? -Mah, conoscendo bene la categoria, 
penso che l'odio contro gli psicologi è il mini¬ 
mo che ci si possa aspettare Ma forse il film 
vuole anche sottolineare la responsabilità so¬ 
ciale verso i malati in un paese dove non esisle 
neppure il sistema previdenziale. Suggerisce 
die è giusto spendere per chi è svantaggio» fi¬ 
sicamente o psichicamente È una questione 
cruciale: Clinton d sta lasciando le penne- 

OOP. 


E dopo Forrest? 
Arriva Nell 

ragazza selvaggia 


Intanto l’Italia 
aspetta 
«Ivo il tardivo» 


iln Itali*? Ntetta pur* i 
già -Il grande coooomo- dova una 
ragazzina carabrataH-guariv»-H 
auo terapeuta Uri* uHtedfrw. E 
praato vedremo una ve n iate 
nottrana di -foneei Chimo-, con H 
divanocepàoedi Mattinerei 
notti ellou la *u« profonda 
uggozzav Q ata favorendo 
MotMMéro Bemonutl di nuoto «td 
•et dopo lo variazioni amotoM di 
•Molle al ban odtniowinToocMo 
IVaMamok Mini li oMemera-Noli 
Utdhro-e l'ea Qtanealtlw «ara 
anche protagoideta nel melo di 
una ipec le di teeme dei vNagglo 
ohi toma a contatto con tacMtta 
dopo adiri o antri diloo lantanio. E 
iteutto, hartHo dirlo, più umano o 
oomptonalw di tutti guariti. 
Untdaa rubata aTomttan kit 
Manta affatto eacondo Bonvanatt, 
«he ha «cotto Francete* Nari corno 
partner le mm i iri l a e ao ttodneoll 


Qualcuno l'ha paragonala a Forrest Gump. Il regista Mi¬ 
chael Apled, mollo attivo anche come documentarista, 
ne parla come di una «$pecte in via di estinzioqp». Cer¬ 
tamente Nell, la ragazza cresciuta in una-feregÉa («ori 
dalla civiltà, è una vera outsider. Ha un linguali oprilo 
suo e una saggezza istintiva. Adesso il film, che ha ap¬ 
pena fruttato a Jodie Foster una nomination come mi¬ 
gliore attrice, arriva anche in Italia. 

cristiana paiaaM 



LAI V 



JPW»** ' 






Jodie Fotte* Iti ma «cena d die*- di Michael Apted. la atto, Il regista 


DoeMcod ma «teriache 
inette in primo pleeo un 
emarginato. -Sono quattro ami 
che cf «to pene a e do w Materno 
agl aceneggtatotl Oriti e ZovagD-. 
Anzi, »* andata a rivedere -Zitti e 
Moto»-, Ivo a pé ri. un» 
macchietta perduta bi un firn 
corata. Pronta e prenderti tatto lo 
lettomi o. 


■ ROMA Un primato Nell ce l'ha. 
È la prima donna - -lo Tarzan. lu 
Jone» a porte - in una lunga tradi¬ 
zione di ragazzi selvaggi. Tema 
che. da un paiodì secoli, appassio¬ 
no studiosi della psiche umana alla 
ricerca dello radici del linguaggio o 
dei meccanismi dell'apprendi- 
mento e letterati vari. Idiuglassia di 
Mark Handley. la pièce teatrale 
che ha ispiralo il nuovo film di .Io¬ 
dio Foster. non è che l'ultimo nato 
dello serie. 

Naturalmente ci sono 1 casi reali 
Quello, per esempio, di una bam¬ 
bina di tredici anni cresciuta in una 
stanza buia e ritrovata alla periferia 
di Los Angeles. Clic lini male: 
esaurite la curiosità dei media e 
l'interesse della scienza. In dimen¬ 
ticata in clinica psichiatrica. Tutto 
il contrario di Neil, che riesce a vin¬ 
cere la sua battaglia né integrata 


né ospedalizzata, resterà nella sua 
casella sperdute tra i boschi, ai 
margini della civiltà, continuando 
a parlare la sua lingua infantile. -È 
un finale positivo, forse troppo, ma 
non volevamo deprimere gli spet¬ 
tatori-. commenta Michael Apled 
Rivelando che la sceneggiatura 
prevedeva una soluzione in chiave 
iroppo spiriluale. con Nell circon¬ 
data dai suoi -adepti». Scattate, co¬ 
me pure la possibilità di far morire 
o impazzire il personaggio 
Regista e documentarista britan¬ 
nico adonato dall'America. Apted 
l quello di Gorilla nella riebbra)era 
l'uomo giusto per questo film Al¬ 
meno secondo Jodie Foster, attrice 
consolidala (ha appena avuto una 
nomination proprio per questo 
ruolo) e produttrice debuttante 
con la Egg Plctures. «Jodie voleva 
qualcuno che lasse in grado di ren¬ 
dere credibile e realistica una sto¬ 


riò tanto strano-, dice lui. E aggiun 
ge che in Nell si respira una cena 
sensibilità europea latta di cose 
inespresse, non spiegate Niente a 
che (are però, con II ragazzo set¬ 
taggio di Truffate o L enigma di Ra¬ 
spar Hauser di Herzog E neppure 
tento con il mito illuminista del 
buon selvaggio Anzi, basta citare 
Rousseau per provocare una rea¬ 
zione seccata nel regista: -Ci slamo 
concentrati sulla storia e i tre per¬ 
sonaggi principali, oltre a Nell, la 
psicologa Natasha Richardson e il 
medico condotto Liam Neeson 
Poi. cetto, ognuno è libero di inter¬ 
pretare come vuole: c'è persino chi 
ha tetto il film come una metalora 
del colonialismo- 
Piuttosto, ia chiave di lettura e 
quella, tipicamente americana, del 
conflitto Ira indivìduo e società, tra 
un sapere istintuale e una civiltà 
ipertecnologica ma sradicata dalle 


emozioni -Nell non e il ragazzo 
selvaggio classico, è state allevate 
da una madre, per quanto disadat¬ 
tata. ha avuto una sorella gemella 
frisoni ma. non e esattamente una 
pagina banca Solo che all'inizio 
noi non sappiamo niente di lei. 
non capiamo il suo linguaggio e i 
suoi gesti Impariamo a capirla gra¬ 
dualmente. insieme al medico e al¬ 
la psicologa che la tengono sotto 
osservazione- Ma conta anche il 
latto che Nell sia una donna. Tanto 
0 vero che Apted mette in relazio¬ 
ne Nell col suo film precedente. 
Occhi nette tenebre, dove Madefei 
ne Stowe è una violinista cieca ma 
più sensibile della gente nomiate 
■Mi interessano i personaggi fem¬ 
minili, innanzitutto perche credo 
che siano più drammatici £ poi 
considero l'ingresso delle donne in 
politica, nell'economia e in tutti i 
campi della società come la rivolu¬ 


zione più radicale del nostro seco¬ 
lo-. 

Ama mollo gli otusider, Michael 
Apted. Tanto che ha dedicalo anni 
di lavoro a documentare la storia e 
le tradizioni dei nativi americani (il 
suo titolo più tamosoè Incidenleo 
Ogblu, inedito in Italia) : *11 rischio 
maggiore, nella nostra società, e 
quello dell omogeneizzazione. 
Tutti i miei film, in qualche modo, 
parlano di specie in via d'estinzio¬ 
ne: i gorilla, i gruppi etnici margi¬ 
nali..-. Come documentarista, il 
suo ultimo lavoro. China: Moving 
lire Mountains è una rilettura dei 
(alti di Piazza Tian An Men raccon¬ 
tali da cinque studenti cinesi, quat¬ 
tro fuggiti a Hong Kong o Taiwan, 
uno rimasto nella Repubblica po¬ 
polare. dove Apted ha girato clan¬ 
destinamente, spacciandosi, insie¬ 
me ai tre membri della sua piccola 
troupe, per un turista. 


LA POLEMICA. La Commissione europea divisa sulla nuova direttiva «Tv senza frontiere» 

«Quote» televisive: la Francia sola contro tutti 


DAL NOSTRO INVIATO 


m STRASBURGO Nel Duemila le tv 
europee dei Quindici paesi dell'U¬ 
nione avranno bisogno di 3 milioni 
c 250 mila ore di programmi. Citi 
vestirà la parte del leone? L'Ameri¬ 
ca o I Euro|«? Ite novelas d oltrco- 
coatto o le produzioni del vecchio 
continente? La cultura del -liberi¬ 
smo- senza regole o quella dei di¬ 
versi Stati membri? Da alcune setti¬ 
mane ki seortlro sulla conquista 
del metrnto audiovisivo e cinema¬ 
tografico si e latta rovente o l 'Uniu- 
nc si trova nel bel mezzo di un pas¬ 
saggio cruciale SI tratta, infilili, di 
Viiraro, la nuova -direttiva" che fissi 
In maniera non piti ambigua il rap¬ 
irono Ira la presenza di direte di 
provenienza europeo e quelle di 
altra ungine, essenzialmente slatti- 
nitensc. Alla Commissione, presie¬ 
duta dal lussemliitiglioso Jacques 
Sniitnr, tinti é riuscito simira di li¬ 
cenziale Il lesto della nontiativa 
Iter l'impossibilità ili mettere d'ac¬ 
cordo I Quindici sul concetto stra¬ 
tegico delle -quote- di opere curo- 


KiMWtnat 

penda trasmettere. 

In direttiva in questione ò quella 
soprannominata -tv senza (rontie- 
re». già varate nel 1985, e che dovrà 
essere modificala e rinnovata. L'o¬ 
stacolo delle -quote- ha paralizza- 
lo tutto È la Francia, elle detiene 
Iter il irrimo semestre di quest'an¬ 
no la presidenza di lumo (felTlle. a 
difendere strenuamente il princi¬ 
pio delle -quote- in lavoro dello 
produzioni europee. E che vorreb¬ 
be, anzi, che la Ioni difesa venisse 
ancor più sottolineata noi futuro 
provvedimento. Lo scontar, in par¬ 
ticolare, verte su urta frase conte¬ 
nuta ncl articiilo -t doliti direttiva 11 
tesar attuale sostiene die. "Ugni 
qualvolta siti possiìilk-- le emittenti 
dcvotri r riservare ad i >|>cro cu n rpee 
la quota mtiggiore del loro tempo 
L'espressione tra virgolette é diven¬ 
tala il punto del contendere o die¬ 
tro Ut quale si possono Intravedere 
nitidamente i grandi interessi fi¬ 
nanziari che premono sul mercato 


tv e cinematografico. 

A Bordeaux, martedì scorso, do¬ 
ve si 6 svolta una riunione dei mini¬ 
stri della cultura del Quindici, la 
Francia à rimaste praticamente 
isolata. Nessun altro paese, eccetto 
un timido appoggio della Grecia, 
ha fiancheggiato Parigi nella richie¬ 
ste di talforzarc le -quote» Anche ii 
rappresentante italiano Antonio 
PboIuccI (cosi come i due com¬ 
missari italiani Monti e Bonino) si e 
«inveitilo alla lesi che non si può 
lare a meno di favorire la liberaliz¬ 
zazione del mercato. 

Ma allora: e impossibile ima 
convergenza ira la difesa delta cul¬ 
lare europea c la liberalizzazione 
del mercato? -Li Francia C Isolata-, 
Ira titolato ieri Le Monde in prima 
pagina, Ma difendere il regime del¬ 
le -quote» significa essere protezio¬ 
nisti? Il ministro della cultura Iran- 
ecse. Jacques Tuiibon. ha respinto 
I accusa di essere un -antiamerica¬ 
no» -Mollo più srm pliceincime - 
ha replicalo - non vogliamo die 
l Europa diventi un supermercato 
sia per il settore Tv sia |rer il resto. 


Vedrete, verta il tempo e anche gli 
altri partner si convineeranno¬ 
li parlamento feri ha discusso 
una comunicazione del commis¬ 
sario Orerà li quale ha promesso 
l'uscite della direttiva per il 22 mar¬ 
zo in modo che venga esaminala il 
3 aprile dai ministri della ( ultore 
dei Quindici nella loro riunione a 
Lussemburgo Ruberto Balzami, vi¬ 
cepresidente della commissione¬ 
giuridica e relatore deliri vecchia 
direttiva sulla -tv senza frontiere» 
Ira detto: -La Commissione deve 
prendere posizione Noi non difen¬ 
diamo le quote per partito preso 
ma una sistemazione giuridica 6 
necessaria in una situazione di 
mercato del lutto squilibrala. Le 
quote servono per stimolate la pro¬ 
duzione e per fronteggiare l'inva¬ 
sione exaaetMOpca Noi vogliamo 
una politica attiva che non nega ai¬ 
tano la necessità dei pluralismo 
Dunque niente Irairicrr. Ma senza 
dimenticale che I induslria euro¬ 
pea del cinema occupa vite ii 2H"„ 
del proprio mercato e quella tv rie¬ 
sce a malapena a occupare il TU'-. 



Videomusic 
Ancora polemica 
con Cocchi Gori 

AncoradlchtaraztoMe smentito «ulta quattone Videomusic. CeccNSori 
-ebe piu votte ha annunciata « aver comprato la rete musicate del 
Gruppo Marc ucci («Ita tato. Mai attirale più volte è stata smentito-* 
tornato all'attacco: l'avvocato Roberto Ungili» ha chiesto H sequestro 
gludtiiatto del pacchetto azionario della Beta Tehvtston, proprietaria del 
netwcrtUI Gruppo Marevcd ribadisce che l'imitativa è priva di 
fondamenta dato che-nessun* cecdene dette azioni da parta del 

proprietari dette rateò mal stata starniate a favore di Vittorio Cacchi Gori. 

e chiederanno che ti sequestro venga respinto. La precisatane del 

Groppo Marc ucci arriva In segwto atte Schiaratami del legale di Cacchi 

Gerì che. sul presunta acquista di Videomusic, ha «chiarata cheta 
famigtta M Arcuccl accatto l'offerta del produttore fiorentino, t'accordo, 
secando Lhigultt. prevedeva la cessione del paccMetto ottonario, al saldo 

del debiti, per 55 milord e fu saputelo suda panria. data davanti a 
testimoni, la posizione a Cocchi Gori appare -ben contraddittoria-rilevo 
a gruppo Marcuccl-, Dopo mer affermata nel mesi scorai 41 aver firn ata 
contratti d cesstone. quindi nessun contratto era stata firmato o 
raggiunto, a mezzo del suo legate, ore sostluene ette tassa MtMivaA 
uno "strumento per convincere te controparte a tornare al tavolo dalle 
trattative’: espressione che da rota conferma che nessun contratta cita, 
ma soltanta trattative che non giunsero ad atoun trasferimento da parte 

del prò prie tari de Ile azioni-. 


di enricoVaime_ 

Mara, 
lateta 
y la familia 

E TANTO TEMPO che sentia¬ 
mo usare il termine -fame 
glia* (e derivati) in manie¬ 
ra anomala e non coiretta. Anche 
a proposito di televisione questo 
accostamento viene operaio con 
frequenza, domenica scorsa Mara 
Venler ha latto scudo col proprto 
cupo per impedire che Cannelle, 
diva tropicale capitata da noi sul¬ 
l'onda ineluttabile delle chiappe 
mobili -Morosità»» si spogliasse 
sull'istigazione falso-ipnotica di 
Giucas Casella. -No, quesla è ona 
trasmissione per famiglie’-. Ora i 
nuclei lamilian esulterebbero scos¬ 
si nello scophre le lattezze della ra¬ 
gazza della Guadatupa. (orse non 
riuscirebbero più a trovare una to¬ 
ro compattezza elica e sociale? E 
invece le lamiglie resistono alfe al¬ 
tre offese (alla grammatica, al 
buongusto, al buonsenso) che 
cena re indirizza loro? Fa più male 
la vistone di una tetta delle Antille 
o quella di Giampiero Galeazzi che 
ballonzola vittima di un'inconti¬ 
nenza tisica e temperamentale o di 
Casella che massacra la comuni¬ 
cazione orate In lingua e turtupina 
con espertmentì da baraccone? Un 
seno, per dire, risulla per quello 
che e, non inganna, non pretende 
di proporsi per qualcosa d'altro: 
non tinge di essere un gluteo o un 
ginocchio come fanno dei passanti 
che si spacciano per showmen e 
sono dei torsoli giulivi o dei disa¬ 
strati lessicali. 

Un po' più di rispetto della lami- 
glia e un maggior rigore nell'uso 
del lemiine, prego Dicesi lamiglia 
(trascrivo) -un insieme di persone 
-Congiùnte da vincoli di. sangue», 
qulndi-.qualcosa di compatto, non 
frangibile da provocazioni che non 
inficiano la sua nalura di aggrega¬ 
zione di sentimenti, abitudini e in¬ 
teressi Di (tonte alla -lamiglia» si 
consiglia rispetto e discrezione 
non formali. Esempio: il Tgl di 
mercoledì scorso dà notizia (alle 
13,30 e alle 20) di possibili tondi 
neri della Fininvest (37 miliardi) 
custoditi in 25 libretti al portatore. 
E intervista (con replica serale) 
Fedele Contalonieri, presidente 
della società del Biscione a! posto 
e per conto del vero proprietario. 

«h 

E IN QLALCHF MODO anche 
Itti, il Fedele, della -lami¬ 
glia-? Non in sensoclassfeo 
né etimologico. Ha familiarità (in¬ 
tesa come dimestichezza e intimi¬ 
tà) con Berlusconi, senza per que¬ 
sto poter venire definito neanche 
-famiglio- (usciere, donzello), ter¬ 
mine pertinente a Fede e Liguori 
Confatomeli al Tgl, nel ricordare 
la persecuzione delle aziende (e 
lamiglie) dell'ex capo del guvertio. 
sgombra il campo dalle illazioni: i 
37 miliardi del 25 libretti al portato¬ 
re appartengono alla -lamiglia- 
Berlusconi, quella naturale. Che 
male ci volete vedere? Ogni (ami¬ 
gliela la i suoi piccoli risparmi. La 
famiglia italiana è in lesta tra tutti i 
paesi negli accantonamenti previ¬ 
denti di denaro Si pensa al futuro, 
non si ha fiducia del governo e si 
accumula per i tempi che verranno 
che chissà cosa non ci preparano 
C'è chi compra Bot ( le lamiglie no¬ 
strane privilegiano questo titolo al 
quale ricorrono mediamente in ra¬ 
gione di -5-7 milioni) e chi si Udii 
dei libretti. Perché è più Tacile di¬ 
simpegnate il denaro senza per¬ 
derci: metti che hai bisogno di un 
po’ di liquido, di qualche miliardo 
per una necessità, svincoli e vai. 

Dunque; i 37 miliardi sono un 
bene di (amiglia e i 25 libretti sono 
tanti perché lu famiglia è numero¬ 
sa. Che maleducazione si rileva in 
questo indiscreto indagare! La fa¬ 
miglia non si tocca cosi conte non 
si debbono toccare i suoi sudati fe¬ 
dii risparmi. Con i quali ognuno (a 
ciò che vuole cambia la macchi¬ 
na. ripara il tetto detta seconda ca¬ 
sa. paga il dentista, (a del Itene. Co¬ 
me, nel caso del fondo della lami¬ 
glia del Silvio, quando si dccklo di 
mandare alcune decine di milioni 
ad un amico latitante (corno risul¬ 
terebbe da certe rimosse al colla¬ 
boratore in fuga Cominciali): bc- 
neffeenza, anche se incauta Eli si: 
la (amiglia va tutelata sempre, in 
Ogni modo: come fa Mara Ventar 
col proprio corpo o come fa Con¬ 
fatomeli con la sua dialettica Or¬ 
mai ci rimane solo In lamiglia, co¬ 
me dfeeva anche Calogero Manni- 
no lino a qualche tempo fa. 














