Skip to main content

Full text of "l'Unità (1995-09-20)"

See other formats


VOCABOLARIO DELLA LINGUA GRECA 




GRECO* ITALIANO 


fimo marni 



grava 


I LOESeHERHXHM TORINO 


IDESCHEREOnORE TORINO! 


L’annuncio della moglie: la sua comunità non finisce con lui 

«Mucdoli è morto»' 

S. Patrignano piange 

Cento ore di agonia e di polemiche 


Facciamo tutti 
un passo indietro 


C OSA SARÀ San Pa- 
trignano senza 
Vincenzo Muccio- 
II? È questa In fon¬ 
do la questione 
m i - — più importante, 
più ancora del giudizio che 
verrà dato sulla figura del fon¬ 
datore. Quello che certamen¬ 
te bisogna evitare è che la co¬ 
muni»! si sfaldi, che venga as¬ 
sediala da burocrazie o da 
guerre di potere, che si riduca 
a un asilo di sbandati o un'a¬ 
zienda zootecnica sulle colli¬ 
ne romagnole. SanPa esiste, 4 
una realtà, un fenomeno so¬ 
dale con II quale lare I confi, 
la capitale di un problema - 
la tossicodipendenza - che è 
ben lontano dall'essere slato 
sconfitto, lue attese, le speran¬ 
ze che esistono Intorno al l’Im¬ 
pero muccloliano sono au- 
icntlche e dolorose Forse è il 
momento di deporre le pole¬ 
miche. I veleni giudiziari, le 
furibonde conlroversie sulla 
personalità e sul metodi di 
Muccloli. Qualche segnale di 
collaborazione con le Istilu- 

SEGUE A PAGINA a 


m SAN PATRIGNANO. >11 cuore di Vincenzo s e fermalo- A dare l'annun¬ 
cio della morie del fondatore di San Patrignano. dopo cento lunghe ore 
di agonia, è stala la moglie Antonietta Sorretta dal figlio Andrea ha parla¬ 
lo al ragazzi riuniti nella sala mensa della Comunità Le sue paiole sono 
state accolte in silenzio II cancello della comunità 4 nmaslo chiuso le 
notizie sono siate rilerlle da alcuni testimoni La moglie di Muccioli ha as¬ 
sicuralo agli oltre duemila ragazzi che San Patrignano non chiuderà, che 
•Vincenzo continuerà a vegliare su di loro Alla cnmmozione della co¬ 
munità si 4 aggiunta quella di tulli gli amici, più o meno famosi, che Muc- 
clolì ha avuto al suo fianco anche nelle ulllme controverse vicende. E an¬ 
cora ieri, fino a poco prima dell'annuncio della morie, la giornata era sta¬ 
la caratterizzata da una violenta polemica Ira l'avvocato della comunità e 
i giudici della procura di Rimjni. Questi ultimi, in risposta alle accuse di 
Taoimiòa. hanno chiesto dì prendere visione del referto medico sulla 
malattia di Mucciofi. 

vriMIHr 

MNNMIMLKrn 

ALLE PAGINE >*3 


■HHHnaxsxmz 

Nei territori estremi del dolore 


•■ORMO VAN STRATI il 

8 UE1.U) che se n'4 andato non era un uomo qualunque. Come 
non lo sono mai coloro che immergono le mani nel mate e nel 
dolore. E nelle situazioni estreme che gli uomini escono dar 
ni loro assegnati e appaiono le loro profonde specificità, e allora 
no le convenzioni e gli individui si presentano per quello che so¬ 
no Questo ha reso Muccloli diverso: I essere penetralo nei territori 
estremi del dolore, della disperazione, nel territorio allucinante della 
tossicodipendenza Cosa spinge un uomo lungo questi percorsi, cosa 
lo porta ad affrontarti non come un cavaliere senza macchia e senza 
paura neppure come un missionario, ma al contrario finendo per 
sporcarsi esso slesso di quella disperazione, per diventarne parte? 
Adesso molli si dedicheranno a individuare le vittime e i colpevoli, a 
erigere monumenti ci ad abbatterli lo credo. Invece, che vairebbe la 
pena occuparsi delle lame persone che restano in campo, qgnuna 
con la sua dose di dolore, ognuna, oggi, diversa dall'altra. 

yf«qp u •rmtww .w 



*V Alla Camera in commissione 
’S primo round alla destra 


linea dura 
sugli immigrati 
La Lega vota 
con An e Polo 


■ ROMA Espulsione immediata per i clandestini,certificato 
di -buona salute- per gli stranieri che vogliono entrare in Ita¬ 
lia: sono alcuni punti del teslo base per mqdificare la Martel¬ 
li, approvato ieri dalla commissione Affari costituzionali del¬ 
la Camera Si natta della proposta di Alleanza nazionale, 
proposta che è passala con II voto della Lega Notd, oltre che 
del Polo. Fabio Mussi: -Non 4 certo una cosa buona, ma l'iter 
parlamentare è lungo, il dialogo con la Lega va avanti*. Do¬ 
po te crinelle piovute sul Carroccio II senatore Tabladini di¬ 
fende cosi la scelta leghista: -Davanli ai problemi non si può 
parlare di razzismo e quelle menate 11. Chi lo la ha interessi 
da d ìlendere, come certi preti...-. 


L’Olivetti 
in sciopero 
Treu convoca 
le parti 


■ IVREA. Vertenza Olivetti, ieri 
primo sciopero a Ivrea. In corteo, 
accompagnati dalle note di Mo¬ 
zart, ingegneri, tecnici e program¬ 
matori. Intanto il ministro del Lavo¬ 
ro tur convocalo per domani le 
parti a Roma. Disponbile al con- 
Ironlu l'azienda, critici di sindacati: 
-Non setvono prepensionamenti, 
occorre Ulta politica industriale». 
Ma Treu, in un'itdearista all'Unità, 
spiega: -Vedrete che serviranno 
anche gli ammortizzatori sodali*. 


H.CORTA P.MIMMA 

ALLE PAGINE 17#»» 


■ ROMA. Il pool di Mani Pulite balte il 
ministro della Giustizia. La procura gene¬ 
rale della Cassazione ha chiesto mlalti 
che i pm vengano prosciolti dall'accusa, 
sollevata dal ministro Monouso. di aver 
intimidito un anno la gli ispettori ministe¬ 
riali. inviati dal suo predecessore, Biondi 
] E il Tar della Lombardia ha ordinato al 
; ministro di fornire ai magistrati milanesi i 
: documenti chiesti per far chiarezza sull I- 
spczione in corso e minaccia di bloccare 
gli ispettori. Intanlo il loro capo. Diana 
Laudati, si è dimessa e ha chiesto di tor¬ 
nare a fare la magistrata. Il segreta no del¬ 
l'Associazione nazionale magistrali. Ed¬ 
mondo Bniti Liberati, ha dettò al nostro 
giornale che il Guardasigilli -con te sue 


i^^msxafaam 

Voli sempre 
a rìschio 

Pompe aperte 
Sospeeo 
lo sciopero 
dei benzinai 

.i-iw. «elVzl 


iniziative ha cagionato enormi danni alia 
giustizia-. Il ministro, però, insorge lo. di¬ 
ce. non cederò e ricorrerò alle sezioni 
riunite -Le ispezioni continueranno-. 
Lancia infine una sfida al Parlamento. 
' che dovrà esaminare il suo caso nell'am- 
] bito della verifica, a votargli contro. Il 
giorno 3 ottobre al Senato, dopo la pre¬ 
sentazione della Finanziarla, si avvierà il 
chiarimento politico. Lo hanno concor¬ 
dalo ieri mattina - al temine di un lungo 
incontro - il presidente del Consiglio e i 
capigiuppo progressisti, popolare e della 
Lega Nord di Palazzo Madama 

M - i ir-rr . - ' ■ -u— -A » . 

■MAMOO CASCKUA TUOCI 

■MNHCLLA ALLE PAGINE 



4 1- .. j 

IL GRANDE FREDDO 

SABATO 23 SETTEMBRE 


La stampa Usa cede 
al terrorista 
delle lettere-bomba 


■ NEW YORK. -U rivoluzione Industriale e le sue conse¬ 
guenze sono sialo un disastro per la razza umana non c’è 
inodori! riformate il astenia tecnologico industriale, noi per¬ 
ciò auspichiamo una rivoluzione contro di esso...»: a pochi 
giorni dnlln scadenza dell'ultimatum posi» divi terrorista anti- 
tecnologico, rUnabomber, il làiis/iirgtonftrslha pubblicato 
in mi inserto di ulto pagine il pamphlet invialo alle redazioni 
-lei "l'osi* e del /Vu 1 >"<»# 7>mc*. lo scorso giugno Gli editori 
rièri due Riunitili die hanno diviso i costi ridia starnila, sono 
stati Invitali dall'Ibi alla pubblicazione. Il terrorista aveva det¬ 
to: -Se diffondete le mie idee smetto di uccidere, altrimenti 
comincio a preparare un'altra bombii* Nelle S6 pagine dat¬ 
tiloscritte non c e nnn singola riga sui motti e i feriti della sua 
•rivoluzione* 

* 1 --.'■ViS: cvWS ****MA 

M ANNI MOMMONO 

A PAGINA » A 


\z tfocwe REGOtC 
jxeeeu)SGD*h t* 
PRIMA 


prima tene ) 

£l£2IOOI K 
Cl V06UONO -S 

Q£2GÙ\} 



r CHE TEMPO FA 

Come mai? 

S E IL GRUFPO dirigente di una grande impresa (per 
esempio la Olivetti) colleziona sconfitte, che cosa 
suggeriscono le famose -leggi dell economia*, e che 
cosa l'altrettanto (araosa -elica del capitalismo" di cui 
ivrea. si dice, e ileapoluogo storico? Di licenziare altri cin¬ 
quemila dipendenti Non e un criterio molto iantasioso. 
Già visto, già sentito. Eie aziende restano le uniche navi al 
mondo sulle quali ii capitano non afionda mai insieme al¬ 
la ciurma. Se 4 vero che gli esseri umani, nella logica 
aziendale, sono solo pezzi di una fabbrica, porche non 
dovrebbero esserlo, e a maggior ragione, dirigenfi e ma¬ 
nager' Pensate che splendida figura, davanli ai sindacali 
e davanti a queltoche resta della morale pubblica, sareb¬ 
be aulcilicenziatsi. Dire: -Cinquemila sono e cinquemila 
restano Mai primi dieci della lista sono i dirigenti respon¬ 
sabili della crisi*. La vita è dura e ingenerosa- tra le elegan¬ 
ti macerie del mito olivettiano già si sente echeggiare il 
vecchio, volgarissimo ma lucido slogan del l'operaismo 
sessantottino- "Come mai. come mai. sempre in culo agli 
operai?*. [ michele serrai 


Il caso Guardasigilli agita la verifica. Dini in Senato il 3 ottobre dopo la presentazione della manovra 

La Cassazione «assolve» il pool 

Il ministro insorge: le ispezioni continuano 


OUMJMAANUm 

A PAGINA 7 


(.'ARTICOLÒ 


Destra senza valori 


MAINO TftOWTl 

a UESTO schieramento di destra e davvero in difficol¬ 
tà. È in difficoltà politicamente. E non per le sue di¬ 
visioni interne cima il calendario delle prossime 
nze Ma perche si è andato a cacciare in una via 
senza uscita. Quello che vuole fare non può farlo. Non lo 
ha potuto lare fin qui dare il benservito a un Parlamento, 
solo perché aveva ritirato la fiducia al governo Berlusconi. 
Una proceduta democratica, questo ritiro della fiducia, 
. ineccepibile, una democrazia applicata che net linguag¬ 
gio approssimativo di questa destra diventa democrazia 
sospesa Non hanno capito una cosa: che la legge eletto¬ 
rale maggioritaria non ha modificato la forma parlamen¬ 
tare della Repubblica. Non penso che (acciano finla. Non 
l'hanno proprio capito Ragionano, ma ragionano é dire 
SEGUE A PAGINA T 


Una super-Id 
nella Finanziaria 
Bufera su Dini 


m ROMA Complicazioni sul percorso della manovra '96, il 
cui varo - ormai lo ammette anche il minisho delle Finanze 
Augusto Fantozzi - slitterà inevitabilmente alla prossima set¬ 
timana Le ipotesi di Interventi su ll'tci hanno tatto inlunare 
simultaneamente proprietari di case, sindaci, confederazio¬ 
ni sindacali e pattili di centrosinistra. Sanità, federalismo e 
Fisco: la maggioranza nel corso di un vertice a Palazzo Chigi 
mette in guardia Lamberto Dini contro tagli e balzelli ai dan¬ 
ni dei cittadini. C è attesa per l'incontro con Cgil-Cisl-Uil. 
mentre prosegue il lavoro di predisposizione della Finanzia¬ 
ria da 32 500 miliardi. Tra le nuore ipotesi, limitazioni delia 
possibilità di dedune gli interessi passivi per le imprese. 

■.aro vannini M.Huaaiino 

A PAGINA»» 



4 


* 


» 


* 
































pagina Z t l'iuta 




Ssfc ^ W «?SWh 5 L‘ *+ 


il Fatto 

- *-jmx»+«*- «AMBCSS 


\1cr< «lodi 20 si Us mhi i i ')!) r i 


LA MORTE DI MUCCIOLI. 


La storia «in presa diretta» del leader e dei suoi ragazzi 
La prima casa, la devozione dei parenti, l’accusa di omicidio 


m La stradi» finiva sulla collina e 
c t ra una casa con alcune lineare 
illuminate Dietro la casa un coiti 
Ir- pieno di fango -SI la comunilà 
di San Palngnano 6 questa» disse 
un ragazzo venuto a ricevere il 
cronista sceso dall auto Era Neo 
tu il figlio di Enrico Maria Salerno 
faceva -I addetto ai giornalisti» 
-Vuole vedere la comunità’ Venga 
dentro* Piowva anche quella sera 
del J 9 ottobre l 'JSI! Una lunga la 
vola una luce calda Ora di cena 
•Abbiamo il pesce l-e sarde che 
sono buonissime Mangi anche lei 
cosi si parla meglio* Vincenzo 
Muccmli quella sera non era -con 
i ragazz » Era in galera a Porti dal 
I alba di quel giorno -Muccioli o 
MuclolP» chiese il cronista Nessu 
no lo conosceva allora II suo no¬ 
me era Imito da poche ore su un 
verbale di polizia 'Sequestro di 
pusona- I accusa grave che lo 
aveva mandato dietro le sbarre as¬ 
sieme ad altri undici persone Una 
ragazza fuggita dalla comunità 
aveva avvertito la polizia che in 
una strano comunità sui cotti di Ri 
mini c erano cinque ragazzi chiusi 
in un canile in una piccionaia ed 
ni una specie di cella dentro un ca 
pannane La Mobili? arrivò subito 
trovò i cinque ragazzi e prima di li 
bernrll li (olografo uno per uno 
Senza quella «prova* forse non ci 
sarebbe stalo nessun processo 

Vincenzo Muccioli che era nato 
il giorno dell Epilama del 1934 lor 
nò dono un mese quando lutti i 
giornali italiani uniti nel giudizio c 
nell Indignazione allora avevano 
desunto -il lager di San Patngna 
no» e le catene usate per seque¬ 
strare cinque giovani Usci dal car¬ 
cere c tornò subito sulla collina 
■dui ragazzi* Riprese il suo posto a 
capotavola sorto le luci calde Era 
presola allora San Partigliene 
Una casa ("Lo mia vrllella di cam 
lagna che ho donalo ai ragazzi*) 
un cortile un capannone dove ce 
reno ancora le piume delle galline 
di un Muccioh allevatole che aveva 
preso il posto di un Muccioll alber 
gulore a Ramni lioiel Stella Polare 
Nel capannone in quella line di 
novembre ISSO cerano le prime 
raiilotics -pur late dormire iragaz 
zi* 

Una manilla di sole pnmavera 
11181 Vincenzo Mucctoh aveva 
una maglione a losanghe c porta¬ 
va il cromala il primo in giro per 
Ih comunità Guidava la leep e 
quasi doveva piegarsi i>or non bat 
leu cuniro il tettuccio Non era 
possibile dargli del * 101 » Faceva hn 
la di non sentire rispondeva con il 
•hi* Era orgoglioso conlento mo 
struv.i le terre dette comunità come 
se mostrasse il mondo mitro *0111 
I» ci imo II vino andiamo a bere 
Si doveva bere un bicchiere anche 
se era manina perchè al vino buo¬ 
no non ho mai ammazzato nessu 
irti non quelle puttanate che ven 
dono» Si poteva parlare per ore a 
tu per tu allora con Vincenzo 
Mute ioli Era bravissimo a raccon 
tare bugie c se veniva colto ili ca 
stigmi aveva sempre In risposte 
pronte coinè se avesse detio la ve¬ 
nta più sacrosanta -Lei scusa tu 
mi hai detto che lutti 1 ragazzi sono 
soci dolili ««ira cooperateli con 
una (lutila di cinquemila lire Sono 
melato a vedere 1 registri «1 Mirti 
nato t nsiilta tuli altro I soci sono 
Millanto dodici c guaida caso so 
no inni coloro tilt hanno latto par 
li del Imacok» *11 Cenacolo’* 
sSI qui ila cosa in < ul lei va bene 
III apparite coinè il Cristo tramuta 
vi I acqua in vino dal sapor di fri 
gola e mostravi le stigmate La 
mnnnte .limava all improvviso 
sulla spalla e quasi II rovesciava 
I01IC mio Ma va a Sai in cosa 
< redo 10’ Un bel piallo di lagliatcl 
le un bel bicchiere rii sangiovese 
Non qur Ile puttanate -E la coo- 
ptratea’ Perchè 1 soci sono solo 
elodie 1 < ernie’ gli Apostoli’ “Io ho 
eletti responsabilità I ragazzi non 
sono pii) cinquanta e omc quando 
ini hanno arrestato Sono piu di 
docce nto Ho delio che sono tulli 
sue 1 perchè elevo responsabilizzar 
li Di «ino essere convinti eli lavo 
rare |v r se stessi non per altn La 
Iacee lidi delti cooperativa Iho 
rii Ite per il Irvi» Igne hai copilo’ 
Poi nielleremo le cose ili regoli- 
•Quando si 1 anelalo in carcere c 
qui in c tumulila non c erano ncin 
meno gii occhi |>er piangere limi 
giuralo ha se tgierto una cassatone 
111 < asa ma con dentro duecento 
milioni Perette non avete compra 
lo aline no un camion di ghiaia pc r 
(oprile il, innondale orlile -Quei 
voieli .introno d 1 Mll ino da un be- 
oelaiion Non posso dire ai ragaz 
/1 die ei sono dei soldi Bisogna 
1 tic impalmo a guadagnarli a re 
s|M»isHlnli*znn>i bolo cosi con la 

res|MinvibiUia nlreivnno si stessi e 
la loro lilreità •Insammn c queste» 
Immolo’ Li polsi» Ini trovalo 
I l'"i e assi ite 1011 refitslrazioni di so- 
dille iiiecliniui Ih I.sistemo e è la 
lui voce Dm elle tutti coloni clic 



Ameno Pm 






Quel «messia» sulla collina 


A San Patrignano, tra il carcere e la santificazione 


vogliono la salvezza debbono lavo 
rare nella Vigna del Signore vale 
a due la lua naliiralmeme gratis 
parli cieli Apocalisse del Raggio 
Ciclico Hai inizialo nel 1976 a 
casa di Luciano R poi nel 1978 hai 
dello che tulli dovevano traslenrsi 
qui nella tua terra per evitare la 
negalnalà » «Guarda adesso 
andiamo a vedere 1 cani Vedrai 
che bolle besr» 

tiià allora dal giro in ieep Ira le 
vigne la poma lalegnameria la li 
ingialla il cullile con ammali (Il 
razza si potevano intuire la lorza e 
la debolezza di San Patrignano La 
liiiza della comunità era scntta nel 
le facce delle ragazze e dei ragazzi 
che allendevano -Vincenzo* con * 0 
un Messia C era chi si si melleva a 
piangere Chi voleva solo toccarlo. 
Chi si buttava addosso a lui come 
un bambino 51 lancia nel lettone 
dei genitori Lui li guardava dall al 
lo in basso 1 suol occhi di falco fissi 
in occhi smanili Si sentiva che 
avrebbero potuto buttarsi nel fuo¬ 
co pei lui La debolezza era scntta 
111 quelle stesse tacce che vedeva 


no un Mnccioli troppo grande 
troppo padre troppo padrone del 
la loro anima Alcune di quelle lac 
ce sono a San Patrignano ancora 
oggi Sono diventati il temi del ce¬ 
rnente armato della comunità si 
semonn tigli di Muccioh tratelli di 
chi entra nella commina soldati 
d assalto netta guerra eterna con H 
mondo che comincia olire la sbar 
ra del -poste di blocco* Complici 
silenziosi quando si devono na 
scondere venia che -possono di 
struggere Sanpa 

Non è mai sialo facile capire San 
Palngnano -Ma clic cavolaie scrivi 
su di noi’Lecitene la violenza le 
bolle’ E secondo le 10 nuscirei a te 
nere qui quattrocento ragazzi si 
adesso sono quattrocento con la 
violenza’ Cedo se uno vuole an 
dare via da qui per andare a tarsi le 
pere io non lo lascio andare Non 
lo lascio monte Ma glielo dico su 
bite quando arriva da me Se «un 
entrare qui sappi che quando vuoi 
uscire e non sei pronto noi non li 


JumntNniTTi 

lasciamo andare Sei d accordo 7 " 
Ecco questo è il patto Quando è 
in crisi o gli sto vicino Passo la 
notte con 1 ragazzi 10 non dormo 
mai A volte seunragazzoèassen 
le con la testa da un altra pane 
può |udire anche uno schiatto 
Certo le sberte le do Ma subito do¬ 
po Ir abbraccio torte torte e toro mi 
ringraziano- 

Novembre 1984 ancora pieno 
di sole -Vedessi che cantina ab¬ 
biamo (ano Duemila quintali d u 
va abbiamo raccolto Si lavora sul 
seno qui da me non si tanno mica 
collanine come in altre comunltà- 
Sr apre il -processo delle catene- 
Vincenzo Muccioli è sulla panca a 
destra dell aula con gli altri undici 
accusati quasi tutti cnembn del 
I amico Cenacolo Porta ancora il 
maghi me a losanghe e guarda giu 
dici giornalisti ed 1 geniton del ra 
gazzi stipati la dietro gli occhi lu¬ 
ci su di lui come se tosse a teatro 
Ride fa battute poi si mette a guar 
dare 1 giudici come se li sfidasse 


Parlano 1 ragazzi che lurono mea 
fenati uno si volta verso di lui e gri¬ 
da -Muccioh con le catene ci devi 
Segare 1 moicani- Lui con la mano 
chiama 1 cronisti e sussuira -Avete 
visto quello si è appena tallo una 
pera E cosi che salvano 1 tossici 
dopo averli "liberati dame- 
L l’ala che legge t gomah e 
guarda la tv scopre il dra mma della 
droga Sfilano per giorni madn e 
padn che raccontano come abbia 
mo portato un loro ligi 10 sulla colli 
na e come si sia salvato Dicono 
■ho portato- propno come se 
avessero consegnato un pacco po¬ 
stale Quando lasciano la seggiola 
dei testimoni vanno da lui da 
-Vincenzo* con le lacnme agli oc 
chi Gli sinngono la mano gli dico 
no grazie Muccioli è contente 
perchè tutti quasi Lutti sono con 
lui -Meglio le catene di ferro che le 
catene dell eroina* -San Patngna 
no giustizia nel pantano- -Mi han 
no sabato 1 cecini- grufano l'itoli 
-Ma te non capisci conunui a non 


capire Lo sai perchè 1 giudici mi 
straccano’ Perchè non sono un 
prete e se non sei un prete non II 
puoi occupare di certe cose Ecco 
perchè vogliono distruggere San 
Palngnano II giornale dei comuni 
sh queste cose dovrebbe scriver 
le- 

Adesso è più difficile pariate a tu 
per tu con Vincenzo Muceioli Con 
tot et sono sempre -i ragazze car 
Iella ventiquatlr ore sottobraccio 
Anche nell -ufficio- sono sempre 
presenti accanto al capo e le inter 
«tee diventano piccoli comizi Ra¬ 
gazzi che per anni sono I ombra di 
Muccioli e che all improvviso spa 
nscono come lalene che si avvici 
nano troppo ad una fiamma Te h 
ntrovt dopo anni vengono a cer 
cara per raccontarti -1 altra San Pa 
frignano» «sia dall ufficili di Muc 
cioli -Ave« ragione hi Sapessi co 
sa succede davvero Lo sai che 
quella volte • La condanna nel 
febbraio 1985 poi I assoluzione 
che arriva di Bologna San Patn 
giiano si sta trasformando in cr«à 
-Ne -atlio mille di ragazzi qui da 


y a r *à- " 


Nei territori estremi del dolore 


tuonato vam stuatih 


..- UELLO CHE SE n è andato non eia 
I I un uomo qualunque Come noli lei 
Vy sono mai coloro che immergono le 
ntahi nel male e nel dolore È nelle silua 
zior» estreme che gli uomini escono dai 
confini loro assegnali e appaiono le loro 
profonde sireciflcità e allora cadono It 
convenzioni e gli mdivdtii si pie-remano 
per quello che sono 

Questo lo sapevano bene Rii sentieri 
rossi quelli elve più di lutti sono cresi nel 
cuore degli uomini -Tulle le lamiglie Ioli, 1 
sono simili Ira loro, ogni lamiglia Infelice è 
miti ne a modo suo- cosi comincia -Ann 1 
karèninu» C a Dostoevskn mie lessavano 
mollo di piu 1 peccati di lènti Kacaniazos 
( he le virtù del fratello Alesa 

Que-sio ha reso Mucooh diverso I esse¬ 
re penetralo nei tenitori estremi del dolo 
n deliri disperazione nel lem tono allo* 1 
nanfe della tossii «dipendenza Cosa spm 
gc un uomo lungo questi percorsi cosa lo 
porta td affrontarli non, tutte un c iv ìlicrc 
senza macchia e senza paura neppure co 


me un missionario ma al 1 ondano hnen 
do per sporcarsi esso stesso di quella di 
spedizione, per diventante parte’ 

Mua ioti si è formalo 11 al crocevia del 
dolore ne ha latte un colossale aliare una 
inaci luna di consenso c di poteri una 
macchina lanciala spesso con rabbia con 
asho contro chi di quel croci via voleva 
occuparsi m igan in un altro modo contro 
chi non la pensava come lui 
Intorno a Mucctoh è cresciuto un mon 
docile non conosceva mezze misure divt 
so in unici c nemici clic non accertava 
ernie he c domande che dettava risposte 
untvoc tic che elevava un metodo a moto 
do senza alternante! Muci ioli al centro 
santoli diavolo bau Patrignano v iste come 
sa Ivezza o da n nazione 
E potentati famiglie istituzioni sono sia 
ticoinvolh m questo enorme meccanismo 
cln |>er speranza c Iti per riconoM enza chi 
|ier 1 litica valutazione dei vantaggi che po¬ 


teva ricavarne 

Cosa ha prodotto tutto questo dentro 
quella comunità’ Ognuno ha sentilo 1 rac 
conti più diversi leggende min storie or 
rende o salvifiche Ma dentro davvero co 
sa è accaduto’ 

Le inchieste giudiziarie non sono che 
una parte della venia perché si occupano 
degli atti degli uomini non delle loro leste 
dtr loro sentimenti E in quella comunità 
invece si sono incrociati destini c pensieri 
(ragedrc e speranze A un giudice interessa 
sapere chi soro stati gli autori e 1 rompici 
di un delitto lo vorrei capire dove quel de¬ 
litto è nato e perché come il capo di quel 
la comunità abbn tollerato promosso o 
ignorato 11 clima che ha prodotto quel de 
lino 

Nessuno credo è riuscito a guardare a 
Sin Patrignano senza pregiudizi e sopra! 
tulio nessuno è riuscito a impedire che il 
consensoe il potere diventassero mura im 
penetrabili 


Allora ecco la violenza non parlo di 
quella fisica non la lonoscu non Iho vi 
sta parlo di quella che ho sentito nelle pa 
rote dei protagonisti del processo nei loro 
occhi La violenza intesa come forza ma 
anche come sopraffazione Come perdila 
diunsensodclla misura 

MucCioh era al centro di tulio questo 
torre apprendista stregone torse derniur 
go E quel dolore elle aveva usato che ave 
v a assorbito miscelandosi con In vrolenza 
è esploso incontrollabile Non è imporlan 
te ora sapere se la deflagrazione è avve¬ 
nuta nella mente o nel corpo di Mucuoli 
ammesso che sia inai cosi facile separ ire 
quello che accade nel corpo da ciò che 
accade nella mente 

Adesso molti si dedicheranno a indivi 
duare le vittime c 1 colpevoli a erigere mo 
mi menti o ad abbatterli lo 1 redo invece 
che varrebbe la pena occuparsi delle lame 
persone che restano in campo ognun 1 
con la sua dose di dolore ognuna oggi 
diversa dall altra 


me Hai viste la nuova mensa’ Già 
adesso dobbiamo tare due turni* 
Appare la sbarra che segna il conti 
ne con il mondi di fuon e quasi 
ogni giorno auto blu con la scorta 
portano su 1 politici che salgono 
sul fuoristrada di Muccioli tanno 
un giro di due ore e poi dichiari 
no -Slitta droga ho imparato piu 
cose oggi che 111 iurta la mia viti* 
Strette di mano doranti alle teleca 
mere sorrisi pranzo netta nuova 
sala mensa De Lorenzo Craxi 
Forza Italia e Alleanza Nazionale 
diventano uno dopo 1 alno i piu 
votati nc-i due seggi della comuni 
là -Eh eh 10 non dico mica ai ra 
gozzi per chi debbono votare So¬ 
no a loro a decidere e danno 1 voti 
a chi ci vuole bene» La collina 
sembra onnipotente 1 ragazzi di 
ventano quasi duemila Vincenzo 
Mucctoli allullimo piano dello 
spedale in costruzione grida al 
cronista -Vieni su coraggio Tigiu- 
roche non ti bullo giu- 

Marzo 1993 un pugno allo sto¬ 
maco AII10 Russo ed altri ragazzi 
vengono arredati per I om cidio di 
Roberto Maranzano Per quattro 
anni una morte è stata tenuta ria 
scosta Muccioli in conferenza 
stampa -La nonna la imparo da 
voi Non ne sapevo nulla» Muccmli 
da solo nei pochi passi (ra I ufficio 
e la mensa -Secondo te se 10 sa 
pero di un omicidio non ama del 

10 nulla’ Ma sono quindici anni 
che «era qui tu mi conosci Se 
condo te sarei capace di una cosi 
del genere'’» Tre giorni dopo am 
mette -SI sapevo ma ero «ncola 
to da un segreto- La difesa di San 
Patrignano pnma di tutto 

Adesso tutu sparano sulla -colli 
na dell onore* in prima fila quelli 
che fino ad ora hanno usalo solo 

1 1 icenso E in una notte di quella 
primavera che torse inizia il decli 
no di Vincenzo Muccioli Lo trovo 
seduto da solo davanti all ufficio 
Guercia verso le luci della ,11 là e 
del mare -Dai vieni qui è un po 
che non parliamo- I ragazzi sono 
denlro eri alterno al teatro dal 
quale Gad Lemer sta trasmettendo 
-Milano Italia- Il Tg 3 anticipa tutoli 
dei giornali -Lager a San Petrigna 
no» c cosi «a. -E chi se ne tre 
ga Cosa devo dire ' 1 to sono slan 
co Che mandino qui dei puliamo 
che prendano 1 ragazzi e li por tino 
là a Rumili a casa dei giudici Sono 
bravi loro lo lo ma parte I ho (al 
ta e mi sparano addosso Lo sai 
anche tu che vieni qui a rompere 
le balle da sempre Te la ricordi la 
puma mensa eh’ Quando sono 
uscito dal carcere i ragazzi ini le 
cero vedere il tuo primo articolo 
Erano incazzali perchè avevi scinto 
die nei piarti c erano Ire sardi e 
non avevi detto che c erano anche 
1 maccheroni' Guarda verso I alto 
veiso la sua collina che un tempo 
era solo una vigna Per un attimo 
ha negli occhi lo stesso orgoglio di 
quella pnma volta quando caricò 
sulla leep il cronista per mostrargli 
il-suo mondo 

La comunità si è ripresa dopo 
quel pugno allo stomaco Vinteli 
zo Muccioli no Al processo per la 
morte di Maranzano sembrava un 
altro Abito scuro un volto sempre 
leso -Ancora qui spaccabal 
le Come uidrà a finire il processo 
non ini interesso Ho 1 miei ragazzi 
che stanno male lassù a casa lo 
vorrei essere là min qui a perdere 
tempo U, sa ( he F sia morendo 
con I Aids fé lo ricordi no' Era 
quello che quella sera • 

La scrivania sempre piu [1* ia di 
fotografie di ragazzi portati «a (tal 

la mafaida Vincenzo Muccn fiche 
piano piano scompari cinte in 
dissolvenza L là dietro la lance! 
lata ed il boa o c he 1 ire ondano la 
grande «Ila chiuso nella camera 
da letto Chiama accanto a sé solo 
quallto amici di una colla quelli 
del Cenacolo Non nangia sla 
quasi sempre .1 follo a volte al) un 
provvisti si iiiginoci Ina |x r terra 
Da dietro gli liberi della «Ila non 
nosce nemmeno a vedere la *sui 
commina Non si sentono le voci 
dei ragazzi vili 11 versi de 1 1 igi mi 1 
dei femcoUeri rosa Ira il pr ilo od il 
laghetto 

T metteranno I nel cimile ro 
che fi dietro ta «ff.i che< ra itomi 
foro del paese poi è slato ingliiot 
irto dalla comunità butte lapidici 
sono le stesse fotografie, fi, sono 
sulla tua scnvmia Ragazzi ih, ri 
domi portativnddiamalaltia Di 
qui si seste un [rezzo della 1 ornimi 
tà si vedono citatili Iti vengono 
a bracare Iva al muretto I ina mi 
la aire or 1 sulla |o|iu(r imi il 
min misi drenino II per 11 pr ma 
volta erigevano re he Im Ilo -mi 
è enonni in dicesti di si i nifi n 
c dall allo ili un pi ito mi mostrasti 
ilcnmtcro nascostoda un (.annue 
-Adesso potrai se mere clic la eli 
|x nelcnz 1 el 1 Muee foli e è il,me 
ni e cIk <1 1 (pi lussimi» s< ni \ 1 
nemmeno mono Se confini 1 eh 
spau abulie - 


» * * * * 


4 


» ( 











Mercoledì 20 settembre 1995 


iìì *■ s »**&*< 


LA MORTE DI MUCCIOLI. 


l in Italia, in 

Dolore e sgomento tra i giovani ospiti della comunità 
«Vorranno fargli l'autopsia, non lo lasceranno in pace» 


I Unita pagina i 


La solidarietà 
di Scalfaro 
«Una persona 
che ha sofferto» 


A San Patrignano, poco dopo li 
morto dM Mieterti, à arrivata la 
aoMariatt rial pcaaManta «Mia 
RapHbMca. Ancora una volta fi 
«mini dM'urikloatmpa tono 
a acro e tomo dMrtttulto al 
(tomaIM un comunicato nal 
i) naie al prac Iw cita Se aitar# ha 
parlato con la Comunità, 
«■rimando I Mai -aanttmantl A 
•oUdariatA a pragNara vano 
Vincati» Mu ccloll, una paraana 
oh# ha aoHarto molta*. Prima rii 
rie Muderà HcancaMo, Cario Bozzo, 
un altro rial più atrattf c oHahoratort 
df HmM cha In «watt (tetri 

hanno lanuto I contatti coni 

cronlttt, ha riatto .Ringraziamoli 

praaMaatadaMaRaBuMMcapaita 

a« parola-. MUartatàancha 
dada praaManta dalla Cantora, 
irono Pfvettl, che ha tentato atta 

nuDU di MuccMI untal*Bran>ma 
In ctd «prima-la più tafritta 
partaci partono al (randa dolora 
oha Ita ool pria la riduca 
AntonMta, la tu famiglia a 

Tintati comunità di San 

Patri (nano, ah* q vai* Vincenzo 
Moottertl aveva dadteato con 

paariona a coraggio la tua 
atiatorua-. 



Ragazzi e pacanti ahbracciatl nel dotare par la marie il Vincenzo tfcedoi 


«D cuore dì Vincenzo si è fermato» 

Il padre di San Patrignano si spegne dopo 100 ore di agonia 


m SAN PATRIGNANO Colpisco il 
slittino questo sera Non era mai 
successo nelle olire noni di solili 
n igniti Silenzio e buio rollo ogni 
Ionio dai lari delle telecamere che 
annuo volti di ragazzi clic pian 
goni) che si abbracciano La co 
miinllA dietro la sburra assieme 
ai ragazzi ora u sono anche poli 
«olii v carabinieri sembra in 
un altra dimensione Se I aspetta 
vano ila un momento all «Uro ma 
quando hanno mimi lo che Vmcen 
zoMuctioW era mono sono ornasti 
senza tante e senza parole 
P successo «Ile Ih e qualche mi 
nulo SI era già capilo qualcosa 
anche tauri dal posto di blocco 
Ragazzi che si mmivano a groppi 
stretti snelli che parlavano piano 
a lesta bassa Antonio .Nchiavon 
uno del -vece hi della Lomumlà si 
A avvìi inalo al cancello verso i po 
chi cronisu ili attesa -Niente ripre¬ 
se nieiilc lommenli- ha demi 
lentìe- Bd ha allungalo un |>ac 
co di logli con stampiglialo il pino 
inanlnmo < lic e il simbolo della 
commuta -VimenzoMucuoli cé 
scritto fimdatorc della comunità 
di San Patrignano si è spento oggi 
martedì 111 settembre alle ori 
18 11- lincromslaccttadi metter 
gli davanti un microfono lui lo re¬ 
spinge e toma nel buio davantt al 
I ufficio I logli possano di mallo ili 
mano sono quasi strappati da al 
cune donni madn di ragazzi che 


Li hanno chiamali lutti nella sala mensa due ore pnma 
della cena hanno capito «Il cuore di Vincenzo si è ferma¬ 
to Siate forti' ha dello Antonietta, la moglie del fondatore 
di Sampd Si sono messi a piangere an silenzio L agonia 
del capo della comunità finisce nel giorno in cui esplode 
la polemica sulla natura della malattia I magistrali di Rimi- 
ni chiedono -accertamenti urgenti- «Vorranno fargli I au 
lopsia non lo lasceranno in pace nemmeno morto» 

0*1 uosrno inviato 


vivono olile Li sbarra Un ragazzo 
luon dalla comunità si mette ad 
urlare -Proprio lui proprio lui- & 
mette a dare tostale i ontro k- sbar 
re del t ani elio degli iilln i F Stela 
no l> un povero ragazzo di Reggio 
Dnilm che hi tlnamalocome lede 
dell accusa all ultimo processo 
contro Muccioh -lo dico solo che 
vorrei loinarc da Vincenzo- disse 
davanti ai giuda i -Per le c e sem 
pre posile gli rispose MuccMI 
I ornò in comunità poi se n é an 
dato ed C tornata cento volte A|> 
pena saputo della malattia ha pre¬ 
so un Irono per Rimili! e poi un taxi 
per bau Palngmuo per paura di 
dimare lardi Dorme sotto un reta¬ 
ne assieme ad allo ragazzi che vo 
gitano entrare nella comunità i>i 
muori ili freddo rm c untava I al 
ir ì notte ma io aspetto- 
Alle 19 15 se ernie a mezz asta la 
bandiera bianca c azzurra con il 


pino marittimo È il seguale della 
morte I ragazzi della comunità 
non vedono la bandiera abbassar 
si pero he sono siali appena chia 
mali in mensa Capiscono subita 
che deve essere successo ciò che 
non volevano si aspettano le paro¬ 
le die stanno per ascotlare La ce¬ 
na in comunità è alle nove di sera 
dopo i telegiornali al lealro o la si 
garetta fornata nel piazzale Arriva 
no si siedono lutti sui (avoli non 
apparecchiali Entra Anlonitìta 
Mucca* con il figlio Andrea II li 
glio sorregge la madre È lei a por 
lare II cuore di Vincenzo si é ler 
malo- N mettono a piangere folti 
ma in silenzio «Dovete essere forti 
Vincenzo vi ha insegnalo ad essere 
lotti Dovere mordale le cose belle 
che vi ha Insegnalo e metterle in 
pralica Vincenzo è vicino ad 
ognuno di voi e sarà cosi per seni 
pre- I quasi duemila giovani resta 


no al toro posto 

■Arresto cardiocircolatorio pro¬ 
vocalo da edema polmonare ed 
anossia cerebrale Questa la causa 
detta morie indicata nel comunica 
io slampa Era m coma da cinque 
gremì VincenzoMuccioli e lunedi 
sera « arrivala anche la febbre 
Trentotto poi (renlanovc nella noi 
le quaranta ten a mezzogiorno -Il 
respiro sempre piu flebile si e 
spenta piano piano- Adesso viene 
rivelalo ufficialmente anclie il no¬ 
me delta dmrea dove it fondatale 
di San Patrignano e sialo ricovera 
lo il 10 settembre É la Capitarne' di 
Milano dove Muccioli è sialo cura 
IO dai professonMilan asiani Mas 
sinro Colombo Pier Mann FUtlan 
Venerdì scorso i medici avesano 
capilo che non c era più nulla da 
lare Muccioli era enfialo in coma 
ed è stalo portalo nella sua corrai 
nuà per morire Cento ore di sofie 
ronza con la comunità che sem 
brava l (attenere il fiata 

Davanti all ufficio che lu di Vin 
cenzo MuccMi stanotte ci sono 
lutti quelli che gli erano pm vicini 
Ognuno di loro è un pezzodi stona 
della comunità Alcuni sono siali 
anche in careere per difendere 
Vincenzo Muccioli durame il prò 
cesso Maranzano Ora stanno se 
doli nelle panche davanti all ufo 
ere dove anche MuccMi si ferma 
va alta notte poma di entrare nel 
la villa Guardano da lontano ì ero 


nisu che in diretta tv annunciano a 
tutti la morte del loro capo e non 
dicono una parola Un ragazzo da 
questa pane della cancellata chia 
ma uno di taro È un -ex- che ha 
deciso di nentrare anche lui doi 
me sotto il telone di naylon attac 
calo alla cancellato e fermato con i 
sassi sull asfalto -Davide appena 
puoi fammi entrare Noncelalac 
uo più a slare in questa mondo di 
merda 

•Ma rateato mioRgtto- 

Oggi pomeriggio da San Patri 
gnano è uscito un luigone fune 
bre Era stata -annunciata- perche 
non si creasse allarme e non si 
spargessero lalse voci su un Muc 
cioli ancora in agonia Portava via 
a casa sua un ragazzo morto di 
Aids nell ospedale della comumla 
dove altri trentacinque ragazzi si 
stanno spegnendo «Lui li teneva 
con sé dice una signora bionda 
accanto al cancello fino alla hne 
Ha voluto costruire I ospedale qui 
dentro propno per essere nano a 
chi ne aveva più bisogno I rac 
comi delle donne che hanno i figli 
qui sono uguali a migliaia di altn 
raccolti in questi anni Uomini e 
dorare die hanno trovalo in Vtn 
cenzo Muccioli -la salvezza -Ha 
salvato mio figlio cosa vuole che le 
dica di più- Anivano da Bologna 
sono qui da stamattina -Eravamo 
venule per fargli capire che gli era 


vamo vocine aspettavamo un mira¬ 
colo. 

Numerosi i messaggi e gli alle 
siati di cordoglio alla famiglia c- alla 
comunità Quelli del capo dello 
Stata del presidente delta Camera 
Pivelli del vice presidente di Mon 
tecdono Luciano Violante i-ll 
tempo darà un giudizio definitivo 
sui suoi melodi ora deve prevalere 
il rispetto per la morte e per I impe¬ 
gno di un uoinoche si é sforzalo di 
aiutare chi soffriva-) uomini di 
cultura giornalai esponenti poli 
tici Casini Buttigliene Berlusconi 
( -resterà u n uomo amata e contro¬ 
verso-) mons Tonini Zavoli Bia 
gì Montanelli e lami tanti altn 

Quella poltrona vuota 

I giovani dello -siali- alcuni 
hanno passata da un pezzo i tren 
Ianni hanno passalo qui meta 
della loro mia restano seduti sulla 
panca al buio Sarà difficile per 
loro nentrare nell-ufficio- quello 
di Vincenzo Muccioli dove la scn 
vania piu grande e attorniala da 
una decina di altre scrivanie Sede- 
vane Il quelli dello -staff, assetta¬ 
vano a stariate ordini abbracci in 
leniste telefonale ai polenti sup¬ 
pliche che armavano da ogni par 
te d Italia Non saia facile per que 
sii ragazzi diventali adulo a San Pa 
inguailo prendere allo che quella 
grande poltrona resterà vuota per 
sempre 


’*'ì J '1 r " 1 ^ % Taormina li accusa, i magistrati inviano un esposto al Csm per chiedere accertamenti urgenti sulla malattia 

I giudici: «Ucciso da noi? Lo dirà la cartella clinica» 


DAI NOSTRO INVIATO 


Vreo,flit* rii' AMntertdRftMltt 


A • • ■ mi i n U i 
thit * r« B" orile 

Afflitti Ma Ma 

\ unirli Uri» Drtl li 

Ratto Attiorttni 

■uiijut* (Anm «niM» 
Antonio, 
■tonti» PrtMH», strana MtreMfll 

Agnato Mattili, tomai» Mata, 

Ola Mio Manta 




Ita*/ 4ri tL a n al "nslr. ri 
gl» Hrri i Ir I r\1i H 1 ■ I 
I H rfUKM ( l Ir* (■ Mi I LU ri W1V> 

I (Miri ri •< ri l Li 
!> Il 1w 1U 

Kl IU Ifil* IM"I' IMI»* 
Qtritofto F MftoMta 

ivcn li 1 Hlrcufoi» sfrittivi Mnl 1 '<■ 
, - 11 / rei «H ri ah «Urti *H <» If M • 
Il ah l*i i 1* ' 

M . it»i n *• -f* iw 

•**» Tratta*» 

l N i d r irift*"» I 

i I M > «. u ri «ri wiri « i - ■ 

I - u n i n Sia, i i KiO _ 


* zozza *u/tz/iw* 


m SAN PATKIGN ANO -Nini lo la 
utrinno in itavi nemmeno da 
morto hi ranno I autopsia taglie 
ramni nostro padre Ani he se noi 
daremo loro Iurte le cartelle clini 
clic non saremo creduli Ham o 
rcagilo cosi nellaconiuiulà di San 
Patrignano - Mix noli era ancora 
morenti nel letto rii legno con il 
cuore ihc ogni lauto si ferm iva c 
poi riprendeva a battere alla Iloti 
zia che 111 iva,a dall 1 Prcx ura di Ri 
mini dovi due magistrali Iranno 
ilirevlo che snno fatti Kcerta 
mi liti urge nii- viiILi malattia di Vm 
cenzo Muccmli II talg>raggio 0 bu 
ni rauco ci mie si concine id un 
-C".|«rsti> limalo ilConsntltasupc 
rii»» della Magislralura cd al prò 
clirdloro i ipu di lircnzc coiiipc 
Ionie (K r k tritono f stalo detto i 
renilo - vi dm nella disianza - 
i tu il fond don- ili San I iingiuno 
sla morendo a c Ulva rii ile iniziali 
vi giudiziarie uni sialo sutto|)o 
sio Noi hi lustrali ciucili imo clic 


vengano falli lutti gli acctrtamenu 
necessan a stabilire la malattia di 
Vincenzo Muccioli c che s, cerchi 
il -nesso causale- fra le indagini da 
noi condotte e la malattia 
Lesi usto - che porta le firme 
del proc malore t apo Franco Batta 
gl ino e del sostituta Paolo Genga 
rolli i due pubblici minislc n a! prò 
c esso c ontro Mucuofi per la morti 
m poicilaia di Roberto Maranzano 
- morda < ome -da qualche tempo 
si sua dilfondendo la voce - ripresa 
con ampia risonanza dai mass ine 
dia che* la malattia che sla con 
ducendo a morte Vincenzo Muc 
noli sarebbe siala cagionala da 
persisterai iniziative giudiziam 
condotte proprio dii magistrati di 
Rimira Non possiamo vitaccre 
i he remili alfemiazioni da i luun 
que provemenli non sofianlo «p 
paiono lesive dell onore e del de¬ 
coro iktlaitarsona magctlanuan 
chi un almi e sospetta sull operalo 
de i magistrali- f peate» singol 1 
u i In non siano pubblici» le cai 


ielle c brache e la documentazione 
medica delta persona che u si ac 
cusa di star conducendo a mone- 

Da qui la richiesta di accerta 
menu c la necessita di un -miei 
vento urgente perché sia stabilita 
la venia e sia fatta giustizia -Che 
suino allo magistrati - ha spiegato 
poi il procuratore capo Battaglino 

a lare luce sui falli Noi siamo 
tranquilli c consapevoli di avere 
fatto solo il nostro dovere La chia 
rezza sulla malattia di Muccioh a 
questa punto sembra più che mai 
necessaria- 

Non si tanno nomi nell esposto 
ma il nlerimenio sembra preciso i 
due magistrati reagiscono alle al 
(ennaziora del neoawocalo di 
Muccioli e della comunità Corto 
Taormina che in intemsk- e di 
c Inalazioni Ira detto che Vincenzo 
Muntali e sialo portolo alla fine 
alalie persistenti iniziative giudizia 
i ie Immediata la reazione dell av 
«■calo una reazione che sembra 
mu netta nioJua mdieiro -Non é 
stalo il comportamento dei magi 


strali nminesi od aggravare le con 
dizioni di salute di Vincenzo Muc 
cioli bensì il tallo oggettivo dplle 
molteplici vicende giudiziane elle 
negli ultimi II) anni kr hanno posta 
all attenzione dell opinione pub¬ 
blica con un immagine che non gli 
apparteneva- Già lunedi scorso 
dopo lunghi colloqui a San Pam 
guano I avvocalo aveva affermalo 
■io non ho attaccato i giudici Ho 
delio soliamo che si può morire 
anche di ingiustizia Mi |iareche la 
vicenda Muicioli dimosln tutta 
questa- Un altro difensore del fon 
datore dello comunità VuneroAc 
creman con una dichiarazioni 

sembra prendere le distanze dal 
I avvocalo Taormina -Che un prò 
cesso dice Accrenvan - possa di 
ventare causa di malattia organa 
mi sembra difficile da dimostrare- 
Sulla collina I esposta viene su 
tato definita -un alto che si quafifi 
ca eia solo e che evidenzia I ere 
stanza di un pregiudizio che da ali 
in ta comunità ed il suo fondatore 
subiscono- La comunità sembra 
sfidare i due magistrati «Posto clic 


nulla ma proprio nulla vi ò duna 
scoratele 5 an Pai ugnano invila la 
procura di Rimira a coasullare le 
leggi che regolano la nservatezza 
delle cartelle clini he ili ogni càia 
dmo italiano Facciamo un invilo al 
due magisirali chiediamo che i ra 
gozzi c la taraigtia possami vivere 
in silenzio questo dolore- 
Pu la prona volta ic'n mattina 
un comuni alo che annui* lava un 
ulteriore peggioramento di Vm 
i ciizo Muccm* é sialo letto da un 
melino ni canne bianco Era il 
dottor (_ arto Buse 1 1 m i medico -sto 
nco della comunUà di San Fata 
gn ino E per la prona volta é stalo 
rive lato il nome detta clima la Ca 
pitanio di Milano dove Vincenzo 
Mucuofi era sialo noveralo il 10 
settembre II segreta c-ra staro dife¬ 
so fini) ad oggi -Noi non siamo le 
non a din nulla - spiegavano alla 
clinica milanese alle domimele dei 
cronisii - sin nosin pazienti Ncm 
meno «e qui fosse ricoverato il pre 
side me della Repubbhca- 

UM 


DALLA PRIMA PAOINA 

Facciamo... 


ziomcégià I apertura dell ospe 
date finora abusivo fi un altro sin 
forno di distensione Non credo 
che si offenda la memoria di Muc 
cioli se si afferma che spesso le 
opere si perfezionano quando chi 
le ha avviale non c é piu se vo- 

f liamo un paragone in grande 
India è siala davvero libera dopo 
la mortediGandhi 
Ora occorrerà da parte di folli 
proprio folli un allo di modestia 
Che i critici più severi di Muccioh 
(fra i qualr mettiamo anche chi 
scrive) ripongano i loro giudizi 
Che i benefattori non si sentano 
propnelan delle loro opere di be 
nelle lenza Che eredi e seguaci 
non vogliano chiudersi in una sor 
la di orgoglio dinastico Che Sialo 
e aulonlà pubbliche non vogliano 
lare di SanPa un lazzaretto falli 
menfare una Usi E che gli sfossi 
ospiti c alcuni fra taro non drser 
tino per nostalgia di tempi pater 
nalistrci e autoritari La comunità 
può e deve esitane da se stessa 
adesso le sue doli migliori te più 
coraggiose e abbandonare quella 
forma di cittadella chiusa dnshfo 
zmne totale che è sempre siala il 
suo equivoco E ora forse il Parla 
mento può modificare quella leg 

S e sulla tossicodipendenza che - 
a qualunque parte la si guardi - 
risulta sbagliata e persino nouvd 
Non stiamo dimenticando Vm 
cenzo Muccioli Ma anzi è prò 
prio la sua morte che fa sembrare 
mutili i confluii teorici anche mol 
lo aspri che si sono consolidali 
con il tempo intorno a lui ai suoi 
melodi alla cultura delle comuni 
là terapeutiche m generale e di 
quella in particolare ai nsuliali 
raggiunti Al di là della compas 
sione umana che a Mucc ioli è do 
vula le domande restano senza n 

3 rosta o meglio con due risposte 
ameuatmenle contrarie dall e- 
sallazione piu infervorala fino al 
biasimo e all accusa Riassumere 
tónfi anni di polemiche è persino 
semplice d levano gli avversati 
che Mucclofi è un dittatore autari 
tarlo teonco della mano torte 
creatore di una specie di Inger nel 
quale molti nmangono per una 
specie di dipendenza che non è 
dissimile da quella della droga 
che sono avvenuti a SanPa episodi 
oscnn deroemdziom aziendalisli 
che violenze Che c è ben poco di 
scientifico e di trasparente in quel 
I impero dominata da un palliar 
ca onnipotente e incontrollato 
Le nsposle non sono ntadegua 
te Vhicuoh vi e dipinto come un 
benefattore tutto dedita al recupe 
ro e alla dissuasione dei drogati 
Chi fa rischia di sbagliare chi non 
fa non sbaglia e lo Stalo non ha 
fallo nulla o quasi in questi anni 
per il problema droga Sicché ha 
delegalo alte comunità compili 
sempre più gravosi L uso di metti 
di duri 7 E spesso indispensabile il 
garantismo non può avere cittadr 
ndnza in un luogo cosi Centinaia 
e migliaia di persone sono graie a 
San Patrignano per aver guanto 
loro o i loro figli dalla finta cultura 
libertaria della droga con un 'avo 
ro difficilissimo e rischioso Co 
me si vede due posizioni incunei 
fiabifi che scaturiscono non solo 
da alcuni eccessi che certo vi so 
no siali ma soprattutto dal (allo 
che i nodi non sono scrolli Cos é 
meglio per nportare un drogalo 
alla vua norma te'E chi deve farlo 7 
E come impedire che le famiglie 
affidino ad attn f ingrato ruota del 
la severità quasi feroce che occor 
re perdlsintossicarealcuni’Eal're 
domande in che punta va com 
battala la droga e come’ Con la 
repressione o con qualche tamia 
di legalizzazione 7 E quando si 
smetterà di consdetare il drogalo 
come un reo anziché come un 
maialo 7 

A queste domande Muecioh 
aveva risposta a modo suo c le tu 
numerestali testimonianze da San 
Pa ci raccontano le meraviglie e 
gli anon le foghe e i mori» i (atti 
menti e i successi Ci sono siali an 
che processi da', prono Muecioli 
é uscita assolto il sesondo errati 
cora m cammino ma già awcle 
nato da sospetti accuse ai giudici 
stessi emotività diffusa Ora forse 
rutto questo potrebbe pi icarsi 
San Patrignano potrebbe diventa 
re un luogo dove si combatte una 
battaglia aspra con includi suen 
tifici senza promesse miracolose 
di salvezza senza esorcismi né 
miracoli E anche senza la vergo 
gnosa corsa al consenso e (tersi 
no la caccia ai voli elettorali «alle 
benevolenze del potere Firé di 
Muti ioli un martire non serve a 
nessuno quello che é riuscita a 
fare é 11 sotto gli occhi di lutti 
Chissà che la sua morte non fat 
eia maturare il dibattilo sulla lotta 
alla droga e non faccia cessare 
l assurda rivalità fra commuta 
sponsorizzale da commi politi 
che diverse Chissà che noli si .irti 
vi a leggi nuglion e clic non c i sia 
più bisogno di padri padroni Nel 
cupo universo della droga c é in 
gerirà di coraggio lira umht di 
saggezza intellettuale e politica 

[Andre* (Urtalo) 


i 


1 


« 









“tua *4 l Unita 


**~?m*3*ì+*--’*«'*-> «»»« - T - ■■*-t - f?r?sr.,, rn it 


Politica 




Mercoledì 20 settembre IQ9T 


Napoli 
SI è ripetuto 
Il miracolo 
di San Gennaro 

Stè riparato tari mattina a NapeA 11 
miracolo di aan «amara. Alta 
10.07 II cardia aia MMwto 
Otordano, aralwacaw dalia etti*, 
ha «aranciato al fadoM l'avvenuta 
donata*»» dol tango# dal 
patrono. L'attaaadacdoltra 
qu attrom i la d aaa ripraa e ntl nada 
eattMMo partano*»# ara 
c o mincia ta alias «o» fapoaMona 

dada taca contawnt» 11 aanc»». Lo 

Macao «ardano ha dada al MaB 
cria d cangu», paritoolannant» 
ac uro, al è aclolca i nda al mantya 
a umen ta ndo an c he di vohim» I 
devoti hanno apptanSto a lungo 
man tre II cardioaie ruotavall 
reliquiario por mo ntu ra la 
Bqmj hn lom dal can g ua. «Ina 
predala «tra ordlnario-riadatto 
(Uordano - H cui nato*» »aa pud 
•aaar» offa acato dari» manzofna 
di chi eroda di potarlo aptofm 
ascondo o moni urna»*. Al rito 
raagloao hanno naalatlt», tra** 
altri, Il «Indaco Baaaodnoall 
praaMante datoa PaftonaRaaMI. 
d tltl«ua RquaMIo di aan Oannaro 
Molari • «porto otto 0wnt, poi la 
ampeMnatarannanMwaraaRt» 

oMuaa «alla caaaataria dada 

cappati» dal t»aoro 





Montorwr Mario Franca inoatra al MelradimrtnflIacattodntodNapM la raHquto col iM«ia di $Mi6iarHMl«NfitlMl 


Ciro Fusco’Ansa 


Cassazione: prosciogliete il pool 

Il Tar frena le ispezioni. Mancuso: vado avanti 


li pool Mani pulite balte il ministro della Giustizia 2-0 La 
Cassazione ha chiesto che i pm vengano prosciolti dal 
) accusa, sollevata da Mancuso di aver intimidito un anno 
(a gli ispettori mmistenali £11 Tar Lombardia ordina al mi¬ 
nistro di fornire ai magistrati milanesi documenti per far 
chiarezza sull ispezione in corso minacciando di bloccare 
gli ispettori Intanto il loro capo Diana Laudati si dimette 
ethiede di tornare a lare la magistrata 

_________ 


«a MILANO Ecco «To» che chiede 
sta (alla chiarezza sull ispezione al 
In Procura c minaccia in caso con 
Irartu e su neh testa del pool di an 
miliare lutto e di rispedire nella ca 
pllalc gli ispelton del ministero del 
In Giustizia con armi e bagagli Ec 
cola (noci ire generale della Cnssn 
itone stabilire che Borrelll 
D Ambrosio e colleglli lo scoro 
anno non hanno «(latro inumidito 
la procedente pattuglia di ispelton 
(mandala dal ministro berlusco 
mano Allindo Biondi) e chiedere 
al Csm di prosciogliere i pm nt II in 
chiesto disciplinare volto dall al 
luate ministro Filippo Mancuso 
Et co Diana Laudali la quale dirige 
gli ispettori giurili dicci giorni la a 
Milano per ordine di Mancuso che 
gella Iti spugna t chiarie di tornare 
nei ranghi della magistratura 
Che giornata quella di ieri sullo 
sforacchialo Ironie che vede con 
trapposli i magistrali di Mani pillile 
e II ministro Filippo Mancuso con 
le su» troppe di ispettori Dna gior 
nata di successi per il pool milono 
se » lie ha rafforzato le sue posizio¬ 


ni® m qualche caso ha sfondato te 
linee lina giornata da dimenticare 
per Mancuso i cui-soldato hanno 
dovuto ballerai su un lerreno molto 
impervio E le dimissioni dell «pel 
foce Laudali le cui ragioni ufficiai 
mente non sono stale spiegate 
sembra siano basale su diverse va 
lutazioni rispetto a quelle del belli 
coso Mancuso 

Le reazioni 7 I pm milanesi len 
spazzavano soddisfazione anche 
se il procuratore capo Francesco 
Sacello Bonetti non ha voluto lare 
dichiarazioni II ministro Mancuso 
ha voluto nalzarai dal tappeto del 
ring per mostrare ancora i muscoli 
annuiKiando peresempio chel 
spezione andrà avanti e ' hecontro 
il proscioglimento dei pm e pronto 
a ricorrere alle sezioni numle della 
Cassazione Non fa però cenno al 
la decisione del Tar che rischia di 
bloccare comunque la sua oliere, 
va Di certo Mancuso nuire ancora 
speranze di nvincila Sempre clic 
nel frattempo le belligeranze non si 
plachino per il ritiro piu o meno 
spontaneo di un contende ole al 


Gardaslgilli potrebbe infatti essere 
tolti i galloni visto che nei suoi 
conlionll sono state presentate va 
ne mozioni di sfiducia proprio a 
cusa del suo accanimento ariti 
pool Ma vediamo nei particolari il 
campo di battaglia 

Il -czrao Cuwrzton». 

La sezione disciplinare del Csm 
dovrebbe riunirsi nei prossimi gioì 
ni torse già venerdì per valutare le 
conclusioni del suo Procuratore 
generale II pg ha chiesto il prò 
scioglimento per i magistrali Frati 
cesco Saverio Borrelll Gerardo 
[) Ambrosio Gherardo Colombo e 
Pietcamilk) Dovtgo per i quali il 2 S 
aprile scorso il ministro promosse 
azione disciplinare (secondo lui i 
pm avevano puntolo fino al condì 
zionamenlo detta libertà psicologi 
ca e funzionale- degli ispctton 
mandati da Biondi) U sezione di 
suplinarc del Csm dovrà decidere 
se accogliere la richiesta di pro¬ 
scioglimento o chiedere il dibatti 
minio Ma le scelta del pg della 
Cassazione depone a favore di 
Barrotti c colleglli ascoltati dal so 
stillilo Sebastiano Suraci il 22 giu 
gno scorso 

È auspicabile che a questo pun 
lo il m mslro dedichi le sue energie 
ardi elfo Itivi problemi della giusti 
zìi abbandonando atteggiamenti 
di accanimento persecutorio- È il 
commento di Letlcno Cassala Ma 
no Cicala Elena Pacioni e Armali 
do Spaiato difensori del pool La 
reazione del ministro aitraverso 
I ufficio slampa 7 II preannuncio di 
un nLOfso -avanti le sezioni unii» 


da parte del ministero- ( -Non A mi 
nimameme da porre riv dubbio che 
questi si avvarrebbe ditale potere 
di impugnazione-) Poi -I ispezio 
ne attualmente in cervo prose¬ 
guirà come In programma e occor 
rendo sarà estesa sotto base di ulte- 
rron eventuali emergenze- Infine il 
ministro ta capire che potrebbero 
essere presentate denunce di ca 
ratiere penate 

Il -casoTar¬ 
li pool attraverso Botrelli ha 
chiesto al tribunale amministrativo 
regionale I annullamento del prov 
cedimento mimslenale con conse¬ 
guente sospensione dell ispezione 
Nei giorni scorai t magistrali aveva 
no tolto appello alla legge 241 del 
1990 sulla trasparenza degli atti 
amministrativi per chiedere al mi 
resterò di essere messi a conoscen 
za del mandato su cut era stala ba 
sala I ispezione Borrelll aveva n 
codlatoche gra a suo tempo 4 Cetre 
aveva negato che gli tspetton po 
tessero indagate senza spiegare ai 
magistrali -indagati- su quali basi e 
per quali lini stessero operando II 
capo degli rspctton Ugo Omacci di 
recente aveva replicalo che quello 
del Csm è solo un parere non vi» 
colarne Cosi Borrelll si è molto al 
Tar C ha ottenuto che la 3 - sezione 
ordinasse al ministero di Grazia e 
Giustizia di presentare al pool en 
no darci giorni una sene di docu 
menti cui si la nferimento nella lei 
(era che Borrelll aveva mandalo al 
ministero Al Tar è stato anche 
chiesto di annullare il provvedi 
mento con cut il ministro dispost 


I ispezione e quindi la sospensio¬ 
ne dell indagine A questo seconda 
nilncsta saia dedicala un apposito 
udienza del tribunale amministrati 
vo 1 documenti che dovrebbero 
essere consegnati alla procura di 
Milano sono il provvedimento con 
cui è stota disposto I inchiesta am 
mmisirativa il provvedimento del- 
I ispettorato generale e ogni alto 
con cui vengono affidati mcanchi 
specilla Ora si unendo la conse¬ 
gna In caso contrario il Tar potreb¬ 
be bloccare rullo 

tt -cavo Laudati- 

Per ora A soprattutto un mistero 
Lispcrttce Diana Laudali slava 
conducetelo da dieci giorni I ispe 
zion» con i colleglli Francesco la 
cono c Maurizio Museale Ma ha 
presentalo al Csm la richiesta di 
rientrare in molo come magistrata 
l-a pratica sarà esaminata dalla 3 " 
commissione dell organo di auto 

governo dei giudei che sentirà 
I interessata Nel giro di un paio di 
settimane A previsto la decisone 
del plenum del Csm Sabato scorso 
la LaudaU con gli alai ispellon 
aveva lascialo Milano m corno 
denza coir le richieste del pool per 
tornare a «orna UfficiaImenle 
-per consultazioni- col ministro 
Mancuso Qualcosa e andato slor 
to La Laudali e il terzo ispettore in 
tre a reti che lascia 1 incarico da 
quando gli ultimi ire ministri della 
Giustizia Iranno avvialo altrettante 
indagini a Milano Ispezioni a raffi 
ca che hanno senz altro ottennio 
unoscopo tal lento re il lavoro inve¬ 
stigativo del pool 


Secondo la Cassazione per le misure cautelari e il rinvio a giudizio non occorrono prove concrete 

«Indizi dai pentiti? Utili per l’arresto» 


Per arrestare o rinviare a giudizio un indagato sulla base di 
una < hiamata di correo di un pentito sono sufficienti ri 
scontri «indiziari' utili ad ipotizzare una eventuale con 
danna Lo sancisce la Cassazione in uonlrolendenza con 
le polemiche che hanno investilo il pentitismo Una inter 
prelazione restrittiva sosteneva che già nella fase delle ut 
dagtnt preltminan dovessero essere trovati tutti i riscontri e 
tutte le prove alle dichiarazioni dei collaboranti 


Nosrao servizio 


■ NOMA Una sentenza In contro- 
tendenza rispetto alle polemiche 
eh» investono il pentitismo c «clic 
dici' una parola cnianficanice sulla 
utilizzazione delle dichiarazioni 
ilei pentiti» cosi to definiscono gli 
addetti ai lavori Per arrestare o nn 
viarc a giudizio un indagato sulla 
tinse di una chiamala di coireo ria 
parie di un penino non occorrono 
prove tonerete inpaci di convoli 
ilare li accuse ma sono sulfrc lenir 
gì link i nsuinln -indiziari- utili ad 
Ipotizzare una eventuale condoli 
ira I j> statali* otto te sezioni mille 


(idrati dilla Corte di covranone 
che mettono un punto termo mi 
dibattito sulla utilizzabiluà delle d 
dilatazioni dei collaboraton di giu 
sfizio I giudici della Suprema con» 
sostengono che I articolo I '12 del 
indice di procedura pena* sitili 
valutazione della prova (lesbico 
za di un latto non può tss» re de 
sunto da indizi a mino il» questi 
siano gravi (ire» isi p rene urti nifi l 
non pub essere appi 1 » alo ito ( isr 
itelle indagini prchmi nar Si Ir Ubi 
itilam di nini de Ih. nonni .spcs ili 
e riamente eli Hate |H.r il giudizio 


quali regole per 1 accertamento 
della responsèbilnà dell imputato 
essendo nolo che nelle indagini 
prelim nari non si ricercano prove 
ma solo elementi indizian di tate 
spessure da rendere utile un rinvio 
a giudizio nella prospettiva di una 
condanna» Nella sostanza ta Cas 
•razione sostiene che c è una soa 
stanziale differenza Ira gli elementi 
di prova che sono necessari per la 
condanna nspctlo a quelli neces 
sari per le misure cauteton e per il 
mino a giudizio Gli elementi di 
prosa pesano diversamente a se 
tonda deto diverse fasi dei prccev 
so Una cosa ovvia non nuovo Ma 
c tic dopo to sentenza della Cassa 
zinne determina conseguenze di 
nircvn a proposito del valore delle 
dichiarazioni dei pentiti Una mier 
prelazione rtslrmiva delle norme 
sosteneva che già nella fase doli u 
tilizzo della custodia cautelare do 
lessero essere trovali tutti inseontti 
c tutte le prove elle confessioni dei 
cotoboraulì htramma due pesi e 
due misure a seconda se gli indizi 
venissero dai pentiti o da atto resn 
moni Si C già detto si legge nella 


sentenza re he la ncerca delle pm 
ve A estranea alta lase delle indagi¬ 
ni preliminari cosi come lo e anche 
a quella dell udienza preliminare 
porche per .1 nrrvro a giudizio sono 
sullrcienii solo indizi di tale grama 
da rendere possibile la condanna¬ 
si balta eroe spiegano le Sezioni 
unite -di indizi che non valgono di 
per sC a provare olire ogni dubbio 
la responsabilità dell indagalo c 
tuttavia consentono per to loto 
consistenza di prevedere che al 
traverso to futura acquisizione di 

ulienor dementi saranno idonei a 
dimostrare tate iesp>wsaMto fon 
dando nel 'tattempo una qualific a 
ta probdbilild di colpevolezza- In 
somma si allarga ia valutazione 
dei cmen per il nnvro a giudizio 
più ampi rispetto a quello della 
eventuale condanna prevista dalla 
sentenza die conclude il diballi 
mento In questa prosi*, tfiva con 
(mirano i giudici licita Suprema 
Lotte -h chiamata in correità deve 
esecri; valutata come ogni albo in¬ 
dizio» F a tal riguardo assumo de¬ 
cisivo rilievo la stia Ionie cosniuito 
da soggetti coinvolti in grado dm 


Intervista Bruti Liberati, segretario Anm 

«Ministro bocciato 
un’altra volta» 


Inteivista con Edmondo Bruti Liberati, segretario del 
I Associazione nazionale magistrali «Il ministro Mancu 
so era già stato smentito dal Csm Ora la Procura gene 
rale della Cassazione chiede il proscioglimento del 
pool Si tratta per il Guardasigilli della seconda 
smentita il procuratore Borrelll non ha intimidito gli 
ispettori» E ancora «Con le sue iniziative il ministro 
Mancuso ha cagionato enormi danni alla giustizia » 

__________ 


m ROMA Pessima giornata per il 
ministro Mancuso La procura ge 
nerale della Cassazione ha detto 
che i magistrali del pool sono -in 
docenti» Lui il ministro pensava 
che fossero .colpevoli- Avviò I a- 
zione disciplinare nei loro confron 
n li mise sotto inchiesta II motivo 7 
Hanno intimidito gli tspetton muli 
stellali gridò Mancuso Ira procura 
generale dopo un istruttoria di 
qualche mese è arrivala a concfu 
sioni opposte il pool non ha inti 
nudilo gb ispetton Dunque nchie- 
sla di proscioglimento per Borrelll 

D Ambrosio Colombo e Davrgo 
La dee Lione finale spetta al Con* 
glio superiore della magistratura 
Intanto però -Mani pulite» sorride 

Oottoi Bruti liberati, crune valu¬ 
ta qoettarttMMt# di praMfoCU- 
manto? 

La richiesta della procura genera 
te la giustizia di un iniziativa del 
ministro Mancuso che apparve su 
brio pnva di ogni fondamento Ri 
cordiamo brevemente i talli II 21 
novembre '94 il procuratore di 
Milano Bonelli pose una serie di 
quesiti al Csm sui limili dell inda 
gmc ispettiva disposte dall allora 
Guardasigilli Biondi II 5 maggio 
95 ri ministro Mancuso depositò i 
risultati dell ispezione ordinala da 
Biondi In buona sostanza gli 
ispettori «assolvevano- il pool non 
erano siati nlevan abusi o ntegola 
rita nelle inchieste dei magistrali 
milanesi Che cosa la allora il mi 
mslro 7 Dice che gli ispettori hanno 
senno quelle cose perché Intimi 
difi da Borrelll E avvia quindi I a 
zrone disciplinare 
Ora 1# procura generale «ambra 
«mentirlo. 