Venerdì 17 febbraio 1995 




festival. I premi di Montecarlo 

Il «mercato» chiude 
e l’Italia 

rimane a mani vuote 


Concluso alla maniera più prevedibile il Festival televi-1 
sivo di Montecarlo i premi maggiori sono andati a pro¬ 
duzioni, registi e interpreti bntanmci Mentre il mercato 
dei programmi è stato molto frenato dall'eccesso di ! 
concorrenza da parte degli analoghi appuntamenu 
Usa Per gli italiani né premi né allan, ma r) nome di , 
Berlusconi è diventalo sinonimo, sulla stampa interna-1 
zinnale, di attacco alla liberta di informazione 

MimosniomvMTo 


ri 'M 


v. -ni 


■ MONTECARLO Come da noi 
annuncialo preme da lare pei gli 
italiani al Festival televisivo di Mon¬ 
tecarlo (a parte gh acquisti la R- 
mnvesi ha portato a casa .(limoni- 
come Afra Poublhre Sol levante 
Silver Sotto il segno del pencolo) 
Come Sul versarne premi invece il 
grosso delle -Ninfe» (cosi si dtia 
mano i premi) è andato agli ingle 
si che si sono conlermati la squa 
dra più forte Per la sezione film tv 
(la cui giuria era presieduta dal re¬ 
gista americano Sidney Lumcl 
grande odiatore della tv stessa) 
massimo riconoscimento alla Bbc 
per ftrt e Margaret Trattasi di tv 
dentro la tv cioè della stona di una 
Soup che travolge I attrice p/otego- 
nlslalnunasoapvcra Ritrovamen 
h sentimenti veri e finii giusto co¬ 
me nella vita e nelle 
canzonette che dice¬ 
va Truffai#, dicono 
sempre la ventà 
Tra le miniserie lo¬ 
ro « leccato Invece al 
I austriaco La mordo 
di Radetzky tratto dal 
romanzo di Joseph 
Roih come gli sce¬ 
neggiati Rai di uno 
volta con grandezza 
di mezzi e cinomi In „ 
sieme a Ma* Von Sv l 
dow é Otorlolte Raht 
plfn'à Iteriamo nel 1 
't tiri anche la nostra « 

Éiena Sol» Ricci a 
rappresentate la pie 
cola quota produttiva 
Investita dalla Rai La _ VR9 

quote da porto sua " _ _ 

aveva invece presen- Laura Moranfo 
lato in concorso Ms- 
sus di Alberto Negrln 
senza riuscire ad ottenere non dico 
lavori ma neppure I intera visione 
da parte del giurali 
Pazienze non cl possiamo pro¬ 
prio lamentare perché la produ 
ztone appartiene a quel filone di 
Imprese Intemazionali stile palch 
work indistinto che si sperava tos¬ 
se stato abbandonato La necessità 
di tener conio di ludi i paesi copro 
dulion finisce per generare del mo¬ 
sto inguardabili Alton di diverse 
nazionalità parlano un inglese che 
la ridere sla gli inglesi che gli ame¬ 
ricani mentre I set cambiano in 
continuazione per tenere dietro a 
storio Improbabili Qui a Montecar 
lo invece le altre tv hanno portato 
film e miniserie costrette sulle loto 
cultore nazionali impegnative dal 
punto di vista politico e sociale 
quasi quanto i reportage di crona 
ca Genero pure in concorso all in 
temo del quale il premio maggiore 
é andato a un documentano giap 



teatro. L’attore ha riproposto con successo «I canti orfici» dì Campana I CHva ««cord 

a Dami Moore 
por «Stri pteatt» 

Demi Moore I interprete di firuefa- 
zioni e fiopos» indecente potreb¬ 
be diventare I aunce meglio pagala 
della stona avrebbe ncevuto una 

S offerta di IO 12 milioni di 
per il ruolo di prolagotusha 
in Sinp/ease un ihnller sul mondo 
del nigit club della Fionda Nessu 
na attrice ha mai intascato un ca 
chel cosi alto 


ponese (Nhk) sulla nlorma eco 
nomica in unvillaggiocinese 
Anche qui gli inglesi sono andati 
follissimo come caratteristico di 
chi sa affermate la propna cultura 
senza complessi di mlenonta Ca 
somai la specléche nessun ncono 
scimento sia andato agli amenca 
ni che comunque se ne fregano 
perché tento hanno in mano il 
mercato planoteno E hanno in 
mano anche il -mercato dei mer 
cali- imponendo gli appuntamenti 
decisivi a casa loro 
È per questo che il prolilo degli 
aKan a Montecarlo è stalo cosi bas¬ 
so anche se spulciando tra gli 
scadali degli stand si sono potute 
vedere tante curiosità sopraitulto 
di genere rètto Vecchi moli e vec 
chic Iacee di sempre che si rivedo¬ 
no vuoi in vecchi epi¬ 
sodi vuol in ruomi di 
fiamma Cosi per 
esempio ntruvlamo le 
due poliziotte di New 
York New York Stia 
ron Gless e Tyne Daiy 
in una produzione i 
Mini Naturalmente gh 
anni sono passali c 
anche la bionda ormai 
è -sistemata- e ha per 
so col matrimonio t ' 
suoi umon ribelli e 
„in nrr femministi 

Ma non è lutto re 
v citai vi» make Anche le novità ! 
» più tlvoluzionarie in tv 

IL. -- univano m sene Dopo 

EL I Aids e I omosessuali 
. 11 . . W maschile ora tocca 

a quella femminile 
» Già sapete che I Ame¬ 

rica ai è scandalizzala . 
per il aiolo di colon | 
nello e lesbica recllato per la re dal 
te bravissima Glenn dose Gli In 
Blesi per non essere da meno 
hanno già messo in cantiere tre 
storie analoghe Inutile che vi di 
clamo interpreti e autori perché 
niente come te tv è insieme univer 
sciistico e provinciale II che può 
apparirci consolante se pensiamo 
che basta arrivare a Venfimrgtia e 
Alberto Castagna non e più nessu 1 
no 

Mentre Invece tutu sanno chi è e 
che cosa ha (alto Silvio Berlusconi 
Anzi, ci dispiace dire che il suo no . 
me è passalo nel gergo intemazio¬ 
nale non proprio come titolo ono- 
nlico Intatti il giornale Video Age 
del I5 lebbra» portava in puma 
pagina il titolo «erlus Knhl* per 
dire in una sintesi efficace che il 
cancelliere tedesco è acc. usato di 
mehere in pencolo te libertà di in¬ 
formazione Insomma come di 
rebbe Alberto Sordi ci siamo latti 
riconoscere 




Disco di platino 
per nuovo album 
OlSpringatoon 

il Boss ha vinto un disco di platino 
per Curatesi (tris. Il nuovo album 
con 14 successi e 4 canzoni medi 
te non è ancora In vendita (uscirà 
solo U 27 febbraio) ma ha già regi 
strato IdOmila prertotóaonr 


L'attore trenti! doralo BeM 


Quel Bene ritrovato 


MIm Università 
«Precotto» 
a CMombrettl 

Rischia il tribunale Piero Chiam 
bretti per le -miss Università- che 
ogni domenica ospite al Laureola 
Marco Nardo ideatore e organa 
zatore del Concorso Miss Universi¬ 
tà ha presentato un ricorso di ur 
genza contro di lui e contro la Rai 
per inibire lo sfruttamento del mar 
chto Sarebbero infatti delle -false- 
miss quelle comparse in video 
compromettendo - secondo Nar 
do - il -buon nome- di quelle doc 


■ MILANO Dopo sei anni una se¬ 
na malattia mescolata a un pro¬ 
gressivo disamore della scena Car 
melo Bene nella stagione in cui il 
palcoscenico e il suo pubblico lo 
hanno nliovato m un magnifico 
/ferriferi sulle ritorna a Milano (al 
Teano Nazionale ) protagonista di 
un furioso corj» a corpo con la 
poesia Una di quelle serate alte 
quali Carmelo < i aveva abitualo in 
anni lontani thè qui lo pone a 
confronto con un irregolare come 
il poeta Dino Campana lo sc ontro 
di due elettricità In scena/conti or 
fiù raccolta di poesie che Campa¬ 
no pubblicò dopo incredibili vncis 
situdim nel 1914 a proprie spese 
diffondendoli personalmente qua 
si pona a porto Ma Carmelo la di 
più di alcuni testi lamost come 
Genova per est mpio ci ripropone 
le diverse stesure In ordine di tem 
po e di malattia Cosi m questo 
Work in regre ss attraverso I continui 
ricoveri manicomiali fino alla deli 
mtiva reclusione e al silenzio poeti 
codi Campana Bene coglie da par 
suo il senso di una paiola che si la 
immagine e suono maialila e dell 
no E il pubblico lo applaude asce 
na aperta e alte line gli dedica qua 
si un ovazione con gnda npetute di 
•Berte Bene • 

Il Bene ritrovato dunque sta 
qui pantaloni chian e candida ca 
mieta sbuffante Un sottile cerotto 
gli circonda la (tome alm gli sten 
no stampigliali sulle guance Nes¬ 
sun incidente spiega subito serri 
mai dice la volontà di -incidente 
re I immagine- piccolo omaggio 
alt irregolantà di un poeta hion dal 
coro a una delle wtd più alle della 


poesia del Novecento Perché an 
che in questo caso il senso vero 
della pertormance Sto nel propone 
una voce della poesia che vuole 
irasformarei in poesia della voce 
Cosi Imdalhmzio la voce di Bene 
curvo sul tegg» un riltetiore a il 
luminargli te mani che sfogliano lo 
spartito mentre tutto intorno è buio 
luto che scende dal palcoscenico 
gridata nel microfono sussultata 
in cadenze dolci drammatizzata in 
cesure improvvise ci avvolge dap¬ 
pertutto ci piomba nelle orecchie 
sparata dai decibel dell impecca 
bile impianto acustico ci sale da 
sotto la poltrona con voluto effetto 
da dolbv System Ci sprofonda in 
abissi di volute di parole ci molle 
va su su fino all invettiva ci acca 
rezza con il dolore rassegnato del 
le -sue rose delle mie rose- come 
si dice nella poesia sartia npen 
sando alla line dell amore dispera 
lo e malato per Sibilla Aleramo e 
posta a chiusura della serate fra 
sconvolgenti immagini di cieli "arti 
ficiali- di giovinezze -impenali- di 
■troie dagli occhi ferrigni- di -chi 
mere- di donne genovesi di rean 
zonettevolgaoicce- 
Cosi diveniando maschera e 
megafono della poesia di Campa 
na con la voce che insegne la poli 
toma efi un orchestra Carmelo u 
cattura in un viaggio che vuole n 
produrre il frenetico nomadismo 
del poeta la ricerca spasmodica di 
un sogno che si ideniilichi nella 
poesia ci fa partecipare all incori 
rio/scontro di due cavalieri Elettri 
ci naturalmente (»son eletuico 
son Edison- scriveva Campana) 
Se c è chi pensa che la poesia deb 
ba essere un fatto povatoèsermo 


Festival di Spoleto 1995 
Bizet, Ailey e Verdi 
nel programma anti-crisi 


•• SPOLETO Festival «tei Due 
Mondi anni tremotio In barba alla 
voci che ventilano oisi e problemi 
te prossima edizione si annuncia 
di 23 giorni cinque più della pre¬ 
cedente dal 24 giugno al 16 luglio 
E con un cafendano al solito litio 
ecco qualche anticipazione 

Music». Gran protagonista co 
me sempre del festival di patiòn 
Menotti Apertura-edéuna novità 
- nel Duomo e nella piazza del 
Duomo con un Goto Concert che 
prevede il Requiem op -18 di Paure 
il 7e Deum di Bruckner e il Prome¬ 
teo di Slotabin quesl ulumo con 
tento di elfetto luci Confermali i 
concerti di mezzogiorno e il con 
certo in piazza di chiusura la Mes¬ 
so da Requiem di Verdi n cartello¬ 
ne della laica annovera invece la 
Carmen di Bizet (dal 28 giugno a fi 
ne festival ) direna da Paolo Care 
gnam con la regia di Carlos Saura 
e H naso di SostafcovK sul podio 
Steven Mercurio alte regia Roman 
Terleckyj 

Dama. Sbarca a Spoleto la piu 
lamoia compagnia intemazionale 
del momento t Attui Affey Amen 
can Dance Theatre attualmente 
diretta (dopo te morte del grande 
coreografo) dalla sua prima balle 
nna Judilh Jamison Presenteran 
no alcune novità e il capolavoro 


Revebttorts, Toma poi al Teatro 
Romano te Maratona intqmaàona 
le di danza quanto serale (dal 12 
al 15 luglio) con divi e -under 25- 
in una kermesse di classica, lazz e 
moderna Come un omaggio a Ire 
secoli di danze musica ecanu par¬ 
tenopei si pone Le delizie napotelu- 
ne. uno spettacolo di teatro danza, 
con saltimbanchi ballerini musici¬ 
sti ecantanu 

Teatro. Sempre più scarno il 
programma di prosa compensato 
dalla presenza di Robert Lépage 
regista fianco-canadese di enorme 
talento in amiro con la pnma euro¬ 
pea di Hiroshima/The Seven 
Dreams ol thè River Ota (dal 25 
giugno al 9 luglio) Dacia Maralnl 
debutto invece con Cumifle, nuovo 
lesto sul saccheggiato rapporto tra 
Cannile Claudel e Auguste Rodin 
affidato a Manangela D Abbraccio 
e Remo Girone II Teatrino delle 
Sei ospiterà -Spoleto Off- mentre i 
ledelissimi Colla affidano alte loro 
manonette Guemno detto il Me- 
scòrno e te Lampada di Modino 

Giovani. Per la pnma volta una 
finestra ai giovanissimi ha i 16 e i 
21 anni saranno invitati alla Sala 
Frau liberi di esprimere opinioni e 
pareri (informazioni alto 0337 
297723) coordinali dal diciotlen 
ne Pierluigi Caco 


A Mario Uni 
• Don adoni 
Il promloSalomo 

Sarà assegnato lunedi prossimo al 
Teatro La Fenice di Venezia nel 
I ambilo della manifestazione 
•Teatro è cinema- ideata da Mauri 
zio Scapano il primo premio na 
zionale di drammaturgia intitolato 
a EnncoMana Salerno scomparso 
esattamente un anno (a. La giuria 
ha premiato Mano Luzi uno dei 
grandi poeti del secolo, « Maunzro 
Oonadom attore nonché autore e 
regista segnalatosi già a Riccione 
con finse /nociuto ài atto e poi 
con Memoria dr classe. 


Società Ipnosi 


Oiucac Cocolla 

Gli esperimenti di Grucas Casella 
hanno untato la Società italiana di 
Ipnosi che ha chiesto di ripristinare 
il divieto di ipnosi negli spettacoli » 
nei hiogtu pubblici abrogato il 13 
luglio scorno II divieto eviterebbe 
un danno all immagine dell ipnosi 
e alte persone sia in caso di simu 
lazione che net pochi casi teoria di 
riuscita La Società Infortì ritiene 
che il 90% del casi singoli trattali da 
Casella non sono vera Ipnosi 


Eaipoli dedica 
unconvegno 
a Dallaplccola 

È iniziato feti a Empoli il primo 
convegno intemazionale di studi 
dedicato a Luigi Dallaptccola in 
occasione del ventesimo anntvet 
sano I lavori proseguono oggi e 
domani nella Sala Luca Giordano 
di Palazzo Medici Riccardi a Firen 
ze (via Cavour I) 


TV. Baudo, Magalli e Guardi: contro «Champagne» un nuovo varietà su Raiuno 

Il sabato sera tra «Papaveri e papere» 


Si chiamerà Papaveri e papere come la vecchia canzo¬ 
ne di Ntlla Pizzi, il varietà che Ramno intende contrap 
porre all inarrestabile (quanto ad ascolti) Champagne 
di Canale 5 Condotto da Pippo Baudo con Giancarlo 
Magalli, affidalo alle cure di Michele Guardi, il program¬ 
ma, una sorta di stona di cinquant anni di costume na¬ 
zionali sull onda delle piu popolan canzoni del festival 
andrà in onda indiretta a partire dal 4 marzo 


■ ROMA Busta Coro bel*, basta 
supplenze improvvise del Luna 
Park servilo da Pippo Baudo indie 
in orario strale Chiusa la partita» 
,munte del sabato (anche w lulti 
ma puntato de! programma con 
dolio da Marisa Launlo «ridia in 
onda In fiuta da destinarsi sabato 
cl sarà II Luna park saltalo con 
buona pace di tulli) Raiuno seni 
bru aver trovalo il Rinvio aniidulo 
all inurrestablfe CtonjKsfru che 
ila Canute 5<!oriilna incotrtrnslalo 
sul sabati sera televisivi degli uà ha 
ni Fa dii rivolgersi per 11 colpo viri 


celile se non al solilo Pippo Baudo 
in coppia con 1 altro -mdgo- del va 
nel) Rai I autore-regista Michele 
GuardP 

La coppia vincente di Stoma* t 
(tanto cAc^rfartl uhi a partire dal 4 
marzo a Papaveri c papere uno 
spettacolo condotto da Baudo con 
Giancarlo Magalli che rtpetcotrerà 
in cinque primate 50 anni di storia 
del Paese attraverso le canzoni c i 
personaggi del Festival di Saure 
mo iftgMtirn e papere fin dotto 
Ieri Michele Guardi d un agenzia di 
stnmp i - sarà un occasione di le 


sta Cl faraoni visita tutte le stelle 
dello rete e la gran parie dei perso¬ 
naggi che hanno fono la stona del 
Festival da Nllla Pizzi a Massimo 
Panieri dai Pr-oh a Giorgie Magate 
e Baudo scherzeranno e si scorri 
bieranno i ruoli di conduttore e di 
disturbatore Creeremo anche 
un pm olo scherzoso museo della 
memoria del festival e della stona 
del Paese- 

Guardi ha tenuto a preasnuche 
I obicttivo non 6 ter concorrenza al 
Bagagli!» -Lungi da noi I idea di 
raggiungere la stessa audience di 
Chanipagne ha dello cere bere 
mo solo di realizzare un program 
ma gradevole e di qualità molto 
diverso da Champagne Lo scopo 6 
quello di fare fi sta insieme alte do 
cinedi milioni di «aliai* che come 
Bando e me amano II Festival di 
Sanremo» 

L incontro tra le due -menu- del 
varrete Rai sarà anche una lu-iottc 
tra le nsjiotliw squadre di autori 
«Per me - ha detto Guardi -- i he ho 
mosso i pnmi |ussl alte Rai due de¬ 
cenni f.i proprio con Boudo sarà 
una grande rxc isfonc per tornare 


a lavorare con il mostro sacro della 
nostra tv Con me ci saranno gli au 
ton di Falli vostri e di Scommetta] 
mo che A II compito di sfidare il 
Bagagli!» con fiàpoven e papere 
(che andrà ni onda In duella dal 
I auditorium romano del Foro Iteli 
co) non e I unico -sacrificio- che 
Raiuno ho chiesto a Guardi -Ho 
accettalo di realizzare una nuova 
edizione di Scommettiamo che ’dd 
abbinare alla Icrtlcna balia» ha 
delio I amore regista agrigentino 
Sarà la quarta volte che il varierà 
che si regge sulle bizzarre imprese 
di abilità tentate m diretta da sco¬ 
nosciuti si misurerà con i sabati 
d autunno la più ambita c impor 
lame collocazione delia tv no liana 
'Veramente avevamo pensato di ri 
virarci - It r dello Guardi -ma Sia 
la Rai sia il ministero delle finanze 
che gestisce la Lotteria et hanno 
chiesto di rimanere e cosi tra bre¬ 
ve ti inciteremo al lavoro con to 
stessa squadra di autori Fabrizio 
Fnzzi c Mllly Caducei conduttori c 
gli stessi soliti ingredienti la bizza 
na e la simpatia dei nostri eoncor 
retili» 


A1WIELE “ATTIENNE” 
CHE FUMANO IN ALTO.,. 


PovoUmvZ 



I notiziari. I servizi giornalistici 
dall'Italia e dall'estero, prodotti 
negli studi di Rodio Popolare, sol 
cheranno ben presto l'etere 
sull Intero territorio nazionale, a 
disposizione di tutte le emittenti 
iocdll interessate a ricevere e tra¬ 


smettere nella proprio area il 
segnale di Popolare Network 
Forte e chiaro 

CW*d*t* subito Informazioni. 

Tal. 02/29524f55 
Fox 02/29524770 


SINTONIZZIAMOCI 


t 



















7_febb raio^19S>5 ^ ^ | .^ ^ ^ . CÌRGITIS 

Berlino. Clima d’altri tempi per la coppia di interpreti Harvey Keitel e William Hurt 

Oggi tocca 
a Guglielmi 
«Quel ’66 
nel pallone» 

D«l. NOSTRO INVIATO 



UNTOCIWI 

■ BERLINO Chartton, chi era co¬ 
stui’ Suvvia, se siete calciofill do¬ 
vreste saperlo Chiatton k ò cestro 
me (Il due fratelli che hanno latto 
la stona della nazionale inglese II 
meno bravo dei due, Jackle (gio¬ 
cava da stopper), e oggi tecnico 
appratissimo della nazionale 
d Irlanda, mentre il più in gamba 
Bobby, era il centravanti arretralo 
dell Inghilterra che divenne cam¬ 
pione del mondo nel '66 battendo 
4-2 la Germania Ovest in una me¬ 
morabile finale a WemMey Quel¬ 
l'estate, ovviamente è al centro di 
L estate di Bobby Charlton, Il film di 
Massimo Guglielmi che oggi passa 
a Bedino, sezione Panorama Na¬ 
turalmente non è un film sul calcio, 
ma su una famiglia che si -distrug¬ 
ge» In quei caldi giorni del '66, sul 
viaggio - dalle Dolomiti alla Puglia 
- di un padre e di due bambini Ma 
te domande calcistiche, a Gugliel¬ 
mi non dispiacciono altalto Par¬ 
tiamo da II 

Attorti, OMlMmt: tonto* Ora 
eh# 9* ifflott IMM fldoite fa 
Putti dà*à Cara*, la Morte* 
«Matta Mi* untala • Fabbri 
a MUdteabofMgh.-ma t* CM 
trattenuta n*rt*tat*« Bobby 
Chartton. tereM? 

Per date un immagine meno ste¬ 
reotipala di quegli anni In genera¬ 
le. volevo evirare gli anni Sessanta 
■meravigliosi» e nostalgici e allo¬ 
ra anche calcisticamente ho cer¬ 
cato un punto di vista un po' inso¬ 
lito Al tempo stesso, di quella ti¬ 
naie io ho un ricordo mollo preci¬ 
so anch’io, come l bambini del 
film ero In viaggio con mio padre, 
avevo 12 anni, cl tannammo in un 
motel c vedemmo la partita Insie¬ 
me a motti turisti tedeschi che ri¬ 
masero motto delusi dalla sconfit¬ 
ta della Germania e gli italiani, 
per lo più, tifavano Inghilterra In 
quanto a Bobby Chartton, era un 
campione sttaordinarto, con una 
forte umanità e una vena di tristez¬ 
za stampata sul volto uno di que¬ 
gli eroi sportivi che attraversano le 
generazioni e nmangono nel tem¬ 
po 

A parta ettadartl oaWMtete a 
matt e ** («al brani di Mfe*ki co¬ 
tenna sonora), para pto tu fllm 
«aia l« *r|gB«, «attorto ete a» 
gl «reti t a n nat a - 
Vero lo penso che potresti legge¬ 
re Il film come la storia di due (ra¬ 
teili che, oggi ripensano al pro¬ 
prio padre, a quell'estate in cui lui 
c la mamma si separarono, a quel 
viaggio latto assieme, a un rappor¬ 
to non del tutto nsolto con un ge¬ 
nitore scomodo 
> dna tentennai Ite ooaol tuoi 
flgH.CoM 1 ! andata, oon tato, sul 
sa»? 

Bene II più grande sta inserto 
mollo bene nel set, ha vissuto il ci¬ 
nema come un bel gioco e alta li¬ 
ne chiamava Giulio Scarpai! -pa¬ 
pi» Devo dire che ho scelto Giulio 
per il ruolo del padre proprio per¬ 
ché anche lui ha un bambino e lo 
conosco come un papà motto af¬ 
fettuoso, oltre che come un bravo 
attore Nel ruolo dei due figli, Iren- 
t anni dopo, ho invece preso Ro¬ 
berto De Francesco e Gianmarco 
Tognazzl Roberto perché somi¬ 
glia molto a Giulio, tanto che mi 
capitava spesso (prima di lavorar¬ 
ci, si capisce ) di confonderti 
Gianmarco perché potesse reta 
borare, nel ruolo, il suo rapporto 
con Ugo Tognazzi, con un padre 
così famoso Un cast un po’ psi- 
coanalltlco lo ammetto Ma usare 
il cinema per autoanallzzaisi non 
éuna brutta Idea 

(H ! pattato matte date colonna 
«onera, anche parete ptedenri 
« dMM por lo canzoni « Min* 
Inipa d u mo «I ter». qaafcha ma- 
«a (a, « «aaara pronto in tempo 
par Vane zia. n è rimato • iter- 
pianto? 

Vorrei solo dire che II film c.ia é di¬ 
verso dalla copia-lavoro che ave¬ 
vo mostrato al selezionatori vene¬ 
ziani Ho potuto rifinirlo con cal¬ 
ma. la situazione del diritti per le 
canzoni si è sbloccala, il film esce 
il 3 marzo per la Nemo Distribu¬ 
zione e va bene cosi E già un mi¬ 
racolo che II film sia stalo fatto, 
senza nemmeno una lira di sov¬ 
venzione statale, né dal Ministero 
né dalla Boi È un momento tre¬ 
mendo per il cinema Italiano e 
posso solo sperare che Bettino 
aiuti, sla per I uscita In Italia che 
pt-r eventuali vendile all osterò E 
un film molto nazionale, potò, 
con quel titolo, almeno agli inglesi 
potrebbe Interessare 



HavtyKttWnrt firn -Smoka» dal ngtea Wajnt Mtaag 


Due antidivi al Filmfest 
E il pubblico si scatena 


Ecco i divi, finalmente William Hurt e Harvey Keitel so¬ 
no a Berlino per il dittico Smoke/Biue in thè Face, confe¬ 
zione regalo (paghi uno prendi due) creata dal regista 
Wayne Wang e dallo scrittore Paul Auster Due film note¬ 
voli, un doppio elogio del fumo, della famiglia, della so¬ 
lidarietà razziale Insieme ai due divi, tante comparsale 
di lusso- Lou Reed. Rosearme Bari, )tm 1 annoseh, Foresi 
Whitaker, Stockard Channtng e perfino Madonna 


kANUUtAUZOI 


m BERLINO Classici capelli biondi 
tanghi e occhialetli tondi ma sen¬ 
za barba, per un William Hud bel¬ 
lo, ma un po spentacelo e noioso 
lampo di furbtzta negli occhi intel¬ 
ligenti di un Harvey Keitel decisa¬ 
mente in forma Queste te due pri¬ 
me -star- intervenute al Filmfest di 
Berlino (più lardi è amvato anche 
Alain Deton al quale é destinato un 
Orso alla camera) per cui c'era 
grande attesa in conferenza stam¬ 
pa Tentiamo di entrare - impossi¬ 
bile sedera - netta sala gremita di 
giornalisti e soprattutto di curiosi 
Una cortina di fotografi e operaton 
televisivi Impedisce la vista muc¬ 
chi di persone appollaiale sulle 
scale o appoggiale al parapetto del 
piano superiore applaudono al¬ 
l'entrata montale Si percepisce 
qualche gndotino 
Dopo un attimo di assestamento 
possono iniziare le domande Si¬ 


lenzio assoluto 'Comeon'» incita 
nervosamente il moderatore e una 
risatina generale nlassa I atmosfera 
- chissà perché - piultoslo imba¬ 
razzata. Insomma si comincia 
I due film finora più applauditi 
del festival SuioAedel regista Way¬ 
ne Wang e Blue in thè foce delio 
stesso Wang in collaborazione con 
lo scnttore Paul Auster (che dopo 
quest'esperienza di regia ha di¬ 
chiarato di voler tornare a tare soto 
lo scrittore), sono costali rispettiva¬ 
mente dieci e due milioni di dolla- 
n 41 secondo é nato perchè ci era¬ 
vamo divertili sul set del pnmo- 
spiega il regista re volevamo conti¬ 
nuare l'esperienza L idea è venuta 
a Paul Auster, che per Blue in thè 
face ha chiesto una maggiore im¬ 
provvisazione- Anzi, per essere 
precisi, tutto quello che accade nel 
film si è svolto per la prima volta 
proprio davanti alla macchina da 
presa -Volevamo realizzare un 


film vero semplice, e è quello che 
abbiamo chiesto agli attori con i 
quali abbiamo stabilito un bellissi¬ 
mo rapporto Lavoravano ben do¬ 
dici ore al giorno Slamo anche nu- 
sciu a ottenere dalla produzione la 
maggiore libertà possibile, conqui¬ 
sta assai rara negli Stati Uniti» 

•A proposito dello stile del film - 
si inserisce Kettel che in ambedue 
I lungometraggi è il simpatico ge¬ 
store di una tabaccheria - voluta¬ 
mente non esistono star È un film 
piccolo semplice, non usiamo la 
parola stai- Troppo tardi -lo sono 
grato ai maesta che mi hanno inse¬ 
gnalo tutte le tecniche della recita 
zione. come Stamslavsky, ma qui 
ho voluto improvvisare» 

Hurt é invece protagonista sol¬ 
tanto di Smoire film sostenuto da 
una corposa sceneggiatura, che 
Ausier ha dovuto addirittura taglia¬ 
re Durante te riprese di Blue in thè 
face 1 attore era assente per ragioni 
personali Pare si slesse disintossi¬ 
cando >1 personaggi del film sono 
assolutamente autentici - dichiara 
- e questa vitalità dipende dallo 
senpt SmoheC un libri molto ‘sen¬ 
to » Quindi si perde dietro alla de¬ 
scrizione di vane tecniche di recita¬ 
zione cita anche lui Stamslavsky 
cade I attenzione generate e si co¬ 
mincia a parlottare È Auster a ri¬ 
svegliare la curiosità •Smohe è un 
fitm universale espnme valori uni¬ 
versali E ambientato a Brooklyn 
ma potrebbe essere girato ovun¬ 


que Blue in thè tace, Invece, rap¬ 
presenta proprio Brooklyn. che è 
grande come Berlino, e non po¬ 
trebbe esistere se non II. E, soprat¬ 
tutto, è una Brooklyn dei vaton 
umani della sobdnnetà. dell'ami¬ 
cizia» -Si, anche se poi si la a pu- 
gn» - ndc Wang - e si ruba. I soldi 
nel film hanno petò un forte con¬ 
notato simbolico Non sono impor¬ 
tanti se non per l'usoche se ne putì 
lare- Intatti verranno spesi a fin di 
bene -Il lattoche sia stato girato in 
una tabaccheria m cinque giorni - 
sostiene Keitel - significa che que¬ 
sto può bastare Bisognerebbe dir¬ 
lo a Hogywood ■ 

Cosa pensa Keitel, delta nomi 
nailon all'Oscar di Bulp haton (in 
cui lui interpreta l'uomo che »nsol 
te problemi») 7 Ne è felice, natural¬ 
mente è un bel film, ben diretto 
Dei personaggi che è chiamato a 
rappresentare non gli interessa la 
tenerezza o'a Imitatila ma la com¬ 
plessità lo spessore che c’è dietro 
•Credo che vadano esplorati tutti 
gli aspetti delta personalità- 

E domanda per il regista il tatto 
di proporre un film sul fumo pro¬ 
prio mentre in America si scatena¬ 
no leggi anttfumo a ritmo sempre 
piu serralo 7 4o fumo - nsponde 
Wang - la gente fuma, persino a 
Brooklyn, non si può negare la 
realtà Quando abbiamo girato il 
film tutti avevano smesso di fuma¬ 
re ma quando ho chiesto loro di 
tarlo erano propno contenti- 


Placa la «doppietta» di Wayne Wang 
Brooklyn, fumo e un po' di Ctna 

SCRUNO. Coricano par -Smote-, fuori coricano par «lue I» Ora face-, 
dia I da* * fin «or» un’opaca unto* etra imrttarebb* aa Orao (Toro 
ctan«tetto. Ball* Mae, Il preaanCariiaaateana, la un* (terrai* trtta 
dadtoato al dneatoa Wayna Wang f un «teotamarteano eh* qal ratta* H 
•aa eaprtavora) a a Ro aartttor* Paul AuMar f 4* musica tot etto-, 
-Leviathan->. I da* hanno noli tradbtonaN par -Smok*- (ragMa a 
acaaeggtetoro) manti* Amano antera* la ragia « -Bla* In Ite Fae*. a 
aomatuHgH affetti eo-aatotl di un dntfeoteooMyaaaacha al tognaia Ite 
d’ora noma N -pam- di daataa amarteano «i tetaraaaanto dei m un orto, 
lutto nate* rial dtoambr* dal 1090 qBando H -N*w Veto H «Ma- chioda a 
dottar un racooato natalizio. toacimoraaaa g ua-Waagtogga, «nuca 
l'Un di coUatoram.ta-Smoto.draccoto originate rimarcarti* 
Mraordtearia aaquatua dal tftol « coda, te Manco a nato, accani pagliati 
dal* canzona « Tom Walt*,-You’ia Mmoocnt tMm* Yen tonane: Harvay 
KrtM. por roMttofev un portafogl rubato, (alte* par («geni H topate 
redMvo « oa» vecchia nera deca. Ma Intorno « panonagg* di Mattai, 
proprietario di un nafozio malgari a Brandy», Anaterc Wang 
coattuheon» un piccolo untoatao di pattonagj toccarti, tutti buttate» 
aerina mettati. Coal-Smotto-gira Memo a un pacco eoa S.000deltari 
dwp««*a di mano in mano, ma fidi fatto un apotefo- 
«armatar «cantre*» aaoal ben costrutto-auda temigli* americana c 
urite aeddarfett cantato, menti* ■ Blu* te thè Face à una aorta « «ferito In 
(lari airi madaatennMoate.piu randagio, più aperto, a tratti goniate. E 

«•Kattol campagna la antramblllflm con «n'tetorpratadono ««par**, è 
ladbnaatlcaMto lo Krtttor* Bandiate «■Canlia-CMflfenr Hurt, a Ma 
«ritraimi). In «tuaI* thè Face-, torace. I pa ra a a a gd l imo am ar m i a 
«piccano «tenne compattato di tetto; MMaalJ. Fox, JtoJremweh, Uri 
M*d* una chicca ttaalo,nlMtofMno eh* Madonna, vaMtta da 
nrai**tt*,nrt pantrito un-tategramm* cantari» etra Mattai ricava 
dari'amlca pazza fuggita a La# Vagaa. Ite aspo** « ««tributari Itallanfci 
dua (Iter vanto aatotutanreri* ridila coppia, et «tomo capiti? HAI C 



20124 MILANO 
Via Felice Casati, 32 
Tel (02)67.04 810-44 
Fax (02) 67.04.522 


mMEIRAM® 

MINIMO 15 PARTECIPANTI 

Partenza da Roma il 23 aprile 
Trasporto con volo di lìnea 
Durata dal viaggio 15 giorni (12 notti) 

Quota di partecipartene Lire 3 870 000 
Itinerario: ftaliafJakarta (Bogor) - Bandung - Purwokeno 
(Oieng Burobodur) - Yojakarta (Prambanan) - Malang - 
Tosati (Monte Bromo-Suiabaya) - Bali/Ralia 
La quota comprende: volo a/r. le assistenze 
aeroportuali, 1 trasferimenti intemi, la sistemazione In 
camera doppie in alberghi di prima categoria, la mezza 
pensione, tutte le vlslle previste dal programma, 
l'assistenza di guide locali indonesiane, un 
accompagnatore dall'Itala 



Depardieu il fantasma 



QéwM P ipiiB m e rto ajfe to Mnot Crt ate OfloCtu ba rt- 


C ON BUONA PACE della nvfatlna giovanilistica Mode in Brest che 
ha aperto le osUlkà contro Gerard Depardieu (notando -350 moti¬ 
vi per odiarlo, un numero sfottò sul cine-monumenlo nazionale 
il pingue attore eonlinua a non sbagliare un colpo Avercelo noi in Italia 
uno cosi Basterebbe vederlo nel Colonnello Chabert tratto dal romanzo 
breve di Hoooré de Balzar quando sospira -Sono morto 18 lebbra» 
1807» quasi non si la caso alta sua proverbiale stazza così poco accorda¬ 
bile al -profilo a lama di coltello-, descritto dalla pagina, e viene da pensa¬ 
re che nessun ruologli sia precluso 

Grande personaggio tragico questo Hyacmthe Chabert, conte dell’Im¬ 
pero e valoroso ufficiale dei cavalfeggeri, ufficialmente morto nella san¬ 
guinosa battaglia di Eylau Già bravo due «ore delta fotografia (Vacami- 
pagnatnee Germinai) Yves Angelo apre il suo film con una di quelle se- 
quenze che non si dimenticano un paesaggio invernale dopo la batta¬ 
glia tra cataste di corpi congelati corazze sforniate cavalli agonizzanti, 
(usti di cannoni rovesciati mentre il Trio in re maggiore opus 70 di Bee¬ 
thoven contrappunta il lavoro dei becchini Un immagine degna di Goya 
oDelacroix 6 a quel macello che è sopravvissuto miracolosamente pri¬ 
ma lento alta testa poi passando da un manicomio all allro In lena stra¬ 
niera, il colonnello napoleonico, ma ora, dieci anni dopo In piena Re¬ 
staurazione chi crederà a quel lantasma intabarrato e puzzolente che 
chiede di essere reintegrato net nome, nel titola e negli averi? 