Il pg della Cassazione sostiene 
che il procuratore Borrelll con 11 
mziativa del 21 novembre non ha 
compiuto nulla di illecito ha sem 
plicemenle esercitalo una sua la 
colta Non dimenuchiamo che an 
che il Csm con la delibera del 17 
maggio 95 ha riconosciuto la 
piena legittimila la fondatezza 
dei problemi posti da Borrelk 
W«* ha «glori» Borrorii. I» 
torto Man orno. 

Con queste nehiesta di prosciogli 
mento cade tutta I impostazione 
del ministro Mancuso II ministro 
era già sialo smentito dal Csm Si 
tratte pereto della seconda 
smentita 

Salta ricMooto di praoctogl non 
to.dtddwà II Csm. Mancino ha 


latto saper» che ricorrerà con 
tre mi mo nt ia te ano) odono 

Nessun commento Davvero nes¬ 
sun commento Il ministro Mandi 
so A stato «sfiduciato» dalla realtà 
delle cose 

Andre H Tar della Lombautta gli 
Ira dato torto. 

Già II pool aveva chiesto che il 
ministro comunicasse I nuli e og 
getto dell ispezione attualmente 
in corso presso la procura di Mil i 
no II Tar a quanto pare avrebbe 
accolto la richieste del pool Una 
decisione importarne Per III nro 
tivr Innanzitutto il ministro ni 
questo modo deve assumersi la 
responsabilità politica delle prò 
prie decisioni Poi perché cosi sa 
ra possibile capire se 1 ispez t nc 
interferisce nell attivila giudiziari i 
Infine i magistrati potranno op 
porre ri segreto alle richiesti no t 
legittime e non morivate degl 
tspetton 

Seffarmiantod sul «aconito pon¬ 
te II rtMfctodTiitoifan» ned at 
tMtà|l addarla 

Con il ministro Mancuso questo 
«ischio è diventato concretissimo 
Una selva di indagini A Milano . 
Palermo a Napoli II Guardasigilli 
con le sue iniziative ha cagionato 
epo ritti danni alla giustizia Per 
ciò è grave che un esponente del 
Pds abbia chiesto di inviare gli 
npetton anche a Venezia Le t mi 
che ai magistrali sono sempre le 
ette le sollecitazioni all interferì n 
za no 

Utpattrica Diana Unitati ha 
chiestoti lasciare II mi irlttero 

Il ministro Mancuso ha già suscita 
to grande preoccupazione per il 
suo modo di gestire I ispenoralo 
Un ispettrice è slata «licenzi ite- 
probabilmente in nume del pr n 
apio che chi non si adegua v i nc 
mandato via Che cosa vuote il 
Guardasigilli 7 Ispezioni tirali esito 
predeterminalo 7 Se un ispettore 
arriva a conclusioni diverse deve 
andarsene 7 II ministro Mancuso 
non si occupa di quello che pn 
senve la Costituzione hr lutino 
nate al meglio la macchina ili Ila 
giustizia No lui tiene sorto con 
(rollo e sotto pressione alcune 
procure della Repubblica prot u 
re che tanno soltanto il loro dove 
re Gli effetti delle sue iniziative so 
no gravissimi intralcio all all vii 1 
giudiziaria delegai mazionc dei 
magistrati 


soitellatiopetcuis procede 
La decisione prende spunto ria 
una vicenda giudiziaria nata stilla 
base delle dichiarazioni rese al Pm 
da un penino che iteli ammettere 
la diretta partecipazione ai reati 
(rapina aggravata e reali connes¬ 
si) -avevi formulalo specifiche 
chiamate in correità net confronti 
di terzi indicati quali complici- Il 
pentito inromma avevi racconta 
lo tra I litro che per rapinare una 
banca della zona avevano usato 
un trattori con ri quale avevano 
sfondalo la vetnna Aveva poi par 
lato delle ormi e dei mezz usati per 
la fuga A conferma del racconto 
erano siati trovati dei re» ontn co 
me la veruna sfondala il furio 
sempre in zona di automobili 
t lecp e c amiori7 da tur indicate e il 
d aleno -censnoiese n meridiona 
le dei rapinatori Ma decisivo per! 
arresto di uno dei coindagati poni 
qu ik peraltro non esistevano n 
-conni spec ilici é stalo il fatto clic 
quest ultimo aveva già rapinato 
un altra banca I anno puma seni 
prc alla guida (li un fi more 


Inchiesta su finanziamenti illeciti 

Per il depuratore di Torino 
rinviati a giudizio 
Greganti e Quagliotti 


■ TORINO Pnmo Greganti e 
Giancarlo Quagliotti ex elargenti 
del Pei tonrrese negli anni Ottanta 
sono stati rinviaii a giudizio per 
concussione dal gip Aurelio Bara2 
zetta su nehiesta del pubblico mi 
nistero della procura di Milano 
Paolo feto Al centro della vicenda 
giudiziaria - trasmessa dalla Pro 
cura di Tonno a quella milanese - 
c è un finanziamento illecito che 
una controllata Fiat la Italimpresil 
avrebbe versato al Pei per garantir 
si I appalto del terzo lotto nella co 
(trazione del depuratore sul Po 
commissionata dalla società pub¬ 
blica Po Sangone Una mazzetta 
da 260 milioni uscita dal conto 
svizzero «Sacisa» della Fiat e finita 
in parie dopo una sene di peregn 
nazioni sul famoso conto -Gabbici 
ta di Pn mo Greganti 
L inchiesta che nsale al giugno 
del 1993 coincide con la presenta 
zione alla Procura di Tonno del 


memoriale dell amministratore ile 
legato della Fiat Cesare Ri miti 
Com è noto I inchieste -Mani l'irli 
te» aveva da tempo sollevato il w. lo 
sulle operazioni poco limpide rii I 
le controllate Fiat in partteol ire 
quella dirette da Enso P ipi tinnii 
ntslratore delegato della («gel ir 
Impresti pnmo top indulger» tei 
grappo a vare are * cani citi di Sa r 
Vittore Le sue mnnwraon v trota 
male da un ex d ingente delta li i 
limpresit UlrtCO Bianco ivi t irni 
aperto uno spaccato su un (ire suo 
to cotnwrlgimenlo del Pii nt I s sii 
ma delle tangenti Critico il gii riunir 
del legale di Quagtiotn Giura 1 ) A 
mica secondo cui il dispositi» uhi 
rinvio a giudizio oltre a cssrn in 
completo «rivela una se ra. di tmns 

stoni nell inchiesta per ter luci 'Ut 
reale polene di condizioitimuti 
del fti nel consiglio di tniiniire.ii i 
zionedel Consorzio» tir ! 


















Mercoledì 20 settembre 1995 


Politica 





IL FUTURO DEL GOVERNO. 



Stabilito il primo passaggio, si concluderò con un voto 
Caso Mancuso aperto, fallisce lo «sgambetto» a palazzo Chigi 


■ ROMA Non saia la venlica che 
seguirà il percorso Istituzionale 
coerentemente indicato da lam 
berlo Dmi e da Oscar Luigi Scalla 
ro ma il dibattito del 3 ottobre al 
Senato potrà già aprire uno squar 
ciò dt luce tra le nebbie che awol 
gono I attuale tase polisca. Arai 
uopo di chiarezza è già infervenu 
ta 1 appuntamento parlamentare è 
stato concordalo tra il presidente 
del Consiglio e i presidenti dei 
gruppi delia maggioranza che fin 
qui lo ha sostenuto, e ha continua 
to a tarlo ancora nella conferenza 
del capigruppo svoltasi successi 
vamente a palazzo Madama con 
bastando il disegno del Polo di 
continuare a galleggiare nella pa 
lude 

Si chiarisce che una maggioran¬ 
za et Cedo non è una falange 
macedone come rivela la vicenda 
del lesfo base sull immigrazione 
che ha visto In una commissione 
della Camera la Lega far quadrato 
con ta destra ma anche queste la¬ 
cerazioni danno valore alla conh 
nua ricerca di convergenze (il prò 
grossista Fabio Mussi ha reagito 
con una offerta di "dialogo perché 
siano Individuale soluzioni sicure e 
civili-) sul mento delle scelte che si 
compiono 

Ucmo Mancino 

l. questa maggioranza Dlm la n 
conosce per quella che è con la 
sua lealtà e i suoi travagli Ha an 
che dei prezzi reciproci il rinsal¬ 
darsi di questo rapporto II <aso 
Mancuso» è 11 a confermare il nodo 
imsofio dell impatto politròo di ce« 
le scelle compiute da singoli tee 
ntd-che come dire’ si emancipa¬ 
no dallo stesso presidente del Con¬ 
siglio Uno simmento islituzional 
mente corretto per la verità ci sa 
rebbe e il gruppo progressista I ha 
utilizzato la mozione di sfiducia 
individuale Ma è 11 ministro *tecm 
et» di Cinzia e giustizia a voler lare 
del proprio un caso polito fino al 
punto di sfidare non solo Dinl ma 
anche il Parlamento Tante che 
quando ha saputo che nel vertice 
della maggioranza a palazzo Chigi 
era stalo deciso di sospendere ogni 
aiuti iniziativa in attesa del chian 
mento del 3 ottobre anche sulla 
questione che lo nguarda non ha 
esitato a se alvalcare Dim rivolgen 
dosi direttamente al presidente del 
Senato con una formale -disponi 
biuta- ma nella sostanza una 
spregiudicata chiomata alla mota 
Illazione per rompere I-assedio- 
t a cui II suo dire è sottoposto) di 
truppe evidentemente disposte al 
tutto per lutto Anche a far saltare 
Dim prima del previsto’ 

Ditti insomma confemva il ri 
spetto dovuto alle prerogative del 
Portamento Ma contestualmente 
ribadisce che «dopo la conversione 
ili legge del decreto sulla par con 
dirlo si presenterà al capo dello 
Stato per comunicale I esaurlmen- 
lo dei qudltro impegni prtootan 
sulla base del quali II governo ha 
ottenuto la fiducia del Pariamen 
lo- f questione di coerenza 

IndMzzt p*r la Flnmlaite 

Ma Intanto si chiarisce anche 
< he la Finanziaria non sarà un me¬ 
ro orpello al vecchio mandato un 
adempimento senza qualità sbn 
gaio il quale si puh dare ri benservi¬ 
to al governo e passare alle elezio¬ 
ni 1 occasione delle comunicazio¬ 
ni del governo invece consentirà 
al presidente del Consiglio di mar 
care il valore della manovra eco 
nnmlcn che invertendo la lenden 



Il Guardasigilli sfida 
«Provate a sfiduciarmi 
contro di me un assedio» 


HnMstrodala 
attutala Materno. A 
lato II presidenti del 
Constalo Mal 


m ROMA E Mancuso ha len tentato una con 
homossa. Il ministro di Grazia e giustizia ha cer 
calo di poriare la discussione sulla mozione di 
sfiducia nei suoi confronti al Senato £ di toglie¬ 
re quindi la questione che lo riguarda dalla ven 
fica che si aprirà dopo la discussione sulla fi 
nanziana II motivo' 1 quello di far chiarezza e di 
rompere -la sensazione di autentico assedio- 
che ha accompagnalo ha detto Mancuso lo 
svolgimento dei suoi compiti 
La richiesta é stala presentata ufficialmente al 
presidente Scognamtglto a cut il ministro della 
Giustizia ha mollo -la rispettosa preghiera di vo¬ 
ler considerare acquisito e di comunicare nella 
sede competente il suo personale favore all ac 
coglimento della richiesta dei gruppi interessati 
per la fissazione della discussione ut aula delle 
mozioni di sfiducia individuale- Ed è slata spie¬ 
gata in una nota diffusa len dal suo ministero 
Questa decisione -da tempo palesata in consi 
gito dei mimstn e di cui il presidente Dim ha 
contestualmente preso atto nasce dalla estgen 
za vivamente avvertita - afferma la nota - di te 
nere il Parlamento aggiornato circa obiettivi e 
dati di fatto- fn particolare il ministro vuole che 
sia fatta chiarezza -in ordine a circostanze che 
hanno accompagnato fino a dare la sensazio- 


Dini il 3 ottobre al Senato 


Un chiarimento, poi par condicio e verifica 


Puma il chiarimento poi anche la verifica Dini consolida 
il rapporto con la maggioranza schiva I ennesimo sgam¬ 
betto di Mancuso e mette il Polo di fronte alle sue respon¬ 
sabilità Il 3 ottobre, subito dopo la presentazione della Fi 
nanziarta si confronterà al Senato sulle cose da fare fino 
all approvazione della par condicio quando salirà al Qui- 
nnale per comunicare che il suo mandalo è esaunto Ma 
a quel punto sarà già nella nuova fase 


FAMMI ALBO* SCCLàA 


za al gonfiaggio del delicil potrà 
consentire fi rientro della lira nel Si 
stema monetano europeo E. al 
tempo stesso darà modo al Paria 
mento di nallermare il propno mo¬ 
lo e rendere visibili le potenzialità 
di un -Indirizzo" che possa rendere 
produttivo il tempo che testa prima 
dello scioglimento delle Camere 
Niente Quindi è prccosiiiuilo 
Ma la maggioranza -ncanca le bai 
lene» per dirla con Cesare Salvi 
Anche in vista della venlica vera e 
propria se e quando U Polo otne 
gllo II Berlusconi leader e padrone 
della Flninvcsl m deciderà ad ab 
bandonare I oslmzKinismo sulla 
por condicio per rispettare la paro 
la data al tavolo delle regole Ma a 
quel punto nessuno potrà più sol 
trarsi alle propne responsabilità 
politiche e istituzionali Anche Ri 
fondazione comunista che sembra 


scavalcare la peggiore destra 
quando come fa OWro Diliber 
to dice che -Dim è ormai fuonleg 
ge¬ 
suita Finanziaria innanzitutto 
Che intanto avrà acquisito tutti i 
connotati istituzionali dell atto do¬ 
vuto quindi late da obbligare Seal 
laro a nnviare Dim alle Camere 
nella pienezza delle sue funzioni II 
cenlrodeslra dovrà scegliere seag 
giungersi o meno alla maggiorar! 
za (O dividerei a giudicare dall im 
gidimento di Gianfranco Fini) sen 
za pretendere scambi impropn co 
me quelli prefigurati da Enrico La 
Loggia Soprattutto dovrit deciderei 
non solo a dire quando ma anche 
come andare alte elezioni 

la riforma elettorato 

Ricorrerà il Polo alla -rodomon 
tata- (la definizione è di Luigi Ber 


lingue») delle dimissioni di masso 
propno mentre gli é offerta la pos¬ 
sibilità di confrontarsi in modo tra 
sparente e ishtuztonalmenie coi 
retto so un -patto di fine legislatu¬ 
ra-’ Significherebbe sottrarsi a 
quella che Walter Veltroni ha defi 
mto -una discussione da uomini 
politici sen- Oerallro senza pre¬ 
giudiziali di sona «Siamo dispone 
bili dice infatti il numero due 
dell Ulivo a discutere ipotesi an 
che diverse da quelle che noi cal¬ 
deggiamo ma a condizione che si 
possa garantire stabilità al paese II 
mio terrore è che si vada a votare 
con questo sistema e il giorno do 
po ci si accorga che non c è nessu¬ 
na maggioranza Se fossimo una 
classe dirigente all altezza di qoe 
sto paese tutti noi Fini Berlusconi 
Casini DAIema Prodi dovremmo 
(issare un» data delle elezioni (ad 
apnle a maggio non lo so in àHn 
paesi si è votato anche durame il 
semestre europeo) e impegnarci a 
(aie la nfotma della legge elettora¬ 
le- Ma Fini continua a sbarrare la 
strada incurante dei ‘asddiosl -ro 
vi- (come quel ciccidini che ieri 
hanno deciso di provare a infastidì 
re gli alleati conliapponendo una 
propria candidata I Ombretta Fu 
magati! CaruUi alla Corie costitu¬ 
zionale) disposto pereino a tm 
pone il passo del gambero ai suoi 
depurati per portare le dimissioni a 
Berlusconi sufi Avemmo -La legi 


statura ha latto tutto ciO che poteva 
lare- taglia corto il leader di Al 
leanza nazionale additando las 
senza di legittimazione popolare al 
governo -Ma il nlievo obbietta il 
popolare Leopoldo Elia ha un 
senso solo nei sistemi polii »-1 nei 
quali le strutture dei paruri e delle 
coalizioni fa ragionevolmente pre 
vedere che il corpo elettorale sia in 
grado di espnmere un chiaro inan 
dato E non è questo il caso dell 1- 
talia altnmenu non saremmo in 
questa difficile transizione- Vale 
vieppiù per Berlusconi che Vellro 
ni nel solito gioco della torre get 
lerebbe giù al posto di Dim perche 
-ha dentro di sé una canea di di 
sprezzo delle regole ancora mag 
gioie- [blesa d ufficio da parte del 
portavoce Antonio Ta|am -Ho il ti 
more che il sogno di cambiare le 
regole volute dal popolo sovrano 
sia stato dirottato da alto Lo dimo¬ 
stra anche quanto stanno tacendo 
in commissione Napolitano" 

Già I amltrusl te Se si votasse ai 
primi dell anno una maggioranza 
di cenlrodestra potrebbe prow 
dere in propno come aggrada al 
Cavaliere Ma se si dovesse volare a 
giugno il nuovo Parlamento si in 
sedierebhe in tempi non più utili 
per evitare la scadenza (agosto) 
del dispositivo della sentenza della 
Corte costituzionale che comporta 
per la Fimnvesl la nnuncia di una 
rete 


Staffetta tv 
tra Santoro 
• Costa azo 
eoa sondaggi 


Toma a fin. ottobre la 
staffetta San toro- 
Costanzo-Il 
programma noi quato 

Iduaconduttori al 
past«n»i soli 
tosti mono tm -Tempo 
Roolo-e Maurizio 
Costanzo Show-, al 
e Marnerà -doverli al 
voto- DaataMlm 
ancora da quato 
gioverà andrà In onda 
al precisi contenuti 
tì#B»-marstona¬ 
le loristea, che «stata 
a enunciata a 
Montecarlo dagli 
attui Mie Mia 
Santoro a Maurizio 
Costanzo. Intervenuti 
alla convention <* 
Rubatola -Faremo 
una arando 
sRnutazlonodlvoto- 
ha dotto Costanzo -o 
con questa staffetta, 
visto che non slamo 
arrivati alla 
collaborazione nego 
stesso gruppo- 
torneremo sto 
-clandestinità- 


ne di un a-leniico assedio I esercizio dei doven 
costituzionali del Guardasigilli. Questi doven 
sarebbero siati ispirali <oslamemeole ed esclu 
sivamenie a finalità istituzionali di valorizzare 
concretamente il principio di legalità sostanzia 
le assieme a quello della tutela delle garanzie 
processuali sociali ed umane spettanti n ogni 
caso a lutti i cittadini- 

immediata la risposta del presidente dei se 
naton progressisti Cesare Salvi -È il Parlamento 
non il ministro della Giustizia Mancuso che de 
ode quando si dovrà discutere ta sfiducia al 
guardasigilli- ha affermalo -La lettera del mini 
sito - ha aggiunto - ha [arditalo la nostra deci 
sione in quanto ci ha latto superare le diveigen 
ze che stavano emergendo durante la discus¬ 
sione sulla calendarizzazione della mozione di 
sfiducia Abbiamo quindi accettalo I invito del 
governo che del caso si discuta dopo il dibattilo 
politico sulla finanziaria perchè meniamo che 
m quella sede vada anche nsolto il caso Manru 
so¬ 
la questione quindi é stata rapidamente n 
sofia La mozione si discuterà dopo la finanzia 
na e nell ambito della venfica II tentativo del 
ministro di Grazia e Giustizia non é andato in 
porto Ma perché Mancuso ha tentato questa 
carta’ Una spiegazione è venula ieri da Fabro 
Mussi vicepresidente dei deputati progressisti 
•Vorrà sfidare la sorte e tentare di avere la fidu 
eia del Senato, è I opinione di Mussi Mussi ha 
poi ha assicurato che il giudizio del Pds sul nn 
mstro non é cambiato «Abbiamo dato - ha del 
to - occasione al Guardasigilli di rettificare la 
sua posizione nel dibattilo che c è stato a Palaz 
zo Madama Non ha raccolto I invito Non c è 
dubbio che Mancuso non rappresenta la parte 
che noi apprezziamo di più del governo Dini 
Sarebbe certo meglio avete un alito ministro 
della Giustizia- 

Secondo Franco Bassanim 1 Guardasigilli 
■non ha il potere di chiedere e ottenere che la 
mozione sia discussa ma ha ragione se vuole 
che si dia seguito a quel documento Una mo 
zinne di sfiducia a un ministro non si può tenere 
a bagnomaria per mesi 


L’agenda degli impegni discussa nell'incontro tra il presidente del Consiglio e i capigruppo che to sostengono 

Il centrosinistra: una maggioranza chiara 


li chiarimento politico m (arà il 3 ottobre in Senato È 
quanto hanno concordato ieri mattina - al termine di un 
lungo incontro - il presidente del Consiglio e i capigruppo 
progressisti, popolare e della Lega Nord di palazzo Mada 
ma Lamberto Dim renderà -comunicazioni dei governo 
all’assemblea dei senatori e la maggioranza di centrosini 
stra e Lega (ara votare una risoluzione per impegnare Par 
lamento e governo per la prossima lase 


«Uilànf. «WNMHAA 


m ROMA II 3 ottobre sarà il giorno 

del chiarimento politico Chi so 
sileni il governo Dirti |«s quanto 
tempo e per larchc’ Sara un dibai 
t lo clic si svolgerà in Senato a ri 
5pontiere queste domande e a lar 
c filare zza dopo il coniuso dibattilo 
d agosto I oc< astone sarà costituì 
11 dalla prcsenlaziooe della legge 
Immurarla II presidente del Comi 
gito Lamberto Dii» si recherà in Se 
nato irer illustrarne i conlermh Al 
tonnine della discussione la mag 
gwranza - costituita dai gruppi 
progrcssli.il | ivi polare e della Lega 
Nord - presenterà una nsoiuzionc 
tilt impegni il governo e il Parla 
mento per In prossima fase» In 
quel documento parlamentare sa 
rà anche ribadite la richieste di so¬ 
stituite Il minia#© della Giustizia Fi 

ll|l|K>MllUCU50 

Questo pc morso è Maio concor 
dato ieri mattina a PalazzoChigi al 
termine di un lungo Incontro ira Di¬ 
ra- Kapigmppo progressisti Cesa- 
h s dvi Mo Ronchi I tbero Guai 


neo c Michele Sellini il eapogrup 
po leghista Francesco Tabladim e 
il capogruppo popolare Nicola 
Mancino La date del 3 ottobre è 
siala poi lissaia in serata dalla con 
ferenza dei presidenti dei groppi 
parlamenlandel Senato Una deci 
sione assunte a maggioranza per 
I opposizione del cenlrodeslra allo 
svolgimento del chiarimento ni 
Parlamento II percorso concorda 
lo a Palazzo Chigi è sialo conici 
inalo (Trillo stesso presidente- del 
Consiglio che ha confermalo an 


die I impegno a recarsi dal t ai» 
dello Stelo quando sarà convcrtito 
in legge il decreto sulla par condì 
no E II partirà la ven fica sulla con 
elusone o il proseguimento della 
legislatura 

Il Serrato volerà 

Dopo I incontro con Dim icapi 
gruppo della maggioranza hanno 
incontrato - giornalisti per spiegare 
come ha (ietto Cesare Salvi che 
il dibattilo in Senato si svolgerà sul 
In Iwise di teomumcaziom del go 


verno e che esso servirà a fare-un 
bilancio del lavoro svolto e del la 
voto che abbiamo davanti lldocu 
mento die sottoporremo al voto 
del Senato conterrà anche le cose 
da lare nei prossimi mesi Quello di 
Dmi - Ira aggiunto Salvi - é un go¬ 
verno tecnico che ha avuto una 
maggioranza ben precisa in Parta 
memo Uno degli effetti del dibai 
tuo del 3 ottobre sarà proprio quel 
to di rendere chiaro chi sostiene e 
chi avversa ri governo Orni Coslco- 
mc era chiaro nei mesi scorai 
quando il cenlrosmislra e la Lega 
volavano i provvedimenti del pio- 
gr mima dt governo e il cenlrode¬ 
slra fi avversava magari dividendo¬ 
si Si traila ora di nempire la fase 
ciré intercorre tra la presentazione 
della legge hnanziana e 1 approva 
2 ionc parlamentare del decreto 
sulla par condicto 11 dibattito che 
si aprirà in Senato - hanno dichla 
rato Salvi e Mancino - dovrà nem 
pire di contenuti I attività di gover 
i» fu» alla definitivo approvazio 


ne della par condicio -Una volta 
approvala - ha dello Mancino - si 
dovrà nuovamente discutere sul 
che fare- E Salvi con una battute 
•Ricarichiamo le batterie- 

Sanità senza tabe» 

Il colloquio con Dini ha nguar 
dato anche i contenuti della pressi 
ma legge finan 2 iana I presidenti 
dei groppi parlamentari del centro 
sinistra e della Lega hanno reso 
noto che il governo non si appresla 
a imporre nuovi balzelli sulla sani 
là Dal canto suo la maggioranza 
ha inasto alcuni paletti Li ha spie¬ 
gali cosi Nicola Mancino -Abbia 
mo chiesto un documento Iman 
ziano che non sia neutrale Cioè 
che dovrà affrontare r temi che so¬ 
no all ordine del giorno del Paese 
come la giustizia la scuola il Mez 
2iigicsno i occupazione La legge 
finanziana deve essere condivisa 
in pomo luogo da miesia maggio¬ 
ranza che Ila fin qui sostenuto il 
governo poi se si aggiungeranno 


altre adesioni berte¬ 
le questioni ambientali 

Propno sulla legge finanziano i 
Verdi - con il capogruppo Edo 
Ronchi hanno insistilo con Dira 
sui problemi ambientali -Se non ci 
saranno lignificativi cambia menu 
nella politica ambienlale i Verdi 
non voteranno la finanziano Al 
presidente del Consiglio Ronchi 
ha presentalo un documento in 
nove punii le cose da fare e non 
da fare in tema di poliriclie am 
bramali Si traila - secondo i Verdi 
di selezionare le opere pubbliche 
di non dare luogo a spenmenlazio 
ni nuclean di introdurre elementi 
di fiscalità ecologica dicoireggeie 
il progetto "alta velocità di lar de¬ 
collare I Agenzia deli ambiente 

La Lega: consultateci 

E i leghisti con Francesco Ta 
b] arimi - hanno -partalo con fran 
ertezza a Dini per r vendicare una 
loro maggiore consullazioni quali 


do il governo si appresta a varare 
importanti decisioni La Lega ha 
detto Tabladiro - è il secondo 
groppo parlamentare non e la 
ruota di scoria del Pds e non vuole 
portare I acqua a un mulino (quel 
lo del governo) che ruota contro o 
tiene (enne le poto Tabladini Ita 
anche posto la questione della log 
ge sull immigrazione chiedendo 
di distingere i criminali oxtraconui 
nilan dai lavorati» exlracomumla 
ri i pnmi vanno espulsi lutti e imi 
mediatamente i secondi ramno 
annali a trovare Casa e lavoro 
Quanto al caso Mancuso lui se 
ni il governo ha chiesto alla conte 
lenza dei capigroppo di rumare la 
discussione della mozione di slalu 
eia per attendere I esito del dibatti 
io politico del 3 ottobre In quel 
I occasione come abbiamo detto 
- sarà affrontato anche il caso di I 
ministro della Giustizia e il presi 
dente del Consiglio risponderà alla 
ribadite r chiesta parlamentali di 
sostituire Mancuso 


» 


r 


















'^"TOrr*; 


Politica 


Mercoledì 20 settembre 199 5 


INFORMAZIONE E POTERE. 


Il presidente: nel discorso sugli abusi del mezzo televisivo 
non cera alcun riferimento al leader di Forza Italia 


» 



«Non ho fatto nfenmenti polemici a Berlusconi» li giorno 
dopo I intervento sui rischi del potere televisivo, Scalfaro 
butta acqua sut fuoco Invia la cassetta del discorso al Ca 
vahere spiegando che tutto desidera tranne I innalza¬ 
mento della tensione Berlusconi risponde che non c era 
nemmeno bisogno del chiarimento «Non vado mai in tv 
era ovvio che non ce I aveva con me » Ma la tregua non 
ferma gli attacchi al Quirinale e i nodi restano imsotti 


■ NOMA Saranno puro disiami su 
luUo ma almeno su una uosa 
ScaliamoBertusconl slsonochia 
Itti No quella tirata del presidente 
sui pencoli dello strapotere televisi¬ 
vo sulla minaccia del tribuno mo 
demo che prende colpo nel video 
non era direna al Cavaliere O al 
meno non soltanto a lui Scallaro 
voleva evocare un problema gene¬ 
rale e soprattutto non aveva la mi¬ 
nima Intenzione di buttare benzina 
in una situazione che i suol molli 
awersan (anno di «ilio per rendere 
esplosiva E cosi ten mattina lem i 
giornali che davano grande nsalio 
al combinato disposto della sua 
esternazione sui rischi televisivi e 
delle minacce di Berlusconi di un 
ritiro sull AvenUno Scallaro ha 
scello la vta diretta e semplice del 
chlanmento Immediate Ha (alto 
Inviate a via dell Anima il nastro 
del suo discorso di lunedi accolti 

B lando il gesto con una nota ut 
le alimene II Cavaliere -potes¬ 
se constatare direttamente quanto 
su» difficile anche estrapolando 
unu sola (rase trovarvi nlerimenll 
polemici nel suoi conlronti» 

La spiegazione di tutto e nella 
frase seguente -Il capo dello stato 
come suo dovere specie in mo- 
metili lanlo delicati si adopera per 
ette un dialogo sereno sìa aperto c 
fecondo con ogni settore politica 
Proprio a questo Iute - spiega la 
noia - si 6 svolte nella serate di ieri 
(funcdtndr) un coniiafecolfoquio 
al Quirinale tra l presidente della 


repubblica e il dottor Letta» Battute 
finale pei i giornali e le agenzie che 
hanno interpretalo troppo malizio 
samenle II discorso di Scallaro -Al¬ 
la stampa e ai mezzi di comunica 
zone è aperto un largo spazio per 
cotlaborare a un clima politico più 
sereno e costruttivo eo e servizio 
prezioso atta democrazia- Berte 
scora che peraltro ha ripreso ad 
alzare vistosamente il uro sul Quin 
nate negli ultimi giorni grazie ai 
buoni uffici di Gianni Lena ha latto 
finte che non tosse successo nulla 
Ma certo ha delio -non c è staio 
bisogno di alcun chiarimento col 
presidente lo non ho mai pensato 
nemmeno per un minuto che il 
capo dello stato potesse nlenrsi a 
me- Già perchè* Sul punto il Ca 
valiere ha condito come gli capita 
spesso II buon gesto con un quid 
di itdicolo Non poteva niellisi a 
me chiosa infatti il capo di Forza 
(rafia -In quanto io amo la venta e 
tra 1 leader politici sono quello che 
compare meno alla televisione» 
La tregua nlrovata viene celebrata 
da (gannì Letta -Cercare di vedere 
te parole del presidente della re- 
ubblica come un tentativo di m 
ucn 2 are te vicende pollttclte ila 
liane di questi giorni è fuon posto 
E allora* Vuol dneche ira Scalfa¬ 
ro e il Polo te asperità si sono im 
prowtsamenle appianate* La reai 
là come sempre è molto più sfi, 
nula Che il capo dello stato non si 
sia riferito direttamente a Berlusco¬ 


ni tutti t quotidiani m realtà io 
hanno dello Quello che non si po¬ 
teva non mettere in relazione era 
una sequenza di latri oggettivi Solo 
due aromi la in Val D Ossota Seat 
faro ha ricordato ai suoi mote erte 
ci (ormai uno schieramento patitt- 
co che va da Ari passa per Forza 
Italia. si raccorda con Rfondaz»- 
ne comunista supportalo da una 
luta schiera di quelli che Scalfaro 
chiama i «pseudo-costituzionali 
so.) che la necesità di approvare la 
par condicio rarai del voto è una 
garanzia minima che discende dai 
principi costituzionali e che il go¬ 
verno Dim non dà luogo ad alcuna 
sospensione della democrazia In 
Italia Un discorso che ha fatto im 

bizzamre il Polo convinto che 
Scallaro trami per ntardare slne die 
il voto magari sprngendo la Destra 
alla slida della mozione di sfiducia 
contro Dim A quell intervento in 
latti la risposta è stata tuU allro che 
distensiva Scallaro si vede accer 
chiara da un crescendo di com 
menu ostili di politologi diretta 
mente legali al carro di Berlusconi 
e da una nnnovata pressione del 
Poto con la minaccia peraltro vaga 
c inconsistente di una sua messa 
in sialo d accusa Quanto a Bette 
scoili poche ore pnma di ricevere 
la video cassette di chiarimento 
h.i esternato cose non tenere sulla 
situazione e sul ruolo del presiden 
te evocando di nuovo II rischio del 
nbalione e andando ben olire il 
giudaio di «lemocrazia sospesa» 
Questo è ri quadro E stando cosi 
le cose sono «me le preoccupa 
zioni del Quirinale La pnma è che 
il dima si delerion di nuovo dopo 
un penodo di relativo migliora 
mento Scallaro spiega chi Iha 
sentilo nelle ulumc ore ha mito 
I mietesse e il dovere di svolgere un 
molo di mediazione tentando di 
dipanare una situazione che non 
per colpa sua è intricata II Polo 
1 accusa di voler lar slittare te ele¬ 
zioni eppure Scallaro fanno noia 
re collaboratori e interlocutori le 
urne le aveva messe nel conto av¬ 


vertendo (già p cima della pausa 
estiva) che se si facevano le tllor 
me e le regole era meglio ma che 
non si sarebbe potuto mare a cam 
pare perchè In questo caso si sa 
rebbe andati direttamente e presto 
al voto Di più lo stesso capo dello 
Stalo ha latto capire domenica in 
Piemonte che lui per pnmo è con 
sapevole della necessito di varare 
appena possibile un governo poli 
ttco che nasca da un pronuncia 
mento del corpo elettorale II no¬ 
do dtlitctlinente solubile sta nei 
tempi E il Quirinale teme che da 


patte del Polo dosso al suo mter 
no si lenii di scaricare sulle spalle 
di Scattare responsabilità che sono 
dei partiti e del parlamento Se 
emerge una volontà i Inaia e mag 
gionlana in un senso o nell ateo 
(volo o accordo pei andare avanti 
qualche mese con un programma 
di lavori delirato) Scalfaro Ita sem 
pre dello e chianto che non può 
che prenderne atto Formo restan 
do che a suo parere eh. lui stesso 
ha definito non vincolarne alle ur 
ne sarebbe preferibile andare eoo 
regole e garanzie approntale per 


evirare nei limiti del possibile che 
si riproduca la situazione di stallo 
attuale Se ciò non si porto lare i 
panni dovranno assumersi la re- 
sponsab-luà di dirlo in parlamento 
con atti e comportamenti conse¬ 
guenti Il succo è che però i nodi si 
stanno stringendo Se come si 
evince dal percorso stabilito da Di 
ni al Senato si va a una venflca in 
gennaio e lo stessocapo del gover 
no limette il mandalo dopo I ap 
piovanone della par condicio il n 
xhio è che si debba votare ira in¬ 
verno e pnmavera nel pieno del 


semestre italiano dell limone euro¬ 
pea E consigliabile dal pumo dm 
sto del paese’ le alloro pensa di 
no Ieri lo ha fatto capire ncevendo 
una delegazione di pariamentan 
del comitato per la libertà d infoi 
inazione Giu liete dopo I incontro 
ha detto che il presidente sulle re 
gole auspica un in lesa -ragionevo 
te» tra te forze parlamenlan Rosy 
Bindi ha sollecitato un dialogo tra 
Polo ed Ulivo su par condicio e rv- 
lorma del Cda della Rai ma ha ag- 

B mo "S: traila di punti intnuneia 
siamo pronti a procedere» 


mPMBNNMt 

C«ccMQo<i: 

-Luttwak? 

Un opinionista 
sfottono» 

•LuttwakTClI 
classico opMontata* 
gettone». Lo ha 
dkMiratolf mo. 
Vittorio CeecM dori, 

•Ottonante dal Ppf. 
proprietario di 
Tetomontocsrioe 

Videomusic. 

commen te ndo cosi 
teetme recenti 
affermazioni del 
politologo ameri cano 
Ulema a» ruolo del 
prosideMe datti 
Repubblica Scatterò 
(tra l'attro Luttwak 
aveva eoetomrto etto 
In Italia la democrazia 
è Mattate). -Sapete • 
«a con Bravato (tocchi 
dori riferendoti a 

Luttwak pere bèlo 
CN amano da and In 
tutte le tratml satani? 
Perche paria (tettano 
e fa ri sparto lare sull’ 
Interprete 


Il pestatele della Repubblica Settato 


Scattano: «Non cercavo 
polemiche con Berlusconi» 

Il Cavaliere: «Certo, vado poco in tv» 


Confalonieri spara a zero sul centrosinistra e poi promette una tv pluralista 


Fminvest «annata» nel nome dì DeU’Utrì 

I nemici? D’Alema, Segni, i giudici 


Rnmvest all attacco Davanti di nuovi soci si scaglia con¬ 
tro la magistratura, contro i partiti che la ostacolano con 
tro 1 poten forti Un lunghissimo applauso per Marcello 
Dell Ùtn «Con il suo arresto siamo stati marchiati nella 
carne» 1 giudici sotto accusa chiamati per nome «Non 
perseguitano cosi nemmeno la mafia e la camorra» Accu 
se a Bossi e Segni A D Alema «Sull antitrust ha cambiato 
idea e non vuole tener conto del referendum 


DAL NOSTRO INVIATO 

MMHIUIIMttHO 


■ MONTtCARI-Q L armala Finiti 
vesl proclama la conbolfensiva In 
sintonia spontanea con il Cavalle 
re Ma organizzala in proprio A 
presidio dèi sacri conimi dell impe 
re del biscione «Che abbiamo di 
leso con i referendum c allargato 
nello spazio c nel tempo con Me¬ 
rini sei e I ingresso dei nuovi soci- Il 
prcsidenllssimo Fedele Conialo 
mesi conclude la quattro giorni di 
Publilalia la "falange che cosimi 
il partilo chenoncora loncmpldi 
gadget candidali e orgoglio e lo 
portò alla vittoria Parola d ordine 
lidiKia e avanti nula Senza paura 
Nè della politica nè della magistra 
tura All attacco Contro la politica 
la magistratura i polen Ioni Come 
Su per gemina come Mediobanca 
Non ella entrambe Ma se la pren 
do con chi condotta i quattro pnn 
ci|»itl quotidiani 
I cinquecento supuvenclllon di 
quel Marcello Dell Uln che ha do 
vuto formalmente abbandonarli 
dopo un non gradito soggiorno in 
carcere (per una stona ili Iatture 
false ) sono pronti per il gran fi nate 
In smoking gli uomini in abito ria 
stia k donne reme da Imitami 
(K-r la fetta di c hmsura alili lata ria 
Bianca del Rey la stella del (lanieri 
io Ma prima tulli a sentire il verbo 


che riscalderà i cuori mest dopo 
mese Imo al settembre prossimo 
Quando ci si rivedrà di nuovo a 
Montecarlo Con una novità non 
scià più la convention di Puhhialia 
madiMcdiaset la nuova scalo là fi 
«anziana in cui sono confluite le 
Tv la pubblicità e i cinema Non a 
caso in pnma fila c è un gruppo di 
ospiti eccellenti Sono i rappreseli 
tanfi dei nuovi soci stranieri ossia il 
tedesco Leo Kirch il principe sau 
dna Al Wateed e il sudafricano 
lohan Rupen 

E Marcello dell Utri il presema 
loie d eccezione Dice -Si è detto 
clic Publitaha toma a lare politica 
Non sono d accordo La sua mis 
suine politica I Ila uscito da un 
ptzzo Noi «amo tornali al lavoro 
D oi se quando ci saranno te eli zio 
ili qualcuno di noi vorrà impegnar 
51 In farà in assoluta libertà In Fot 
za Italia o per la sinistra» SI il pia 
noia da difendere è tomaio a esse 
rei azienda Una Flnmvesi die atta 
fine dell anno avrà un unte di 830 
indi udì c avrà piata amente azze¬ 
ralo i debili (grazie soprattutto alla 
vendila dell Euromereato) 

Addio al sogno di un posile ino 
ai piani atti di Forza Italia Al croni 
sta Iteli Ulti si confessa cosi -Nes¬ 
suno liti cerca ma se qualcuno 


della poi il ica mi cercasse oggi n 
sponderei di no Non voglio più oc 
cu parimene» L azienda parino’-E 
chiaro che come ogni grande 
azienda anche noi laccamo potili 
..a ma per difendere i nostri mie 
ressi e la libertà di mercato Noi 
non siamo un soggetto politico" Ei 
rapporti con il partito del Cavalle 
re’ -Noti siamo I interfaccia di For 
za Italia con cui ci troviamo in di 
saccordo su diversi punti Chiaris¬ 
simo Coinè lo sportone su Media 
sei che farà vedere poco dopo sul 
grande palco bianco martellante 
aggressivo autocelebrante sintesi 
virtuale dello spirito dell azienda 
partilo del futuro prossimo vento 
ro E come I applauso scandito 
dalle mani e dagli occhi lucidi di 
mila la platea in piedi che Confa 
lomeri ha chioso per Marcello Del 
I Ulrl uno stoico vero" La magi 
stranita a partire dai Pin interessali 
eh umidii per nome Di Pietro Da 
vigo Greco e Colombo è avvisato 
Con la spada ili pugno -Siamo sto 
ti marchiati nella rame Marcello 
in carcere per tre settimane è stato 
uitoslregio Una tenia Come quel 
ludi commissari,! ic Publilalia- 
H presidente Fi ni mesi non di 
menlica Nemmeno se manca 
neppure un mest alla sentenza del 
Tribunale sul commissariamento 
di Publitolia -Cosa non ci hanno 
fatto ili questi mesi 1 Più di 2(10 per 
qu siziom Anche di notte e nelle 
case private dei nostri d ingenti nu 
natcì indo le segretarie Non per 
seguitano cosi nemmeno la mafia 
t la i amorra Se lo avessero fatto 
tome con noi non li sarebbero 
più Ma noi rimaniamo al nostro 
posto Indaghino quanto vogliono 
noi rmlgndo tutto abbiamo fido 
uà sappiamo che Fininvesl c Pu 
bhiafia sono pulite» 


La frusto per i giudei lo scudi 
scio per la polilica Fldel lancia 
messaggi di guerra A nemici ver 
chi c nuovi Ali preoccupa motto 
la politica della vendetta del san 
gue agli occhi inaugurata con il 
tradimento di Segni e poi di Bossi 
F lo stesso sla facendo D Atema 
che sotto il peso di atSHopoli dimo¬ 
stra di non avere i nervi troppo sai 
di- 

La bastonatura è generalista 
come i programmi delle sue Tv 
Confalonien spara con la mitraglia 
alzo zero verso quella politica che 
abbiamo avuto sempre contro 
-Siamo preoccupati perchè ci sem 
bra che si stia andando verso una 
restaurazione verso un ritorno al 
passato a quei parassitismi ette 

condizionavano t intera politica 

italiana E noi ci stiamo difenden 
do- Ripeie -Se passasse il progel 

10 di legge che Bogi ha presentato 
alla commissione Napolitano per 
noi lefletto sarebbe peggiore di 
quello che avrebbe provocalo la 
scontrila ai referendum- E D Ale 
ma si prende il secondo ck chetto 
•Dopo la nostra «nona ai releren 
dura dose che non si sarchile latto 
una legge che non tenesse conio 
della volontà popolare Oggi inve¬ 
ce ha c ambrato parere- 

Ma Gonfalonieri in fondo non è 
mollo preoccupato dei verni che si 
sollevano dal nemico universo del 

1 1 politica promette una h plurali 
sta e dice -G consola che I altra 
iurte politica il centro snislra è 
fortemente disgregato al suo mier 
no è omogenea solo eoniro Berlu 
se om L amnga è finita La parola 
ntorna a Dell Uln Chiede c ottiene 
un sinccto applauso «Pei la peren¬ 
na c he ha c ausato tutto questo Ro¬ 
sa Berlusconi- La mamma del i a 
voliere 



utMAFrrr; ^innmmmté 


Piersilvio Berlusconi: 

«Io in politica? Per ora no 
Sogno la Coppa dei campioni» 


DAL NOSTRO INVIATO 


m MONTECARLO Eccolo Piersil 
vai Berlusconi mentre per la gioia 
interessata di un commandos di 
fotografi c cositeli!) a replicare 
pose c abbracci di nio Con la so¬ 
rella Manna con la nonna Rosa 
Bossi Berlusconi con lo -zio Fe 
dele Confatomeli Una mitragliala 
di tlash pnma da solo poi in cop 
pia, oline gruppo la miglia Som 
so timido tratti delicati capelli 
softm e un tonfino lunghi il con 
bario esatto del mihco stereotipo 
(immaginano - del manager Fi 
Itmuesl tuta sicurezza c deterrai 
nazione 26 anni sotto il segno del 
toro un bruito incidente stradale 
alte Bermuda qualche unno la da 


cui si è rimesso completamente e 
un fulur<> spianato davanti Con 
due passioni sulla scia del padre 
Ovvio televisione c Milan 

I vecchio Mike Buongiorno la 
definisce un gwane serio e ro¬ 
mantico. a riconosce nel ritrai 
to? 

Beh si mi pare un complimento 

E da chi ha proso? Da papà? 

Senz altro È una caratteristica 
sia mia che sua Certi valori li 
consideriamo come prima cosa 

Come «gito ora mogio quanta) 
suo padre ero in azienda o ades¬ 
so cheta poltlca? 

Forse era meglio prima adesso 
ci vediamo meno Pnma quando 


lavorava per la Flnmvest era sen 
z altro più tacile vederci 

Adesso quando lo vedo? 

Normalmente durante i week 

end 

E cosa i cambiato I vostro rap-, 
porto? 

E sempre rimasto il rapporto di 
padre e figlio Perse sentendolo 
di meno ora quando siamo in 
sterne il rapporto si è intensifica 
to 

Vedo più spesso -do- Contalo 
nteri o papà Boriusconl? 

Fortunatamente vedo spesso lutti 
e due 

Anche tei ha ambizioni ponti- 
Che? 

Oh no' 

Magari tra qualche anno.. 

Non so adesso non ci penso É 
mollo disiarne dai miei prog ani 
mi 

Chesono. 

Ho solo un ambizione occupar 
mi di televisione 

Perù le tacendo potutati* i un 
po' costretto a seguirti) Perle», 
tornente d'accordo con suo pa 
die? 

SI 

All interno delta Ftoinvest che 
ruota ha esattamente oggi? 

Sono nel comitato di direzione 
delle Tv Fminvest ili lui l sono 
due direttoti di rete t Adriano 
Galliam Con loro partite |>o alla 
valutazione dei nuovi program 
mi 

Qualcuno sostiene che avrebbe 
di rito di veto 

No non ho nessun diruto di suo 
Non esiste assolutamente In 
questo c ornitelo dura la mia ro 
me lutti gli altri 

E dell’arrivo che peraltro ora 
sambre tramontato dell'Invento¬ 
re di Rai 3, Angelo Quglekni. co 
sapente? 

Non ho un opinione parinotele 
Ho partecipato a delle riunioni in 
cui si è pari ito anche di questo 
ma non ho un idea particohic 

Quali so sol suoi sogni? 

Non saprei ne ho parecchi 

Dica H primo che ha In mente.. 

Che il Milan mincesse la (oppa 
dei campioni làff 


4 









Mercoledì 20 smembro 1095 




Politica 

auM t 


l'Unità pagina 


REVISIONE LEGGE MARTELLI. D Carroccio vota il testo di Alleanza nazionale alla Camera 

Il Pds: «Male, ma è solo rinizio dell’iter parlamentare» 


■ ROMA. Sarà un tetro pensato e 
voluto da Alleanza Nazionale la 
base su cui lavorare per modificare 
tu leggo Martelli sull'immutazione. 
E, anche se al momento non cam¬ 
bia niente per nessuno (poiché il 
dibattito è appena agli inizi), dal 
punto di vista della destra questa è 
una piccola, grande villoria. Anche 
perché la lega, a sorpresa, ha dato 
il suoconsenso alla proposta dì Al¬ 
leanza Nazionale 

Com'è andata, in breve Ieri, nel¬ 
la sala della commissione Atteri 
costituzionali, alla Camera è ripre¬ 
sa la discussione per modificare la 
Martelli (legge 39del 1390). Diver¬ 
se le proposte sul tappeto. Accesi, 
da subito, i toni. Alla fine, con 22 
voli contro 19, (a commissione ha 
adattato come lesto base il docu¬ 
mento predisposto dal rappresen¬ 
tante di An, Vincenzo Nespoli. 
Hanno votato a favore ( partiti dot 
Poto e la bega Nord. 

■Espulsioni di matta- 

Questo risultato ha prodotto, su¬ 
birò scompiglio, ba dc-srra. come si 
sa. sulla questione-immigrati ha in- 
latti idee molto precise, die si litro- 
vano con puntualità nel testo Ne¬ 
spoli. La principale di queste idee è 
la seguente: devono essere espulsi 
dall'Italia tutti i clandestini, ma an¬ 
che gli irregolari (cioè chi, per 
esempio, magari ha solo un timbro 

mancante sul visto). Un vero -re. 
pulisti*, senza possibilità di appello 
(cade quasi sempre, infatti, anche 
In posslbllià di ricórrete al Tribuna¬ 
le amministrativo regionale). L'in- 
grcsso clandestino, inoltre, diventa 
un reato, por il quale è previsto an¬ 
che il carcere (linoatre anni). 

Gli altri pumi:' Vediamoli anche 
attraverso i rilievi del progressista 
Domenico Marnili. esperto di im¬ 
migrazione. Intanto, secondo il do¬ 
cumento di An, un extracomuniia- 
vto, per entrare in Italia, deve «ibi, 
re un passaporto valido corredato 
da un visto e da una documenta¬ 
zione che attesti te sue buone con¬ 
dizioni di salute. Devo Inoltre non 
aver riportato nel suo paese con¬ 
danne superiori a trenta giorni di 
detenzione. Ma i progressisti riten¬ 
gono inammissibili queste restri¬ 
zioni, anche perché le pene po- 
trelibero essere siale Inflitte in pae¬ 
si non democratici. Inoltre, non si 
salvaguarda la posizione del rifu¬ 
giato. 

Lo «tutto *11 lavoro 

Secondo il testo di Nespoli, poi, 
si pud entrare in taire anche per 
motivi di turismo e studio, a patto 
però che lo slraniero dimostri di 
avere i mezzi di sostentamento per 
(litio il periodo del soggiorno I 
progressisti: è una norma facil¬ 
mente aggirabile e, perdi più, non 
è previsto l'ingresso per molivi di 
cura. 

Ancora Gli immigrali dovrebl»- 
n» sempre esibire il passaporto 
quando compiono operazioni 
bancarie o postali 

È prevista poi la reclusione per 
chi dirige associazioni finalizzare a 
lavorine l'ingresso dei cittadini ex- 
Iracomunilari in Italia e la loro col¬ 
te», azione nel mercato del lavoro. I 
progressisti: cosi vengono colpite 
anche le organizzazioni umanitଠ
rio che aiutano legalmente l'inseri¬ 
mento degli Immigrali 

Vi sono poi norme che limitano 



(■mitrati di colare Mf Vicentino. Sotto Qi«nfMnc« FW 


F. TlnellCM tonto 


Immigrazione, blitz dì An e Lega 

Espulsioni e arresti nel testo della destra 


Espulsione immediata per i clandestini (pena l'arre- 1 
sto), certificato di -buona salute» per gli stranieri che 
vogliono entrare in Italia: sono alcuni punti del testo ba-1 
se per modificare la Marlellì, approvato ieri dalla com¬ 
missione Affari costituzionali della Camera. Si tratta del¬ 
la proposta di An. passata col voto della Lega. Mussi: ì 
«Non ù una cosa buona, ma l'iter parlamentare è lungo, 

Il dialogo con la Lega va avanti». 

w»u#u»«trrTi 

(tormente l'ingresso per il lavoro che Vha volato. Comunque, è solo 1 


stagionale. F. in generate alcuni 
punii coni rasi,ino in modo netto 
con il dettato costituzionale. 

Il dialogo profiresaJstt Lega 

Si felicita Alleanza nazionale. E, 
anzi, immed«lamento Maurizio 
Gasparri, ha (ratto la seguente con¬ 
clusione "Il cenirosimsir.i ikhi c'è 
più si fe renio- Cosa dicono, per¬ 
ciò. i leghisti? Fabio Dosi, capo 
groppo in commissione, cercando 
di calmare le acque: -Vediamo di 
non drammatizzare, il testo Nes|x>- 
li ha recepito il lesto della Lega, 
punto c basta...» E Rolando Fon- 
tan. anche lui membro delta com¬ 
missione Aliati costituzionali: -Non 
C uno "strappo". In fin dei conti, si 
tratta water di un tosto bus ■■ 

Fabio Mussi, vice-presidente del 
groppo progressista alla Camera, 
commenta -L'adozione a maggio¬ 
ranza del testo di An non è una co¬ 
sa buona. Neppure per la Lega. 


l'inizio dell'iter parlamentàri; II 
centro-sinistra terrà aperto il dialo¬ 
go con la Lega, perche siano date 
soluzioni sicure e civili al problemi 
allerti, da un grande paese euro¬ 
peo qual e l'Ilalia». 

Dura anche Rilondazione Co¬ 
munista. che giudica nnaccetlabi 
le- il testo Nespoli F. Diego Masi 
(Patto) ; An commissione ho vota¬ 
to conno. Però, adesso c'è un tosto 


i’Sj. uXvcLùaJ ii-ii , 2 


Tabladini: 
«Roma li tollera 
Ma noi proprio no» 


1 ■ ROMA Dipenderà, forse, dal latto ciré è un 
geologo: il senatore leghista Francesco Tabtàdi- 
r* va dritto al cuore dette cose e, per latto, usa 
un po le parole come pietre. Ieri pomeriggio, 
per telefono, ha commettalo il voto favorevole 
della Lega alla proposta di An sull'immigrazio¬ 
ne. 

Sentore, h* capito? Mi Cere era è passato 
■ testo di An. 

Mi è stato appena derto. Vorrei specificare, pe¬ 
rò. che anche stamane, da Dìni. ho spiegato 
che il problema va tenuto diviso: un conto, in¬ 
fatti. sono I lavoratori exlraeomunitari e un 
conio sono i criminali exlraeomunitari. Ci so¬ 
no i lavoratori, e vanno accolli: lo dico anche 


ro conno raro. ao^ao c c ™ suMa ^ de,l'educazione cattolica che ho ri- 
sul quale lavorare, è un punto di cevu | Uec n ecre do sia propria anche di buona 
partenza-. pari» della lega Sta altra cosa è continuare a 

mantenere uria siluaztone di cnmìnalilà, che 
I sfrittoci ormai nelle città del Nord è diveltata ingover- 

Segnaltamo, inline, la richiesta nabile. 

avanzala dai sindaci delle dodici ter* tottt. are» votato «a tetoteopotodada 


I sfrittoci 

Segnaliamo, inline, la richiesta 
avanzala dai sindaci delle dodici 
maggiori città italiane, che ien era¬ 
no riuniti a Torino. -E urgente un 
decreto legge per rendere efficaci 
le espulsioni-, hanno deilo -Biso¬ 
gna coniugare legalità c solidarie- 
ià. ma nei grandi centri si vanno 
consolidando situazioni patologi¬ 
che...». 


E allora? Ma lo sa che al Nord, quando vengo¬ 
no su La Russa o Fini a parlare di exnacomuni- 
lari, si riempiono le piazze? Questo è il latto, al 
Noid il problema e seniilo. Voi qui a Roma, in¬ 
vece. magari non k> sentile o perlomeno lo 
sentite meno, perché la città é più abituala Ma 
su da noi. è una cosa impressionante Soprat¬ 
tutto a causa della prostituzione, che é dila¬ 


gante Ormai ci sorto le bambine, sui marcia¬ 
piedi. con le bande degli slavi che le connota- 
no. Si sanno nomi e cognomi di rulli, ma nes¬ 
suno riesce a buttarti fuori. 

Pm.Mtctù, eh» Meta per la Hu* tara. 

No, chelinea dura . todicoche chi lavora de¬ 
ve essere accollo, magari anche meglio del la¬ 
voratore italiano, visto che gli stranieri vanno a 
fare i lavori più umili Ho ribadito che al Nord 
ci sono attivila, come le fonderie, che funzio¬ 
nano anche grazie agli extracomunilari. da¬ 
vanti ai quali bisogna levarsi il cappello Ma la 
criminalità é un ama cosa. E cVn non vuole ve¬ 
dere la differenza... Volta dire che ha degli in¬ 
teressi 

Quali kttoreul? 

Lo spaccio della droga, per esempio Ma mi ri¬ 
ferisco anche ad alcuni religiosi 

QimM? 

Parlo di religiosi che vediamo assumere atteg- 
giuntemi cristiani e mollo nobili, ma che poi si 
capisce Si capisce che magari hanno interes¬ 
si niente aliano nobili. 

Cioè? 

Cioè, per esempio, quel parroco di Ladispoli, 
se lo ncorda? Quello che hanno ucciso... Eve¬ 
nuto fuori che aveva frequentazioni omoses¬ 
suali con gli exnacohiunrtari Fatto di lui. ma 
non è l'unico. Non é il solo caso, ce ne sono 
parecchi, altroché 

Senatore- 

Eh no. se vogliamo chiudere gli occhi e gridare 
al -razzismo- tulle le volle che uno dice -bada¬ 
le. bisogna prendere aliodiquesrasituazione-, 
va bene, lo si faccia pure, si gridi. Ma la soslan 
za é questa, non cambia 

ElpropeMtaf? 

I progressisti stamane sono siali d accordo con 
me sul fatto che si debba dishnguere tra crimi¬ 
nali e tra lavoratori. Si la presto a parlare di raz¬ 
zismo e non razzismo e tulle quelle menate II. 
Ma qui c'e una criminalità che spaccia e che 
asvia le ragazzine alla proslituzione Se qual¬ 
cuno vuole manienere questa situazione, avrà 
degli interessi da ditendere. Dt'.A 


Gasparri: è l’extrema ratio. Ma Casini si ribella: «Io non ci sto». Di Muccio: è solo una minaccia 

Fini: «L’Aventino? Vedremo, non l’escludo» 


■ ROMA -Non escludo alcuna 
iniziativa di opposizione, quindi 
nemmeno le dimissioni dei par¬ 
lamentari ili Alleanza nazionale 
invito se ini auguro sincerameli - 
le di non dover arrivare a tanfo» 
Cosi Gianfranco Fini risponde al¬ 
l'idea avanzata da Silvio Berlu¬ 
sconi, di dimissioni in massa dei 
deputali c dei senatori del cen¬ 
tro-destra se non si arriverà al piti 
piesto alle elezioni -Berlusconi - 
aggiunge il presidente di Ari • ha 
di-rio giustamente che qualora 
dovesse nascere in Parlamento 
unii maggioranza politico clic 
non corrisponde alle scelte degli 
elettori del 2? marzo del '94. il 
Polo svotgerehlie una dura azio¬ 
ne di opposizione» 

Ma proprio stilla data di possi¬ 
bili elezioni. Fini preferisce non 
sbilanciarsi. »Non voglio più pur- 
l-viptire a questo gioco che sem¬ 
bra abbastanza sterile» F. aggiun¬ 
ge -il’rt-do elle litui abbiano 
compreso che vi o in Italia chi 


non vuole che gli italiani «pri¬ 
mario il toro consento, c il toro 
dissenso, rispetto all»-' vara’ posi¬ 
zioni politichi' e. contro ogni lo¬ 
gica. tenta di trascinare una legi¬ 
slatura che ha latto tutto ciò die 
poteva fare». 

•Se melo chiede Flirt.,.- 

La linea di Alleanza nazionale, 
dunque, è tracciala Se servirà i 
deputati e i senatori di Fini ab¬ 
bandoneranno j loro seggi, se¬ 
guendo a ruota quelli del Cava¬ 
tale. Anche se. aggiunge, ‘‘tauri- 
zio Gasparri. coordinatore nazio¬ 
nale del partito di via della Scro¬ 
fa. si Ralla di un -extrc-nia ralto». 
•Adesso sentiamo cosa Llini verrà 
a dire al Senato - dice il vice di 
Fini - e corno il ceiilro-sinsitrn at¬ 
tenderà comportarsi Se non si 
sblocciteli questa situazione di 
arroccai non lo ch'ila maggioran¬ 
za nostra avversaria e di iistnvzio- 
nisnio contro ogni qxilesi ih nuo¬ 
ve elezioni, am ile il ritiro dei par¬ 


lamentari del Polo potrà essere 
presa in conaderazione». 

■Con l'annuncio di oggi venuto 
da Palazzo Chigi - aggiunge - le 
nalinente sembra avvicinarsi il 
momento della chiarezza. Si po¬ 
rrà. alla buon'ora, capire elle co¬ 
sa il cen ire-sinistra ha m mente 
Vuole dichiarare conclusa la le¬ 
gislatura fissando elezioni subito 
dopo la Finanziaria? Oppure 
vuole dait ufiicialmeiiie vita ad 
una "maggioranza del ribalto¬ 
ne"'.' In questa seconda ipotesi o 
eoe ogni altra tatuatone che 
comporti il proseguimento delti 
fase di accanimento anti-voto - 
conclude Uasparri - a noi non 
rexlctà cito prendere in conside¬ 
razione anche la "extrema ra¬ 
lio'. • E i parlamentari sono 
proni a dimettersi? Ecco l'opi¬ 
nione di Francesco Storace, por- 
tnvcx'e di Alleanza nazionale: «Se 
Fini rito to dice, io lo facevo, se. Fi¬ 
di non me lo dice tei non lo lac¬ 
cio Non esprimo un giudizio di 


metili), lo valuteranno a un livel¬ 
lo più alto del mio..». 

Casini: -lo non cisto» 

Ma se Alleanza nazionale e 
pronta a seguire ii Cavaliere sul 
suo personale Aventino, il Ccd fa 
sapere che non ci sta. -Le dichia¬ 
razioni di Berlusconi sulla possi¬ 
bilità di fare dimettere in massa i 
pariarnenlari del Polo - fa sapere 
da Stiasbuigu Pici Ferdinando 
Casini - mi sembra più una pro¬ 
vocazione intellettuale che una 
concreta ipotesi politica. Il Ccd 
acceilerà di discutere questa ipo¬ 
tesi. se presentata in via definiti¬ 
va. solo al tavolo del Poto. Ma - 
la già sapere Casini - lo nostra 
idea è diversa, e la espnmeremo 
in quella sode- 

li leader cristiano-dcmocralìeo 
ha affonnato ohe -si può. e si de¬ 
vo. arrivare ad ima fine- di legisla¬ 
tura velila strappi «lituztonaU. 
elle sarebbero dannosi per tulli-- 
In queste» senso, secondo Casini. 


-vale il chiarimento inteivonuto 
fra Stallalo e Berlusconi- 

•Ipotesi lontanissima 

Anclie dentro Forza Italia l'ipo¬ 
tesi di dimissioni di massa non 
viene vista proprio di buon oc¬ 
chio. Berlusconi minaccia di an¬ 
darsene? «Maquali minacce!., re¬ 
plica Pietro Di Moccio, paxlaran 
di Silvio. -L'ipotesi di dimissioni 
di massa dei parlamentari del Po¬ 
lo è solo un'ipotesi-, spiega. E 
non solo. Aggiunge Di Muccio: -È 
un'ipotesi lontanissima che viene 
contemplata solo al livello di 
possibilità astraila per ottenere le 
eiezioni anticipate-. 

Dunque, rivela Di Muccio, 
-non è una minaccia, é una delle 
strade che si può seguire per rag¬ 
giungere le elezioni, fonda men- 
lah per rimettere in piedi la de¬ 
mocrazia rovesciala, il che - con¬ 
clude Di Muccio - porrebbe per¬ 
sino richiedere utV azione estre¬ 
ma come lu, ai tempi della guer¬ 
ra fredda, il riarmo nucluare» 


DALLA PRIMA PAGINA 

Destra senza valori 

iroppo, parlano come se fossero già nella Seconda Repubblica, e a vol¬ 
le qualcuno di noi commette i’errore di lasciarglielo credere. Ma pas¬ 
saggio di Repubblica non ci sarà, finché non ci sarà mutamento eoslilu- 
zionale della forma di Stalo e della (orma di governo. Beiiusconi, nella 
sua conceztone virtuale del moiYlo, confonde il suo desiderio di essere 
il capo acclamalo dal popolo con un (allo già avvenuto o comunque 
destinalo ad avvenire. No, la cultura costituzionale non è il loro forte. 
Anche qui sono in contenuta con il vecchio regime, dove c'è sempre 
stato un consistente filone di ceto dominante che considerava la Costi- 
luzione una irappola. E vedete dove cercano i loro cervelli. Dopo che sì 
è appannala la stella bismarckiana di Miglio, hanno arruolalo lo strate¬ 
ga militare Lutlwak. 

La destra dunque non può fare quello che vuole. E quello elle può. 
non vuole farlo. Potrebbe chiedere la sfiducia del Parlamento sul gover¬ 
no Diro Altro passaggio di democrazia applicala: che metterebbe la ve¬ 
rifica politica, dopo I approvazione della por condicio, sulle gambe isti¬ 
tuzionali Ma qui sia la difficoltà. Si può proclamare la sfiducia a Dini e 
poi prescolare Dmi come prossimo proprio candidalo alla presidenza 
del Consiglio? Non si può Di qui, I affannosa, confusa, vociarne ricerca 
di una crisi extraparlamentare E lo scontro conseguente, desinalo ad 
acuirsi, con il presidente della Repubblica, che coireltamente richiama 
i termini costituzionali del problema. Qui però interviene un discorso 
più di fondo, che deve portare a preoccuparci sulle sorti a cui può anda¬ 
re incontro il luterò del nostro sistema politico. Questa desfra beriusco- 
niana sappiamo che si sia interrogando oggi se essere partito-azienda o 
azienda-partito E alternativa di peso non solfile. E bisognerà tornare a 
vedere la cosa da vocino, magari dopo che il groppo vincente avrà im¬ 
posto il suo gioco. Ma un punto é già chiaro: complessivamente presa. 
Berlusconi piu Fini, fa destra italiana non sta evolvendo nel senso di una 
destra europea. Questo processo annunciato, previsto, auspicato, come 
una delle condizioni per (avvio normale di un sistema dell alternanza. è 

G raficamente bloccato Quando Beriusconi dice: aveva ragione Pannel- 
a chiedere le dimissioni in massa dei parlamentari del Polo per otte¬ 
nere lo scioglimento delle Camere, questa non 
è più politica-spettacolo, questo è lo spettavo- 
— lo di una vocazione extra-istiluzionale 0 anli- 

isliluzionale alla politica. SI, il giorno dopo si 
(Il A * A dirà che era voce dal sen luggta. Ma anche 
questo lasciarsi andare a dire certe cose é la 
JvÉDM spia dell'Incapacità a slare ài gioco delle rego- 
■ M le. o della volontà di rispettarle solo quando 

lannocomodo 

. | Purtroppo dobbiamo constatare elle siamo 

tuttora in una condizione che si pud definire di 
| | /I arretratezza della stillazione italiana. Malgra- 

V* VA- do te gridate apologie dei cambiamenti avve¬ 

nuti. insomma Qui quando diciamo destra, 
dobbiamo ancora e sempre indicare un peri- 
: bambine, sui marcia- colo. Menta in Europa, etere desila significa tù¬ 
li slavi che le connota- ditate un alternativa, di governo, di interessi, 
gnomi di rum ma non- di valori. Il blocco della transizione in Italia sla 
bnabiuibn qui Nessuno può negareche la sinisiradique- 
uTT, .U, sto paese sìa ormai parte consapevole e nco- 

ui anche mègltodella- nosciu,a della sinlslra Cte-pea Da questa par- 
he^'h stralìteri vanno a te un processo avviato è andato in porti» E dal- 
to rtole. The al Nord l al,r » ette i confi non tornano. E per la si- 
e fonderie che lunzio curezza democratica di un alternanza bisogna 
li extracomunilari. da- essere in due Per questo qui da noi c'e questa 
■varsi il cappello. Ma la necessitata sovraesposizione della sistemazìo- 
sa Echi non vuole ve- 1 ne delle regole per il conhonto. Anche questa 
tà dire che ha degli in- un'anomalia, anche questa una distorsione. 

Perché dovrebbe essere problema già da lem- 
| po risolto in un sistema polìtico maturo. E sia- 
per esempio Ma mi ri- mo ancora alla formulazione delle regole e cè 
religiosi una putte che resiste a queste precondiztoni 

del conflitto politico. Non è un discorso astrai- 
1 to L esempio concreto è qui davanti a noi. Do- 
. mavan hTnnn iuCI* 1 «ebbe essere il sentire comune di due schiera- 

magati hanno mleres- ambedue responsabili del bene colletti¬ 

vo. arrivare alle prossime elezioni politiche 
•I oarroco di Ladispoli Predisponendo le condizioni di un governo dì 
io hanno ucciso Ève- legislatura. Tutto il problema del paese Italia, 
n-qucnlazioni omoses- non solo quello del sistema politico, ma quello 
iwtart. Parto di lui. ma del suo modello sociale, quello del suo svilup- 
solo caso, ce ne sono po economico e civile, va a precipilare nella 
necessità di ridare respiro strategico alla sua 
presenza in Europa, in Occidente, nc-l mondo, 
dete gli occhi e gridate di uscire dall'inseguimento delle emergenze. 
Ite che uno dice -bada- di affrettare i grandi temi strutturali e. perché 
odj questa situazione- no, di rifare nazione, nel senso moderno, per 
e. si gridi Ma la soslan dir così sovranazionale. In cui va «declinato 
1 questo concetto, dì ricostruire un'identità di 

__,_ popolo, con dielro una lunga storia, interrotta 

^i ktsta ttd accordo con e malamente anzi ricaccia» indietro. Per que- 
, presto a Datare di raz- 410 è «'idispernijlbile che da l prossimo confron- 
i lufie qlieta menate II. lo olefiorale esca una maggioranza pofilk a vc- 
iliià che spaccia e che ra ' una 5cella di governo solida, una capacità 
prostituzione Se qual- di azione programmatica duratura. Puù darsi 
questo situazione, avrà <Tie qualcuno pensi ad altri passaggi brevi, ad 
ère. ÒCA aifie interruzioni (raumaliche, a prolungare 

quindi l'instabilità finché non passi nel senso 
comune di massa la nccessilà di una soluzio¬ 
ne torte, carismatica e plebiscitaria. Il sospetto 
che dentro questa desta covi questo disegno è 
pesante Spetta anche arie personalità più re¬ 
sponsabili di quello schieramento lavorare per 
eliminare quel disegno dall'orizzonte politico. 