Film-evento in Francia (ma anche da noi sembra avere un buon se¬ 
guito di pubblico), Il colonnello Chabert rinnova la fortuna del cinema in 
costarne puntando sull'Intreccio romanzesco quasi un giallo dell'esi¬ 
stenza condilo dai temi can a Balzac 4 ricatto del denari) I ansia di pro¬ 
mozione sociale, la mutevolezza dell animo umano. Vedere per credere 
I incontro notturno Ira I avvocalo 


Il colonnello Chabart 


Regia 

Sceneggiatura 

Fotografia 

Nazionali!* 

(Turata 


Vtrra Angalo 
Ym Angelo 
■emani Lulle 
frangia. 1W4 
11 !"*** 


Personaggi ed mlerpieli 

Chabert BàrarriOaparàtou 

La contessa Fanny Ardere 

il conte Ferraud Andrà Duaeotler 
ber ville FabricrieLuctàrV 

Chantal In Claude Neh 

■rene: Rivoli 

Marcio Colosseo, Odeon 


Dervrlte e II misterioso viandante 
un duetto dalla Classe (peccato 
non sentire le voci originali ), con il 
prono conquistato lentamente dal 
racconto dolente di qupUVonio 
che conosce icolon delta morie 
Ma purtroppo II colonnello Cha- 
ben non è all'altezza dell'Inizio 
promettente, che la quasi dimente 
care la dimensione reboante, un 
po da gzrmrlcur francese dell ope¬ 
razione Il fatto è che appena si al¬ 
lontana dal personaggio principa¬ 


le, il film npwmba nell illustrazione letteraria tra interni ben ncostrolfi db 
gressiont un po’ tediose, sonate di Schubert e Scarlatti Cosi assetiamo al¬ 
le schermaglie poco amorose ira la supposta vedova di Chabert, donna 
ancora piacente nonché facoltosa, c il di lei nuovo manto un consigliere 
di Stalo che ambisce al titolo di -pan- di Francia, e per quello è pronto a 
tutto 

Salve Yves Angelo sulle note di regia 41 denaro per Balzac è smi- 
menlo e causa di ogni condotta socalc- Nel restituire questo punto di vi¬ 
sta, magar con un occhio all'usuraloGobseckdellaCommerfiaumano, il 
cineasta si diverte a intrecciare dialoghi nei quali i soldi regolano e deter¬ 
minano ogni rapporto Derville propone a Chabert solo una transazione 
finanziaria (pur simpatizzando con quel -fantasma- ) la contessa Fei- 
raud tiene legato a se il secondo marno utilizzando i cordoni delta borsa, 
e lo stesso Chabert, nella trasferta a Gtoslay con la moglie pilota la situa¬ 
zione abbassando calzando i termini delia trattativa. 

Per fortuna Yves Angelo nesce a sottrane il suo film a quel sapore 
stanilo e polveroso tipico del cinema In costume di ambiente ottocente¬ 
sco specialmente nella descrizione della vita misera dell'ex colonnello di 
Francia dapprima quella lana fenda e verdastra, popolala di orsi da circo 
lenun alta catena alta fine dopo essersi ritirato nell'ospizio fuori città 
quel sentasi appagato di fronte ai poveri doni (pane bianco, tabacco vi¬ 
no; porta» dall avvocato Fanny Ardant (la contessa) André Dussolier 
(Ferraud) e Fabnce buchini (Derville ) si intonano con scrupolo profes¬ 
sionale al clima generale, ma è Depardieu a ironeggiare sull'insieme 
quasi senza muoversi, senza i soliti tic, esibendo una saggezza calma e 
semleche lutti vorremmo possedereda vecchi [Miete» Am*kM) 



MIMSHF DI 01 STONI I Al IN ITTICA 
I lino viiinnciiro vii Uvonvc di 
i iiiivilimiinr in nini icmiufiu per 
• iniliiciiiilivii 
• illuminili amnisliMt 
• |iiiigianiin miri eopv ranni fiuuivia 
•tiimlii'i 

•ipuulliill c ilkv min 

• ilinpiui imurnmivui i 
•ululimi nuTunuiv un,Inni 
• ialini fiuuuuiari.impiqpli 
« annulligli,non |iiF 4 i 1 ki 


I ' uni giuda a livello nanpor 
(ir i|';'!i;j i k nuovi leggi 

mi min jmliiuui ( unii 


Si rirev* meraJtnante in abbonamento 
versando IH. 40.000 sul c/c postato fi. I 0 M 2 J 3 J 
intestalo ct: Habitat t/o Editori del GrHo - Mon tt puk i tmo (Si) 


« 


J 




















lina O l'Unita# 




Venerdì 17 febbraio 1995 





MATTINA 


US IHmumUL Contenitore Aitili 
Wno 6 45 7 30 8.30 TG 1 FLASH 
700 8 00 9F0 TG 1 7 35 TOH ECO¬ 
NOMIA (919148331 

U» TOl-FLASH. (41482911 

US CUORI SENZA ETÀ TI (8257794) 

ItUt TOl (419821 

IMS K CERCA 0 AMORE. Film comme¬ 
dia (LISA 1964) All mietilo 11WTG 
1 (36485241 

11» «HE FlIOE Rubiica. (B290340) 

1UI rei-RASH (32291) 

1U5 LA SNMMA IN SULLO. Tetellm 
ConAngelaUnsbury (4575036) 


POMERIGGIO 


MJ» TfUMOHNALl 15901) 

KOS HEBEN0 -CRONACHE ITAUANE. 

Attuanti (63562) 

14» SALAMOI Gioco (244036) 

UH SUD019*1 Telefilm (3220949) 
IMS SOLLETICO Contenitore Conduco¬ 
no ElieaMlla Ferrscm e Mauro Se¬ 
no (63491851 

1TJ0 MURO Telefilm (82911 

IMO TOl 

«SS VIAGGIA* «ORMATI 

(67727) 

11» 9T0RKMCRHMHU TI (494331 
1144 LIMA RAM Gioco 15962659) 



MS NEL REGNO DELLA NATURA. Dace 
mentano (9761949) 

7.N OVANTE STORCI Cor.'enlore 
(4475253) 

7» DOOGEHQWSE A- Tf (9746630) 

8.15 BUCX STAUION. Telefilm 
(4184543) 

440 BEAUTFU. (flepfea) (22675S?) 

IMO REBUS ITALIANO All mente LO 
SPORTELLO DEL CITTADINO Pu.Ur 
d|5M7) 

11.90 nUUIMGHC Attuami 16036) 

11» TG2 33 10076307) 

11.4$ TO2-MATTMA. (7965098) 

12.49 I FATTIVOSTM Veneti (65340) 


13.09 TG 2 GIORNO-196843) 

1345 TG 2 ICONOIIU. (6264123) 

13.45 OVANTE STORC RAGAZZI Conlene 
lare (2597369) 

14» PARADISE BEACU (21562) 

UH SANTABARBARA 19603630) 

15A0 UCROHACA IN OMETTA Alluelila 
All Memo alle 1545 1700 TG 2 
FLASH (6097272) 

Ilio TQS-SPORTSERA (3744456) 

1US IN VIAGGIO CON SERENO VARIABI- 
LE. Attuatili H645543) 

1845 MIAMI VICE SQUADRA ANIDRO. 
GA Telefilm (9631659) 

19.45 TG2 SERA (9951231 


4» EURONEWS. (6657017) 

7.41 nOSOFIA (42659! 

7B5 PASSAPORTO PER L'EUROPA 

(4060104) 

7» STORIA DI UN CONFLITTO 

(23995431 

T» flLOSOFlA (4846524) 

LOS CI SVEGLIAI*} ALLE 7 (4152833) 
4.10 ALFABETO IV (8647945) 

840 ENCICLOPEDIA (2275901) 

14.15 tt!EO SAPERE. (24473401 
14» FANTASTICA ETÀ (7182456) 

1115 FANTASTICA MENTE (3971949) 

11» SCI Coppa del Umico Discesa fem¬ 
minile (32113307) 

13» OOVESOHOlPMENEf! |531524| 


*4» TGATTQ3POMERIGGIO. (6696291) 
R50 TOMI ITALIA (669185) 

15.15 TGS ■ POMERIGGIO SPORTNO. «I 

I dittine (4047123) 

1829 PALLAVOLO FEVMNLE Campo- 
nato italiano Fincres Rana-Fo»ape- 
drelt Bergamo (1960456) 

15» TENNIS AIpToor (849920) 

16» V1KOSAPEIK - L'OCCHIO DEL FA¬ 
RAONE PARLATO SEMPLICE 

1977651 

II» GEO Documentano (<3SB| 

UGO TG3 SPORT (61543) 

14* PISENE. Attuatiti :6577365, 

14.90 TG87TGR Telegiornali 1622494) 


7» TRE CUORI M AFFITTO Telelilm 
Con John Rittar |1730) 

7» OMfTTO DI NASCERE TOenevela 
Con Veionica Castro (6807) 

4» MANUELA Terniowli. (1466369) 
845 GUAOAUK. Telenovela. (5007271) 
9» CATBE D’AMORE. Tri (6155833) 
156 BUONA GIORNATA Ccrdemtore 
ConOjcono Pali u a Rosselli e Cesa 
reCaaeo isuuesi 
1899 ORANOIMAGAZZML (7208320) 
18H FEBBRE D’AMORE. Tn (3397348) 
11» T6 4 |S301369i 
1155 RUBI Telenovela. (80645712; 


13» SENTIRI Teleromanzo (5524) 

13» TG8 (8611) 

KM NATURALMENTE BEILA-ME0WNE 
A CONFRONTO. Rubi,Ci Conduce 
Daneu Rasali (53185) 

RH SENTIRI Teleromanzo (2336611) 
15» CUORE SELVAGGIO TMenovei 
Con Edith Gonzales (824611) 

11» LA OCMKA OEL MISTERO. Tetenove- 
le (566781 

17» PERDONAMI Sta» «38» 

K00 LE NEWS DI FUMAI Attuanti Con¬ 
duce Gimnoto Funai! All intorno 
19 MTG4 (784263021 


I» CMO CIAO MATTINA Programma 
per-agazzi (38528456) 

I» CMPS. Telefilm Con End Estrada 
Larry VfilCOI (1181727) 

19» TJ HOOKEA Teieliim Con William 
Sitatoci Ron Joseph (1923678) 

11» VUAGt Attuatili Acuradileonai 
acPasquinefl, (iSitHZj 
11» MACGWER TaleMn Con Richard 
Dean Anderson 17776962) 

12» $TUO» APERTO (6434369) 
li» FATTI E M5FATTL Aduafiti A cura 
di Paolo Uguorl (90727) 

12.41 STMRO SPORT. (62395621 


KM STUDIO APERTO. (22727) 

K» VliAGt Attualri (3736727) 

K» NOHE'LARAL Show (531E14) 

KM SM li Contentine (41614) 

*445 STAR TRE*. THE NOTI GENERA 
TIO». Telefilm (3205746) 

17 K TALI RAMO. RutoM (1365431 
IT» UflHK UN ANNO DOPO 
14636630) 

18» WLLYL PRINCIPE DI MAIL Teto- 

film 17125621 

1L45 VUASE AttiLliti (9493543) 

1850 SUPER80T Telefilm 15147543) 

11» STURO APERTO. (76300) 

11» STUDIO SPORT (4814185) 


CANALI 5 


6» TGS-P1NMAPAGMA Attuami gior 
Mistica (9178681) 

9» MAURIZIO COSTANZO SHOW Talk 

show Conduce Maunzio Costanzo 
con la pariecipaz one di Franco Bra¬ 
canti Flega di Paoto Piefiangel (Re¬ 
plica! (24383253) 

IMS FORUM Ruùica Conduce Rita (tu¬ 
ia Chiesa con il giudice Sani) Lichen 
Reda d Elisabetta Notatoci Latom 
(85090361 


fi- Fr 

13» TG8 Noti!ino (65456) 

13» SGAMBI OUOTVHANt (3436630) 

13» BEAUTfUL Teleromanzo (576901) 
li» COMPLOTTO DI FAMIGLIA Goco 
Conduce Alberto Castagna (1758630) 
15» AGENZIA MATRMOMIALi Rubrica 
Conduce Marta Flavr (2410524) 

IT» SURBWUMAN SAMURAI (69611) 
17» STARNMT Srt-com (353833) 

175» FLASH TG 5. NoBmo (4097553071 
Ut? ÒR. 1 PREZZO E' GUSTO 1 Gioco 
Conduce Iva Zanlccfii (200072299) 
19» LA RUOTA DELIA FORTUNA GtoCC 
Conduce Mike Bongiorno (2748) 


»» HUGIORNAli (6301 
29» l FATTO Attuanti A cura di Enzo 
Bigi (95849) 

M.49 BOPEROUMK Documentino A cu 
ridi Piero Angela. (8643727) 

2245 TGl (1650611) 

2255 KCOMM SERATA Varttti Voci 
personaggi e stona della none' Con¬ 
duce Alessandra Casella con Gioele 
Oli 14041746) 


NOTTE 


8» TOl-NOITt (620470) 

0» VtDKMAKRE - STORIA DI UN CON¬ 
FUTO DocumenU (764991 
9» SOTTOVOCE AltualllB (6874963) 
110 OOCMUSKCUIB (9014012) 

1» lFATTO (Rapite») (11638706) 

1» l PELLICANO RIBELLE. Sceneggia 
ipHcal (2977673) 

K-UP 1 Replica) (3768166) 
ÀVVENTUflE OEL RESTAURO, Oocu 
menu (95319251 

2» DUCI IMBUTI CON- Documenti 
(323083831 


2915 TGS-LOSPORT (131727) 

M» I FATTI VOSTRI Variali Piazza Ita¬ 
lia di sera Conduco Giancarlo Ma¬ 
gnili (8653974) 


20.» BLOB. IH TUTTO DI PIU Vdeofiaro- 

menti (5535253) 

28» DOPPIA I0ENT7TA’ Film poi ziesco 
(USA. 19891 Con Theresa Russell 
Jelf faney Regia di Sondra Lotta 

(85253) 

22» re 3 • VENTO* E TRWTA Tele 

giornale (58017) 

2245 SPECIALE 3 Attuatili Conduce An¬ 
drea Barbalo 1981104) 


20» PERÙ KRA TelenovMi Con An 

dreadei Bota 160603401 
a» VMGGIO ALLUCINANTE. Film lame- 
auenza (USA 1966) Con Stephen 
Beyd Raquel Wefch Regia d. Richard 
flHStfio A» Memo 2330 TG 4 
NOTTE (7016368) 


2840 KARAOKE. Musicale Conducono 
Fioretlmoe Anione! la Eta (76185) 
2848 l BOSS E U BUTRK0UL Film 
commeéa (USA 1990) Con Starter 
Branco MatthewBrodericl Ragadi 
Andre» Bergnan (217272) 

22.40 FATUE MISFATTI (5899494) 

22» NOUIMTS Rubrica 16607368) 




22» NO BISOGNO OHE. AOuafiti Acuta 
di Giovanni Anversa e Pier Guido Ca 
vallili. (40981 
2229 IG2 NOTTE (3369) 

24» VICEOSAPERE-L ALTRA EDICOLA- 
LA CULTURA NEI GIORNALI (41147) 
#15 WGUTO. Titolo naliano Post Mo 
sta. CiaramilaroCesijglione 
[11295321 

115 TENNIS Alp Indoor (2555351) 

244 APPUNTAMÉNTO AL CKMA 

(2621418) 

2» SANWMO COMPIATVOfi Progiam 
ma musicale (5631296) 


23» PUBBLWAMA ISKM751 
0» TG3 NUOVO GIORNO-LHMCOIA- 
TOTERZA Telegiornale (6M6321) 
1» FUORI ORAR» Cose (mari visto 
presenta LA GRANDE ESTASI DEL 
L INTAGLIATORE STEIFÉR Film 
19636012) 

tiS SCI Slalom grgame maschile I 
manche (25633494) 

3» TG3 NUOVOGTORRO Teleglcrnale 

(Replica) (3426693! 

3» OHNMUS (Replica) (1952012) 

4.55 sa Slalom gigante maschie T 
manche 130593166) 


8» re 4 ■ RASSEGNA STAMPA Aduaù- 
11 (7396682) 

845 NATURALMENTE BEILA MED4QHE 
A CONFRONTO IRepfica) 13963963) 
2» I JEFFERSON Telefilm Con Mie 
Evira tsabe! Sanford I5313TS9) 

2» TRE CUORI 11 AFFITTO. Telefilm 
Con John Rider (66550079) 

3» MAI OIRE SI Telefilm Con Pier» 
-Buscai |S2567M| 

8» I RAGAZZI DEL SABATO SERA Film 
commedia (USA. i»T9) Con Oennrs 
Bowes 841 Adler Regi 0> William 
Sachs (32328321) 


28» TG8 Notiziario (60726) 

28» STR2SC2A U NOTIZIA • U VOCE 
DEUTN8BTENZA Con Ez o Greggio 
a Enzo InocheNi (5428096) 

21.40 SUPERPAPEHSSIHA Show Condu¬ 
cono Lorella Cuccarmi e Marco Co¬ 
lumbio (967253) 

22» TARGEI-OCTROLO SCHERMO. Al 

tualila Conduce Gaia Oe Laurentlis 
Acurad GregonoPaoimi (7456| 




-t| » 


7115 COMMA COLA NOTTE Tf 

13124185) 

115 BALIA 1 SPORT (1084925) 

115 SGARRI OUOTOANl Attuanti (Re¬ 
plica) (3297673) 

1» STAR TRE*. THE NEO GENERA- 

TION. Telefilm (Raphca) (3811734) 
2» SUPERBOV (Replica) (4515470) 

IN U RAGAZZE Di BtANMV ToWllm 
(4523499) 

2» U SIGNORA E l FANTASMA Tele¬ 
film (45265861 

4» ICANNIAU. Film «rammaUco (Ita 
Ira. 19691 (91327012) 


23» MAURIZIO COSTANZO SHOW Tati 
show Conduce Maunzo Costanzo 
Al! interno 24 00TGM3791712) 

I» SGABBI QUOWHANI Attuai li (Re 
Mica) 14249963) 

1» STRISCIA U NOTE» - U VOCE 
DELL INSISTENZA (R) (9488050) 
2» 11) $ EDICOLA Cor) aggiornamene 
alle 300 4M 500 6M (4549437) 
2» A TUTTO VOLUME. (R) (9940012) 
3» L ANGELO. (R) (9951126) 

4» NONSOLOMOOA. (R) (466859631 


=3333 

8 MMIMIT H — 4 1 


T» BUONGIORNO MONTECARLO Al 

Inalili 13850123) 

I» NATURA AMKA Documentano I 
segreti del mondo animale Tre lune 
trecclidellanalura (84901) 

18» CHIAMAUTV Contorniate Condu¬ 
ce CartaUiban All interno (2727) 
fi» GALLAI Tetofifm U sentenza 
Con Patrick Oufty Larry Hagman Ln 
daGray (8524982) 

11» SCI CoppadelMondo discesatem- 
mintle IB148982) 


13» SALE, PEPE E FANTASIA Rubrica 
Un programma condono da Wilma Oe 
Angela (8123) 

13» THC SPORT (8962) 

14» TELEGIORNALI FLASH (46765) 
U10 L'UOMO 1» SIC. Film drammallco 
(USA 1948 Mi) Con Zacfiary Sedi 
BettyFteld (5710765) 

15» TAPPETO VOLANTI Varate Con¬ 
ducono Luciano Rispedì Rito Forte e 
«eltflfiuft! (4692123) 

17» CASA COSA’ Rubrica Conduce 
ClaudioLtppi (2465123) 

1845 TUE GIORNALE 19398982) 


28» THE LKM TROPHV SHOW Gioco 
ConduceEmtlyDeCesate (98524) 
28» TELEGIORNALE LA VOCE DI MON¬ 
TA»!!. (9345*2) 

2435 HOMEFftONT-Li GUERRA A CASA 

Miniserie Con Kyle Chandler Oidi 
Anthony William! (53371041 

21» FACCIA A FACCIA COI DELITTO. Te¬ 
lefilm (74562) 

22» TELEGIORNALE. (2524) 


2216 LEMUfEOKANOTTE0£l TAPPE 
IO VOLANTE” Vanela Conducono 
Limano flispofi Rita Fona e Meli» 
Rullo (64185) 

24» MONTECARLO NUOVO GIORNO. Al 

Untarne NBACTION (3406056) 

1.05 CASA COSA? (R| (6279896) 

2» Sa Coppa del Mondo Sialgm ge 
ganle maschile 1 minebe 'Diretta 
(11162341 

814 EURONEWS. (0693895) 

5» Sa Slalom gigante maschile 2 
manche Duetto (58990321) 



tiM CORNWMS Rutta» 
(453981) 

IBM IL FORMICAIO (Mi¬ 
eli 1*30527?) 