La soluzione per rimettere in moto il proces¬ 
so di compimento democratico di un sistema 
dell'alternanza c'è: un pàtio di (ine legislatura, 
che indichi la data delle elezioni, scriva te re¬ 
gole paritarie della competizione, si preoccupi 
di rivedere la legge elettorale con lobiettivo di 
un Parlamento governante. E poi, una vera le¬ 
gislatura costituente. (Mario Tiontq 




*r$Tr* 


PubMtoténio i numeri vietanti celia tortene dalla Festa «tuonale. rotiate 
il 1 7 e ili8 settembre 

Lotteria abbinata al gioco «FESTA E VINCI» 

N. estratto 40843 vince una FIAT -BARCHETTA.. 
Lotteria abbinata alla "PESCA GIGA N TE» 

1* premio - FIAT PUNTO, biglietto Serie E1972 
2• premio - FIAT ..500.., biglietto Seiie H 2563 
3’ premio - M0T0SU2UKIVS600 GL. biglietto Serie Z1307 
4“ premio - SCOOTER HONDA »50>-. biglietto serie Ht 850 
S- premio - VIDEOREGISTRATORE Ttt-tFUNKEN, 
biglietto Serie R 2460 

Chi Irose in possesso cei biglietti vincenti fi pregato di letetonate aie Fe¬ 
derazione Provinciale del Pds di Reggio Emina, tei. 0622-3201 













in Italia 


Mercoledì 20 seUembre 199" 




A palazzo Madama i senatori di Forza Italia fanno mancare il numero legale nel dibattito sulle molestie 


Stupra la figlia 
Condannato 
a cinque anni 

Aeratalo di «ver «Mentalo (affila 
di tanni, un artigiano Aitalo 
condannato dol WbdiMe dITravtao 
a 8 and d rootvstone a 
ad'MenliieAe perpetua dal 
piAUIci afflo LI giudkl Aaano 
emaoao la oanlew* dopo un’era « 
marni di c aiwota di tornirlo» 
beano anche pfflffle ruomo dal la 
«affla patta* Al tannino drilaaaa 
•aqvWMa * ««• Qluaoppt Satao 
arem oMaaffl la Madama 
«MI'lmptMato a 3.6 anni I fatti 
contestati *■ «Marna cantala a atti 
di dMdkw «Menta - al iHoHeeono 

allo «cono amo: la partteoMo.lo 
stupro d a da m m Ma a «aroma 
«venutoti 11 aprila, quando podio 
a Wa anno rtiaaatl a caia da «od 
Dm Dami dopa, la «looala oanddò 
tutta alla marito raccomanda 
and» t aplaotf mméo«N, ma 
mano «Manti, awaaatl In 
precedenza, la donna al ifeote* 

«don alto podzlna damme» I 
ma t to , U ia l i n ad o d po t o dopa 

con la bambina «N fieno p» 

«le colo in da MRuto palMeo. 
Limine, «bobe tempro n o peto 
tutto, fu amatalo tantanda poi 
anoho N autoldffl con una mtatara o 
baia d’alcool a farmaci 



* Cesarlo 


Violenza sessuale, legge in arrivo 

Accordo raggiunto. Alla Camera il 28 settembre 


Ieri, al Cenacolo, confronto tra firmatane e non della 
proposta di legge sulla violenza sessuale (se ne discute 
da 17 anni) Tutte d accordo sulla necessità di spostare 
la violenza sessuale da reato contro la morale (nel co¬ 
dice Rocco) a reato contro la persona Intanto il presi¬ 
dente del Consiglio Dim incontra e rassicura le paria 
mentan ma in Senato, discutendo il provvedimento sul 
le molestie sessuali, Fi fa mancare il numero legale 


■ ROMA Un Incontro che mene 
al cenno te divergente Senza 
schiacciano sul -Slamo donne la 
pensiamo tutte allo slesso modo. 
E senza latóre Una prova posili 
va quella di ieri al Cenacolo dove 
hanno discusso Insieme Anna Fi 
raxxhtaro deputala progressista 
che ha materialmente esteso la 
proposta di legge sulla violenza 
sessuale e Franca Chlaromonle 
deputata progressista, che quella 
propostadi legge non ha firmalo 
Insieme a loro non divise in op¬ 
posti schieramenti ma con elabo¬ 
razioni precise sovente radicale 
alla politica delle donne gromali 
sle magistrale avvocare inlellel 
luall Hanno parlalo Bla Sarasim 
Grazia Negri™ responsabile del 
Centro anttvtotenza di Bologna 
Paola Garelli Gabriella Pistone e 
Celeste Nardlnl di Mondazione 
Giovanna GngnaKinl Romana Vi 
gnam Manangela Grainer 
Non era la prima volta, certo 
che le donne dimostravano di sa 
por eomu ncare da diverso posizio- 


louni 

ni F'inocchiaro e Chiaromonrc 
avevano già discusso su feconda 
zlone artlttcale Allora un anno la 
pensandola allo slesso modo 
Adesso con la coscienza che il 
sesso femminile si dà valore quan 
doc è un libero contrailo ouando 
le une ascoliano le ragioni delle al 
Ire D altronde osserva Chiaro 
rnome il libero confronto e la pii 
ma barderà simbolica eonlro lo 
stupro Una barriera che pretende 
guidamente di sparlare la violen 
za sessuale da realo contro la mo 
rate a delitto grave contro la perso 
na Sono d accordo tulle Firmala 
ne e non firmatane della proposta 
di legge La società ilaiiana ha 
cambiato posizione Anzi Ha pre 
so posizione Grazie al lavoro com 

e lo dalle donne che sulla sessua 
ma anche sul potere sul domi 
mo si sono interrogai,' a tondo 
Peccato che gli uomini su questi 
terreni abbiano detto linora poco 
O nulla 

Si spiegano anche cosi le prcoc 
cupazioni di molle Non vogliono 


che questa diventi una legge pur 
chessia Da portare comunque a 
casa Una bandiera dunque una 
semplificazione dettata da un an¬ 
sia emergenzialista In materia di 
sessualità di rapporti relazionali 
ira uomini e donne sarebbe disa 
slro» Disastrose in effetti »no 
state la campagna («rresponsabi 
le. la definisce Chiaromuntei della 
rivista -Anna, tendente a accredi 
tare I idea che una legge non a 
fosse E il crescendo estivo dei me 
dia sugli slupn Quasi che colpevo¬ 
le tosse non lo stupratore ma il Par 
lamento che non aveva approvalo 
una legge Come si spiega che 
adesso la violenza sessuale sia 
scomparsa dalle pnmc pagine’ 

QR riapri in famiglia 

Finoocnuao ha risposto senza 
scansare le accuse Quella pnma 
di mite di aver lavorato in Parta 
mento in una sorta di clandestinità 
•L incontro odierno ha detto vie 
ne a colmare un deficit democrati 
co di confronto Abbiamo I oppor 
lumia di sfuggire allo schema ua 
donne dogmatiche e litigio tra 
donne Anzi In questo modo 

r rendiamo sul seno la paiola del 
alita, E quella di aver alimentato 
I idea che una legge non ci tosse 
Sa bene Finoechlaro quali siano i 
punti della proposta di legge più 
controversi Che vengono nbadili 
dalla magistrata Giammannaro la 
quale ricorda le oscillazioni giun 
sprudenziali citando il caso del 
manto che ottenga dopo malme- 
namenti il consenso •apparento 
della moglie oppure gli slupn in cui 


il violentatore è un amico della vii 
lima In Usa il-)0%dicasidistupro 
nentra in questo tipo rii tegame re¬ 
lazionale Obietta Giammannaro 
che operando su un ampliamento 
delle condotte punibili diventa 
complicato unificare i reali di vio¬ 
lenza carnale e atti di libidine vio¬ 
lenta Ancora c è il dubbio se I au 
memo delle pene rappresenti dav- 
"vero un deterrente C 1 1 Interroga 
avo sulla irrevocabilità della queir 
la sul punto dei mtnon e sull ac 
colamento per mdroduazione di 
patologie con attraverso il lesi del 
I Aids 

Dentro la Commissione Giusti 
zia sopratutto tra i componenti 
maschili della Commissione alln 
ostacoli Di caranere culturale Per 
esempio viene avvertito come m 
sopportabile un nto differenzialo 
nei processi di stupro Appare un 
vulnus alla Costituzione che la 
donna si costituisca parte civile 
(Sempre nel pomeriggio di len al 
cune parlamentari in rappresen 
tanza di diverse formazioni politi 
che avevano incoratalo il presi 
dento del Consiglio Dmi sortoli 
neando la necessita che la nuova 
normativa preveda il ncorso al gra 
tolto patrocinio per tutte le vittime 
di reali di violenza sessuale sanciti 
dalla legge Dim ha assicuralo la 
disponibilità del governo a inserire 
nella legge finanziaria 1 necessari 
accantonamenti di bilancio per as 
sicurare tale gratuito patrocinio) 

Sulla Commissione Giustizia Ti 
ziana Matolo presidente della 
Commissione Giustizia racconta 


che gli uomini II dentro discutono 
solo riferendosi al comma 2 3 S 
Invece a lei piacerebbe sapere «e 
anche loro hanno cominciato a n 
(lettere sulla sessualità maschile. 
Matolo difende i tempi della di 
scusatone -solo apparenlemenle 
lunghi- Lamenta di sentirei rena 
prigioniera politica Colpevolizzai 
mi d altronde è abbaslanza tacile 
lo vi porto in aula questa legge ma 
la mia previsione è pessimistica 
C è nsdnoche al Senato si insabbi 
Sono siale peree due occasom 
approfondire il toma della violenza 
sessuale con una nuova maluntà 

dopo aver approvato il monoaiti 
colo sullo spostamento del reato- 

Dal dtaonio alla legge 

Il passaggio più importante (I ha 
ribadito Gramer presentatrice di 
un monoaiticofoche non ha rana 
lo) sarebbe sialo sarebbe intatti 

10 spostamento del reato Su ciò 
morte convergono La parlamento 
re Giovanna Gngnaffmi non eschr 
de il ncorso a) decreto legge Ed e 
sempre Gngnaflmi a chiedere alfe 
fine a Finoechiaro -Cosa pensi di 
fare di questa discussione perche 
non sia soliamo un teamno dove 6 
andato in scena il dissento’ Si può 
fermare il treno in corsa’- E Fìnoc 
chiaro -Domani (oggi per il gioì 
naie) le parlamentan decideranno 

11 da farei in base agli emendamen 
ti alla discussione politica e alle 
cose dette qui Non è un resultalo 
da poco questa possibilità di awa 
lersi del dissenso invece di com 
batterlo o metterlo a tacere 


Il sindaco di Taranto punito dal Tribunale di sorveglianza per l’accusa di "diffamazione» 

Cito affidato agli assistenti sociali 


Il Tribunale di sorveglianza di Lecce ha disposto I affida¬ 
mento al servizio sociale del sindaco di Taranto Giancar¬ 
lo Cito la richiesta era sfata avanzala dai legali dello stes 
so Cito dopo la sua condanna a due mesi e dieci giorni di 
reclusione senza sospensione della pena per I accusa di 
diffamazione 11 23 novembre prossimo Cito dovrà inoltre 
difendersi in tribunale dall accusa di «associazione per 
delinquere di tipo mafioso» e -concorso in omicidio» 

nostro servizio_ _ 


■ 1ARANTO Con gli occhi di 
furai II suo faccione rosso e lin 
ghigno feroce di rabbia sulla 
bocca larga conte il collo II sin 
daco Cito ù rimasto Inchiodalo 
alla sua sedia su al primo piano 
del municipio GII assessori che 
cercavano eli calmarlo Un vigile 
urbano i torso a prendere un 
bicchiere d acqua -por rilassarlo 
un po • Ma non basta un po 
dacqua per placare II furore di 
Giancarlo Cito CI vorrebbe una 
bollo tllcamomllla 
tose accaduto al sindaco Ci 
lo’ Il Tnbimak di sorveglianza di 


Lecce hu disposto il suo .allidd 
mento- al servizio so, tale di I a 
ramo Accogliendo la richiesta 
avanzata dai legali dello stesso 
Cito dopo la sua condanna a due 
mesi c dieci giorni di reclusioix 
senza sospensione della (xna 
per 1 accusa di (Marnazione Tra 
qualche giorno saranno deixisi 
tale le prescrizioni sulle modalità 
dell affidamento che a quanto si 
b appreso non limiterà camini 
quo Cito nell espletarne nto delle 
mansioni di sindaco 4.1 man 
cherebbc • ha ghignato 
I affidamento al stremo sociali 


come misura alternativa alla re¬ 
clusione era siala richiesta dal 
collegio di difesa di Cito dopo 
che la Corte di Cassazione aveva 
confermato senza la sospensio¬ 
ne della pena la condanna mila 
ta al sindaco dalla Code di Ap 
pello di Lecce per diffamazione 
nei coni rotili dellex sindaco e 
senatore Giuseppe Cannata tea 
òtr (ora defunto) del Pu di Ta 
ranto 

Vicenda dimenticata 

Una vicenda che il sindaco 
aveva quasi dimenticato E clic in 
città ù esplosa fragorosamente 
siisi «andò ironie e sorrisi «Il sin 
duco controllalo dall assistente 
soc tale ve lo immaginate’- Già 
condanna piu (tosto imbarazzare 
le per luto elle sul vigore fisico e 
sull arroganza ha cresimilo prima 
it ruolo del peritilo picchiatore 
fas, cJa diciamo ai tempi di 
Rpggio c poi negli anni sfnit 
laiidó abilmente la sua persona 
le televisione privala I immagine 
del sindaco efficiente che non 
perde tempo relie migliora la c il 


là senza guardare in (accia a nes¬ 
suno- 

Come abbia migliorato Taranto 
si sa Riaperta la bella villa comu 
naie restaurata una lontana lar 
cito il centro storico con una de¬ 
cina di fioriere ha effettuato una 
delle mtglton operazioni di -ma 
quillage- mai nuocile a un sinda 
co 

Non solo all inizio della scor 
sa estate con la losca abilità che 
gli à ncono-cmu dai suoi stessi 
simpatizzanti s è inventato poli 
ciotto C sceso in strada con le 
pattuglie e ha sferrato la più di 
sgustosa caccia all immigralo 
che si sia mai verificala finora m 
Italia Davanti alte telecamere c 
ai fotografi Cito prendeva per le 
orecchie povere extracomumtan 
senza permesso c li consegnava 
ai carabinieri Poi lanciava pro¬ 
clami. minacciava urlava clic 
•Taranto non é un cesso questa 
città io la voglio pulita- Pereto 
con glicxlracomunitan fuon an 
che nomadi e profughi della ex 
Jugoslavia 


Con I attenzione di tutti i mezzi 
di informazione addosso si esal¬ 
to c decise che i suoi vigili urbani 
avrebbero dovuto portare alla 
cinta -un bel manganelle.' So 
stenne che i vigili erano indifesi 
e che il manganello gli avrebbe 
latto-unpo dicompagnia- 

SvHupqi In arrivo 

Ora a Cito penseranno quelli 
del -servizio sociale Ma le vicissi¬ 
tudini giudiziarie del sindaco di 
Taranto avranno comunque un 
ulteriore si sospetta clamoroso 
seguito accadrà il 23 novembre 
prossimo quando sempre a 
Lecce - si svolgerà I udienza pie 
hminarc per la richiesta di rinvio 
a giudizio avanzala nei suoi con- 
Iroiin dalla procura distrettuale 
antimafia con I accusa di asso 
ua 2 ione per delinquere di fipo 
mafioso e concorso in omicidio 
Un accusa pesante dalla quale 
finora Cito sé difeso con sprez 
zanu alzate di spalla Saranno 
quelli del servizio sociale a spie 
gatgli che rischia di finire in gaie 
ra 


Gvenni e Mensa Ulempergbet sotto Kit» a 
RmJÒo € partecipano al suodoJow per la 
scomparsa delta 

MAM9M 

Tonno 2C settembre l9t»S 


A 1 6 anni dalla scomparsa àtf compagna 

FBttMMDOBMEUO 

e a trectasei ann d 

ROSA SOVRANO BMCUO 

i figli con immutalo alleilo li ricordano ai 
compagni e agli amie e in k /0 me ni ut a 
so no scrivono peri lUnNÓ 
Torino 2fi settembre I99S 


La moglie Iolanda I figli Lucia Giorgio e 
Claudio con le nspc-niv* famiglie ricorda 
no con rimpianto ed immutato alletto Ho 
tocaio 

ENRICO VALC£PINA 

LUmone comunale del Prls d Busta Ars 
2 to si assoda e ne ricorda ai compagni ta 
luminosa figura di compagno e anulari 
sia 

Busto Arsi?». 20settembre !095 


L Associamone lombarda di amk zia Italia 
Cuba annuncia con dotale < avvenuta scom 
parsa dopo lunga malattia. della compagna 

ROSA VECCHO 

affettuosa mil lame che da tanti anni ha con 
tribuno con I sita modesta ma nccocontnbu 
lo aDo sviluppo <kl movimento di fiolnhiMlà 
con II popolo cubano che ramo I» amato Li 
cerimonia funebre sa svolgerà ©jjgt In forma 
cMJe »1feore930.alcremaiono<>elc»innero 
di Lambìae fermiamo giianoci«compagni a 
partecipare per I uBimo saluto e ricorderemo 
sempre ta figura delta compagna rapila dalla 
menu 

Milano 20 settembre 199S 


Lunedi 18 settembre amocevolnienie assali 
<o dar suol cari « é spento all Ospedale V Ha 
Sahis di Mestre 

GIUSEPPE CARPimiA 

dtaaéS# 

Con N* danno ù unte «Mi mc*ta 

moglie i figh Leonardo Damiano e Veronica 
fé nuore la mpoiir» Usa Muffilo le sorelle 
icognal Je cognate nlpoiiedjparenhiuni 
Non fior» ma offene alta Lego italiana per ta 
fotta contro i lumor «oa Fetoali 103 Me«re 
p n HU3I3C& f funerali avranno luogo 
mercoledì 20 era alle or* 15 nell.* Chesa 
parmcehule Beata Vergine Addolorata in via 
Sorv di Liana Mwlrt (Ve) Lalamiglaevpr 
me un nngraziamenio al dori L* un Origlio 
a rulla fatua equ pe e al personale Inferni co 
si ico e reftg 0*3 di ViUa Salus pef I a» slenza 
prestata al taro caro 
Mestre <W) 20settembre 1995 


A 

MARIA MADDALENA ROSSI 

va 1 •rettolo nttHiutcene e lift ttu tsi del 
I Ur orse lemm r le nazionali Le slam» 
grate per il co< tggio delle suo poair io ti o 
me per il suo impegno geni roso « i te li 
geme nella aftanmztane dell i I gmta i ►- 
I f cu e c mie del le donne 
Miaiio 20settembre 1^95 


Laura Dia 2 eatdtna Di Villoso Beri Dmì 
Fort Glulnna Mamocclu P na Re ^ry« 
'scarpa Nad a Spano A da T so memori 
della viva amn zio l della stretta i >11 ih 
razione muiunte nel « 1 m r i di gru d sjx*- 
ran 2 e e d tori lolle soc all del dot >gui rta 
montai» *lfettuo*ii leiUe 

MARIA MADDALENA ROSSI 

che conta sua opera d rwisieiie ù rosi 

niente di partamentàre ri <|uattro legista 
ture d dingnte nazion ile della com nis 
storie lemmln le del K di precidente de I 
I Ldi e d pres den e mondiale delta Fdll 
(Federazione otemazionaie democraika 
delle dorme) Incide profondarne He sulla 
lotta per il progresso delta toiid «tuie 
femminile in Italia e nel mondo 
«omo 20 settembre I095 


Larchivio dorico delle dnnne *Caimita Ra 
vera* ddla Fondazione Istinwo Grani»* 
parteci|>a al cordoglio per la scam|>a.t»e dt 

MARIA MADDALENA ROSSI 

eminente (igura di c imbattente per du « 
delta donne in un Ila! a democrat ca e m 
un mondo d pace 
Rema 20 settembre 1995 


Il 20 setten hte 1992 cessava di vnem <1 
compagno 

d*tt. ANTONIO CASSESE 

medico antifascista mi lame gà nella 
ctande-vt n ta costruttore tra gli atti de! 
Panico comunista italiane mila Puma da' 
Seta mpegrvun oddoj utfuem nella krt 
ta per la Repubblica por la de cuxiAzti 
per ta nc WttUXKMe del paese ó Sttxmo dal 
la guerra per ta riforma peitadlli 

sa delle ragion degli umili Fu sindaco di 
Eboli per due volte nel 1910 c nel 198 » 
consigliere provinciale t. sonafote delta 
Repubblica I » coerenza co » In « a tu I a 
poto co « di vita idcrl al Panno «lemocraK 
co della srmsfn A^-ertendoactitamenle I 
violo incolmabile piodofio dalla « i 
scomparsa k nc mju sen pn uon pn 
fondo e Immi taio r mpiamo agl imicr i 
ai compagn II suo fra emo amico c com 
pagno Vincenzo Sparano 
Eboli 2U settembre 1991 


COMUNE » CASTE NASO Premnoa Or Botogna 
Puro-J tonin I 40O5SCuìm, T«l 051ff»lZ3 f..05OT6W'7 
ESTRATTO AVVISO DI GARA 

■ Ore»aC«ettn*»o nari«dte-wi.re-iu, éimk davi iw •) i iotjw iep»»*, 
I«V«| Il VKto,n»i«« «I «*wra Got«- k scuoii t «silo n*>. Bra tfgsio l 
IZ’SàOl 600 Ime 01 » Ano Cu Z. p» uwla *»»,».-. Amia nuguMM tana, uBoio M 

SO.» 1995e«9AldoP»M»iBIJ091995«HIO.I996 Ooml»«»i«Uro«4 101995 m 13 

t sfaK<v*o QCHiiua TCueett» «m Guarniti 


INFORMAZIONI PARLAMENTARI 

Le deputate e I deputati del Gruppo Progressisti Federativo 
sono tenue ad essere presene SENZA ECCEZIONE ALCUNA 
alle sedute di oggi e giovedì 21 settembre Avranno luogo vo¬ 
tazioni su pdl C d A Rai ck* assestamento bilancio ddl diffe¬ 
rimento tornimi 


COMUNE DI SAN LAZZARO DI SAVENA 

(PROVINCIA DI BOLOGNA) 

ESITO DI GARA D'APPALTO 
(ESTRATTO) 

Al serwl dell art 20 legge n 55/1990 si comun-ca che è stato 
aggiudicato t appalto dei lavon di 'Completamento del Cimitero 
Unico Comunale 3” lotto' all Impresa Saced Srl di Napoli per un 
importo di nette L 1 918 356 0B7 

L esito della gara verrà pubblicato per esteso all Altro dot Comune 
sulla Gazzetta Ufficiale parte 2* e sui bollettino Ftei)one Emilia 

Romagna 

Il Dirigente V Settore 
(Arcb. Oantó» Donati) 


'Procura detta “Rfpubblica fnao la Jwi«ra CvrwUnaU di My i u 

n 497/95 R ES UFFICIO ESECUZIONE PENALE 

Il Pretore di Bofogna con swttenza n data 29 5 1996 ha condannalo Mantolllnl 
••orano nata a Forfl il 20 31959 ta< renderne in via Gradara n 15 riputa, di 
emissort* continuala tfr assagut sanza provvista al!» porta di giorni solfici d» redu 
«fono con divieta d emenert assegni per anni uno 

80»STO » 13 reno**, 1995 11 C«notf XKU 


Doti Férnand» Armi 


Inpda ps morosi 
e miliardari 


Ni 


I on sono i oormatt «tflt- 
tuari ad avar determhiato 
Il grande buco di 500 miliardi 
di canoni di affitto non 
riscossi. Ma da anni sono 
morosi grandi costruttori, 
centri commerciali, super¬ 
mercati e perfino la Corte 
del conti. Ecco I nomi. 




In edicola da giovedì 21 a 2.000 lire 


ECONOMICI 

Di notte scambiamoci 
numeri privati 

144 . 12 . 80.12 


4 


4 










Mereoledì 20 settembre 1995 


irta 


in Italia 

Km iisamuHHXrtvinfMilMàl 


VERSO IL PROCESSO. 


Un dossier della Procura spiega vent anni di delitti 
e complicità tra Cosa Nostra e l’ex leader delle De 


m PALERMO Palermo. L'interrai- 
nabile combattimento ili cui non 
suona mal II gong, in cui non viene 
concesso ai duellanti neanche il 
tempo di tirare il fiato. Sla diventan¬ 
do quasi II secondo processo ad 
Andreotti. Il .senatore- non la in 
tempo a difendersi dalle accuse del 
pendìi di mafia che sì ritrova som¬ 
merso da una valanga di contesta¬ 
zioni, addettili, smentite provenien¬ 
ti da illustri sconoscimi che lo co¬ 
noscono (che dicono di averlo co¬ 
nosciuto) , che lo hanno Incontrato 
(che dicono di averto incontralo), 
che ne ricordano comportamenti, 
viaggi, intercessioni, scelle, interes¬ 
si persino anlsiicl. Che ricordano? 
O die credono di ricordare? Per 
Andreotti tutu i -supertestimoni- 
raccolti dall'accusa sono altrettanti 
smemorati di CoilegiKi, persino in¬ 
certi sulla propria identità. Ut cerca 
di gloria e protagonismi. A una col¬ 
lezione di Giuda con la memoria 
ad orologeria, i mafiosi penliti. si è 
dunque aggiorna una schiera di 
tante Alici nel paese delle meravi¬ 
glie, ma con la memoria priva di ro¬ 
telle; e per Andreotti il risultato non 
cambia di una vagola: tutte balle. 
Secondo I pubblici ministeri, inve¬ 
ce, pentiti e supertestimoni sono al¬ 
trettante prove viventi della (illesa 
menzognera deli' ex big democri- 
stluno II lettore, in questi ultimi 
giorni, si sari fatta un'Idea. Oggi 
viene alla riballa un'altra supertesti¬ 
mone, vlssula negli ultimi vent anni 
negli ambienti delle gallerie d'arte. 
Ira coUeztonisii, mercanU e critici. 
SI ritrova con la sua deposizione a 
fomite una chiave di lettura a una 
base apparentemente ad effetto 
pronunciata dot pendo Francesco 
Marino Mannoia nei 1992 durante 
un inteirogatuio In Usa: -Andreotti 
impazziva per un quadro, e Pippo 
Calè e Slefano Boutade riuscirono 
a procurarselo e regalatgielo. tra- 
mite un antiquario romano, amico 
di Colò, di cui non ricotrlo II nome» 


Anttonariato 

Non fosse «alo per l'Immunità 
pariumenuire, la questione si sa¬ 
rebbe risolta da tempo; una perqui¬ 
sizione acasa Andreolll avrebbe ta¬ 
gliato lo testa al toro, in un senso o 
nell'altro. Ma chiedere al Senato 
l'autorizzazione a perquisire, indi¬ 
cando (I morivo della neh lesto, era 
un'Ipotesi che per i magistrali non 
slava In piedi. Cosi II «giallo» del 
quAlta* lievitalo a dlsrinUufb,' nel 
Umidivo di aggirare l'insormonla- 
bile ostacolo Investigativo, sin 
quando é entrato in scena (28 giu- 

« no del '93), l'avvocato Antonino 
llasld Presentandosi spontanea¬ 
mente ai magistrati palermitani, 
spiego di essere slato vincolato al 
segreto da un cliente, ma Ciri non 
gli Impediva di lare generici riferi¬ 
menti a un «quadro- che stava a 
cuore all'uomo pudico. Nel feb¬ 
braio di quasi’anno, si fece vivo la 
signor» Angela Sasso, molare di 
uno galleria d'arie a Trento, di ori¬ 
gine siciliano e vedova di Enzo Pan- 
dolio, cugino dell'ex procuratore 
capo di Palermo Salvatore Curri 
Giardini Era stala lei a mandare Pi¬ 
lastri. 

Questo, In sintesi, il suo raccon- 





Marco MarcolullvSIfitssi 


Tutta l’accusa in 36 punti 

Documento dei giudici. E spunta un altro testimone 

Mossa a sorpresa dei giudici palermitani: diffondono un 
elenco in 36 punti per interpretare il monumentale pro¬ 
cesso del secolo. Una concatenazione che toglie il fia¬ 
to: vent’anni riesaminati al microscopio. Dal delitto Mo¬ 
ro a oggi. Giulio Andreotti si servi di Cosa nostra, poi fu 
un boomerang. Un filo nero il cui bandolo sarebbe sta¬ 
to individuato dalla Ptocura. Ma salta fuori un’altra «te¬ 
stimone» che con la mafia non ha nulla a che vedere. 

<&>*■*.* ***»«**-» w» ,. . .. ' ' 

_ D «CMOS triO INVIATO _ 

SA VUUO LODATO 


lo: I) lei aveva allestito a Trento 
una mostro di piuorl veneri di inizio 
secolo, fra I quali Gino Rossi, autore 
dell'opera che interessava ad An¬ 
dreolll. 2) Eia amica di un sacerdo¬ 
te, padre Gabriele Adami. dell'Alt- 
tonfano di Bologna, legalo ad An- 
drcorii tìnto die si davano del -tu-. 
3) Successivamente alla mostra, fu 
padre Gabriele a chiederle di anda¬ 
re a Roma perché Franco Evangeli¬ 
sti voleva parlarle A) Angela Sassu. 
a Roma, seppe da Evangelisti che 
Andreotti era interessato all'acqui¬ 
sto di un quadro di Rossi in véndita 
da un antiquario romano, in via 
della Vite, ma ad un prezzo consi¬ 


derato eccessivo: 80 milioni Dal 
momento che lei aveva una buona 
conoscenza di quell'autore, poteva 
recarsi In quella galleria, fingendo 
interessa, per tentare di strappare 
un prezzo migliore? Perché no? S) 
Evangelisti la accompagno in via 
della Vite, evitando di farsi notare 
dall'antiquario. U Sassu non riuscì 
nell'impresa Ma ebbe modo di pe¬ 
riziare Il quadro. 6) Descrizione del 
quadro: un olio 50x70 cm. orizzon¬ 
tale; raffigurante un paesaggio 
campestre, colore dominante il ver¬ 
de. autenticità garantita dal critico 
veneziano Marcinoli Conclusione 
della storia: un giorno padre Ga¬ 


briele la intornio -che Andreotti era 
riuscito ad avere quel quadro di Gi¬ 
no Rossi perché qualcuno glielo 
aveva regalalo- Sostengono!giudi¬ 
ci: Il quadro di cut parla Mannoia é 
lo stesso che la signora Sassu peri¬ 
zio su richiesta di Evangelisti. Al 
processo, se ne vedranno delle bel¬ 
la m*9p« « Il puzzle 
La stona del quadro é uno dei 
mite episodi che scandiscono il 
dossier dell'accusa chiamata a pro¬ 
vare - non dimentichiamolo - U 
cciinvolgimento di AttdreoUi nelle 
viende maliose degli ultimi quindici 
anni. Tre procuratori. Guido lo For¬ 
te. Roberto Scarpinato. Gioacchino 
Natoli dovranno odóre alla coite, 
che sarà presieduta da Francesco 
Ingaigrola. la chiave di un puzzle 
altrimenti incomprenwbile. Si do¬ 
vrà con rapidità processuale risabre 
dal mille episodi agli assunti gene¬ 
rali. dal -particolare- alla -visione 
d'insieme», da questa o quella data 
alla causale di debiti, bancarotte, 
incontri inconfessabili, patii e 
scambi elettorali. In una girandola 
di affari e politica, affari e cronaca 
nera, una storia che vedrà alternar¬ 
si -pagine» istituzionali a -pagine- di 


piombo, verità e menzogne, am¬ 
missioni ed omissioni C'è una tra¬ 
ma d'acciaio che connette scenari 
a volte doranti anni luce o decine 
di migliaia di chitomelri? La rispo¬ 
sa dei giudici di Palermo é affer¬ 
mativa. Cosi hanno voluto racchiu¬ 
dere in 36 pumi (scaletta degna di 
un kolossal nero), una sorta di pas¬ 
separtout che pilo tornare utile al 
semplice lettore corhe al protagoni¬ 
sta dei processo 

limo doccialo 

Perché mal uno come Andreotti 
sarebbe stato lentamente risuc¬ 
chialo dalle sabbie mobili dei pote¬ 
ri criminali. Cosa Nostra in testa? 
Tutto ebbe inizio con il sequesu© 
Moro.. E durò sino all'uccisione di 
Pressanti Mattarella, il de presidente 
della regione siciliana che si era ri¬ 
bellalo agli impui dei clan di ma- 
Ha Dopo la morie di Matlarella. 
Andreotti avrebbe volentieri chiuso 
la parentesi. Ma ormai era troppo 
tardi II primo grande anteluno risa¬ 
le invece al 1908 In quell'anno Sal¬ 
vo Lima, capo della de siciliana, 
aderisce allscoirente andreotliana. 
Andreotti. da big laziale delio scu- 
docroctìto. diventa, nel panilo, big 
nazionale. Ma Lima porta anche 


una dote pesante: é figlio di un ma¬ 
lioso. è già legalissimo al boss Ste¬ 
fano Bomade e ai cugini Nino e 
Ignazio Salvo di Satani, entrambi 
affiliati a Cosa Nostra. Nel 1976, pri¬ 
mo vero passo falso di Andreotti 
Accetta il sostegno di Vito Cianci- 
mino, altra eredità che gii viene da 
Lima. Ciancimlno é un tuttuno con 
i corleonesl di Toro Riina. SI riuni¬ 
scono a palazzo Chigi: Andreolti. 
Lima. Ciancimlno, Mario D'Acqui¬ 
sto. e Giovanni Malta. Almeno sino 
al 1983 Andreotu finanzierà Cianci¬ 
mlno 1 sorto stati trovati assegni fir¬ 
mali dà Cattagliene). Bene. Già nel 
1978-79. all'epoca del sequestro 
Moro, Andreotti si avvale attiva¬ 
mente dei suoi nuovi canali- sici¬ 
liani 

Prima chiede a Cosa Nostra un 
interessamento per scoprire il covo 
in cui le br (erigono lo statista de. 
poi la marcia indietro. Ha saputo 
intoni che Moro ha espresso su di 
lui giudizi pesantissimi I a storia cl 
dice che parte di quei memoriali 
venne rhrovatì nel 1990 nel covo di 
via Monienevoso: dodici anni do¬ 
po Fia il sequesiro e via Moniene¬ 
voso si registrano: ii tentativo di dal¬ 
la Chiesa di trovare l'integrale degli 
intenogatori Moro: gli attacchi del 


giornalista Pecorelli ad Andreotti 
sulla rivista OP; la cena in cui Vita- 
ione ed Evangelisti olirono 30 mi¬ 
lioni a Pecorelli perché metta il si¬ 
lenziatore alla sua inchiesta. 

Ora. occhio alle date. 20 marzo 
Ì979: assassinato Pecorelli, da Da¬ 
nilo Abbruciali, banda della Ma¬ 
gnarla, legalo al boss Pippo Calò e 
da Michelangelo La Barbera, boss 
legato a Bontade (si: lo slesso Bon- 
lade antico dì Lima già da tempo 
«andreotliano»3, I giudici: il delitto 
è stato commissionato dai Salvo, 
per conto di Andreotti. a Cosa No¬ 
stra, e alla banda della Magliana. 
da Claudio Viratone Buscetta ha 
raccontato che in quello stesso an¬ 
no. maturò il disegno di uccidere 
Dalla Chiesa. La richiesta gli venne 
da Bontade che lo informò di un in¬ 
teresse di -alcuni ambienti politici-. 
Buscetta girò la richiesta alle Br che 
non accettarono. Dalia Chiesa, nel 
79, era alla ricerca di quegli stessi 
memoriali Moro che avevano por¬ 
tato alla morte Pecorelli. 

Ancora nel 1979 Andreotti in¬ 
contra Sindona mentre è latitante 
In Usa Inconlra una decina di volte 
Il suo legale. Guzzi. Andreotti la di 
tono per salvare Sindona dalia ban¬ 
carotta. lieto Gelli si muove in tan¬ 
dem con Andreoni alla ricerca del¬ 
lo stesso obbiettivo. Ancora nel 
1979: Andreotti. in una riserva di 
caccia, incontra il boss Stefano 
Bontade. £ già stato assassinato il 
segretario della de palermitana. Mi¬ 
chele Relna. E ora c'è Matlarella 
che si rivolto conno i boss. Ad An- 
dreolti Cosa nostra chiede di inter¬ 
venire su Matlarella Matlarella insi¬ 
ste. Mattarella viene ucciso. È il 6 
gennaio del 1980. Prima di questo 
data, a Catania, avviene l'Incontro 
Andreolli-Santopaola. Ad enlrambi 

a inconto è presente Salvo Urna. 

a disse Matterete al suo capo dì 
gabinetto, poco prima di morire? 

Disse- «Ho incontrato Rognoni a 
Roma, se mi succede qualcosa si ri¬ 
cordi di quest'incontro-. A Rognoni 
aveva detto di essere preoccupatis¬ 
simo per la «filiazione all'Interno 
del partilo In Sicilia». Mattarella. In- 
somma, si rendeva conto die la 
malia era entrala In politica. 1980: 
Andreotti toma a Palermo. Chiede 
spiegazioni al boss del delitto Mal- 
tarelTa. ma di Ironie alla reazione 
virulente del boss, è costretto ad 
abbozzare... Ormai é un ostaggio 
Mantiene i rapporti con i Salvo e 
con lima-. Ma negherà sempre di 
avere conosciuto i Salvo. Perche? 
Perché II loro coinvolgimento nelle 
uccisioni di Pecorelli e Dalla Chiesa 
è ormai dimostrato. Dalla Chiesa fu 
ucciso nell'82: prima di venire In Si¬ 
cilia Intorniò Andreolll che avrebbe 
combattuto fortemente la sua «or¬ 
iente». lo scrisse anche nel suo dia¬ 
rio. Andreoni ha sempre negato il 
contenuto di quel colloquio La pa¬ 
rabola calante del rapporti, inizia 
con l'ascesa del corleonesi. Quan¬ 
do esplode te guerra di malia. An- 
dreolti incontra TotO Riina nella 
speranza di salvate il salvabile. Ma 
la parabola volge al termine, l'esito 
del -maxi- processo, l'uccisione di 
Salvo Lima, l'uccisione di Ignazio 
Salvo. 

Ormai è tardi per «ricucire-. Reste 
solo il tempo per «mentire-.,. 


Il processo a Caltanissetta per la strage di Capaci 

Santapaola colto da malore 
non si presenta all’udienza 


Processo per la strage di Capaci, Nilto Santapaola non si è 
presentalo in aula per la dodicesima udienza. Il bosscata- 
nese, la cui moglie è stata assassinata alcuni giorni fa, si è 
sentito male in mattinata durante il trasferimento dal car¬ 
cere all'aula della Corte d'assise di Caltanissetta. Secondo 
lo specialista che l'ha visitato le sue condizioni non sono 
comunque tali da impedirgli di assistere al dibattimento, 
per cui nel pomeriggio l'udienza è regolarmente ripresa. 

NOSTRO SERVIZIO_ _ 


* CALTANISSETTA. Nilto Sante- 
paolo è sialo colto àa malore Ieri 
maltiita mentre veniva trasferito in 
elicottero nel carcere Malasplna di 
Callantsselia per partecipare alla 
dodicesima udienza del processo 
Iter la strage di Capaci, nei quale il 
boss catenese 0 uno dei quarantu- 
no imputati. L'udienza è siate rin¬ 
viala al pomeriggio, ina il boss - te 
cui moglie, CarmelaMmnili, Ostala 
assassinalo pochi giorni la da due 
killer nulla sua casa di Cautnia sot¬ 
to gli occhi della figlia - non ha lat¬ 
to la .-ma comparai in atti». 

Secondo quanto si è appreso. 
Santapaola - arrostalo due anni fa 
dopo molli «lini di talfinnza e con¬ 
siderato una delle -melili- della 
strage di Capaci - 0 sialo riportalo 


in carcere e ricoveralo nell infer- 
meria. dove si troverebbe tuttora 
Non appena saputo dei malore 
che lo aveva colpito, il presidente 
della Corte d’assise di Cattanissei- 
13, Ottavio Stortezza, ha disposto 
utt accetta mento medico |>er verifi¬ 
care se I imputato tosse in condi¬ 
zione di presenziare all'udienza. In 
caso contrario si sarebbe necessa¬ 
riamente profilalo un rinvio, per¬ 
ché Santapaola ha fatto sapere di 
non volere rinunziare al diritto di 
assistere. 

Il Ixzss sotto accusa per la strage 
di Capaci - l'esplosione di una po¬ 
tentissima bomba sotto i autostra¬ 
da Ira Palermo c l'aeroporto di 
Puma Raisi nella quale rimasero 
uccisi, il 23 maggio 1992, il giudice 
Giovanni Fo Icone, la moglie Fran¬ 


cesca Manilio e ire degli uomini 
dette scorta - è alletto da diabete, 
e nei giorni scorsi ha lamentato di 
essere -ridotto male- -col diabete 
al massimo livello- e «senza riusci¬ 
re più a dormire la notte- L'incer¬ 
tezza è durala diverse ore: secondo 
il medico del carcere Malaspina. 
Nilto Santapaola aveva superato il 
malore elle lo aveva colpito in mat¬ 
tinala ed era in condizione di esse¬ 
re presente in aula L'imputalo ha 
invece continuato a sostenere di 
sentirsi ancora male. 

A dar conto delle differenti valu¬ 
tazioni sullo stato di salute di San- 
lapaola è stato lo stesso presidente 
della Corte d'assise subito dopo 
avere aperto l'udienza alle 13.45. 
Fatto l'appetlo degli imputati pre¬ 
senti I otto, tra I quali i boss Riina e 
Bagarelia). il presidente Sferiaz 2 a 
ha rinvialo alle ore 15 per la prose¬ 
cuzione del dibattimento, dispo¬ 
nendo contemporaneamente una 
seconda visita all'imputato da pat¬ 
te di uno spécialiste, in modo da 
sciogliere ogni residuo dubbio sul- 
ieltotitvo stato di salute dei boss 
catenese e mettere cosi il dibatti¬ 
mento al riparo da ogni possibile 
contosiazione 

L'udienza è poi effettivamente 


cominciala con un'ora e mezzo 
buona di ritardo Al momento del¬ 
la ripresa. Santapaola - che pure 
aveva detto di voler assistere a tutte 
le udienze; la sua apparizione nel¬ 
l'aula di Cattanissetta era stala tra 
l'altro la prima. In pubblico, dopo 
l'uccisione di sua moglie a Catania 
- non è comparso in aula. Ma il di¬ 
battimento ha potuto comunque 
riprendere anche in sua assenza: il 
presidente ha comunicalo che 
l'accertamento specialistico - affi¬ 
dato a un neurologo - disposto du¬ 
rante (intervallo per ('imputalo 
aveva ravvisato che ie condizioni 
del recluso non sono tali da impe¬ 
dirgli di presenziare al processo. In 
pratica - queste le conclusioni del¬ 
ta corte sulla base del referto delio 
specialista - se Nilto Sanlapaoia 


non era presente all'udienza era 
solo per una sua libera scelta, e 
non per un etfeltivo slato di malat¬ 
tia. 

La cotte ha quindi consideralo 
Santapaola assente per rinunzia e 
ha ascoltalo i testimoni citali per te 
giornate di ieri: due agenti della 
scoria di Falcone a Palermo. Ange¬ 
lo Coibo e Gaspare Cervello, che 
erario sull'auto che seguiva quella 
del magistrato nel tragitto dall'ae¬ 
roporto di Punta Raisi a Palermo, e 
l'autista di Falcone, Giuseppe Co¬ 
stanza. che nell attentato rimase 
ferito e a! momento dell'esplosio¬ 
ne in autostrada alto svincolo per 
Capaci era sedalo sul sedile poste¬ 
riore della -Croma» blindata che 
Falcone quel giorno aveva voluto 
personal mente guidare. 



CutarlfAns* 


Ripreso il processo Contrada 

«Nelle mani dei giudici 
tutta la mia vita 
e quella dei miei figli» 


« PALERMO. È ripreso ieri mattina 
nell'aula della quinta sezione del 
tribunale di Palermo il processo al¬ 
l'ex funzionario del Sisde Bruno 
Contrada, accusato di concorso in 
associazione maliosa. È stata, 
quella di ieri, te prima udienza alte 
quale Contrada - che è stato in 
carcere per trentun mesi - ha par¬ 
tecipalo a piede libero. L'Imputato 
appariva rilassato. Ai cronisti ha 
detto di «provare una sensazione 
strana senza i carabinieri al fianco, 
come se lossi più isolato. Mi dava¬ 
no un senso di protezione-. «Natu¬ 
ralmente percepisco il mio stato di 
libertà», ha aggiunto, precisando 
che in questi cinquanta giorni, do¬ 
po te scarcerazione, ha tetto «di tifi¬ 
lo per riacquistare I equilibrio psi¬ 
cologico «Ho cerato di tirarmi su 
dai mali die mi allliggono per te 
mia età - ha aggiunto Contrada -, 
ho riordinalo le idee per te prose¬ 
cuzione del processo, ho avuto fre¬ 
quenti contatti con i miei avvocati. 
Attendo la sentenza con fiducia 
verso te giustizia e verso i giudici 
che dovranno decidere non solo 
della mia vita professionale, ma di 
tutta la mia vita e di quella dei miei 
figli». 

L udienza è cominciala con la 
testimonianza di Aurelio Grasso, 
prefetto a Palermo dai 1973 al '??, 
citato dall’accusa II Pm Alfredo 
Motviilo gli ha chiesto se -fosse sta¬ 


to lui a ricevere una segnalazione 
per far rilasciare ia patente a Steta¬ 
no Bontade». -La segnalazione - 
ha risposto Grasso - arrivò dall'o¬ 
norevole Vetitimiglia, vicepresi¬ 
dente della Regione. Presumo che 
l esilo del mio interessamento fos¬ 
se stalo negativo, perché Booiade 
già allora era considerato pericolo¬ 
so per l’ordine pubblico». Su do¬ 
manda dell'avvocato Piero Milk), il 
preletto ha escluso rche ci sia stato 
un interessamento di Contrada per 
far rilasciare la patente a Booiade». 
Ha poi lesti montato Renato Di Fal¬ 
co, un amico di Monica Fischer, la 
donna che secondo l'accusa aveva 
ricevuto I Alia Romeo che Conita- 
da avrebbe avuto in regalo dal 
boss Rosario Riccobono DI Falco 
ha detto che «ia Fischer gli chiese 
dei soldi in prestito per comprare 
uriautomobile» e die -poi quei sol¬ 
di gli furono restituiti, coinè dimo¬ 
strabile dai movimenti dei suo con¬ 
to corrente-. I giudici hanno poi 
ascollato il capitano dei carabinie¬ 
ri, in forza alte Dia. Luigi Bruno, 
che ha tratteggialo la storia giudi¬ 
ziaria di Gaetano Costa e Maurizio 
Pirrone - gli ultimi due pentiti che 
accusano Contrada di aver avuto 
rapporti con Cosa nostra -, spie¬ 
garlo alte corte quali risconto so¬ 
no stati effettuati sulle toro dichia¬ 
razioni. L'udienza è state rinviata a 
venerdì. 
















Mercoledì 20 settembre 1995 


DROGA. Il giovane era ricoverato per un intervento chirurgico. Morto, forse, per overdose 


... . i_ . una sol» scheda al cui sindaco- 

■rftfCII Oft VIMVtO capolista la seguilo la maggio- 

•«MCttMto, ranza dei consiglieri comunali. 

Svinerai Mancando l'appoggio in consi- 

y a „ glio comunale, un sindaco non 

■■•OHMnoM* può mai rispettare i tempi deier- 

minali dal legislatore e. un iegi- 
mn«MwnanHiim « 1 statore attento - quale non è sta¬ 
ppo- lo il paHamento siciliano -, non 

caroarrenore. avrebbe mai varalo una legge sui 

p ? '5 c , e 1 V&SUSFS*. tempi senza aver prima modifi- 
C U del decreto che istituisce i caut e adeguato l'alto normalivo 
parchi nazionali del Vesuvio e che regolamenta l'elezione direi¬ 
dei Cilento, se da un lato c] mor- , a . Nonostante il parere di inco- 
goglBce. vn quanto anche la Re- suuiwmaliia dell'ano di rirtrozto- 
«ione Campania ha linalmenle ne, sancito dalla Ir. 4- 94, il presi- 
deli? aree verdi pretelle con nor : dente della Regióne Sicilia, on. 
maliva nazionale, dallaBrocr Graziano, ha filmalo i decreti 
preoccupa nel constatare le drftV sorvolando sull'Inadeguatezza 
colti state in seno al Consilio delle norme, sul parere legale e 
regionale sui vincoli ambientali su ((me le documealazioni detta- 
per le zone Imilitwe ai paicm re- oliate che i sìngoli comuni hanno 
Stonata. Ma quello che ci lascia inviato all'assessorato territorio 

fortemente perplessi èconstatare ed ambiente, 
die nell'elenco delle aree regio- Maria Caténa Brnnlcl 

nali pretelle manca quella dei Sommatimi (Caltanissetta) 
Molili Lattari. Questi monti lanno 
da spartiacque tra il versante na¬ 
poletano e quello salernitano 
della penisola sorrentina Mira¬ 
colosamente si sono salvati dalle 
grinfie della speculazione edili¬ 
zia, che ha privilegialo le pii) ap¬ 
petibili zone costiere, ma ora che 
queste sono sature e soggette ad 
un maggiore controllo, "perico¬ 
lo per le zone collinari e monta¬ 
ne e enorme D altro canto una 
lungimirante politica turistica dei 
comuni costieri dovrebbe tende¬ 
re a salvaguardare queste oasi di 
verde. m quanto il turismo mo¬ 
derno è sempre più attratto dal 
verde, è alla ricerca di ambienti 
poco chiassosi e più rilassanti 
Sui Monti Lattari fi trovano spe¬ 
cie vegetali ed animali di glande 
interesse, accompagnate da un 
vero e proprio campionario di 
bellezze naturali sia marine sia 
montane Le proposte (atte pre¬ 
vedevano la protezione integrate 
nelle zone di eccezionale valore 
paesaggistico e naturalistico, co¬ 
me Punta Campanella. I monti 
Comune e dell'Avvocata, la Valle 
delle Feniere, e zone protette 
con vincoli minon, dove era pre¬ 
vista la mutuale attività agricola 
pastorale e artigianale. Cosi co¬ 
me i prodotti tipici dell'agricoliu- 
ra (tra cui ricordiamo il vino, le 
noci, gli agrumi), ddVartigianato 
(intarsio, confezioni della moda . . ■ ■ 

Postano), dell'Industria allmcn- Cara Unità, 
lare (estratti di liquori,! latticinio Viatorio Magrclli definisce 

la tradizionale pasta di dràglia- umiliatile trafila del concorso di 

no) e l'attinia di ristoraziooe, po- bellezza e ancor pii) degradante 
irebbero espandersi e consoli- mansione assegnatole* fin un 
darsi con un marchio riconosci- programma Tv) a miss Italia '95. 
bile e riconducibile al Parco sles- Non credo che l'umiliante trafila 
so. Tutta l'economia ne trancb- per il concorso le sia stato ple¬ 
be benefici, cosi comè avvenuto scritto dal medico di lamigila. 
in altri parchi. Crediamo che l o- ri. ancor più degradante mansio 
stacoto più grave sulla strada del- ne* quanto le frutta? Soprattutto 
la realizzazione di questo parco quanto ha sudato e sofferto per 
sia stala la disinformazione, con averto? «I libri possono reggere, 
la diffusione di notizie distene e sopportano tutto* ma quanto co- 
strumentali da parte di chi lilfen- stano. Ne so qualcosa. Ho tre ri¬ 
deva (melare interessi di parie a glie. La prima laureala in archi- 
danno di quelli della collettività, fettura con I IO, la seconda lau- 
Sarebbe auspicabile che i comu- reata in economia e commercio 
ni « te due comunità montane in- con HO e lode. la terza al seslp 
leressatc. rinunciassero ad una anno di medicina Le prime due 
dilesa egoistica di una parte del- stanno inseguendo ogni concor- 
le loro prerogative istituzionali. so a loro possibile e ogni oppor- 

Carolina CM Farina turni* di lavoro, con scarso sue- 
Pianure fini litri cesso, al momento. Ma la spe- 
Gragnano (Napoli ) tanza alimenta i noslri sogni, al- 
trimeariche popolo di tinlara sa¬ 
remmo? Resisteremo un minuto 

~ ■—--r- di ph) A buon intenditor.. e fin- 

• Siila rimozione «hè lo spirito ci sorregge. In 

H n | a ilnrfiw-i quanto «all inconsapevole pqpo- 

utuSi. lo di Ambra, popolo Moni- 


Caro direttore. 

sono un'insegnante di ruolo 
nella scuola superiore per odon¬ 
totecnici di Pavia SI ripete da 
ogni piirte che, a proposito di sa¬ 
nità, la prevenzione deve comin¬ 
ciare dalla scuola Ora, l'unica 
materia scolastica che tratta di 

B rcvenzione in ogni campo (sa¬ 
lte, alimentazione Inquina¬ 
mento. comportamenti vari), è 
Igiene. Orbene, questa materia, 
fino allo scorso anno scoiaslico 
insegnata nelle IV superiori, per 
3 ore la settimana, da quest'anno 
scolastico è stata soppressa. Per¬ 
ché? 

VatenthuCuiMM 

Pieve Emanuele (Milano) 


JiMto qonto M CarianW AHapet 


Alain Votai 


Urod, spcrimeniale ma foriero «li le pigliare, se la piglia’. Mi sono caso lutti eraix> a conoscenza del* 
lame speranze. II 23 agosto era sentita un po' persa e ho latto ap- le sue condizioni: ci vofeva mag- 

pelio a Mario, raccomandandogli giotc attenzione*. 

"^at- Renala Gìannota é disperata e 
già adesso vuole raccontare tutto, an¬ 
tico che pio $he t. successo prima dei- 
ala l'ultimo ricovero *La priva volta 
che l'ho accompagnato al Carda¬ 
li Naltrexone sul comodino non relti per operaisi. Mario è scappa¬ 
ta'era più*. lo. Allora ho deciso di rivolgermi 

Ma non c'è solo la disperazione alla clinica di largo di Romagna ed 
di una madre in questa broli» sto- etlettrvamenle te sue condizioni 
ri». Ci sono anche! contorni slocali erano migliorale Siamo tornali a 
di un giallo che sonatilo stamane, Napoli, nell'ospedale, con la car- 
con i risultati dell'autopsia, potrorv Iella clinica compiei» Ma i medici 
no iniziare a definirsi. Già. perché e gli infermieri sono siali slraloiten- 
per il momento non si sa con sreu- ti e siccome mio figlio era un dro- 
rezza se M3rio sia morto per una gaio, la sua vita non importava a 
dose di eroina iniettala in preda al nessuno*. 

(astinenza, oppure per una mici¬ 
diale miscela di Valium e potassio -Parlerò con I maCfetratk- 
inoculata nei tenlalivo di placare I Singhiozza affranta dal dolore, 
sintomi di una dipendenza non sa che non ha più nulla da perdere 

completamente cancellali con FU- ed è decisa ad aodare lino in fon- 
rod. do -Ho già perso un altro figlio in 

■La confezione contenente il se- circostanze misteriose Si disse che 
dativo - prosegue la signora Gian- un camion gli awva tagliato lastra- 
nota - non l'ha trovala la polizia da. ma ia dinamica dell'incidente 
ma la ragazza di Mario, È salita sul non t mai stata del tuffo convin- 
water e t'ha vista sul BnesOone. cerne Ora mi rivolgerò alla Procu- 
proprio una Oi quelle in dotazione ra. Non siamo ancora stati ascoltali 
agli ospedali. Che io sappia, i me- dal magistrato che si Sta occupan- 
dicinali devono essere tenuti chiusi do delle indagini e non conosco 
negli armadietti Conte é riuscito nemmeno il suo nome ma non mi 
mio figlio a procurarselo? 0 tolse è tennero finché tuito non sai* ctlia- 
sialo quateuno a darglielo 5 In ogni rito*. 


«I medici e gli infermieri del Cardarelli sono stati strafot¬ 
tenti e siccome mio figlio era un drogato, la sua vita non 
importava a nessuno». Questo il drammatico atto di ac- 


pariito per Cotignola di Lugo di fio- 
magna,.jq.iRfWfliKircdi. Ravenna 
per Iniziare la terapia I Wl» Maria 4fého ho lasciato teiS 
Cecilia, dal costo di dtoqLiqjltoni di tastiate a meià sul rip 
Hi*- * --- ni letto e che quando 

■Dopo la cura stava bene - ri- disgrazia e sono corsa in ospedale, 

prende- la mamma -, Mario si «a . 

ristabilito Cosa sia successo in 
ospedale non lo so. Voglio chia¬ 
rezza e sinccrilà*. 

WUÉOMi H (Mio (Mtemaco 

imi» Nel Biro di pochi loM'rcodipenderilc - si dispera la „è™ 10 deno che H Cardare m 
jÉg&WH anni ha perso due madre, Renala Gìannota -, è una ncin aveva j( ^tinaie di cui mio 
figli in circostanze parola che si associa ai delinquenli (jgBo aveva bisogno dopo il (rana- 
ancora tulle da chiarire. Erano po- e mio figlio non era un delmquen- Urùd Doveva conllnuare 

co pia che irenlcnni. Giuseppe La le: non ha mai rubalo né ho mai quesIa cura di manienimenlo con 
Manlio rima» vittima di un Ilici- latto nulla di male. È un ragazzo NaUtezone. Sotto andata io pel- 
dente stradale. Da qualche mese si precipitalo In un tunnel perché è sonalmente a parlare con un capo¬ 
era sposalo con Cristiana Sinagra. sialo debole. Solo queste è stala la ^la di cui non conosco il nome 
la donna COI) la quale Muradona sua colpa*. Avevo con me il flaconcino con le 

Ita avuto un figlio. Mano, invece, è pillole c gli ho spiegato che gli do¬ 
siate (rovaio l'albo giorno privo di Un matrimonio milito vevano somministrare mezza corri¬ 
vità sul pavimento del bagno dd Ter anni. Mario ha cercato di pllssa gitano Gli ho chiesto se 

reparto di urologia del Cardarelli, uscire dal giro, ma inutilmente. AP alle sene del mallino, quando gli 

Era ricoveralo In attesa rii sottopori le spalle un matrimonio fallilo e infermieri lanno II giro nelle corsie, 

si ari un» operazione chirurgica, una vita difficile. Lavorava per la potevano dare ia medicina a mio 

Soffriva di calcoli renali e più volte società Auloslrade e la tenaglia, figlio ed assicurarsi che l'avesse 

era sialo costretto a rinviare l’Inter- propnolana di una labbnca di car- presa Non era una richieste assur- 
vento pei via di quella maledetta penleria in lerro noH'hlMntand na- da. visto che Mario era in cura e re 
droga. E quando l'infermiere di tur- potetene, gli è sempre stata vicino, coverato in una struttura sanitaria 
no ha scoperto il corpo del giova- Poi finalmente uno spiraglio Un F. sapete qual è stala la risposta? In 
ne. Immediatamente si 0 parlalo dì nuovo amore e la notizia di quella dialetto napoletano ha sbuffalo: 
tm'ovordose. miracolosa terapia messa a punto -Mettete sia bottiglietta sui como- 

*Pei (avere, non chiamate Mario da André- Watanan. Il metodo ditto. Tiene trentanni, se se la vuo- 


preienonesreiiuere unrevui ve- 

Caro direttore, nero» silenzio Ancora oggi 

che cosa sia succedendo M Si- continuiamo a dire che il sol" 
alia, e et» cosa vuol dimostrare proleiariato è senza orizzonti? 
jS governo regionale stillano, col foprattuno su t'Unttò?. Non cr* 
decito <U wnowone pet \ nwe do che manchino bVì orizzonti t 
siodaci dei comuni di Misierbiarv solo questione di scelta. Quelli 
co. Sommafino, Motta. Scorala, che pensano di essere furbi scel* 
Melilli, Itoccanvena, Castellam- cono la via breve (miss Italia, 
mare, Aidone e Regalbuto? La Ambra): soldUsuccesso Quelli 
stampa nazionale non ne parla, «normali- si affidano alle proprie 
cosi pure i telegiornali Rai e Pi- forze e aspettano. Ma. come la* 
mwest. tata una jyccoia «xe* »n tritìo di carducciana memo* 
zione per Rai3 Regione. Poi» na, non scomodiamo Bellissima 

che il federalismo «parausta è e Mamma Roma. Sono due boi* 
già In affo? La tento decantata SI- fissimi film e tali resta no E grazie 
citta, odiala per t tenta Ciancimi- 3 IVniiàpei averceli riptoposti in 
oo e Rima, appare su Ilo scenar» cassetta 
giornalistico per lo più solo per Antonio Nume» 

lato di cronaca con morii e am- Roma 

mazzamenli, volli in lacrime. Fai- _ _ 

li che fanno notizia Ma la Sicilia, I, ;abbaglio di cui parici Quella bei¬ 
ti Sicilia delle scorie e dei magi- b lettera. purtroppo, étfefsuoou- 
strali, è la Sicilia dd dovere e irei- rore. tn/ani. nonosionie onorilo 
te lesponsabilità E te Sicilia (tei afferma il lettore concorda peifel- 
smdaci eletti direttamente dal tornente con il mio articolo. Mi 
popolo che. dal giorno del loro spiego Capisco la sua omarezea, 
giuramento, si sono impegnati a e fri condivido. Ma il nostro é per 
ter npnstmare u n ordine che l'appunto lo sconforto di chi ae- 
quesia tetra, maltrattata, calpe- de in certi valori e legge certi gior¬ 
nate e violentata, da tempo ave- noli, come questo. S natia ili una 
va dimeniicaio II decreto di ri- (ascia consapevole, potitiamieiite 
mozione e per non aver ottem- cosami?. Ai tenore, però, sfuggi 
petalo alla realizzazione dei pia- lutto il testo, ossia le peritene 
ni regolatori generali entro lan- ubriache di tu che votano Bala¬ 
no di proroga dal loro insedia- scorri Cosi chiama •furbi- quelli 
memo come disposto dalla !.r. che a me sembrano -svlloprtlieta 
*-■94. Decreto, però, che non tie- nato culturale- o -popolo di'din¬ 
ne conto del perché dei ritardi, lira . Ecco il punto: costoro non 
del come un sindaco siciliano scemano II toro unico requisito <.' 
non necessariamente ha la mag- proprio quello di ■non poterseli- 
gioranza in seno al consiglio co- gliere-, ma soltanto subire. Iter 
munale. E. in merito, basii ricor- questo, olire che rabbia, suodlami 
dare che la legge nazionale sul- pena, la stessa espressa nei due 
l'elc-zione diretta del sindaco (I. filmatati, fteschéitilm (ehnismi 
SI •'93) è siala più accorta - sulla vanno sempre starnarteli, se un- 
scoria dell’esperienza della U. 7- Ritorno 0001 » if nostro mondo. 
■92 della Sicilia -, prevedendo (Vaierai Magreili) 


Marietto di Cannaregio, il più fedele compagno di Julia Roberts durante le riprese in laguna 

Un gondoliere incanta «Pretty woman» 


Julia Roberts « Weody AHenaVemzte 


Mazzeca/Ansa 
















Mercoledì 20 settembre 1995 


le Storie 




Medico, la pittura come sua seconda ragione di vita, Guido Sacerdoti ricorda lo scrittore e pittore 



CaroLetk, la lua te¬ 
iera ci è giunta oggi, 
e siamo molto con¬ 
tenti riie vi divertiate i Naftoli, e 
che il singolare mistero di quel 
paese classico e antico, dove gli 
oscuri iddìi. ì mostri e te sibille e I 
delfini stanno di case oggi come 
nei pio remoti tempi della memo¬ 
ria. non vi spaventi troppo .. In 
queste righe scritte ala sorella nel¬ 
l'estate del 1941, Cado Levi rinno¬ 
vava il suo legame eoo il Sud, co¬ 
nosciuto nel doloroso contino in 
Lucania, latto dì irrsistibile fascino 
e di arcane paure. Mete. chiamata 
lamlliarmente Lelb. era allora a 
Napoli per Incontrare U futuro ma¬ 
rito che l'ametjbe doteemente 
strappata alla (artiglia e alla sua 
Torino. E a Napol nella stessa ca¬ 
sa di Villa Haas dove lei visse lino 
alla line, « rimario II tiglio. Guido 
Sacerdoii. 


Memorie familiari 

Cinquantenne, medico come 
Levi, la pittura come sua seconda 
ragione di vtiaSacerdoti e custode 
delle memorit familiari e respon¬ 
sabile della Fondazione Carlo Levi 
che quesl'anoo celebra i ventenni 
dalla morte del pittore e scrittore 

C lemontese, e I cinquantenni dai- 
. pubblicatone del suo più famo¬ 
so romanze, quel Cristo si 6 temo¬ 
lo o Eboli che nel dopoguerra tur¬ 
bo le cosce nze e squarciò il velo 
su quel SUI protondo e dime luta¬ 
lo rivissiio come mitica foresta 
delle origini, umido abisso mater¬ 
no. La Usatila di Aliano, dove il fa¬ 
scismo rveva relegalo Levi, nei 
suol sotti e net quadri apparve co¬ 
me lem madre, contrapposta ai 
mlll ligia modernità. Etìett'edlplco 
rapporto con la vera madre, An¬ 
netta Irevos, sorella di Claudio che 
con fàlppo Turali fondò II Pattilo 
socialità, Guido è indiretto testi¬ 
moni, complice un foglio di ap¬ 
poni dello zio: Quella donna che 
amininava in un autunno detl'ini- 
210 id scarta. vagamente pensan¬ 
do il bambino che portava nel suo 
gambo e che no poco sarebbe no¬ 
lo, una notte di novembre, con il 
fotdpe, origine torse del rifiuto d'o- 
gn autorità esterno, d'ogni violen¬ 
ta pulenti -Ho sul comodino due 

S medili, segreti, di mio zio». 
•Guido, mostraltdonill tpgli 
3*11:' «L'uomo che Iti Segue 
la suoomhra è la metafora dell'e- 
bmisno, dell'eirare cercando la 
tetrapnnriessa, che non può mai 
ossee raggiunta. Nella vita di Carlo 
Levi f uesto inseguimento ha perso 
via sii l'angoscia Iniziale per diven¬ 
tare in percorso circolare, un ritor¬ 
no piclllcato'. Ecco il biglietto da 
visiinda neolmireato. nel 24 a soli 
22 unii, l quaderni di appunti di 
tnedtina, le foto da soldato e del 
soggpml a Parigi. D andò per se- 
gulreun cono sulla tubercolosi e 
Inveri: apri lo studio di pittore, fre- 
queiloncto Soullne. Kokoschka, 
Calmieri re del pittori ebraici itti- 
pre «ranisti ri>ucMa sena di ven- 
deitmla invece mi riporta alle va- 
cnrile nella casa di famiglia ad 
Alqdlo». vivevano, allora, i ragazzi 
Saerdoll - Guido, Paola e Franco 
- gin i genitori e lo zio Carlo, tulle 
le.“siati degli anni 50 e 60. La sala 
dlqnclla villa, nella località ligure 
priorità dai torinesi benestanti, 
eri stata affrescala con scene di 
«ndemmla dalla famiglia Levi: im¬ 
palata la struttura scenogtatica 
tal fratullo di Carlo, Riccardo, Inge- 
pero dell'Ollwrili, il grande pergo- 
ilo d’uva fu dipinto da Lette, la 


CfcpMt'MMtfa 

MdwCritto 

tUhmatetEMi» 

Mal W48 Catto Levi 
pubblicani II romanze 
■Cristo db fermato a 
Ebob- contributo 
fonrttrmntatedeto 

scrittore • pfttore 
ebreo portar 
■scopri toliH 
rmridtooe ad un'Iuta 
provinciale. 

MetornatadaM 
guerra ed amKMa dal 
«echino. 

Ga n ni re « erto di 
quafl'evonto ookteMa 
pura oot vwitamMt* 
della a m morta 
avveseta a Roma nel 
1»TS e col decennale 
don a «c ampa n a di 

Malo CaMno. grande 

amico di U ni lo 
memorie 
■MTMatattual* 
torinese eons 
MMtodHe dalla 
■Fondazione Cede 
Loti di via del 
Vantaggio a Remo, 
attr a verso dacamud 

e dblinda dal-Centro 
Calo levo di Madera 
ricco aeprtattutto di 
quadri dal conllne. 



CaiseSarUrelll 


«D’estate con mio zio, Cado Levi» 


Nuoto 

A undici anni 
nel Guinness 


questa nuova 

undici anni potrà vedere II suo no¬ 
me nei Guinness dei primati. È in¬ 
fatti la prima persona al mondo (la 
prima bambina) ad avere effettua¬ 
to più traversale a nuoto in acque 
aperte. L'ultima nuotala è durata 
nove ore e mezzo e si è svolta tra 
l'isola di Zannone a San Felice Cir¬ 
ceo, sulla costa pontina. Chhavi 
Madan, di nazionalità indiana e fi¬ 
glia di un colonnello dell'esercito, 
ha avuto anche momenti di dilli- 
coltà di fronte alla torva del mare, 
le cui onde hanno raggiunto dai tre 
ai cinque metri, mala piccola vete¬ 
rana ha continualo imperterrita 
per nove ore di seguilo. Alla perfor¬ 
mance ha assistilo il giudice inter¬ 
nazionale della Federazione italia¬ 
na nuoto, lucci per cui la traversata 
è una prezza «uNtóale*. 

La giovanissima nuotatrice ha 
altre sette imprese in mare aperto: 
Isole NeiMtort Blair (India), Palli 
Straits (India): Bosforo (Turchia): 
Stretto di Gibilrena: Lago di Zurigo: 
Sought Hampton-lsola di Wight 
(Inghilterra); Stretto di Messina. 
Chhavi ha dichiarato che è rimasta 
un po’ delusa dal fatto di non aver 
incontrato un dettino che le faces¬ 
se compagnia durante la traversa¬ 
ta 


Guido Sacerdoti racconta lo zio «famoso», Carlo Levi. 1] ni¬ 
pote del piltore e scrittore ricorda le lunghe estati ad Alas- 
sio nella vecchia casa di famiglia dove lo 2 io si ritirava per 
dipingere. E gli amici «importanti» che frequentavano la 
villa. «Fu Italo Calvino ad insegnarmi lo sci nautico. Dopo 
il matrimonio, pero, non venne più a trovarci». «Nell'ap¬ 
partamento di Roma, conobbi Guttuso e la Morante». 
«Quella sera in cui l'uomo conquistò la luna ..». 




—i,-iu <i 

volta,dal padiq Erpq|s, c la ligure 
poi da Carlo, usando come model¬ 
li i patemi. Solo Luisa, la -dottores¬ 
sa» noci vi aveva partecipalo Ma 
della zia Guido Sacerdoti conserva 
stima e simpatia. 

Cmla zia «ul «et 

■Era una validissima neuropsl- 
chlatra, ma sapeva anche essere 
curiosamente femminile Dopo la 
mone di mio zio, tornando con lei 
da una visita alla tomba nel cimite¬ 
ro di Aliano, passammo dal sei del 
film di Franco Rosi, Oslo si e fer¬ 
mato a Eboli con Gian Maria Vo¬ 
lontà. Hai visto chi 11 impersona?, le 
chiesi, la bellissima Lea Massari! 
Cosa credi, mi rispose ingelosita, io 
ero mollo più bella». Ma è ancora 
Alassìo il luogo dove palpitano più 
torti le testimonianze della storia 
familiare -Ogni anno ci tomo, lì 
dove mio zio ha dipinto gran parte 
dei suoi quadri, ispirandosi a quel 
paesaggio definito dall' isola di Gal- 
linara da un lato, e Capo Mele, 
punto di passaggio cruciale per i 
ciclisti della Mìlano-Sanremo dal¬ 
l'altro» Carlo Levi ritraeva lamiliari 
ed amici sullo sfondo del mare 
lontano, tra ulivi e camtbi. quando 
non erano gli alberi stessi ì |*ota- 


gonisii delle sue tele. All'antico Ita¬ 
lo Calvino fece nove ritratti, dal '59 
al '65. -Era il primo vero scrittore 
che avessi mai conosciuto, e que¬ 
sto mi emozon»ra-, bello, abbron¬ 
zato e balbuziente, ogni anno veni¬ 
va a trovarci, accompagnato da 
splendide donne. La prima volta 
zio Catto gli preparò, col mio aiuto, 
un'accoglienza particolare: mi fe¬ 
ce salire sui rami di un albero. Cal¬ 
vino mi iride II sospeso e disse: che 
fai? Faccio il fiorone rampante, ri¬ 
sposi Il posto fisso per il suo ritrat¬ 
to era vicino al grande tavolo di ar¬ 
desia: lui sapeva che doveva posa¬ 
re sempre li, e in quelle lunghe so¬ 
ste pomeridiane ci abbozzava 
quelli che poi sarebbero diventati i 
suol inconfondibili racconti. Uno 
soltanto di questi restò alto stato di 
narrazione orale: non l'ho mai più 
trovato nei suoi scritti Parlava di 
uno sciatore innamorato, che per 
dichiarare! scenderà ogni giorno 
da un monte innevato, di fronte al¬ 
la finestra di una ragazza, traccian¬ 
do con gli sci messaggi d'amore E 
curiosamente fu proprio Calvino 
ad insegnarmi lo sci nautico, gui¬ 
dando il motoscafo che mi traina¬ 
va Dopo il matnmonto perii non 



Cario Ieri 

cenilnfpeUao 

CnriboSatortob 

0*11954 

durante 

matterie 

katMottn* 

esteti ad Atento 

nedacasa 

«lan*|»a 


venne più a trovarci». 

fotografie tirate fuori dai cassetti 
e da vecchie cartelline si ammas¬ 
sano sulla scrivania Qualcuna è 
piccola come un francobollo. -In 
queste due. che nessuno oltre i pa¬ 
renti ha mai visto, zio Cario è con 
la figlia segrete, avute da Paola Oli¬ 
vetti- Una donna amata, in una vi¬ 
te senza matrimonio. -Qui invece 
siamo ad Alaselo net Natale del 
73. ic ultime vacanze con lo zio. 
che mi guardava dipingere nature 
morte e spesso disponeva gli og¬ 
getti davanti al cavalletto» Ecco al¬ 
tri appunti del '59: Ma qui tulli di 
pòrgono. la ano è piena di nuovi 
Quadri, le mie pennellale opeile del 


l’anno scorso hanno folto storiai- 
leggiate toni i ragazzi (e anche as¬ 
sai bene, a dir vero potrei lasciar 
dipingere toro al mio posto). 
■Quando dipingeva lui. lasciava 
l'ultimo quadro fresco di colore so¬ 
pra il caminetto, si allontanava e 
commentava: bello eh?» 

A Roma, nell'attico di via Due 
Macelli. Levi consumò nei suoi ulti¬ 
mi anni lo strano, contraddittorio 
rapporto con Limicela Saba, figlia 
del grande Umberto. 4n quella ca¬ 
sa ho conosciuto Guttuso. la Mo¬ 
rante», dice Guido, -mi ricordo la 
notte d estale del '69. quella della 
conquista della Luna, che seguim¬ 
mo in televisione con m mano una 


coppa di gelalo al gelsomino che 
zio Cario aveva fatto appena arri¬ 
vare dalla Sicilia. La visse come 
una deflorazione, quell'impresa 
americana, e scrisse: La Luna che 
obbtomo sporcato con microscopi 
chesabbie. sporàiie e polveri noni 
che la retina del cielo che ci guarda 
e meglio ci vede quanto meno ab¬ 
bagliala risplende Poi si mise a di¬ 
segnare la Terra vista dalla Luna, 
come una madre, dal grande ven¬ 
ire pieno di tutte le passare e future 
generazioni... seppe dare un senso 
mitico e ancestrale alla grande 
competizione Usa-Urss che affare' 
divideva il mondo-. 