Kff lYURMMtWN 

(5312307) 

*U0 AARN4K11 ROSTRI I 

ylKollNM 1516312) 

*4* a» rea» ibmbd 
1?» CAOS UNI. li elusi! 
cadetdirchi piu venduti 
HW 

11» BMAMUO (527765) 
11» Mimmi Notizia 
Ito. 1197746) 

1846 KFOMNCM (95J086) 
UN CAMME. (651562) 
a» OJCH OAT Speoal 
(407543) 

ti» «tomo» m*azi 
ri («9092*59) 


0» (I CLASSE. (475920) 
li» AHOAMUU (Mi 

ca] (578636) 

ILIO IMCA E SPETTACO¬ 
LO mot 

14» W0RMAZXM RIOK5- 

NALL 1589746) 

IL» W4MKK40 luna. 

(61794*65) 

I?» CAM CAPOTTI 

(117949) 

tra ROSA TV All intorno 
MARILENA 1*35049) 
*9» 44WRMA2BM tWICL 

INAI (41483)1 

18» FUMI a ZUCCA 

(745340) 

28» KAiÌR CROCOaiE L 

Rm (877123) 

an iHMium «Eon- 

NALL (6532211) 

BM CUORI 84 RETt 
(468140) 


ini Italia 

14» MUBC4 E SPETTACO¬ 
LO. Veliera |M5»9) 
»» VWMJ4A Telenovela 
(26613681 

18» TilKtamUll REOD- 

N4U 1523311)4) 

18» 01 CUSSt Puh ice 

Conducono (Jena G-> 
vawiaEimieCortidoTe 

ttvh 

28» ZQNA040ÙERR4 Ftr 

K ua HJSA 19881 Cen 
S»nell Fnu u» 
#nal!J47364| 

BM TELEGWRNAU M04O- 
N4LL132111231 
an 1RD40 Magri n» a, 
moda rpehacoio e rullo 
qmllci che la tendenza 
886603) 

ZJ» C084VCV8E FA» BENE 

L AMORE Vinai Cm 
duca Decere Ciwwa o 
nettaci 



14» MPOMAZIONIREO». 

BtILE. (961104) 

14» POMERI)®) 846*4* 

066036) 

rii» «4M COMPARI 

(664036) 

111! rAAUUiai Coment. 
loro Conduce Mehn4a 
taenesp 16691041 
17 15 04 C4ASSE. Ijtr-n 
Conducono Mane Go¬ 
rami Elmi e C* redo le- 
doni» [56767Z7, 

mi REws ccmm 

18921104) 

18» HfOhMAZKWEhEOIO- 
Nili 1764666) 

2439 Mtl BLUETTE MXK 
DQ HO OUAtWO 

rem ccmmedu, Itali 
1976) Cm Momca vm 
Shelley Unterà |7»29l| 


m pt* 

Ilio STMS4M04M UN 
OnmiOMO 4 eor 
TOML Fin mnoeda 
Ie93’!*9] 

119 e 1«W8 (541475) 
g» «MI 0400410 f*« 

(3261231 

KM 1TJ4CGS4 MRACPLO 

Firn commedia (USA 
19921 ,988856: 

17» mov IAMMK 

(779291) 

N» MOOUÉ A SOR8RESA 

Fha commedia |USA 
1992) (5794941 

21» »0. Firn drammac ce¬ 
tonia 16631 i93S27l) 
»» RLKR40O. Film «■ 
sten (USA 1945). 
«WM 

I» R48AZZ1 *owm 

Film horror [USA 1987) 
[418124371 


tHè v W' r ’' 1 

tot WtCTOiOIft film 

s»ocoW«a.mc bfn) 
Con Genwi *«3lìn 
**> OVor. d 

£#**•*■ nxm 

:»» MLOrmMil Fin 
itonco (959W1IJ 

nm hadi mom m 

JIWJCO (311291) 

ÌMI PU DC TOiO«li F kn 

tìouo [M1384) 

*7M ♦ IH* (380938} 

ir* ruocnxo« ni 

stoico (1811M0t7) 

19* PUWTOMB Rto 

Stoico (SMKTp 

n* mKitxom fìt 

stonco.fiJS#») 

21 * ni or lOLom Fa»i 

stow» (O'WI 

TOl « OC TOlOtol *1T 

stoico 11*118»} 


GUIDA SHOWVIEW 

P»8f fogtslrflzc il Vosiro 
pcognrom» Tv dlflliar» I 
nwmen tM wVtwr &iam 
pan accanto a program 
ma cha volale registri 
r« sul programmatore 
*t*oiRiV»r«r Lasciata t unì 
M Slp.' Vostro 

v^eor agisti ato'e e i prfr 
gramma verrà automati 
camante registrato all o- 
t* indicata Per tnlorma- 
rioni «I Servizio dienti 
ShowVtse al latsiono 
CC/21 07 30 70 SteovVIaw 
* un marciikJ Odia Gem- 
ttas Oevelopmant Coppe- 
raMon CC> IBM -Ownaiw 
P B .rB»» « 4 i « Cavp Tutti I 
dumi sonoritervat 
CANAL» SHOYW1EW 
OOi Pallino 002 «a»- 
dipe 003 Paltre OW Re 
tea 005 Cana©6. 006 
Malia i 007 Tmc 009 VI 
deomusk. Oli Cinque 
stelle 012 Odeon 013 
Tela* i 015 Tele* 3 
026 TvHWla 



U '*»!—> UU-lÌ.1 


S 7 30 Questione di soldi 
Radio ancn lo. IO 30 Radio 
rro lì io Bautìful II diario 

®i>0, „ Pomeridiana li poi 

rlaoio di Radiouno t2 32Bu 

giorno Dottora. l3 

9 l*a«ra?. 13 4Ù Se 


ime 
uon 

.. 25 Che si (a 
Sereno è Un 


viaggio Ideale per la’ via dal 
mondo 15 Una 


--risposta al 

.1532 Galassia Quterv 
5 w NonaoloVerde 16 35 
In diretta 17 32 Uomini e 
camion, -Ogni sera Un mon* 

ffWWSffl'il.T 

manda dei cittadini 19 25 Mon¬ 
do Motori 19 38 Ascolta, si la 
sera 19 4^ Zappino 21 io Ra 
fliouno JM* 2Z 49,0901 al 
Parlamento 23 iOla lalefonala. 
Ogni notle la musica di 


ogni notte. O 33 Radio T \t 2 05 Arcltoupl dall 0S90'0 stono 
Paiolo nella nolie a(o> lami 0 dotti dolio umane cui 

turo 12 OO Scatola sonora, !■ 

« àrta 12 45 La Barcaccia 13 52 
catoi» sonora 2* parte 14 45 
NOtoairurre II toma dot Qiorna 
15.^5 Con g/7 occhi chiosi , DI Fo- 
derifto Tozzi 1616 Archivi del 

jiwìo 16 45* Duemila 17 45 
Hollywood parlv 19 15 Dentro (a 
aera 20 lSRadìolre «u4le 20 35 
i9pa»iando Godol Di Samuel 

SPfHfil WM 

Ulti mora 9 IO Voltapauma 
io 1Q filo diretto 12 30 Conau 
mando 13 IO Radiotoox 1330 
Rockiand 14 IO Musica e din 
torni 15.30 Cinema a siriaca 
18 46 Diario di bordo 16 IO Filo 
diretto 17 IO Vorsp sera 18 )b 
Punto e a capo 20 IO Saranno 
radiosi 


llodut 

5» 6.00 II òuonarornq rfi 
diodue 7 20 Parole gì yila 
□ nocctu esclamali vi _6.15 

dovecomequando 

KRJBR» 

Giornale Rai_. _ - 

r! che corrono 10 30313 
signor aonaietiuro 
mg incontro 
tra Ln campione 

msjsfi 

Anteprima. 19 1- 
RadiostarsniD. . 
nave delle stelle 

K’STWtt, 

Notturno italiano 

•‘SSBfnoVS? ifflass 





«D fatto» sopra tutto 
vince sull’intrattenimento 


VINCENTE 

Genoa Mllan(fleluno ore 20 30) 

6.660 ODO 

PIAZZATI 

Slrlsclalaitotlzla (Canale 5 ore 20 27) 

IHallO di Enzo Blagi (Ftaiuno ore 21 22) 
Beaullful (Canale 6 ore 13 45) 

La ruota delta tortuna (Canale 5 ore 18 57) 

MI manda Lubrano (Raitre ore 20 32) 

5 906 000 
5 7SB000 
4 696 000 
4 525 000 
«469 000 


□ f gonsoldnle vedere cht non solo ixi lutila di 
Mike o Reautilul fanno <tscolio m i cht è ancht 
I Informazione <> mlcrcssart il idcpubblico 
Cln sia infomioziont ulinca tome quella di 
SfnvIo/ano/K/ao stda e puntuale tome quella de) Follo di 
Bmgi Un |>o ili antidoto al «bromuro- dell fiwratlenMurarlo 
msonima A tale proponilo llkiminanle pud essere la vism 
m (li Quiz v/joiii il (ilm di Itolyral R< dlotd eh< r,leeoni i lo 
seamlato della prima indurne sulle (ridie Iclcvmw. Il re 


sponhabile del qiu/ Iruu alo (er.ivimo ik Kit dnniCmqujii 
la) gliislifical ilrufta die elido trulallro al quid" e -Maio 
sa vuole noi 111 liindo (acclamo inttaiu niziuelio' Diamo il 
pubblico (lutilo elio vuole» Questa «' proprio la filosofia 
< liti ha mosso prima tona Iv o |x>l eerta polii" a Por nln i 


vare! i osi tome siamo Quasi in mutande, in lutti i velluto 
dollu noslm vita Un pò d inlortna/ioiw rnsonima non 
fiiumta pe-r bllam lare I sbasii dell •Inirulluilmenlo- reali? 


70)1* Con 1 sondaggi 



TGRIM ITALIA RAITRE1450 

Il ministro del Lavoro Tiziano Treu ed il segretario genera 
le della Cgil Sergio Coflerati parteciperanno alla puntala 
odierna del Tg/ AD ordine del jxwno i problemi de) law- 
ro con particolare nfenmento ale propose di nduzione 
dell orano di lavoro alla Irastoimazione degli ufhcidieol 
lo< amento e ai navi contraili per i week-end 
SUPERQUAflK RAIUNO 2040 

Caraibi mare e spiagge di sogno sono il (ema odierno del 
programma di Piero Angola Un luffe con la telecamera 
dove I acqua è piu blu sui fendali caraibici e poi si passa 
nell oscurili di caverne molta* più a portala di meta gli 
anln ligun dose si trovano le tracce di strani riti di uomini 
corei 

SD FERRA PERISSI MA CANALE 5 2040 

Ultimo appuntamento con le disgrazie altrui Risate ga 
rantite dal repellono scello del vaneia di .Antonio Ricci su 
errori e infortuni dall Italia e dal inondo Lorella Cuccarmi 
e Marco Colu mhro com mentano tome al solilo le papere 
di Massimo Lqp. z Sandra Mondarne Raimcu*do Vianelk* 
le gaffe di Iva Za nicchi e gli erron di Fiorello alle prese con 
uno sixil Iv Abliellimcnli di contorno i disusili dei barn 
binicVdis iweniiire degli amici aquallrozampe 
LE MILLE E UN A NOTTE OEITWFETO VOU4MTE TELEMONTE 
CARLO»» 

Ancora un i finestra sui problemi del lavoro Questa volta 
re I salottod Luciano Rispoli dove siede come ospite Re¬ 
tro Lanzza sego tano generale dea Ibi 

PUBBLI MANIA 
FUUTRE.23 SO 

il lascino indiscrete della l nger e L ob ettwo buga avdacemanle sol 
io l vestilo scoprendo gl Indurnont dnoned oggi dalle guaina anni 
Venu alle sottovest ann Cinquama lino alle meraviglia cd regg sa 
no soprattutto quando fi ndossalo da Claudia Schiller Non mancano 
prestatoli giovanotti a esibirai in mutande di marche e tie spassos 
spoi reai zzai da Fedro Aimodovar nel i960 per slip al protemo fran¬ 
cese che cambiano colore e a ulano a vincere la solitudine 
MATT1NOTRE 
RA DIOTRE. 9 01 

Omaggio ad Alessandro Scarlatti composilc-re prescelte ogg dalla 
irasmisalcne condona da Sandro Cappelletto che propone una chic 
ca Lucano Pamott interprete di una romanza do L oneste degli 
amori uno del molli melodrammi compost dal musicista napoletano 



Ritratto di sciatore 
Herzog filma Steiner 

OT OS LA GRANDE ESTASI DELL'MTAGUATORE STEINER 

llfli fl Wmt tan» cet Wrter Sta*» Bactnetarle tareuta (1671) 

«■MI 

RAITRE 

Sci re porta de d nitore- menile proprio in quesn siami in Giappone 
si coire per la copp i del mondo maschile Dura sole 45 min,ni ma è 
unconccnir nudi rullo no c Ile Herzog due con 4 suo crema la sfida 
consc dessi il loie model pencolo In natura da domare Ecco allora 
mimilo |jer immjli gli il lenamenli dell ausi nato Water Smner cani 
pione del mondo <li salto con gli se i Valligiano che di mestiere la 1 in 
lugli dori Si.emer conquislO il record mondiale a Ranca in kigosla 
no m una gar i nmasl isjiwca proprio per la spettacolare caduta del 
fi) stesso Stesoci Ln preparazione la conceMB* ne la sohludre 
dell alida lai s|«rt vislo anche paradossalmente cune assenza di 
movimento 



14.10 L’UOMO DEL SUD 

«•Sta 41 »*• BihNz c» Ztthvy ScML Bahy FtaM J Canti Urti Un 
116451 ttuMI 

Fra pionierismo e mislictamo ur> grande affresco firmalo 
dal Renoir americano La lotta di un uomo e della sua la 
miglia che cerca il ristailo nella conquista delta propria 
terra Le tallone le avveisllà naturali la siccitì ai avvi¬ 
cendano con accanimento Ma lui riuscirà lo stesso nel 
suo talento 

TELEM044 ’ ECARLO __ 

20.30 DORMA IDENTITÀ 

Itati « Stetti Ltcfl ih TKr*u Atlt» JN1 Ftaty fittile Bzutzi. 
Ua(166M I10»n*t 

Sety poliziotifl a Hollywood Theresa la lasomosa la da 
esca ai delinquenti una vita d interno Tanto che ■ supe 
non la spediscono anche da una ps coioga Un bel giorno 
un caso piu complicato degli altri la mette oei guai Imo al 
collo Riuscirà a venirne luon’ Una donna dietro la mac 
china da presa la Locke di -Ratboy- 

RAfTRE _ 

22 40 VIAOQIO ALLUCINANTE 

•6*1 « IMVI FtafitMt 4M Sttpbm Sfyt litHl Wrtt EHM 
6ft*aim<lBHI lUtataM. 

Fantascienza che a suo modo lece scuote Dove si teoriz 
za la rivoluzionaria tecn cadetta ■miniaturizzazione-, un 
gruppo di scienziati viene ■iniettato nel corpo di un uo 
mo per cercare di debellare II male in seguilo al quale è 
finito in coma Inconlrl ravvicinali con piastrine globuli 
bianchi e plasma per un avventura di laniamedlcina -ab¬ 
bellita- dalia procace Raquel Welch 

RETEOUÀTTRO _ 

04 00 I CANNIBALI 

(dii 41 Llltan CtnM cm MI EtllM PMraCtaMMI Olita BnmNl 
(tatti |1»6| KMHh 

Una Milano disseminata di cadaveri te autorità che di 
sporcamente ordinano che i ribelli debbano rimanere In 
sepolti te borghese Antigone che scopre la d sumanitó 
del potere e insieme a tal Tirasi* mene m allo la disubbi 
dlenza civile seppellendo a lutto spiano Sessantottino 
spinto giàunpo di maniere all epos dell uscita 
ITALIA 1 
















Sport In «v 

SCI FEMMINILE- discesa libera RaitreeTmc ore 11 SO 

VOLLEY. AH femminile Fincres-Foppapedrefli flaifre.ore 1S 20 
TENNIS- Milano Atp indoor Rallre.or» 15 SO 

BASKET- Nba Action Tmc ore 24 00 

SCI MASCHILE: Gigante da F urano RaitreeTmc ore 1 55/4 55 


IL ritorno dequ HOOLIGAN. Era studiato l’agguato allo stadio. Major chiede scusa 




L’accusa di Lineker: 
«fl football 
è solo un pretesto» 


Firma nazista su Dublino 


Un irlandese morto d’infarto, venti feriti, qua- 
rantatrè persone arrestate. È il gravissimo bi¬ 
lancio degli scontri di mercoledì sera allo stadio 


bellico emergono nei confronti 
della repubblica irlandese Questa 
riuscì dopo lunghe lotte ad ottene¬ 
re I indipendenza dall Inghilterra 
ma non tutta una pane umane in¬ 
glese 

di Dublino provocati da un gruppo di nazisti in- conno i tuo» irlandesi e stato -n 0 

surrcnder to thè Ira', dunque non 

diesi. Le scuse di Major. ci arrendiamo davanti all'Ira Lo 

° hanno npetuto più tardi nelle stra¬ 

de di Dublino col saluto fascista e 
più tardi ancora, in coro quando 
sono stati scortau verso il porto o 
I aeroporto Nessun pentimento 
Anzi hanno uriato "We shall be 
back' (Torneremo) Lo shock Ira 
la gente di Dublino è immenso- 
■Non abbiamo mal visto nulla di si¬ 
mile. queste cose non ci apparten¬ 
gono-. hanno detto due signore ai 
microfoni della Bbc -Che se ne va 
dano, siamo un paese civile non 
abbiamo bisogno di dimostrazioni 
del genere- ha detto un giovane ti¬ 
foso irlandese agli stessi microfoni 
Ci sono diverse possibilità di in 
terpretare i commenta potilo Ma¬ 
lore il governo inglese sono ovvia¬ 
mente imbarazzali Ma siccome si 
vuole procedere col processo di 
pace ed un accordo con Dublino 
toma anche conto denunciare 
I accaduto come per dire -guarda¬ 
te come si comportano i sosleniton 
di coloro che si oppongono alla 
pace» 


Strasburgo, R Parlamento dà l'allarmo 
«Tifo neofascista In tutta Europa» 


H nolo dall a 


AUWIIMUMI 

i DUBLINO U (accia dell'hooh- zia di Dublino ma non è slato ab¬ 
bastanza Ora c è chi lenta di dare 
la colpa all Impreparazione di que¬ 
st ultima, ma dopotutto gli hooll 
gans sono paniti o da poni o aero¬ 
porti inglesi e nessuno li ha termali 
Entrare nello stadio per loro è stalo 
un monto Cosi si spiega il fatto che 
pur sapendosi inquadrau dalle te¬ 
lecamere e ben riconoscibili han¬ 
no deciso di portare avanti I attac¬ 
co contro gli Iriandesi 
John Williams direttore del Cen- 
Ire For Football Research dice -Il 
collegamento Ira certi groppi di ti 
(osi con I esiremismo di destra è 
noto da tempo ed abbiamo visto 
come si esprime saluto fascista 
uso della Union Jack (la bandiera 
inglese!, insulti razzisti 6 anche 
nolo che esiste un legame di iden¬ 
tificazione Ira lali gruppi e gli unio¬ 
nisti notdiriandesi ma questa e la 
prima volta che viene alla superfi¬ 
cie eoo una dimoslrazione cosi 
drammalica Direi però che a se¬ 
guito dei recenti sviluppi concet- 
nentl il piano di pace cera da 
aspettarsi qualcosa del genere- 
La radice "culturale' degli hooli- 
gans fascisti di cui parla Williams 
risale alla guerra delle Falklands- 
Malvinas del 1982 quando una 
vernata di belligerante nazronali- 
smo palnollico con nostalgie di 
prepotenza imperiale verme nutri¬ 
ta dalla propaganda di guerra e 
dallo stesso alleggiamelo dell al¬ 
lora primo ministro Margaret Thal- 
chcr Chiesta invece di presentare 
lo sconlio bellico come una dolo¬ 
rosa necessità espresse soddisla 
zione In maniera pubblica e mon¬ 
tale Usò I esortazione al paese 
Esultale' Esultate' con nlenmen 
to all abilità con cui ia Navy e la Raf 
schiacciavano gli argentini Diversi 
osservatori in seguito stabilirono 
collegamenti fra la vittoria nelle 
Falklons e la mimgueira del- 
IHeysel contro altn ‘latini Sui 
muri di Liverpool apparvero scolte 
allucinanti come “Italia Inghilter¬ 
ra 39-0" con rilenmemo al numero 
del morti italiani Durante i gravi in¬ 
cidenti causali dagli hooligan* in¬ 
glesi in Germania gli siogans (uro 
no incentrati su un gioco di parole 
che alludeva ad una terza sconfitta 
del tedeschi dopo quella subita 
nella seconda guerra mondiale 
Ora gli stessi siogans di carattere 


gan col saluto fascista e la bandie¬ 
ra Inglese è ricomparsa su tutte le 
prime pagine I telegiornali hanno 

trasmesso e ritrasmesso io smem¬ 
bramento del sedili di plastica del 
lo stadio i cui pezzi sono servili da 
proiettili contro gli esterrefatti tifosi 
irlandesi II ludo per lo spori e la 
preoccupazione politica ai vertici 
del governo si sono mischiati nelle 
dichiarazioni del maggiori espo 
nentl del calcio briiannlco e del 

E rimo ministro John Maior In una 
itera indlnzzaia a John Bruton. il 
premier irlandese. Maio* ha 
espresso II suo imbarazzo davanll 
al “comportamento da hooliganse 
vandali 1 che si è visto nello stadio 
dlDublmo 'llmlogovemofaiàtul- 
to II possibile per identilicare I re¬ 
sponsabili Ciò che è avvenuto è 
una vergogna Non si tratta della 
vera faccia dello sport La politica 
t entra GII incidenti sono siati or¬ 
ganizzali da un commando di litosi 
fascisti che ha contarti con gli 
estremisti proteslanli nordirlandesi 
che si oppongono al processo di 
pace Inizialo con la dichiarazione 
congiunta anglo-irlandese firmata 
a Dowmng Street nel dicembre del 
I99i L allarme lancialo dagli 
unionisti protestanti che vogliono 
rimanere sotto la corona inglese e 
che respingono ogni apertura ver 
so il governo di Dublino temendo 
di scivolare verso il processo del- 
I imitazione delle due Iriande ? 
stalo raccolto appunto da questa 
frangia di estremisti di destra ingle¬ 
si che pure vogliono mantenere la 
■Gran Bretagna grande" ovvero 
con Inclusa I Irlanda del Nord II 
commando di hooligan! ha usalo 
una tecnica paramilitare e con un 
occhio all effetto pubblico e (elevi 
sivo dell Impresa I membn erano 
già quasi tutti schedali e quindi no¬ 
ti alla Football Intelligence Unti in- 

Ì llese che olire alla raccolta di In 
attuazioni relative alla prevenzio¬ 
ne di Incidenti negli staiti Impiega 
anche agcnli segreti per infiltrare i 
citili di tifosi del calcio e stroncare 
sul nascere I loro piani d attacco 
Hanno evidentemente pianificato 
a lungo p« trasferirsi sul territorio 
Irlandese Impadronirsi di biglietti 
ed entrare nello stadio senza esse¬ 
re intercettati Apparentemente 
I Intelligence Unii aveva fiutato 
qualcosa ed aveva avvertito la poll- 


•V» 

ansato al (foto del cateto-. Da StrwUngo parto la tarme 
per aa temuto beane tra gli agitatori degl (tari e I 
■ n Me n m pattici di kptrafltiM neo ta r i tela. Il deputate 
lata itala d manche ra i. Oh» Fard, com p o n e nt e del 
Comitato eurepeo «entro H razziamo e la xencfabto tetta Ito 
da Mtttanand e Kehf, ka rotavate I problema nel cono dalla 
Huntono di tari. 4. Incidente di DobHno ha attornia t o-nono 
•ole un todomoM britannico. L'estrema deatra oriento I 
ami tentatoi per latta r Europa. Per «rompiti: tra i aappartar 
dal Parti St Barmain citano patenti Mattazioni ti 
«ponenti dal Pronta eatfaaale. Optare motta delia viotonza 
sportiva d arante fri incontri la Hata aeao da coHegarti 
affatatene destra-, Ford ha caletto al Cotonato di ivolgem 
«a tncttaata sa) tafana daatnWotanza sperttn. » 
parat i et t o europeo, eoi la sess Iona incorso da lunedi ad 
ottL avrebbe dovuto fon una discussione proprio in 
rotatone al lo vtotanze nodo sport partendo doga Incidenti «I 
deseva, e su proposta dell'on. Roberto Spedato (Frisi, (da 
poi par eompdcato problema d ripartisene dei tempi. » 
tana è alata caacoBate dail'ordlse dal atomo segnalando la 
pe rita di un'soceatone par r na a ar aMai dagli 
europartamentarl.H deputalo FrancoiaBemardH, di 
Menifla, un acceco supportar datl'Otympique Starsene, tur 
sodavate d prebtama dai la c apacttà deda Gran Bretagna di 

ode) 


ospitare 4n ire'atmosfera calma. Il campionato ' 

prosalato armo, ddspatatoBende Statone,diDtdrttoo.ha 
definito una -Wlia- guanto è accaduto e Sa ricordalo «he, 
proprio a Strasburgo. Sa Scontrato manifestanti del Fronte 
tallonalo di Jron-Mari» Le Pan (deputatoeuropeo anch'agì, 
adr.): ■Pensato che un groppo aSnta ha operato a Dubita è 
dswfo scon ce rt a ste-, CSSe 


m LONDRA. Gary Lineker è uno 
dei grandi nomi del calcio inglese 
un nome da esportazione, visto 
che è andato a chiudere la sua pre¬ 
stigiosa camera in Giappone, dopo 
aver conquistalo sul campo la fa¬ 
scia di capitano della nazionale in¬ 
glese Un calciatore da espone co 
me un vanto, da additare ad esem¬ 
pio per i ragazzi che si avvicinano 
a questo sport Attualmente Line- 
ker lavora come commentatore 
sportivo E pereto mercoledì sera 
era nello stadio di Dublino per 
commentare I amichevole tra Ir¬ 
landa e Inghilterra quando sono 
scoppiali gb incidenti 
Pad descrivala cot é successo? 
Ha mal asatattto a casa aknU 
sella sua carriera? 

Non ho vissuto di persona le trage¬ 
die di Heysel o di Hiltsborough 
ma è stata un espenenza paurosa 
Per fortuna nessuno è rimasto uc 
elso (a parte il tifoso irlandese 
morto per infarto ndr) Si e certa¬ 
mente trattato del peggior episo¬ 
dio di hooliganismo elle ho incon¬ 
trato nella mia camera Ci sono 
stati episodi fuori dal campo che 
come giocatore non ho visto, ma 
dentro ad uno stadio non ho mai 
visto di peggio 

CSirtloa Sa detto che ia partita 
tarata ripuntare-. 

Si poirebbe discutere sul latto che 
fase valeva la pena di aspettate 
un po di pii per vedere se la si- 
Inazione migliorava Ma non mi e 
sembrato comunque che cl fosse 
abbastanza organizzazione per 
questo Quindi forse non si poteva 
lare alinmenti ed è difficile dire se 
si sarebbe potuto creare una situa 
zione migliore La cosa ovvia è 
che quando si sospende la partita 
significa che i vinciton sono pro- 
pno quelli che volevano ortenere 
tale nsultato 

Cnta «Sa la polizia aia stata 
lenta a Intervenire? 

Credo che un episodio di violenza 
di questa portata non sarebbe ac¬ 
caduto in Inghilterra, perche la si¬ 
tuazione è sempre sorto controllo 
da parte della polizia e cl sono te¬ 
lecamere all interno degli stadi 
Ma non ci si può aspettare che I Ir 
landa sia a questi livelli di control 

10 perchè in passato non ha avuto 

11 problema dell hooliganismo 
Quindi suppongo che la mancan¬ 
za di preparazione sia comprensi¬ 
bile Forse era possibile circonda¬ 
re e isolare i responsabili Buttare 
fuori i tifosi inglesi dallo stadio Poi 
aspettare e vedere se si poteva n 
cominciare Ma è focile commen¬ 
tare a cose avvenute 

Creda ctw Vbighl (terra dovrebbe 
rinunciale ad ospitare n campto- 
nato europeo dal 1966? 

No Sarebbe come arrendersi da- 


QaryUnskar 


Richiami 


vanti agli hooligan Dobbiamo 
continuare a combatterti senza di¬ 
menticare che si tratta più di un 
problema sociale che di un pro¬ 
blema di football Al governo non 
place dover riconoscere questo 
Preferiscono pensare che si tratta 
di un problema legalo soltanto al¬ 
lo sport CiO che è successo a Du¬ 
blino nvela anche che dietro c è 
un fenomeno organizzalo in ma¬ 
niera politica con una) ' ' 
noranza capace di cau_, 
mensi problemi Questi gruppi 
sanno che il calcio offre un palco¬ 
scenico enorme sul quale esistersi 
e che possono ottenere il tipo di 
pubblicità che vogliono e che 
avranno nei prossimi giorni Ab¬ 
biamo dimostrato che in Inghilter¬ 
ra possiamo controllare il proble¬ 
ma. tenere questi groppi sotto 
controllo Se I Inghilterra non 
ospita il campionato, citi lo ospi¬ 
ta’ Forse l'Italia dove appena po¬ 
che settimane fa c’è sialo un mor- 
to’ Al momento forse c'è più hoo¬ 
liganismo in Italia che in Inghiller- 
ra Sia la Geimania che l'Olanda 
hanno aiuto i loro problemi Non 
sarebbe focile 

Cnd» eb« I canno intere po- 
trebbi tara di più par combatte¬ 
re IfmilUanismo? 

SI L’hooliganismo fa certamente 
parte della ’ yub society" (società 
prepotente, ndr) ci vuole della 
volontà politica per nsolvere il 
problema è un comportante che 
deve essere debellato C’è anche 
da dire che questi hoohgans non 
vengono arrestati o messi in car¬ 
cere E francamente non so per¬ 
ché 


li governo irlandese: «Come faranno a garantire la sicurezza?» Havelange: «Quel torneo non si tocca» 

Inglesi sotto accusa: «No agli Europei ’96» 


m GII incidenti di Dublino sono 
un duro colpo per tlnghikeira che 
ora nschia di perdere gli Europei di 
calcio del 1996 Dopo la notte bra¬ 
va degli hoohgans da più parti si 
sono levate voci cnliche sull op¬ 
portunità di for svolgere il torneo a 
Londra Ora i vertici calcistici inier- 
nazlonall tentano di frenare ma il 
caso è ormai esploso 
La reazione alla notte di vlolen 
za si era avuta fin dai primi com¬ 
menti raccolti sul campo, allo sta¬ 
dio lansdosvne Road L e* capita¬ 
no delia nazionale inglese aveva 
detto che I Inghilterra avrebbe do 
voto nnunclare agii Europei ten al 
tre bordate sono armale dal Mini¬ 
stro dello Sport irlandese Bernard 
Ailen -Come possono pensare i ti¬ 
fosi Irlandesi e quelli di altre nazio¬ 
ni -si è chiesto - di poter andare in 
Inghilterra per assistere in pace a 
delle partite, quando c è gente co¬ 
me quella di lon sera?» Ad Alien 
ha risposto I omologo britannico 
Michael Howard -È diffìcile pren¬ 


dere delle misure preventive - Ila 
dello - quando un cerio numero di 
teppisti ha deciso di andore in tra¬ 
sferta a provocare disordini Pur 
troppo non possiamo assicurare 
con certezza che episodi del gene¬ 
re non st ripeteranno. 

Footbaf Assoclattoo In crisi 

Questa è stata una grave battuta 
d arresto - ha detto il segretario 
della Football Associatlon (FA) 
Graham Kelly - ma non facciamo¬ 
ci condizionare da essa Noicisen 
tramo pienamente in grado con le 
giuste misure di polizia e iurte le 
precauzioni adottate nel corso de¬ 
gli anni, di organizzare i campio¬ 
nati» Lo stesso pnmo ministro in 
glesc John Mafor. die ha inviato al 
premier irlandese lohn Bniton un 
messaggio in cui ha condannato 
d'imperdonabile e delinquenziale» 
comportamento dei tifosi Inglesi 
ha Indicato che nonostante la pia¬ 
ga degli hoohgans non intende n 


nunciare all'Importante appunta 
mento A rilanciare i dubbi sono 
stati però i giornali londinesi ieri in 
edicola Numerose legate hanno 
scritto che alla luce dei fatti di Du 
blino sarebbe temerario insistere a 
organizzare gli Europei su suolo 
bntanneo -Fermateli non possia¬ 
mo ospitare I Eurocoppa 96» mo¬ 
la The Sun uno dei labloid piu po 
pofan Invitare le migliori squadra 
d Europa è come invitare i tuoi 
amici a un percorso a rischio» e co¬ 
me -invitarli in una gabbia di cani» 
d tifosi europei non devono essere 
soggetti a questa teppaglia» ha OS 
seivaio il Daily Star 
Ma la Uefo non intende assume¬ 
re «decisioni precipitose» L organi¬ 
smo europeo ha chiesto a foglili 
terra e Eire di presentare ra piloni 
separati sugli scontri uie saranno 
discussi in una riunione in calen¬ 
dario pei il mese prossimo Co 
munque 1 indicazione di massima 
fin d ora è die si proceda con 1 or 
gamzzazione dei camptonali Curo 
pei come stabilito Di ha dichiara¬ 
to Lais Christerolsen membro del 


I apposita commissione dell Uefo 
•Queste core non succedono solo 
in Inghilteira- Lia detto Anche la 
Federcalcio tedesca si è pronun 
ciato per mantenere I Eurocoppa 
in Inghilterra e cosi la Federcalcio 
italiana Antonio Malanese presi¬ 
dente della Federealcio (ma an 
che vicepresidente dell Uefo! ha 
detto «Per quanto siano stati gra 
vissimi gli episodi di Dublino non 
possono prendere il sopravvento e 
omettere in discussione to svolgi 
mento in Inghilterra dell Europeo 
96» 

là Fifa prò Europei 

Stesso parete quello del presi 
dento della Fifa Havelage che Ila 
precisato che la sicurezza e una 
«questione di ordine pubblico del 
la quale si devono occupare le au¬ 
toma politiche della lillà o del pae¬ 
se dove vengono disputate le gare 
Non incolpate il calcio dei proble 
mi sociali di un paese L unico mo¬ 
do di impedire in assoluto che 
scopp.no incidenti in uno sport 
che interessa 100 milioni di essen 


umani sarebbe di chiudere gh stadi 
e costnngere i tifosi a guardare le 
partite alla televisione» Sulla stessa 
lunghezza d’onda il segretario ge 
iterale della Fifa Joseph Blatter 
•La violenza non è nel calcio è nel¬ 
la società» 

Gli incidenti di Dublino rilancia¬ 
no il dibattito sulle norme di sicu¬ 
rezza anche in Italia II modello in 
glesc- nella lotte alla violenza viene 
ridimensionato’ Mano Pescante, 
presidente del Coni lo nega •Oc¬ 
corre ricordare - ha delio - che st è 
giocalo a Dublino e non in Gran 
Bretagna dove è applicata la legi¬ 
slazione anti hooligan.*. Quindi 
non reto appiglieremo integral¬ 
mente le norme contenute nelde- 
crelo legge che si rifanno alla tegi 
statone inglese Auspichiamo an¬ 
zi siano estese alle dichiarazioni 
del dopo partita degli addetti ai ìa- 
von quali i presidenti delle società 
calcistiche che. anche recente¬ 
mente mettendo in dubbo l'one¬ 
stà e la correttezza del sistema 
sportivo hanno fatto il gioco delle 
frange estreme della tifoseria». 


i 

















campionato. Dopo Cenoa-Milan nuove polemiche. Il rossonero se la prende con l’arbitro 


Di Canio accusa: 
«Ancora ingiustizie» 


Doveva essere la partita della riconciliazione, 
della grande pace dopo la domenica di sangue 
in cui fu ucciso Vincenzo Spagnolo. Invece a 
poche ore da Genoa-Milan, nuove accuse rosso¬ 
nere agli arbitri: parla Di Canio. 


nutNeam« 


■ MILANO «Altro che riflessioni 
sul calcio violento basta un arbitro 
come Beschln per rovinare una 
pattila e far del male al calcio» 
Mllanello, addio al falr-ptay e a 
luUi i buoni propositi La giornata 
che non ('aspetti Paolo DI Canio è 
Infuriato e mentre i suol compagni 

t irano alla larga, eccello Panucci, 
n cerca i nllettori e la mette giù 
dura Ce I ha con l'arbitraggio det- 
I «lira sera nel recupero di Geno- 
va Paria a ruota libera, ed è un di¬ 
scorso francamente imbarazzante, 
non perché sa sbaglialo de» lutto 
nel contenuti, ma proprio perché il 
momento è sbagliatissimo Di Ca¬ 
nto pero non lo capisce va avanti a 
teste bassa chiede la-par condicio 
delle giacchette nere», fa indiare 
complotti arti-Milan a fasore della 
Juvenius Tutto infervorato, I ex 
•eroe del Quarnccìolo» dei tempi 
laziali Davanti a lui facce sbigottite 
e perplesse 

Addio fair play, addio scudetto 
anche se In realtà il Mllan era giù 
fuori dal giochi ben prima det ver- 
detto di Marassi Adesso però que- 


ZIIOeiHM 

sti 12 punti dalla Juventus sembra 
no un muro invalicabile Addio 
con rabbia Dna volta era Fabio 
Capello a litigare con gli inviar, di 
Casann ha durato un intero girone 
d andate Quando si è placata la 
luna dell'allenatore ecco saltar 
fuori Di Canto, a riassumere Ione 
gli umori nascosti, repressi a sten¬ 
te dello spogliatoio rossonero 
«Ho insto dare al Genoa un ngore 
Inesistente Pensare che su di me 
non ne sono siati fischiato un paio 
che erano sacrosanti Beschin citta 
penalizzato Se ha arbitrato cosi 
per una questione di ordine pub¬ 
blico poteva dircelo saremmo re¬ 
stati a casa- Ce n é anche per I al¬ 
lenatore del Genoa. Marchloro -Si 
lamenta-’ Ha un bel coraggio Noi 
ci slamo presi le noslre responsabi¬ 
lità, altri Invece maquièimpossl 
bile continuare a lare i signor sia¬ 
mo Incavolati nere- SI parla pro¬ 
prio al plurale limone ha subito 
una serie di scorrettezze incredibi 
li é stato picchiato per tutta la par¬ 
tita. ma nessuno per questo ha n 
cevulo punizioni di alcun tipo» 
Conclusione’ In linea col resto -Il 


presidente della Roma, Sensi, non 
è un pazzo e se ha detto certe cose 
un riferimento a Juve-Roroa, si 
presume ) significa che ha lattoco- 
me i cani da lanuto, si è accorto 
prima degli alto di certe cose» 
Insomma uno sfogo in piena re¬ 
gola da avvocate difensore del Me 
lan in realtà non è detto che la so¬ 
cietà sia contenta di questa arrin¬ 
ga anzi, anche se il malumore 
conno la classe arbitrale è cena- 
mente alto e non da len Negli ulti¬ 
mi due anni il Mi lan ha ottenuto un 
solo ngore a lavoro (contro te Cre¬ 
monese H 15febbraio'94).Ira l'al¬ 
tro sbagliato da Savicevic e (nella 
«petizione) pure da Cos'acuita 
Per risalire all ultimo penalty se¬ 
gnalo dalla squadra rossonera bi¬ 
sogna andare proprio a un Mtlati- 
Genoa datato 24 gennaio '93 
Anche Cnstian Panucci che a 
Marassi si è fatto molte onore (un 
gol un altro gol ammutiate e un 
palo) fischia Beschin «Per una 
partita cosi occorreva un arbitro di 
personalità non quello», poi confi¬ 
da di segnare un «Vltlan tipo Bar¬ 
cellona capace di vincere lo scu¬ 
detto all ulum» giornata» 

In vista detta trasferta di domeni¬ 
ca con la Lazio notizie poco buo¬ 
ne anche dall infermeria- Savvce- 
vic. bloccato l'altra sera da una 
contrattura al rotto femorale della 
gamba sinistra sembra fuori cau¬ 
sa cosi anche Boban che pure len 
non si è allenato per il mal di schie¬ 
na Tassotn Calle prese con un pol¬ 
paccio dolorante Simonc non si è 
allenato per una botta rimediate al 

S nocchio «lem Alberimi, che sol¬ 
idi borsite 



p 

! 