Al buio, cornei gatti 

Prima di spegnersi quasi total¬ 
mente, la vista di Carlo Levi svilup¬ 
pò la singolare capacita del gatti di 
distinguere al buio figure e colori. 
Nel '51 Fabio Neruda posò per lui 
in un lungo pomeriggio di gennaio 
(quel rilralto e la copertina dell'e¬ 
dizione americana delle sue poe¬ 
sie) e poi scrisse che in quello stu¬ 
dio il sole non tramontava: fioro 
fondai nell'oscurità (...) però egli 
seguitava torse a dipingere il mio 
scheletro I casi erano due: ole mie 
osso erano fosforescenti, o Cario 
Levi era un gufo, aneto gli occhi 
scrutatori dell'uccello della notte ... 
•infatti - spiega Guido - riusciva a 
dipingere solo con la luce calante, 
e fino a notte: d'estate II giorno non 
finisce mai. Prima mi costringeva a 
lare lunghe parile di ping-pong per 
riempire l'attesa. Dopo cena, an¬ 
davo a cercarlo in giardino con la 
torcia elettrica, e lo trovavo al lavo¬ 
ro, in mezzo alle zanzare, col siga¬ 
ro in bocca e ancora in testa la vi¬ 
siera che l'aveva proietto òal sole» 



Paga il riscatto 
con la vincita 
alla lotteria 

'ÌÌJ'i 3BWB Hanno rapito un 
tfwHwBOTÌ tram hi no greco di 
mammà undici anni perché 
sua nonna aveva vinto alla lotteria'/ 
E lo hanno liberato lunedi sera, 
non tornano da Atene, solo ili 
cambio dì un torte riscatto. 

Il piccolo era sialo sequestrato 
giovedì scorso all'uscita da scuola 
ed è stato ritrovato sano c salvo 
lungo una strada, a una cinquanti¬ 
na di chilometri dalla capitele, nei 
pressi del luogo dove la madre 
aveva consegnalo la somma previ¬ 
sta per il riscatto ai rapitori. Questi - 
quattro o cinque persone - si sono 
dileguati in auto subito dopo. La 
famiglia era stata terrorizzata dalle 
minacce dei rapitori, ct.e avevano 
detto di essere alletti da Aids e di 
essere pronti a contagiare il bambi¬ 
no. 

Per liberarlo chiedevano i 130 
milioni di dracme (quasi 900 mi¬ 
lioni dì lire) che la nonna del pic¬ 
colo aveva vinto alla lotteria nel 
gennaio scorso. In seguilo alle tral- 
tative, i sequestratori si erano infine 
accontentati di un lento della som¬ 
ma. La vicenda, senza precedenti 
rveglj annali criminali della Grecia, 
era stata tenuta segreta dalla poli¬ 
zia cui la famiglia si era rivolte. 


Immigrato leucemico gravissimo, non può pagarsi il trapianto 

Senza «permesso» di vivere 


Mohamed Lar- 
laoui un algeri¬ 
no dì 38 anni, 
immigralo Irregolare, sta morendo. 
Ila scoperto di avere una malattia 
gravissima, solo un trapianto po¬ 
trebbe salvarlo, ma non ha 11 per¬ 
messo di soggiorno e quindi l'inter¬ 
vento deve pagateci» da té Moha- 
med per salvarei dovrebbe dispor¬ 
re di circa i 00 milioni. Ècomcchi- 
tlcrc la luna e. per lui, tuttofare nel¬ 
la pici ola Moschea del centro dt 
accoglienza di Poggiomarino (Na¬ 
poli) intitolato dai frali a san Fran¬ 
cesco e al sultano Melek-eF-Ka- 
mol, In richiesta di tanto denaro 
suona come una condanna a mor¬ 
to Ui malattia di Mohamed si chia¬ 
ma leucemia mlelnidc cronica» e 
la | vogliosi é sempre infauste: di 
questo fillodi leucemia non si gua¬ 
risce, l'unica possibilità di salvezza 
0 nipprescitlata dal trapianto di 
iiiiilnfio osseo, meglio se prelevalo 
<ln un donatori» compatibile. I rtic- 

dici del reparto (Il ematologia del 


professor Volpe ad Avellino sono 
riusciti persino ad individuate nella 
sua iamiglia (otto tra Itateli' e sc- 
relle) un donatore adegualo, si 
tratte di uno dei suoi fratelli Auder- 
zak, che però vive in Algeria Pro¬ 
prio da II proviene il primo rifiuto: 
«Siamo dolenti di comunicare che 
il consolalo della repubblica alge¬ 
rina a Napoli non può (arsi carico 
delle spese retalive alle cure che 
saranno prodigate in Italia' 

Al suo arrivo in balia (prima 
aveva lavorato tn Inghilterra e in 
Germania) Mohamed era già «im¬ 
millalo. 1 Itati (tei cenno di «acco¬ 
glienza di Poggtomarino allora lo 
portarono alfosiiedale di Avellino 
Dopo la diagnosi 6 iniziala subirò 
la licere» dei fondi per salvare l'im¬ 
migrato: padre Terenzio, il religio¬ 
so francescano, animatore insieme 
a ladre Damiano dell’associazio¬ 
ne cogestita da Italiani e Immigrali 
ri Poggtomarino -La Quercia", dice 
di averle provale tutte, ma In sua 
sensazione» è stala quella di sbatte¬ 
re conilo un muro di indillerenza 


■Abbiamo interessalo l'ufficio del 
sottosegretario Condorelli. per sol¬ 
lecitare una soluzione isttfcizlonate 
d urgenaa, visto che si tratta di uan 
persona in pericolo di vfra» La ri¬ 
sposta arriva dopo un mese ed é 
che non esiste un una soluzione 
istituzionale al problema. L’unica 
via percorribile sembra essere 
quella di reperire ì (ondi, in pro¬ 
prio. cioè una colletta 
Telefonale, preghiere, richieste 
accorate finora non hanno avuto 
alcun effetto, padre Terenzio accu¬ 
sa: ■£ Incivile che imo stato non 
sappia o non voglia salvare una te¬ 
la umana, non è possibile che non 
disponga di un fondo di solldarieìà 
o di un qualsiasi sistema legale per 
un'operazione chirurgica, quando 
come in questo caso si tratta di ter» 
o di morte». Mohamed da parte 
sua è sempre più debole e triste, 
incapace di guardare al futuro e 
ancora incredulo di quanto gli sta 
accadendo: -quando ero in Algeria 
r dottori mi dettero solo qualche 

medicina-. 




» 


< 















in Italia 


Mercoledì 20 settembre 1995 



Nel decreto anche la proibizione dei messaggi subliminali 

Stop dal governo 
al telefono erotico 

D ministro oscura i «144» bollenti 


Divieto di introdurre messaggi «subliminali* e conferma 
della proibizione di prestazioni che presentino «forme e 
contenuti a carattere erotico, pomogralico od osceno», 
è il nuovo codice di «buona condotta» firmato dal mini¬ 
stro delle Poste e pubblicato ieri sulla «Gazzetta Ufficia¬ 
le». Particolari norme disciplinano i servizi per i minori. 
Sanzioni contro gli inadempienti; previste, nei casi più 
gravi, diffide, sospensioni e disattivazioni. 

_KoaraoMByiao_ 


■ ROMA. Questi (pot televisivi che 
pubblicizzano i lanli •144», con il 
passar del lempo, hanno davvero 
aumeniaio il loro tassodi erotismo 
tacendolo degenerare. In mollissi¬ 
mi casi, In pura, violenia pornogra¬ 
fia. Ormai ci sono scene da film 
hard. Con donne che sfiorano, toc¬ 
cano, carezzano, baciano. La 
biancheria Intima che sparisce. 
Lingue e mani e gambe che si cer¬ 
cano. Sessi In primo plano, sul te¬ 
leschermi italiani, quando non è 
bocchi scoccata la mezzanotte. 

Da ieri è tuttavia lecito immagi¬ 
nare che questi spettacoli siano 
destinali a sparire. SuUa Gazzetta 
Ufficiale è infatti stalo pubblicato II 
tanto atteso codice di «buona con¬ 
dotta» del servizi «Audlotex» e «Vi¬ 
deotex». nomi aggiornali del vec¬ 
chi "Audiotcl» |lra cui appunto I 
crebri *144») e »Vtdi-ctel«. 

Le profetami 

Il regolamento del seriore, che 
parta la llrma del ministro deile R> 
• stó'Camblno, ribadisce .Udirtelo di 
Introdurre messaggi «ubllminalb e 
contorna la proiblzienriidl presta¬ 
zioni che presentino dorme o con¬ 
tenuti a carattere erotico, porno- 
gtnlico od osceno», cosi come di 
messaggi sciovinisti, razzisti o ses- 
sisil. Particolari norme disciplinano 
poi 1 servizi per 1 minori e la corret¬ 
tezza generale del servizi. Le san¬ 
zioni contro gli Inadempienti pre¬ 
vedono la diffida, la sospensione e 
la disuttivazloiio definitiva nel casi 
più gravi. 

Ecco, oppunto: i casi gravi. 04 
ce ne sono. L'onorevole Marella 
Scoca, deputato del Ccd, ha Infatti 
rivolto uno denuncia urgente al ga¬ 
rante dell'editoria c della radiotele¬ 
visione alfineDC «sia proibita la 
pubblici!* erotica degli spot 
"144 "». La Scoca chiede che sia so¬ 
spesa la concessione ministeriale 
alle emittenti che trasmettono que¬ 
sta pubblicità e che venga promos¬ 
sa contro di esse l'azione penale 
per il malo di oscenità, che preve¬ 
de la reclusione fino a tre anni. Si 
ricordano inoltre le sanzioni am¬ 
ministrative. previste dalla «legge 
Mamml», di cui si chiede una scru¬ 
polosa applicazione. Secondo la 
Scnca, gli spot del *144» che imper¬ 
versano anche nelle ore diurne, ol¬ 


ire a offendete la decenza pubbli¬ 
ca, sono dannosi alla sensibilità 
dei minori perché suscitano rea¬ 
zioni negative per lo sviluppo sano 
della loroetà evolutiva». 

«Saremo «crupotonl» 

Pronta, immediala, la risposta 
del Gamme, con un comunicalo 
che ha di poco seguilo la pubblica¬ 
zione del codice di compoitamen- 
to stilla Gazzetta Ufficiale. <11 Ga¬ 
rante - si legge In una nota - ha di¬ 
sposto che gli organi pubblici 
competenti in base alle norme sul¬ 
la emittenza radiotelevisiva, proce- 

Lotterto d’Italia 
Nel 95 record 
da 300 miliardi 


La eommlaatoan Ftaanw dai 
Inn at o ha malato l ' n nam adaNa 



■portare, depettocoto, aorta) 
nono, In entità, più *13, porehé- 
pratolilogN *tM ami-in fife** 
•Mi una rettoria » abbuiata • duo 
■wMimontL II totato mìo cotto 24 
inontf— ta stoni, numeroso I» 
•rarità- (ma m ire attendano altra 
•orna • Totoacommaaaa). tra lo 
quali I festhal dal rinoma di 

Vanadi • <M ragazzi te Qtftoai 

Vada Ptena, Il FtatM dot Duo 
mandi di Sgolate, la maratona di 
poma. Cantonata la lottarla balta 
di «na anno, Il gp Ippico « Agitano. 
Matterai di Sanremo, rlpatcatoll 
gp otacpta canna di Marano. Sono 
acamparaa Invoca la iottarta 
codatate al antera dal »re« 

Tate», trite battaglia dal «ori di 
Vantimi già, alaotmtea art», * 
«ro dltalla par auto d’apooa. alte 
CaatendgHa dal Carda a qaaHa 
abbinata riconcimo di ratea Italia. 
Ma quan te danna to rna n te te 
tettarla? N*1M4 circa 300 
md lardi-un terzo vadfratta mante 

natte canna dado State - con in 
aa mante di oltre » 10% riscatto 

■d'anne preceder te e cria sortoli 
risultato del la vendita dtqvnl SO 

muorili! righetti (un amante di 
più di ctoqaa mMonl). 


dace a sciupotosi controlli circa la 
conformità delle trasmissioni alle 
norme a tutela dei comuni senti- 
menli del decoro e del pudore, se¬ 
gnalando tempestivamente ogni 
violazione riscontrata. A seguito di 
tali accertamenti - conclude la no¬ 
ta - l’ufficio procederà a lutti gli 
adempimenti per la repressione 
dette inirarratri». 

E torniamo alla Gazzetta UUàa- 
te vi si ledono altre norme che re¬ 
golano il rischio di -ingannevolez- 
za» dei servizi proposti all'utenza 
(Incluso il divieto delle tecniche 
per far perdere tempo e far salire la 
bolletta dell'utente) e i contenuti 
dei seivizi che -non devono offen¬ 
dere La dignità della persona, non 
devono evocare discriminazioni di 
razza, sesso e nazionalità, non de¬ 
vono offendere convenzioni reli¬ 
giose ed ideali, non devono indur¬ 
re a comportamerui discriminatori 
o pregiudizievoli per la salute, la si¬ 
curezza e l'ambiente, non devono 
arrecare pregiudizio morale o fisi¬ 
co a minorenni nè pregiudizio ai- 
rautodelermlnazJone economica». 

GU Inori! 

E ancora: su »Audlotex> e «Vi¬ 
deotex- non si possono mandare 
messaggi che inducano l'utente al¬ 
l'uso di bevande alcoliche, tabac¬ 
co. stupefacenti e farmaci. Il rego¬ 
lamento sancisce la tutela della ri¬ 
servatezza dell'utente e dedica un 
apposito articolo agli »tnabili»: i for¬ 
nitori di seivizi «non detono appro¬ 
fitta^ della situazione di. persone 
che. anche'se boti Inferitene o ina- 
biniate, si trovi none Ilo stato, pur se 
temporaneo.' di infermila o defi¬ 
cienza (istea o risultino portatori di 
handicap o per altro motivo psichi¬ 
camente vulnerabili» 

Infine. <é latto divieto di fornire 
al pubblico servizi 'Authotex'' o 
Videotex" finalizzati alla raccolta 
di tondi a qualunque titolo, realiz¬ 
zata attraverso la contabilizzazione 
di scatti telefonici- 

Va aggiunto che \e norme detta¬ 
te dal decreto pubblicato Ieri dalla 
Gazzetta Utticiale (anno tuttavia ri¬ 
ferimento a servizi formalmente 
non ancora istituiti Non sono stati 
fumali, inlatti, nè il decreto isliluU- 
vo del seivizi -Audiotex» e -Video¬ 
tex» cosiddetti -a chiosco» (che 
consentono agli abbonati telefoni¬ 
ci di accedere ai centri servizi pri¬ 
vali senza dover preventivamente 
sottoscrivere con essi contratti di 
abbonamenti specifici), nè I de¬ 
creti (andari introduttivi delle speci¬ 
fiche lande da applicate L'appli¬ 
cazione dì alcune delle nonne 
contenute nel decreto pubblicato 
ieri, dunque, dovrà prevedibilmen¬ 
te attendere II decreto presidenzia¬ 
le istitutivo dei servizi e I decreti ta- 
ridari. 



Pioggia al Nord 
Due vttttme 
e tanta paura 

Tanta pani*, duo vittimo, ma poetai 
dan al materiate narrante 
Lombardi., resjooi dal Nordeot* 
mm rvagRMoteri matura «otte 

una ptogglfeattente. che ha fatto 

tereoro w'atra oHmtono. b 

Lombardia «Mutate (ubila 

arrivate laute attratto (Mia 

Fretezlona «Mtei non ra avan tava 

tanto raaGMuolta nuovo 
pro ci pi a tte* qo ote o l'effetto- 
accumulo,S «a calcolato c*o par 
gettare In crMUMama 
MrogMtogk» ri oarebbare dovuti 
raggWngorelOOniilmotridi 
pioggia to 36 orv: Invoco allo 15 di 
Uri lo Piote aomC V Ato ra te atelo 
parta» di ara mogia di 30«3S 
nrtliireirt, con pana pM alavate 
nte ooauaco a art vareaotto. 
Fa to—Manate li quota navtoa 
(tfte 2000-2300 natri feta), a 
quanto fearitrtatol fiumi atetnare 
a team narrateli ranna te and» li 
territori* potai bàcH.RIat» 

Maggioro 0 odritottrabOooo. gotto 

fermo»• liana -ottetto-,«hoda 
ante minacciano ario u mple 
VteteMoaa Vteeammkm: la 
pioggia ha provooat» nolo picena 
«nettamenti. Mortalpare aneto 
In ritornante, do» to a ra ano gl 
plavaw ama alfe 14 nari dopo 
offro 12 ore (Idi «tolto 

agricoltore « parato (Uoaaandrta) 
* morto annoiate, a n te re e arca va 
di guadare coniano tiritere H 
torrente Valla la plana, k Cormot 
(dottato) Marta Saurin,Uaari. di 
Padova è morta a nno ia ta iWaata 
In panna te un aottepaateggki 
Invano da una valanga d'requa 
durante an fortunato. 


Lo stilista ed Eric Clapton confessano le loro esperienze 

Armarli: «Cocaina? Solo un tirò» 


Giorgio Armani dichiara a un mensile inglese «una volta al 
mare con amici ho provato la cocaina». Dopo la confes¬ 
sione. lo stilista precìsa: «L’ho fatto a 40 anni, l'età giusta 
per intraprendere questa esperienza e per capire che non 
me ne importava nulla». Le difese del creatore nei con¬ 
fronti del suo staff: «Nel mio alelier c'è un clima religioso 
incompatibile «tò ta droga». Ma nelfamblente della mo- 
'da sì riapre la veccjilaqueslione droga in passerella... 


MANLUCta lOWTIIO 

■ MILANO «Ho provalo, per esse¬ 


re moderno venti anni f». L effetto 
è sia» tale, da convincermi che sa¬ 
rebbe siala la prima e l'ultima vol¬ 
ta*. Giorgio Armoni si affiena a 
puntualizzare i contorni della sua 
espenenza con la droga In un'in¬ 
tervista al giornale inglese GQ il 
creatore confessa di «aver provato 
una volta la cocaina con groppo di 
amici». «Mi è piaciuta», dichiara Ar¬ 
mani al mensile britannico di co¬ 
stume Non è tutto «Un'altra volta - 
prosegue il modista nella lunga in¬ 
tervista a due voci rilasciala insie¬ 
me a Eric Clapton - ho provalo un 
pizzico di acido e ho avuto mate ai 
reni per quattro ore.. Non so come 
si fumi... ma è un'esperienza da 
provare Non puoi vivere tutta la vi¬ 
ta senza sperimentare. Ovviamen¬ 
te. non bisogna diventare dipen¬ 
denti. E sfortunamenie c'è tutto 
quel trafficoe i ragazzini a scuoia» 
■Comunque - mette subito in 
guardia lo stilista - nel mio entou 
rage la gente non si droga, torse 
perché quando vengono a lavora¬ 


re con mesi sentono come in chiè¬ 
sa» E allora amen. Sta di latto che 
a prescindere dalla morale antistu- 
pelacenti e da questa precisazione 
finale a tutela di un ambiente spes¬ 
so associato alla coca, le rivelazio¬ 
ni di Aimani tanno scalpore Più 
che per la droga, forse, perchè ad 
usarla è stato proprio il sacro pala¬ 
dino dello sobrietà: di uno stile di 
vita misurato, avverso a ogni tra¬ 
sgressione 

Dal canto suo Armane dopo l'u¬ 
scita dell Intervista sul mensile in¬ 
glese. si sente in dovere di precisa¬ 
re i contomi della sua confessione 
■Iniziamo col dire che questa espe¬ 
rienza risale a venf ann i ia - esordi¬ 
sce lo smista - Ho provato per es¬ 
sere moderno L'effetto è stato tale 
da convincermi che sarebbe stata 
la prima e l'ultima volta». Anche se 
le -era piaciuta», come dichiara 
nell'intervista magari suggestiona¬ 
to dalla vicinanza di Eric Clapton, 
già cantore di Cocaine? -Quando 
ho fatto quell'esperienza - ribatte 
Armani - avevo quarant anni: l'età 


giusta per scegliere di provare ma 
anche per capire elle la coca non 
mi interessava proprio. 

Chi ha diviso anni e anni di lavo¬ 
ro con il creatore, non ha dubbi in 
merito all'eccezionaiità di quel 
•viaggio». -Giorgio è quasi noioso 
per quanto è salutisla e igienista - 
racconta Dorella Palazzi, ex addet¬ 
ta slampa di Armani e in quanto ta¬ 
le, libera da ogni vincolo aziendale 
- Già negli anni Ottanta aveva proi¬ 
bito di lumaio negli uffici I dipen¬ 
denti potevano concedersi una si¬ 
garetta solo nel bagno No... sono 
Assolutamente convinte che quella 
prova non abbia mai avuto un se¬ 
guito. Anche perché la coca, noto¬ 
riamente. serve a tenere svegli: a 
eccitare. Mentre, Giorgio, lo sanno 
lutti, si corica al massimo intorno 
alla mezzanotte E dopo una tisa¬ 
na...» Come si suol dire, a questo 
punto ognuno è libero di tirare le 
proprie conclusioni, sulla vicenda 

Le rivelazioni dello stilista, però, 
riaprono il dibattilo sulla droga nel 
mondo della moda già dibattutto 
con f uscite del film Pntt-a-portere 
ribattutto con la pubblicazione del 
libro di Michael Cross, Modds. E 
dire che paradossalmente tento 
chìacchericdo è generato dalla 
più totale reticenza dell'ambiente 
ad affieniate l'argomento. Nessu¬ 
no stilata si pronuncia sulla «barn- 
ba» in passerella. Tantomeno, con 
dichiarazioni subito a rischio di ca¬ 
lunnia. Cosi, se Chiara Boni non 
conosce «nessun collega che si 
droghi-, non immaginando nem¬ 
meno «per quale motivo un creato¬ 


re dovrebbe sniffare». Laura ma¬ 
goni. serena madre di famglia, 
non si stanca di ripeterlo, «ma fi¬ 
glia Lavinia lavora dietro le quote 
della sfilata. Ovviamente, non ((te¬ 
lo consentirei, dal momento in ali 
girassero bustine di cocaina e rifi¬ 
nì-, Lo stesso Tnrssaidi, Cubico te¬ 
ttano che insieme a ffené paitetl- 
pù pi film denuncia,. Prei-aportn. 
prènde.le difese dei collegfi e dei 
settore. «Purtroppo, la vìa die del 
nostro mondo è ancora vizlita da 
un vecchio preconcetto - si ram¬ 
marica lo stilista da San Pietnbur- 
go. dove sta inaugurando unabou- 
tlque - Si pensa ancora all'aeller 
come luogo d'ozio, dunque, padre 
di ogni vizio. In realtà, lavotamo 
tutti sodo e seriamente. Propri) per 
questo, perche il sarcasmo di un 
regista arguto come Affinai non 
mi tocca minimamente, ho parte¬ 
cipato al suo film». 

Insomma, bisogna rinnorpra il 
distinguo ira II mondo della Doda 
e quello che sta ai suoi margnl in 
cui rimase vittima la modella retry 
Broome In tal senso, sono senpre 
valide l'opera e il pensiero di fene- 
delta Bararli. Giornalista, ex top 
model, nonché autrice del ibrò 
«Storia di una passione senza wr- 
po», l'intellettuale di sinistra ridine 
che la droga sia inevitabile «pq le 
ragazze fragili e giovani che alfrin- 
lano i ritmi serrati delle passerete-, 
Tuttavia, anche questa tesi a mite¬ 
mente dimostrata non è nuova, fi¬ 
no al prossimo scandalo è tempo, 
senza alcun doppio senso, di tìrae 
una riga sull'argomento. 


Revocato lo sciopero delle pompe. Per oggi cancellati 60 voli 


Benzina, distributori aperti 
Ma nei deli è sempre caos 


a ROMA, Al popolo dei viaggiatori 
; per questa settimana è risparmiata 

almeno la chiusura delle pompe di 
benzina, In associazioni del benzi- 
nol fmlb. Eterica e Flgiac-Anisa 
hanno revocato lo «sciopero- che 

dovevo scattare ieri alle 19. dopo la 

sottoscrizione di un protocollo 
d'intesa cui governo, In seguito al¬ 
l'Incontro svoltosi in mattinata a 
Palazzo Chigi. 

Nulla di nuovo invece su) fronte 
del trasporto aereo, dove i control¬ 
lori di volo, pur facendo gli straor¬ 
dinari hanno osservato rigidamen¬ 
te il mansionario, rallentando cosi 
li- operazioni Risultato, le solite at¬ 
teso negli aeroporti per 1 fotti ritardi 
mentre 32 voli venivano cancellati. 
Tantoché per oggi l'AUIaila ha de- 
tisodi annullarne 60 (48 naziona¬ 
li. 12 Imemazionall) : sei sulla Ro- 
[. ma-MIInno, 4 sulla Mllano-Triesie e 

; sulla Koma-Bari e cosi via nel prin¬ 


cipali collegamenti Tagliati poi i 
collegamenti con Parigi, Amster 
dam. Ginevra, Tunisi e Zurigo 
A Fiumicino sono stali più di 300 
g6 aerei In partenza e in arrivo che 
avevano subito ritardi, e cinque so¬ 
no siale le cancellazioni. Su 213 
voli in partenza. 122 hanno dovuto 
attendere mediamente 40 minuti 
con punte di due ore; e sui 20? in 
arrivo, quasi tutti son gturrii con ri- 
lardi di mezz'ora con punte di oltre 
due ore. 

Peggio ancora nello scoto mila¬ 
nese ai Liliale, con 22 cancellazio¬ 
ni. Un aereo è giunto da Francofor¬ 
te quasi 4 ore dopo il previsto, e 
uno ha decollato per Roma dopo 3 
ore e 20.1 ritardi negli arrivi e nette 
partenze hanno oscillalo Ira la 
mezz 'ora e te quattro ore 
Conlennatl poi gli scioperi dei 

C imi glorili Domani, giovedì, si 
ino per quattro ore gli «uomi¬ 
ni radar» di Padova Venerdì 22. 


giornate nera specialmente a Ro¬ 
ma: due ore di lermo degli aero¬ 
portuali aderenti al Sulla, mentre 
per luna la giornate tocca sciope¬ 
rare al controllori di volo dì Roma- 
Ciampino. A Milano, in entrambi 
gli scali sctopero degli aeroportuali 
( venerdì dalle ! I alfe 15) del San- 
ga-Cub inoltre il due ottobre si fer¬ 
mano i controllori di volo Canai. 
Arche per i treni cattive nettale-. il 
29 sctopero di un'ora dei macchi¬ 
nisti Comu nei sette principali ex- 
compartimenlì ferroviari de! paese. 

Il governo dovrebbe convocare i 
sindacali degli «uomini radar» gio¬ 
vedì F. intanto le agitazioni hanno 
conseguenze negative per il turi¬ 
smo. mentre i viaggiatori ( sempre 
meno quelli che bivaccano negli 
aeroporti) rinviano il viaggio lun- 
stico, c se devono partile per alluri 
vanno in ireno: sulla Roma-Milano 
le Fs registrano un incremento di 
1.700- 1 .800 passeggeri al giorno. 



Gruppo l-rogrcsslsti • Federativo • Camera del Iby alali 

n j AVOKO ED il tempo 

Proposte per creare lavoro, per ridurne e modularne In durata, per conciliare il lavoro e la cura delle persone 

Maried) 26 settembre 1995 « ore 9.10-19.311 

Saio de! Cenacolo. Palazzo Valdina - Vicolo Valdint, 3 IA - Rama 


pati 9 . 30 - Anonima OH i avori 

Ore Luigi Uerllnguer 


rara 1000 -11.30 - Hni-aaron _ 

Uro oh. irono, «kuixk-a/iom, m-i uivono. «sterro un. Mure»io oh. 

lAvoao I noni tmmtanuu 

ftof. Nicola Cacate 

Uro Dee nomi, svi jiivu i» ocrur-AzJoNk 

Prof Stefano Kamagri 


Uso oe. Trarre), iavomi mi. ww a rt> k izivono i»mui*iik 
Dou. Marina Piazza 


Uro UH. TB.ro F. scovi mkh dw.Whiaxi 
Prof. Claudio De Vincenti 


oaii II 30 -14.00 • Pihatitio __ 

Con la par ICC! pozione di deputali, senatori cd esponenti dei inondo del 
lavoro, della ricerca c della cultura 

mm 16,00 -19,3». Tavcha kotonda _ 

“Si può’ ruhj&kk i.' ottanti» di lavoro?” 

iNTttOOIICI! 

Ore Livia Turco 

Ni: Discinta*): 

Ore. Massimo IV A lem a. Sergio Caf feruti. Sergio D’Anioni. 
Pietro Larlzzu. Don. Klnaldo Padda. ()n. Pierre Cantili, 
Tiziano Treu. On. Marco Sartori, Seri. Cario Smungila, Sai. 
(indila Salvato, On. Fabio Mussi. Ore. Renzo Innocenti 



AGENZIA OSI SERVIZI WTEHl'ARl AMENTARI 


« 


i 

























Mercoledì 20 settembre 1995 


nel Mondo 


Ht 



LA CRISI BOSNIACA. 


Gli Stati Uniti annunciano la fine dell’offensiva anti-serba 
Ma l’Onu resta in allarme. Uccisi due caschi blu danesi 



HtlwlM 41 8 mJ ii lutei looolonoteofltàMil «mutata». In boteolloàgwtàrto tetto Bthooonoi teM i uMWl Mi Bmj 


Pivlclc/Ap 





§|BL /"y, jf§ 


ligi 






%iilÉlÉIÉÉ! 



:| 11H 

- r 


«Non attaccheremo Banja Luka» 

Croazia e Bosnia promettono ma assediano la città 


I presidenli di Croazia e Bosnia, hanno annunciato da Za- 
gabriache sono pronti a cessare l'offensiva. E il mediatore 
americano Holbrooke è corso a riferirlo a Milosevic, pri¬ 
mardi tornare a Washington Ma le truppe croato-musul¬ 
mane tjpno ormai porte di Banja Luka; la roccaforte 
serba’ è ormai allo stremo, e ia notizia di una nuòva offen¬ 
siva croata da Nord crea maggior tensione. Negli scontri 
tra croati e serbi, uccisi a Bihac due caschi blu danesi. 

'_NOSTRO SERVIZIO_ 


« I cannoni bosniaci sono ormai 
a uso quindicina di chilomelri da 
Bai ila Urini: la roccaloite serba In 
Bosnia cenlrale che solo fino a po¬ 
che selllmane la sembrava Im¬ 
prendibile É ora In una situazione 
davvero critica. E se anche il presi¬ 
dente crealo Franio Tudlman e 
quello bosniaco Alia izettregovic 
hanno annuncialo ieri, secondo 
tonti americane, che i loro paesi 
sono pronti a sospendere ogni al¬ 
tra Iniziativa di guerra, Il quotidia¬ 
no di Zagabria Sbborina balmaci- 

« annuncia pero che nella nelle 
i lunedi e martedì le tnippe croa¬ 
te hanno aperto un altro Ironie con 
un blU* che avrebbe portalo alla 

a ulita dei centri serbi di Bo¬ 
ia Kosialnlca e di Bosanska 
Dublca. Notizia confermata da Ch- 
risGurmes, deil'Unprofor di Saraje¬ 
vo c che potrebbe aggravare la si¬ 
tuazione di Banja Lui», con una 
nuova pressione da nord. Edl Iron¬ 
ie aU’aggravarsI della situazione 


militare, I serbo-bosniaci di Pale al¬ 
zano la voce minacciando di ab¬ 
bandonare le trattative di pace. 
I. avve rii monto lo ha lancialo il mi¬ 
nistro degli Esteri di Karadzlc, Alek- 
sa Buha, dopo un incontro a Mo¬ 
sca col numero die della diploma¬ 
zia del Cremlino. -Se i rakt Nato e 
l'offensiva croato-musulmano con¬ 
tinueranno. non potremo parteci¬ 
pare alle trattative E questo vanifi¬ 
cherà il processo di pace - ha del¬ 
lo Buha - Sono convinto che la 
Russia fata di tulio per porre fine 
all'azione militare». 

Nell'escalation mililare, hanno 
perso la vita anche due caschi blu 
danesi, uccisi dal colpi dei serbo¬ 
bosniaci che rispondevano al fuo¬ 
co croato nella zona di Bihac (Bo¬ 
snia nordoccidentale). Le lorze 
croate - ha detto il portavoce Onu 
a Zagabria, Alexander Ivanko - 
hanno sparato per prime, e nel 
fuoco di risposta una granata ha 


centrato il reparto dell'Onu: un ca¬ 
sco blu # morto sul colpo, un altro 
in seguito alle ferite riportale per 
l’esplosione e otto militari sono fe¬ 
riti tra cui uno in modo moto gra¬ 
ve. 

I rMorri rald croati 

Mentre è ormai un'altalena di ci¬ 
fre la stima di quanta percentuale 
di territorio sia nelle mani dei serbi 
o In quelle dei musulmani (l'Onu 
parla del 51% in mano ora al mu- 
sulmankrroali. mentre l'agenzia 
francese A4» parla di un 60-65%), il 
vero nodo poMico-milltere è quel- 
io di Banja l-uka le truppe di Sara- 
|evo sono ormai alle porte della cit¬ 
ta. dopo aver circondato un'altra 
cittì a una sessantina di chilometri 
dalla toccatone serba. -La cittì e 
minacciala - Ira detto a Zagabria 
Ivanko - ed è minacciala seria¬ 
mente- E né l'annuncio della fine 
deh'avanzata da parie dei presi¬ 
denti di Croazia e Bosnia, né le pa¬ 
role del ministro degli Esteri di Sa¬ 
rajevo, Muhamed Sacirbey. che 
aveva detto di volere rena soluzio¬ 
ne politica e non la resa della cit¬ 
tì-, sembrano rassicurare più di 
tìnto i difensori di Bania Luka. La 
nuova avanzata nottura delle trup¬ 
pe di Zagabria potrebbe non pre¬ 
lude infatti a nulla di buono, attóre 
se l'Onu ritiene che questa mossa 
potrebbe anche solo puntare a isti¬ 
tuite una zona di sicurezza, una 
sona di cuscinetto lungo il confine 
meridionale della Croazia, simile a 


creato nelle regioni sudo- 
E dopo i colloqui ai ien tra 
Tudlman e Izetbegovic col nego¬ 
ziatore americano, Holbrooke 
sembra essere ottimista sul futuro 

per la pace ed è corso a Belgrado 
per riferttlo a Milosevic.' Croati e 
bosniaci si sono anche accordati 
per -tegolaie politicamente- la sé 
reazione delle zone riconquistate, 
.senza considerare l ideniitì delle 
truppe che le hanno liberate». 

InfugalTOmtaoMioMM 

L'apertura del fronte settentrio¬ 
nale metterebbe in seria dilficoltì i 
serbo-bosniaci, già minacciati da 
OvesledaSud. Secondoflgiomale 
croato Stobodno Dalntaà/a. la for¬ 
za croato-bosniaca congiunta che 
minaccia Banja Luka é composte 
da non meno di 35mila uomini 
una superiorità schiacciante, no¬ 
nostante il portavoce Onu Chris 
Vemon riferisca che la difesa serba 
si sia ralforzala e che in alcuni pun¬ 
ti abbia addirittura riguadagnato 
pezzi di terreno che era cadute in 
mano bosniaca. Riguardo alla 
nuova, rischiosa avanzata croata a 
nord, il portavoce Chris Gunnes 
ha affermato di avere ricevuto noti¬ 
zia di -migliaia di soldati croati- 
passati oltre il (lume Sava che se¬ 
gna il conline tra due le due repub¬ 
bliche. Citando tonti militati serbo- 
bosniache. l'agenzia di stampa 
7an/ug tuttavia ripcrta che l'incur¬ 
sione dell'esercito croato è stala 
■sventata» Nell'analisi militare ap¬ 


para ieri sul quotidiano Shbodna 
Dabnxijo. si afferma che "l'opera- 
rione di liberazione di Bania Luka 
sarà la più parate e la più com¬ 
plessa di questa guerra». *1» libera¬ 
zione d| Bania Luka - serriteli gior¬ 
nale-può essere impedita softan- 
tocon rttetó Seriontì Arri¬ 
verà a un accordo saranno liberate 
anche Bosanska Gradiska. Detwn- 
ta e possibilmente tutte l’area da 
Bosanska PDsavma». regione lungo 
Il fiume Sava. 

L'escalation militare, intento, 
rende di ora in ora più drammatica 
anche la situazione del prolughi 
che. come in un macabro balletto, 
sono costretti a fuggire ora in un 
angok» ora in un altro del martoria¬ 
to paese. Sul fronte umanitario, 
l'Alto commissariato Onu per i rifu¬ 
giati ha lanciato infatti un altro se¬ 
gnate di allarme alternando che la 
recente offensiva croata e musul¬ 
mana nella Bosnia centro-settori 
tuonale ha messo in movimento 
170 mila cMIi serbi, di cui 87 mila 
nella sola zona di Bania Luka. Sol¬ 
tanto in 1 5 mila sono riusciti ad en¬ 
trare nella città, dove sono sfati nel 
Ira riempo allestiti 26 centri di assi¬ 
stenza. Le condizioni sanitarie nel 
centro gremito all'inverosimile, ha 
aggiunto l’Acnur, sono in cooiinuo 
peggioramento. Le pioggie torren¬ 
ziali e il freddo contribuiscono ad 
aggravare la situazione. Le riserve 
di acqua potabile sono ridottissi¬ 
me, cosi come fescortedidboedi 
medicine 



Christopher frena 
«Soldati americani 
solo dopo la pace» 

■ NEW YORK. Mai prima d'ora una migliore possibilità di pace per la 
Bosnia: il Segretario di Sialo americano Warren Christopher non ha 
dubbi. Un'occasione de) genere non si era mai verificata in tutto il 
periodo in cui ho ricoperto questa carica», ha detto in un'intervisla. Gli 
Steli Uniti non sono però disposti a inviare subito un contingente dì 
25.000 uomini come pronosticato ini un primo momento. L'impegno 
Usa sarà più ridono (forse 18.000 uomini) e gli americani partiranno 
solo quando ci sarà la pace. 

Alle dichiarazioni di Christopher fanno eco quelle del capo del 
Pentagono William Perty, in viaggio in Europa centrate, secondo cui il 
suggerimento di sostituire f'U'nprofòrcoo una forza muftinaztonale In 
Bosnia non rappresenta una prospettiva immediata. -Quando avre¬ 
mo raggiunto un accordo dì pace - ha attenuato il Segretario alla Di¬ 
fesa - allora ci prepareremo a partecipare ad una forza multinaziona¬ 
le sotto il comando della Nato. Ma prima ci dovrà essere la pace». 

Era stalo il Segretario Generale deil'Onu Boutros Boutros-Ghali, 
l'altro ieri, a suggerire che te lorze di pace dell'Unprofot dovevano es¬ 
sere sostituite da una forza multinazionale anche «se le attuali iniziati¬ 
ve di pace non avessero successo-. 

Dopo quasi quattro anni dì combattimenti in Bosnia-Erzegovina e 
centinaia di migliaia di vite umane perdute, l'Amministrazione del 
presidente Clinton spera che gli sviluppi della diplomazia viaggiante 
dell'inviato Richard Holbrooke e la situazione sul terreno abbiano 
crealo le condizioni per mettere fine al conflitto. 1» mappa della si¬ 
tuazione militare in Bosnia, soprattutto dopo gli sviluppi delle ultime 
settimane, è sotto gli occhi di tutti. Le lorze croate-musulmarre hanno 
riconquistato un fetta di territorio, 
sino a ieri nelle mani dei Serbo¬ 
bosniaci, portando al 50 percen¬ 
to circa la zona sotto il loro con¬ 
trollo. Una percentuale che è 
praticamente quella (51 percen¬ 
to) prevista dal piano di pace ap- 
póggiatodagli americani. 

L’offensiva è siala fulminea e 
non si è ancora arrestate indù- 
cendo la diplomazia Intemazio¬ 
nale ad intervenire per non com¬ 
promettere nuovamente la situa¬ 
zione. Il Segretario di Stato Chri¬ 
stopher ha sollecitalo II Presiden¬ 
te serbo Slobodan Milosevic a 
non intervenire con te sue lorze 
in Bosnia, mentre il Ministro degli 
Esteri inglese Mateohn Rliklnd i 
andato a Zagabria per incontrare 
il Prcsiderite Franio Tudlman. 
■Allargare il conflitto in questo 
momento - ha detto Christopher 

- non è nell'Interesse di nessu¬ 
no». Le forze croate-musulmane 
vengono intìnto segnatale a una 
quindicina di chilometri da Bania 
Luka, roccaforte dei serbo-bo¬ 
sniaci. 

Nonostante le denunce pub¬ 
bliche, gli americani non na¬ 
scondono però la loro soddisfi» 
zlone per la situazione che si è 
venuta a creare. Persino il sena¬ 
tore Bob Dote, leader della mag¬ 
gioranza repubblicana al Senato 
e probabile avversario di Clinton 
alte elezioni presidenziali del 
prossimo anno, ha detto che la 
riconquista di questi territori ha 
dato alla pace una "prospettiva 
più realistica di quella che la di¬ 
plomazia intemazionale era riu¬ 
scite a (are». "L'unico imperativo 

- ha scritto perù ieri il Washing¬ 
ton Post in un editoriale - è di te¬ 
nere questa offensiva net limiti e 
nelle percentuali previste nel pia¬ 
no di pace rosso-europeo-ameri- 
cane». 



Scatto l'ultimatum 
Minile ritira 
più di 200 obici 

I ••rbo-brunteol ferì hanno rtUfatu 
dm» «T U ir» Int orno « I an i| » v n «Ori 
SO pozzi 4 arUglteria portando a 
2M>«teooBnonNW«oModoHo 
armi «Montonate d>*o tea» di 
•Mtuaiooa.il nuovo bilancio à 
■tato tonritodrirafanria tranoaoa 
Alp, eh» Mettateli» proprio 
conttpoodMrta uri proto, cko ha 
riferita di «ver vbto ondi* oM 
ritorti corri amati orano «tati 
portoti ai di foori dotto foocia di 20 
riMmuM croataintorno a 
S*n)MO. L'Onu a la Noto tramo 
dato rompo al «orbi tino «Ho 22 dt 
oggi por oo m p feUra H ritiro dodo 
rumi potanti mteacctemlo «no 
riorooo dai rate «orai. 


A Roma gli incontri con il collega serbo. In serata faccia a faccia con il bosniaco Sacirbey 

Lodi per la Agnelli dal ministro di Milosevic 


Applausi da Belgrado per la posizione di equidistanza 
dell'Italia e per la sua «influenza politica» nella Nato che 
ha portalo alla cessazione dei raid. Il ministro degli 
Esteri di Milosevic, Milan Milutinovic, ha incontrato ieri 
a Roma il ministro degli Esteri italiano Susanna Agnelli. 
«L’Italia è una delle poche nazioni che ci hanno trattato 
alia pari degli altri» ha detto Milutinovic. E in serata l’A- 
gnelli ha incontrato anche il collega bosniaco Sacirbey. 


mnm polacchi 


In tre anni 84 caschi blu uccisi 

Da Sarajevo a Srebrenica 
tutte ìe vittime 
di cecchini e granate 


m koMA. Dojto T-insuccesso' del¬ 
la mfssfone a Sarajevo, Susanna 
Agnelli Incassa l'applauso dei se ibi 
di Belgrado per la politica .super 
pnrtes» seguila dall'Italia nell'lmrì- 
galtatma guerra III ex Jugoslavia. E 
questa volta II ministro degli Esteri 
ha scelto casa ami, la Farnesina, 
per illustrare alla stampa II diplo¬ 
ma di imparzialità che te ha voluto 
consegnare II ministro rii Milosevic. 
ieri mattina, iniatll. u Roma c'era 
un bel sole t- Mila» Miluiinuvto. re¬ 
sponsabile degli Alteri «ieri della 


federazione sertoo-monteiiegrina. 
ha potuto afferrare facilmente nel¬ 
la capitele italiana dove ha avuto 
un lungo colloquio e una colazio¬ 
ne di lavoro con la collega Susan¬ 
na Agnelli, un colloquio definito 
•cordiale- da entrambi e nel quale 
si 6 affrontato attóre II difficile di¬ 
scorso del "dopo-guerra», della ri- 
costruzione, dell'impegno interna¬ 
zionale, europeo e soprattutto ita¬ 
liano |jcr riportare alte ■nonnalllà- 
nn’ateu distrutta da quattro anni di 
bombe. Un incanito che ncnlra 


nel programma del ministro italia¬ 
no di incontrare tolte te parti In 
campo per mettere a punto pro¬ 
grammi dì azione politica e di in¬ 
terventi su tutto il territorio dell'ex 
Iugoslavia In serata, infetti. l’A- 
gnelli ha incontrato anche il mini¬ 
stro degli Esteri di Sarajevo, Sacir¬ 
bey 

Tante le domande dei giornali¬ 
sti, e il fuoco si è concentrato so¬ 
prattutto sulla richiesta di invio di 
truppe italiane alla fine dei conflit¬ 
to, per garanlire la pace, e suite po¬ 
lemica di Roma per l'esclusione 
dal tavolo di pace. Questioni aper¬ 
te e che devono anche continuare 
a bruciare un po', vfste te diploma¬ 
tiche glissate dei due politici che si 
nascondano dietro un "di questo 
veramente non abbiamo pariate». 
Le risposte del ministro di Belgrado 
hanno mirato a elogiare soprattut¬ 
to il molo dedala, soprattutto, 
pare di capire, dopo il brusco -no- 
ai superaerei «stealth» americani e 
dopo le critiche sulla prosecuzione 
dei raid Nato Ma anche, senza 
dubbio, pei sottolineare il ruolo at¬ 


tivo e di primo piano che il nostro 
paese ha avuto nel campo non 
ceno secondario degli aiuti umani¬ 
tari: terreno che nella lase di rico¬ 
struzione sarà senza dubbio di ri¬ 
lievo -La Serbia vuole essere trana¬ 
te alfe pari di tolti gii altri - ha esor¬ 
dito Milutinovic nel ringraziare la 
collega della Farnesina—e l'Italia è 
una delle poche nazioni che ci ha 
trattato in maniera equa». Un 
■equidistanza» sottolineata anche 
dalla padrona dì casa, che ha evi¬ 
denziato d'atteggiamento sempre 
tenuto dall'Italia di mantenere 
conlatti con tutte le parti in guer¬ 
ra.. è estremamente importarne 
che tutta la regione venga trattata 
alio stesso modo - ha detto VA- 
gneilì - non ci piace la pace a spe¬ 
se di nessuno» 

Parole dure Milutinovic ha avuto 
per -la grande estensiva croata che 
pone gravi problemi, che costringe 
migliaia e migliaia di profughi a 
iuggire creando una situazione tra¬ 
gica proprio ora che slamo mollo 
vicini alla pace- ha detto il ministro 
senza mai citare te truppe bosnia¬ 


che. E proprio nei confronti di que¬ 
ste offensiva e nei confronti dei 
raid aerei Nato. Milutuiovic «ap¬ 
prezza l'influenza dell'Italia all'in¬ 
terno della Nato per fermare te 
guerra e i bombardamenti.. Spe¬ 
riamo inoltre - ha aggiunto - che 
malia possa usare tutta la sua in¬ 
fluenza per giungere a un nuovo 
incontro di pace». Ma la preoccu¬ 
pazione maggiore di Milutinovic è 
quella di chiedere -equità-, di non 
subire discriminazioni «Siamo Tu¬ 
nica pane in lotte ad essere state 
colpita dalle sanzioni intemazio¬ 
nali - ha ripetuto - e per questo ne 
chiediamo il sollevamento.. Alte 
domanda sulla sorte dei due piloti 
francesi catturati nel corso dei pri¬ 
mi raid aerei, il 30 agosto, il mine 
slro serbo ha risposto: -mi sarebbe 
piaciuto portarli con me a Parigi, 
ma che purtroppo ne so quanto 
voi... Perché dovremmo tenerti con 
noi quando abbiamo liberato cen¬ 
tinaia di ostaggi? Sarebbe una cosa 
inumana che non rientra nella tra¬ 
dizione serba». 


• Con l'uccisione dei due caschi 
blu danesi avvenuta ieri in Bosnia, 
saie a 8à il numero delle vittime tra 
i militari delTUnptofor impegnali 
dal 1992 In Bosnia. Dall'inizio deh’ 
anno i caschi blu uccisi sono stati 
24. Ecco un riepìlogo: 

14 marzo; nove caschi blu france¬ 
si muoiono in un incidente sul 
monte Igman. sopra Sarajevo, 

SO marzo; un casco blu olandese 
‘tene ucciso da una granata di arti¬ 
glieria. 

14 aprilo: un cecchino uccide un 
casco blu francese a bordo di un 
blindato a Dobrinja 

15 oprilo: un casco blu francese è 
ucciso da un cecchino mentre sta 
manovrando un bulldozer nel cen- 
lro di Sarajevo. 

22 aprile: ire caschi blu francesi 
muoiono mentre cercano di disin¬ 
nescare un proiettile d'obrce all'ae¬ 
roporto di Sarajevo. 


6 arando: un casco blu ucraino è 
ucciso nell'enclave musulmana di 
Zepa 

26 maggio: i serbo- bosniaci at¬ 
taccano un distaccamento france¬ 
se che presidia un ponte a Sara to¬ 
ro uccidendo duecaschi blu. 

28 giugno: una mina nei pressi 
dell'aeroporto di Sarajevo uccide 
un casco blu francese- e ne ferisce 

altri due. 

elogilo: un casco blu olandese 
viene ucciso da un bombardamen- 
lodi artiglieria a Srebrcnicn, 

23 Bigio: un casco blu francese 
viene ucciso e due fetìii. sulla stra¬ 
da del monte Igman. A /tetro, sem¬ 
pre a Saraievo. l'artiglieria serbo¬ 
bosniaca uccide un altro casco blu 
francese ed un altro viene ferito. 

26 agosto: un casco blu francese 
muore a Saraievo in un incidente 
16 oottombra: sul monto Igman 
una auloblìndo precipita in un bur¬ 
rone. Muore un casco blu francese 



» 






















•? - 




iirMjfes 






< fe«v 




Il Bratti» 707 tara raffi »f«t»d»f U fu ra ttra» «HMtt Intelaia 


irlTlTrì.iilì 


dirottato in Israele 


Rabin fa atterrare il Boeing, lo steward chiede asilo 


Aereo* 


(in Boeing 707 iraniano con 174 persone a 
viene dirottato da un assistente di volo e 
atterra ^l'aeroporto di Uvdà, in Israele. Il pirata 
dell’aria chiede asilo politico con altri 5. Tehe¬ 
ran a Rabin: «Hai organizzato il dirottamento». 


■ Aerofono di Teheran. ore 8 
dot ninnino. Un Boeing 7D7 della 
compagnia iraniana -Risii Air. con 
a bordo 174 persone si leva In volo, 
destinazione l'Isola di Risii, presso 
Bandai Abbaa. dove si trovano sla 
installazioni militari che impianti 
turistici. Tulio sembra procedere 
regolarmente, Ore 10, una voce si 

r ipaga dal microfono Interno, E 
steward: le sue parole sconvol¬ 
gono i passeggeri, dto una bomba 
a mano - dice - e da questo mo¬ 
mento assumo il controlla dell'ae¬ 
reo- Il diradamento ha inizio. L'o¬ 
biettivo dell'assistente di volo è di 
espatriare In Europa. Ma la penuria 
ili carburante lo costringe a rivede¬ 
re I suol piani, La situazione si fa 
drammatica quando sla l'Arabia 
Saudita che la Giordania negano al 
pilota il permesso di atterraggio. 
All'apparecchio restano ormai so¬ 
lo pochi minuli di volo. Il Boeing è 
entrato nello spazio aereo israelia¬ 
no. Il dirottatore (di circa 30 anni) 


aderta II microfono e avverte le au¬ 
torità israeliane: se non daranno 
l'autorizzazione ad atterrare all'ae¬ 
roporto Ben Gurion di Tel Aviv e 
pronto a lai schiantare a terra l'ae¬ 
reo con i suoi 174 passeggeri 
Sono attimi cbndtati. si teme il 
peggio: informato mentre si trova¬ 
va in parlamento. Il premier Yit- 
zhak Rabin ordina all'aviazione 
israeliana di Impedire ad ogni co¬ 
sto all'aereo Iraniano di sondiate 
Tei Aviv, nel limore che nel velivola 
ci fossero esplosivi o che losse latto 
precipitare sulla città La Tv intan¬ 
to, ha dato notizia del dirottamen¬ 
to, Il panico si diffonde, in molti te¬ 
mono un ennesimo attentato-sui¬ 
cida. Scatta lo slato di massima al¬ 
lerta. Dalla forre di condotto del- 
l'aeroporto Ben Gurion arriva l'-ok- 
per l'atterraggio: non a Tel Aviv ma 
all'aeroporto di Uvdà, vicino a El¬ 
la!. nel super presidialo deserto del 
Neghev Nello stesso istante due 
caccia israeliani affiancano l'aereo 


Iraniano. Sono le ) 1.46 quando il 
•Boeing, aliena ad Uvdà, L'aereo e 
immediatamente circondato dalle 
squadre speciali antllenorismo 
Israeliano. La tensione * al massi¬ 
mo: l'aeroporto e dichiaralo -zona 
militale chiuso e l'ospedale di fi¬ 
lai viene allertato Ore 11.55. la ten¬ 
sione si allenta: dall'apparecchio 
escono il pilota - un generale del¬ 
l'aviazione iraniana - e l'assistenle 
di volo, che subito consegna la pi¬ 
stola atte autorità israeliane e ag¬ 
giunge: -Chiedo l'asilo politico 
Una richiesta avanzata anche da 
cinque dei 174 passeggeri Sull'ae¬ 
reo - rivela il capo di stato maggio¬ 
re. generale Amnon LlpWn-Shahak 
- cerano altre due persone arma¬ 
le agenti detta sicurezza iraniana 
che non hanno cercalo di disarma¬ 
re Il dirottatore, dopo che questi 
aveva spaiato un colpo in aria. 
Una successiva ispezione degli ar¬ 
tificieri israeliani ha escluso che ci 
fosse esplosivo a bordo. A questo 
punto si chiude la pagina di crona¬ 
ca nera e si apre quella diploamtt- 
ca. Alla richiesta del dirottatore di 
asilo politico il governo istallano 
ha già dato una prima risposta: in 
ogni caso non lo estraderà in Iran. 
Basterebbe questo per scatenare la 
reazione di Teheran. Ma l'affare si 
complica In serata. Mentre l'appa¬ 
recchio è già stato rifornito di car¬ 
burante. a Gerusalemme deputati 
dell'ultradestra chiedono al primo 
ministro che i passeggeri vengano 
trattenuti in Israele fino a clic l Iran 
non abbia fornito notizie sul navi¬ 


gatore Ron Arad. scomparso in Li¬ 
bano nel 1986 e ritenuto prigionie¬ 
ro dette autorità di Teheran. La ri¬ 
sposta iraniana non si (a attendere: 
I agenzia ufficiale imobattauna di¬ 
chiarazione Infuocata: l'Iran accu¬ 
sa Rabin di avere •organizzato per¬ 
sonalmente- il dirottaménti): Tehe¬ 
ran alza la voce e offre nuovi appi¬ 
gli alla destra ebraica che toma a 
insistere perché i 174 passeggen 
siano usau come -merce di scam¬ 
bio- per ottenere dagli ayatollah in¬ 
formazioni sul navigatore scom¬ 
parso -Si tratta di una richiesta in¬ 
sensata -commenta ilvtceminislro 
Ran Cohen- -In passato - sottoli¬ 
nea - nemmeno j rapimenti dei di¬ 
rigenti sciiti libanesi come quelli 
detto sceicco Abdel Karim Obeid e 
di Mustafa Ottani, sono serviti ad 
ottenere informazioni su Arad-. 
L'ultima parola spetta comunque a 
Yitzhak Rabin: Il primo ministro ha 
lascialo intendere che i passeggeri 
saranno piolo messi m conchrio- 
ne di riprendere il loro viaggio. Di 
queste ore di angoscia resteranno 
di sicuro le immagini trasmesse in 
diretta dalla TV israeliana immagi¬ 
ni quasi surreali di donne iraniane 
che vestono il tradizionale chador 
mentre sullo sfondo si intrawedo- 
no poster turistici israeliani Un 
cronista, privo del senso del ridico¬ 
lo. -spara- questa domanda a uno 
spaesato passeggero iraniano: 
■Come si trova In Israele?-. -Non 
posso lamentarmi-, risponde sgra¬ 
nando gli occhi prima di sgusciare 
fuori dal campo visivo della teleca¬ 
mera. QU0.G. 


Pirati defJ’aria 
In nn anno 
tre blitz amati 
sai vall ili linea 

Il ribotta manto di lari 4 marzo 
compi at e araaf anno riu n i rt i un 
vale rii rinao. Eceo aa rtapdofo rial 
prindMlribottamaatlriM'M.Sri 
dkemkre 1994: Algeri, qMttre 

bloccano » Abbia 300 riaH Ab 
Franca ribatto a Parigi con 239 
peteone a bordo a aratane tra 
aataggL Ubatati 93 paaaaggarl, I 
tarrortstl ribattane l'anno ari 
Maniglia: aaranae uccM la «n 
•MHz' «agli uomini rial «tuppo 
«Intervento bancata (Ugni; 13 
paaaaggarl natane ««Ni 4 
tinnir IH». NiHmtoa,aa 
uomo a leu riarma coreana di 
ribaltare «tri Cibo un 'FeMter' «eoe 
Ine# Interne audmeal.ldM 
vengono attor tali durante aa 
rtfembnanto di carburante. 3 
settembre: uaeaprignole'lrott» 
un Abbia A310 data com pagala 
baacoae 'Ab CoMrln' In vaia da 
Prkna de Majorca a Parigi oee 289 
peeeeggeri. par patata coatre gl 
etperimentl nucleari bancali noi 
Paerika. Inorile stana amatale a 


■ CITTÀ DEL VATICANO. Giovan¬ 
ni ftroto II, rivolgendosi ieri ad oltre 
mezzo milione di persone conve¬ 
nute nett'Miuiu Por* (Parco della 
libertà) di Nairobi, ha posto al cen¬ 
tro della sua molto applaudita 
omelia II tema della famiglia uma¬ 
na sia per sottolineare che ad essa 
•appartengono I più svariali gruppi 
etnici dell'Africa-. contro ogni poli¬ 
tica -etnocentrica-, sla per rispon¬ 
dere. indirettamente, al presidente 
detta Repubblica, Daniel Arap Moi 
(a| potete dal 1978), che ha favori¬ 
to, spesso, lotte e divisioni tribali 

secondo il detto -divide et impera.. 

V» ricontato che, proprio su 
questi temi, si è aperto negli ultimi 
tempi un vero e proprio confitto tra 
Moi e la Chiesa nazionale perché I 
vescovi lo hanno accusato, in un 
documento, di .fomentare divisio¬ 
ni etniche per scopi egoistici, par¬ 
tendo dal fatto che tra II 1992 ed il 
1994 nella sola regione Rift Valley, 
die conta oltre 5 milioni di abitan¬ 
ti, si erano registrali un miglialo di 
morti e 250 mila profoghi in segui¬ 
lo a scollili armati tra tribù. Inoltre, 
i vescovi hanno più volte accusato 
Il Governo di «corruzione- e per 11 

latto che, per avere aiuti intema¬ 
zionali. ha praticato una politica di 
•rigida pianificazione familiare*. 

Sviluppando, perciò, il discorso 
sull unicità e centralità della fami¬ 
glia umana Papa Wojtyla si é latto 
paladino della famiglia cristiana fa¬ 
cendo. al tempo stesso, riferimento 
a quei Paesi dell'AJrica, conte lo 
Zaire, che incontrano -difficoltà a 
riunire in modo democratico le lo¬ 
ro diverse Componenti-. Ed ha invi¬ 
talo i popoli del Burundi e del 
Ruanda alla -riconciliazione, supe¬ 
rando -conflitti tribali che di recen¬ 
te si sono trasformati In genocidio- 
Ha, poi, ricordalo di conservare vi¬ 
vi tiroidi, delle sue visite in questi 
Paesi in tempi di pace, mentre oggi 
- ha aggiunto - -pensiamo con tn- 
stezza al terribile ronfino etnico 
ancora latente dopo aver mietuto 
tante vittime innocenli-. E, dopo 
aver ricordato che con il Sinodo 
africano di cui con questo viaggio 
ha portalo il messaggio conclusivo 
valido per lutto il continente africa¬ 
no. Giovanni Paolo II ha detto: 
■Noi. pastori della Chiesa, abbia¬ 
mo sentito il dovere di esprimere la 
nostra costernazione e di lanciare 
un appello al perdono ed alla ri¬ 
conciliazione perchè questo è l'u¬ 
nico modo per dissipare le minac¬ 
ce di etnocenoismo che incombo¬ 
no sull'Africa-. 

Ha. quindi, insistilo nel sottoli¬ 
neare che -i popoli d'Africa sono 
una grande famiglia- Un tema già 
Illustrato nei precedenti viaggi nel 
continente africano, ma che ieri ha 
riproposto con forza netta convin¬ 
zione che -il futuro detta missione 
evangelizzatrice della Chiesa passa 
attraverso la famiglia-. Si fratta - ha 


dello - di -un tesoro che deve esse¬ 
re conservato e mai sottovalutalo 
perché là dove la famiglia viene 
considerata un valore in sé i suoi 
membri comprendono che il bene 
personale coincide con il toro do¬ 
vere di amarsi, rispettarsi ed aiutar¬ 
si reciprocamente-. Alla fine della 
messa è stalo suggestivo vedere il 
Papa rivestito con un mantello re¬ 
gale -masai», un modo per simbo¬ 
leggiare la consegna dett'&orto- 
ztone apostolica Ecclesia in Alrìai 
alle genti di questo continente. Ed 
èsignilicativoche, incontrando ieri 
sera nel santuario della ffesurrec- 
non Garden i vescovi ed i fedeli per 
la consegna ufficiale del documen¬ 
to post-slnodale, il Papa abbia 
espresso il suo pieno sostegno al¬ 
l'episcopato per far comprendere 
che ha latto proprie le accuse "ar¬ 
bìtrio, di corruzione, di dispotismo. 

al governo. Eslata la risposta ad un 

precedente comunicalo del Partilo 
al potere secondo cui -i vescovi so¬ 
no i responsabili, sovvertono le leg¬ 
gi democratiche, meritano di esse¬ 
re arrestali- Giovanni Paolo II si 
congeda stamane dal Kenya ed il 
suo ritorno a Roma è atteso pct le 
17 di oggi all'aeroporto di Ciampi- 


1130 ottobre 
processo d’appello 
parla giovane ... 
colf filippina 

Iku «paranza par Dorali Databasi» 
la (fiume fluppbi» condannata a 
mori» negli trattali Arabi. «30 
ottobre«l «valgati Intanili nuovo 
pre co t t o «'appallo, lo ha fatto 
rapare ieri l'avvocato dotta ragazza 
Me Mobammed ai Arabia ette 
arava «maritato un ricorso contro 
la rantonza al tfnrilcl del tribunato 
Mamieo rii AMh. Htogalailb 
riatto otUmfita «u»'rollo rialto 
ricanta: Credo'ha riatto-che la 
mia aratoria abbia motte 
poaMttl Ita di ca vitato .Uditoti 
rieri Tmp «tata «oerieeecha Sarah 
ha 16 ami a cri# ha nascosto la 
Matta par tatuata to leggi 
HHp p toe «iiri’enri graztona: lo 
a atorità dagl Emirati attorniano 
Invoca cha la giovane ha 27 anni. 

La condanna a morte ha «ollava» 
piotato ad IndlgMulbM netto 
FWppIre tieni governo ha Inviato 
Bega Emirati una delegazione ad 
alto rivai lo par wl fiottare la grazia 
par Sarah, rii primo grado Sara h 
vanno condannata a ratto armi; 
potori gtonri lattarne# ImagMatl 
hanno tiravano ta prhaa aentonza 
condannando a morto I Imputato. 


nel Mondo 




Mercoledì 20 settomlirc 1905 


Nel parco di Nairobi 
Pinno alla famiglia 
di Giovanni Paolo 11 


Di fronte adita mezzo milione di persone convenute nel 
«Parco della libertà» di Nairobi, Giovanni Paolo II ha dife¬ 
so l'unicità e la centralità della famiglia umana contro 
ogni visione «etnocentrica». Un no fermo alle divisioni tri¬ 
bali, che permangono in Ruanda e Burundi e che vengo¬ 
no fomentate anche in Kenya per ragioni di potere. Pieno 
sostegno ai vescovi minacciati perché hanno accusato il 
governo di «arbitrio, corruzione, dispotismo». 


Il capo dello Stato si candida per la tornata elettorale del 16 novembre. L’opposizione: «Voto farsa» 

Elezioni in Algeria, scende in campo Zeroual 


iHmanuMOVAMAMiài 


Compromesso tra Peres e Arafat 

Israeliani e palestinesi 
ad un passo dallaccordo 
sul ritiro da Hebron 


m Le ultime incertezze sono sva¬ 
nite ieri manina, dopo l'ennesimo 
incontro con i vertici delle forze ar¬ 
mate: l’attuale capo dello Stalo al¬ 
gerino, Liamine ZerouaL ha an¬ 
nunciato l« sua candidatura alle 
elezioni presidenziali del 16 no¬ 
vembre prossimo. Zerwial, 54 an¬ 
ni. generale in congedo, fu nomi¬ 
nato presidente nel gennaio scorso 
dalla giunta militare che di fatto ha 
rilevato 1! potere in Algeria dopo 
l'annullamento dele prime elezioni 
multipnititichedel gennaio '92, 

Dai militali aveva ottenuto l'*in- 
conitiaziono presidenziale o dai 
militari ha ottenuto il via libera per 
«sere rieletto il 19 novembre: il de¬ 
stino politico del generale a riposo 
(•fumine Zeroual é sempre piti le¬ 
gato a quello degli uomini forti del 
regime. Che in sua candidatura 
uscirà vincerne nelle elezioni boi¬ 
cottato dal maggiori parliti di op¬ 
posizione nessuno MI Algeri ha il 
minimo dubbio: gli altri candidati - 
ammesso che riusciranno a giun¬ 
gere vivi tiU'appuntanienlo eletto¬ 


rale e a raccogliere le 7Smila firme 
necessarie per la candidatura - 
nulla possono contro Io strapotere 
dell'esercito sceso in campo a so¬ 
stegno di Zeroual. Ma una vittoria 
nelle urne non vuoi dire allatto vin¬ 
cere la panila decisiva quella del 
ripristino deila legalità democrati¬ 
ca in un paese che da uè anni è 
sconvolto da una guerra ertile che 
ha già provocato olire 35 mila mor¬ 
ti. Gli inlregraiisli islamici hanno 
già iniziato iu loro campagna elet¬ 
torale-: a suon di aittobombe. ag¬ 
guati. rapimenti, seminando morte 
e terrore. E c'è da credere agli ulti¬ 
mi proclami dei Già (Gruppi isla¬ 
mici armati) che minacciano una 
nuova ondala di attentati, dentro e 
fuori l'Algeria con l'obiettivo di¬ 
chiaralo di far Sahare le elezioni 
del 19 novembre. No. la candidatu¬ 
ra di Liamine Zeroual non sembra 
essere quella deila pacificazione 
nazionale. A sottolinearlo non è un 
fanatico Integralisla ma un uomo 
elio ha (alto la storia dell'Algeria in¬ 
dipendente: Hoclne Alt Ahmed. tra 


i protagonisti della (otta contro il 
colonialismo francese e oggi lea¬ 
der del Ftonte delle forze sociali¬ 
ste, uno del principali partiti del¬ 
l'opposizione al regime. -Assistia¬ 
mo ad una progressiva militarizza¬ 
zione del processo elettorale - di¬ 
ce all Unità Ait Ahmed L'opposi¬ 
zione non ha diritto di parola non 
ha spazi per lar sentire la sua voce 
Tutte le riunioni sono state impedi¬ 
te. per non parlare poi detto stato 
di decomposizione detì'ammini- 
strazione pubblica: in intere regio¬ 
ni. In centinaia di comuni sono 
scomparsi gli schedari elettorali e 
quelli rimasi i sono sottoposti al va¬ 
glio dei militari, In queste condizio¬ 
ni è assunto parlare di libera com¬ 
petizione elettorale., E la candida¬ 
tola da tempo annunciata e da ieri 
ufticialfzzata di Liamine Zeroual' 
Aii Ahmed non ha dubbi e la liqui¬ 
da cosi: -Al di là deile buone inten¬ 
zioni enunciate - afferma - Ze¬ 
roual è nei falli prigioniero dei ver¬ 
tici militari-, -La verità - prosegue 
Air Ahmed - e che lo scopo reale 
di queste elezioni e dare una legit¬ 
timità al potere, cancellando il ri¬ 


sultato del 26 dicembre '91-, Le pa¬ 
role di Ait Ahmed delincano foschi 
scenari per la martoriata Algeria, 
ancor più tragici, se è possibile, di 

rie anni. -Le elezimri di novembre 
- sottolinea il leader dei FVonte del¬ 
le torce socialiste - possono aprire 
la stradaaun genocidio. Cèchi lo 
ha già messo nel conto Ma se si 
scatenerà la guerra civile, tutti de¬ 
vono sapere che essa non rimarrà 
circoscritta all'Algeria, ma defla- 
gherà nell'intero Maghreb, a co¬ 
minciare dalla Tunisia-. Ait Ahmed 
non si fa pregare nel dare un nome 
a «coloro die mettono in conio il 
genocidio pur di mantenere II loro 
potere-: -Sono i settori più oltranzi¬ 
sti dell'esercito e dei servizi segreti, 
propugnatori del totalitarismo mili¬ 
tare, a cui fanno da contraltare i 
groppi più estremi dell'integrali¬ 
smo. fautori del totalitarismo isla¬ 
mico In mezzo c'è il popolo algeri¬ 
no. che non vuol restare ostaggio 
di questi criminali- Si appella al 
dialogo, Liamine Zeroual. giura 
che queste eiezioni costituiranno 
una -rottola-- col passato e assicu¬ 


ra: -Rispetterò comunque il volere 
degli elettori- Dice questo davanti 
ai riflettori della Tv di Stato: a suo 
fianco, con aria marziale, siede il 
ministro deUTnlemo Mortela Ben- 
mansur: -Le recenti azioni terrori- 
stiche - scandisce - non ritarde¬ 
ranno di un giorno le eiezioni». 
Punto e a capo. Il microfono toma 
a Zeroual che predica la riconcilia¬ 
zione nazionale e invita fotte le for¬ 
ze democratiche a isolare i crimi¬ 
nali che sianno insanguinando 
l'Algeria- Parole di un moderato 
che però non fanno breccia nella 
granitica certezza di Air Ahmed e 
dei leader degli alni sette movi¬ 
menti politici (tra cui l'Un e il Fis) 
che hanno deciso di disertareque- 
ste -elezioni-farsa-: -A Zeroual - 
spiega Ail .Ahmed - abbiamo pro¬ 
posto di tenere insieme le elezioni 
presidenziali e quelle per un'as¬ 
semblea costituente che getti le 
fondamenta per un nuovi' sistema 
democratico. Proposta rigettata, 
come tutte quelle avanzale dalle 
forze che si riconoscono nel ani¬ 
mino di pace stipulato lo scorso 
gennaio a Roma-, 


■ Al termine della quarta giorna¬ 
ta consecutiva dì colloqui tra la de¬ 
legazione israeliana e palestinese il 
negoziato sulla Cisgiordania sem¬ 
bra aver assunto toni positivi ma, 
nonostante le speranze espresse 
da entrambe le parti, è ancora 
motto difficile die israeliani e pale¬ 
stinesi possano trovarsi venerdì al¬ 
la Casa Bianca per firmare l'accor¬ 
do Oslo-2- sull'estensione dell'au¬ 
tonomia -Lamiosterà resta positi- 
va-, ha dichiarato il negoziatore 
palestinese Hassan Astour preci¬ 
sando che, olire alle mappe dei 
Tenitori relative al ridispiegamento 
dell'esercito israeliano, resta da 
sciogliere l'intricato nodo di He¬ 
bron Nella notte le due parti han¬ 
no elaborato un progetto in base al 
quale tutte le funzioni amministra¬ 
tive della città passeranno in mani 

palestinesi, mentre l'esercito israe¬ 
liano continuerà -provvisoriamen¬ 


te» «garantirete difesa dei 415 co¬ 
toni ebrei che vi risiedono. Su que¬ 
sto teina Arala! si trova a dover far 
fronte anche al sindaco di Hebron. 
Mustafa Nalshe, che non è affatto 
convinto della validità di questa so¬ 
luzione di compromesso e soprat¬ 
tutto del suo carattere di provviso¬ 
rietà. Natshe sembra Comunque 
aver «ammorbidito, nelle ultime 
ore la sua irriducibile opposizione 
al mantenimenti! dc-lle truppe e 
dei coloni ebrei in città perchè - 
secondo tonti palestinesi - non in¬ 
tenderebbe assumersi la responsa¬ 
bilità di un fallimento dell’atx orclo. 
«L'osenito conserverà londanie.o- 
talmente la sua libertà di mano¬ 
vra-, ha detto Rabin in un'inleivist.v 
al Jemsnlem Posi. Il premier lui 
spiegalo che nei quartieri arabi di 
Hebron sarn diskx:at;i In polizia 
palestinese, -mentre le zone legato 
alla protezione dei cotoni resteran¬ 
no nelle nostre inani*. 


< 














di ducei po di armadi 
stato portato d'urgtnu al prurito 
tocconodal-oounty-uacmadleai 
ww cha ara porti data ri a 

nd.i.H H rial IBlali■■inal ilo! 


■riuM«m«rTt»lléottOf BrMn 
Jotinaton, dkvttof* dii WMte 
memori* medica» c«Mr. 