PI 

Hi 


« • - 


Ma DI Catto «Oace«rtt M Mha 


Rapisarda 


DECRETO MARONI. Martedì la Camera vota. Iter difficile 


DELITTO DI GENOVA. Interrogato Simone Barbaglia 


Norme con futuro a rischio 


«Col coltello ero un ultra» 


NOSTRO SERVIZIO 


ai ROMA Sfitta a martedì il voto 
della Camera sul deceto contro la 
violenza negli stadi L assemblea di 
Montecitorio ha Ieri avviato I esa¬ 
me del provvedimento, nel lesto 
modificato dalla commissione Giu¬ 
stizia, dal quale é slato eliminata la 
norma Introdotta dal Senato sulla 
compartecipazione delle società 
sportive al pagamento delle spese 
per II mantenimento dell ordine 
pubblico, m occasione di manife¬ 
stazioni sportive 

Proprio su questa norma si è 
concentrato len, pnma del rinvio 
alla prossima settimana ri breve di- 
hallIlD alla Camera L orientamen¬ 
to é quello di approvare il testo 
modificato. Mezza vittoria per Ma- 
larrese Mezza perché consideran¬ 
do che II problema dev essere af 
(rotitelo, sono rimi presentali due 
ordini dei giorno che impegnano il 
governo a studiare le modalità per 
un eventuale coinvogtmento delle 
società In queste spese Tutti a fa¬ 
vore gli Interventi Per te progre-ssi- 


eamm 

sta Anna Rnocchlaro la scelte di 
sottrarre le società dal contributo 
economico dev essere chlaramen 
te motivala e non demagogica 
Tullio Gnmaldi di RKondazionc re¬ 
spinge I Idea che si sia in presenza 
di una privatizzazione del'ordine 
pubblico Molto più draslicM pareri 
dei parlamentari dell'ex maggio¬ 
ranza ■Pressapcchismo sull ondo 
dell emozione- per Nicolo Pasetto 
di An «Intpolizzabile (appalto ai 
privati debordine pubblico- per 
I ex ministro della Giustizia Altre 
do Biondi grande appassionato 
delle due mote che forse non sa 
che le società ciclistiche pagano 
già per lordine pubblico 
E il governo’ Molto prudente il 
sottosegretario agli Interni Luigi 
Rossi, che si è rimesso alla volontà 
del Parlamento pur rilevando che 
«in alcune manifestazioni sportive 
l'impegno delle forze dell ordine è 
esternamente rilevante ed onero¬ 
so» Che è esattamente il concetto 


da mesi sostenuto dai sui (fecali di 
polizia e concretizzalo nell emen¬ 
damento dei senatori 

Il decreto, difeso a Venezia da 
Mano Pescante (che chiede però 
ullenon misure del tipo «inglese») 
corre però sul filo della decadenza 
Se la Camera, come pare probabi¬ 
le (lex missino Maunz» Gaspam 

10 dà per (alto) lo approverà nella 
versione modificata dovrà ritorna¬ 
re al Senato che a quel punte, avrà 
tre-quaiiro giorni di tempo per ap¬ 
provarlo (scade «281 sempre che 
i senatóri non vogliano npnsllnare 
come pare abbastanza probabile, 

11 toro testo A quel punto te deca¬ 
denza sarebbe sicura 

Intanto i gesuiti dalle colonne di 
Cantei Cattolica bocciano il decre¬ 
to definendolo di «difficile applica¬ 
zione Per il giornale gli episodi di 
teppismo andrebbero si punite ma 
■soprattutto prevenuti» E quest o 
pera toccherebbe -alle società caf- 
ciritche e alle stesse nlosene. che 
non ci guadagnano a sentirsi attn- 
boire la qualifica di covi di delin 
quenti e bande di assassini» 


■ GENOVA. Adorato offre quattro 
ore ren, dalle 15 alle 1920 nel car¬ 
cere di Chiavati (Genova) I inter¬ 
rogarono di Simone Barbagia il 
giovane tifoso milamria accusato 
Ml'omiadio di Vincenzo Spagno¬ 
lo Comé noto il fatto é accaduto il 
29 gennaio scorso prima della 
partila Genoa-Milan all esterno 
dello stadio Luigi Ferraris di Geno¬ 
va Il pubblico ministero Massimo 
Temte che conduce t'inchiesta 
sull'omicidio e sulla nssa degene¬ 
rate nell accoltellamento del gio¬ 
vane filoso genoano, si é latte nuo 
vamerte raccontare le vane fast 
dell episodio 

Simone assistito dall avvocato 
Stefano Savi avrebbe in sostanza 
ribadito la sua versione dei latti già 
resa al magistrato subito dopo il 
suo arresto. Ma in particolare. Il ra 
gazzo milanista avrebbe sostenuto 
che Vincenzo gli sarebbe andate 
addosso propno nel momento m 
cullili con ri coltello in mano, cer¬ 


cava di parare II pugno scagliato 
contro di fin dal nloso genoano II 
magistrato si sarebbe soffermato 
maggiormente sulla pnma lase 
quella precedente I accoltellamen¬ 
to per capire meglio le cause che 
hanno scatenate la violenza 

Secondo le dichiarazioni raccol¬ 
te dal magistrato dai van testimoni 
e indagati sarebbero stati i tifosi mi¬ 
lanisti ad msulrare e a provocare i 
genoani, che si trovavano davanti 
all ingresso della gradinata a toro 
solitamente destinala E su questa 
circostanza Simone avrebbe riba¬ 
dito che al di te degli insulti, al mo¬ 
mento deh accoltellamento r mila 
nlrii slavano fuggendo Inseguiti dai 
genoani 

Andare in giro con ri coltello per 
un tifoso udrà, sarebbe quasi un 
valore di riferimento un fatto che 
finalmente compierà e fa acquista¬ 
re peso e carisma nel gruppo È 
quanto Simone avrebbe in pratica 
ammesso len davanti al magistrate 


- ed è anche I elemento di novità 

- il quale ha voluto conoscere più 
a (orafo I ambiente della tifoseria, 
ambiente dentro cui Simone ha 
maturato I idea di procurarsi II col¬ 
tello da portarsi in trasferta In que¬ 
sta ammissione di Sunone di voler¬ 
si sentire un iena ulna, armato fi¬ 
nalmente di un coltello, é emersa 
te psicologia ancora fragile c im¬ 
matura del filoso milanista che di 
colpo voleva sentirsi «grande» a tul¬ 
li gli effetti. E le traslena di Genova, 
come già l'aveva definita alte luce 
di vane testimonianze il magistra¬ 
to, per Simone era stata dunque 
una sorta di -Iniziazione» Simone, 
in carcere ormai da 18 giorni, sem¬ 
pre in isolamento ma seguito at¬ 
tentamente dalle guardie e dal sa¬ 
nitari è apparso depresso e nervo¬ 
so Secondo I avvocato "improvvi¬ 
samente si è reso conto che te sua 
passione per ri cale» era sbagliata 
echeivalonsucuidoveva puntare 
per non rovinarsi te vita erano al¬ 
bi» 


SJ«Wog. An ronzo 
I prossimi mondiali 

1 prossimi campionati mondiali di 
steddog sr disputeranno per te pri¬ 
ma volta in Italia, dal 24 al 25 feb¬ 
braio prossimi ad Auronzo di Ca¬ 
dore i Belluno) lungo la pista di 
Palus San Marco ira AuronzoeMi 
sunna venticinque nazioni si con¬ 
tenderanno il trofeo alte guida di 
quattro razze canine nordiche 


Caldo, Viareggio 
Vincono Perugia, 
«lave «Roma 

Querii i risultati delle partite del 
torneo di Viareggio giocate ieri Pe- 
nigia-Padova 2-0 Roma-Bayef Le- 
vericusen 1-0, Nazionale sene C- 
fiorentina 0-0, Parma FVunas 2-0 
Juventus-Ban 2-1, Palermo-Sydney 
Marconi 80 


Caso Aldalr 

La Roma ol appella 
allaCaf 

È stato presentate ieri dalla Roma 
I ultimo ricorso possibile contro 
I omologazione de) risultato di )u 
wnlus-Roma, finita 3-0 con I ormai 
famoso episodio di Aldalr urtalo 
dal guardalinee II ricorso della Ro¬ 
ma dovrebbe essere preso in esa¬ 
me tra due settimane 


Pallanuoto 

Mercoledì 

ttaHa^pagaa 

Le nazionali di pallanuoto di Spa¬ 
gna e balia disputeranno un incori- 
tro amichevole a Barcellona mer¬ 
coledì prossimo alle ore 21 00 
Questi t convocati Altolico. Posti 
gitone Glustolist Vittorioso Genm 
Petronelh. Bovo, Angelini Ghibelli¬ 
ni, Silipo, Pomilio Roberto e Ales¬ 
sandro Calcateita. Sottani e Te- 
mellinl 


Calcio argentine 
Juve Interessata 
adAyala(Rlvar) 

Il difensore del River Piale Roberto 
Ayala di 21 anni uno det giovani 
più promettenti del calcio argenti 
no. dovrebbe essere acquistato fra 
pochi gtomi dalla Juventus per 8 
miliardi di lire Lo ha riportato ten il 
quotidiano argento» Clanro * 

. . ... 

Caldo, la Fifa 
«Head 
al tlme-out 

(eri a Zurigo Joseph Btatter, segre 
tono generale della Fila ha annun¬ 
ciato che la Commissione arbim 
della Federazione internazionale si 
è dichiarata favorevole all'introdu¬ 
zione di un lune-ouU per tempo 
durante le partile di calao Prima 
che te norma possa diventare ope 
rativa è necessraia tuttavia una fase 
di sperimentazione la Commts- 
storie Fila ha boccialo all unanimi¬ 
tà la proposto di aumentare a due 
ri numerodi arbitri inearopo 

CaiicìatoM 
bigio»* mordo 
l'Intorvistatove 

Un giornalista del -Daily Murar» é 
stato ripetutamente morso al naso 
dal calciatore Vtnme Jones ( Wim 
btedon) mentre tentava d’triteivt 
starlo All-aggressione» avvenuta 
in un albergo di Dublino poche ore 
prima di Eire-lnghiUeria la assisti 
to un dirigente della tederazione 
inglese In arrivo una lunga squali¬ 
fica 



CHE TEMPO FA 






Il Centro nazionale di meteorologia e eh- 
matologia aeronautica comunica le pre¬ 
visioni del tempo sull Italia 

SITUAZIONE: sulle estreme regioni me¬ 
ridionali nuvolosità irregolare associala 
a residue precipitazioni in rapido mi¬ 
glioramento Sul resto d Italia condizioni 
di variabilità con addensamenti ptu con¬ 
sistenti al nord, m partlcotar modo sul 
sellerà occidentale, associati a locali 
precipitazioni Foschie dense e nebbie I 
banchi potranno Interessare le zone pia¬ 
neggianti del nord e. localmente, quelle 
di centro 

TEMPBBATUflA' in lieve aumento sulle 
due isole maggiori e sut medio e basso 
versante tirrenico 

VENTI: deboli o moderati dal quadranti 
occidentali 

MANI: generalmente mossi 


TSMMKA-niM HMTAUA 


Bolzar*© 

0 

10 

L Acuita 

2 

10 

Veron» 

4 

10 

Roma Urbe 

6 

12 

Trieste 

7 

10 

RomaHumic 

7 

15 

Venezia 

4 

10 

Campobasso 

6 

10 

MUaoo 

3 

14 

Bari 

6 

17 

Torino 

0 

16 

Marioli 

7 

13 

Cuneo 

3 

16 

Potenza 

4 

9 

Genova 

10 

18 

S M Leuca 

9 

16 

Bologna 

5 

9 

Regolo C 

8 

16 

Firenze 

e 

13 

Messina 

12 

16 

Pisa 

7 

14 

Palermo 

10 

17 

Ancona 

4 

14 

Catania 

5 

18 

Perugia 

a 

12 

Alghero 

11 

14 

Pescara 

2 

17 

Cagliari 

b 

19 


TWPERATVM àUntTM 


Am3ierdafn 

6 

11 

Londra 

4 

13 

Arene 

8 

1S 

Madrid 

8 

16 

e#fMo 

€ 

9 

Mosca 

7 

3 

Bruxelles 

7 

13 

Nizza 

e 

16 

Copenaghen 

4 

5 

Parigi 

9 

16 

Ginevra 

9 

10 

Stoccolma 

0 

4 

Helsinki 

2 

3 

Varsavia 

6 

10 


Lisbona 13 !B Vienna s 13 



ri&iità 


Tariffe di abbonamento 
tìm— Annuale 

7 nume» + miz edrt L 400 000 

6 numeri ♦ Imz ed»_L 365 000 


7 numeri senza imz edit 
6 numeri senz* imz edtL 


Cateto 

7 numeri 
6 numeri 
Per abbonw 
I Arca SpA, 
presso le Fe 


L 330 000 
L 190 OOP 


Semestrale 
1-210 000 


L 169000 
-L 149000 


Annuale Semestrale 

L 780 000 L 395 000 

, L 685 000 C 355 000 

amento tuie cp n 45938000 mfestàto a 
, ... Due Macelli 23 13 00187 Roma oppure 
egeraarom del Pds _ 


Titffe piibbbetw 


Amori 

Commerciate fetide L 5000*! 


I^rnm45> 


30) 


CornuteiCMfe lenivo L fi20<KM) 

, Feriale Festivo 

Rrtestia I- pog 1" lascici*: L 4.800 000 i S-lOOWH» 
finewra lopaa 2"lascinolo L 3 600 (RIO \ 4 Stianoti 
VfencheKe di lesi Tiflc l 2 «««Od Manchette d tesi ?!*-. i i Kit noti 
KafcMiftil L WOMJ. Ftirtw U*t>Mi Conw» Asie-Arci*» Fetta* l 7»! t*H> Ftoim 
1 Muffi». A pinola Necminge L77W Rinato Uno I 10 100-, Ecpiioh iti L S600 
Conceaxmana par la pubblici» iwz*w*fe SEAT WVWONt STTT SpA 
Milano 20124 V» Repelli 29 - Tel 02 58388750 583B&ÌI 
Bologna 40131 - Via de Canacci 93 TeUftì t>347)&l 
RomaUOm Via A CorclMO Tel % PSSSftifl ^S0»)è3 
Napoli 80)33 Via San T D Aquino 15-Tel 081 5521831 
Concessionaria per ti pubbhrità locale SPI R,jma via Bonoo ( *?| of 1S78I 
SPI Milano V le Urtanollart «mito 3 p->[a?zore lei i)2 S7S47I 

_ SH Boioana, Via dei Mille 24 lei OSI 25)0j6 _ 

Siam» m lac-amile 

Teleianjpa Cento balia Oricela f An) v* Colle Marc inoeli 53 fi 
SA80 botola Vv» del Tappe* eiP I ~ 

PPV hróusma Poter*!** Patema Olfatto*™» 3 tt-Kak «*■ / 7 

Sl3 5 p A 96030 Caiani* v N15 
Diqnbuziooe SOPIP 20092 CmlsdlfiB <M1> iw baiato » 


TTTnRA 

Supplementi, ccoti diane di*uso s u | territorio isiionale 
unitamente ai giornale ' Uniifi 
Direnine responsabile Giuseppe f Menneila 
berti, al n 22 «al 22-01-94 registro stampa del bitumale «I Roma 


I 


* 


( 























Vencr ^1|^tebbra^o 1995^ 

L’intervista. Passato, presente e progetti futuri del presidente della federazione mondiale 



Wm» IMM* * DM 1I14 luglio 

dal 1823 a Torino, krglaraiitù, ha 

mutato naN* Ma dal Cu» Torfeo- 

toeMà«cnl*lttuMm«ri» 

praridanto-corno toMMoro In 


IMI (lodowtono fetotnaiteaate di 
attetìea). È (tato auto poltrona 
doto imoMtMa doto FkM 
(MoNtonatatoiuidl ototoo 
numi dol T dhferatoa dol 1999 
al T Mtnlo dal 1W. È marnato 
dal Ciò daU't maggiodri 1993. 


» 'niiwwiwwmwi. 

Untato CMatta rata Ma tagtora. In alto Ma» NaMotopraaldoate irta laaf 


Te.ru Ap 


Nebiolo: «È Tanno dell’atletica» 


■ ROMA Avete presente la fo»o di 
Bllly Wikter che I ditti) Ieri faceva 
«la copertina al libro sul cinema 
dell Umidì Beh, tale e quale E in 
londo Primo Nebioto può a buon 
«tirino vantarsi di essere un grande 
regista dell atletica intemazionale 
s Intende In molti anni di cantera 
ha confeglpnalo indiscutibili suc¬ 
cessi Fra I tanti ricordiamo «Come 
ti invento una federazione da 50 
milioni di dollari*, -Allettca e duriti 
lelcvisivb *Un record lira I altro* 
Certo, non tutto il suo passalo brilla 
con la slessa Intensità CI sono sta¬ 
te anche pellicole deluderne tipo 
«U mia ridai al lempi del salto 
Evangelisti* e *Quell'irragglungibrte 
presidenza del Coni* Ma che vote 
le qual è II grande cineasta che 
può vantarsi di non ave» mai subito 
tilt Itop al botteghino? E poi a 72 
unni suonali, il nostro continua a 
darsi da lare Pensale che Que¬ 
st’anno il previdentissimo della laal 
(la Federatlehca Intemazionale) si 
appresta a lanciare due sicuri suc¬ 
cessi-mondiali- 

to Mite, comtnduo pa rtendo 
dot prima grandi appuntamento 
dot fri. I campionati nondte to n- 
doot «ha ri aratoanm» a Bar¬ 
cellona dal 10 al U mano. 

Sono molto ottimista La manife¬ 
stazione si svolgerà nel Palasport 
da 18,1)00 posti coabitilo proprio 
accanto allo stadio Olimpico, un 
Impianto modernissimo Si sono 
iscritti 129 Paesi e già abbiamo l’a¬ 
desione di campioni come Bubka 
e Sotomayor La pista è nuovissi¬ 
ma, credo ihe molli alleo otter 
ranno grandi prestazioni 
‘ Cartata, poi, sarà la voto 

Il « r apati». 