Unabomber piega i giornali 

Esce il pamphlet del terrorista che minaccia gli Usa 


A pochi giorni dalla scadenza dell'ultimatum posta dal 
terrorista anti-tecnologico, ('Unabomber, il Washington 
Post ha pubblicato in un inserto di otto pagine il pam¬ 
phlet inviato alte redaàh&ni dei Post e del'New Yoi* Ti¬ 
mes lo sborso gkt8P<ft4><i editori de; due giornali, che 
hanno diviso i costi della stampa, sono stati invitati 
dall’Fbi alla pubblicazione. Il terrorista aveva detto: »Se 
diffondete le mie idee smetto di uccidere». 


W NEW YORK -La molatomi In¬ 
dustriale e le sue cunsegueme so- 
rio siate un disastro per la razzo 
umana...non c’è modo di riforma- 
m Il sistema tecnologico Industria¬ 
le, noi pernio auspichiamo una ri¬ 
voluziono contro di osso, una rivo 
liutone planetaria, non politica, ra¬ 
dicale....*. E via dicendo pa olio 
Incelale di lesto delirarne, pubbli¬ 
cate Ieri dal Washington Posi e fir¬ 
male dairUnabamber, l'Inaflerab'i- 
le le ITO risi a che dai '78 ad oggi ha 
ucciso 3 persone e ne ha (elite 23 
spedendo lettere e pacchetti esplo¬ 
sivi. 1 due principali quotidiani 
americani, Post e New Yorlt Times, 
avevano ricevuto lo scorso glugnu 
Il ■manifesto* del terrori sla eho al¬ 
legava un’alletlanlc proposta: voi 
lo pubblicale integrale e k> non uc¬ 
cido piu nessuno. Mi limile)* caso¬ 
mai a sabotaggi e danneggiamenti 
delle proprietà. Se non lo pubbli- 


MOMMO 

caie, cominccr* a costruire la pros¬ 
simo borrito 

Tra moti di attesa 

L'Unabomber aveva concesso 
tre mesi di riilessione e l'ultimatum 
scadeva la prossima domenica Ad 
agosto il New York Times aveva 
pubblicato degli stralci del lungo 
pamphlet ed ora i due quotidiani, 
dividendo I costi della slampa e 
dopo lunghe consultazioni con l’F- 
bi, e con II ministro della giustizia 
Janei Reno, hanno decìso di dìl- 
londere lo salito con il giornale 
della capitale, che ha la capacità 
tecnica di distribuire un inserto di 
otto pagine, staccato dal corpo del 
quotidiano, in ogni copia 

Una resa’ Un pericoloso prece¬ 
dente? Molti analisti polititi e dei 
media ritengono che la pubblica¬ 
zione sìa uno sbaglio Ma la deci 
sione, sofferta ed annunciata da 


entrambe te testate con delle di¬ 
chiarazioni degli editon. ha uno 
scupo urologico ed è slata racco- 

il (erronsia smetterà di uccidere, 
abbiamo latto un aliare Se conti¬ 
nuerà. abbiamo perso solo i soldi 
della slampa. 30 mila dollan. E' un 
prezzo accettabile*. Il terrorisla 
sfugge alle ricerche da !7 anni no- 
nostante gli sforai per callutatlo 
siano stali enormemente intensifi¬ 
cati nell'ultimo periodo Ora la 
speranza è che molli leggano il do¬ 
cumento e che qualcuno ricono¬ 
sca una bue. un pensiero espres¬ 
so in un certo modo, un’allerma- 
zione. E del resto, il manilesto del 
leitorisla rende chiaro che cerca 
proseliti: non si pud lare da soli 
una rivoluzione. 

Per ora comunque, nonostante 
il pamphlei parli al plurale. l'Fbi ri¬ 
itene che l'Unabomber sia un indi¬ 
viduo isolato, bianco, sui quarama. 
Ha condotto I suoi aitatili in silen¬ 
zio per anni e poi. all'improwt». 
ha cambialo slrategia dopo il 20 
aprile, dopo la bomba al palazzo 
federale di Oklahoma City. Quello 
siesso giorno l'Unabomber spedi 
quattro teucre con le quali Iniziava 
a dare dettagli sulla sua -Wosofia.e 
sulla natura del suo risentimento 


verso la società. Alcuni esperii dis¬ 
seto a fiora che la strage di Oklaho¬ 
ma City lo aveva .spiazzato*, gli 
aveva fatto perdere imponanza. 
Cinque Eterni dopo; tifi pacchetto 
esplosilo 1 coh la sua fimià. la sigia 
F.C.;*f«fcin.clnb-. uttKfeya Gil¬ 
bert Murray a Sacramento, un top 
manager di un’industria del legno. 
Colpevole senz’altro, a leggere II 
suo manifesto, di scoratolendere 
alla distruzione dei boschi. 

Un *x Mudante 

Dopo attenta analisi del docu¬ 
mento. l'Fbi ritiene ora che il letto- 
rista abbia studiato scienze politi¬ 
che o qualcosa di analogo, alla fi¬ 
ne degli anni 70. nell’area di Chi¬ 
cago. E' U che ha iniziato la sua at¬ 
tività il 25 maggio del 78: un pac¬ 
chetto esplosivo (eri una persona 
nel cortile del campus dtil'Univer- 
sità dell'lllinois. Un anno dopo ac¬ 
cadde un episodio analogo all'uni¬ 
versità di Evanstone a Chicago Ot¬ 
tanta agenti specializzati sono al 
lavoro sugli oltre duecento «punti* 
offerii dal manilesto. Più della me¬ 
tà setaccia l'area di S. Francisco, 
dove si sono verificati due allentali; 
gli altri cercano a Salt Lake City, 
dove nefi '81 venne disinnescato i n 
tempo un ordigno esplosivo, e nel- 
rlllinois. A Salt Lake City, nell'89. il 
criminale venne probabilmente 
ravvistalo- in un negozio di com¬ 
puter. Spari per sei anni per ricom¬ 


parire nel giugno ’93 con ben due 
attenuti, uno a Berkeley e l’altro a 
Yale. 

Nelle lettere di aprite il leirorisia 
ha ricordato questi episodi, stel¬ 
leggiando l'inefficienza deH’Pbi; 

scrisse anche od ùna.’ddte sueYìffi- 
me. II docente dì Yale David Ge- 
lemler: *Se tu avessi abbastanza 
cervello capiresti che qui cè geme 
alla quale non piace il modo in cui 
voi tecno-stronzi stale cambiando 
il mondo e slaresli piu attento ad 
aprire lettere senza mittente* 

Nel documento il tono è invece 
di asettica superiorità, i concetti so¬ 
no espressi in un'inglese media¬ 
mente colto, con l'evidente inten¬ 
zione di farei capire, di spiegare nei 
dettagli Esprime un od» profondo 
per i -leftjst-. la sinistra, le cui moti¬ 
vazioni politiche sono, secondo 
l'Unabomber. una maschera alte 
frustrazioni soggettive di membri 
spun della classe media senza po¬ 
tere La sinistra È pericolosa • dice - 
perchè alcuni dei loro lalsi obiettivi 
sono ambiguamente attigui ai -no¬ 
stri*. Il principale dei quali è il recu¬ 
pero della libertà e dell autodeler- 
minazione de: singoli attraverso la 
distrazione del sistema tecnologi¬ 
co Industriale Se si proponga di 
riuscnici inviando lettere esplosive. 
l’Unabomber non lo scrive: nelle 
56 pagine datlitoscrìue non c’è una 
singola riga sui moni e i lenii della 
sua -rivoluzione- 


Un perfezionista 
nemico dei computer 


m Unabomber è un perfezionista 
che odia i computer e la tecnolo¬ 
gia. Da 17 anni imperversa negli 
Stati Uniti e l'Fbi non è mal riuscito 
a scovarlo. Nella sua lunga camera 
ha spedilo 25 bombe, tolte diligere 
temente tane in casa, chiuse in gra¬ 
ziosi pacchetti colorali con dentro 
un piccolo ramo di ciliegio Tre 
persone sono mone aprendo i suqi, 
micidiali regalinì mentre altre 22 
sono rimaste ferite. Di Unabomber 
non si sa nlem'allro Negli archM 
dell’Fbi, che ha sguinzagliato 130 
agemi sulle sue tracce, c’è votetelo 
un vaghissimo identikit costruito . 
sulla testimonianza di una donna, 
che vide qualcuno correre via do¬ 
po uno degli attentati Unica cer¬ 
tezza il suo nome in codice: Una- 
bomber, una sigla che racchiude i 
principali obiettivi del terrorista 
cioè te compagnie aeree e le uni-. 
versilà. .Un. come University, -a* 
comta|rSÒcse bombir. CK-f- Wm- I 
barofo,,Nefi|i anni, poi, i destinatati 
dei pacchi bomba si sono dhreriilh' 
cali dalla sigla Iniziate. Unabomber 
ha ucci» il direttore di un'agenzia -i 
pubblicitaria, il presidente dell as¬ 
sociazione forestale californiana, 
ha colpito ricercatori, ingegneri e 
alto dirigenti Oltre ai famigerati 
venditori di computers che il terro¬ 
rista odia al massimo gratto. 

Unabomber odia le tecnologie 
ma le conosce e le sa usare.ln tanti 
anni è sempre riuscito a rintraccia¬ 
re l’indirizzo delle sue viliime, nan¬ 
ne una volta in cui il servizio posta¬ 
te americano dovette prodigare! 
pei correggere Terrore e recapitare 
il pacco nel posto giusto con con¬ 
seguenze mortali per il destinata- 
rio. Unabomber di sicuro usa Inter¬ 
net e scrive in video Altrimenti co¬ 
me poirebbe pnxJurre i suoi cor¬ 
posissimi messaggi alla nazione’ 
Afcuni sono lunghi quasi quanto 
un lib , ed i grandi quotidiani sono 
anche costretti a pubblicarglieli a 
stralci. Nel giugno scoreo i mass 
media hanno dovuto, per la prima 
volta, cedere al ricatto e, pur di for¬ 
mare il lolle, hanno pubblicato I 
suoi deliri. In quel caso l’ecotenori- 


sta aveva minaccialo di lai saliate 
In aria un aereo all'aeroporto di 

Los Angeles E dato die di solito te 
sue minacce si tramutano In fati! la 
grande stampa ha deciso di pren¬ 
derlo sul serio -Sto preparando 
una nuova bomba - ha scritto alia 
Ette di giugno - e la fai* esplodere 
se non andrete in stampa entro tre 
mesi*. Insieme al biglietto, firmato 
dal movimento anarchico Pfc (lotti 
il computer), un manifesto di 62 
pagine in cui si chiede la distrazio¬ 
ne dette macchine tecnologiche e 
dì tutti i manuali Informatici che 
trascinano il mondo verso l'ignoto. 
Grandi testate, come il New Kw* 
Time; ed il Washington Posi, han¬ 
no pubblicato in quell'occasione 
ampi stralci del manilesto. 

Ora l'Fbi spera che l'Unabom¬ 
ber compia un errore. Che tanta 
pubblicità gli dia alla lesta at punto 
da ridire allo scoperto. Una spe- 
: milza un po’ vana se si pensa agli 
scarei india raccolti in questi anni. 
Per<*a l'unica ipotesi in matto agli 
investigatori è quella universitaria. 
; i?t pensa che l’ecotetrorista sia un 
docènte Irustrtitocuimagorièstaia 
negata una promozione. Per que¬ 
sto gli agenti si sono premurati nei 
mesi scorsi di spedire alle duemila 
univetsilà americane una copia del 
documento scritto da Unabomber 
nella speranza che qualcuno pos¬ 
sa riconoscerci uno stile, un detta¬ 
glio utile. Insomma si brancola nel 
buio piti totale Di sicuro c’è solo 
l'entità della taglia: un milione di 
dollari a chi fornisce particolari utili 
e determinanti per (a cattura del¬ 
l'assassino. 

Ce n’è abbastanza per scrivete 
un romanzo giallo, ma negli Stati 
Uniti scossi dal terrorismo i mes¬ 
saggi di Unabomber hanno l'effet¬ 
to dell'atomica. L'ultima vittima il 
24 aprile scorso. Il presidente deh 
l'Associazione Forestale della Cali¬ 
fornia. Gilbert Murray, apri un gra¬ 
zioso pacchetto regalo che la sua 
segretaria gli aveva diligentemente 
messo sul tavolo La bomba esplo¬ 
se e lui mori, ultimo bersaglio (per 
ora) di uno scatenato fotte perfe¬ 
zionista. 


Alex Maskey, uno dei leader del Sinn Fein, fa il bilancio di un anno di impasse 

«In Ulster tregua a rischio, colpa di Londra» 


Tregua a rischio in Irlanda del Nord. Un anno fa la temibi¬ 
le Ira de|>oneva le armi ma da allora per la popolazione 
cattolica non è cambiato nulla. Il partito nazionalista, 
Sinn Fein, denuncia l'immobilismo della Gran Bretagna: 
«Non vogliono sedere al tavolo dei negoziato. Stanno boi¬ 
cottando la pace*. Uno dei leader cattolici, Alex Maskey, 
lancia un appello alla comunità intemazionale: «Aiutate¬ 
ci, da un momento all'alito può esplodere la violenza». 


MOMMI* nieCI-OAftOBNTtrtl 


M ItOMA. 1-a Irngite pace che d» 
più Ut un anno regna sultirianda 
del Nord rischia di unire da un mo¬ 
mento all’altro. Da quando l’Ira ha 
deposto te armi i muri che divide¬ 
vano Belfast sono caduti e i cittadi¬ 
ni hanno tolto le grate alte finestre 
Ma ora tl Sinn Fein. il punito nazio¬ 
nalista considerato il braccio politi¬ 
co dell’Ira, lancia un grido d allar¬ 
me. Alex Maskey, membro dell’e¬ 
secutivo nazionale, purla con aria 

K uve del suo paese: *11 cessale il 
acci tra solo unnppotluiiltil di 
pace cito rischia di andare in fumo 


la Gran Bretagna non ha nspettato 
i piriti. Ili ventà nulla 6 cambiato 
( è molta rabbia fra la gratto. U 
violenza può tornare* Maskey. -13 
anni, in questi giorni è in balia per 
thobililare 1 'utlcrtzione del) opini: i- 
nc pubblici intemazionale -fir¬ 
mai tulli pensano clic in Irlanda ci 
sin la pace ma te discriminazioni 
non sono mai tirine, è necessario 
sbloccare questa fase di stallo, al¬ 
trimenti la mai gonio morirà di 
nuovo» 

Il 31 agosto 1994 lira «monetò 

un cassato 11 fuoco unilaterale. 


Oggi, a pia ri un anno tl Man¬ 
ia, cosa è cambiato? 

Niente, li governo britannico ave¬ 
va promesso di sedersi con noi al 
tavolo delle trattative insieme a 
tulle te altre forze delle sei contee. 
Poi quando è slato il momento di 
tarlo Ira cominciato a rimandare 
Finora ci sono siali solo colloqui 
unilaterali con il governo, cose 
senza alcun (rullo. La verità è che 
non vogliono darti i nostri diritti. 
Citai non si va avanti, La situazio¬ 
ne è esplosiva. C’è molta rabbia in 
giro.. 

Ma a Londra (Scorte dia non si 
può Iniziare * negoziato finché 
lire non riconsegna II suo arse¬ 
nale. lei cosa risponde? 

F. >olo una scusa Prima di tutto 
noi non rappresentiamo l'Ira, sia¬ 
mo un uatlirò politico votato dalla 
gente del nastro paese e a loro 
dobbiamo rispondere delle nostre 
azioni È incredibile che ancora 
oggi il Sinn F’ein non sia conside¬ 
ralo un interlocutore valido con 
cui sedere al tavolo rtei negoziati. 
In secondo luogo i britannici ave¬ 
vano promesso cito a tre mesi dal 


cessate il looco sarebbero comin¬ 
ciali i negoziali. Questo non è ac¬ 
caduto Oggi si chiedono le amti 
all’Ira, domani si troverà un altro 
escamotage. Comunque sia dubi¬ 
to che l'Ira sia disposta a riconse¬ 
gnare alcunché. Almeno finché 
non cambiano le cose. 

Cosa pensano i norritrtondHi di 
questa situazione? Che ala si 
respira a Betta»t? 

C’è molla incertezza La gente è 
contenta che non si spari più Ma 
tutti sanno che il cessate il tocco 
era sok> uti'opportunilà di pace. 
Se non la si coglie a! voto accadrà 
l'irreparabile 

Vuol tire eh* c’è II rischio di una 

a? 


E altamente probabile se ta situa- 
zinne non si sblocca Speriamo 
che non succeda, sarebbe una co¬ 
sa tremenda, ci sarebbero nuova¬ 
mente vittime, noi abbiamo paga¬ 
lo un prezzo umano attissimo, 
tantissime persone fra la nostra 
gente sono mone in questa batta¬ 
glia. Mi auguro per il mio popolo 
ma anche per tutti gli altri che ci* 
non debba accadere di nuovo. 


Carn è ta ittuazfon» nati# «mu¬ 
nito cattolica? Ct sono ancora 
dhcrtmtoJLrionl’ K comporta¬ 
mento deHa pofiria è cambiato? 

Tutti i problemi sono ancora II da 
risolvere Ci avo-ano promesso la 
line delle discriminazioni e inve¬ 
ce... Non ci sono lavori per noi, 
non ci sono case, le leggi repressi¬ 
ve sono ancora in vigore, l'eserci¬ 
to britannico e la polizia locale 
continuano ad abusare dei loro 
potere. Lo scorso luglio molle per¬ 
sone sono state ferite con i proiet¬ 
tili di gomma sparati dagli agenti 
Quando gli orangisti volevano 
marciare nelle nostre strade la po¬ 
lizia ha picchiato noi, i cattolici. 
Cosi è sempre accaduto e cosi 
continua ad accadere. La gente 
mi ferma per strada e mi dice: 
"Non cambia nulla, come taccia¬ 
mo?'. Fra un po il Sinn Fein sarà 
accusato di aver tradito la nostra 
lotta e di aver svenduto i nostri di¬ 
ritti. 

Qua* sodo la richiesto che por¬ 
tereste tit lavato <M negozia¬ 
to? 

Vogliamo che l'esercito britanni¬ 



co lasci la nostra isola. E chiedia¬ 
mo i‘nutodermina 2 ione per il no¬ 
stro popolo 

I protestanti sostengono eh» 
l'autonomia dotllrtantia dst 
Nord dalla Ora* Bretagna etgnk 
•ctisroM» un col latto econo¬ 
mico doti» ragiona. Da soli se¬ 
condo W, potato farcela? 

Il Parlamento Europeo ha pro¬ 
messo di linanziarci nel caso con- 
qDisiassimo la nostra autonomia. I 
protestanti dicono queste cose 
soltanto per trovare dette scuse 


Dicono anche che in nn'lrianda 
unita sarebbero discriminati. Ma 
sanno che non è vero. Invece loro 
non vogliono nemmeno parlare 
con noi. 

Secondo tot cosa tlprrèitra par 
rittovora la thuadoM in meri» 
pacifico? 

Il governo americano sta tacendo 
pressione perché si inizino I nego¬ 
ziati il prossimo dicembre. Biso¬ 
gna isolare la Gran Bretagna a li¬ 
vello intemazionale e Ctinton può 
fare molto in questo senso. 


























16,1 


Borsa, in calo gli scambi 
In rialzo le Olivetti 
Scendono Cir e Tim 


■ MILANO Seduta senza 
slona in Borsa con scambi 
indecisa contrazione , S , 
379 miliardi di controvàW : 
re in attesa dèi dati sull in¬ 
flazione In lieve caìo an- 
die la lira e i titoli di stalo 
in una giornata alimentata 
anche da qualche preoc 
cupazionc per il probabile 
rinvio della presentazione 
da parte del Governo della 
Finanziarla '96 Lulnmo 
indice Mlbtel ha segnato 
un lieve arretramento del¬ 
lo 0,17% a quota 10386 
Per i titoli in rialzo le Oli¬ 


velli (+ I 43*) a 1 350 li¬ 
re come le Cobde 
*fH ,4 33) a 480 al contra- 
1 rio dette Cir (-2 19) mea¬ 
to a I 074 Sul Ironie Super 
Gemina, negative le Ferito 
a 1005 (-1.47), m mode¬ 
rata crescita le Gemina a 
890 (+ 0,67). invariate le 
Snlaa I 785 Peri Moli gui¬ 
da, discreta l'attività sulle 
Fiat che si sono portate a 
6.225 (+ 0,68), in aumen¬ 
to le Moruedison a l 238 
(+ 0 67) calano Medio¬ 
banca a 12955 (-0,41) e 
Tirn a 2 645 (-0 75) 




■ ERtOANI* BEQHM SAV. £ stato 
di 825 milioni di [ranchi francesi, 
circa 260 miliardi di lire al cambio 
odierno I unte netto semestrale del 
gruppo Endama Beghin Say la so- 

, cielà capofila dell'agroindustria 
Monledison £ quanto si legge in 
una noia (iella società in cui si sol 
lolineu die il risuhato e aumentalo 
del 32.4* nspetto alcomspondente 
periodo 94 II (attutato di gruppo e 
sceso dell I 2“*> a 24 54 miliardi di 
franchi I utile operativo netto è saln 
to del 9% a 2 miliardi 

■ RAT. il consorzro formato da 
Fiat lerrowana dalia tedesca Sie 
mens e da Ila industria ceka Ckd si è 
aggiudicata la gara intemazionale 
delle Ferrovie Ceche per la produ¬ 
zione di 10 elellrotrem del) ultima 

J enerazione .Pendolino' (Etr 460 e 
70) ad assetto vanabile per velo¬ 
cizzare la linea il collegamento In¬ 
temazionale Berlino - Praga - Vien¬ 
na Il valore del contralto è di circa 
300 miliardi 


la Borsa 


tua e librile sono a cura di fentaw Teiera* 


Mercoledì 20 settembre 1990 


sfa 1 a 


F1NAMZA B IMPBgSÀ 

■ SAFFA. La Salta, holding quota¬ 
la in Borsa del gruppo Bonomi ha 
chiuso il primo semestre ‘95con un 
risultato consolidato puma delle 
Imposte di 19.2 miliardi (3 miliardi 
di perdila nello stesso periodo del 
'94) a fronte di ricavi per517miliar 
di (+ 35%) Il consiglio di ammini¬ 
strazione ha approvato il bilancio e 
deliberalo I emissione di un prestilo 
obbligazionario per un massimo di 

Risultalo netto quasi rad¬ 
doppialo nel pomo semestre del 
95 da 20,3 a 40 2 miliardi per la 
banca Ctt. nspetto all analogo pe- 
nodo dell’anno precedente Tnma 
delle imposte il risultato resulta to 
migUoramentodel 76,6* essendo 
salito da 60 a 105 miliardi di Ine 
Nel periodo to esame, la raccolta 
duella da clientela si S posizionata 
sui 20 750 miliardi di Ine ( + 8,4*) 

■ ALCMA. L'Alenia ( azienda Fto- 
meccanica ) e la tedesca Dasa han¬ 
no sottoscritto un accordo per indi¬ 
viduare iniziative di collaborazione 


nei settori di interesse comune ed 
in particolare in quelli dell aero¬ 
nautica civile e militare della dilesa 
e delio spazio 

■ AUTMJA. L'Alitalia ha «renato il 
connato di acquisto to leasing ope¬ 
rativo di 15 Fokker Telline da 70- 
100 posti II contratto è stato firmalo 
a Roma dall'amministratore dele¬ 
gato dell Aluaiia Roberto Schisano 
e dal. presidente della Fokker Ben 
Van Schaik 

■ FONDIARIA. Un utile ante im¬ 
poste di 135 miliardi contro una 


na assicurazioni approvala dal 
consiglio di amministrazione ieri a 
Firenze Un risultato informa una 
noia, influenzato sra dall'andamen¬ 
to tecnico posiuvo. che dal miglio- 
ramenlo della redditività ordinaria 
Il totale della raccolta premi am¬ 
monta a 1 074.4 miliardi 
(i- 7 65*). 





to ‘9(W tfSNAMCOWW 


iQ&tt 

H44* 

































































































































































































































































































































































































































































































































































































ono: 





Nessuna guerra 
delle tariffe 
con la Telecom 

L'MmmciO MI'mtaMHtato 
Mia rete Omo Ite) non è«tato 
accompagnato * clamore» 
MMIn etti pi un Mia tariffe. • 
concorrer** privato atm *1 lanci* In 
una (nona dii prezzi Atuk te me 
tariric «affari- e riamDIare- 
nguaaoaRa lira quelle analoghe 
del gigante pubblico. Contepacole 
che perequate oca Daooooll 
concorrente privato lo dava par 
offrire, Ore nltel ri* arai anelato una 
tona ponMHte rii contratte per I 
propri clienti: vuotatene definita 
■Night A Day- che preveda perla 
n otte a I faatM una tariffa a tempo 
aupertora a quarta familiare (26# 
Hre tenac e riflWliH Bade rei* 
punta farteli un coito * etttoe 
dimezzato: 7M lite contro 1424. 
Una propoeta rivolta a ch i pen a* di 
attizzare H telef ottona Otte 
prevatentomanto notte ore Hbare, 
volendo contare «ella ponNIMM 
quatehe telefonata aaoha nel la are 
di punta. .Abbiamo latto del conti, 
dicono a Onvritei, a Poetano 3 
minati catti ni anad di 
oonvmazlone nodo ora di maggior 
tiaffloo par rendere convanfeate 
per II privato quatto contratto-. Se 
parti non al «oeae convinti, kaetert 
una telefonata per camMare le 
candMonf deH'abb nurenta , 


■ MUTINO. U chiamano dienti 
«miri». Sono quelli <he cl aiute- 
ratmc* a meltere a punto deflnltlva- 
mcntc lo procedure e I servizi, pri¬ 
ma del lancio vero e proprio della 
seconda rete cellulare Csm-, Dal 3 
ottobre a Milano. Roma, Napoli, 
Bari, fintava e In altre clltà Omnilel 
tancotà la sua -offerta di benvenu¬ 
to. n tulli I potenziali clienti della 
sua rete In pratica un'oflerta -di 
prova- che consenlirà agli interes¬ 
sati di sperimentare a condizioni di 
vantaggio la tele privai», e alla so¬ 
cietà di gestione del servizio di po¬ 
ter contare su alcune migliala di 
persone che testeranno ta paga¬ 
mento, per giunta) ta rete passo 
passo. 

HeofUudo della rete 

finora Omnitel ha provato strut¬ 
ture o procedure attraverso I suoi 
1.400 dlpcnduntl. I quali hanno da 
quest’estate In dotazione un telefo¬ 
nino Gsm. che possono mitizzare 
gmliiitamcnte nel modo che prete- 
riscotto. Ora si passa alta fase suc¬ 
cessiva, clic non e ancora quella 
dulia puto e semplice vendila del 
seiviz'io (cosa die la legge impedi¬ 
rebbe, del resto, perche la rete 
Omnitel e ancore ben lungi dal co¬ 
prire il Wli del territorio nazionale, 
come Invece lo concessione richie- 
ile) ma che in qualche modo si 
colloca a mera strada 

Il cotlnurio della rete, che coin¬ 
volgerli lune le slrutlirre della so¬ 
cietà, da quelle commerciali, a 
quelle di assistenza tecnica, a quel¬ 
le pii! strettamente operative, dure¬ 
rà lino al lancio del servizio vero e 
pru|)zio. previsto per la line di que- 
sl'omto. Allora Omnitel. che co- 
stmisee la suri iole al ritmo di 30 - 
-10 attienile a setllmana, avrà com¬ 
pletato la copertura del 40$ del 
territorio c del 70* della popola- 





omni IÈl 




la i«d* * Omnitel. A dMtra l'ammlatstratora Magato Francesco Cale 


Semestrale d’oro, netto taglio ai debiti 

Decolla Futile 
delFEni: più 50% 

■ ROMA Semestrale d oto per l'Ero: nella prima metà dell’anno Incorso 
la società energetica ha registrato un utile netto complessivo consolidato 
di 2.760 miliardi di lire con un aumento del 50 per cento rispetto allo stes¬ 
so periodo del '94.1 conti del groppo sono stati esaminati ieri dai consi¬ 
glio dì amministrazione. Al positivi risultati del semestre ha contribuito II 
seriore pelrotifeio, ma e stato positivo anche il risultato di quello petrol¬ 
chimico con un postrivo netto di oltre 900 miliardi di lire. Net semestre i ri¬ 
cavi realizzati dal gruppo sono ammontati a créa 30.600 miliardi di lire 
con un aumento del 13 percento mentre l'Indebitamento finanziario net¬ 
to. che ammonta a circa 17.600 miliardi, si è ridotto di olire 6.000 miliardi 
di lire. Buone anche le previsioni del groppo che si attende -un aumento 
signilicalivo dell' utile netto complessivo per l'intero esercizio rispetto al 
liveMo record di 3.251 miliardi raggiunto nel 94. Imponente il calo dell'in- 
debitamenio. dovuto ai flussi derivanti dalla gestione «stente, pari a 
7 000 miliardi, e dalle dismissioni, che hanno più che compensato gli in¬ 
vestimenti effettuali nel semestre per créa 3,300 miliardi. Importante li 
contributo fornito dal settore ricerca e produzione di idrocarburi pari a 
circa 1.500 miliardi e quello del trasporto e distribuzione di gas naturale 
per créa 1.100 miliardi. Sul Ironie dismissioni II semestte, invece, ha visto 
cessioni per circa I .S00 miliardi, ira le quali la quota del 70 per cento nel- 
l'Enichem Augusta e la Savio Macchine Tessili GII incassi da dismissioni 
realizzati dal primo luglio '92 a metà 95 ammontano complessivamente 
a circa 5600 miliardi di lire Dopo il 30 giugno scorso sono state definite 
però altre operazioni, come la cessione del 49,5 percento della Carbones 
deOuasaree l'intesa Agip PeirolvKuwall Petroleum 


Telefonali, via alla concorrenza 

Omnitel parte alla caccia di nuovi «clienti amici» 


«È una fase davvero storica: per la prima volta in Italia il 
servizio telefonico si apre davvero alla concorrenza». 
Cosi Francesco Caio, amministratore delegato del con¬ 
sorzio privato Omnitel, ha annunciato l'apertura di una 
fase di sperimentazione della rete telefonica cellulare 
Gsm da parte di una «clientela amica». Un'«Offerta di 
benvenuto»; 4 mesi senza costi fissi. Nessuna guerra ta¬ 
riffaria con Telecom. Olivetti al 41.3%. 


BMMOVMMMM 


zinne, e potrà avviare il servizio a 
pici» regime. 

La lase di collaudo con la -clien¬ 
tela amica» é stata autorizzata dal 
ministero proprio in questi giorni. 
Al ministero resta da risolvere una 
querelle Ira Omnitel e Telecom a 
proposito della possibilità per gli 
utenti del gestore privato di rag¬ 
giungere in questa lase di speri¬ 
mentazione i telelonini della Tim, 
possibilità che Ano ed ora 11 gestore 
pubblico nega recisamente. 

Ucondtatonldetrofforta 

La cosiddetta -offerta di benve¬ 
nuto- consiste In un «pacchetto- 
che prevede il telefonino Gsm 
(Motorola o Nokia). il costo dì atti¬ 
vazione, Il canone mensile, ta do¬ 
cumentazione di ogni singola chia¬ 
mata (se richiesta). la segretena 
teleionica, il tulio lino al 31 gen¬ 
naio '96, olire al eonlratlo di assi¬ 


stenza tecnica -kasko- Ano al 30 
settembre dell'anno prossimo, li 
costo va da meno di un milione a 
un milione e duecentomila lire cir¬ 
ca. a seconda del modello di tele¬ 
fono scelto 

In poche parole, al prezzo del 
solo telefonino il «diente amico- 
avrà anche accesso al seivizio. 
senza a Itti cosll che te sole cbiama- 
te e (temiate 

Le tariffo 

La politica tarillaria di Omnitel ri¬ 
calca alla lira quella della Tim per i 
conlratll altari (-Business Time-) e 
lamiliari (-FreeTime-). La polirica 
del concorrente privalo non e dun¬ 
que quella di aprire una guerra del¬ 
le tariffe, quanto piuttosto di punta¬ 
re sulla qualità del seivizio. sulla 
Irasparenza e sulla facilità di co¬ 
municazione con il gestore (che ri¬ 
sponderà per ogni quesito al nu¬ 


mero 190) -Vogliamo sorprende¬ 
re il cliente con un servizio eccel¬ 
lente-, ha detto II direttore generale 
Silvio Scaglia. 

La qualità, per Scaglia, sarà mi¬ 
surala non solo nella possibilità di 
comunicare con un segnatechiaro 
e fotte, ma anche nella esposta 
■entro il terzo squillo- atte telefona¬ 
te delta clientela, nella chiarezza 
delie bollehe. nei contralti che non 
prevedesanno penali (e che da¬ 
ranno quindi la possibilità di re¬ 
scissione con una teletonata). Per 
selezionare i 300 addetti al seivizio 
alla clientela Omnitel ha realizzato 
oltre 4.000 interiste ad attrattami 
candidati. 

Tra una decina di giorni, dun¬ 
que. convinceranno a diffondersi i 
prefissi telefonici 0347 e 0348 della 
rete privata. I numeri Oinniiel sa¬ 
ranno di 7 cifre (invece di 6 dei te- 
letontni Tim: piccoli dispetti da 
monopolista). 

La società, dice l'amministratore 
delegato Francesco Caio, confer¬ 
ma l'obiettivo di cominciare a pro¬ 
durre utili del 98 Lo sperano gli 
azionisti, lo spera soprattutto la Oli¬ 
velli. che rilevando i litoli cedull 
dalla Lehman Brothers ha recente¬ 
mente portalo al 41.3* la propria 
quota nel consorzio, e che ha biso¬ 
gno del successo del -suo- telefoni¬ 
no per controbilanciare i dispiaceri 
che le procurano i suoi mestieri più 
tradizionali. 


E Mediaset (Fininvest) 
si candida al aiolo 
di terzo gestore privato 


re ROMA -La telefonia e una op¬ 
portunità di sviluppo importante 
per medlasel Visio che l'AniiUust 
non ci consente di crescere nel sel- 
lore tv. crediamo che lo sviluppo di 
Mediaset passi di qui* Adriano 
Galliate, uno dei tre amministratori 
delegati di Mediaset nonché azio¬ 
nista al 50* di -Elettronica Indu¬ 
strie-. la società che fornisce le 
apparecchiature di trasmissione 
del groppo Fininvest, e un sosteni¬ 
tore della telefonia. -Cortamente 
guardiamo alla telefonia - ha detto 
a mainine della convention Publi- 
talia Resta il problema di vedere 
se il mercato italiano potrà soppor¬ 
tare un terzo operatore- 

Contatti In corso 

1 passi di Medlasel in questo set¬ 
tore sono comunque già scandili. 
•Dal '96 - ha precisato Galliate - ci 
sarà la possibilità di utilizzare le reti 
per gruppi chiusi di ulenli sfruttan¬ 
do la digitalizzazione dei segnali 
televisivi In primo luogo, quindi, ci 


Privatizzazioni: audizione del presidente Olivetti al Senato. Dure critiche al monopolio di Telecom 

De Benedetti: falsa liberalizzazione nelle tic 


Catte D*B*B*d*ttl A|> 


re ROMA. Ascoltato ieri alla com¬ 
missione industria del Senato, nel 
quadro ttoll indagine conoscitiva 
miIIi- imvalizzazionl. il presidente e 
aimninistraiore delegalo della Oli¬ 
velli. Catto Di- Benedelti Ila ribadi¬ 
to le sue tritello. già avanzate in al¬ 
tre Accantoni, alta liberalizzazione 
lini ira titillata per le telecomunica¬ 
zione nel nostro Paese, 

■t. mi eunceito (quello della li- 
bcnilizzaziune urti I del tolto esira- 
iii-ii. | iiimoppo - Ini affermalo - al¬ 
ta nosira cultura, non «rio nel 
momlo ilelta poiiticn. ma anche 


Dura critica di Carlo De Benedetli, nell'audizione di ieri 
alla commissione Industria del Senato sulle privatizza¬ 
zioni, alla liberalizzazione sinora attuata in Italia per le 
telecomunicazioni. «False liberalizzazioni - ha affermato 
- che difendono i privilegi dei monopolisti e dimentica¬ 
no gli interessi del consumatori e dell'economia nazio¬ 
nale», Bersaglio preferito la Telecom Italia. Chiede nuove 
norme e quindi procedure di gara entro giugno '96. 

NIDO CANUTI 


della pubblica opinione » -C'è an¬ 
cora - ha aggiunto - uoppa cultura 
del mercato chiuso, delle garanzie, 
dei diritti e degli interessi aequisili. 
delia difesa aa oltranza delle posi¬ 
zioni di monopolio e di rendila» F- 
poi l'allondo: -Si difendono ud ol¬ 
tranza - ha dono - i privilegi dei 
monopolisll. ma si dlmeaticano gli 
interessi dei coliseli raion e dello 
sviluppo». 

buia una pane dclt'audìztono. 
De Benedeili Isa voluto dedicarti al 
concetto di -liberalizzazione- del 
scuote che gli sta certamente più a 


cuore -Appare evidente - ha sotto¬ 
linealo - che la maggiore preoccu¬ 
pazione nella Resitene del proces¬ 
so di liberalizzazioni, che sono 
'labe liberalizzazioni", delle tele¬ 
comunicazioni è di cercare di 
compensare il monopolista per la 
perdila, in retata una riduzione, 
della sua posizione di monopolio, 
anziché di compensare i come • 
muton per gli elevali costi loro im¬ 
posti dal monopolio*. 

Ma |xil l'Ingegnere 6 entralo nel¬ 
lo specifico dei rapporti con l'altro 


gestore.-Telecom ilalia- arierman- 
do die -si è in assenza totale di 
condizioni favorevoli al nuovo en¬ 
trante- Ricordato il richiamo del 
commissario alla concorrenza del- 
l'Ue. Karel Van Mieti, sul riiaido 
italiano. De Benedetti ha sostenulo 
che -non basta affermare che si in¬ 
tende liberalizzare, addiriitora pro¬ 
ponendo di anticipare la data ulti¬ 
ma del gennaio 98, come ripetuta¬ 
mente annunciato dal ministro 
delle Poste, Agostino Gambino; oc¬ 
corre definire chiaramente fin da 
subito le regole, l autorilà in grado 
di fede rispettare i tempi di attua¬ 
zione-. 

*E ili Italia - ha aggiunto -. inve¬ 
ce di proteggere la concorrenza 
che sta nascendo, si tende ad in- 
irodurre regole asimmetriche al 
contrario, che favoriscono sempre 
pio il gestore dominante-. 

E subito il caso concreto. -L'Om- 
nite) ha doro lo pagate - ricorda - 
una tossa di ingresso di 750 miliar¬ 
di contro nessun esborso da parte 
del concessionario pubblico: le so¬ 
no stali praticali da parte di Tele¬ 
com elevalissiini costi di intercon¬ 


nessione che non hanno confron¬ 
to in nessun altro Paese e le viene 
impedito, al momento, di cosiruire 
proprie infrasinitlure o di utilizzar¬ 
ne altre, afiemaiive a Telecom- 
Perché la piena liberalizzazione di 
reti e servizi, incluso voce - ha sug¬ 
gerito - prevista dall'Lfe per il 98, 
sia a quella data reale ed elfeuiva, 
occorre che te società che intendo¬ 
no operare in Italia possano otte¬ 
nere ta concessione almeno u n an¬ 
no prima per poter predispone reti 
e servizi*. -Ciò implica - ha conti¬ 
nualo - che le procedure di gara 
abbiano luogo non più tardi del 
giugno 96, avendo chiaro che en¬ 
tro tale data dovranno essere ap¬ 
provare le norme per il nuovo regi¬ 
me di concessione. 

De Benedetli ha, in chiusura, au¬ 
spicato la rapida approvazione del 
disegno di legge sull'auihuriiy. E 
proprio, nelle siesse ore. la confe¬ 
renza dei capogruppo del Senato 
stabiliva di esaminare il provvedi¬ 
mento Il prossimo martedì insie¬ 
me ad una mozione dei progressi¬ 
sti sulle privatizzazioni 



attiveremo sulla telefonia a uso in¬ 
terno-. Il passo successivo potreb¬ 
be essere quello di -uscire all'ester¬ 
no-. -Abbiamo contatti con grandi 
groppi intemazionali - ha detto 
Galliani - che peto in questo mo¬ 
mento stanno pattando anche con 
altri-. Per quanto riguarda i rapporti 
coti Omnitel Galliani è stato molto 
sintetico: -per ora solo contraili di 
fornitura». L'amministratore dele¬ 
galo di Medlasel ha tuttavia ag¬ 
giunto di vedete con scetticismo ta 
possibilità di un ingresso di nuovi 
azionisti in Omnilel. -Per questo - 
ha concluso Galliani - penso più 
che altro a un terzo gestore». 

Quasi contemporaneamente, a 
Milano, alla presentazione ufficiale 
di OmniteL l'amministratore dele¬ 
galo Francesco Caio ha a sua volta 
negato che siano in svolgimento 
trattative per un'Intesa a targo spet¬ 
tro tra la stessa Omnitel e la Finin¬ 
vest -Noi - ha detto Caio - stiamo 
costruendo la nostra rete, che è (at- 


AdrtataQaMaol carme 


ta di centinaia di antenne sparse 
lungo tutto il territorio italiano. La 
Fininvest ha una sua rete di anten¬ 
ne: é normale che sia per noi un in¬ 
terlocutore interessante. Con La 
Rai abbiamo un accordo per l’uti¬ 
lizzo di una sessantina di stazioni, 
delle quali 40 già operami. Non ci 
dispiacerebbe concludere un'inte¬ 
sa analoga anchecon Galliani-. 

Parte-Mbacom- 

Il settore delle tic. comunque, è 
un fiorire di iniziative e nuove al¬ 
leanze. È il caso di -Albacom-, la 
nuova joim-ventuie tra Brilish Tele¬ 
com e Bnl per otfrire alla clientela 
business servizi di tic avanzati, an¬ 
nunciata lo aprite. Proprio Ieri, in¬ 
tatti, si è tenuta a Roma la prima 
riunione del conàglio di ammini¬ 
strazione di Albacom che si appre¬ 
sta a diventare pienamente opera- 
riva. Presidente della società è ring, 
Enzo Concina, amministratore de¬ 
legato Mulriservizi-Bnl. 


jMercail 


Primi chiarimenti 
a Van Nllert 
su SuperQemina 

Primo contatto tori a Bnueltettili 
I Com mi» ! i to e u ropeo 
teeponiabR* detta potete* di 
concorrenza Karel VeaMtartedl 
rappretentmti delta eoe tetl 
coinvolte ned'operazione Super 
Seminai Fette* «ta», direttore 
generale della (teatina. Minimo 
Vitato, ceulgl tare dea’Eridanta 
Beghineay, Enrico Borni, 
nomili lat ra tore delegato 
Montedbon, Umberto Rota 
anu n bi tat r al ore delegato delta 
Sala bpd. La notifica ufficiate 
dovrebbe entrare perù dopo che le 
•nembi** delle aodetà coinvolte, 
netta primo metà di novombre, 
•Mimo lamicato l'operazione. E 
dopo queia data anche rAnmnnt 

si occuperà delta Si per Gemina, lo 
ha effemino N presidente 
del li ut oriti garanti SI n Reno 
Amato. 


ma _ vo 2 t 

MteTB. _ 10.383 

MB 30 _ issai 

a. « ar rena ara tene m no 

mb awgjjn 

n anna t ra man te no 

M'B MIN-llcT _ 

mo ra «ratiera 

CEM.AUSUSTAW 


U BA 

SOLIAMO 1616.84 
MARCO 1088.16 
VER 16.583 

STERLINA 2.438,03 
FRANCO Ffl 316,09 
FRANCO 3 V 1.339,28 

POMPI IMQICI VflPlflZIQNl % 
AZIONARI ITALIANI 

AZIONARI ESTERI _ 

BILANCIATI ITALIANI _ 

BILANCIATI ESTERI 
06BLIGAZ ITALIANI 
OBBLIGA? ESTERI 

•OT ftENPiMEtttifoErn°, 

3 MESI _ _ 

6 MESI _ 

1 ANNO_ 
















SANITÀ 


ASSEGNI FAMILIARI 


IMPRESE 


PENSIONI 


CONCORDATO 


SSSsÉESV 

,*>v 
■j •» irWAV - Tt - « ».•' 

ilpÉ 

111®' 


ìp : 






«sSa* 


c&.i? 

'■‘t'*'" V' 


VII 

SbBBBÌ 

BEKStiS^T,--' "Jf * 




- .■-: 


BANCA DI ROMA 


Mercoledì 20 settembre 199,") 


finanziaria. Tempi più lunghi e difficoltà per il varo della manovra da 32.500 miliardi 


funrtonoinanto dol inintatorl. 

• Stocco doto oaaundoni. 

I' - • Cn « credila per I «Hdflami 

■ m Mena, *tnoodpa» la nomina dagli a* burocrati 
Raeupara odo ddn% del HnflaHena 
par II pttebfeo impiago. 


Rafforza manto 
nuova lotteria t 
~grette a vtneT. 


1 UJ > Ravtelone dalla aaetulonl 

j <T) per nettai a dlagnoatica 
I 3T -taosa auto fattilo. aumento 

• »■ H del contributo a carico 
del porteloneU: oarè II t% Il contributo 
pori panelonetl conredditidaS.B 

0 40 milioni 

• 100-000 u nuovo ticket aula dianoetica. 

• Dettai odia viarie In pronto 
ooccoroo tx non vi 4 ricovero, 

• Rovi olone UDr lacca di alcuni tarmaci. 

• «Ducuto piccoli oapadoli 


\ • Hit autonomia par I Comuni 
VèP^iì pw *'*1, <*• oveorOirti la tasse 
erertola di regi atro. 

• TraaMmanto di 43$ Uro por ogni diro 
atte Ragioni con facoHb di quaoVuKIma 
di oumantora la taata di SO lira al litro 
In adorna Uve, aeeognotlona olla Ragioni 
dal 1% dal gettito Irpat. 

> Taglio del troolartmonli 
» Nuove tosea sudo dlecerlcha •>, 

alta provincia 


Complicazioni sulla strada della manovra '96. ti cui va- Angusto Fantozzi: 

ro - ormai lo ammette anche il ministro delle Finanze ,||n d|è aderito 

Fantozzi - slitterà alla prossima settimana Le ipotesi di . 

interventi sull’Ici hanno latto infunare proprietari di ca- “ COItCOfuMO» 

se, snidaci, confederazioni sindacali e partiti di centro- 

sinistra Sanità e fisco, la maggioranza mette in guardia treumiit— - f r m min*— 

il governo contro tagli e balzelli ai danni dei cittadini R*areo dotSoaotoM acereto oai 

Attesa per l’incontro con Cgil-Cisl-Uil. ecneontota«aedo;cult*«o«ioe 

parla di oaol 8 m bi l a t io A u g i re to 
Fantoxd he ooproeoo potata 

- - - contrario, auopieortoo.ÈaarpIbwM. 

MORI RTO« IO VAMMI Ni por t'a W Kov»)io*o. 4)« accordo - 

■ ROMA Come sempre succede. I appunto aumentando I lei -La ha dotto-vieta caia ve pria 
quando si amva al nish tinaie deUa decisione di scaricare sui Comuni do nn e an do .« m aggior nomato di 
predisposizione della legge Rnan- I onere di decider»- eventuali au omud o mantlditato p ro n ot ^ 

riatta le cose tendono a complicar menti - alterna Ludo D’Ubaldo iterino funllMfo nfioiwioMioni 
si Non poteva sfuggire a quesla presidente del consorzio Anci-Cnc aitandola N concordato Miche a 
sorte nemmeno Lamberto Dim. - è un gioco di prestigio Le Finali- cWha lo coreo un occort o m voto; 
Che Ieri ha ascollalo a Palazzo Chi- ze vogliono dire che non hanno ipotatoappogtfato (eoo qualche 
gì le richieste della sua maggioran- aumentato le Imposte- modaetodttbiguo)penino I 

za parlamentate, richieste che su Dai minisien economici replica- Pro(tooeittl. Intanto, Fiutoni - 
alcuni punti importatili-fioco e sa- no che slamo alle solile quando si rt»pond«ndo «un O rta rpo a o rm¬ 
oni In porlicolarc - sono m tolta di attiva al dunque, negli Enti locali ci ho tatto sapere di aver CIA 
collisione con Iprogem finora mes- si rende [arduamente conio che il «incordato-poi II UM oda 
si a punto dai tecnici del Tesoro e federalismo Uscito vuoi dire elite- rtthloot» nè» rorretoti Wo aoao 
delle Finanze E nel Irallenipo. in de,e a ! P ro P n ammlnisirall tooruloriof» fio fintato In 
attesa del previsto decisivo incon- una piatte» da sempre assai impo mortmontoolteoMddMt» 

irò con 1 sindacati confederali e polare TuiwvIa si è scatenala una pmtoeMoutadltitbutarMa. 
Conlindustna, esplode la molla «ra ridda di reazioni ciniche f*v 

conno I ventilati IMenrenU sull'lcl. «f 8 " 0 Jf oli «** 

ITJppi, che da sempre chiede che i,„„u- p. m i„ arti-», m.mvim 

H-toddf a t torn o* non placa j' lc ’ ^, dlch SlJU‘? l " n U ,!^? al< ‘ delle Finanze Franco Gallo presi¬ 
li paccheilcHtasa, secondo al- dente della Commissione sul lede- 

tendlbill Indiscrezioni, dovrebbe la X olismo fiscale E il sindacalo (a rul- 

prevedere una maggiore (tossiti!»» hS-ufcwIS -mena il wester'i, fere i suoi lambun di guerra More- 
[ielle aliquote lei. comentcndo al “ <£“>• Musl d«) * 

Comuni di aumentare (o diminuì- ad^n^v^^ pawi ue a ncC P** duedo " 0 un incontro con 
re) I anuale dorebeda* di aliquote SSStSrJ Invi Du " « tem P l »P*«ni e meno- 
dcllo 0,5 per mille. In questo caso, no ,n guardia lEsecutltre contro 

1 Impcpa potrebbe attivare »1 RS f^^TuSoMo a re^S 

«a mille o al 7,5 no* municipi In tel(»k.ne lei che In alcuni Corno- ‘52fo, d , a % 

dissesto linanziano Infine; - ma si m raggiunge H75H.ee risparmiare P«™PPo *^1» t)aggldianza di 
iraila di un progetto spinto dal mi- «npSotone dell'Imposta iifAdan- WWw'iolta od “Hf? 4 ®!! D“ n ,' 
niacKióel 7 evoco e inviso a quello dola alle «serene comunali e non 

delle Finanze - potrebbe essere a C0IV50rli costituiti od ho.* .Netta 4 ^ ^,1 ^dl^ dN^iion 
abolita I imposta di registro sull ac- contrarimi- viene espressa anche ' g*” de ? t : 

quisto degli Immobili, da assorbire da Girolamo lelo, della lega delle Ph^ressisli Cesare Salvisi è sbilan- 
all interno della -superici. Nel Autonomie Locali, mentte Franco 

quadro di questa operazione, spie- Bassanlm l'Ws) anpoguia la baila- ,, , 

^oal^l-CncT^X^ SJSr«n,o 

associazione del Comuni e eoo- della pressione ttibulana sulla casa 

cessionari della nscosslone), lo elllaglwaluaslemnenli n2Sfd?^2Srai5l^ 

Stato deciderebbe di non ilvalulare sur ? sul P"™ ^ 

in base all'lnllazlone programmata Sindacato pronto Mia guerra j"^ 

1 18.000 miliardi di Iraslenmenll, n- -Dopo la "stozzata dei prece- ^.^Loohlunn n 

sparmiando cosi chea 500-600 mi- denti governi nel noslro paese non 

nardi che I slndacl dovrebbero re- c è pSTpazio per iniziarne che llm,,arc la *** 

cupernre a danno dei cittadini per portino all aumento della pressio- ^ 


Accorpamsnto di alo urti 
Miniatori a togli atolonb 
ricerca a aaooctoztonl. 


Nel mirino l’indebitamento delle imprese 


■ ROMA Ancora len sera Dim e il suo -stali FI- raccogliere un discreto gruzzolo di miliardi, che ospedab, mentre è ancora aperta la discussione 
nanziaria- (i ministri Fantozzi Mastra e Treu, Il peto solleverà una pesante reazione da parte sui lamiaci 

soltosegretano tri Tesoro Giarda il Ragioniere degli tmprendilon, che già vedono di cattivo oc- Speco dotto Stato. Molle le novilà mirale a 

Generale dello Slato Monoichio) stavano lavo- duo la proroga della palnmomale del 7.5 pet contenere abusi e sprechi I dirigenti generali in 

rando sugli meartamenb della manovra econo- mille. missione dovranno mitizzare una apposita car 

mica 96 Molli girxhi sono ancora aperti, ma E vo oto n e ficcato Alle Rnanze si lavora aiacre- la di credito anziché fruire di nmborsi a piè di 

I cesatola dell imerremo sui corni pubblici da mente a predispone uno strumento di fetta al- lista Eperlimilareleconsuele«in(oniale.dino- 

32 500 miliardi A sia completala compresi i h- l'evasione intcìmedio ira la "minimum la*, e i mine da parte dei politld un regolamento indi 

nanziamertti aggiuntivi per scuola famkrti* e ven e P*°P n sludl dl settore L'obieltivo è sem- vidnera i cnlen da seguire e veitanno stabiliti 

Mezzogiorno Vediamo du) in dettàglio alcune pre quello nusare ad approssimare nel modo appositi contingenti pet i collocamenti luon 

ira le misure allo studio ^ più corretto e precno possibile evitando gene molo 

Intananti c, c, frenilo o™ia rahzzazioni. i redditi del mondo del lavoro auto- Miniatori II piogeno è quello di accorpare il 

à^itodeF nomo minlslero dell lndusma con quello del Coni- 

la nwnwina n^ntoiKtoà T,l, “ c ' è un «"ree"' 0 in pereto con l'Estero e con il Dipartimento riti 

rt. S, .llpvare ia, rnniLi?*ma Dovi to >** 1 «mmbuti samian a carico dei pensionali Turismo inoltre il ministero dell Ambiento ver 

rt? tonili (°88I «enti pet .eddlti fino a 18 milioni, letto rà (uso con quello dei lavori Pubblici Una solo 

, 1 ^ ^? hQ4 iliimhala oltre ri quale pagano lo delle loro entrate) zinne questa, che fa Infunare le associazioni 

negli interessi pa-SM il che speao consente s, amba, dopo il negozialo col sindacato, a tre ambientaliste e soprattutto i Verdi che per quo- 

abu51 p y»DLuggi collaterali paradossalmente, fa** esenzmne fino a 18 milioni alrquola del sla e motte altre ragioni hanno già ntmaiciano 

un azienda i oggi fiscalmenle Incentivala a n- 2* fino a 40 milioni. 0,8% fino a 150 milioni D,m di non volare la Finanziaria 

rtebilara per acquisiate moli del debito pubbli- TMtot adito Si parla di una generalizzazione PtoeoU end • aatoctoztonl Sarà pesame la 

co Pe» frenare questo pratica il governo intcn- del ticket di 100000 lue sulle prestazioni di sforbiciata (ma l'efletto è più simbolico politico 

darebbe definire un debr lo equiry torto ovvero pronto soccorso non seguilo da ricovero Sem- che concreto) ai traslenmeiiti ad enti c associa 

un rapporto Isso Ira debito e mezzi propn di pre a 100000 lire vena fissata la franchigia su rioni para-pubbliche minori 

un impresa Una mispra che consentirebbe dl analisi e diagnostica. Cala la scure sui piccoli "W(7i 


Manovra e finanza locale, la «Conferenza» riunita a Torino 

Coro di «no» dai sindaci: 
niente tagli ai trasferimenti 


-^cANOs raaneoazi^ - mento come un provvedimento 

micmolb Melograno punitivo per i propnetan di case 

a TORINO -Se II federalismo fi- daU’uirllà passa la conservazione Uoaprospemvadaweroinquielan- 

stalo è una grande leva per far ere- dell'auiononila- Gli fa eco Sansa le per il mercato degli affi» che 

«ere II Paese, Il governo non può dall'alto di un solido pragmatismo nonostante la legge dei palli in de¬ 
ttoli tenerne conio- A parlare è II nel ricordare, a chi è sostenuto da roga mostra sempre un preoccu 

sindaco di Bologna Valter Vitali una maggioranza progressbla «he panie livello di stagnazione Di 

elio cosi riassume l'opinione dlftu- non può disattendere i richiami al converso le cittì sono strette tra la 

sa ira lutti i sindaci della entri me- ' «I vii ri nè ignorare che t tagli si re ir orsa endemica degli alloggi sfitti 
lui poti lane miniti a Torino (ad ec- percuotono sui servizi basilan sul- edell insostenibile numero di sfrat- 
i ezione dl Rutelli e Bassobno as- la politica sociale del comuni* Un ti su cui grava la pressione del prò 
semi giustificati) per la periodica messaggio chiaro e forte caula blemi legali all Immigrazione Una 
conferenzn Dalla riunione airtva mente addolcito dalla rinnovala fi- situazione -calda- che radila di 
un secco neh,amo al presidente duciaa ungorernochesièmenla- trasformarsi in un pericoloso bore 

dui consiglio Lamberto Dml. i sin- » 8 ludi21 P 05 ^ cam P? Dun - P° r 1 P ubb ," c ° 

A w « <fU " iUs w , ffln> aroirw > rnn . que non si profila ancora alla mar Sul terreno fiscale, siala la con- 

i |. f tartiw ^1? irRtipn. cia ^ gonfatoni comunali su pa- iroproposia foimulala sol terreno 
Zu, rSÌSISfS <*5. «» l* conte uno Sta» moder 

" ' . ,P° . . stazione selve da ammonimento no dovrebbe invece studiare mtsu 

-U squadra-, come la chiamai! come Leoluca Orlando re flessibili e soluzioni "macerale 

sindaco di Catania Enzo Bianco. s)ndaco dl paiamo, secondocui la per coordinare la folta all evaslre 
non ha ancora formulalo un preci- Rngnzlarta toga un test Importante ne liscale- Tra gli smimenti indica- 

so capo di accusa a Dlnl, ma ne se- p^sv^ian- | a vera natura di questo h quello della revisione delle ren- 

gue attentamente le mosse L ulti- gQvemo Un governo che-va nical- dite catastali attraversocui recupe- 

irio <ol|X) di mano della finanza x p^ane lo scarto Ira cer rare e aggiornare i sopratuttoquel- 
puhtriica culminalo in un prelievo lcz2e centrallsliche e madempien- lo relativo al tene») il gettilo fisca- 
i.nzoso alle casso delle ammim xe a Iwelfo decentrato- l!n aperta tese ha aggiunto il sindaco di Bre 
sImzioiu locali non ri stalo ancora contraddizione sostiene Urlando fogna -governo e parlamento 

ni. Idbolizzalu 1 slndacl spiega ^ ,1 federalismo prima lo annunci guardano alle alla come un sog- 

qticlfo dl Genova Adnano Sansa, dal cenlro e poi lo svuoti in pente- getto economico a pieno titolo- Le 

sono sul chi vivo, un segnale di di- r ^, poirtlche dì sostegno agli enti locali 

s,igio c nlletlht) che il governo deve una prassi che il governo sem non si devono caratterizzare da ur 

supero Interpretare con attenzione br 3 «jfo, evocare con II ventilalo indiscriminato drenaggio di nsor- 

<• risolvere senza trucchi Incremento dell aliquota dell ki se ha concluso Bianco -ma da 

l'ommcnla in proposito il sin- per compensare le minon entrate strumenti fiessibrii e mirati come 
din odi I anno Valentino Castella- Un discutibile Inasprimento fiscale ad esempio t finanziamenti per il 
ili - 1 -t linea di dividerci attraverso è sialo II commento generate che recupero dei centri storici o leggi 

liti In vi ililferonzlali ri Illusoria Og- contraddice 11 principio di federali per requisire le case siine- La palla 

vi -nino ur II e convinti che solo sino fiscale e che suona unici ora passaaDim 





















Mercoledì 20 settembre 1995 


Lavoro 




gina 19 


ivrea in CRISI. I sindacati all’attacco: serve una politica industriale, intervenga Dini Lavoro e nuovi diritti 

Gabaglio (Ces): 

«Al via la prima 
trattativa europea» 


■ IVREA. L'ingegnerJeoJal evie¬ 
ne da Shangai. Sì è laureato in in¬ 
gegneria elettronica nel 1988 a Pa¬ 
dova ed è stato subito assunto dal- 
(OliveMi. Adesso è qui, con centi¬ 
naia di altri lavoratori in sciopero 
che stilano per le strade di Iwea. 
sAWinizio - racconta - lavoravamo 
tanto, anclte al sabato. Poi, 4 o 5 
anni la, le cose sono cominciate 
ad andare male. Diversi colleglli se 
ne sono andati, alcuni in prepen¬ 
sionamento, altri perché hanno 

trovalo posto in altre aziende Ci 
sono siati troppi errori del manage¬ 
ment. Certo la colpa della crisi non 
6 di rilardi nelle tecnobgie, perchè 
quelle che usiamo all'Ollvettl sotto 
tra le più avanzate al mondo. 

Mozart In sottofondo 

Forse (ingegner J,u tornerà In Ci¬ 
na. dove sicuramente un lavoro 
glielo daranno. Più incerto è il futu¬ 
ro degli albi lavoratoci che manife¬ 
stano con lui. Sona quasi tulli ■col¬ 
letti bianchi». GII operai, che pure 
hanno scioperato con adesioni su¬ 
periori al 90*,, son rimasti nelle 
fàbbriche a causa del maltempo. 
Soliamo loro, gli ingegneri, i tecni¬ 
ci, i programmatori, Iranno d&iso 
di sfidare la pioggia battente e di 
uscire in corteo, accompagnali 
dalle note di una sinfonia di Mozart 
ditiuse da un altoparlante (*È l'uni¬ 
ca cassetta - spiegano sorridendo 
- che avevamo-). Lo hanno (atto 
perchè sanno di essere i principali 
bersagli di questa ristrutturazione. 
Lo ha confermato Ieri lo stesso De 
Benedetti che ha confermato che 
In tlalia gli ■esuberi* saranno 2.000. 
Forse credendo di sminuire ta por¬ 
tola dell'attacco occupazionale. 
l'Ingegnere ha precisato che i 
5.000 lavoratori da espellere «In as¬ 
soluto maggioranza non sono Iute 
blu. ma coltelli bianchi*. Proprio 
qui invece sta l'inedita gravito del 
latto. 

filtufacntriinta iddio 

Quando il corteo arriva di fronte 
all'Hotel la Serra, trova ad atten¬ 
derlo folte delegazioni dell'Atonia 
Aeronaullca e dell'Atonia Spazio, 
da mesi In lolla conno migliaia di 
liconzlamenli. di aziende del Ca- 
navese In crisi come Sigma. Salp, 
Ekal. Sono industrie ad avanzata 
tecnologia, quelte che all'estero 
sono fortemente sostenule dai go 
verni perchè si è capilo che sotto 
strategiche, fondameniali per l'av¬ 
venire del Paese Da noi invece so¬ 
no proprio queste le industrie che 
vengono impoverite, smantellate. 

l unata Iniziativa presa finora 
dal governo è quella del ministro 
del lavoro, che dopo fa rottura del¬ 
le trattative ha convocato Olivetti e 
sindacati per domalllna alte 11,30. 
Solo l'azienda si dichiara >assolu- 
lamente disponibile» a questa me¬ 
diazione. -Noi ringraziamo II mini- 
sito Treu per la sua sollecitudine - 
dice Giampiero Castorio, segreta¬ 
rio nazionale della Fiom - ma la 
questione oggi in gioco è un altra: 
deve intervenire II governo nel suo 
complesso, per dire se vuole lare 
una politica industriale per l'Infor¬ 
matica, quali Indirizzi e quali risor¬ 
se mette In campo. Non riamo più 
disposti a lare accordi che mettono 
in gioco I posti di lavoro». Dello 




■cwtooM tentatori MI* «retti (litopar le MHIm in tesso lUsneTna 


ciuco PaovAara 


Olivetti, si muove il governo 

Partono gli scioperi, Treu convoca le partì 


Vertenza Olivetti, interviene il governo. Il ministro del La¬ 
voro Treu ha inlatti convocato per domani a Roma 
azienda e sindacati. Disponibile a discutere l'Olivetti, 
«ma il nostro piano non cambierà di una virgola- afferma 
Carlo De Benedetti. Critici, invece, i sindacati: -non ser¬ 
vono ammortizzatori sociali, occorre una politica indu¬ 
striale». Ieri a Ivrea, intanto, il primo sciopero. In corteo, 
accompagnati dalle note di Mozart, tecnici e ingegneri. 


PAI NOSTRO INVIATO 

menate costa 


stesso tenore, all'unisono, sono te 
reazioni degli alni vertici sindacali 
•Il governo - dice Altiero Grandi, 
segretario confederale Cgil - deve 
sapere che l'Olivetti è un problema 
Che riguaida il luluro dell'Italia In 
un settore essenziale come l'infor¬ 
matica. e non un problema di am- 
mortizzaton sociali*. *Ci vuole una 
prospelliva Industriale per l'infor¬ 
matica*, concorda il segretario del¬ 
la Ullm luigi Angeletli 
Nel salone congressi dell'Hotel 
la Sena si riunisce, per la prima 
volto nella suo storia (uort sede, il 
consiglio regionale piemonlese. 
Giunta e consiglieri non parlano, 
sono qui per ascoltare, per capire 
Interviene il sindaco di Ivrea, Il pro¬ 
gressista Maggia: 'Rischiamo di di¬ 
ventare un'area ad accentuato de¬ 
clino industriale Se è vero che sia¬ 
mo nell'era del "villaggio globale" 
delle comunicazioni, perchè (Oli¬ 
velli 0 andato ad insediare nella 


periferia milanese anziché qui le 
nuove atlivito di telefonia cellula¬ 
re?*. Parla il vescovo di Ivrea luigi 
Bettazzi: «Speriamo che chi ha re¬ 
sponsabilità nell'Olivetti riveda i 
propri piani: oggi la gente non ve¬ 
de altro che un progetto di dismis¬ 
sioni* Interviene l'ex-ministro del 
lavoro Gino Giugni: *Si paria di sfi¬ 
da competitiva questa sfida non si 
lànce tagliando i salari, ma sul pia¬ 
no della qualità e della tecnologia 
valorizzando II capitole umano* 

■Il plano non Ricambia* 

Va alla tribuna il responsabile 
delle relazioni industriali Olivetti, 
doti. Giorgio Arona. Fa to stesso di¬ 
scorso che a Roma l'iris- De Bene¬ 
detti Itone davanti alla commissio¬ 
ne industria del Senato *la nostra 
non è una ristrulturazione. nè un 
abbandono dell'iiilormaticn. ma 
un'accelerazione dei piani in atto 
da un triennio per il passaggio al¬ 


E De Benedetti 
ripete «ero pronto 
a dimettermi» 

Quando* stato Itiustrato all* banche M 

A di riassetto Otb-sttl-alcune di 
anno datto eh* ara troppo 
morbido: ho risposto eh* ta «uateuao 
aralo grado di rama uno aiIfRer* aro 
pronto adbnattorml-. C una dotta 
risposi* date lori da Carlo Da Banodottl 
noi cono di un'audldono-Ruaw al 
Sanato. U conforma di una postetene 
già espressa intorno doU'snnun Mortai 
plano di rtoaasmonto. ■ preste*ir to 
Otero tri ha poi aggiunto eh* -l'aumento 
di capitate pamfo a* ottano mo te 
tempo tutto I* autorizzazioni 
n ovembre . -MI ci gioco lam 
ha aggi unto-ISO miliardi eh* matto 
tonouna cifra mogtegafottta». 


Siemens-ltattel 
In arrivo lOmlla 
nuovi esuberi? 

Dopo I tagd a ITO! Notti, arrivane quatti 
alla ttattel-ttamana? 5.000 nel primo 
caso, secondo voci che circolano tati 
no gli a m bi e nti sindacali (o con fo rmato 
anche a Ivrea dove porlo sciopero 
Olivetti si sono riuniti I mitici nailon ad 
dol sindacati mota bucce anld) e pili di 
8 . 000 nel caso «alt* sodata Itale, 
tedesca. É con queste promosso c hai 
sindacati Flom-Crtl, Flm-Ctsl a imm¬ 
illi, nel prosatori giorni *1 racheraa no 
prima al mini s tero del Lavoro convocati 
da Tran par nn primo confronto tuia 
varianza OUvsttl» pel, wnardl. natta 
mads dori Int# roteo, a Roma, per 

r ag pun toli problema «su bari 


l'integrazione (re intorni altea. tele¬ 
comunicazioni e muliimedialilà. È 
un piano induslriale. non un piano 
di sari-alaggio bancarie». Che poi 
aggiunge -spiegheremo la logica 
induslriale del nostro piano all'in- 
conlro con governo e sindacali ma 
non cambieremo una virgola*. 

Gli risponde Ambrogio Brenna. 
segretario nazionale della Firn: *ln 
Francia lo stalo spende 4000 mi¬ 
liardi per salvare la Bull e nessuno 
si sogna di dire che Chirac è assi- 
stenzialista In Italia invece l'infor¬ 
matica va... a Cuccia. C'è un Insop- 
portabililà sociale in 5000 ficen- 


ziamenii: il mito dell’eflicienza non 
pud essere spinto lino all'Immora¬ 
lità. E fogliare posti di lavoro non ri¬ 
solve nessuno dei problemi dell'O- 
livetti Per ridurre I costi si foglino 
invece inefficienze. duplicazioni di 
attivili decentrale, consulenze* Il 
segretario piemontese della Cgt 
Pietro Marrenaro. annuncia l'avito 
di un confronto politico col gover¬ 
no su Olivelli. Atonia e più in gene¬ 
rale sul futuro delle tecnologie 
avanzate in Piemonte: ne discute 
oggi il direttivo regionale del sinda¬ 
cato con la partecipazione di Ser- 
gio Colferali. 


■MINO IMMUNI 

ta ROMA Permessi retribuiti pei poter curare i nonni e le 
nonne ammalati È una delle richieste presemi a Bruxelles, 
sul latrilo della prima tranativa a livello europeo Ira la Ces 
(la Conlederazione europea dei sindacati) e l’Unice (l'u¬ 
nione degli imprenditori europei). La novità sta Irei fatto che 
per la prima volta ha luogo un negoziato 'europeo " che può 
sfociare in un accordo Esso poi verrà assunto dal Consiglio 
dei ministri europeo onde armonizzare le norme nei diversi 
Paesi. Perchè si parte affrontando un toma particolare come 
quello dei «congedi parentali', ovverosia i permessi da asse¬ 
gnare a lavoratrici e lavoratori per accudire non solo i figli, 
ma (questo è (obiettivo sindacale) anche gli anziani? Iter- 
ché quel tema è previsto dal trattato di Maastricht la sua im¬ 
portanza - sottolineata da Emilio Gabaglio, segretorio gene¬ 
rato della Ces. durante un Incontro con alcuni stornateti - sta 
nel fatto che cosi l'organizzazione sindacale trasnazionate, 
comincia a cambiare fisionomia. Non solo una «lobby* a fa¬ 
vore del mondo del lavoro, ma un vero e proprio organismo 
con poteri contrattuali. Una tote scella era stato precisala lo 
scorso maggio (con apposite modifiche allo Statuto), du¬ 
rante il Congresso della aessa Ces che aveva confermato 
Gabaglio segretario generale perahriquartroanni. 

Il tavoro emargtni* europea 

P. solo un tassello di una strategia più complessa. Gabaglio 
è venuto a Roma (domani sarà a Copenaghen) per incon¬ 
trare i segrelari generali di Cgil, Cisl, Uil e per discutere alcuni 
importanti scadenze a livello imemazionate e il robe fate?». 
L Unione Europea, infatti, sarà affidato, nel primo semestre 
del 1996, all'Italia E proprio in quel periodo inizierà la di¬ 
scussione sulla riforma del trattato di Maastricht. Un'occasio¬ 
ne importante L'apposito -groppo di riflessione* dell'Unio¬ 
ne europea ha già fornito una «gradita sorprese* (l'espres¬ 
sione è di Gabaglio) ponendo al primo posto del proprio 
■apporto sulla riforma del iranato i tomi del lavoro, prime di 
quelli dellunioive monetaria. Tate rapporto vcrcà discusso 
proprio venerdì e sabato dal Capi di Stato e di governo. È 
una prima risposta alle pressioni della slessa Ces che da 
tempo aveva denuncialo l'incongnienza ira le volontà di 
procedere sul piano monetario e il silenzio sugli slmmenli 
necessari per l'economia e l'occupazione. La pressione non 
putì peni essere allentata. Occorre resuscitare, con risullali 
tangibili, la fiducia sul futuro di un Europa unita. Ecco per¬ 
chè Gabaglio è venuto a Roma a parlare con Cofferati, D'An¬ 
ioni e Larizza. Un appuntamento importante è già slato fis¬ 
sato per il 16e 17 novembre a Madrid Qui avrà luogo un in¬ 
contro tra i rappresentami delle 49 confederazioni aderenli 
alla Ce». I temi sono quelli dell'occupazione, dei diritti e del¬ 
la democrazia «I è prevista la presenza. Ira gli alto, di Jac¬ 
ques Oetors. divenuto una specie di ambasciatore defl'Euto- 
pa del lavoro. I sindacati italiani, dal canto loro, stanno orga¬ 
nizzando una specifica iniziativa a Roma per i primi mesi del 
1996. 

l*comHaii#1nHN*tt- 

II toizo punto della -lunga marcia* della Ces riguarda i co¬ 
mitati d'impresa. Anche qui siamo di fronte ad una novilà 
destinato a cambiare la fisionomia del sindacalismo euro¬ 
peo. 1.200 multinazionali europee sono «aie costrette a ri¬ 
conoscere te rappresentanze dei lavoratori, i comitati d'im¬ 
presa. appunto, agevolando le riunioni dei delegati dei di¬ 
versi Paesi È l'approdo di una Direttiva dell'Unione Europea 
che apre prospettive di grande interesse Sono già stati firma¬ 
li. inlatti, 70 accordi (ad esempio con (Unileuer) mentre 
trattative sono aperte con l’Honda. con (Eni. con la Merloni. 
Sono 50 te imprese italiane interessate 

Il bilancio di Emilio Gabaglio è, insomma abbasla otti¬ 
mati -Andiamo conrrorendenza nei confronti di un proces¬ 
so sotterraneo di svalutazione dell'Europa abbiamo aperte 
prime brecce, aperto qualche pista, mosso i primi passi* la 
sua candidatura a segretario generate della Ces era stato 
avanzata con questa impronta. La lobby sindacale di Bruxel¬ 
les. insomma, cerca, con ogni sforzo di diventare davvero un 
sindacalo generale, con propri poteri, una propria capacità 
di contrattare, incidere. 


ratmrsrs® Tiziano Treu spiega come affronterà la vertenza Olivetti 

«Ammortizzatori, ce ne bisogno» 


Marco Mariar&lla 


« roma. Il ministro del lavoro. 
Tiziano Tren, non ha avuto un ato¬ 
mo di esitazione. Mentre lo notizia 
della rottura delle trattative in corso 
a Iwea sull'Oiivcttì era ancora •cal¬ 
da», e i sindacali si alfannavairo a 
chiedere l'intervento del ministro 
dell'Industria c del presidente del 
Consiglio, convocava le parli per 
giovedì nella sede del suo ministe¬ 
ro 

MM*tro> no* si pnè dire cita ab¬ 
bia pareo tempo. Non * pattato 
nemmeno un giorno dal* rottu¬ 
ra detto trottati» ad fere» • W 
ha Donneatole parti. 

Perchè perdere tempo? SI Iraita 
unti queslione di grande rilievo 
che prima viene affrontata e me¬ 
glio è. Del reato era del lutto chia¬ 
ro fin dati'fittelo che, anche per¬ 
chè prcsuniibitmcnto bisogna ri¬ 


A colloquio con il ministro del Lavoro, Tiziano Treu, al¬ 
la vigilia dell'incontro con le parti sociali a via Flavia sul¬ 
la vertenza Olivetti. 1 sindacati temono che tanta tempe¬ 
stività significa mettere in soffitta la discussione sul pia¬ 
no industriale per passare subito all'esame degli am¬ 
mortizzatori sociali. «Ma dì questi - replica Treu - ci sa¬ 
rà comunque bisogno, perché bisogna iragheltare i la¬ 
voratori da un assetto industriale a un altro». 


IHIIIO DI DUNA 


correre ad ammortizzatori sociali, 
sarebbe sialo necessario l'inter¬ 
vento del potere pubblico 

Aldini dirigenti sindacali l'fiao- 
no accasata di ecceteo di zelo. 
Hanno firterproUto llndMdM- 
rionodd sua mWsforo quote se¬ 
de In cui portare II confronto co 
irlo un tentetèro <8 saltar* la di¬ 
scussione sufi* validità del pla¬ 
no Industria la. 

Mi rendo perfettamente confo che 
in questo vicenda unirai io allte 
competenze a cominciare da 
quelle del ministero dell ludusino. 
E che prioriiaria resi a la valli [azio¬ 
ne del piano induslriale Ma non 
bisogna nemmeno sottovalutare 
la funzione di aiuto che svolgono 
il ministero del lavoro e gli am- 
moderatori sociali die sono di 
sua competenza. 


Ma t sindacati questa volta non 
vogiono sentir partalo di tapi 
a l'occupazione illOI Netti. 

Gli ammortizzatori non sono ne¬ 
cessariamente 1’anticafnera della 
disoccupazione. Possono, anzi 
debbono servire a traghettare i la¬ 
voratori da un assetto induslriale a 
un altro Poi per moto c'è la possi¬ 
bilità di ricolloc azione fuori dal- 

l'O Inetti.. 

Rtoopocsre 3000 pereone non* 
uno scherzo-. 

Intanto sono 2000. perchè 1000 
sono quelli clic debbono andare 
in mobilità In base alla preceden¬ 
te nslruiturazione. Di questi mi di¬ 
cono che gli operai non sono più 
di 400-500. Sono naturali-nenie 
tolte cifre da vcnficare. Per questi 
villini, roniurajue, non c'è diffi¬ 
colto n trovare un nuovo posto di 


lavoro. 

SI ma rio»? 

IL Piemonte noti è la Calabria 
Vuote che nel cuore de! nord in¬ 
duslriale e nel pieno della ripresa 
produttiva non si novi un nuovo 
posto di lavoro per 4-500 operai? 
Por gl Ini piegati eh* sono U 
grosso degl e»*Seri sarà perii 
pii dritte He. 

SI. non c'è dubbio: pei gli impie¬ 
gati è più complicalo. 

Nell'ultima ristnitturaztarie Op¬ 
tati! por ricollocare motti lavora¬ 
tori II è ricorsi al pabMco knpte- 
go. Potrebbe WMM una via pra¬ 
ticatile anche ade»o? 

Non lo voglio nemmeno Immagi¬ 
nare È prematuro avanzare ipote¬ 
si sugli strumenti specifici che use¬ 
remo. ma il ricorso al pubblico im¬ 
piego. che caso mai lia bisogno 
esso stesso di un dimagrimento, 
mi sembra l'ultima cosa a cui pen¬ 
sare 

Ui pensa eh* Ma toknkHW 
possa osmio II ricoreo massic¬ 
cio al contratti di soPderietà che 
hanno B merito di non a sp etterei 
lavoratori dstt'adends a di uWz- 
zaril a rotazione con un orerie di 
lavoro ridotto? 

lo di solito sono per utilizzare lutti 
gli ammortizzatori, nessuno esclu¬ 
so. Certamente se per l'azienda ci 
fosse la possibili:,) di non disper¬ 
dere professionalità che si sono 


forniate al suo interno sarebbe la 
soluzione migliore Ma questo di¬ 
pendente da fattori organizzativi 
interni all'azienda della cui esi¬ 
stenza bisogna fare una verifica in 
concreto nel corso del negoziato 
ConfortataI sindacati associano 
fH esuberi al ridatre a slonamen- 
to drastico del peso defeaztenda 
di tvrea nel settore Informatico. 
E questo lo ritengono Mollerà 
Mta, perette tigniftebrwsSbe la 
rtnenzte a un settore strategico. 
Ore, K governo ha specifiche 
proposte di poltica Industriata 
che potrebbero arginare R rk*- 
msnsionamento occupazionale 

Noi non dobbiamo dimenticare 
che l'azienda ha un suo proprio 
piano induslriale. È ila questo che 
bisogna partire nella discussione 
per verificarne la serietà e la fon¬ 
datezza. Del resto (Olivetti non è 
I ultima venula nè nel panorama 
produttivo del nostro paese nè in 
quello delle relazioni industriali, 
Ma q sesta volta I sindacati di 
sotto prodgN di apprezzamenti 
positivi cute relazioni con (Oli¬ 
vetti, mi sembrano motto severi 
con il management dell'ariette a 
dtarea. 

Certamente sarà un negoziato dii- 
licite. Su questo nuli c'è alcun 
dubbio. 



t 














PUNTO 55 SX '94 
FIESTA A/C '95 
OEDRA 1.6 A/C '94 1 





1 Unita Mercoledì 20 sellembre 1995 

Redazione 

9 a de Due Macelli 23/13 00187 Roma 
tei 69 996 284 /S/6/7/8 la* 67 95 232 
I cton si ricevono dalle ore 11 alle ore 13 
e dalle 15 alle ore 18 


il III Master 


THEMA 1 6 '91 
Y10FIRE '91 
BMW 320 i '91 


Viofoiilinn 257 Tel 27 54SI 


Anticipazioni sul piano-traffico: scatta la protesta di artigiani e commercianti. L’assessore: «Solo ipotesi» 


«Non d commissariate» 
Quattrocento vigili 
in piazza con POspol 


MOLO CAPINO 

■ Sono scesi in piazza pei contestale la nionna di privatizzazione del 
loio organismo Sono i vigili dell Ospol uno dei sindacati autonomi che 
ten niatlma sono sfilali pei le vie del eenho di Roma raggiungendo pon 

10 d armo la piazza del Campidoglio Non erano molli non piu di qual 
Iroccnlo torse anche meno ma mollo agguerrii e risoluta portare avan 

11 il loro pensiero e la loro voglia di tendere dura la vila ai massimi dingen 
ti capitolini 

In loro c ò una soita di diffidenza di manovre sotterranee guidale dal 
I allo lese a diseccare TI colpo dai vigili urbani dalla casa madre cioè il 
Comune Al momento attuale Ira I Ospol e il governo capitolino che a 
gennaio vorrebbe dare il via alla .Istituzione- il nuovo organismo di poli 
zia urbana economicamente autonoma guidata da manager esterni ma 
sempre legali con un cordone ombelicale al Sindaco si cammina su per 
corsi diametralmente opposti E una strada d Incontro sembra lontana 
anche se I assessore Luscth al leonine del dibattito svoltosi sulla piazza 
del Campidoglio ha dato appuntamento peni IO-11 ottobre a tolti gli or 
gamsmi sindacali per un dibattito aperto teso a nsolvere una questione 
Lhe rischia di incancrenirei su rtgkle posizioni I vigili dell Ospol hanno il 
limole che la nuova veste giundica del corpo li costnnga alla lunga a tra 
sformarli in -taglieggiatoti- dei cu 


r<nirm nrt 

Renzo Lusetti 
«Disinformazione 
e forse malafede» 


■ «immoto lunotti, M «ho dM- 
go l'ufficio del potmmIo, * Nato 
chiamato a hontogjlar» la proto- 
Madal vUMMI’Oapolin (dopato. 

Sono mollo preoccupati ma la 
loro 6 una preoccupazione in 
glustihcntp Se leggessero cun pai 
attenzione la nostra bozza pro¬ 
gettuale si renderebbero conio 
che continuerebbero ad essere 
sempre dei dipendenti comunali 
Fona qualcuno pii* «Mare poco 
Monti alo. Ma I loro dM*o«ti»ln- 
docaHt 

Questo quesito me lo pongo an 
t he lo F purtroppo debbo pensa 
re n questo punto che cl sia dtelru 
della slmmetalizzazione Mi in 
ti rrogo sulla loro buona lede 
boro Nmona di dteoMan ooltan- 
to dogllprooaeclatori di multa 

10 multe stinti il pagamento di 
un ilibazione non il balzello per 
Inr sopravvivete I organizzazione 

La panda non battano a quinto 

rm 

A questo punto sarti disposto a 
convincere imo ad uno della 
txriu.1 di questo proposta che 
non Cerna delibera del slndai n 

A proposito di conconL un'attra 
lamentala vtona daH'auunzIorto 
di tingenti dtirtMomo Voglio¬ 
so un vigli* a capo ddl'organlz 
tallono. 

Ci sard un concorso |ier I assilli 
rione eh Iflhdlpendenli dove po¬ 
tranno partecipare anche Ioni 
Tre soltanto sara n no pre- dall e 
stemo Avranno su uramenle una 
(unzione amministrativa Decide 
ranno comunque Sepe Monti e 
Cmatlno 

A gennaio I hfltudoae dovrà ti- 
ventara operativa Riseciih a ri¬ 
cucire lo strappo? 

Questo è la nostra speranza ma 
urto non posso pretendere ette 
c i sia unanimità Quindi uni voi 
1.1 stabilito clic la maggioranza e 

11 accordo procedere ino 

L FtiCa 


ladini attraverso una capillare r 
cerca dell infrazione del codice 
con relativa multo allo scopo di 
portare soldi ad un bilancio che 
con la nuova vesto giundca nclue 
de il pareggio dei conti 
Un altro capitolo delle contro 
versta riguarda la nuova posizione 
del vigile sarà sempre un dipcn 
dento comunale oppure sarà il di 
pendente di un azienda pnvata' 
Un Umore esternalo a viva voce da 
molli dei vigili presemi alla ma alie¬ 
nazione clic Intravedono nel pt' 
vaio un luiuro pieno di riselo « di 
Incertezze 

Queste le voci utliciali di un con 
Ironia ancora aperto e di non scm 

C irce nsoluzlone con I Ospol clic 
a avuto la solidarlelà dell Arvu un 
albo sindacato autonomo mollo 
Iurte olle quali peto van io unite le 
lamenlelc che superano i molivi 
della tnamlestuzione di ieri e che 
loise mleressano un po tulli la 
modernizzazione del coqxr lina 
necessito di pnmana importanza c 
alla quale va dato il dmllo di priori 
là .Tecnologicamente - dice Cu 
glielmo Marehe.li del reparto ufli 
ciò motonzzazionc - siamo azera 
Non «libiamo gli strumenti per dia 
togate con i colleglli delle «lire zo 
ne e quindi stabilire delle strategie 
per combattere nel miglior livido 
possibile il problema del traffico 

J uando questo raggiunge il limite 
1 guardia Per non parlare delti 
cenbalc igieiativa Non abbiamo 
una nostra banda Dobbiamo usa 
a quella dei radio lavo dei pone 
rxptcss- "Noi crediamo a questa 

K rotessioiic interviene Angelo 
AgosUno (rerò a questo punto c 
scnltamo umiliati Non c è piu di 
gnità Lo stesso sindaco Rtrtcltt 
cheva in graia parlare con tutti da 
noi non 6 inni venuto Ventilile i 
conoscenza di molle cose impor 
lauti- Il prossimo appuntamento 
sarà ad ottobre per una luova ma 
nllt stazione -Ma questa volto sarà 
uiiuana- annuncia Marucu presi 
iterile dell Ospol Egli alto sindac i 
li' Quelli conlcderali si dt»v» lano 
■Il progetto ci sembra buono ina 
ad una condizione che <I ci da 
parte del Comune i) giusto suslt 
gnu economno - spiega Ezio Mal 
leucci della Cgil - per il resto rima 
ne ’utio mallerato compreso i |io 
ieri del servizio A livello informati 
ver organizzeremo a partire da ol 
lobie delle assemblee poi quando 
il quadro sarà chiaro lan mo un al 
Irò giro assembleare insieme a l isl 
t lill lesa ad avere il lurerc viiko 
laute dei lavoratoci 



Vittorio Lo varo»/Agl 


Centro storico in allarme 

Tocci: «Sballate le tariffe per i permessi» 


Cenlro storno dalla fascia alfasuone blu Le indiscrezio¬ 
ni sull allargamento della «zona proibito" al traffico e il pa 
gamento (è una novità iti assoluto) del necessario per 
messo di circolazione ha sollevato polemiche e smentite 
Su tutte quella dell assessore alla Mobilità Walter Tocci 
che ha affermato che le anticipazioni sul costo dei per 
messi non corrispondono alla realtà Intorno i commer 
cianti e gli artigiani del centro sono sul piede di guerra 


m Iji rivoluziono d ottobre nt I 
cerarli di Roma in procinto di e-, 
ceri n» se i ni onda dall assessore 
lo «Ito mobilila del Comune di Ro 
irai ha scatenato un vespaio di po¬ 
lemiche di [wtc di coloro che su 
buanno queste nuove limitazioni 
i ti»v il font rllargamentir delta fa 
sui blu quella prelibila al iralfico 
luiumobilistco ( I sono stole levi 
brini reazioni dell i-sona?ione 
art giaiu c dtl commercio le due 
pni colpite dalle nuove leggi- So 
[«attuilo ha sollevalo grande agita 
zone il pagameraocliedovtà sop 
portare I utente per avere il tomo 
sospiralo permessi) dice esso il 
centro storico clic secondo "e pei 


me indiscrezioni sembrava che an 
da ss se da un mimmo di Irecenio- 
nula lire id un massimo di un ine 
bone «Opinila annui Unj cifra lui 
I «Uro che economica chelasses 
soie olla mobilità Wallei Tocci si e 
premuralo con sollecitudine d 
smentire attormando che sono 
fuori da ogni logica Intatti le cifre 
sarannomotto piu economche ed 
accessibili a lutti Tocu ha anche 
smentito i he ve ir ' allargalo il lem 
po di c hiusuia al iraihcu 
Tutto questo peto non significa 
Che le trastomiazioni che verranno 
api Mirale al centro slonco (nessu 
ira smentito sull allargamento della 
(ascia blu) non apporteranno 


qualche problema cd anche un 
appesantimento della s|rcsa dell u 
tenie Oggi nel coreo delle presen 
razione ultimale del progetto si co 
noscerà con maggiore esattezza il 
piano c quanto questo peserà pei 
le bische del cittadino Un opera 
none die ha comunque un line 
quello di convincere ad utilizzare il 
mezzo pubblico Un indinzzo giu 
sio ma che deve essere supportato 
da UII servizio efhcienle cosa che 
Roma ancora non ha 
Ma intorno indipendentemente 
da quello che sarà il tariffario finale 
dei pcnnessi d accesso c le altre 
scelte che farà il consiglio comi! 
naie nel mondo del commercio 
c« ana di irolemica Si reme che 
I altonianamento delle auto pnvalc 
dal centro brasca per avere gran 
npeicussioni a Instilo economico 
t.i ( onfederazionc nazionale del 
I artigianato ha affermato che il 
progetto del Comune rappresento 
•un ulteriore contributo torse deci 
sivo per far spante I artigianato dal 
cenlro slonco- Tagliavanti Ira sol 
totineato che-al censimento dell 81 
le imprese anziane nel cenlro era 
no olire cinquemila menile ades¬ 
so si sono ridotte a 3300 c che la 


loro espulsione e dovuto sia alla 
speculazione immobiliare sia alle 
difficolta di accesso Diflicoltà sia 
degli stessi artigiani ai quali il pei 
messo viene dato solo per i veicoli 
luigonall ma non per le vetture fa 
miliari di cui motti sono dotou sia 
dei clienh che non possono arida 
re a librare gli oggetti commise») 
nati Ricordato che la Cito ha due 
sto al Comune aree di sosta incen¬ 
tivi e sgravi fiscali per tutelare la 
permanenza degli artigiani nei 
centro Tagliavanti hi affermato 
che -di pagare un balzello di 60(1 
mila lire non se ne parla neanche 
porche e un ultenore aggravio di 
costi già insostenibile Secondo il 
Presidente della Conlcommercio 
D Amico le modifiche della .fascia 
blu- provocheranno un calo delle 
attinto commerciali già molto pe 
nalizzale .Allargare il penmeiro 
proietto sottolinea D Amico e so¬ 
prattutto ampliare I orano incide 
proprio sul periodo Ira le 13 e le 
19 Ì0 in cui è concentrata la massi 
ma attinto- la soluzione va cerca 
ta nella riduzione del tempo di so¬ 
sto con parcheggi a lempo nei ser 
vizi non nella eh usure die ìggra 
vano i problemi 'Alfa 


Ferisca il cugino 
scambiandolo 
per un cinghiala 

Si è appostato ha puntato t arma 
contro la siepe |iensando clic c 
fosse un cinghiale ed ha sparati 
Dietro quelle foglie pero c t r« suo 
cugino Fiorino dareoni G8 anni 
pensionalo ricoveralo adesso in 
gravi condizioni all ospedale Regi 
na Eletta di Privetno A sparare c 
sialo Domenico Marconi 30 anni 
muratore e cugino della vittima Uri 
solo colpo a palleltom che Ita col 
pilo alla milza il cacciatore Marco 
ni ha portolo il cugino al pronto 
soccorso dell ospedale dove c si i 
lo immediatamente Irasfenlo «I n 
parto chinirgia c sottoposto ad un 

delicato intervento 

Madri protestano 
porla mancanza 
di scuolabus 

• 

Orca cinquanta madn hanno pro¬ 
testato ieri pomeriggio davanti al 
Campidoglio contro la mani ala al 
tivazione in Vili circoscrizione del 
servizio di bus navetta nelle sv itole 
dell obbligo che riguarda circa 
2 000 bambini Le -one interessale 
sono quelle delle ex borgate abusi 
ve del Prenestmo c del Casilino 
(PontcdiNona Finocchio Conni 
le V llaggio Preneslino Lunghcz 
za Colle del sole) La gaia di ap 
palio per I assegnazione del servi 
zo ha spiegato il presidente dtl 
tornitolo di quartiere Doti ma Ma 
stropietro 0 andata diserta ,uau 
sa dell abbassamento dei coni 
pensi per le dille fissalo dal tnmu 
ne Ci era sialo perù promesso che 
si sarebbe attivalo un servizio lem 
poraitco in attesa dell espleta 
mento della nuova gara ma la 
giunto di oggi non ha ilei ero mente 
a riguardo. 


Arresto luso 
Tribunale riesame 
boccia il gip 

fi Tribunale del riesame di Ihrcli 
ha accollo il ncorso conno il pmv 
vcdunenlodi mierdizioncj ri dui 
mesi adottato dal gip del Tnbima 
le di Vasto nei confronti dtl Presi 
dente della pi ma se 2 one bis del 
Tai del Lazio Raffaele luso aire 
stato a luglio per corruzione in un 
inchiesta per una presunta sp uh 
zwive de un millanto e meno di tue 
per realizzare la discarica consorti 
le del comprensorio vnslese I ap¬ 
pallo di 24 mbardi riguardavi un 
impianto ultimato nel l<>93 e mai 
entrato in funzione La decisione 
del Tribunale annulla quindi il 
provvedimento del gip Con luso 
sono coinvolte altre sei persone ira 
le quatti ex sindaco di Vasto Aulo 
mo Prospero e I imprencfilticc Inu 
lana Annachiara Danieli 

In carcera l’omicida 
del giovane ucciso 
a Civitavecchia 

Claudio Siena 25 anni si Irov i m 
carcere accusalo rii iver ucciso In 
nedl scorso a Civilavecchiacun un 
colpo di pistola il ventinovi.noe 
Salvatore Pmtor Per il momento I 
imputazione nei suoi confronti 0 
solo quella di ornatolo Un acuivi 
ancora genonca in attesa c e l< 
ultenon indugili della putta a ac 
cernito se il proiettile c partito acci 
dentalmente oppure se I iss.is.stn 
sia staio la tragica conclusione ili 
una Itte scoppia! i Ira i dm mne i 
Siena si c v ostinalo t i in,«In Ira 
ammessi che il tatti c accaduto 
nel suo appartamento n via De 
(>a speri 


Così da Milano a Palermo la battaglia delle amministrazioni comunali contro lo smog e gli ingorghi 

Parchimetri, «ìsole» e computer ai varchi 


m Nelle allre c mrt le irmi della 
battaglia contro smog ( traffico si 
i tu,urtano di volta in volta isole 
(«■donali divietici accesso [«leu 
zianu-Wodei ira zzi pubblici 
Napoli Nessun penne ssu a |»t 
gamento o vare lu c otilroltoli per il 
i i raro storno che proferisce affi¬ 
darsi ad isole iiedonali chiuse a 
lum cd v parcheggi di intascati! 
Ino posti oli esterno dove lasciare 
li ni rechino e prendere autobus <> 
hxi II v asm del posto auto 0 stalo 
-immutato ria Odo a illbl lire 
Inolili nella cosiddetto .(ascia di 
ns| tolto" «Uomo al i entro storico i 
iMRheggl rimangono chiusi dalle 
7 alle ll> ili lutto impedendo Li so¬ 
stami» ori pinti liticale 


Milana 1 raffilo privalo ofl li 
irai- iickc raro di Milano dalle " IO 
alle 1830 dal lunedi al venerdì 
(ma 40mih vetture hanno il irci 
messo per circolare) Il divieto 
cito comprende il sa Palo e 1 1 do 
lumia durame le feste mia Imi 
vale anche por le auto con targa d 
alni regione ma non per quclk 
eslore La limitazione in vigore 
dall 86 dovrebbe cessare alto fine 
del J6 con I attuazione del Pt mo 
urbano del iraffico (Piti i che pre 
vede- la realizzazione di una gran 
<k isola pedonale nel cuore il Mi 

lano (da pi izza San Saliti i [iiaz 

za ( asic Ilo) 

Bologna Pulunslica Li soluzio¬ 
ni idratato L accesso nc I u raro 
stoni o sani regolalo eia sua» vi «a 


gitt i !< Un mici « che grazie ni una 
«era di irlcs ime re inquadra’i le 
larghe delle auto segnalando quel 
le non n regola con i permessi Al 
irato» mo la zona miem i ai viali 
clic circondano H centro città 0 a 
iraHirn limitalo dalle 8 itti -M so 
no immesse solo le vetture dotale 
di pini»«so [Kadenti soccorso 
pubbli!o veicoli merci lassisti! c 
quelle duellerai degli albi rgh con 
|sra I leggio proprio 
Torino All rcsscssoi ilo all assci 
to mirano del ( omunc sotlolmc v 
noci*, il iranno nel centro Odimi 
malo del l r |Xivcnlo n[«»opiu 
di ili mito Qm'«o grazie ili en 
Lati m vigore della sosta a fraga 
iva vk dall H ella il < on Unite 


che variano dalle I 500 alle dotiti 
Urei ora memo sp-i2io di 180 ella 
n etri a la mela dell intero centro 
«torno L an a Ila 32 000 persli au 
to I rcsrdenn non pagano per gli 
din u sono i parchimetri a motto 
tr buon vuirchci o gli abbona 
menti mensili al cosiodi 120 000 o 
-Il ttlgl Ira a seconda che si nell» 
da I intera giornata o metà All in 
Ten» *h quest area e stata poi deh 
mirai 1 1 1 7T1 i Zona a traffico limi 
irto) dove i elicerli non possono 
ir disiare dallo 7 30 alle 10 3» I 
permessi di Ir insilo nlasciah sono 
enea MOTO 

Firenze Sitila/ one un pi) ano 
m ila rima sono allo studio più se 
vere rosenziniu vita circolazione di 


molo c m Alunni nel cenlro storico 
a causa della loro densità ( to più 
aita m Italia) nel i apoluogo losca 
no rrvaso da oltre dilli nula due 
moto contro poco piu di 400 nula 
abitami Quanto agli altri veicoli a 
inniore il centro ih Firenze 0 anch 
csvidettmilatodi una Zona a Irai 
l»o limitato istituita nell 88 che 
cui nodi con la cerehia dei viali di 
circonvallazione II n pi izza della 
Signor i divi -so di c ircolarv ai» he 
mbMCh.lt 

Palei mo Ti dico lilrero ma an 
din questa citta esistono perù al 
cune liscive- penhiprcfenscean 
dare a piedi come in piazza Piero 
na sullo quale si allaccia il palazzo 
municipale 



ASSOCIAZIONE 

ITALIANA 

CASA 


Per il risanamento e il recupero dell'Esquilino 

• Le normative per il recupero edilizio 

• I finanziamenti 

• Le procedure tecnico amministrative 

Ufficio informazioni: via Machiavelli n 50 
tei. 4467318 - 4487252 


A.I.C. UN’ESPERIENZA ASSOCIATIVA 
AL SERVIZIO DEI CITTADINI 

Via Mauccio Ruini. 3 00155 Roma - Tel. 4070321 



( 


* 


















Mercoledì 20 settembre 1995 


Roma 



Le «idee» dell’Ente: acquario di 30 vasche, un eliporto e un «nuovo» velodromo 





Fotocronaca Romana 


Squali nel laghetto delTEur 
Un progetto per il Giubileo 


Ci saranno anche gli squali nell'acquario sotto il laghetto 
dell'Eur. Per ora è solo un progetto, che l'Ente Eur vorreb¬ 
be realizzare sul modello genovese entro il Duemila. L'ha 
annunciato ieri il commissario Vittorio Novelli, nel corso 
della presentazione del volume: «Eur. guida degli istituti 
culturali» E tra le tante idee - che necessitano ancora del¬ 
le autorizzazioni di Comune, Coni e Regioni - figurano un 
auditorium e la ristrutturazione del velodromo. 


L'intervista. Fulvio Vento, CgiI 

«Un’imprenditoria 
bambina e ci sono 
600mila disoccupati» 

La «questione sociale» a Roma e nel Lazio è una città di 
seicentomila abitanti. Tanti sono i giovani in cerca di pri¬ 
ma occupazione e i disoccupati iscritti alle liste di collo¬ 
camento. «È una realtà verso cui mostrano attenzione 
solo gli enti locali - dice il segretario regionale della Cgil 
Fulvio Vento - mentre imprenditori, commercianti e 
mondo della ricerca e dell'università sono inetti e passi¬ 
vi». E il mondo del lavoro dà segni di insofferenza. 


■OCA UH IO MI 


Rosati su Bottai: 
«Sono allibito 
perquelFarticolo» 



■ Alla cronaca dell'Unità, 
vi scrìvo per esprìmervi il mio 
sgomento e la mia sorpresa in 
inerito all'articolo di cronaca sul 
caso Bottai» scritto da Cario Fio¬ 
rini, 

Sono allibito per la mancanza 
della più elementare etica e 
deontologia professionale. 

L’articolo appare superficiale, 
e solo di colore in inerito ad un 
fatto rilevante per la città. 

Non nego di aver attorniato 
«sembra che abbia ceduto alle 
pressioni di una lobby» aggiun¬ 
gendo bancaria ma stavo tacen¬ 
do una battuta scherzosa per 
smaltire, davanti ad un catte, una 
tensione lauto dì un clima pe¬ 
same e preoccupante. 

Infatti, aggiungevo la mia sod- 
delazione perché Rutelli si è di¬ 
mostrato saggio e con notevoli 

capacità d’ascolto. 

E veto, Rutelli ha dichiarato di 
aver sospeso la decisione esclusi¬ 
vamente per l'opposizione Inidu- 

cibile della -comunità ebraica», e 

dicevo a Fiorini che questo argo¬ 
mento non mi sembrava esausti¬ 
vo del civile dissenso presente 
ncllacìiiàcnel Pds- 
Cosi va il mondo, tra l'alno Fin- 

lervento del capogruppo Bellini è 

riportato in modo fuorviarne e 
non conrispondeall atteggiamen- 
to di serena responsabilità, di 
fronte ad un dissenso, che il 
grappo ha tenuto. 

Consigliere comunale del Pds 


Penso che raccontare etiche vie¬ 
ne della e accade dietro le dichia¬ 
razioni e gli Inienienli ufficiali sia 
pane fomfamentale dell'elica e 
della deontologia di un giornali¬ 
sta 

C.F. 


Scuoia «Pertini» 

La Regióne 
«sfratta» 
gli alunni 

■ Le lezioni non sono ancora ini¬ 
ziate per I piccoli alunni della ma¬ 
terni! -Ada Negri» lo hanno rac¬ 
contato alcuni dei genitori, che nel 
giorni scorsi hanno protestato in 
via Latina. -Ogni manina veniamo 
qui senza avere la certezza di poter 
lasciare I nostri bambini e andare a 
lavorare - ha detto uno dei genito¬ 
ri, cito hanno anche la solidarietà 
dì alcune maestre - e finora è stata 
Inutile qualsiasi nostra sollecitazio¬ 
ni*». Sembra che il problema sia 
che l'istituzione di una nuova se¬ 
zione (o II trasferimento in altri lo¬ 
cali dello stesso edificio di altre 
due) non consenlirebbero al bam¬ 
bini l'uso dei servizi igienici. »Su 
questo aspetto -ha detto un genito¬ 
re- non è stato trovato un accordo 
tra gli insegnanti e la direttrice del¬ 
la scuota elementare statate -Ada 
Negri* e per questo la scuola « ri¬ 
masta chiusa». 

Alla Pertini di viale Adriatico, nei 
giorni scorsi, i genitori hanno orga¬ 
nizzalo una -pacillcs invasione»: la 
ragione, spiegano le famiglie, é la 
mancanza delle mite necessarie al¬ 
te svolgimento delle previste attivi¬ 
tà didattiche. Per l'incremento del 
numero dei bambini iscritti, inlattt. 
alcune classi hanno dovuto essere 
sistemate nelle aule che erano pre¬ 
cedentemente destinate a labora¬ 
torio. uno dei quali specificamente 
attrezzato per supportare le attività 
del consistente numero di scolari 
portatori d! handicap che frequen¬ 
tano l'istituto. Secondo i genitori, 
alcune aule sono siate destinate 
dalla Regione ad una scuola di for¬ 
mazione professionale, ma nell’e¬ 
state Il provveditorato aveva Invece 
assicurato il ripristino del numero 
di aule necessario ad un aumento 
delle .sezioni attive, come richiesto 
dalla l'eninì in conseguenza del¬ 
l’aumento degli iscritti, e assegnato 
regolarmente gli Insegnami neces¬ 
sari alte attività didattiche. Risulta¬ 
te. te sctterii ateo aumentale, le 
aule ito. Una storica sperimenta¬ 
zione rischia cosi di saltare, gettan¬ 
do nullo sconccrio I genitori, che 
avevano scelto quella scuola pio 
l>rio por le sue caraneristiche di 
(|iiiilltà educativa 


■ Taole idee per cambiare il vol¬ 
to dell'Eur in vista del Giubileo Ad 
illustrarle ieri in occasione della 
presentazione del libro -Eur Guida 
agli islihiti culturali» (curato dal¬ 
l'Ente Eur e dall’archivio centrale 
dello Sfato) é stato il commissario 
dell Eme, Viltorio Novelli. Tra i pro¬ 
getti da realizzare eolio il Duemila 
anche un acquario, sul modello di 
quello di Genova, sotto il laghetto 
Una struttura a due plani, con un 
volume complessivo sommerso di 
78000 metri cubi ed un'atea aper¬ 
ta al pubblico dì 3.<100 metri qua¬ 
drati. I visitatori potrebbero cosi 
ammirare circa trenta vasche ripio- 
ducenli altrettante riserve marine 
italiane: da quella dell’ arcipelago 
della Maddalena, con gronghi e 
murene a quella dell'isola di Usu¬ 


ra Dna scusa strana, ma un’aria 
■perbene». E la ragazzina di 14 an¬ 
ni ha accettato di seguire quell'uo¬ 
mo che le chiedeva un favore nel 
giardino del comprensorio che 
s'affaccia sulla strada vicino casa. 
Lui però voleva toccarla. Lei si è di¬ 
vincolala. ma l’uomo Tha ripresa 
L'hanno salvata due ascensoristi 
che uscivano da una palazzina do¬ 
po aver riparato un guasto e sono 
intervenuti Ma il molestatore i riu¬ 
scito a fuggire 

Studentessa di quarta ginnasio, 
ma con la taccia di ima bimba an¬ 
cora piccola Dei lunghi c bei ca¬ 
pelli. Tornava, più presto del solito, 
da scuota. Un breve «alto di siniùa. 
al Foitucrrse. da un punto molto 
traliicato. quello dove si ferma l'au¬ 
tobus che la riporta ogni giorno a 
casa, lungo un'altra via più sirena, 
ma ugualmente piena di macchi- 


ca, con la cernia bruna In un uno 
dei due grandi tunnel previsti, gra¬ 
zie a del tapis-roulanl, ci si -immer¬ 
gerà- nella riserva naturate delle 
isole Pelagie per osservare a di¬ 
stanza ravvicinata un branco di 
squali 

Ci saranno poi auditorium di 
300 posti, sale e laboratori didatti¬ 
ci. -Questo come gli alte progetti - 
ha spiegalo il spretano generale 
dell'Ente Eur. Citte - sono nostre 
ideeche necessitano ancora ditut¬ 
te te autorizzazioni del Comune, 
del Coni, della Regione e di lutti gli 
alto enti, a seconda dette singole 
opere. Ci auguriamo che ne venga 
capila l'importanza Tra l'altro tutti 
i costi sono a nostro carico- 

Questi gli alto progetti illustrati 
dal commissario Novelli: la rico¬ 


tte Superalo il sottopasso di una li¬ 
nea ferroviaria, la ragazza ha pro¬ 
seguilo lungo il marciapiede, su 
per la strada che si allargava. Da 
un lato, una scuota. Dall altro, il 
muretto e la siepe di un compren¬ 
sorio. Ancora pochi passi, poi la 
giovane avrebbe girato a sinistra, 
verso casa All'Improvviso, quel- 
l uoinoche le parla. 

«Scusa tanto, mi potresti aiuta¬ 
re?-. Lei k> squadra. Camicia bian- 
ca pantaloni blu, scarpe scure 
Avrà cinquant anni, più o meno I 
capelli, brizzolati, sono radi sulle 
tempie. Intanto lui continua a par¬ 
lare. -Dovresti venire con me un 
minute. Sai, cerco una ragazza, 
avevo un appuntamento c lei non 
è venula. MI dovresti artestare che 
io sono qui e lei invece non è arri¬ 
vata». Sembra uno che sla lavoran¬ 
do. La scusa è fantasiosa, ma la ra- 


stoiztene del velodromo di Roma; 
l'utilizzazione insieme con la Con- 
findustria del palazzo della Civiltà 
italiana; la copertura mobile della 
Piscina delle Rose, seconda strutto 
ra olimpica a Roma dopo quella 
del Foro Italico; il riammodema- 
mento del palazzo dello sport, che 
ha ormai 40 anni; il completamen¬ 
to del Palazzo dei congressi; la co¬ 
struzione di un eliporto, il secondo 
a Roma, nella zona delle tre (tenta¬ 
ne. da utilizzare per gli ospedali 
Oo e Sant'Eugenio, per esigenze 
turistiche, di lavoro o delle terze di 
sicurezza, un programma per in¬ 
centivare la visita di tolti i musei 
dell'Eur e l'ulteriore cura di Luna 
Park, lago e parchi pubblici. 

Tra i tanti progelti anche la co¬ 
struzione. nell'area di viale Ameri¬ 
ca (dove possono edificarsi 
350 000 meni cubi, secondo il pia¬ 
no particolareggiato), di una strut¬ 
tura polilunzionate per completare 
il vicino palazzo dei congressi con 
all Interno anche un teatro di zona 
ed altre sale culturali. Un'altra area 
delta costruzione verrebbe destina¬ 
ta a centro commerciate o ad al¬ 
bergo di media classe, infine, nella 
stessa area e vicino al palazzo del¬ 
le sport potrebbero essere costruiti 
due parcheggi sotterranei per mi- 


gazztna non ha tempo per rillerie- 
re. F. poi quella parola cosi "ufficia¬ 
te" artestare. 

Si lascia sospingere oltre il can¬ 
cellato det comprensorio, su per il 
vialetto die traversa il giardino. Vi¬ 
cino al muretto, lui le dà da scrive¬ 
re Lei si gira, comirvia. sottodelta- 
tura. -Allora, scrivi che tu certifichi 
di aver usto...-. Mentre la ragazza 
esegue, l'uomo le si avvicina da 
dietro con tutto il corpo. La stringe. 
Dice -parole sporche»; cosi, dopo, 
te ha definite la giovane. Lei si di¬ 
vincola. Invano. Passano due per¬ 
sone poco lontano, dentro il com¬ 
prensorio. Lui allenta ia presa e tei 
ne approfitta per staccarsi, fuggire 

Pochi possi. Itei l'incubo rico- 
minerà. L'uomo la insegue gridan¬ 
do delle parolacce, la riacciutfa. Le 
è di nuovo addosso, quando gli 
ascensoristi escono dalla palazzi¬ 
na B. I! loro lavoro con l’ascensore 
è finirò L'uomo l'ha portala via dal 


Il volume -Eur guida agli istituti 
culturali- (lire2Smi!a) ricostruisce, 
ira l'altro, la storia dell'aichitettora 
dell'Eur dal '42 agli anni 70 ed illu¬ 
stra anche con schede \ musei e te 
biblioteche presemi nella zona. A 
presentarlo, ieri, c erano anche il 
ministro Antonio Paolucci (Beni 
culturali e ambientali) c Nicola 
Scalzini (sottosegretario alla presi¬ 
denza del Consiglio per te aree ur¬ 
bane). Paolucci nel corso del suo 
intervento ha detto: -LEur è bello 
Il Palazzo della Civiltà del Lavato la 
pensare agli stondi di Carré. E bel¬ 
lo Lordine uttxmw.vco del quacurrv 
Eur, nonché II suo impianto monu¬ 
mentale. Il mio ministero non pud 
non avere attenzione per questo 
quartiere città della cultura- E 
Scalzini ha aggiunto: -Non cono¬ 
sco il progetto sull'acquario del¬ 
l'Ente Eur. Non avranno finanzia¬ 
menti statali, ma capitali privali 
Semmai lo realizzeranno pero do¬ 
vranno tener conto di quello che 
dirà il Comune Noi invece puntia¬ 
mo alla viabilità di questo quartie¬ 
re Non ci saranno grandi sposta¬ 
menti di ministeri, ma bisogna in¬ 
catenare l'Eur in un sistema di cir¬ 
colazione molto più fluida» Come 
la Tangenziale Est. il raddoppio 
del raccordo anulare e la terza cor¬ 
sia per l'aeroporto di --lumicino. 


vialetto, ma lei ora urla. E i due la 
sentono, corrono. L'uomo fa in 
tempo a scappare via. L’incubo é 
finito. 

Erano da poco passare le undici 
di manina Pochi minuti, ed arriva¬ 
va un'autoradio dei carabinieri 
Qualcuno aveva chiamato if -t 12». 
£ panila una battuta durala ore in 
tona la zona. Ma l'uomo non è sta¬ 
to trovato. Nel pomeriggio nei din¬ 
torni quasi nessuno sapeva. Tran¬ 
ne gli inquilini del comprensorio e 
1 amministratore Chi passas-a per il 
vialetto diceva che si. aveva senrilo 
i carabinieri e poi saputo L'ammi¬ 
nistratore. per timore di provocare 
problemi, omeneva II nome della 
dilla che cura la manutenzione 
dell ascensore. U nome era aerino, 
come sempre, dentro la cabina: 
-Natale ascensori-. È merito dei 
due operai di quella ditta, se alla 
ragazzina non è successo nulla di 
più grave. 


■ £ sul paese della questione so¬ 
ciale che toma a puntare i riflettori 
la Cgil regionate Su quella città di¬ 
spersa e disperata che ormai conta 
a Roma e nel Lazio quasi seicenlo- 
mila abitanti. Giovani in cerca di 
un tutore e uomini a cui è stala 
staccala la spina del lavoro e liutta- 
no da altera, chi da mesi chi da an¬ 
ni. nel purgatorio della mobilità 
dove si vive con un milione al me¬ 
se L'ufficio di collocamento dice 
che questa città conta oggi 568.160 
persone Oltre 300.000 sono quelli 
in cerca della prima -opportunità-, 
gli allri 250.000 e oltre invece sono 
coloro che un lavoro te avevano e 
poi lo hanno perso Tra questi nu¬ 
meri c'è poi l'enclave rappresenta¬ 
ta dai 30 000 che sono in mobilità 
Uomini e donne che hanno un'età 
media di 4S anni. I più ricchi di -sa¬ 
pere produttivo» ma anche i più di¬ 
sperati Pericolosamente vicini ai 
confini di questa realtà c‘é poi il 
popolo delle famiglie che contano 
su un solo reddito e per di più bas¬ 
so. 

Fulvio Vento, segretario regiona¬ 
le delta Cgil per questo paese chie¬ 
de attenzione e risposte. Ma so¬ 
prattutto pretende che ogni parte 
sociale laccia la sua pane -perchè 
nelle vene di quella città e di tutti i 
lavoralon comincia a serpeggiare il 
tarlo dell'insollctenza e la convin¬ 
zione che ai sacrifici latti, al senso 
di responsabilità dimostrato dai 
sindacati non contsponda un 
eguale impegno da parte di tutte te 
parti sociali». 

Sotto accusa questa volta non ci 
sono pete gli enti locali quanto 
quel lamoso-ceto medio-colpevo¬ 
le. secondo Vento, di scarso impe¬ 
gno nel rinnovarsi e nel fornire ri¬ 
sposte moderne e adeguale alla 
città dei 600.000 

■Il Comune e la Regione - argo¬ 
menta Vento - Va loto porte la stan¬ 
no facendo II Campidoglio ha 
messo in campo progetti e finan¬ 
ziamenti per ndrsegnare Roma. Da 
quelli per Roma Capitate alle ope¬ 
re per il Giubileo fino alla sfida per 
te Olimpiadi Ci sono ora tutte te 
condizioni per tar diventare lavoro 
questo enorme sforzo di elabora¬ 
zione C è solo da battere il nemico 
dei tempi lunghi e per questo i la¬ 
voratori sono ai nuovo pronti a da¬ 
re il loro contributo Proponiamo 
da subito al Comune una intesa; 
creiamo un tavolo di confronto per 
lai si che in questi mesi e nei primi 
del prossimo anno si passi veloce¬ 
mente dai progetti al lavoro indi¬ 
cando gli obiettivi e verificando 
passo passo gli elletri sull'occupa¬ 
zione Noi siamo pronti ad accetta¬ 
re questa sfida ma nel gioco deb¬ 
bono entrare anche gli altri sogget¬ 
ti che finora sono rimasti inerti». 

I soggetti senz'anima si chiama, 
no imprenditori, si chiamano com¬ 
mercianti, si chiamano Università e 
ricerca. «Salvo lodevoli eccezioni - 
accusa Vento - come il serio impe¬ 
gno di Mondello sul poto tecnoto- 
gico - la gran massa degli impren¬ 
ditori ha dimostrato un molto delu¬ 
dente impegno nel cogliere te di¬ 
verse opportunità di riprogeltare 
Roma. Restano nella messianica 
attesa degli appalli pubblici, nella 
ripresa senza controllo della spesa 
pubblica e non progettano nulla. 
Non a caso te industrie del Lazio 
hanno una mìnima capacità 
esportativa e concorrenziale. E 
un'imprenditoria bambina incapa¬ 
ce di crescere, che non dà segni di 
vila né di attività né tantomeno di 
volersi attrezzare per utilizzate al 
meglio le nuove nonne sul lavoro-. 

II settore del commercio in que¬ 
sto senso, secondo il segretario ge¬ 
nerale della Cgil, ne è l'esempio 
lampante -Potrebbero utilizzare al 
meglio te possibilità ottone dai part 
lime - dice Vento - oppure le nor¬ 


me che permettono il lavoro nel 
week end. E invece a Roma e nel 
Lazio questi due istituti hanno una 
scarsissima applicazione. Si prefe¬ 
risce il lavoro nero, che ancora 
prolifera, (orse perché è congenia¬ 
le aH’evastone fiscale, Le stesse as¬ 
sociazioni di categoria mostrano 
scarso impegno in questa direzio¬ 
ne e dunque scarsa lungimiranza 
perché pur di non far avanzare la 
trasparenza nei rapporti di lavoro 
tollerano la concorrenza sleale In¬ 
sonni». da questi protagonisti det 
processo produttivo arrivano se¬ 
gnali di vecchiezza, segnali di inca¬ 
pacità ad alirontare te nuove sfide 
cosi come accade per il mondo 
della ricerca e detl'Univeisltà. Que¬ 
st'ultimo dovrebbe essere il volano 
del rinnovamento e della ripresa 
invece produce silenzio. Questo 
stato di cose lo ripeto sta alimen¬ 
tando una lotte insolferenza da 

C rte dei lavoratori. Noi abbiamo 
lo la nostra parte, siamo angora 
disposti a laria per spopolare la cit¬ 
ta dei 600.000 - conclude Fulvio 
Vento - ma il cosiddetto “cero me¬ 
dio” quando inizierà a muoversi?». 

Sfruttavano 
i clandestini 
Denunciati 
23 costruttori 

Sfruttavano 01 evtrecoraenttsri. 
Offrivano lavoro nero e paghe de 
fan* approfittando dal Imo status 
di i la ud aa tt nl.Ada an, reagire 

I m prenditori ad* r oma n i ri se » la n a 
una condanna de uno a cinque erari 
di reckmona por afnittananto di 

stane iTopere di ettraeenumttari 
fliniiiOri 

SM Inprendttori-diagli agenti 
dsN’uMdo stranieri daga 
Questura, dbet* dal dee questore 
Foratilo OsdottL hanno ladMdusto 

o denunciato a ptodt «raro, sono 
stati cotti sul fatto, In flagrante, 
mentre reetutraw poi I loro 
esatteti ctttsdN dorasi rumeni, 
potoocW an nodi 
Da tempo il rioe questore Qadottf 
organizza sorTOd ti provaariane o 
ropreeelono dei fonamene che -non 
può essere pa rag onato-ha dette- 
a Qual lo dal capotato!». In quatto 
caro Matti, fu predaste I 
vtcsq atsto re, non cristo una 
organtoadono di panano Ciro 
prende la percentuale tuia 
giornata lavoro dado «ramerò 
coma avviene ad esemplo In Fughe 

oki Cara pania pm la raccatta di 
pomodori o altro. -Sono quasi 
aaar pregi stasai Imprenditorie 
•oro delegati che Infamano fa 
mano d'opera che di w-Ka In rotta 
gtt necessità per ttmoriedM-, MaU 
fenomeno * drifuto ed I luoghi deve 
« posriba* trovare ogni giorno 
mano d'opera In nato sono 
conoac lutteslml tra gH addetti al 
lavori. CO una vara e proprie 
mappe rial posti dova al radon ano 
gl I «traoomunttari che al offrono 
tal mercato por BO-ao mila greti 
«tomo. Tra questi, tarda Catana 

alla Btngkasiana, la dadi 

Vemrtetno, In vta Fremire TOgHattl. 
aTor di Quinto. 

NetCoperazions di martedì scorso, 
oltre aghi" pronatori, sono stati 
IndWduattbsn J20 
entree rari unit a ri p rW di logge di 
soggiorna. Quest) tono stati 
Mentmcafldagl agenti draga 
hanno poi MtrtMeatoH 
prswedMMUto di espulsione. 


L'estrazione regionale dei premi 
abbinati alla sottoscrizione nazionale: 

"HO DATO I SOLDI PER LA RECLAME DEL PDS” 

è fissala per venereII 22 settembre alle ore 19,00 presso la 
Festa de/IVniià di Roma, Castel S. Angelo 


gliata di macchine. 

«Mi aiuti?». Quattordicenne attirata in un vialetto da un uomo di 50 anni 

Molestata mentre toma da scuola 
La salvano due ascensoristi 

A LISO AND IIAÌÀÌUÌL 


» 

















festa. Intervista con Samuele Bersani, in concerto questa sera al Castello 


Mercoledì 20 settembre 1995 


«Io, figlio di freak 
vorrei cantare fiabe» 


Piace tanto alle ragazzine, ma è apprezzato anche da 
molti «grandi» della musica italiana, da Dalla a Fiorella 
Mannoia. Samuele Bersani questa sera, alle 21,30, alla 
Festa, «Mi piacerebbe fare un disco di favole, ma ci ha 
già pensato Sergio Endrigo». Dalla «poetica del fanciulli- 
no», di pascoliana memoria, all'Incontro con i Take 
That. «È come quando vai al luna park sulla nave pirata, 
quando sei sù ti viene da vomitare». 

MAUfMXMMU'MM 



■a GlielTianno chiesto 200 volle e 
lui ormai è stanco di raccontarlo. 
Samuele Bersani non ce la fa piti a 
ricordare di quando nel 1391 riusc 
a far avere a Dalla una sua cassetta 
durame un concerto a San Bene¬ 
detto det Tronto e Lucio lo volle su¬ 
bito sul palco, portandoselo dietro 
per tutto II resto del lour. «È una co¬ 
sa della quale senio un po' Il peso, 
mi tiene psicologicamente fermo - 
dice Samuete - sembra che io sia 
solo *000110 della cassetta-, Da al¬ 
lora infatti sono successe molle co¬ 
se, due album di successo, un in¬ 
setto in un magazino televisivo su 
Italia I. un suo pezzo scelto dall'e¬ 
sigentissima Fiorella Mannoia. 

E con Dada? 

-Vivo a Bologna ed ogni tanto cl si 
incontra, a volte quando finisco 
un brano glielo laccio sentire, ma 
non è un rapporto soffocante. 
Certo, lui è stato dietro a molti 

K eui e da preziosi consigli. A 
onl, per esempio, e successo 
esallamente quello che sla acca¬ 
dendo a me. Devo dire che Dalla è 
uno che ama sfate dietro ai pro- 
geui dogli aliti. Ora, per esempio, 
credo stia seguendo il disco di 2e- 
nubi e quello di Miilngo, l'arcive¬ 
scovo esorcista-. 

Per la Mannoia ha «fritto Cwy 
boy-, Usarti* noi mh> «|Um« il 
booti un rapporto dio an* doni 

«QuimcSfrni è slato chiesto di scri¬ 
vete per lei * sialo un momento 


■ Continua l'iniziativa de' L’U¬ 
nita di aprire uno Sportello dedi¬ 
cato al cittadini all'Interno della 
Festa. È un'occasione per voi per 
denunciare, tacconiate a noi 
cronisti fatti, vicende che vi ri¬ 
guardano e che ci riguardano. VI 
aspettiamo ogni sera alla Festa 
presso lo stand de L'Unità dalle 
20 alle 24. Presso lo stand trove¬ 
rete anche una scheda per dare 
un voto olla Festa Avete la possi¬ 
bilità di -confessare- cosa non va, 
apportare le vostre modifiche, 
suggetitecambiamenti. Alla line' 
del sondaggio si potrà cosi deli¬ 
neare un progetto di Fesla ideale. 
Ecco di seguito le testimonianze 
di alcuni di voi sulla città in cui vi¬ 
viamo. 

Tempi duri per I motorini 

sartia parcheggio 

■A questo mondo c'è qualo¬ 
ra) che vuote male al guidatori di 


Importantissimo delta mia cartie¬ 
ra e da li sono nate anche altre 
collaborazioni. SI, probabilmente 
con Fiorella ci sarà ancora del la¬ 
voro insieme*. 

Hai gtt Iniziata a scriverà a su- 
toriaie dal tuo p rem u ra eneo, 
che tipo di «tari* racconterei? 

-Per ora ho solo dei bozzetti Mi è 
sempre piaciuta l'idea di liaba, 
ma c’è già sialo Sergio Endrigo 
che ha fatto un disco di favole 
Quello che scrivo sono dei rac- 
conli seri, contemporanei, ma fil¬ 
trati dall'otiica del bambino, met¬ 
tendo delle cose spiazzanti che 
possano sembrare assurde al pri¬ 
mo ascolto, e che poi si rivelano le 
chiavi di lettura della canzone- 
-Do Chicco o Sputo In poi Mi 
•pomo raccontato spaccati di 
mtcrocrtmtaaittà. perché? 

-Sono molto attiralo da quello che 
è più sporco di me, non per spe¬ 
culazione o per retorica, cereo di 


t-riiurv i min vau vruiiuvo rota u 

Famiglia cristiana. Mi diverie inve¬ 
ce descrivere l'umanità di queste 
persone, più del latto che sbagli¬ 
no nelle loro azioni, li fotografo 
nella loro Ingenuità- 
Corno cl al >aato iwl pam» det 
l’srttsU • ga na ra risae i i ? 
Spesso mi accorgo di pattare della 
mia generazione, ma non per fare 
il protela, semplicemente perchè 
anch'io sono uno di quelli che 
non hanno vissuto ma hanno vi¬ 
sto. Sono della generazione che 


OttHdwt tartufi 
luminati dal precetto 
Magica • taati cocktaH 
<M taawtro tolto shaker 

fami sitar r ambirti I r n irn rals i l 
Dato salsicce allo ottricha-. Ed 
eommaotoptU fregaonta alto siaad 
deil'O s tr lch er ia . assoluta noria 
della testar! quart ana», le 

compagna dato XV* unione 
etreoscrtrtonato cria gestiscono lo 
spato gastronomi» toc Usano to 
battuto con dMmoKun a servono 
taaolari, oatrictw o tartail bmaftott 

dal classico prosecco. E aeri 
maacaaogU atterianatt: asmi noti 
«omo I batterista a coai poattore 

Torri Esposto, te p ros t ri ate dal 
Pds W*Be Tedesco appassionata 
di a relusct r i. 

Atmosfere uri al caria coeeerto. 
Qui te nota dal piano bar «amo 

avanti ritenete fino a notte 
Inoltrata, quando ItoMM ti 
arestano • cala R atonrio. 
Tuffan ti masl c a al «adiri, tosto 
qui ogni san un cambialo di -Ora 
tardb par ascolterei concerti Jazz o 
guatate I tea* tonto o I cocktail 
preparai! da to t aasH» ; tubara ti 

Untitelo rt Pagi!» Manto, redfca. 
bitter, preascco. ar an d « U ntore 
«alletta di Mocbaro), Street (0a, 
orlata, arreco di (mona a «prits), 
tortore (arreco a spladM 
d'ananas, rem, Campai*, sta aneto 


Mary, Magioni, Manhattan.- 


ha 11 cervello bombardato come 
se avesse vissuto 80 vite, ma in 
realfà te ha solo sentite raccontare 
o gliele ha girate quatcun altro-, 

E ad aprire inreco i consorti tts- 

ttani dal Tabouret? 

•È come andare a luna parie, salire 
sulla nave pirata e poi, Quando sei 
sù, li viene da vomilare Cl ho pen¬ 
salo due volte, poi Ivo accettalo 





La tetta del Unità 


quando ho capito che non mi sa¬ 
rei corrotto più di fante. Dopo so¬ 
no andato a rifarmi a Sonoria, lui- 
l'albo ambiente-. 

Oriento Cri di -frtcchottom- In 

Sare nate Banani? 

•È una cosa che ho analizzato dal 
di fuori, con ironia, fio descritto 
quello che condividevo e conte¬ 
stavo E pollo sono liglio dei "tigli 


SPORTELLO CRONACA 


motorino- Lo sfogo è del signor 
Alessandro Ctorba padre di due 
ragazzi possessori del prezioso 
mezzo di locomozione che da 
qualche tempo, come avviene 
per altre migliala di «motorinisle 
romani, sono perseguitati da nor¬ 
me stradali, a suo dire, non eque 
Il signor Ciorba si lamenta del fal¬ 
lo che in caso di parcheggio so¬ 
pra il marciapiede la multa previ¬ 
sta per i mezzi a due ruote preve¬ 
da la stessa citta delle auto: 
!08mlta lire. -Le sembra giusto 
che i miei figli, ambedue univer¬ 
sitari, debbano pagare contrav¬ 
venzioni salatissime perchè sono 
costretti in genere di Ironie all'u- 
nIvenHà. a parcheggiare il molo- 
mio sul marciapiede perché non 
esistono adeguali spazi riservati 


alle due ruote?- La protesta del 
cittadino cade anche sulle tariffe 
esosissime dell'assicurazione, 
aumentale di olire il 50 per cen¬ 
to 

Qual tornatati -garieotti- 

« San Giovanni 

Nella zona di San Giovanni da 
qualclie tempo a questa parie il 
sistema dei semafori non funzio¬ 
na troppo bene la sera tanfo da 
causare situazioni pericolose per 
gli automobilisti Lo denuncia il 
signor Giorgio abitante della zo¬ 
na e da tempo preoccupalo dal¬ 
lo spegnimento repentino, alle 
23. della normale alternanza fra 
verde e rosso in un momento 
della sera con molle macchine 
ancora in giro. -I semafori diven¬ 


tano troppo presto gialli in una 
zona irafficalisstma anche di not¬ 
te - dice il signor Giorgio - qual¬ 
che giorno la ho assistito ad un 
pauroso incidente che ha coin¬ 
volto due vetture proprio in pros¬ 
simità di uno di questi semafori-. 
L'area della città interessata dal 
disservizio è quella dell'Alberone 
in particolar modo gli incroci tra 
via Appia e via Vernina e Ira via 
Vetreria e via Tuscotana. 

CHI ambulanti dameggiati 

Ma RFtod aiuta? 

•A Roma al cenno non si può 
più lavorare, per noi ambulami 
"normali' l’attività è diventata un 
inferno'. Lo dice con disperazio¬ 
ne Dio Montani, venditore am¬ 
bulante dì bibite e panini da mesi 


fR iforno 

fastello 



dei fiori", mia mamma ha 43 anni, 
vicesindaco per IO anni det Pei, il 
mio babbo è musi: bla e musico- 
terapeuta ed una settimana la si è 
aerino ad un cono di marionette 
e burattini. Quando ho avuto una 
storia con una ragazza che non fa¬ 
ceva altro che Imitare quel feno¬ 
meno non ho potute lare a meno 
di notare le differenze- 


semidisoccupato perchè i posti 
migliori della città sono presi da 
chi ha amici molto potenti in al¬ 
to. -È ormai una consuetudine - 
attenua il signor Montani - che a 
noi ci levino le soste. Facciamo 
ricorso al Tar che puntualmente 
ci respinge l'istanza. La questio¬ 
ne è che. a dire del signor Monta¬ 
ni, ambulante aderente al sinda¬ 
cato di categoria Apuad. la stessa 
prassi non riguarda alcuni altri 
wendilon. soprattutto quelli di¬ 
pendenti del gruppo Tredicine, 
che continuano ad operare nel 
centro storico indisturbati. Come 
risultalo il signor Montani è da 
mesi costretto a frequentare zone 
marginali e poco redditizie della 
città. -Chiedo un appoggio del 
Pds e di altre forze politiche-, di¬ 
ce. 

Testimonianze a curo di 

Enrico Pulcini 


MMTTtTI UteCO Cumuli 
IS.» -«au to • Murarne u Mm 
►sm u ra to ta ree» - con Piero Fa*. 
Wiodeltaaegreteriannz-cmsiePdS: 

Giulio Calvfir. coordinatoro razio¬ 
nato della S novo giovanile. Nicola 
Zingtrsni, «rasmanto luay: Salim 
Besialcrc. «indaco di rutta; Philip 
Cordane scorciano ombrale das 
Unir (arocUzMOona giovanile 

Psa! 

SPAZIO SELTRArtONtO 

USI Rassegna di musica classica. 
•ISO ami Si rt aa— . Omaggto « 
Inchino visconti, concerto do! pra- 
, Hata filanto Caiu9o. musiche di 
Baio • Marmino ohe saia piacente 
alla aerata 
ARENA PICCOLA 

ZI .SS Barcata PatomMIII pimenta Ida 
Magli. -«tarla laica «alto «ama ra- 
a stola- Ed Longanesi 

SPAZIO CINEMA 

ISSO -Petenti a l'Italia 2» orni do*o- 

tncentio con fiorone. Lizzani, M, 
Tullio Giordana, Dacia Marami. 
Gonrudo Sortirli Coen dina A. Jorno- 
to. 

ZI» • L'Innocente- di L Vlaconu, a Sf¬ 
ami» <onif «in coccodrilli- di Q. 
Campioni 

SPAZIO TEATRO 

ZI.» - Matrimoni I «ani di icona- di a 

con Lucia 6*tassa. Giuseppe Mena 
Laudisi 

22 JS Torio 0 pretesto In -fienete * un 
paaarisema- di Cocrteliln. Valer- 
Un. Petroli™: con Gclhedo Totani, 
Sandra Stamigna. 

PASCO CENTRASI 

/T JS Concerto di Samuele Raraant. 


CAPPE CONCERTO 

Z1.4E La nuova canzona Concerlocon 

Giacomo Alvlano 

eseguire piano par. 


SPAZIO MATTITI CENTRALE 
ISSO 4laMlee« a lerara. Un anno «tri- 
auto», irlervonoono Manto Ama- 
n. M. Da Luca. S Partalo dello Coo¬ 
per alitai di assisterle e vplpnieiia- 
lo. Goffredo Bottini. Fulvio Vento e 
Marta Coscia 
SPAZIO BELTÀAM0NT0 
is.es Ree nel del planata Attorto Caru¬ 
so Musici» di fìeelhoven. Chopln, 
Malsamura Blasoni che sarà pia¬ 
tente ai concerto 
SPAZIO CtNEIIA 

21 OS -Ari» Giovanni- di J. Losey. a se¬ 
guite cortometraggi 

SPAZIO TEATRO 

*14» rOran Gala- aerino a direno da 
Claudio 0'Amlco. 

E24S Esibizione di scherme apenacolo 

ASINA PICCOLA 

ISA» -Vane to me Irta mutuato tea- di¬ 
toni» euirimmtgrazione con Luigi 
Manco». Silvio tu Francia. Mauri¬ 
zio Bandure!, Delle Pozzi. Pner Sc¬ 
riva. Mohammed Manaurt: coordi¬ 
na Maria desu» ae louides 

21 .SO Incorno con l'autore. Giuseppe 
Fior, -Il Vandtoera-Ed Garzanti 
2240 Claudio Fenato -Anni azzurri 
iportaceriumedegllannise.. 
PAIC0 CINTA AIR 
21.10 Concertod! Dartela Stare SPI 
CAFFÈ CONCERTO 

21.40 Sfilala di moda di giovani aulisti 
organizzata dina Cna di Roma In 
coltapoiazionii oon la taci Multime¬ 
die; a seguire ciano bar. 




Partecipa al "gioco' 
dell'Unità 
“Oiamo un voto 

VM all'Estate romana' 1 

Qrifrno - puoi» - Dttrrato - Sufflclsnte - Mediocre 

Luogo 

delle menHeettzIPTie l 

Cartellone 



Punti di ristoro 

; 

Parcheggi 

• 

Servizi igienici 

Magia II coupon « IsM pervenire «ITUnilà 

Via dai dna Macai. 23113-00197 Roma - Fa»; 6796232 -Tel: 69996283 


L’ITALIA CHE VOGLIAMO 

li Centro e la Sinistra a Pietralata 
Dai 15 al 24 Settembre 


I àm -i-liiT-ii ■ il i f ori;: ■ . i >'ii»i«ai4 ; Ki i iia 


Tutti i giorni dibattiti, musica e giochi 
Stand» gastronomici per tutti I palati 

Pds - Ppi - Comitati Prodi - Ass. Culturali - Comunisti Unitati 


Contro Poifvstontt « Terapie PsicoirUsUchs od ABsmsttre Integrate 

Sedo letapio e laboratori: V E Pea, 20 (Lau renano 58) 

Con II Patroolnte dette PROVHCt» di Rome 

informa: 

che naia nuova aedo al svolgono le seguami «fintai 
• MUSICOTERAPIA 
• DANZATERAPIA 
• PSICODRAMMA 

• TECNICHE DI RILASSAMENTO 
• LABORATORIO DI ARTI PLASTICHE E VISIVE 
Seguila da pratos Storino «ameni* qualifica». quaaie lerapre sono ottonale ei por- 
Mlori d handicap pstoofiieo e paWnamco aovf. medio-grata e grevi di ogn e» 

PER NiFOftblAZIONtt 8o«a Legale Aea, I4ÉTNEXB, rie Apple Nuova, gì 
MIN Roma - Tri2Faz: T0404S70 


i( Tennis cCuB “JLe Cottine " 

indice una Leva di 'Tènnis per ragazzi e ragazze dagli 
S ai 16 anni - i corsi inizieranno il 1° OTIOWRS. 


IPer informazùmi, tei. 9408555 


...E IO PAGO! 


i CON L'UNIONE DEGLI STUDENTI... 
... STUDIARE COSTA LA META 


CONTRO I LIBRI CARISSIMI 
IL MERCATINO DEL LIBRO SCOLASTICO USATO 
VENDIAMO AL 50% 

Fino al 1° ottobre vendiamo e ritiriamo libri, 
per le scuole medie Inferiori e superiori, 

In Via dei Glubbonar! 41, 

dal lunedi al sabato dalle ore 10,00 alle ore 19,00 

P^ì 8EBfSTijnsi23©Ji3 


ISf 


7 Studenti di «orna 


Presidenze 
Regione Lazio 
Provincia di Roma 


Assessorato Sport e Cultura 
Regione Lazio 
Provincia di Roma 
Comune di Roma 


Il Gruppo Ciclistico “Claudio Villa" 

In collaborazione con la Lega Uisp Ciclismo di Roma organizza 


DOMENICA 1 OTTOBRE 

una giornata di sport e solidarietà 


manifestazione in favore dei bambini della ex Jugoslavia e del Ruanda 

programma dal clctoraduno: 

» ore 7,30 ritrovo in piazza S Giovarmi Bosco (quota di iscrizione L 5.000) 

• ore 6,30 partenza (percorso Roma-Ostia) 

• ore 9.00 gare per bambini (sprint e gimkana in collaborazione con la Fci) 

• ore 9,30 gare di minlmolo (circuite di via Arrigo Solmi) 

• ore 12.00 premiazioni e cerimonia conclusiva 


interverranno rappresentanti delle istituzioni e del volontariato 


Informazioni presso Liberati Sport, 
Viale S. Giovanni Bosco 42/46 Roma 


Gruppo Ciclisticci'Claudlo Villa' 
Via Tuscolana 1379 Roma 
Telefono 7233181 





























Mereoledì 20 settembre 1995 




Estasera 


• Vonuila a Roma. Questa seta la rassegna del Rim del 
I ullun .1 Moslra cinematografa a SI sposta a Trastevere al 
I Altazar veirà proiettato Xich Lo - Cyclo i : film del vieina 
nula Ahn Hung Tran interpretalo da Tran Nu Yen Klie vin 
i. dure del liacw d oro loie 16 2C 15 2230) al Soma Un 
.ip/jed di di Douglas Kèeve (ore 17 1845 20 30 22 30) 
Nella sala I del cinema Intrasievere Gmlunp di Gerard 
Su mbndge (ore Ib 10 20 45) e Labalkx, selva/es di Mar 
«cloPmeyro (ore 18 15 22 30) nella Sala 2 dello stessuti 
noma II venlicaiore di Stefano Incerti (ore 17 30 20 50) e 
Dcniai jrn di Amos Guai (1815 22 30 ) Ingresso lire fintila 
per gli spettacoli pomeridiani 8 milu per gli ultimi due spel 
I. coli 

• Tenda Comune. Alle 21 la Premiala Dilla piesenta Pre 
/croco ridere In piazza Gregonopoli (via del Mare) - Osila 
Amica- Telefono80 71 951 Biglietto lire lOmila 

• Festival d’Autunno 1999. Alle 21 il Tanzlhealfier 
Wuppcrtal direno da Pilla Bausch presenta Nettoi di Pina 
limiseli Scene di Pelet Pùbsr cosluini di Marion Clio dram 
mainisi ' 1 Ruimund Moglie Regia di Una Bauscli Presso il 
teatro Argentina -largo Argenlma 52- informazioni e pre 
noia/ioni biglietti dal lunedi al sabato (ore unii 15 18) 
Kit Inno f >8 75115 688010 01 2 Biglietti 50mila JOrmla 
c blindi Ute 

• Palazzo delle Eepotfzkml. Continua la retrospettiva 


dedicala a Clnt Easrwood alle 18 
77ic Gounfer L uomo ik! mirino 
alle 20 30 Bronco Bdh I Rim sono 
in versione originale coti traduzio 
ne simullanea In via Nazionale 
191 ingresso lire 1 Ornila ridotto 
firn ila tesser 1 per quattro ingressi 
lire 20 mila 

• L'Italia che vogliamo. Comi 
nua presso gli impianti sportivi 
•Fulvio Bernardini- a Pielralata la 
mamteslazione popolare delle lor 
ze di Centro e di Sinistra della V Circoscrizione Oggi alle 18 
dibattito su -Nuova organizzazione dello Stalo federalismo 
Rscale e istitunonale- Intervengono Luigi Petnm (Lega 
Nord) Vincenzo Vist.o (Pds) Leopoldo Elia (Ppi) e Paolo 
Guerra (Comunisti urntan) Alle 21 musica progressive con 
i MoldenHoutr In via L Pasini Pietralaia ingresso gralui 
io 

• Passeggiate nella storia. Alle 17 e alle 18 osile guida 
le all Anuquanum Alle 2tl 15 passeggiala notturna tra le 
lontane lllnerano da Piazza Navona al Pantheon appunta 
mento davanti alta chiesa di Sani Agnese in Agone Alle 21 
21 30 e 22 30 visite guidate ai Fon imperiali Biglietto lue 
12mila 16 mila |>er un carnet di 1 tagliandi Per inlormaz»- 
ni e prenotazioni telefono 14 53 3% 

• Festival del Teatro Urbano Alle 19 30 blitz sulla linea 
A della metropolitana a cura dell Abraxa Teatro partenza 


dalla pensilina della fermala -Olia 
viario- sosta presso la fermala 
•Barberini» e presso quella di -Ter 
mini" e nomo sullo stesso percor 
so Per inforni azioni tei 

65 71 41 11 Ingresso libero 
• Concerti del Tempietto. Alfe 
21 il pianisi» Giuseppe Casaro 
esegue musiche Bach Gershvan e 
De Simone Presso I area archeolo 
DouglasKeevs gita del Teatro di Marcello in via 

del Teatro di Marcello tei 

18 14 800 In caso di maltempo il conceno si terrà nell adia 
cerne Basilica diSan Nicola in Carcere Ingresso lire 2 Dmila 

• Venezie video. Alle 20 30 Appurili pei un film so Tono di 
Roberta Torre Seguirà Cyrano e i suoi fratelli di Anlonello 
Agliom Presso -Bibli- in via dei Fienaroli 27 tei 58 SI 097 
Ingresso lire 8 mila 

• Musica e musica. Alle 21 la Scuola popolare di musica 
di Tesiacao presenta Saxophome un quartetto di sassofoni 
esegue composizioni originali e slandards iazz Presso la 
teirazza di via di Monte 1 eslaccio 91 

• Ora ma Studio. Alle 21 15 Don Tomaio fu Tali) di Vm 
cenzo Cerami regia di Walter Martire con Andrea Ttdona 
Rosalba Ammendolea Fulvio D Angelo Gianni l’elfognno 
Nino D Agata Presso >1 Teatro Politecnico via G B Tiepolo 
12 telefono 32 19891 Ingresso lire filmila lesserà lire 5mi 
la 



TranNaYaoKhe 




VISITE GUIDATE 


STADIO DI DOMIZIANO 


Questa Mia I 'ussoc tallone -Citta nave otta- vi accora pagae >a nel a vi «Ita 
dal sotterranei <1 piazza Narana. per vederti resti detrtni ponente stadio 
«NOomld ano. di cut bt piazza con serra perfettamente la toma al Ittica. 