■ Il 95 dell atletica leggera è Inizialo all’insegna del 
primati realizzali sulle piste indoor Nell'ultimo One 
settimana se ne sono comari addirittura quattro (tre 
mondiali ed uno europeo) F. due giorni la 6 arrivalo il 
quinto Ha co«nincialo sabato scorso Michael John¬ 
son il formidabile velocista sialumtense, che pnmo al 
mondo Iw infranto II muro dm 45 secondi In una gara 
al coperto II «soldatino» del Texas soprannominalo 
cosi per II suo impetrilo SI ile di corsa ha impiegato44 
secondi e a7^)4m;oqi|)rér« «luó’giri di pista a Ke^oi 
Domenica, inwce * sialo soprattutto il giorno «lei fon¬ 
disi! A poca distanza, sia temporale che chilometrica 
I uno dall’altro, Moses Kiplanui e Diete» Baumaiui 
hanno merino il libro dei record alla voce 3000 nxrtn 
Indoor In quel di Cand (Belgio) il keniano ha miglio¬ 
rato di oltre due secondi il suo stesso prunaio mondia¬ 


le 7 35" 15 contro 7'37"3l Gli ha in parte risposto 
Baumann a Karlsruhe (Germania) Il tedesco ha mi- 
gborato il vecchissimo record europeo 7 397, stabili¬ 
to nel ’73 dal belga Emite Puttemans L olimpionico 
del 5000 a Barcellona ha Impiegato 7'37' 51 per com- 
pielare i tremila metri Infine il salto con t’asia femmi¬ 
nile, una specialità di recente introduzione (e ancora 
con scarsissima presa qui pubblico) Sempre alteri 
- *nthr. la-cinese Sun Cmytin avevo migliorato per te 
^uà®. iJtkMaùo primato mondiale portandolo a’ 4 
metn e tredici centtmetn Bell'impresa 7 Beh. la saltarti- 
ce cinese non s'é accontentata e mereoledì a Erteli 
s'é migliorata ancora aggiungendo due centimetri al 
ptecerterrte primato, salendo cosi a 4 metn e quindici 
centimetri 


felrea 

CI ritoltomi 


MADOOVWm 


QiWrt'» 
del mnndtell «l'aperto. 


E a Goteborg vedremo cose ecce 
zumali L intera clllà si mobiliterà 
per I avvenimento Denlro la sta¬ 
dio è siala costruita una mbuna 
aggiuntiva per 9 000 spettalon e i 
biglietti sono già tutti venduti Ver¬ 
rà allestito un -hospitality village» 
di dieci chilometri quadrali e la 
parte che accoglierà arieti, tecnici 
e dlngenh 1.3000 persone) sarà 
edificata nmontanoo le case che 
l’anno scorso lacevano parte del 
villaggio olimpico di Lillehammet 
La città verrà chiusa, si trasforme¬ 
rà in un enoime Isola pedonale 
L ennesima conferma di come in 
Scandinavia l'atletica venga con 
slderala una religione 
Nel mondiali *93 I duetto»! rie*- 
vottoro In prendo lai'autoraoMte 

(tette Mercede», a Goteborg si 
ràloatMOO? 

Ci sarà ancora la Mercedes, ma 
stiamo remando di trovare uno 


sponsor che ci consenta di conse¬ 
gnare un oggetto di valore anche 
al secondo e terzo classificato 
Abbiamo dovuto rinunciare al¬ 
l’aiuto della Volvo, che Ira l'altro 
ha una fabbrica proprio a Gote¬ 
borg Erano disposti a fomite tre 
macchine diverse ai tre atleti sul 
podio Ma c'era II precedente ac¬ 
cordo con la Mercedes 

Eppure, n wrea ta n te I due «ran¬ 
toli alte porte, M rito «ha te 
Mea to «« ri to rn a» Mai occupi <9 
altra faccenda, storta cattan¬ 
do I voti Mcmaart afoni rito*- 
rad ala 


Beh, il congresso elettivo sarà fra 


cono 

mesi 


dicessi che non mi sio occupando 
delta cosa Però non è assoluta- 
mente vrero che io dia più impor¬ 
tanza alfe elezioni che al resto Di 
ciamo che su otto ore lavorative 


non ne dedico più di due all'argo¬ 
mento 

toeanttnrante tei 9 atto predb 
godi «riatto irai contorni dot¬ 
te (adorazioni dal total daU'art 
reterò Ite do ut (tea In data 
«•rateazioni? 

Veramente il progetto di aiuti’cosi 
come altre iniziative di sostegno a 
Paesi in difficoltà è vecchio di 
quattro anni Sono molto orgo¬ 
glioso di questa iniziativa Credo 
che anche grazie all aiuto della 
laaf gli atteri dell'est si accingano 
a diventare una delle grandi sor¬ 
prese di Goteborg 
MaWoto. quanto vateteteaf? 

Non siamo un mòuslna di cui par¬ 
lare in termini di latluralo La laal 
è una federazione che ublizza un 
budget proveniente in gran parte 
dagli sponsor e dai diritti tv per fi¬ 
nanziare iniziative utili a tutta 1 al- 


Htelhi fcttetfrt ammira 

Non mi place pariate di cifre Co¬ 
munque posso dire che nel 1981 
«mando sono stalo eletto presi¬ 
dente della laal, il budget era di 
50000 dollan Adesso le entrate 
ammontaqp a 5p milioni (Ji dolla¬ 
ri — —, 

Un ! to g *drea»o « lw ««tratti a 
•UM gratto te frodo denta¬ 
te»*. A totel contro» tona «et- 
topoteo fi tuo operato? 

Cominciamo col d«e che questo 
■fiume di denaro* va diviso Ira 206 
Paesi con qualcosa come 200 mi¬ 
lioni di tesserali Poi, qui non si 
traila di controllare il mio operalo 
ma quello del consiglio della laal, 
composto da 25 persone, «die 
prende democraticamente tulle le 
decisioni Quali controlli? La no¬ 
stra federazione ha un diparti¬ 
mento finanziario e contabile che 
si occupa di tutti gli aspetti econo¬ 
mici riguardanti I amministrazio¬ 
ne e la spesa del budget EI ope¬ 
rato della laal ogni anno viene 
certificato da una «felle maggiori 
società mondiali di certi hcazforre 
T omte i a» aTaffetto -w piato., 
tolto afe I campionari enropte 
ato I maggiori nraatteg tomo 
t arant e cBart» gare di marito» 
cantonate. Ua topate praocca- 


ung. molto dipende dai mezzi a 
disposizione delle organizzazioni 
Più soldi ci sono più cresce lo 
spettacolo 

Tra aliati w età puntare par te 
rta0orw eh* va ad Mztera. 

Tre sono pochi Mi vengono in 
mente Chnsrie Lewis, Johnson, 
Morceli, Bubka Sotomayaj, Kipta- 
nui _ à 

SarragtgMaoteW-- 5 r r ' 

Esistono anche tre o quattro alfete 
in grado di suscitare grande inte¬ 
resse Però I atletica femminile ha 
sempre un gap da colmare rispet¬ 
to a quella maschile La prestazio¬ 
ne dell'uomo é più spettacolare 
per motivi fisici raggiunge limiti 
che stimolano maggiormente 
l'immaginazione 
CMadtenra con rarpmtnto do¬ 
ping. H manda dal nuoto è «tato 
capra*diaaiaachMara ridda¬ 
ti torace te «tentai tett'attatt- 

«p, autrici di record non mane 


lo ho sempre definito il '94 un an¬ 
no tranquillò per I atletica cosi 
come ho affermato che il 95 sarà 
l'anno dell atletica In ogni caso 1 
campionari europei non mi sono 
dispiaciuti, semmai ho trovato il 
programma delle gare troppo di¬ 
latato Per quanto riguarda t mee- 


maccMa. la cera I» crea qual¬ 
che tei tarano? 

La realtà é diversa Le nuo<atrici 
cinesi sono incappate ad Htroshl 
ma in un laboratorio antidoping 
mollo sofisticato allestito dalla 
Mitsubishi per conto «teli organiz¬ 
zazione dei Giochi asiatici e non 
della Kedemuoto La nprova di 
questo è che sono stari trovali po¬ 
sitivi atleti di vari sport non solo 
del nuoto Pino adesso la laaf non 
ha raccolto alcuna prova che indi- 
chi l'esistenza di un -doping di 
Sialo* nell'atletica cinese latto di 
cui si è invece parlato in altri sport 
Qualora queste prove emergano 
nel hituro posso garantire che sa¬ 
remo inflessibili 


PUGILATO 


Don King 
aspetta 
Mike Tyson 


m NEW YORK. Mite Tyson tra po¬ 
co più'di un mese tornerà in liber 
tà. nell ambiente della boxe già si 
discute animatamente sul futuro 
sportivo del pugile statunitense, ex 
campione del mondo dei pesi 
massimi II 25 matzo prossimo do¬ 
po tre anni di «Jetenzione per vio¬ 
lenze sessuali Tyson sarà nlasciato 
per btiona condotta, con uno 
•sconto sulla pena di tre anni Egli 
organizzatori della boxe sono en 
tran in fibrillazione per sfruttare al 
meglio il suo ntomo Appena s'é 
sparsa la voce del suo ntomo in li¬ 
bertà qualcuno ha ipotizzato la sfi¬ 
da Ira Tyson e il 47enne George 
Foreman attuale campione del 
mondo dei pesi massimi versione 
Wba e Ibi si tratterebbe di un co¬ 
lossale aliare da400mttiaididilire 

Ma c'è gta chi storce la bocca 
Primo fra tutu José Sulaiman, presi¬ 
dente «iella Wbo la federazione 
pugilistica che riconosce come 
campione del mondo Oliver Me 
Cali ex spamng partner di Tyson 
■Credo che Foreman sia in cerca di 
pubblicità gratuita - ha affermato 
Sulaiman - e in un eventuale sfida 
con Tyson credo che la salute del- 
I attuate campione cornerebbe sen 
liscili* 

Intanto Foreman che sé detto 
entusiasta dell'Idea di combattere 
con Tyson, si prepaia a difendere il 
titolo dal tedesco Axel Schulz, pu¬ 
gile poco quotato In campo Inter¬ 
nazionale I Incontro è in program¬ 
ma a Las Vegas il 22 aprile prossi¬ 
mo Don King, dei quale si dice 
che tornerà ad essere il manager di 
Tyson non appena lex campione 
uscirà dat camere di Plainheld an¬ 
cora non ha messo bocca sul futu¬ 
ro di Tyson -Qualsiasi cosa lui de¬ 
ciderà - ha detto Don king - per 
me andrà bene Per ora voglio solo 
vedere Mike libero Quando torne¬ 
rà a casa vedremo Ho aspettato 
tre anni posso aspettare altri trenta 
giorni* Cosi mentre sé scateflatoS’ 
-uirtraltetttrditoflerte tteparupcferti " 
organizzatori per Tyson, il cui solo 
nome basterebbe per nchtamare 
pubblico e tv Don King sembra es¬ 
sersi messo in finestra Chissà for¬ 
se è anche questa solo una mano¬ 
vra per aumentare l'interesse sul n- 
tomodell ex campione del mondo 
sul nng, Probabitcmnte Tyson pu¬ 
ma di combattere contro Foreman 
o McCall (più probabile quest ulti¬ 
mo come avversano poiché è un 
-uomo- di Don King) per un titolo 
iridato dovrà superare almeno un 
incontro preparatorio E i nemiche 
circolano nell ambiente sono tan¬ 
tissimi ma «lue soli sono quelli ad 
effetto Buster Douglas, l'unico pu¬ 
gile che è stato capace in passato 
di mandare al tappeto Tyson e 
Riddick Bowe che il 13 febbraio 
prossimo shdeià Hide per la coro¬ 
na dei pesi massimi Wbo 

Sui rapporti Ira Don King e iy 
son, invece s'è pronunciato Fare- 
man *Se ncommcerà a lami Im¬ 
brodare da King - ha affermato n 
ferendosi a Tyson - io sono out* 
Fredda la risposta, a distanza di 
Don King •Foreman ha fatto il suo 
spettacoltno lasciatelo «lire lo non 
ho acqua da portare al suo mulino 
lo amo George Foreman* 


v „_*wxA 


Caollarl-Parma 

X2 

Cremonese-Fiorentina 

2 

Foaola-Sarti prioria 

X 2 

Genoa-Roma 

X 2 

Inter-Brescla 

1 

Juvonlué-Naooll 

1 

Lazlo-Mllan 

X21 

Padova-Torlrto 

X 

Reotilana-Barl 

X 

Aclreale-Palermo 

X21 

Lucohe8e-Cesena 

1 

Alassandrla-Plslolese 

1 

Soezla-Spal 

X 2 

"* 

m 

Prima corsa 

XX 

12 

Seconda corsa 

22 
_ 2A 

Terza corsa 

1X2 

X2X 

Quarta corsa 

11 

X 2 

Quinta corsa 

XIX 

2X1 

Beata corsa 

XI 

_. 1_2 


SCI. Il gigante di Furano stanotte in tv. In Svezia libera femminile 

Anche il Giappone fa il tifo per Tomba 


NOSTRO 9EBV1ZIO 


m FURANO «Sarebbe una cosa 
stupida se non vincessi la Coppa 
dopo che mi sono imposto in ben 
dicci gare dette 1 ) e mezza che ho 
disputato» Alberto Tomba sa di 
avere il titolo in lasca ma non si 
sbilancia Già domani dopo il gi¬ 
gante che correrà stanotte (ora ita 
liana) d Furano in Giappone it ca¬ 
rabiniere bolognese potrebbe es¬ 
sere piu scuro Quando mancano 
ancora 12 gdre (2giganti 2speeia 
Il 4 libere e 4 Superi)) Tomba - 
11)50 punti - ha 480 |>unti di van 
(aggio su Jure Kos» 487 so Marc 
Girardctli 550 sii Guenlhcr Motto 
e 570 su Kletil Aamodi Gli unici ad 
impensierire 1 attuale leader sono i 
•polivalenti- ossia quegli mieli cu 
l>aci di prendere punti in tutte e 
quattro lo dls« iplme. ma proprio i 
favontl della vigilia Aamodl Girar 
delti e Mailer Ini qui Iranno ab- 
bomlanlemunie deluso II secondo 
alle spalle di 1 cimba, lo sloveno Ju 
re Kosir ha costrutto la propria 
ildssihid grazie agli ottimi piazza 


memi in speciale e gigante Kosir 
non partecipa alle libere e anche 
in SupeiC non dovrebbe ottenere 
pun li Quindi, dopo veni anni di ar¬ 
iosa dall'ultima coppa conquisala 
da un gallano (Gustavo Thoem 
1975). Alberto Tomba ha buone 
chanche per far tornare a gioire i ti 
tosi italiani 

A chi gli chiedeva quale fosse 
stala la sorpresa della stagione 
Tomba ha nbattutto *Sono stato io 
la sorpresa più grossa per i miei av- 
veisan in questa stagione, perché 
nessuno mi accreditava di tutte le 
affermazioni che ho ottenuto so 
premino in slalom gigante 'Gli 
manca velocità" dicevano, ma io 
ho dimostrato che non era vero 
Che avevo ancora qualcosa di 
molto importante da dare- 

A Furano si può ipotizzare che 
Alberto Tomba riesca ancora una 
volta ad Imporsi non tanto perché 
m questi tre mesi ha messo in evi 
deiua la sua palese supertonta tec¬ 


nica nel confronll della concorren¬ 
za. ma anche perché è animato da 
una tale forza di determinazione 
che lo colloca naturale favonio an¬ 
che nello slalom gigante 
E Tomba si ritrova ancora una 
volta a dar battaglia ai suoi ormai 
tradizionali avversari Ira le porte 
larghe, Von Gmemgen, Kaelin. Ny- 
berg Salzgeber Mayer e Furuseth 
ai quali negli ultimi tempi si sono 
aggiunti in formidabile progresslo 
ne il itotYegese Harald Sirand Niel- 
sen e lo sloveno Jure Kosir 
•La pista é un po piatta - ha det¬ 
to I italiano - ma se il fondo sarà 
molto duro se non ci sarà vento 
non dovrebbero esserci problemi 
La pendenza é relativa ci sono in 
sostanza due mune un piano cen- 
trale sul quale bisognerà entrare 
nel migliore dei modi, altrimenti 
saranno dolori perché perdi lo 
slancio Mi sento bene anche se 
non sono al top delia torma ma 
più o meno penso di offrire lo stes¬ 
so rendimento di Adelboòen dove 
ho vinto anche con qualche picco- 
foeirore* 


Anche in Giappone Tomba è di¬ 
ventalo un personaggio ancora pri¬ 
ma di gareggiare I giovani nippo¬ 
nici stravedono per M, ovunque si 
muova viene avvicinato da caccia¬ 
tori di autografi D altro canto be¬ 
niamini locali quasi non esistono 
ri miglior giapponese in Coppa è 
Kimmobu Kimura. 46 11 In classifica 
generale, a suo agto esclusivamen¬ 
te fra i pali stretti L'appuntamento 
per seguire te discese di Alberto 
Tomba in tvèperquesta notte alte 
200 la pnma manche (Raiue e 
Tmc) alle 5 00 la seconda 
A mezzogiorno, invece, prende¬ 
rà il na ia discesa libera femminile 
di Aare (Svezia) La tedesca Karia 
Seiztnger e te svizzere Heidl Zeller 
Baehler, e Vrem Schneider le po¬ 
me tre della classifica tenteranno 
tra oggi e domani f gigante) di al¬ 
lungare sulle rivali per conquistare 
la Coppa del Mondo dopo la sosta 
forzata provocate dall annulla¬ 
mento dei mondiali Nelle prove 
cronometrate pnmo posto per la 
statunitense Picabo Street Barbara 
Merlin, 12* prima dette italiane 



ADESSO 
SI SCIA 


CONSULtAlÉ IA PAGAIA «6 
OTREVÌOeOSURAJlV 

GUARDATE TPENfflMO 

«BRETONE* 
SO CANALE 5 
TUTll I GOVHDf AI1E 757 
ASCOLTATE LE COMUNCA2JONI DI 
RADO ITALIA 
SOLO MUSICA (T4LANA 
RAOO DTMENSCNE SUO**} 
ITALIA NETWORK RADO CUORE 


RADIO SUBASlO (OGNI GOVEt> E 
VENERO* MATTINA) 
ONTERPELlAJt 

AflOOA rat ia wowoaow 
IWBRTCADB.ÌWT1M0 

TRENTO VIA S*GH£t£ 3 

TEL 0461/914444 
FAX 0^61/956611 
ROMA. VIA PCU 47 
TEL 06/6794214 
MANO WZACtAZS 
TR 02/66461265 


Al BcRt.’.H : 


POI. Il UN;' 

!'9FNOTA?*OM 

TRENTINI 


TELEFONÒ 

0N linV 


, NEVE 

|167-010545 1 

0461/916666 



























Sedici titoli, sedici grandi film: l'Unità vi 
offre l'opportunità di realizzare una 
splendida videoteca sul cinema italiano a 
un prezzo estremamente vantaggioso. Da 
il sorpasso a Una giornata particolare; da 
Bianca a II ladro di bambini, ogni sabato 
e per sedici settimane con l'Unità trove¬ 
rete un grande film. Sabato 18 febbraio, 
Una giornata particolare di Ettore Scola. 
Giornale più videocassetta a sole 
6.000 lire. 


Inoltre, nella collana, troverete: 

PER UN PUGNO DI DOLLARI 

di Sergio Leone 

NON CI RESTA CHE PIANGERE 

di Roberto Benigni e Massimo Traisi 

LA BATTAGLIA DI ALGERI 

di Gillo Pontecorvo 

IL LADRO DI BAMBINI 

di Gianni Amelio 

SACCO E VANZETTI 

di Giuliano Montaldo 

UCCELLAME UCCELLINI 

di Pier Paolo Pasolini 

TOTÒA COLORI 

di Steno 

GERMANIA ANNO ZERO 

di Roberto Rossellini 

LA GRANDE GUERRA 

di Mario Monicelli 


!