Delie possenti arcate su pilastri di travarttn o sotto al palazzo In a di piazza 

Ter Sangdgna ai resti che si trovano sotto la chiesa di Sant'Agneee 
Appuntamento alle 21 In pi azza Sant Apoi beare davanti ada chiesa Ura 

ÌOXWQ. Por hKotnuiixw tot. 32160 S 9 . 


Riaprono Gilda, Jive, Alpheuse Frontiera 

Nelle discoteche 
toma il tempo 
della «movida» 


■ .Scilemine riapriamo 6 tempo 
ili inotvrtd Dopo la fiausa estiva 
din cicche e live-club lucidano le 
piste e accendono i microfoni per 
in gioia dei nottambuli mondani o 
alleni,ilivi che siano Gli apripista 
<l< Ila stagione sono il Qlda ineon 
li,«lato tempio dei vipe dei politici 
delle repulililiche Primo e Seconda 
, In nparte questa sera cosi come il 
fin di ma Li bella inenlrc domani 
locclicr.’l «Il Afpheus. al Froulierae 
ulk Conino In il ristorarne di 
piazza Rondatimi che per questa 
stagliine rispolvera la formula delle 
uligini e alla gastronomia affianca 
iiiosln «intontiiconditoti 
I Vip, iste diverse per le diverse 
amine del pnixlo della norie con 
mi ilio t untume e qualche novilà 
(,li iiliccuukLis del Gilda troverai! 
no al posto del piano-bar un risto 
rutile ( Gililn /(ustono) e anche un 
harmafi canterino (he tra un long 
drink e I altro si ( stbirfi dietro il 
luna orto Per II n sto la fortunata 
( natura di Gialli, irtoBomtgia farà 
lare le ore piccole con la formula 
(li sempre dam e-music accorri™ 
g tuta dalle esibizioni di unglnali 
(KT/orOier v sopiftiluWo una lunga 
Ina di «.dehnifi- da invitare ogni 
qu il velia sp ne presenti I occasio 
m (Alasi imperccllibili i cambia 
mi nli per il Im i on Bentiy Fore 
sin ri impegnalo a re reare la già 
litanie dtnvoslern elle a via labi Ita 
si A ire-pirata Imo alla chiusura di 
in mesi fa Tania buona nimica 
da .l* i Ilare e da ballare lino a noi 


le tonda per ta grande festa di 
apertura di questa sera saliranno 
sul palco ben cinque gruppi - Ka 
roti Jones Mi Duende Lingua Blu 
Second Floor e Tre elvelle sul co¬ 
mò - e poi il palinsesto seguir» una 
-scalena- scilimanale Tornano e 
raddoppiano i olmi caraibici del 
Laun Pive* (il martedì e il vener 
di) i giovedì saranno in stile anni 
Settanta c Ottanta con -Revival Ni 
gin- e il sabbio sarà occupato da 
leste evcnlo- 

E domani ancora due inaugura 
ziom Sari una delle grandi Icggen 
de della musica africana a dare il 
via alfe attività dell Alphous reduci 
da un lour europeo sbarcano in 
via del Commercio gli -Osibisa- il 
groppo che negli anni 71) provocò 
una piccola nvoluzione musi, ale 
con 11 suo rcruss cross» di suoni per 
russivi misti e che oggi propongo 
no un mix di ntmi caraibici rock 
latin iazz o rhvtm n blues Un ap 
puntamento da non perdere E 
sempre all Alphcus ma sabato 
ormeranno lesini he gay c Ir,nu¬ 
da rulla Italia per -Mucca Achilli» 
versione nazionale della onnai ce 
fobie -Muccassassina- Saranno in 
vece gli Elzapoppin aò aprire )c 
danze al Frontiera che domare 
inaugura una stagione che il musit 
club di via Aurelia prennniincu re. 

• .1 di eventi se non albo per coll 
formare il successo ottenum in un 
solo anno di alttviià che gli Ira latto 
guadagirarc un posto di mito ri 
«frollo nelle notti dei tiratardi dello 
capitale ifieM 


ì VX 





(HAI ma meg retta 


Ai ma meg retta e «Assalti Frontali» all’ex Mattatoio 


Reduci dai successi dei foro tour che N ha 
portati In tutt» Italia gl Aknamegretta temano 
quatta aara a Roma, al VUiagglo Globale. « por 
la prima «aaaaNNtPMltgN Assalti Frantati 
■contro Iprocestietaropreaalorc.asostegno 
dal compagni proce watt- Uu aerata, 
aotioacrizloae con II dapiloe otoietttvo di 
rilanciare llnizMitiv» politica dei centri toc Itile, 
soprattutto, raccogliere tondi per «ottenere la 
spese legali degli ottantaelnquo ragazzi 
denunciati per «assodarkma a delInquera- per 
ave» partecipato alla rioccuparione dei cantra 


sociale La Torre, sgomberato a più riprese Fini 
ponici e, come mezzo, Iritmi del gruppo 
napoletano, u“ Incori(ondPrile mi* di Mach 
meste e melodto medttwranee con 
contaminazioni dalle eoe orila dell'Africa 
tribale, tino al -riuh- aironi (Motti alla «ola base 
ritmica condri»! massicce di echi, riverberi e rari 
effetti sonori E se furto, 0 recupero delta parte 
piu aita della tradizione partenopea, capace di 
parlare, ad un vastissimo pubblico 
L'appuntamento e alle 21 alfe* Mattatolo, 
l'Ingresso e a sottoscrizione. 



■ Si prepard un invogli iute 
un h i ruAnuui «It Còmi pre 
Indili gnivtdi nell Auditorio di 
via I uni illazioni con la ìccoikAi 
i li IJiiinla di Bcothovui td ili 
, insilili ninnili grafo dilli irn/o- 
ini txc dui voi udivi limilo (la ( h 
risii,in lira k-ni.inn ) die si n pii 
i ano re hcrtli pi r mnlroilzdri sa 
i ilo i Vili-ri mi Ohi mi Teatro 
di II Union, ilk 21 k dm Srnfir- 
i,i , uiattgtiriino vilt-imcn i liti la 
\\Y (dizioni di I Testivai Barra • 

< (I 

Si,mio m freno invili mi 11 


Il maestro Franco Marinino dalia Festa dell’Unità aH’Oratorio del Caravita 

Un weekend sulle note di Beethoven 
A Viterbo parte il Festival Barocco 


È pronto un invogliarne weeh end musicale Si inaugura 
sabato, a Viterbo, il XXV Festival Barocco Christian Tlue- 
lemann dirige la Sei onda e la Quinta di Beethoven che 
esegue a Roma giovedì e venerdì Abbiamo le ultime pun¬ 
tale della rassegna classica alla «Festa de / Unite i» Si napre 
alla musica I Oratorio del Caravita dove «Roma Eterna 
Produzioni» riporla al pianoforte Franco Mannino che 
suonai melotoghi da lui composti su poesie d oggi 


t*A*«OVAU«TI 

vi i telili sabato (' domenica hun 


no un loro prestigio anrlrc qui a 
Roma C ò Beethoven c ò lj i on 
(.lustoiit- de Ila rassegna i lassa a 
alla lesi,! dell Unita I ramo 
Maturalo del (piale abbiamo an 
loraqualiosa (Iriditi sarai!prò 
i.igomsta domani ili 15) del 
( uranio pianistico di Allx no 
Canisnelti in un "Rei Irvnoiito- 
di (Inalo a late Inno Visconti po¬ 
si ni i Ira illre pagaie la li rea So 
n, ili di Molinaio s I Atfaqroioni 
posto per II litui L IniKKitile Sa 
liuto are ora a l asti I Nini Ange' 


lo c ò il torneilo ,i livore dell II 
niu 1 con Franco 7ennaro ihe 
suona un Loiucrto t)er pianoforti 
e uiiltexlia di loscph Haydn 
L tire hi stia sintonica del I tdo di 
(baia diretta da Nereo Zampa, n 
com(<fotti 4 programma am la 
moz tri lana Sinfonia K 209) Do 
mt n k a si i oi k lutto il i n io -e Ias- 
sicii- con niu.su ht del leiti|xi di 
Danlr t la le lima di tre Canti de! 
link in» (111 Ve XXVI) affidala 
a V, ili, r Maestosi Ulta serata hi 
cullai a unzioni crai Li rivista «Mu 
su ali t 

Ni Ila sfossa domi ri* a <tlli 21 


si riapre alte aitivi la inusicali IO 
raion» del Caravita 17111 -Roma 
Eterna Produzioni- restituisci 
Franco Mannmo al pianoforte 
t come splenduto pianista debili 
lò nel 1910 a Roma clic aveva 
sedi, i anni) Ci sarà una serata 
con il pianoforte volalo alla poe¬ 
sia Mandino stesso (aveva ab 
barelonalo la tastiera per reuma 
Ita™ alle mani) suuneià le musi 
che da lui composte per cinque 
poesie di Maria Luisa Spaziam 
rei itati da Fabrizio Gilura non 
il)ò per la rauotia poetila di A 11 
na Lucchian intitolala / Anima 
1/1 cnskilh e dii,assetto poesie di 
1 oinmaso Romano I versi dell u 
na 1 dell altro Mino adulali alla 
rei ilazionc di Antonio Pierfeden 
ci C un momento felice nella vita 
di Mannino compositore 1 direi 
lori d orchestra oltre che piani 
sta 1 «.nitore Bompiani gli ha 
pubblicalo tri libn e tempo la 
una sua tragedia r sfata rapine 
si mala a Tivoli II, onci-no sarà 
replicato v lit vaglia il 2 h nel 
quadro di Ile mamfeslazxini dii 


la Sagra musicale umbra 
Ce ancora da segnalare nel 
iPeek-end di cui parliamo la se 
rota di venerdì dedicata a Castel 
Sant Angelo alle trascrizioni di 
Fhtz Kreisler presentale dal Duo 
di violino e pianoforte Matteo e 
Massimo Bendmetli 
Al Festival di Viterbo si avrà 
domenica la prima detto Ire mal 
tinaie domenicali affidate alla 
folcale scuola musicale comuna 
le Nel palazzo dei Papi alle 11 
si ascolteranno musiche di di Ba 
eh Marcel Torelli c Vivaldi con 
intervento di violini oboe e troni 
ba II secondo sabato (30 set 
tembre) porterà al Teatro dell U 
mone il lamoso complesso fior 
tughese -Mad redeus- Per quanto 
riguarda I Oratorio del Caravita 
diremo 1 he sono previsti il lune 
di concerti per giovani e anziani 
nonché addirittura spettacoli 
doperà Con la collaborazione 
del baritono Leo Nuca si rappre¬ 
senteranno in minvallestimenii 
lìniierfly Boheme Truciola e Ih 
gufi Ilo Mica male I idea 


ENSOR IN MOSTRA A PALAZZO RUSPOU 

In centotrenta incisioni 

la graffante satira 

di un artista «perseguitato» 


■NHICO QALAJAM 


m Mostra importarne questa che 
si tiene a Palazzo Ruspoli fonda 
•ioneMeritino (piazza San Inren 
zo in bucina 13 orano 11-19 Fi 
no al 1 S ottobre)di incisioni del 
pittore belga James Ensor (Oslon 
da 1860 - 1919) proposta dalla 
Krediettxmh tniullaborazioiiecon 
il Dipartimento Atte del Ministero 
della Comunità liamminga ilei Bel 
gto e I Ambasciala del Belgio a Ro 
ma L esposizione i composta di 
130 opere che per la prima volta 
tutte assieme possono essere viste 
a Roma Ed e un occasione piu 
unica che rara per far conoscere il 
foiedi uno dei piu importanti artisti 
europei innovatore c anticipatole 
delle correnti esprcssionistc Un 
po di storia alla cultura del suo 
lempo Ensor non partecipò attiva 
mente anche perche le sue opere 
sono spesso ninnato alle esposizio¬ 
ni per la sua eccentniita «1 limito a 
unirsi al groppo Les Ht a pubbli 
care alcuni scolti di poesia violen 
tomento |>olemici rerso la critica 
ufficiale Percorse ni solitudine il 
mondo del lanlastieo e del grotte¬ 
sco dipingendo nature morte po¬ 
polale di maschere e interni abitali 
da scheletri e demoni chi costituì 
scono altrettante satire del som 
passato mondu borghese («perse¬ 
guitato dai (onformisti mi sono 
lieia mente nfugialo nel pau? soli- 
tano della satira dove regna li ma 
albera tutta violenta esplosione ili 
luce-) E recuperava cosi l immagi 
ne della morte dell antica pittura 
fiamminga spesso adombrandola 
dietro maschere di colore-ltice 
canche di un marcato simbolismo 
Ira I ossessivo e I ironico 
Questa ossessione segmea clic 
moslra e ssrcla 1 orrido della natura 
dell uomo la ntrovnmo nell impor 
tante produzione incisoria 111 mo¬ 
slra con paesaggi c scene di mia 
quotidiana di aidontraui dove Eli 
sor si tratteggia scheletro c insetto 
straordinariamente provocarono 
oppure si tonde con la tolto rem 
btandtana nell Enfiala di ( risia a 
Bruxelles (1898| netti quali lui 
Ireccio di sogno e realtà precorro 
no il surrealismo 
Le incisioni La morie insegne il 
bianco degli umani ( 18%1 Leu 
naia di Costo a Biwcelle, (1898) 
Musicisti fantastici (1888) Scheletri 
che cenano dei scaldarsi (1895) 
Maschere scandalizzate ( 1895 1 di 


mostra 00 ampiamente la slraordi 
nana visione artistica anticipatrici 
dell artista d avanguatdia senza 
indulgenze capace di «progettare» 
l disegnare anche «naluralistica 
mente- il proprio mondo di capii 
citare la propna sapiente maeslna 
tdeativa I suoi coevi dctratlon lo 
accusavano di non saper disegna 
re di «copiare -1 maestri perfino di 
-campare- sulle conquiste coton 
stiche di Tumer di Rembrandt se 
non addmttnra sui mistici fiammin 
giu Ensor tmpertemlo disegnava 
incideva accumulava segni cacar 
lava segno dopo segno dolalo co 
me era di noma «utocensoria co 
me pochi suoi coevi lutto quello 
che a lui poteva sembrare raion 
dante ampolloso puntando inveì e 
sull’essenziale un segno unico che 
definisca ineluttabilmente il dipa 
narsi netto spazio la stona dall un 
magme 

Energie «pulite» 

In mostra 
Arriva a Tettacelo 
la casa ecologica 

Aiti biotti», «nargiertiMiev atti. 

risparmio Margattco: sono I 
protagonisti ds -La «uso teologica 
ramnate» eh» tino a temantento 

visitato»** «aggio orata*. SI 
tratta «luna mostra prodotta dal 
cantra par Tantrgia a I '«tiriti* ut* di 
HannovsrschaaRomae 
accompagnata da Incontri e 
seminari pratici, spettacoli» 
corcarti. Oggi al le 18 ti «Montarti 
di -Flnanziamanto a warizzatione 
di progatti In amhUo am Menta!» e 
«■Milli' a «s a iani Vararlo 
Pignatta e MontesPavon 
Inttrvtrrannosa-Boioòttaggioo 
scorta quotidiana-. E a proposito di 
scertoi wi gruppo di «sparti fi a 
dhpoaiztone par tanfi» 
fillomi ari onte CMautam su coma 
risparmiara energia, sulla raccolta 
dfferanziataall ride laggio dai 
riflutL su coma adeguar* la propria 
casa ai principi dati» 
bioarthltertsra. fosoramn. » 
l'occasiona par cotonai* quatcha 
toc una ta queati tauri e magari 
attivarsi par contribuire ad un 
(Sveno e migliore utilizzo delia 
risorse -limitate-dal pianata. 
Ingrosso Ubero 



t 


I 










,,24 


I l'iilUi 


Spettacoli di Roma 


Mereoledì 20 settembre 1995 


AGORÀ B© 

a * delia Permea 30 rei e*80no7j 
no aperto le .scrizioni ai Corsi di t eauo 
8ten«an al Laboratorio Teano Inaurine ai 
Seminar. di SoecteUzzeziorte dell Acca 
dem.a ftem.ks de Confluire 
•WHW TO.TOUMM* 

(Largo Argentina 5? Tel 6880480! 2) 
Campagna abbonaniarii iw5/B6dai lune¬ 
di al sabato oro IO >4'15 H» irvformazioni 
ufficio abbonamenti lei 66J8445 numero 
zerda 167013390 II diritto o> prelazione 

por gli abbonali è vcaduo il 31 luglio 

A*?E SPETTACOLO WTERHATWUAL 

ilei 68749621 

Laboratorio teatrale iuguorsenambr» 
presso Centro Danza Mimma Testa ai Cid 
via 6 Francesco di Saio* 14 finalizzalo 
olla massa ir» scene delio spettacolo -Fa 
sta derocca per Don Giovanni" di o Val 
maggi H l ottobre al 7«atro Olimpico Per 
informazioni lai €869330 
COLOÌ9IO 

‘Via Capo o Ainca Va) 

An« ?! 00 Roma di Aieesandra v«n*i 
Con Victor Cavallo Anna Qianpiccoli 
Gianluca Rempoi ad Ragia di A Vanz. 

colosseo RIDOTTO 

(Via Capo dAlrita 5/A Tel 70O403?l 
Sala A Alte 21 15 EcrtMy di Giordano 
Ragg< Ultima tarmala Mestre di Adriano 
Viannilo Regia di Marc© Maltfluro. ct>n 
Federica Barn Barbare Galle Aic«andra 
La Capo» 

Sala 0 riposo 
DB coca 

(Vie Salvar* 69 Tel 5783502) 

AHe?i 00 li Teatro da Cocci pi Mania Ar» 
tentilo Avaikme m una pannila «vai» 

e ia di Damai» fallar i Ragie di Manli 
m (Violareai minori d*am> *3) 

Giovedì alle 2? *5 Quelli della Ola m Me 

« lo assurdo oh* mal F#Qii* di Mimmo 
nati 

DOSATI W 

(ViodiGroitapinta 18 Tal 6871639) 

Alle 20 45 Parertele CHji d< Maat.mit.flno 
Bruno con M top» T Affolla C Vieni A 
('avelli F Oi Munno f Grasso S Samim 
Regia di Sergio Zecca 
MI SATIRI LA L040ETTA 

(ViAdiGioltapmia >8 ?#) W716M) 

Gal 8 ai 15 attuo. ■ Paola Minaccienti in Pi¬ 
gile di un dio minore Regia di Federico 
filate 

MI SATIRI f OVER 

lV»*n>Q»cmtij*inie H-lai ft&JYttb) 

Alio 22 30 Le mando * mio Ourlieutg* 
senno doeuo e interpretato da Chadie 
Gnocchi e Joe Violanti 


DOSATMI10 STANZI ONE 

(ViadrGronapmta >8 Ter 667*6391 
Allo 21 CO Fate » ceM non lai» l amore 
senno e duetto da Aldo Meriti con D Od 
male A Borgna P Sibevi G Con S Mi 
raoeita S Karadag 
DCUA COMETA 

(Vi a Teatro Marcello * Tel 670*3801 
t a porlo il botteghino del teatro per ,i r.n 
novo dagli abbonamene par la stagione 
teatrale 1995/96 da lunedi ai venerdì 10- 
13/16 19 ubalo i0 <3 S* accettano cane 
dietediro 

AlieZt OC Replica del io spettacolo Cam# 
'•da lettod< A Ayckbourn con Mauro Ma 
un© Giannina Salutiti Stefano Viali Da 
mela 0 Angelo Barbara Tarn non Piar 
luigi Misasi e Chiara Bianchini Scene d> 
Alessandro Chiti Regia di Giovanni Lem 
Dardo Radice 

MtUARTl 

IVi* Sicilia S9 Tel 4743S84 4618596) 
Campagna abbomenir stagione i99S9/> 
informazion e prenotazioni ai te* 
4818598 

OUE 

IVicoto Due Macelli 37 Tei 6780259) 
Prosegue u campagna abbonamenti 
-Progetto Alnmpuii 1995/90- Studio per 
te onde fli Virginia Wooit nella Haduz o 
ne di KamaFusiM 

ELETTRA 

|ViaC«P0d Urica 32 Tel W807107) 

9* vagliano proposte di spettacolo per U 
stagione 1995-96 a Cura delle produzioni 
Pormi» de condurre¬ 
mmo 

(Via Nazionale HO Tei 4B82IM) 
Campagna abbonamenti stagione 
1998/96 Orano botteghino HM3 e 14 30 
ifl Sabato o>9 io 13 

PICCOLO tusto 

(Via frazionate 183 Tei 4005096 j 

Campagna abbonamenti «lag/one 
1995/96 Orarlo botteghino 10 13 e 14 30 
T9 SliMACwgMM* 

FUJANO 

(Vii S Stefano dei Cacce 16 Toi 

97964061 

Alle 21 00 GU Jnnemcraii di Goldoni con 
G Bianchini F Romana Succi f Cuoia 
0 Poco M Di Vincenzo U Leon» f Di 
Nicola 0 Biancone C Baiiovecehio Re 
già di Daniel» Rocci (Fino ai 24 sotterri 
MM 

Continua la campagna abbonameli ita 

Dtefe teatrale 1995 90 P/enouzior» pre* 

SO II teatro Parimi tei 8070980 e 8070964 
dal lunedi ai venerdì ore UH3 e '5 19 sa 
Doto o-e io 13 30 

1 GHIONC 

(Via dette Fornaci 3t Tel 83723941 
Cagione ì'-ftSteb Campagna attor* 
monti dai i? settembre Orario botteghino 
rD. 13 e 16 19 Per iPKnmaz>oni e prenota 
f zion.tel 6372294 


XlCM LO* • ISSO • 10.11-12.K 
di A Mungila. (L~n* Por*) 


ÙNWnO IS BOTTO NAT» I 
UOO-1M1-M.KH.» 

« O fame con Naomi CnpM r D* McFlKrwn 

MteAinviHi 

ÒUU.TMP • ino-10.41 

«SltMUta 

Cahum StivAin > 10.1S - ino 
aM.IUkj» 

MTIMSTBVm 8 | 

Il vmncATOflc-ir.io-M.to 
C» 5. intani f.Wv» prMnU il r^isl*) I 
DCVMUM • IMS 11.30 I 

«Atta 

I fi lm *9*9 
* 99*49*9 99#»* 


[della mostra 
L di Venezia 

■ JV i+rmm.mi.- HHKIW 


DOMANI MIGNON 

INTRASTEVERE 

UN UOMO MENTRE CADE DAL 50° PIANO 
PER FARSI CORAGGIO SI RIPETE. 
FINO A QUI TUTTO BENE 
FINO A QUI TUTTO BENE 
FINO A QUI TUTTO BENE 

IL PROBLEMA NON E! LA CA D UT A , 
MA L’ATTERRAGGIO?Il 


IVinio Migliai Rc^u Cannes 95 26» 



1 film di Mathieu Kassovitz 


(| L T n C S P t T T I V A 

GLINT EASTW00D 

TUTTI I GIORNI A WLAZ20 DELLE ESPOSIZIONI 

V:j N.i: :i='a-c l=u :var s 19 £-3-23 30 


IMSÌAfllLEOQl HUMOUR 

IV e Tare T4 Tel 8416057-«54«S0j 
Si vagliano propoate d* ipenaceli stagio¬ 
ne 9S- 9^ 

Sono apcttè le iscrizioni al co*S£ labora 
ter o di teatro e coreo di canto 

LA CHAMSON 

(largoBrancaccio B?/A Tel «8731641 
AbConamenii per te etagere teatrale 
1995/96 presso il botteghino dei leairo 
orano 10-13 e 15 20 Per inforni tei 
4873164 

VJAIttUftATOQSTOIO 

(UiaU<twn* 1077107A Tel 4005608} 

L etore magico sono apene e iscrizioni 
ai corei di teatro Dizione imposiazione 
delta voce tecnica del movimento dr pal¬ 
coscenico mimo improvvisazione sci 
zio tempo psicomoubcite recinzione 
canto analisi del lesto autoregie 
MANZONI 

(Via Monte Zebio u Tei 3223634) 

Mercoledì alte 21 00 Asa Cult Rag pre¬ 
senta AteoMte musica di G verdi Melo¬ 
dramma m tre atti di F Mani Piave regia 
S.iv»o Giordani Or d OiCheatta Cario Go¬ 
nidio Orchestra e Coro de* Teatro dell O 

pera di Tirane 

NAZIONALE 

55 Tet4864at> 

CamMgr'a abbonemenl» stagione 
1995J96 Botteghino ore 1D-13715-19 tetti i 
giorni leriaii 

oRotocao 

(Vie de filippini 17/e Tei 683087351 
SALA ART Alto alte 22 00 II Gruppo tea¬ 
trale *1 Megri- presente Bastarde Acuis¬ 
co Studio por un Cdnceno teanole a ri 
achiocon voce ciandeanna Scotto duetto 
e interpolale da Antonro CampoOesso 
SALA CAFFÈ All# 21 30 Grjppcg ocoret 
no presente Un»«amia aibuted Giusep¬ 
pe Menirfdi con Virginia Le Sate^dra Me 
rroPaimter» Mimiche MataimitlenoPace 
scene accanimi Stefania Oanaifl mrerro- 
ne feerica Damiano Palano Regia òt C 
Baccaccini (Lunedi tipooo) 

SALA ORFEO non pervengo 
MM0U 

(Via GlosuA Bersi 20 T#l 8083623) 

Aperte la campagna ebbenamenn stagio¬ 
ne teatrale '&9VX dal lunedi al venedi 
ore KM3 « ore 15-19 sabato ore 10-1330 
Per inlorm lei 8070060 
MUTKkOCO 

l Via GB Tiepoi© li -a Tel 36HS01) 

Alte ? t 00 ttett ToteecJ lu Telò di Vincenzo 
Gianni con Andrea linone Roeelbe *i» 
merdoteA f uiv»o 0 Angelo Gianni Pene¬ 
remo Nino 0 Agate Regia di dteiter Marv 

QtMNO 

(Via MinghOili 1 Tel 6794586) 

Rinnovo t vendite ebbonamenij Magione 
teatrale 1995-96 p*osso c»-g ieo*-<a det 
teatro orano 1M9lonau 

Sala forolmi 

ivieRomolo Gota* 6 tm 5757488) 

Sono ape"» lo iscrizioni per le scuole di 
Teatro Poporore tei 5757488. Orano da* 
le 16 «ite 19 lutei giorni 

S/STVNA 

(Vi»Slatina 129 Tel 4826841) 

Campagna aboonamontt pe< a steg-ono 
Mattate 1995106 Orar© al botteghino io- 
10 feriali 

KWUC* TECNICHE 0CU0 SOTTACCIO 

/Tei 8174483) 

Sono aporte le tweaemeziom delie do 
mando di ammieoiom ai cord di formazio¬ 
ne par anod « ragion alla Scuoiadi Teeru 
che delio Spettacolo a»etti da Civetta 
Cerotenuto Isttiutonconoaciuiodalie Pre¬ 
sidenza d*M Cenerò© dei mteAtri Open 
men» Spettacolo 

Numero chiuso eaami borse di aiudio e 
diplomi 

Seziono «paciaie Mario Carotenuto- per 
lo studio dell attore <N evaderò 
Per intcrmaziom tei 817*483 ore 9-0 • 
16 20 

SPAZIO UNO 

(Vicolo de» Panieri 3 Tel 58969741 
Alle 21 30 Compagnia di Danza Enzo Co- 
s-m. p/asenu finte*» dette Irò temitene 

idivagez«a<te sur place) Coreogr d'Enzo 
Cosimi co© Corinna Anastasio Rachele 
Caputo Va'ontmj Manna 
Atte 27 31 Compagna Temo Kc»oa di 
Massimo Moncone oresonia tt ted n aulte 
Ire fiere Coreogr di M Moncone con ! 
Annalisa D Antonio Frgncoeca Macchia 
Paola Pagadia 

SPAZfOZfftO 

(Vio Galvani » T#,raccte Tei 6756211} 
Alle 21 OC Amore In rtaae tetti spenaco'o 
teatrale eoo roustche e danze ragia lesti e 
coreografi* di O'otta Bizzarri Con Laura 
Benlonan Oretta Bizzarri Patrizia Pica- 
no 

STABILE DEL «MALLO 

iVieCaasrB 871 Tel 30311335-30311078) 

Dai TQoitetiraicomaslHaHoMteirei 
TEATRO DAFNE 

«Via Mar Rosso 329 Oalia Lido Tel 
M9852TRI 

Riposo 

ItAfttÒDCUANMIO 

(Va Simon* Ce Saint Bon 17 Tel 
3700093) 

Sono aperte >• scrizioni a laboratori in- ■ 
iernezKNted d' Kawwite fj Maede) 
muiiche par ii teatro (T Scheiianbavim 
tachimawan 1M Kun<ii reo.» (E BUder) 
mo« mente pe< allori fM Michele e S Py- 
IO) marioharraiF Reciroo) suda nagedi* 
eca |A Serbam sui Marar Sa do (D 
Ambrosi» Per iteormazioh. lai 3700093 
3720933 


42 Tel 57604B<S 


TEATRO C-RW« 

(Vta Torlon» 7 Tel 77206980) 


fPiazzaS Cfuara 14 lei 88802770J 
Sono mutate m preooiazicm per lo sporto¬ 
celo Ir maialo lamaomarto di Aifterp Al 
Ite*i con A Alfieri fl Meri.no in scena 
da: 19 ori oW e 
TEATBO SAN BENESM 

(Via Podgcra 1 Tel 3223432) 

R poso 

TIATB0 STUDIO XX SECOiO 

IFgntanone dei Giantcolo Vi» Garibaldi 
30 Tel 5881444 5881B37] 

Campagna abbonsmaru per la Stagione 
re ava^ 95» 96 Sottoicnzion. e inloim»- 
ziont a* ocregh;no ora 16 20 escluao aa- 

baioedome»»*# 

TEATRO TALM 

Ripose 

(Vte Dotilo Carnee lotti 11 Tal 23237330) 
Riposo 

TEATRO TOROttaOte* 

{Via degl. Acduaspari» 15 Tei <8805090 
Ci màfiedi 26 lo non c’entro d« G Cifra 
pico 

TtAXT -ULMAMB 

IVial Ceiamaita 36 Tei 32K258I 


(R za Gregorio Po» via dei Mare Ostia 
A^l-ca Te. 8C83S26) 

SALA A giovedì aJM 10 00 La Comp d»< 
Baleno di Mimms Testa in I veeM nuovi 
dot'hno» rotore 

SALA B alia 21» La Premiata Otta » 
Preterìaco ridere 3 d' e con R CteteM F 
Dragbeui T Fostri P inaogno 

^i(« 

iVia dei Teatro Volte 23/» Tei 86863794} 
Rinnovo e vendita attftenamena s«g»x>6 
raatroio 1996-96 presso bci.enona del 
teano orino TDiOter/aii 

(Via Giacinto Carlo. 72/78-Taf 588102’) 
Afte 21 OC La Oenza Italiana prose ma 
Comp VugHio S #n Oar>za in EMt Ae*- 
romttratorecg Virgilio 8tem con Mene* 
Ba/oru Cmjia Caadarvni MannaGiovin- 
nini Virgilio Sioni S Srlvant Musiche di 
balanescuQuenel 
IW 

(Cxconvanazlone Giamcotense io Tel 

5802034 5806085} 

É aperta la campagna abbonamene età 
gtone teat/a e 19 » 9 « Ora*.c segrete'ia 
dai lunediai sitalo ore9 00-17 00 

irroma 

(Puzza S Maria Liberavi;» e Tel 
5740598^740170] 

C*" pag'a abbonauiMii >9»^6 Oras. 

10-13/16-19 30 Domenica riposo 

Dai io ottobre Ter»» R a » i A att e a * e con 

Claudio Bue 


CLASSICA 


PreiJC li oooegh.no dei T«ano Ounp.;o 
P za Gentile da Fapoanp tot 3234090 ao¬ 
rte te vendita gii abbonarne*!, a't» aiagio 
«te tOM.wi.WL* Pan Acoabemte 

Fitormomca Romana n botteghino »«** 
(odaneore io I3e la t| 

Giovedì 5 ottobre ette ore 2100 ai Teatro 
Olimpico si inaugurerà I* stagiona 1&95- 
96 co* io spenacoto -Ompggo ■ Balanthi 
ne- tenuto dai Battoli de Monta Cado R* 
pitch» fino a Domenica 8 ottobre 
ACCADEMIA RLAMIOMCA MMM 
SCUOLA M MIMICA 

(Via Flamini» 110 T»l 3201752» 

Liaitdi 'laprono i corti di rrtus<a » <«mo 
corate tetto a direziono di Paolo Colino 
Le Itenzoni potremo tue*» otteruM» 
prono te Sogreieri» delia Scuoia dai lu¬ 
nedi ai venerdì dalie or» 16 alte 19 30 
ACCADEMM NAZIONALE 
Di SANTA CECILIA 

(Via Vittoria 6 - T# Ì61'064-38UD» 
3611072-381 rose/segr tei 3C«1833I 
Ocm*m «He 2030 Terzo »©puntemenio 
eoo H f muvȓ Beelhovpr m Auditoiic di 
vta dalia Concdiaztene S'nionta n 4 m Si 
Bemoti# megg ore op <0 e t» Sintonia r 6 
in Fa maggiore op MI*Pa*»raJe-) lOt 
chettra oeii Aocadem.» » diretta da Ori 
«an ratei am ann 

Fino »i 20 sertemore continuano te contar 
ma dagn aobonantent. alte Nofiion» «tnfo- 
nica Imo al 29 quatte oeila Magione da ca 
mare l Utboo abbon*m»ni. sai* aperte 
rute i giorni «scruti sabato a fattivi dette 
ore 11-M» 15-18 
M*,M«aKl«6aM<T\ 

(Via Marcantonio Cotenna Pira 7* 
3716264-3216271) 

Sono aperT# i e itcrlziom a> corti d. r»ano 
tori# chitarra Haute vtuiino cunr.»tio 
mucca da Camera onte corale teoria e 
■oìloggo PreperazKme «amidi conta» 
vatO'i© 

AU CNiTAMWTICA ARS NOVA 

(V.aCre»c#nz.o 56 Tei W601350» 

Sono apode te «cr no*, ai corti di cJutar 
ra pi*no*on# -noiuio flauto mitene w> 
neh# Par Mavamiam rei 68801350 
AS9- CORALI NOVA ARMONIA 

(Vi* A Serrami 47 Tei 3452138) 

La Corate Nova Armonia cerca confi par 
parnditsnoraatsasso L#ffov#6 ; s*o p> 
no (l martedì a vanardt an» t» 1 5 >* v«a dei 
lt BoJdutni 2M 


Ogni 

lunedì 


rarità 


inserto 


rnnn 


orchettra co* P Buonomo eternano A 
Stengel a 9 Ramano .'.ctencern M Ro¬ 
ga ano volino Musiche di Vivaldi La quat¬ 
te* Magioni e di Baermann Haentìele Re¬ 
migio 

Campagna abbonamenti 1995/96 Por in 
tormazionieprenotaztenitel 8372294 Dai 
i?aenembrei9-i3e 16 >9 

B TDK RETTO 

[Prezza Ca-ip.te.il 9 Praddlazioni al tei 
4814800) 

i concert) *i tengono pr«to I Area Ar i 
chectegca dal Taairo » Ma'Celte via dai 
Taalro Marcello 44 

Alle 2100 Daoras Ger i titela Ttea Mah ti»- 
va, ttargr end Bau A Stantearttme Qiw- 
•epveCaaeara (piaiteterie) 

IA MUSICA 

(Viale Mazzini «Tal 3225952) 

Riposo 

MUSICA B 8 

(ViaG Barn 34-Tei 9072492) 

Ripoao 

m*W DIVI LIA BUIA 

(Pie VI Ha Giulia 9 Tel 3226571) 
fasuvai Musica 95 i 

Ripeto ; 

nuovi spac Musicali I 

(Via Zandona. 43 Tel 36307295- 
38300480) 

Riposo 

ORATORIO DEL CMAVTTA 

(Via del Cor avita 7 Tei 3219326) 

Domenica 24 tenempre alia 2115 Con¬ 
cedo Tra monologhi pi *«»nce Marmino 
tu poesie di A mcchte'i Ut Spaziati! T 
Remano Puniate F Manntno vod reci 
(ami A PtetiadetrcieF Gitum 

palazzo oboi 

(Piazza dette Repubblica Arieti» Prono j 
lezioni al 481*600, 

Oemeniea 24 all# i| 30 Concedo sl/aordi j 
nano m ooiiaboiazione con > Ambasciala 
d Ungheria a l Accedoiwa tì Ungheria I 

>ath,Be»iho»e*Citoaifc Aapaaateeeli 
LAeetòHettca pianoforte 
MLAZ20KU£ESm»*(1 

IViaNarlonate <9<) 

Ripooc 

PMBOU 

(ViaGlouaé Borti 20 Tei 0083523) 

R<po#o 

SCUOLA POPOLARE 
DI MUSICA DONNA 0UMFM 

(Via Donna Oi-mote 30 Tel 58202389} 

Sono adatta la (tcrlztonl ai corti di tru 
memo Teoria a tebo«aio'io ■ nuovi corti 
attivati tono PeicuttiO'n afrocubane la 
Band» didattica muffale P*' docenti 
meloiodogi» Ortf giuppc o» lavoro tuli» 
musnuaernak 

Sabato 23 alle 2115 Concedo della Big 
Boni datti Scuote ditene da Marce Tteo 
pretto ta <wì don Unita cittadina a Ce 
tte< Sem Angolo palco centrate Brani di 
C Mmgui M Tito G Getewhm VA 
Morra D GiNnpia ingrata* ubero 
SCUOIA POPOLARE 
DI MUSICA DI TEST ACCIO 

(Via B Franklin VA Aula 9 Via Monte 
Tettacelo 9U 

Lunedi elle ?t 00 Rat* Musica a Mualca 
La Spmt pratema Coattaalaa repertorio 
ci ostico compoaJZten. originali o errar», 
giomonti V verna Flfhar dannano e d 
beato Tareee Seagmi 0*0 dannetto a cor¬ 
no di baC 

or# 18 20 sabato escluso 
SCUOLA POPOLARE 
01MUMCA Di VH1A B0RDMM 

|Va Ptmo 2 * Tal 2S97122) 

Sono aperte le iscnziom a* oorn d. tUu 
marno di cawo al laborate'i dì musica - 
d intem» par aduli a bambini Segreteria 
tutti I giorni fai iati ore 17-20 

TEATRO BRMfCACOO 

(V.eMeruiana 2*4 Toi *874563» 

Riposo 

TUTRO DELL'OPERA 

fP.azza B Gigli T»i 4817003-461607) 
ftandodi aelaziona Teriicora' di lite per i» 
fc'agione 9696 Presentarsi .> 77 a 28 sei- 
lembre ette oro ir piazza B Gte'* • P** 
ueonriaViOTiaiaiatonereain MiECi 
lUTKOQLNMCO 

(Piazza Gannì» da Fabriano 17 . tat 
841319?» 

Atte 2115 Mediaarena Europa proa»nia 
MaMana «S (assegna di danza a belletto 
la compagnia £ ui obeU»ttp ' n thaharaaa 
A» Cor V Magi 

C*ar io botteghino 11 />9 compiitelo I 


aeaco cappe Turno 

(Lungoiever# dei M»n>ni 33a Tel 
S2315Ù0) 

Riposo 

ALMEUS 

Wi»6MCuvmibibib.36 Te» SM79». 
Sala MiSSISSiPi alte 2200 Musica teh- 
n©-amei-icanacon 0 ) 

SALA MOMDTDMBQ- alte 22 00 Musica 
laurearne ricana <o* Di 
SALA RE0RIVER all©22XW Musicateli 
no-amancana con Dj 
A88.CULT MRVW’t . 

jyiadelPotitatma 8/8A Tel 5803077} 
Ripeto 

m Cult convajr 

tvia Trincea dtJte Frasche 90 isola Sa 
era Fiumicino T«( 6522201) 

Riposo 

MUMH 

e icoio S Francesco a Ripa. 18 Tel 
12551) 

Riposo 

CAFTY LATINO 

(via di Moni# Testacelo 96 Tot 874*020) 
fl.poeo 

CHALET OC MEDIO 

K CG viola 13 Tel 655208?) 

'SO 

COCOEODftOU ARTISTI 

S ia Lamarmora 20 Tei 73t6i96) 
tmpervsrutc 

EXCHAUMOO 

iV.acSamOroHK» 28 Tel 6879908) 
fiioooo 

FMmrTAUtBHSNWTB 

S ia Ca« Mano 15 A lai 3222262} 
©pervenuto 

roULSTUCRO 

iVte Frangipane 42 Tal 4871053) 
Hbr.'panraritfto 

FAMOTARM 

(VteG Ubetta 13 Tei 5759120) 

Non pervenuto 

POROSA 

B la Crescenzio 82a-Tok 6896302) 
poso 

FROtnmru music CLUB 

C i Aurate. 1051 Tal 6690041) 
ose 

JAfcZ A ftiWOOD Dttak’n BMa» 

C GC Odino 45 Tei /fax 8563566} 

pervenuto 

M 

(VteG Libano 7 Tot 6745989} 

ft tej» 

D/te Pompeo Ma^iP * 7 Tei 3207038) 

Non perve nu to 

Mn»Y 

E t Giacinto Momptem 2 Tot 3722850) 
n pervenuto 
MUSC BMiAZZ CLUB 

J.arfl 0 d*i Fiorentini 3 Tal 66802220) 

PALLADtUM 

(Pi» Banotemeo Romano 8 Tot 
5110203) 

CMuturS #r.n«B 

ivnuMUMictiri 

S i MiCard.ua 13 tal <7«Wltl 
dla raaahira 

**«TSÙomii 104 0 Ial57S6J*J| 


D'ESSAI 


525?25S?S'b-t»i issalo 

»io»dra attiva 

SSyf.TO^a.-T.,^, 
SOWBMST i rooo 

W°rei 7012719 
Ctiiu.oraa.iiva 


T 1 BUR 

Vtaoofliieiivx.ru « Tal 4»5776 


I (1630 22 00) 

T7ZUM0 

Via Boni 2 Tel 3336588 

U hiIIh I* oartoao 

mar* 

s°s» 

UMiununiM 


AZZWtRPSCIPWNI 

ViaòOflllSCipioin 62 Tel 09737161 
SAIA LUMIERE 
Iconio anni do)cinema 

OMo 0 HWTOBellini ilo 00 ) 
MarfcaMaaJ: Allergico; 
SALACHBMN 

M MU0ca0iB8llKc!iio(19»| 

l'uitl mo ra^Mo di Gocorc (21 30) 

AZZURRO MiUES 

Via E Fai Ol Bruno 8 Tei 3721640 
SM.AFEU.INI 

Riposo 

SALA MECiES 
Riposo 


CINETECA A VniA BOROHiSC 

CIO il Cmomo Olii Piccoli in Viale nona Pi 
noia, 15-Tel 6553465 

Riposo 


FEO. TTAL CIRCOil OCLCMiEMA 

ViaGlanoddloBolla 45-7el 44235764 
SALA ARSENALE 
Cruusuis estiva 


O RAUCO 

Via Perugia 04 Tel 7624167 

L ani ore ai margini 

Allo?' 00 JMod Coppie logoralo 

di Oia Kodar 

(soli m imiianol 

Il LABIRINTO 

Via Pompeo Magno 27 Tel 3216263 
Saia a roVIIIMdlOnonWoiies 
^MA B^no ] «io coccodrt Ilici Giocomo 
M6 , 5S3o I 30-22 30) 

L 8 000 

LA SOCIETÀ A»RTA 

VI» TlOurlino Amici 15119 Tel 4462405 
Riposo 

b^WSo 0 ?., 4,73085, 

Riposo 

55^.ff%f.™SSf48842 

Riposo 

vScìf Tlopo!ìl3/a.Tel 3227S59 

taiBaoa Parai» PI R fOOOIl 

(1830 2030-2230) 1 6 000 

8SRm«t,, 


«aswBite». 

Riposo 



LINEE javOlQ} 



ORARIO 19WB6 QmMBUill 

TÀL3ÒGIUGNO UBonuMao) 

_BaAnpo 07,20“ 06, 05 1030- IU0“ 

Da Pondi 08,50" 0940 I2J3CT 16 00" 


OaAmio 07 J 0 - 0805 Wffi noo 

OaPcw» _ 08 . 50 * 094(1 12 00 - 1600 

LI7SETTEMBRE (a*om»Bero) 

Po Afillo_ 07.20“ 08.05 10,30 * 11^0“ 

Da Poma 09^0** 09.40 12 , 00 * 


DURATA OH fIKOtSO 70WWII 


13 4S* 1730 * Eleni» UoneaeGinK» 

..IL'- ITI?' “SulpSi5a'&oOi4n*n'ca 


1345* 1 7 30 • EkAim Monili a Goto» 

18.CO* 19 po' 


,345* 16no * EftAnnlionopoGuvo» 

. 453. 'ML - S*SubornoDsmonco 



'■Il ' ìli 

IPSri l V'; , | 


TTTMTTTMm 


0805* 093 0 
1500 16.00* 


FORMIA - VINTOTENE 


Escluso Martedì e Gnvedl 
• So» Sabato e Domenica 






Do Forni» 03.30 1630 

Da Forra 08,30 16,00 

Oa V.tano 1000 17.45 

OaVtmt 10,00 1710 

PAI ti AL 3fl.Stli.6aM 

Oi Fonila 08^0 1530 

Già Sib Dora 

DoV.v™ 1000 16 40 

w ** -1 ' - uarormui uo^s. jo«5 06 

DaV.<m 10 00 12 00 13J0 

F ORMIA - PONZA 





cìimcrfoncte -o prove la preparazione v* 
caiv i concerti con musiche di Haydn Ba 
eh 

CLESI5 ARTE ROMA 

(ViaAvemo i lei 6620675?) 

5onT> ap#c# te (scrizioni ai corsi Nann»n 
<j. (ormaziw# compieta pe» i bupt© ««, 96 

o a seminari a teborateri di perfeziona 
mente co* H metodo V D A («ocaMA ama 
.oca a'ttncaid m#*»o 

Radette Fornaci 37 Tel €3722941 

AUe 21 00 OrrheirtGtevan. NhAtei rta'te™ 


[>»Po»mi» 13^0 19,00 

Diponia 07,00 15,00 

WUCft lW SETTIME 
Oa Fonnla 12,30 17,45 

Da Pera 07 00 14.00 


Oa Formisi 1300 18 15 
Do Poro 07,00 14 30 


miuso mefcoM 


HOT SlP 

v«n QW 

D. Formio 13,30 14,00 11^» 
Di Pomi 0730 07,30 07.30 


ESB 


r~ . 

UtlEE UMtO -««A 

LWEE FORUM - PONZA 

FORMA VOTOTENE 

ANZIO TW 06 / 984H* 9848320 

Fax 06/96*5097 T«|*»613M6 

PONZA. Tel 0771/8»*9 

_ 

FORUlA ToL Q77t /71ÌO7I0 FciQ771 /70971 
BancNin Azrurra T«IO?7i/M7M8 
PONZA lei C?7tfl»&*9 

VENTOIENF Tal 077«/9S195/6 05253 

J 



























































































Martedì 19 settembre 1905 



i di Roma 


PRIMI 




y IMO 

Adriano 

p Cavoli', 22 
Tal 32> 

Or 16 00 1S IO 
2050 2230 

AJcuif 

v W Dei Val 14 
fai &N0099 
Or 1600 2015 
22 30 

L O.OOO/B OQO 

Ambatude 

v Accademia Agiau 57 

Tal 5406901 

0/ 1600 16 IO 
2050 »40 

L 6.000 

Anurie» 

v N «HO'B'Me 6 
Tal 081 6166 
Or 1616 >620 
2025 2230 

(■ •«» 

Apollo 

v Culla «Stona 20 

Tal «WM« 

Or 1530 1730 
20 15 22» 

LIO» 

Aditoti 

V Cicerone 19 
Tal 321 2»7 
Or 16 30 18 30 
2l» 22» 

t 1.000 

AMn 

vlejofilto 336 
Tufi BIT 233? 


#A 

NcMopntoTMalrMt 

itiT Brio* coiiT Brìi*. C Raanhiie (fiotta, 9S) 

La vjnfowstow «««che 6» uh grappo d» fiorir,© attiva ai 
giornali specializzati o dirtttameMe alla carnet*# persia! e 
diTmloBrass Sofl-cor© spirilo e poca ironia VM 16 

Erotico 

VuoMmMItloltalMo 

<UMT Giordana ter?f Defikppi N frrarir (Itati) 

Pelosi era varamento sold quella sera ad Csw 7 Giorda¬ 
na rlecslru ce il delitto Pasolini Un opera civile e r porosa 
anche se non sempre riuscì» 

Drammatico ** 

IwmAlili m ii M 

d,P fìwrdty cnaJCamy JPrwets (Uso 9$) 

Un film che evidenzia il senso profondo della stupidità 
umana due scemi -on IW «fad- attraversano > America 
per residui re al legittimo pfopnelar io una valigia di soldi 
Corame# a * 

IhH|m mm << Vwwrta a Rota »- 


tCMMtptttoMW 

th P faaelh con) Cornry ) /Tarn* ( Oso 35} 

Un rum che evienila II «anso profondo della stupidità 
umana «Tua scemi -oa tfte road» attraversano l America 
per restituirò al legittimo proprietario una vattgrà di sordi 
Commedia ir 

HWnnMbiM 


di K tfeintoirr con D Suftertohd E Ino, \ l’w 
Gii Ufo cali ivi vogliono conquistare la Terra e scelgono io 
lowa «me base di aiteriaggto A salvare n piai»eto viene 
chiamalo im team del governo UM NV ih 45 

Fanfasnie.ua * 


A T Scoti con G HaJtmati 0 Kte/hntforr ffAo 79515^ 

Nei ammarino tira aria erutta, il comandarne vorroobe 
lai scoppiare la Terza Gire»» Mondiate l ufficiate cerca 
di evitarla A torre l russi tono catti vi come sempre 

Avventura * 




ifiMT Giordano conC De Filippi N Dta»n>t ho 95) 

Pelosi era veramonie solo quella sera ao Osilar Giorda¬ 
na rlcosi'uice II dedito Pasolini Un opera civile e rigorosa 
anche w non sempre r(uscito 

Drammatico** 


CHIUSURA ESTIVA 


Attonito 

Oi 


IWCUttWl 

C V Emonuifie 203 
T« 66,-MBO 

33 ss 

LUKiM cotta i 

Augu»tu»2 


I- IW 

«•HrtiWi 


CHIUSO PERIAWRI 


UtrtartalrttartaM.3 


AO (defitti- conS Orlando A Gettonar 8* itiwtfto 
UUUno giorno di scuota l professori danno i voti *gh auto- 
Vi ma atKha a kxo stessi e non sempre mentano (a sufft 
eterna Dal romani di Domenico Siamone 

Commedia»** 


Tri 


tU.bonri 24-25-26 
462 7707 
17» 

2000 2230 


i iw 

ButtortnU 

01 jss n 

BAI** Itoli 

P 01/Pernii 24-25-26 
Tel 482770? 

Or 1810 1615 
2015-22 30 

fattoi 

v G Sacconi M 
Ter 3*3 260 
Oi 16» >7 15 

1900 - 2045 2230 

■nM* 

titò»*' 


rfiK bynckh. con K Canon D Hopprr J Tuivkhom 
Venimiila leghe «Mio man c 8 il nuovo mordo Che è 
peggio 0# vecchio Avventura a amore nel Miro piV costo- 
so deus sfora Una mezes bidonata 

Avventura * 


MMp fM kuWI 


ilil‘ OU»mw cwC 0Puniteti M Ihwe* 

Educazione sontlmeniale di ire ragazze netta OuWIno de¬ 
gli anm Cinquanta Ovvero in amore dalie amiche mi 
guardllddlo Divertente• scanzonalo 

Commedia ** 


Fanno p««t* Tinte 

iA r tfrtss con r ffra». ( Noccattirte ( Itotia 95) 

Le con lese « ni erotiche di un gruppo di donne affidale ai 
giornali spedalizzati o direttamente alla cassane posiate 
<f!7inio0r<m Soft-corespmioepocairona v u 10 

Erotico 


CHIUSURA ESTIVA 


Cwmfctetta 

p Montecitorio 125 
Tel 8790967 
Or 1700 

19 45 22» 
l-i •>*» 

0*1 
V Cassia &* 

Tel 33251607 

Or iq» 16 W) 
2020 22 » 

», •<*> 

CUM 2 

v essala 8*4 
Tel 33261007 
Or 16» 16» 
»40 2230 

t. 8000 

Colfl (A Rtowo 

p Cola di Rienzn 68 
Tel 373*93 
Or 15 15 17» 
20,0 2230 

l I.Q00 

CW Piccoli 

via deila Pineta. 15 
Tel 8553485 
Or 1530 

1700 18» 

k ' 

M Piccoli Soia 

via darla Pinato, is 
Tel 6363465 
Or 1530 

17 00 <8 30 
t flpOO 

Otemwtt* 

v<a Pienosurui 232/6 

T«i 

Or 


rfrA fiamn cimi A At»Mrtion> C? ii , <A'rnt»f/«jy5> 
GluMppelaUvu spaziatura 5sr«»s t, amarle fi» or. petti 
co corretto In mezzo C 6 un morto Risultalo la feconda 
Repubblica analizzato con numof 

Commedia ** 

ImmIpMhmW 

itiPRorvib rmJienet JHmtekilsu 95) 

Un film cu# evidenzia «I senso protendo delta slupidilà 
umore due sten» -or* ihe road* attraversano I America 
per reai’lutre al legittimo proprietario una valigia d» *o*di 
Commedia * 

P mvi Mw* w otte W nt 

ih W T Giordana <unC PePhi'S* ft Briachi (ha9S> 

Pelosi era veramente solo, quella aera ad Ostia? Giorda¬ 
na ricoei'uiceii delitto Pasolini Un opera civile e rigorosa 
anche te non sempre «msc ta 

C*&mTr*W»** 

VM» éH’ H— lut a te» AteMr— 

III il NkjifiK iw/( Sh& K Bacon G OtitimmiUsuali 
Un delantoo un vicedirefiore un lamino vizioso e un avvo¬ 
cato come fuggire da Aicatrar facendo rispettare la fog¬ 
ge irjim di Siogei e East*ootJ arano aii*a cosa 

Drammatico * 

UMrtnMIOI 

di il «htfipnnurr 

Crudo» a D«mcn fi tornata Per rapire 1 piccoli pastori dai 
mela Rmiasraruzaic o restaurato, toma uno dei Piu riu 
seni capolavori di rasa Oisnev Straordinario 

Anlmaztona*** 

luiiMtorufsa 

ibi Wipw ronA ‘VxUiKvr-Mn Pma.w'M) 

Leningraoo-Pang andato a rdorno Basto una lineaua 
Satira sii'to nuova Russia io svito vecchia Europa?) E c 6 
anche la love sto. v rniemezcnaie NV 1h45 

Commedia ** 


CHIUSURA &T1VA 


Cten 

v Goto di «tonfo 74 
Tel 38162449 
Or ,800 ,515 


HmtlitlH 

dii. Ar»r*/ri «tviA Kti>» \f /fviffr/f&ìiyWj 
LmhaniflricanB Eddpurelroncofoba Maadesaosiriiro- 
V8 a Pangr e pure ne» guo Finirà a curare vigne " P'o- 
vfcn/a CM' ViSot? AViut.ttar*eaM^or'AeTCi 

, m m Commedia * 

W»w«»v*w!i ■«»«»» •» t?\ *v* * ■ -'•"V 

CRITICA PUBBLICO 

* mediocre * ,v 

1 buono ** ^ ^ 

**? . --w i 


EmbaMy 

V Swppani T 
Tel 8070245 
Or T515 »7 50 

20 10 22» 

l a 000 

Era pire 

V le R Margherita » 
Te» W17718 

Or 16 00 18,0 
2020 2230 
L 4000 («re cono) 

Empire 2 

vie Esercite 44 
Ter 50,0852 
Or 1600 17 50 

19» 2050 »» 

L 8 000 

Etofte 

p m LuCna.41 
Tei 6675125 
Or 15» 1740 
2000 22» 
L.46*0iariaccnd j 

Eurcioc 

v L ezl 32 
Te' 5910986 
Or 14 30 17 20 
1955 22» 

L 4000 

Europa 

c lutto 107 

Tei 4424*760 
Or ,545 1815 
2025 22»(vw4M 

L- 8.040 

Excel** 1 

B Verghe Cam bìo 2 
Te» 52W2» 

Or >600 1610 

2020 22» 

L 8.000 

Exce*o<2 

8 vergine Carmeto 2 
Tei 52&2» 

Oi 1630 ,8» 

20» 2230 

L 4000 

Excel**! 

0 Vagine Carmelo 2 
Tel 5292?» 

Or 1400 ,8i0 
22» 

L 8 000 

FameM 

?rtór ] 56 

O I?» '9« 

2!» 

l imo 

Fiamma Uno 

« U 1110 HI. <? 

Tel 4»?im 
Or 1530 USO 

3010 ax 

l 0.000 

FI Mimi Due 

» B.9MIU. »? 

TU «??100 
Or 1530 1? 60 
20 10 3330 

L seoo 
Cantori 

vie Trasto vikb 246 
Tei 581264$ 

Or ,615 «8 30 

20 » 22 » 

L 1009 

Gioiello 

v Romefltana 43 
Te» 442IC299 
Oc MQQ X4I0 
20 40 22» 

L 8 000 

GUIo Ceurtl 

v te G cesare 259 
Te» 38720795 
Or 15» 17M 
20 10 22 » 

L. 8.000 

GImUo Ceeace 2 


di T Scon. con G Mudane,i 0 H to hrnpon (L•so I » 

Nel sottomarino tua ana Dritta 11 corr 


far scoppiai la Terze Guerra Mondiale L uflte atecerca 
di «vicari* Atetrs 1 russi sano catt vi come sempre 

Avventura * 

tu —a l piè ibi — 

dtp Fanrìts conJCane* )Doniti* (<4a 9S| 

Un «Ito che «nderoto v. wbw pro^nco 6»,la 
umana due scemi .on ihe road- attraversano i Amedea 
per resWulreanegililmoprcprieto/ioufto *a'igia disolei 
» Commedia * 


dt 7 Brass. atri T Bros. C Hoca/ortt (itili 9Sf 
Le confessioni erotiche di un gruppo di donna Musate al 
qteinaii specializzai» 0 direttamene ì«i scasse “-a postate 
diTmtoBrasa Sofl-coresp.ntoepocalrona VM ib 

Erotico 


cPG No* eoo) Sin,** £ Uonki(Ota 1995) 

Gruppo di famiglia ir ne generazionr C « chi vive infelice 
chi sera infelice chi teecoprlrà presto Prodotta dt Fran¬ 
cia Coppola gr» hfm da lacrima tacile 

Dracma*co * 


VTm 


<9RfVctr(Uw'9S) 

favola a carioru animali dai taglio classico lai 6 stola ira 

K rmato in un cigno lui 0 8 P'UiCipe che ione contro te 
tedei male pai liberarle datt incantesimo NV ih 40 
Cànoni animati * 

ùfFanrty cvnllanry ìDonkkiteaìi) 

Un film che evidenzia il 9 


umana due scemi -on ihe roed- aanversano 1 America 
per reMiluireal legittimo proprietario una valigia di soldi 
Commedia * 


di Af T Giordana cooC fkFl&w, N &auhi<lu <>5) 

Pelosi era v«rameni» solo quatto sera ad Ostia? G o-ce- 
na ricostruc* il dalilto Pasoitm Un opera civile e rigorosa 
and* se non tempra nusdla 

Orammauco** 

Mfa-Nte 

Or G Noce, con) Smìtfrx £ M »ok$ {Ito, 1995) 

Gruppo di tamigtia tetre generazioni C * chi vive iwence 
chi »«/e infelice chi lo scoprirà predo Prodotto da Fran¬ 
cis Coppola un fflm da l—iimatacle 

Oram manco* 

CHIUSURA ESTIVA 


AL Kastkn on K torte M fy*> (Oso 1994) 

Le» «americana Edèpurairancofopa Ma a desso n.tro¬ 
va a Parlfl» ♦ pure nei guai Finirà a curare vigne in Pro 
venia. Con li suo amore Aifucmante e sopori!#. 0 

Commedie * 


ckC Hantpea con E Thompson.) f*«<(Gb 95j 
Inghilterra 1915 Una atorto d amore Uagtea Ira la pittnc* 
Dora Carnngtcn e lo scrittore omosessuale L<non Sire 
che. La vita vaie la pena d« essere vissuto sete insieme 
Drammatico * • 

i Hi Uii l 8 |l 8i Wri B.4lc1rai 

«AAf Hocco. conC Siati K Bacon G OtdmonilW) 

Un detenuto un vicedirettore un tantino vizioso e un avvo¬ 
calo corna fuggire da Atesina toeendo nspeffa»e le leg¬ 
ga lliim di Stogai e Ea*t*5cd erano a tra cosa 

t> ammanco * 


,hQ TottmHou con) TtocvVofUsa 94) 

Tre HCKie che n tncrodwo nello v« di Los Argeiea 
gjn/*'vi tonti pugili suonasi 


rute Ima sempre al sangue] VM 10 2h25 


Sai" tee ** 


Or ,5» '930 

22» 

L 8000 

GliHloCMaro3 

v le G Creare 259 
Te» M720795 
Or 15» 17 50 
20 ,P 22» 

C 8 000 
GoWon 

v Taranto 36 
Ter 70496002 
O' 1630 i«» 
2030 22» 

L 4800 

Grewwlch 1 

V Bottoni 50 
XV. «7456» 

Or 16» 18 30 

20 » 22 » 

L 0 000 

Qt*w*A eh 2 

v Bodcn 59 
Tel 57*5625 
Or 16» «8» 
20» 25» 

L 8 000 

Greonwteh 3 

V 0odon 59 
Tei 5745825 

Or 17 00 >8» 

2040 22» 

L $.<X» 


APO'Gonrtcr coni OOonrtit U Ortuer 
Educazione seniimen«ie d> tre ragazze nella OuOnno de¬ 
gl» armi Cinquanta Ovvero m amore dalie amiche mi 
guardllddlo Diverienreescàhzonate 

Commedia** 


A T Semi con G Hodrwoa 0 WashtuqK* ( Usa 1995) 
tti sottomarino lira arto «rutta « ccmjnq«-Jo vondsDe 
ter ecopplare ta Terza Gue'f» Mo— L ufficiato cerca 
di «viteria A terra 1 russi sunocattivi come sempre 

Avveniva * 


(A.wrCrorrfinu omC TVTWpptiV BruttofUaMì 

Pelosi era veramente solo oueito sera ad Calte? Gterda 
na r«50Slrulce il delitto P«r*lim Un opere o vite e rigorose 
anche seno" sempre rlusc to 

DremmaUeo** 


di f Panna con A fimheP G fW^no t In 95 • 

Giuseppe to lr«u spsmto'» SvJi» « emei4»4t■*“ V* -H- 
co corrono in mezzo c è u" morto Risultato la seconde 
ReputW'Ca anelimi* con homo» 

Commedia ** 


«=«JO«l 




Tei ( 

Or 1600 1810 
2050 22» 

L 8 0 M(*rie cond ) 


icoB Marcello 1 
T« %5«U6 
Or 16 1 S 1615 
2C'5 22» 

L. 8 . 000 -ana cond ) 
Mudo 

V G induno 1 
Tei 5*12495 
Or 16 15 19» 

22 » 


feitrtttevtre 1 

Vicolo Moroni.3/» 

Tel 5884230 
Or H* 30-2045 
niR 1 M 2 » 

e.oe$}$.octo 

lntr*MMra 2 


vKOto Mpronl 3/a 
Tei 58042» 

Or n«78<W050 
r) *4542 30 

L 8 1)00/4 C00 

JM mUm i m * 

vuoto Moron! 3/a 
Tel 58842» 

Or 

UfOf» 

N*C 

v fogltorio 37 

Tel ÉS206732 
Or 14» 17 20 
1»56 22» 

L 8.000 

M«£K» 1 

v C'tettoia 12t 
Te» 5417926 
Or T7 00 1945 
22 » 

L SOM 

M«MMn2 

v ChaPrera 121 

Tei 54179» 

Or 1*00 re 10 
20.20 22 » 

L-4000 

Modteon 3 

V Chfiatvera 121 
Tei 54*79» 

Or 16» 18M) 

20 » 22 » 

L. 0.000 
Mftdl0Oft4 

V ChtePtora. 12, 
Tei 5*'7«» 
O»1*O0 1010 
2020 »» 

L. 0.000 

M-ototo! 

'rtfssr ,7S 

Or 14*5 17» 
20 » 22 » 

1-4000 

M—ftoso 2 

M«r 178 

Or 14*5 17» 

20 09 22» 

Moot 

M— * aoo 3 

ixr'* 

0 . «r »«• 

L*.W« 

MautfiNoA 

Or 16» 19» 
22 » 

lW 

MtM*C 

V S Apostoli 20 
Tei 67949» 

Or ,0 15 18» 

»» 22 » 

L 0 080 

MotropoNtan 

V occorso 7 
Tel 32009» 

Or 1515 17 50 
2010 2230 

l 4000 


>o» m » a M ù mm o 

dr P Patito conJCor/ey H>an*b (Uso 95) 

Uh hrm che evidenzia <> senso profondo dàito stupidite 
istowi due 9cemi -cn *e road- attraversano 1 Amarla 
per roslituii% al legittimo propostone una valigia di soldi 
Commedia * 

Un — — tette ** 

A) Turteluub. conS 8ullocK fl Patir** (Usa94) 

La Mfbeltea* v. mvenc* * tt', u?. pataeggere E ^mv\ 3 c Vui 
entra incorna dopo asseto caduto suite roU>e dal metro 
io accudisce Commedia degli eourvoci# dei fazzoletti 

Commedia * 

L* Morta lattami M-3 


M am aatBafi-Vaa arta atloa oai i 


ri «m?v 

I 1 CAaltaSohalw 


Wtafi.V — aria a lloafi »" 


I) «» 

n btsartm 


PROSSIMA APERTURA 


IM Bayt 

di fé Bc- conti Lauemn W Senati (Uso 94} 

Ouando 11 gioco al fa dura te coppia di poiirloiti piu strana 
di M arri comincia a poc*'» Ma questa volta le cose non 
seno semplici Azione ino stato puro € mente P'9 1H99 
Azionp* 

lU M B lllbn — 1»0 

AP/àch(Uiu95, 

Favola a ceteom enraeu dai taglio classico lei « siate tra 
sto/maia m un cigno iu* « '« p-mcipe che lotta contro te 
torzede* male per ùoerariadah incantesimo *v lh*ii 
Cartoni animati * 


A) Caipema (on C Reme. A Afte» L Kosnuahi 
A vPHearmano Ettani/a"0 ne'corpodaibambini Rema 
kediunctessACOdei 1962 eh# nelle man di Ci'penter di 
venia una riflessione sulla guerra 

Fqoteanienza *♦ 

W eoem nil e i a *—M 

AD torte cunK /uzfOpeAMeeo 94) 

Un «tedavei# sconvoipe te v»ta 0. tra ragazzi Mettendo in 
eredità una valete zeppa di ecidi Che late 1 * Nascondere 
Il morto netoralmenle E te commedia Si tinge (* nero 

Commento** 


A T Scoti conG Moctman 0 WtoTtmjjronffAe )99>) 

Nel sotterrai rp tua ana Nulla ,1 ccmondanie vorraobe 
ter acopt-eto te Terze Guerra Mondiate L uff ciale certa 
di evitarla Alena 1 fusaison©cattivi con>ear»mpto 

Avventore * 

M> 8 y > 

j<H At» cimi il Lnwerct. W Saniti (Usa94) 

Quando 11 gioco si fa doto '• coppte di poi 1 ikaì\ fi‘ù strana 
di Miami comincia a giocare Ma questa voli# w cosa non 
sono semplici Azione all© sfato puro Emeniepu 1M5& 
Aziono * 


rftLAtaton con* torte.ti ffyon(Usa 1994) 

Lei* americana Ed a pure francofot»# Ma adesso e< ritro¬ 
va a Pangi • pure ne guà> Finirà a curare vignq m Pro- 
venza Con 11 suo amore Allucinarne e soporiteio 

Commedia * 


(*; TurrrAwfc con5 Butiock. fi Pullman (Uso94t 

La b glmiteia s* mnenora d» un passeggero É quando lui 
enne m coma dopo essere tàduto sulle iofaie del meno 
io accudisce Commedia dogi* equivoci e dei fazzoletti 

Commedia* 


ifi Af ftzv conti Uu-ena W Snudi t U$o94) 

Quando il gioco si fa duro fa copo .8 d« poliziotti piu sirene 
di Miami commc<a a giocato Ma Questa volta le cose non 
sono semplici Az*one ano Sfate puro E niente pu 1M59 
Aziona* 


v v ie» oc 11 
Tei 5559493 
Or i7oo 18» 

20 40 22» 

i 4000 

Muttptox S*vty 1 

v Be-oamo 17/2$ 

Tel «41498 
Or 1500 1?» 

2000 22» 


A R ìecoer corti BIjhou P Coirne ((anodo 93> 
QuepecCrty 1952 Hitohcoci gire -locontesso, mentre si 
consuma une mutarlo*# iragedia. haiureimente ailom 
credei coriteesionato Da un uienioso registafli teatro 

Oremmaitco ** 

RMWkUfS 

AL K*da* conK Kbne M R*on<V*> 1994) 
L^gemrvcàr’a LG«py*e ha"co 1 'ette W. 4 V 
•a e P#ng* • pure nel gua> Fmue a curare vigne in Pro- 
wnza Con il tuo amore AliuCfinanieesoporiteh) 

Commedia * 


n — H i m» itila p — M» —6# 

tfr Trai Anh Hong ( Vietnam 1993) 

6 lor 1 a di una ragazza tn u" Vie tna m da favola, anche se 
1 occupazione Irarceee ie<«mo negli anni 50) ei fa sentire 
Sicreace slama quest «ore parole NV ih» 

Orarrmalico ** * 

l**«ir* 

ALGwAno corti ftiuPLerv) thaka ^S> Ottoeell&m 
bre del 43 la famiglie -©a © « « «uga e sosta un# notte <n 
una vtlie d Atxuzzo un latto storico per raccontare dei 
cab rapporti personali in Wàrco e nero 

(keixwcfaifao * 


ONSMA 

iutto 

SUSUNOt 

SOMMO 


Sala3 fraodiiai 


(:^t« -3-J0-23-223 


SUPtRCIHEUUf ZI dalGaau 9 Tal 9«c'« 
Crtiuto par la*ort 


VlllOlUOViaS Neprelli U L IO 000 

Saia I W*fia™o.KI ( 15-1 ? 30-30-22 ») 

Sala 3 Fra*» Klu 116 18 10-20 20-22 «oi 


CampHMM 

vifNDM 1 .1 reo 

Riposo 

CrtWwr* 

MISTON UKO Via Corooiaie Ialina Tal 
9200563 L 10.000 

Salscoibucci AUaffna Roue {16-18-20-231 

Saia De Sica U noriakifinU 3 ('6 18-20-22) 

Saia Feniia coiaio 
Sala Leone Fram*Km(?6-i8-20-22i 
aaisBossernoi VfitMMrwaluBW 

116-16-20-22) 

Sala Togoazoi Wa1ai«vld |ifr-1620-22> 

Sala Vlsconli Soamoaphiecaa» (16-16-20-22) 

VITTORIO V6MET0 Via Anziana» a? Tal 
9781(115 L 10 ODO 

Salai Un Indiano Inda» 118-20-27 151 

Saia2 UnricKe (18-20-22 'Si 

Sala 3 aiarrereiMa Stala Luna ( 18 2 022 IS) 

Fraaoari 

POUTEAMA la-cc Panvza 5 Tei 9a20a?S 

L 10-000 

Sala 1 Scanio * acwno (16'8 10-20 2022 30) 


CWTNIAMJMViala fiAaumi 5. Tal 936*464 
Riposo 

M artin» 

ROXYRIaaza GariPaldl 6 Tal 90SS355 
Sfiline Sficaia (173019302130) 

M an 1 ava fi on de 

MMCMVmO Matleool SOTal 9001868 
Ifilvalazlofll (I? 30 1930-21 30) 

NUOVO ONE Mcniercicnoo Scalo Tal 9060662 

Wttamrid |1» 193022) 

Ostia 

SfiSTOVrtMlRofinaanon tal 6610750 L.SOM 
Scelto e piè scemo II&15-I6IS-20102230) 

SUFER0A Via della Msnn» 44 Tol 5672528 

L 5 00: 

Wafierwefild (75 15-77 3020-2280) 

TfivoU 

BIUSEFPEm e ita Nficedeani 
0T?4(20887 

Sa la Adriana Marmo rotto i ló- 

SalaVesla WfiUOfTaorid )l7 1» 

» Ramano 


5. Tol 

l »(sn 


Tra vi a» 

PALM» Via Garibaldi too Tal 9999014 E 7 009 

Travedo* tua dolina 12022 ) 


U CONTEMPORANEA 83 
direni da S«r»lo Fonlonl of«senra 


Multiple* Savoy 2 tl rt lmHl^rtlMM-llMfirrt 

r Barean» 17725 (fili flicoifionC Sbf« 8 tìteon C Orilnon(( reali 
Tal R11496 imdaionoto unvicediionoteoniaiiiinoviziosoeunavvo- 

nano calo coma ( 0991 .© da Alcatraz lacanOo fis(i*ua '0 la log 

40 w 2KJ0 qa I film di Siagaf a Eailwood erano allfa cosa 

l «MO Drammatico * 

MuMpkx Savoy3 

v Beigam© 17/25 
T«l à&UM 
Or *500 17» 

7000 22» 


L 8.008 

Mtfttiptex Savoy 4 

v Bergamo 17/25 
Tel 0*1488 
Or 16 OO 18 15 
20» 22» 

L 0.000 

MtwYorti 

V Cave » 

Tei 7B10271 

Or 16 »-18» 

20 » 22 » 

Nuovo Sachet 

I po Ascianghr 1 
Tel 50,811© 

Or 16,5 , 8 » 

2025 22» 00 15 

L 0000 

Parti 

v M Grecia ,12 
Tel 7598560 
Or l 6 « 1810 
20 » 22 » 

L 8000 

Pnqulm) 

vw»io fifa Stette 
Tel 5803622 
Oc 1600 IBIS 
20» 2240 

4.0 000 

QuIrtMri# 

v Naz'Pnato 190 
Tel 4082653 
Or 1800 18,0 
20» 22» 
l_ 8 OOO corto | 
QuWMtta 

v Minaftete 4 

Tel 57»0'2 
Or >815 1820 
2025 22» 

L. 0.000 

Rm* 

p Sennino 7 
tei 5810234 
Or ,6 00 17» 

1920 20» 22» 

L-4000 

Riatto 

V IV Novemere 156 
Tel 67907» 

Or 10 «5 ,8» 

2025 22» 

fi. • «*> 

«ta 

via Somali ICS 
Tal «6705083 
0> 1830 16 30 
2030 7230 

fi. o.ooo 
Rlvotl 

> LomMrdla 23 
Tal 4800083 
Or «48 1803 
2020 2230 

L 12 000 

Rom» 

K ilt Sonnln» il 
5612864 

Or 17J» l «»6 
2030 2230 

L 0.00078 000 

Ronco ot Moli 

» Salaria 31 

srawri, 

1900 2045-22» 
l 8 0 » (ari# cord ) 

Royrt 

. E Franar» 175 

Tal 70474645 
Oi 1615 1630 
2030 22 30 
L. 8.000 fatte cond | 

Sàie Uraberta 

v dette Mercede 50 
Tel 6794753 
Or 16 00 18 10 
2020 22» 

L 8.000 
Unh«rMl 

v Beri T8 
Tei 8831210 
Ot 17» 20 00 
22 30 


A PO Counor conC O A nnrir ,f Unix > 

Educatone eettMhprMàlle db Ve tagazì© nella DuWw» de 
gl» anni Cinquanta Ovvero in amena dalle amiche m 
guSnj Iddio Divertente scanzonato 

C©mrnad<& ** 

r*mN MnteMHrokMNtol 

AO Boyto conK Fox (Gran Bretagna"*)) 

Un cadavere sconvolge la vlia di tre ragazzi fasciando n 
©/edite una valigia za^pa di solo Ci* fare'’ Nascondo/© 

il morto naturalmente £lacommedias« tinge di nero 

Comrned a ** 

Fatata aorta TMta Braia 

A T Brass con T tirasi C Boccalone ( Itila. 9S i 
le confessioni erotiche d> un gruppo a> ckmne attidaie ai 
giornali specializzali t> direnamen,© alla cassetta postele 
di Timo Brasa Soli core spino epoca ron.a VM ,6 

Erotico 

IW I0888 M «O WOMi WOWtM 

AA Tfctoni CQnEbouMiu o W>w:VfFtoncro 
Echi d Algeria n un liceo dal sud-ovest delta Frane a E 
I adolescenza secondo Tech n* Ovvero scoprire la pcf n 
ca I ©rose la menzogna de ssmtmeni NV *h50 

Drammatico *** 

• FU) 


Mfin'm «rtfiHUUw Vanna 
(latamlWaoalè M iFVo) 

'rettone ongtrate 


CHIUSO PER LAVORI 


KlMMfZM 

di* d«ir> conJMpy )H Angtode i Cui 9Si 
Sion* d giocoli acaaamaiou © (Il ragazzo C&n»e poteva 
0 tóO«e altnmenii’ Firma il hlm lo acanoggiatca di Pulp 
FiCiion- a proouce CJuen'mTaranfino N V ,h SU 

Azione * « 

BoemoipKiUffao 

AP Fàrtih conJC apa JtowehUu V>f 
Un htr cha evidenzia I aenao protondo delia stupidite 
umana due icom .©n thè road* attraversane» i Ampi ca 
pei restituire#, tegitumo proprtefano una v«ig adì soldi 
Cammedte * 


JiW tianone on A Ponontio. A Uk, t/tato 95 
Molte di una molto napoletana quoil# di Daini Chetoin» 
sulle iracct delia sua infanzia e dette sua c ite Emozio¬ 
nante e mister loso come'i romanzo di Etona Ferrante 

Dramma, co •** 


cA<5 Naia Con) Smiltit L tiomla(Lso 19951 
Gruppo di famiglia in Ire ganet azioni Càch vnomitbct 
Chi sarA niwUce chi k> scoprir# prosio Prodotto da Fran¬ 
cis Coppola un temo# lac» ma facile 

Drammatico * 

LfaMma •olH«4 

di T Hocidoul eoo A BaietJJ Irtfi (('«riti, 

Doiwas Cteihome. camencru da piu di quaran, anni nella 
stessa casa è accusa,# di avor ucciso la padrona Le 
•cappa la Hglla arriva in aiuto Ottima Kathy Baivi 

Thriller ** 


PamepostàTIateBrau 

di F con r Brasi c fiottatone / Itim 95) 

Le ©oniessioru erotiche d un gruppo di dor»nr affidale ai 
giornali specializzati o direttamente aliacascetta postele 
di Tinto Brest Sott-core spinto epoca ironia V M 18 

Erot co 

UMoriaMMt») 


A0 toyte conK Fox (GranBreu^tm 94) 

Un cadavere econvolge IH vrt# d Ire ragazzi lasciando »n 
eredito una valigia zeppa dr soldi Che fare’ Afteconder© 
Il morto naturatmen,© Elàcorrimedlasilmgadinsro 

Commedia •• 



Alt HemkinaynU SuflfAmà £ 7tiàt(Lsn'*5i 

Gli Uto tallivi vogliono conquisterà la Tana ©sceigorioio 
tow# coma hase di atterraggio A salvai© u pianeta viene 
cMamaio un teemooi governo Usa NV ,h«5 

FanlaMuenza * 


VHO 


■gPMttzla-Atei 


AM fiocco »onC Stole' k. Bmi»» G Ollnuot ((torti*) 
Underenuto un v v^dl' -in c 'te\ a.'*^ 

cato oomo fuggir© da Alcahaz Incendo rispettare la leg¬ 
ge ithm di Siegelo E#8,*rfi>od ©reno ama cosa 

Drammatico * 


TE4TRODVEROMA - Profilo ATHMFL'RI 
UicoaCn. semi oa ri, tolto re © spettacoli 

condoni x mila on 

do tinnii e operatori uhnrah dell Evntpo Commdaru 



rtfiV-o Afcufi.)» aMakllil 1 S«V>| 

AloafiUnl. lalIR «rtvKK»id.i« 


TEATROWJEROMA 


rcbltà 


16 OTTOBRE ANTEPRIMA 


PER I LETTORI DE L'UNITA' 

i b glieli■ 

u jossme ni ir me piessn i. r.rni'.vnu 

:rt "ÙH U-f Clic* Waccl-I io 

1 V.l:'\,SlT*oV.obc 
d.ìilr nrc 'J f‘‘io .i<: esri..rimbi'lc 


abbonamenti 

trtrttrtS, 9» mTOWMJKMi (oro 

Tortro Duo-Morto Duo Moti» 3T- Tol 17H36» 
M 50% d*gH incBul 

NOTO di>-olu»o «fii , AM<IT 



» 

















Reno Clair 


■ ■ 


Da Hitchcock a Bergman, 
da Fassbinder a Godard 
rUnità contìnua 
la pubblicazione 
della storia del cinema 
attraverso i ritratti 
dei grandi registi. 

Una collana fondamentale 
per lo spettatore 
del grande e 
del piccolo schermo. 
Lunedì 2£ settembre 

RENE CLAiR 


Inoltre nella collana: 

BUSTER K EATON 
INGMAR BERGMAN 
ETTORE SCOIA 
STAN LAUREI. 
OLIVER HARDY 
RAÌNER FASSBINDER 
SAM PECKiNPAH 
GEORGE LUCAS 
JEAN-LUC GODARD 
BRIAN DE PALMA 
BERNARDO BERTOLUCCI 
JOHN HUSTON 
ROMAN POLANSKI 


Giornale più libro 2.500 lire, 


rUnità 


LUNEDI 25 SETTEMBRE IL 



1 il 4 f-J [mi 



. F ■ 1 L 

] [ij 



' | I 














Una società del gruppo Stet presenta i! primo «video on demand» italiano, operativo nel ’97 

Ecco la «tv a richiesta» 


Voglio la Nonna 
del corsaro nero 
Quanto costa? 

IMI NO MMHMm 

N ON VEDO1 ora che Inizi la tivù 
un demand e erodo che sarò 
uno dei primi ad abbonannici 
Iioidi* penso che si (rateerà di 
una grande rivoluzione in po- 
____ sitivo dell uso della televisio¬ 
ni! Provo ud eternare le ragioni del mio 
unlnsiasmo Scomparirà come pei Intan¬ 
ili I elleno gregge I obbligo sociale di ve¬ 
dere I progranimi più scemi dal festival di 
Sanremo alla stilala di moda all elezione 
rii miss Italia perdi* Il giorno dopo lutti 
no parlano sul tram per strado sul luogo 
di lavoro V se tu non l hai visto sei taglialo 
(unii dalla umvcrsazlone Ognuno sicura- 
ni I titillo televisivo sulla sua misura c fi- 
nalmemc nelle conversazioni la lelevlsio- 
no pentirà il suo ruolo cedrale e si torne¬ 
rà al vecchio e sano pettegolezzo sulle 
portone In dirne e ossa e non sul divi del 
piccolo schermo Come sanno tutti coloro 
clic I hanno sperimentalo sulla propria 
pelle la condizione peggiore per chi si 
esibisco in uno spettacolo * quella di Indo 
davanti a un pubblico che non paga per¬ 
di* un ente locale o un azienda hanno li- 
tuuatuto tu (est* Il pubblico dispreiza 
quello clic 6 gratis va viene, chiacchiero, 
la» 1.1 dir i bambini scorazzmo in mezzo 
dii- st dio Cosi * successe (mora davanti 
alla tivù nella beota illusione che 1 pro¬ 
grammi siano siali graziosamente ottetti 
a |indi' un < anone che nessuno paga e la 
pubblicità che fa lievitare de) 20 .• Il costo 
del prodotllcbc reclamizza 
Uso quindi II delino del telecomando 
die si,dibatte Inesorabile al minimo ral 
lenlnmenlo dell azione II giorno che hai 
[sigillo una ulra lincile minima per vedo 
le quel lllin le lo cucchi tino In fondo un 
ihesc iiuiiiiriuoseislrapenmo ehalan 
i In il coraggio di dire che in tondo ne va 
k va la pi ita ve I Immaginate gli spellatoli 
ili niella o di (amava - faccio due nomi di 
c MA a i aso che rinunciano a qualcosa 
ein hanno pagalo' 

M A l-A VERA novità della tivù 
on demand è ancora un al 
ini * la Ime della fruizione 
passiva della tivù Sia chiaro 
die non sarà una conquista 
indolore t padroni della tivù 
uti demand cercherannodt ingabbiarli in 
un mi mi asettico, sul modello delle dt- 
spensi elei Iratelli Fabbri o della He Ago 
siiti) tl|io I celilo capolavori del cinema i 
cento del teatro le cento più belle partile 
della Nazionale Ma io me ne tono dei ea 
liulavon lo mirto |«r me naturalmente 
voglio vivere la tivù on demand i onte una 
stilla I u dici c he nel tuo magazzino i e 
iiiiio i Ito puoi soddlslave ogni mia do 
manda' Benissimo allora io II chiedo 
culi Iki clic la proterva insipienza dei tuoi 
dirigimi Ira ordinalo di cancellare Visio 
i In pago voglio lar vedere a mio nipote 
ri» avventure di Giovanna la nonna del 
corsati! neio» il imi bel programma per 
ragazzi die sia mai statu realizzato poi 
due memorabili sceneggiali di Federico 
/ardi jx r la regia di filino fenoglio *1 
gì,»olimi» c I camaleonti* Inline volto 
vede»» vitto che pago - «1 Orlando lu 
naso di IIK a Ronconi Por oggi basta i o- 
s| c i sentiamo domani 
La tivù un demand Ira implicita in s* 
ani ora un .dira grande opportunità quel 
In ili |xite r ovviare a uno dei grandi diletti 
ili Ila televisione uislcome I abbiamo vis 
siilo finora ito* lo schiacciamento sul 
nrc « me Le> simttntoro televisivo * co 
stri nodali altilalltà che incalza a non ave¬ 
te n» mona slum a quando avrò Incava il 
dlsfHisIliwi t he ini permeile di ordinare 
qui Ilo Un voglio chiederò quando dal 
li li giornali si aliate la Carlo De Uenedeili 
rat tornira uri il licenziamento di Snida 
th|H udenti tur il rilancio dell Olivelli 
i laidi rollìi un mandino qui i servizi nei 
itti ili lo stesso Ih Benedetti reulava la 
parte del gratuli- stratega della Utiauza 
i tu si alava il Belgio e la Francia e ripete- 
r i ogni dieci set ondi il termine «azionista 
ili ri» ninnilo- Quando danno un pretino 
ili giom disino a Bruno Vespa voglio rive 
ilerc la sua intervista a Fonam latta pns 
m rapando in giardino quando iiruponou 
ih i Cnssig.i c untt presidenti- del C otisiglio 
voglio nsintin quali una delle sue rstcr 
n i/ioiii il«i |>nstilemi della Repubblica 
qiiamlodK ouo clic- la De ha dato all Italia 
gì nuli statisti voglio rivedere Emilio Co 
lumi*' ' he spiega cosa sarà Cilena l'auro 

S itando culo sfilare i leader di Alleanza 
,i/ii mali voglio r vedere 1 servizi su Reg 
già ( alrihriu in I Ilota chi molla quando i 
imlilani Inodorai slan/inmcnli voglio nve 
o, rt la sili ila dei g< [tirali rie II at rollanti 
, ,, Ih ululai» i sul Ioni onore di aver detto 
la vi rii isu lista a Voi c osa chic pagando 
itili vailo tra li Umililo medi n 


■ Cinquecento utenti a Roma, allreltanli a Milano 
Saranno loro a -testare- la prima tv on demand .Tatiana 
St cluama Videoningic e attraverso il -suo- schermo st 
pouà scegliere cosa vedere ila un film che non ha avo 
lo ancora passaggi - la cui visione cosia 5000 lire - al 
documentarlo in piu si potrà fare un po di shopping- 
Ma tutto questo e solo un pnmo passo verso una vera 
tv inulti mediale quella atliaveiso la quale si potranno 
Uff Operazioni bancone prenotare taglieri! aerei ecc 
eie Tv multimediale che partirà nel 97 Ma per anivaie 
a lutto ciò occorrerà aspettare che I Italia sia -cablata" 
sia no* servila da una rele a fibre miche Comunque 


Nasce Videomagic: 
in via sperimentale 
fornirà programmi 
personalizzati 
a mille famiglie 

_STUFANO NOCCONNTTI 

.spagina» 


VldeoMaglc comincia. L'ha presentala ieri la Stream 
società di cui * propneiana al 754, la Stet Che a sua 
volta * anche la società che porterà i cavi ottici a IO 
milioni di tanaglie italiane E visto che ormai i nuovi si¬ 
stemi intorniatisi viaggeranno sullo stesso cavo lelelo 
nico (anzi già ci viaggiano VldeoMagic utilizza ap¬ 
purilo la reie Telecom | nascono i pnml problemi So¬ 
no in molli msomma. a denunciare i rischi di un nuo¬ 
vo monopolio Ottiche dubbi alle quali idinge-ih del 
la Slri-am hanno nsposlo con molle rassicurazioni 
«Siamo solo un pome Ira i network produttori di imma 
gnu ed i clienu* «Non abbiamo alcuna intenzione di 
operare nelcampo della produzione di immagini* 





'mmmm 




La guerra di Loach 


Una scena oeJ «firn di Ken Loach «Terra e libertà- 


Troppo stress, calcio in rivolta 


C y E UNA SINCRONÌA di 
lompi molto sospetta lu 
liuti a Parigi Diego Ma 
radon*» tu fonda hi <i«SK_nie ud 
.illrr in dm ilhNn coìleghi} luv 

lon |>rofLv»umiMi (Ailp) ieri il 

proidL'iitL doli «JSùOLidzioiu? cól 

(.latori Sergio Culli pumi ho seni 
lo un** k lloru u Malunrso In cui si 
proietto pcn ho si gioti se mpre 
di |mu gli irHerv illMfd ima Miti 
tu i I «itovi vino st nipro |>»tì brevi 
In {MrtKolun L umjmiM si la 
milita |«'r lo scontro» ira c_dm 
fuonuln i Cop|M Ucf.i ut martedì 
pud nulo 1 sostegno dcllu sua te 
m 1 punii citi medici sportivi 
CrUVipuiiu 11 ; sintesi propone 
dut vf»sf_ o 1 ri tw. 111 uh no il miti 
iiionult» o rnonsKÌcrwmo il cu 
le nd tiniclelli ( op|K i umpee 
il si «spello « in Ciiniiwiid non 
voglia cssoit scavalcato dogli 
eventi f’ k «Illune > irn 1 quattordici 

S lot non che hiiKih binilo fon 
ilo ì Ailpu sono bui Ir» gioia 

i 


«TIFANO 

tori italiani (Zola Vialh e Ferra 
ra) e Ire stranieri in scena nel no 
slro campionato (Brolin Wcahe 

Attedi Pel*) Loigamsmo creato 
da Marudona ha però Ixjn altri 
scopi che seinmarF zizzania nel 
calcio italiano I obiettivo duina 
ralo ò qttello di conlrastare lo 
strapotere della Federazione- 
mondiale (Fifa) dovi da ven 
1 anni domina padrone assolino 
il brasiliano tono Hnvelanjc che 
ha già annuncialo I intenzione di 
governare per altri quatlm anni 
( le elezioni si terranno nel giu 
gito 1998) 

Campana Ira orizzonti pili limi 
tati cppcrò c * un (ilo sonile chi 
ixirtn a Maradona Da una parte 
c 1 sono 1 cak iat»n con i toro mi 
llardl ma anche con i toni fisici 


• Il HM » 


esposti ai traumi e ad uno stress 
paragonabile solo a quello ciré 
negli Usa subiscono i giocaloi i di 
basto del campionato NBA dal 
labro ci sono idoss delle federa 
zioni gli sponsor e sopranutto 1 1 
televisione' vera regina dello 
sport mondiale Tutto Olimpiadi 
mondiali ed europee * organi/ 
zuto in funzione deli occhio Iole 
visivo Del resto non c * scelta i 
soldi per sostenere il baraccone 
arrivano in gran porte da quello 
chi Marshall Me Luhan definì «il 
medium Ireddo ovvero la televt 
suine 

F siccome ki sport ha costi 
sempre più alti c siccome per so 
slc-nerll «toneranno sempre più 
soldi la battaglia sostenuta da 
Campana rischia di esser perduta 

PAOLO FOACNI 

... “ÀPAGINA» 


in partenza È tra due fuochi Da 
un lato il Totocalcio che non am 
mene anticipi al sabato dall altro 
il business dell Uefa C * una lesi 
se 1 calciatori incrociano le gam 
bc il circo si (erma Può essere 
potrà accadere ma a rimetterci 
alla fine saranno proprio i calcia 
tori Si dovrà allora trattare- ma 
gart cercando di concentrare gli 
impegni delle coppe europee tra 
mercoledì t.oggi esclusiva della 
Champions League) e giovedì 
(Coppa delle Coppe) E se non 
sarà’Beh alloracèunaltrarteet 
ta aumentare i profitti per i cal 
datori che accetteranno di gio¬ 
care in orari impossibili come è 
accaduto di mondiale americano 
e in spazi sempre più brevi Sullo 
sfondo ma e solo una provoca 
zone vedi.ma tanta polvere 
bianca Cocaina E il tunnel che 
hanno percorso gli sportivi più 
stressali emù diversi giocatori del 
NBA e motti tennisti II calcio n 
selliti di lare la stessa fine 

l 



H tour di Zucchero 

Lo Spirito Divino 
sale sul palco 

È partilo dal palasport di Monltchtan, vicino 
Brescia, il lungo tour che porterà Zucchero ne! 
resto dell'Europa e in America II nuovo Spinto 
DiVino, vecchi successi i duetti con Usa Hunt 
Sempre in nome dell amore per il rhy- 
thm'n blues e la Padania 

■MNDPÌ U W>«Ìi r ......APACUNA» 


Lotta al cancro 

Si sperimenta 
una cura genetica 

Verrà probabilmente spenmentata in Italia e 
negli Stati Uniti una nuova terapia anticancro 
che in provetta ha dimostrato un efficacia del 
50-70 percento contro i tumori del fegato co¬ 
lon e seno l annuncio e stato dato dal premio 
nobel Renato Dulbecco 

. .....«pàgina» 




Intervista allo scrittore 

Coelho, principe 
del best seller 


Un po' «Piccolo principe», un po «Va dove ti 
porta il cuore" è «L Alchimista», romanzocon il 
quale il brasiliano Paulo Coelho ha scalato le 
classifiche di mezzo mondo vendendo oltre sei 
milioni di copie Basterà tutto ciò a lame un ca¬ 
so editonale anche in Italia 7 


««TON ILA MOKI 


SPAGINA» 


Inpda ps morosi 
e miliardari 


n: 


I on sono i normali affittuari ad 
aver determinato il grande 
buco di 500 miliardi di canoni di 
affitto non riscos-1 
si. Ma da anni sono 1 
morosi grandi co» 
struttorl, centri 
commerciali, su¬ 
permercati e per» | 
fino la Corte dei [ 
conti. ECco i nomi. 



ILSMMII 


in edicola da giovedì 21 a 2.000 lire 


t 


k 















































['Unitili? 


FORZA TOT0. «Sì, lo la tocco, ma lei perché 
mi fa il ritocco?». Cosi l'implacabile Tao repli¬ 
cava all'onorevole Cosimo Trombetta, nel me¬ 
morabile -dialogo dello scompartimento" Infi¬ 
lando a bella pòsta l'Wdlce puntato nel gomito 
del vanesio c- malcapitato onorevole. Ecco, 
questa rubrica è dedicata ai tanti -Cosimo 
Trombetta» che popolano la cultura, la politica 
e la stampa nostrane. E naturalmente ai Princi¬ 
pe de Curtis, grande Cyrano plebeo-aristocrati¬ 
co. La cui -comicità*, a volte reazionaria, spriz¬ 
za ancora effetti di libertà. 

INTERVISTA O DETTATO? Intervista; traslitte¬ 
razione Italiana dall'Inglese Jiiifervtew*. che a 
sua volta traduce il francése -entrevue- partici¬ 
pio passato di -entrevoir-, Inlravedere, vedere 


toQBb&yatQQee 

dlWUNOQRAVAGNlJoU) ^ ^| 

attraverso Sicché l'intervista è un inler-testol 
composio a due mani, tramite cui un imervi- I 
slalore cerca di vedere -dentro* le opinioni di 1 
un intervistato Dunque un esercizio intellet-1 
tuale, professionale Persino ellmologicamen- " 
te parlando. Nulla di lutto questo capita di tro¬ 
vare in Rosso e Nero, l'-intervista* Baldini & Ca¬ 
stoldi a Renzo De Felice, a cura di Pasquale 
Chessa. vicedirettore di Panorama Al contra- ( 
rio! L'Intervistatore in questo caso sparisce, si 
Irofiliza. Si squaglia senza residui nell inieivi- 
slato. E allora, per non intenompere la narra- 


Cultura 


zione-, le domande diventano dei paragrafi 
riassuntivi dì quel che De Felice sla per dire: 
striminziti sommari risentii ex post Nemmeno 
un dubbiolino, una flebile curiosità, incrinano 
la fede di Chessa di fronte alte risposte dello 
storico Si. proprio un'intervista col baffi. Alle 
elementari si chiamava -Dettato-. 

UB» M CENERE. Tramate editori. 1 ioghi son 
tornati. 1 roghi di libri. Ai qualiautori e tenori Il¬ 
lustri condannai» ormai la sovrapproduzione 
cartacea di altrettanti autori e tenori illustri. Ce 
lo fa sapere Mirella Sem. In un'inchiestlna sul¬ 
la Stampa di ieri intitolata: -Libro inutile, li but¬ 
tero*. Festosi al richiamo deila Serri rispondo¬ 
no Vassalli. Zampa. Cohoneo. Bevilaqoa, Co¬ 
vilo. Pampaioni e Felloni Tutti felici di mostra¬ 


re scantinati, cestini e caminetti che atiendouo 
ì miseri volumi scaraventati in casa loro dalle 
case editrici E ovviamente si scambiano colpi 
bassi lo butto te, tu butti me. Finirà che incon¬ 
trandosi. se li butterrano in testa a vicenda i to¬ 
mi in esubero. FraUanto però, i loto di volumi, 
continuano a ingolfare te redazioni. Colpa de¬ 
gli autori? No Degli uffici stampa. 

LA SCODELLA BllUTTWÀK. Politologo ame¬ 
ricano dal nome teuionico-polacco. arcicon¬ 
vinto di capire l'Italia e idolatrato dalle folle di 
Pubblitatta. E un po', anche fisicamente, la ver¬ 
sione cattiva del nostro sottosegretario Stelano 
Silvestri, lui pure -realpolitiker. ed esperto mili¬ 
tare. Solo che il lajttwak ci va giù molto più du¬ 
ro del collega «aliano. A suo dite Scallaro viola 
la Costituzione, perché non scioglie subito le 


Mercoledì 20 settembre 1995 


Camere Mentre gli italiani, poveretti, vivono 
una -carenza di cultura democratica-: perché 
hanno ricevuto la democrazia -bella e scodel¬ 
lala». E da chi? Ma 6 chiaro. Dagli Alleati, dopo 
il 1943. Altro che Resistenza. Costituzione e 
frottole del genere! Frattanto le balle di Luti- 
wak deliziano l'Ineffabile Colletti e deludono 
I inossidabile Miglio II primo, in simonia con 
•l'amico Amenkano-, e tanloper aumentare la 
confusione, ha paragonato il governo Dini al 
governo Badoglio II secondo, sempre a Mon¬ 
tecarlo e in casa Pubblilalia, ha invece molla¬ 
to. -Non illudiamoci. Per passare alla seconda 
repubblica ci volevano almeno 50 o dò morti». 
Nervose!» Nosferatu! E pure schiatlamuorlo. 
direbbe « Pro!. De Curtis 


la mostra. Al «Museion» di Bolzano le opere di uno dei maestri dell’astrattismo italiano 


Tra forma e colore 
L’ansia del mondo 
nei disegni di Afro 


Il «Museion», il Museo d’Arte Moderna di Bol¬ 
zano, dedica una grande mostra a Afro, uno dei 
maestri dell’astrattismo, non solo italiano. 
Un’occasione importante per ripensare la ricer¬ 
ca pittorica di questo secolo. 


■ BOUANO Vedendo alte pareti 
del Musekm il Musco d'Arte Mo¬ 
derna di Botano, te opere su carta 
Intelaio, su tela, disegni e incisioni 
e I gioielli realizzati dal pittore Alto 
Basaldella (Udine 1912-Zurlgo 
1976)con opere datate dall'anno 
1928 Uno al 1975 si ha la certezza 
che 1 ’» pittore In queslklno é Maio 
ed « pei le questiono «l'èlle del No- 
beatelo una pietra miliardi Comin¬ 
cine» a dipingere nell'ambito fa¬ 
miliare: il padre e lo zio sono deco¬ 
ratori, i fratelli maggiori Dino c Mir¬ 
ko sono scultori Segue i corsi al Li¬ 
ceo Artistico di Firenze e Venezia, 
dove si diploma nei 1933. 

La Roma degli anni Trenta 

Nei 1929 a Udine vìnce una bor¬ 
sa di studio indetta dalla Fondazio¬ 
ne Marangoni ed ha cosi la possi¬ 
bilità di recarsi a Roma dove cono- 
tee Scipione e Mafui. A Milano nel 
1932 frequenta Birolli e Mottetti e 
lavora [ter qualche tempo con il 
Fratello Mirko allo studio do! gran¬ 
de scultore Arturo Martini. Fra il 
1934 e II 1935 è di nuovo a Roma 
dove frequento con II fratello Mirko 
un greppo di giovani pinoti della 
Salolo Romana vicino a Corrado 


Cagli: sono Culto». Sciatola. Zive¬ 
ri. lo scrittore Rodoilo De Angelis. 
Leoncilto, Fazzlnl, Capograssl, Ca¬ 
valli. il cenno deila vita artistica del 
greppo è la Galleria La Cometa di 
Laetilia Pecci Blunl. diretta dal 
poeta Llliero De Ubero. 

I quadri in esposizione al Museo 
d'Arte Moderna di -Botoorifr (via 
Scmesl I, lei. Wl/Wmtotwuto: 
10-13; 15-19. luiXKttxfttii. Fino 
all' 11 novembre; In catalogo pre¬ 
sentazioni di Pier Luigi Siena d«el- 
tore del Museion, Marisa Vescovo. 
Andreas Ftapkcmeycr Vicediretto¬ 
re del Museion e Barbara Drudi), 
vale a dire Autunno 1935. Coccio 

1938, La Basilica di Massenzio 

1939, partano chiaro: ormai Alio 
mostrava sapientemente la mano 
artigianale pregna di decorativi¬ 
smo che lo spingeva a creare im¬ 
magini classiche* che lacevano 
capo a Cagli il quale teorizzava in 
grande stile, l'artista con la A maiu¬ 
scola. capace di governate lo spiri¬ 
to de) mondo, detratte con furore 
e passiono. Nel 1937 Afro, assieme 
al fratello Mirko e a Cagli si reca a 
Parigi e si interessa particolarmen¬ 
te alla pittura cubista di Picasso e 
Braque e lino al 1956 i suoi quadri 
socio intrisi di torme surreal-cubi- 


ste Ne lanno lede i quadri ritolall II 
pianeta della fortuna 1948. La so- 
pronazione. I9S2, Senza titolo (na¬ 
turo mortoj, 1952, Paesaggio. 1953: 
il tono del colore acceso ma non é 
ancora monocromo; le torme, la fi¬ 
gura o l'elemento figurativo è inse¬ 
rito nei quadro e l'impianto fornia¬ 
te è ricco di scomposizioni di piani 

articolali alla maniera cubista. Nel 
1952 aderisce al grappo degli Otto 
(con Birolli. Corpora. Moreni. Mor¬ 
ioni. Sanromaso. Torcalo e Vedo¬ 
va) ed in quest'anno é proposto 
da Uonello Venturi alla Biennale di 
Venezia. Ed é proprio Venturi che 
instilla nella mente dell'artisla il 
dubbio della forma svincolala dai 
riferimenti -figurativi-. 

I viaggi a New York 

Ma ci fu anche un'altra data si- 
nel 


■ i]'ir* -> 1 

5 &i 


to-fifieiìcana CàBienne Vhiiano 
che, con scadenza quasi biennale, 
presenterà a New York te sue ope¬ 
re Imo al 1968 Quando aderisce al 
grappo degli Orto Afro é ancora 
più consapevole che avrebbe do¬ 
vuto adente alla tesi astratto-con¬ 
creta proposta Venturi. Non c'è 
opera di Afro che non parli di que¬ 
sto. Non c'è opera che non dia la 
certezza della straordinaria const¬ 
ano lemporum di cui era dolalo. 
Quel che si vuote dimostrare in sin¬ 
tesi è che Afro fin dal suo nasi ere 
come pittore non ha mai avuto ca¬ 
dute di siile Se negli anni Trenta 
decoralivamente classicheggiava 
dimostrando di possedere una 
gran mano prttorica e una maestria 
artigianale da grande decoratore, 
nei tempo ha sempre più, anche in 
maniera coraggiosa a voile, messo 





Afro intimiti mi m studio 


a punto la qualità che possedeva, 
cioè quella di -vedete- sempre me¬ 
glio, tacendo tesoro di tutto quel 
che gii capitava a tiro. Senza mai 
copiare, ma piuttosto ricercando e 
sperimentando forme nuove, co¬ 
me fece dal 1956. 

L'Importante per Afro era l'es¬ 
senziale. l'essudato, la riduzione 
tutto ad un colore, anche se usava 
cromie intrise di ocra, tetra di stona 
e lapislazzuli oppure verdi acidi 
frammisti a grigi sporchi II riscatto 
avveniva per equilibri di tono, per 


* . nV. r« 'iX- Vv ÀNiteV. * 



linee marcate e poi sgocciolato di 
nero che diventavano torme per li¬ 
rismo. Una compostemi» come 
Testo di ponte. 1961, non -cade-, 
non -pende* perché i Ioni sono ca¬ 
librati nello spazio. Ed è proprio 
questa calibratura-, questa -pos¬ 
sanza* e padronanza delle torme 
che Atro aveva raggiunto a caro 
prezzo, che lanno del quadro un 
pezzo di pittura equilibrata, di 
azione pittorica lirica. In Malalber- 
go. 1962 e Coso bruciala 1962. lo 
«garbo- dei rosso e del giallo cro¬ 


mo accende ancoi più liricamente 
l'astrazione dei toni circostanti In 
San Diego. 1963 e in Pagina verde. 
1966 è II ritaglio di giornale che ri¬ 
ceve il verde e il rosso che la da 
supporto per il sussiego sgarbato 
del tono. In fondo Afro era anche 
un aristocratico del colore: veniva 
da quella scuola del dopoguerra, 
dove era bandita la sciatteria colo¬ 
ristica e il -latito per late*. La scuo¬ 
ia di Vedova. Scialoya, Santomaso. 
Morioni. Butti. Corpora, Mafai. Sci¬ 
pione.. 






Coelho, ritratto di un principe del best-seller 


■ Metli II piccolo principe e L iso¬ 
la del festino, mescola un pizzico di 
Le mille e una none aggiungendo, 
alla fine, una mancialndi Va' doue 
li porta il cuore. Ed ecco (atto L'al - 
chimista. best-seller da sei milioni 
di copie, panilo con un tam-tam 
sommesso (solo mille copto il pri¬ 
mo om» in Brasile) e adesso tra¬ 
dotto iti tolto il inondo L’ennesi¬ 
mo romanzo cheti parla delia for¬ 
za elei aiate, - -ascolla II tuo cuore, 
esso II dice tolte le cose» • l'ha scrit¬ 
to Paulo Coelho. 48 anni, nato a 
Rio De Janeiro, di passaggio a Mi¬ 
lano per (uscito in Italia del libro 
(Bompiani, p. 182. lire 26.000). 

Come nel Paolo principe la for¬ 
ma scelta é quella della tavola 
Santiago, pastorello andaluso alla 
ricerca di un tesoro sognato, k> tro¬ 
va solo dopo aver attraversalo tolte 
le toppe di un viaggio che rispec¬ 
chia il percorso delia scala sapien¬ 
ziale alchemica, quella di Paracel¬ 
so ma anche di Jung In coi sì pas¬ 
sa da una condiziono di umanità 
-vile- a una di umanità -nobile», 
•aurea-. La trasformazione del me¬ 
tallo In oro. appunto, Ex autore di 
iesil por canzoni di -rock brasilia¬ 
no*. Codilo ammette alla Flaubert 
che Santiagr> c'est inai Un *li>. il 
suo. clic sarebbe noi quello della 
sua generazione, die voleva •cam¬ 
biare il mondo cambiando se stes¬ 
sa*. La psicoanalisi iterò stavolta 
non c entra. 'Non ci sono maestri, 
perchè unici maestri sono le perso¬ 
ne cito Incontriamo, che il pasto 
rollo Incontra» (mu non sarà mica 


il Siddharta del duemila?) 

Purch» ha «cerio l'aleWmla, un 
contratte coti Motorie 0. come 
bau* dal romana? 

In realtà l'Idea è nata da un rac¬ 
conto delle Mille e una nove di un¬ 
dici righe che riprende il mito filo¬ 
sofico dell'Eterno Ritorno, la ne¬ 
cessita cioè di uscire e tornare a se 
slessi con nuove esperienze. La 
generazione cui appartengo, 
quella del '68, la filosofia hippy 
stessa, ha vissuto credendo a que¬ 
sto. lo ho semplicemente raccon¬ 
tato la mia vita. Mi ha colpito mol¬ 
to il latto die tutti quelli che han¬ 
no letto il libro capissero questo ri¬ 
ferimento all'alchimia. comun¬ 
que: a che cosa mi riferivo quando 
pariavo di concelti come -leggen¬ 
da personale*, -anima del mon¬ 
do*, -linguaggio u nhteisale*. 

Sopra tutto questo. teL come 
anche Susanna Temrae. mette 
de iene del suore-. E un caso 
che ti tratti di best-eeter tradot¬ 
ti In tutto il mando? 

Più clic alla forca del cuore io 
penso a una essenza femminile 
dell'umanità che é la capacità di 
percepire e condividere alcune 
cose senza cercare di capirle. Cre¬ 
do che le persone sitano uscendo 
da quella che è stata la diltalura 
della ragione e stiano entrando 
verso la percezione vera delle co- 
ài. Da molti questo viene interpre¬ 
talo come tuga dalla realtà. In 
realtà si tratta di ruttarsi nello sco¬ 
nosciuto. Non solo scrittori ma an¬ 
che altri tipi di artisti, pittori, scol¬ 


liti po' -Piccolo principe», un po' «Va' dove ti porta il 
cuore»; è «L'Alchimista», romanzo con il quale il brasi¬ 
liano Paulo Coelho ha scalato le classifiche di mezzo 
mondo vendendo oltre sei milioni di copie. Basteranno 
questa dira e quei «referenti» letterari per fame un caso 
editoriale anche in Italia? Intanto, diamo la parola a lui, 
per raccontare il suo romanzo (pubblicato da Bompia¬ 
ni) e per spiegare la sua idea della letteratura. 


tori, stanno facendo questo tifles- il linguaggioche non abbiamo ao¬ 
stane. Non so se la Tamaro rientri cora accettato, lo posso insegnat¬ 
ila questi. te la filosofia, non che cosa sono 

Qirnto tuffo Mtl’IgMta è anche questi segnali Tutti coluto che 
un ritorno verso vari api rii reti- leggono però capiscono. Non sì 
gtotità -atteresths-? ualto di superstizioni, di coincl- 

Sitratto di un nuovo tipo di cono- dense Ma di circostanze che sono 


scema che sto avanzando e che 
può essere condivisa da tutti- Il pa- 
slore passa dal cattolicesimo all'I¬ 
sIam e alla line ritorna all'inizio, in 
realtà però lo spirito religioso del 
libro è nel risveglio che avviene. 

E come ti arriva a quatto ritve- 

. gHo? 

E una ricerca personale che non 
ho ricette, posso solo dire che la 
cosa londamcntole è l'oodaciu. Il 
pastorello segue i segnali di cui il 
suo cammino è disseminato c in 
questo modo arriva al -tesoro* 
let parta di una nuova percezio¬ 
ne, vera, della realtà. Senza un 
metodo, non ti tratta ri pensiero 
magico? 

Il metodo sono i seguali. Questo è 


fi per farci vedere qual è la nosua 
strada privata. Certamente non mi 
riferisco a un desiino già segnato 
checiaifende 

Nel Miro lek evangetteamente, 
prospetta una visione In cui 4 
puri di cuore- avranno ■ paradi¬ 
so. 

Nel nostro mondo fino ad ora ab¬ 
biamo crealo caste dominanti c he 
avevano dalla loro il potere di su¬ 
pere cose che altri non sapevano. 
Ma questo vincolo di dipendenza 

va spezzalo. 

Un'altra dcklaraztane molta an¬ 
ni Sessanta Conte quando un 
personaggio afferma che -ac¬ 
centatilo la verità iota quando 


l’abblamorwgat». 

Credo ancora che si debba sem¬ 
pre, ancora, rinnegare lutto. La 
maniera migliore per perdere la 
lede è studiare dai gesuiti, come è 
capitolo a me Sono sialo anche 
buddisla. prima di ritornare al cat¬ 
tolicesimo 

Senza «rotare l'epBogo, «Ita I- 
ne. In modo un po’ -da fedente-, 
più che • una coisqubta apMM- 
te, ti arriva a wi eeeoro -vere», 
concreto. Perche? 

L'alchimia è riflettere nel mondo, 
in modo mollo materiale, i nostri 
desideri spirituali: è far diventare 
concreto il too sogno. Anche L al¬ 
chimista poleva restare solo un li¬ 
bro nella mia testa, un sogno. Il 
miocuoremihadettoche dovevo 
osare: scriverlo 

limito afl'andecia, a seguire II 
proprio cuore. In che moto que- 
*to non sconfina con I gtotttfl- 
care tutto. - peeeo aita guano, 
tata Botala - In nome dati* pro¬ 
pria perennale rigenerartene? 
C'è una tendenza etica nel seguire 
il cuore nel modo in cui lo intendo 
io. La Bosnia non ci sarebbe se 
questo accadesse davvero Far di¬ 
ventare concreto il luo sogno si¬ 
gnifica riflettere quello che sei. Il 
mio libro inizia col miro di Narci¬ 
so. Se esco di qui e sono nell'ani¬ 
mo problemaiico, angoscialo, 
avrò solo problemi, angosce, li 
mondo è uno specchio che riflette 
all'uomo quello che è. La tragedia 
della Bosnia di oggi riflette io spiri¬ 
lo del tempo. E' una spiegazione, 


una esplicazione del nostro com¬ 
portamento. Solo se ci trasformia¬ 
mo noi ti trasforma anche il mon¬ 
do. L'ulopia è importante, io è sta¬ 
la e lo sarà sempre, per uscire da 
noi siessi, è una maniera per lavo¬ 
rare a un'idea. Ma alta fine il teso¬ 
ro è a casa nostra: solo che ci stia¬ 
mo seduli sopra e non lo vedia¬ 
mo 


È uscito 




RITROVAMENTI 

Gli elogi 
di Pound 
a Mussolini 


m Dopo mezzo secolo riappare il 
libro scomparso ili Ezra Pound in 
cui ti esaltavano la figura e l’opera 
di Benito Mussolini, misteriosa¬ 
mente distrutto pochi giorni dopo 
la stampa da parte di una casa edi¬ 
trice legala al ministero della Culto¬ 
re Popolare della Repubblica di Sa¬ 
lò. li poeta americano (1885- 
1972). che durante il ventennio fa¬ 
scista visse in Italia e appoggiò il re¬ 
gime, in un saggio di un centinaio 
di pagine definiva Mussolini salva¬ 
tore della nazione italiana. Pubbli¬ 
cato nel dicembre 19-14 dalle edi¬ 
zioni popolari di Venezia, il lesto 
(un rilacimenlo e un ampliamento 
dell'edizione americana di Mei- 
son and/or Mussolini del 1935) 
non venne mai distribuito nelle li¬ 
brerie. In questi giorni b scono¬ 
sciuto Jel/ersun e Mussolini arriva 
nelle librerie italiane per i tipi della 
casa editrice Terziaria a cura de! 
saggista Luca Gallesi, autore di nu¬ 
merose pubblicazioni sul poeta, e 
Mary de Rachewillz. figlia di 
Pound. 

NOVITÀ 

Machiavelli 
in edizione 
nazionale 


■ Sia per andare in stampa l'edi¬ 
zione nazionale di lune te opere di 
Niccolò Machiavelli (1498-1512), 
Il comitato scientifico, che ha rice¬ 
vuto il via libera dal ministero per i 
Beni Culturali, si e riunito nei grami 
scorsi per definire il piano delle 
uscite: il primo volume sarà pronto 
nel '96 e l'ultimo nel 2005. li pro¬ 
getto. che consenlirà di avere edi¬ 
zioni etiliche e Illogicamente altere 
dibili, è slato preparato dagli storici 
della letteratura e dai filosofi Enri¬ 
co Maialo. Giorgio Barberi Squa¬ 
rotti. Jean Jacques Marchand, Ma¬ 
rio Martelli, Paolo Orvieto, Ezio Rai¬ 
mondi e Cesare Vasoli. La presen¬ 
tazione ufficiale alla comunità cul¬ 
turale intemazionale dell'edizione 
nazionale machiavelliana avverrà 
in Svizzera, all'università di Losan¬ 
na. dal 27 al 30 settembre, in occa¬ 
sione del convegno -Machiavelli 
politico, storico e letterato-. Il unis¬ 
simo anno ad inaugurare la monu¬ 
mentale pubblicazione dei quat¬ 
tordici lesti di Machiavelli (editi da 
Salerno) saranno gli Scritti politia 
minori, affidati alte cure degli italia¬ 
nisti Jean Jacques Marchand e De¬ 
nis Fasciato dell'umversiià di Lo¬ 
sanna. Nel ’97 uscirà II Piincipe a 
citta di Giorgio Inglese e nel '98 i 
Dùcersi opra la prima deca di Tito 
Livio a cura di Francesco Pausi. 


In regalo la mappa dì Internet 


PER USCIRE 
DALLA PALUDE 

(SCUOLA, POLITICA, GIORNALISMO) 

AOT1SER1, BOURDIEU. BlBENSnilN.CAFAGNA, 
A. CAVAI J.I, HABERMAS, LOMBARDI, MARTIN li) J i, 
MARTI NOTTI, P. PASQUINO. SALVATI 

DONZELLI UDITORE ROMA 


1 














Mercoledì 20 settembre 1995 


Cultura&Società 





il caso. Nei cinema il film di Loach sulla guerra contro Franco: capolavoro o provocazione? Parla Antonio Giolitti 



m ROMA. Un animo di commozio¬ 
ne: intensa, imprevista. Non si 
aspettava, Antonio Giolitti, che te 
immagini di Terrò e libertà lo col¬ 
pissero a tal punto Specialmente 
le scene di -normale* vita di trin¬ 
cea, prima della battaglia, quando 
si leggono le lettere, si cucina quei 
poco che c’è da mangiare, si olia¬ 
no i vecchi moschetti nella speran¬ 
za che non facciano cilecca, «Non 
ho combattuto in Spagna, ero trop¬ 
po giovane. Ma sette anni dopo, 
nell'Inverno del '43, sarei stato sui 
monti del Cuneese, nei ranghi di 
una brigata partlgiana*. ricorda. 
«Mi vengono quasi le lacrime ve¬ 
dendo «flirti di Loach, Uguali le si- 
luozloni, gli siali d'animo, i discorsi 
aitomo al fuoco. C'è tutta una me¬ 
moria che risorge* 

Ex comunista, uscito dal Pei al¬ 
l’epoca del fatti d'Ungheria, poi 
approdato nelle file socialiste e og¬ 
gi nell'area della sinistra democra¬ 
tica. Antonio Giolitti è l’uomo giu- 
sio cor cui parlare della tragedia 
slorica evocata da Terra e libertà 
La guerra di Spagna, dunque, co¬ 
me una lezione da imparare per 
non ripetere piti quegli errori. Nel 
fuoco dello lotta contro Franco, il 
Ironie democratico si divise aspra¬ 
mente, finendo con lo spararsi ad¬ 
dosso: i trotzkisti de! Poum e gli 
anarchici della Cnt da un lato, i co¬ 
munisti di più stretta ossetvanza 
sovietica dall’altro. 

Lo M Che Canrito ha «Otti» atri 
•O M» «he Uach h* riscritto 
lo «orli a mode tuo, facondo 
pararne I c om ua fttl por o orara f- 
tri o I botiMca h> (H *««• del¬ 
la rtrel idem? 

Mi stupisco e non condivido, tanto 
più che Loach pratica una sorta di 
understalement, si tiene a un tono 
sommesso, senza calcare la mano 
sulle violenze commesse. Direi 
anzi che la virtù maggiore del film 
ala lantlretorica, la misura, il rifiu¬ 
to di ogni sottolineatura propa¬ 
gandistica. E un sentimento uma¬ 
no di solidarietà, di partecipazio¬ 
ne che guida la mano del regista 
Al punto da far passare in secon¬ 
do plano le motivazioni politiche 
del sanguinoso scontro Ira anar- 
co-trottWsti e comunisti -osser¬ 
vanti*. Che cosa sosteneva, In fon¬ 
do, Il dogma stalinista? Che l’eser¬ 
cito popolare anarco-repubblica- 
no era composto di trotzkisti 

""sassaiafasau 

tira tettante In empori»- Ma 
vate anche te critico oppoete: 
perché fate u atrintra rio guerre 

quellalette fratrie!* amatori» 


arano tatto tra» 

QlHltWttfl? 

Capisco la perplessità. Magari si 
può rimproverare a Loach un ec¬ 
cesso di sobrietà nella confezio¬ 
ne, Il dar per scontato ciò che for¬ 
se andava ricordalo al pubblico 
più giovane Che non sa. C’è il ri¬ 
schio, erodo calcolato dal regista, 
che In ferocia franchista resti un 

£ u' troppo sullo sfondo, come se 
i guerra di Spagna tesse sialo un 
conflitto tra anarchici e stalinisti. 
Iti compenso, devo riconoscere a 
Loach una grande onestà Intellet¬ 
tuale nel restituire le diverse posi¬ 
zioni Ideologiche L'assemblea 
nel paesino appena strappato ai 
franchisti è straordinaria. MI ha 
(aito tomaie In mente le nostre di¬ 
scussioni nelle balie, durante la 
guerra partlgiana Ero commissa¬ 
rio politico, ricordo tiene i dilem¬ 
mi, gli scontri. Combattere per la 
democrazia o per il socialismo? 

Che cos'altro te ptecc? 

MI piace II modo in cui Loach ren¬ 
de la formazione di un esercitò 
popolare, magari spontaneista e 
disorganizzato, ma già -interna¬ 
zionalista*. E la scelta di quel pro¬ 
tagonista: Il comunista Inglese so¬ 
speso ira disciplina di partito e fa¬ 
scinazione rivoluzionaria. Lui la 
scella di campo l’ha latta, ma si in¬ 
terroga continuamente, cerca di 
capire, conserva il distacco neces¬ 
sario, Un personaggio felicissimo. 

E co» non le plora? 

Il soltolinale un po' schematico, 
con l'esercito regolare repubblica- 
mi che circonda il gruppo di mili¬ 
ziani Mipravvissuli alla battaglia. 
Le divise ricordano quelle sovieti¬ 
che. viene quasi da cercare la stel¬ 
la rossa sul hcrretto dell'ufficiale 
fanatico. Il quale, anche da un 
puntò di vista iisiognomico. evoca 
l'immagine del Nemico loutcourt, 
del fascista. E poi avrei evitato la 
fucilazione del prete collaborazio¬ 
nista È vero. Il clero appoggiò 
Franco contro i -rossi», ma la que¬ 
stione è delicata. In Italia, durame 
la guerra di liberazione, c erano 
pteti che benedicevano I gagliar¬ 
detti della Repubblica sociale e 
preti che si schieravano con i par¬ 
tigiani. MI pare rischioso genera¬ 
lizzare 

Quinti anni «evanel 1837? 

Ventuno. Ricordo di essere anda¬ 
to in Francia e di aver partecipato 
alle grandi manifestazioni |xipola¬ 
ri rii Parigi per convincere Lèoo 

Uhm) a intervenire a fianco dei de¬ 
mocratici spagnoli *Des avtons 
polir lEspagno, era la parola 
ri ordino. Ma i grandi paesi demo¬ 
cratici, la Francia c l'Inghilterra, ri* 


È uscito ieri a Milano (da venerdì sarà in tutt'ltalia. al 
«Nuovo Sacher» di Roma in versione originale) il film di 
Ken Loach Terra e libertà, il regista inglese si rivolge alla 
guerra di Spagna contro Franco per raccontare la lotta 
fratricida che oppose le brigate anarco-trotzkiste alle 
forze di ispirazione comunista. Ne parliamo con Anto¬ 
nio Giolitti, esponente della sinistra democratica, che 
all'epoca aveva 21 anni. «Canillo sbaglia a criticarlo*. 


Mirarne 

masaro neutrali E la Repubblica 
spagnola perse la guerra. 

CtM nottate M ftavreto dalli tea- 
tara Spagnai* i ran n o ? 

Poche e contuse I giornali italiani 
erano di stretta ossetvanza fasci¬ 
sta. insistevano sul massacro dei 
preli. sulle brutalità dei -rossi- Per 
fortuna, all'edicola di Piazza di 
Spagna arrivavano quotidiani stra¬ 
nieri. come il Irancese Le lernps o 
lo svizzero Journal de Genève, che 


io leggevo avidamente. 

Como temete- voi giovani cntite* 
«cML te rottura dot fronte de- 
mocratfco raognoto? 

Non si sapeva niente di quella tra¬ 
gedia nella tragedia II libro di Or¬ 
well, Omaggio alla Catalogna, 
t’abbiamo letto più lardi. Noi era¬ 
vamo un po', come dire, schema- 
ticL non si faceva distinzione tra 
anarchici, trotzkisti e comunisti. 
L'opzione era tra fascismo e anti¬ 


fascismo. Tra l'altro all'epoca non 
ero neppure comunista. Al pattilo 
mi avvicinai qualche anno dopo, 
attratto - per ditta con Bobbio - 
dalla -forza irresistibile del Pei-, 
Loach ama ripetere che te gmr- 
rad Spegna, b realtà, fu ira ri¬ 
volutone ti « rit ta . È d'accorda? 
Mi pare semplihcatorio e retorico 
affermare ciò. Nel febbraio del 36 
et fu la vittoria elettore le del Fronte 
popolare Non una rivoluzione, 
ma un'elezione vinta dalle sini¬ 
stre. Una strategia democratica 
sancite anche dal VII Congresso 
dell'Intemazionale comuniste, 
con Dimltrovche rischierò a favo¬ 
re dei Fronti popolari. Semmai, di¬ 
rei che la guerra di Spagna fu la 
prova generale della Seconda 
guerra mondiale. 

Si pad variare -Taira • aborto- 
cara* un mao u gflo aria stat ura 
di aggi perché non ripete gl 
•boga di ieri? 

Se sì vuole, ma francamente mi 
pare difficile far passare i miliziani 


Tutte le date del conflitto 

1823 : H Canonia Mgaai Prima da Muori testati ra un* 
«tatara con I centaara di Attente OL183 fc 812 aprite 
rtpuMùicaai a aoclaCsd vtecono to itertal ammMotratfce. • 
14 é proctanate I* ftopobbUcs, a 28 maggio to storioni per 
le Corrai ooaUtuaoricoalormano la vittoria Osi parthi di 
stataria. La auemCostHuzlone bapona aia Mera eondrionl 
duro. 1832ì In goMiaie tatuneriaal anarchlcho in tutte N 
patata ■ Magete» Mtaoo mi taatatho di cdpe di arato di 
diario. 1331: Sciopera (saoratoamori anarchici.N 29 
ottobre P rimo do «vara teoria a Madrid lotetengo.il 18 
aevombn I ponte dot eentrodraris rincorro la oteztota. 183*. 
*6o(tobro scoppia 1‘taurreriohe organizzata dtNa stataria 
ehi hai punti focaii a Madrid a noria Ostello. In Catalogna 
«taf 


tranao ohe noria Muri» devo rione rapatola Caria iagloaa ri 
rnnrn ifir m a rn i Éi uimtata l io f ili nefrite m ari ta lo 
1838: ri 8 gooaalo «tara odono ri portamento. ri 16 MMa 
Il Fronte popolare data abitata ricco di tatara tostatali.» 
17 tagriorootreltod'Mtart rtbaria seguito da dhorao 
<uMn tgooi n * »o pat ri o ti lo. Il raipoMstoto h rita cu nol 
g aoarari ribaOI non accattano «temi c otoprom oaa a con II 
gtmno-128 tatfto te awterioal 
tedesche a tartara trasportano te 


■ 4 tettatalo targo Cavi ta ro 
ritenta » crac dot governo dal 
Frante. Franeoè Marinato cape 

dal governo daria Munte dal ita*. 
8-23 ao-aanbaa, butte al mo dot 
fuoco tolte briga te latemartotaL 
1837-1838: la gratta oMie 
(•vampa. M 28 roano dal 391 


che fa Stanca, 
rialto, 

latente OMW. 
Matato 
grand*, 
tenftart 

io macera 


-TarreeHborte- 


anarco-frotzkisii per i progenitori 
del Sessantotto e l'esercito domi¬ 
nato dal Comintem per i partiti co¬ 
munali degli anni Sessanta e Set¬ 
tanta. Insomma. sinistra leggera 
contro comuniSmo autoritario E 
del resto sarebbe un film inattuale 
oggi che l’Urss non esisle più. No. 
mi sembra che Loach abbia volu¬ 
to ricostruire la storia drammatica, 
umanissima, pre-politica di un im¬ 
peto libertario in lase di sboccio. È 
una vicenda ben dalaia. non ne 
forzerei rinterprelazione. 

Socondo lai, la guerra ri Spagna 

ri sarebbe pena cemraque? 

Si. vista la decisione delle demo¬ 
crazie occidentali di non interve¬ 
nire nel conlliito Si verllicò uno 
squilibrio indiscutibile Tedeschi e 
italiani spedirono in Spagna uo¬ 
mini, anni e aerei Mentre l'inter¬ 
vento sovietico non poteva - anzi 
non voleva - avere un esito vitto¬ 
rioso. Condivido ciò che ha scritto 
Furel in proposito: Stalin voleva 
spostare a occidente lo scontro 


col nazismo, alleggerire la minac¬ 
cia ai confini, c la Spagna fu un 
terreno ideale. Ma non credo che 
il disegno strategico del comuni¬ 
Smo sovietico mirasse al successo 
delta rivoluzione democratica 
spagnola 

E I coton ateli Uterini coma to 

nxraoro In qato contette? 

Beh, ci fu un doppio livello: da un 
lato, una partecipazione genero¬ 
sa. militante: dall'altro, un'atten¬ 
zione più cinica e calcolatrice ai 
rapporti intemazionali. Erano gli 
anni delle -purghe-, dell'ossessio¬ 
ne trotzkista, lutto ciò che si colte- 
gava alla sinistra libertaria veniva 
visto come un nemico Ricordo 
che qualche anno dopo, durante 
la guerra, un comunista doc, Fran¬ 
cesco Leone, venne a farci visita in 
montagna lo, ingenuamente, gli 
dissi che ero diventato comunista 
leggendo Trotzski. Mi guardò inor¬ 
ridito -Se io avessi detto una cosa 
simile-, sibilò, -non sarei qui a par¬ 
larti- 


Un’opera forte che parla del passato e soprattutto del nostro difficile presente 

Cara sinistra, questa terra è la tua terra 


■ Per spedirvi a vedere Terra e li¬ 
bertà, sosterremo qui e ora una tesi 
provocatoria. Ovvero: lasciamo 
l>erdere le polemiche su ciò che è 
damerò successo in Spagna nella 
guerra civile, le risposto piccale di 
chiunque - da Cantilo in giù - ri¬ 
tenga di avere una propria velili 
sui fasti e to tragedie del '36. Met¬ 
terla sul piano della verosimiglian¬ 
za storica non aiuta a capire il film. 
Diremo di più: noo aiuta a capire 
nessun film. 

Terra e libertà racconta in due 
ore una fella, molto parziale, della 
guerra di Spagna Chiedere a Loa¬ 
ch di dare un resoconto onnicom¬ 
prensivo e storicamente veridico di 
tutte le contraddizioni e le violenze 
che divisero le lorze repubblicane 
sarebbe chiedergli di fare lo stori¬ 
co. e non il cineasta. Nessuno si la¬ 
mento se un capolavoro come Sfi¬ 
da infernale ricama di fantasia sul la 
vicenda umana dello scendo 
Wyatl Earp - che non era un eroe 
specchiaio come lo raffigura Henry 
Fonda -, nessuno discute il valore 
artistico dei film di Eisenstom an- 


Torrso libertà _ 

che se non raccontano certo to m oria...luto and Freoéoni 

realtà dello stalinismo A noi sera- Ragia. .risa losca 

bra che Loach. in Temi e libertà, si Sceneggiatura- r à lm Atta 

riveli un cineasta di quella statura: Fotografia^--Barry AcOroyd 

allontanandosi dagli scenari prole- Nazionalità 

tari dell'Inghilterra, e affrontando - „*yT*?g*y* a * > 1M! 

un'epopea, lamette in scena con il eri ta*«i*rr« 

tono secco, pudico e commosso Bianca' I~ZI7 ' a»i«n» Poster 

che aveva tl West nairato da John ^aite ™ ".... .(darrioOMn 

Ford Lawrence - TomQUroy 

E degno davvero di Ford, sopra!- Kitiy...Angoli Cinte 

tutto per la totale assenza di retori- Mirano: «tao, Odora _ 

ca. quell'inizio in cui un militarne ^ , f3SC0|Te ^ |ej una 
repubblicano racconta to ito» d amon * neUe retrovie. M a to divi¬ 
ne spagnola in una sezione del 

panilo comuniste inglese, a Licer- ' 

(kx>! Èliche David decide dì partì- 

re: disoccupato, coraggioso, pieno i 

di sogni sul «sol dell'avvenire. Da- 

vid sbarca a Barcellona voglioso di la al fine di difendere la Re- 
combattere. Lo mandano sul fron- Pùbblica mentre I anarchica Blan- 
te aragonese, in una brigata di stra- ca e Pf r la mancanza di gerarchie 
meri dove l'inglese è to lingua fran- J- P®' la rivoluzione, tutta e subito, 
ca. dove non c'è disciplina miiitore “anca ritorna al fronte, mentre Da- 
- niente gradi, nè uniformi, nè sa- wf si trova nel bei mezzo delie tel¬ 
luri - e le donne combattono al te fratricide di Barcellona, dove 
fianco degli uomini David si inna- anarchici e comunisti si sparano 
mora di Bianca, una bella e intrepi- addosso da un lato all'altro delie 
da guerrigliera, e quando viene le- strade. Arriva anche per David il 


momento della rabbia: in una sce¬ 
na straziante - anche per noi, an¬ 
che oggi - straccia la tessera dei 
partito e raggiunge Bianca sui 
monti. Ma per gli anarchici del Cnt 
e i militanti rivoluzionari del Poum 
è in arrivo to tragedia: vengono 
spazzati via, molti vengono fucilati 
e Bianca è Ira le vittime. Al suo fu¬ 
nerale. David raccoglie un pugno 
di reità, lo avvolge in un fazzoletto 
rossoe lo porta in Inghilterra. 

Ritroveremo quel fazzoletto, 
quella tetra, quasi 60 anni dopo: 
perchè l'odissea di David è rac¬ 
chiusa in un lungo flash-back che 
si apre con to morto del vecchio 
compagno; sua ripete Kity, ragaz¬ 
za nella cupa Lherpool degli anni 
90. rilegge le sue carte e scopre il 
passato tragico e glorioso del non¬ 
no Ed è lutto qui, il senso del film: 
non nella fedeltà ai falli, ma nello 
spirito che vuole comunicare al¬ 
lo®! Kilty ritrova il fazzoletto, e al 
funerale di David dopo aver letto 
alcuni versi eli William Morris, getta 
to terra di Spagna in una tomba in¬ 
glese. e alza il panno rosso stretto 
nel pugno chiuso. A questo punto, 
non stiamo più parlando delle tra¬ 


giche divisioni fra anarchici e co¬ 
munisti nel 36. Stiamo pattando di 
una sinistra a cui Loach. da auten¬ 
tico comporterò, manda un mes¬ 
saggio fone e prec iso. un invito a ri¬ 
leggere gli errori e le fratture del 
passato e a riflettere in modo serio, 
cosciente, feroce sulla propria na¬ 
tura di oggi. In altre parole: sinistra 
di movintenro o sinistra di gover¬ 
no? Sinistra -spontanea- o sinistra 
-tattica?' Sinistra «presentabile* o 
sinistra capace ancora di darsi 
obiettivi - se non metodi - rivolu¬ 
zionari? 

Loach è un artista e (a doman¬ 
de, non dà risposte. O meglio: due 
possibili rispóste sono racchiuse 
nella bellezza e nella verità - uma¬ 
na e psicologica quindi più che 
storica - di alcune sequenze del 
film Nell'Incredibile discussione 
sulla collettivizzazione delle terre, 
o nella dolorosa simmetria dei tre 
funerali che incorniciano il film al 
suono dett'lrrtorarz tonale. Lo ri¬ 
sposta sto anche nelle lacrime .An¬ 
date a vedere Terra e libertà, com¬ 
pagni, e lasciatevi andare all'onda 
dell'emozione. Poi - ma solo poi- 
segue dibaltilo. 


Il Fronte 
popolare voluto 
da Ercoli 


m C'è un protagonista distante, 
mal nominato nel lìtm dì Ken Loa¬ 
ch. O almeno c'è un protagonista 
della vicenda spagnola negb anni 
tragici della guerra civile. Quel per- 

W Jo ha II nome di Paimiro To- 
o meglio quello di Ercoli. E 
propno Togliatti, in seno atl'lnter- 
nazionale comunista, ad avere to 
responsabilità dei partili comunisti 
dell'alta .tarino e quindi anche di 
quello iberico. E il Pce a cavalkwle- 

& anni '30 non è certo un partito 
e e radicato, anzi i suoi quadri 
sono tutti in formazione, to sua di¬ 
rezione è ullrasettaria e divisa da 
lotte interne. Il fce è fuori dal patto 
d'unilà coi socialisti e con gli anar¬ 
chici, fuori dalle iniziative sindaca¬ 
li. Poi una serie di svolle politiche, 
anche suggerite da Mosca, lo por¬ 
teranno nel 1934 a partecipare ai 
moti Insurrezionali delle Asturie in¬ 
sieme agli altri movimenti della si¬ 
nistra. 

E Togliatti 5 Sul suo molo in que¬ 
gli anni esce proprio ora per la rivi¬ 
sta dell’Istituto Gramsci Studi storici 
un saggio di Antonio Eterea che ha 
rintracciato e analizzato un impor¬ 
tante documento politico del Pce. 
Siamo nel gennaio del 1935 e i co¬ 
munisti spagnoli guidati dall'ar- 

t enlir» Victor CodoviUa vogliono 
melare una -lettera agli operai*. 
Un appetto che traccia una linea 
politica riassumibife sostanziatem- 
te cosi: orgoglio dì partite, analisi 
della situazione politica come rivo¬ 
luzionaria e indicazione del mo¬ 
dello sovietico come to via da rical¬ 
care. E a questo punto che il docu¬ 
mento arriva nelle mani di Ercoli il 
quale non può riscriverio daccapo 
ma può tagliare alcune parti e : ?- 
giungerne altre. Sara una lavoro di 
revisione profonda, un vero muta¬ 
mento di analisi e di linea. Fin dal 
primo paragrafo, pur non rinun¬ 
ciando a parlare di rivoluzione, 
l’accento viene posto sul presente, 
caratterizzato da una forte minac¬ 
cia reazionaria. Due lunghi tagli 
eliminano le parti più pedissequa¬ 
mente ricalcato sul modello sovie¬ 
tico. sul -catechismo* dei nomi sa¬ 
cri della tradizione comunista. 

Il mutamento di tono (dall’otti¬ 
mismo all'allarme ) si somma alto 
ridefinizione della linea polita in 
cui -si coniuga l'accettazione delle 
alleanze operaie e contadine - 
scrive Eloraa - gli organi dei fronte 
unico con l'esigenza di un fronte 
popolare antifascista... in ogni ca¬ 
so il fronte popolare viene incluso 
come momento decisivo delta stra¬ 
tegia comunista e considerato un 
aggregato di forze politiche e so¬ 
ciali. al di là della semplice circo¬ 
stanza elettorale*. E ugualmente su 
questa linea si colloca un'altra ag¬ 
giunta che parta del «fascismo co¬ 
me l’ultimo tentativo della controri¬ 
voluzione feudale e capitalistica 
per impedire il compimento delta 
rivoluzione democratica e to sua 
trasfopmiazìone, sotto ia giuda 
delta classe operaia, in rivoluziuo- 
ne socialista». Cosi nel maggio del 
1935 Togliatti guardava alto Spa¬ 
gna: con preoccupazione e con l'i¬ 
dea chiara che qui il fascismo era 
la vera minaccia 


l 


1 























pagina “4 l'Unità# 


-*■* « r -f.r v* *-**! 


Scienze&Ambiente 


rrwi iwirCTTi- 


Mereoledì 20 soUombro 1995 

?tt. iis'sSt!»--4t.*^.SS-fc£SiÌ-.'i ti 


L’isolamento culturale è il tema in discussione alla Conferenza che riunisce in Nigeria i ricercatori dei paesi poveri 


■ Il Terzo mondo comincia a 
credere- nella scienza naia in Oc¬ 
cidente. Ma basia dare uno sguar¬ 
do alla scheda qui a Manco per ren¬ 
dersi conto che l'Occidente crede 
sempre meno nella scienza del 
Teizo mondo. L'Isolamento cultu¬ 
rale, È questo uno dei prtncipalite- 
mi di discussione alla Quinta Con¬ 
ferenza generale che l'Accademia 
delle scienze del Terzo mondo ha 
organizzalo in questi giorni (dai 17 
al 22 settembre) ad Abuia in Nige¬ 
ria. È questo il pericolo denuncialo 
da Wayt Gibhs sullo Sacnti/ic Ame¬ 
rican (agosto 1995) al termine di 
un'accurata inchiesta sulla comu¬ 
nicazione scientifica. Ed è questo il 
più grande problema che oggi as¬ 
silla la scienza del Terzo mondo. 

■Il Terzo mondo non è un'entità 
omogenea. Neppure in ambito 
scientifico e tecnologico. Bisogna.. 
infatti distinguere Ira quei paesi 
che. come la Corea, spendono ol-. 
Ite il 2 % del Pnl in ricerca e svilup¬ 
po. riuscendo ormai a competere 
col paesi del Primo mondo e quei 
paesi che. come quasi ludi gli Siali 
doll'Africa, non riescono a investire 
in ricerca neppure lo 0,25% del lo¬ 
ro piccolo Pnl» sostiene Mohamed 
Hag Ali Hassan. sudanese, fisico 
teorico e segretario esecutivo del¬ 
l'Accademia delle scienze del Ter¬ 
zo mondo, «E persino in Africa bi¬ 
sogna saper distinguere Ira quelle 
nazioni, come la Tunisia, dove uno 
scienziato guadagna 1500 dollari 
ol mese, e quelle nazioni, come il 
Sudan, dove a sterno può racimo¬ 
lare 75 dollari al mese. Sono realtà, 
sociali e scientifiche, dei tutto di¬ 
verse. Lo scienziato tunisino, tutto 
sommato, ha buoni motivi per 
continuare a lavorare in patria, tx» 
scienziato sudanese, appena può, 
va via». 

Il Terzo mondo 6 caratterizzato 
da realtà culturali, oltre che econo¬ 
miche, mollo diverse, «Già, la bade 
zione culturale e la grandezza di 
un paese contano mollissimo. 
L'fiOX della scienza prodotta nel 
Terzo mondo appartiene a sole 
cinque nazioni: India. Cina, Messi- 
co, Brasile e Argentina. Per contro, 
l'Africa Intera col 13% della popo¬ 
lazione mondiale produce appena 

10 9,3%,dei lavori scientifici», sostie¬ 
ne ancora Hassan. le- prospettive 
per il futuro non sono meno diver¬ 
sificate della situazione preseme 
■In molte regioni del Teizo mondo 

11 ire ivi dello sviluppo scientifico 
punta verso un deciso migliora¬ 
mento. E tuttavia ci sono Stati e re¬ 
gioni Ut cui II trend à quello del 
peggioramento. E non pensi solo 
all’Alrica subequatoriale. Anche il 
Messico, per esemplo, in questo 
momento è In difficoltà". 

Problemi comuni 

E tuttavia In questo Tento mon¬ 
do cosi grande e cosi vario cl sono 
problemi scientifici comuni. «Certo 
- acconsente Hassan -, Benché or¬ 
mai nel Sud risieda 11 24,1% degli 
scienziati del mondo intero, c’è II 
probiema della massa critica Nep¬ 
pure nei paesi scientificamente più 
avanzati del Terzo mondo, in Cina, 
In India, in Brasile., è tacite mettere 
Insieme una comunità scientifica 
sufficiente per svolgete aillvilà di ri¬ 
cerca di assoluta avanguardia Si fi¬ 
guri nei paesi piccoli e tjvolto pove¬ 
ri dell'Africa o doli'America centra¬ 
to. C'è, poi, un problema di leader¬ 
ship e un problema di strutture un 
po' in tulli i paesi in via di sviluppo. 
Ma cè, soprattutto, li problema 
dell'Isolamento. Nel suo duplice 
aspetto. La gran parte degli scien¬ 
ziati del Terzo mondo ha grandi 

È arrivato 
Il nuovo 
neurocomputer 

Stabilire a* sonerete»» IM «I 
eli urti lo bare ««Ila al toro 
pwopdtat» com sa rtnm tnt o « aa la 
batteria, pr avstiare l'andaménto dai 

oarnM, rtcoooaeara aa la «ima 
wgli miglia lamicataono, 
«trarre da «o ritritali di immagini 
Taa quatta ilgnlftoatlva paratia 
«agnoli «tumore: a fare lutto dà 

panai ora un computar. Il primo 
nawoooai potar aurepao, eteri 
e apnea tfi elaborare dati con un 
pfocadimanto trinila a gitalo che 
anima aai carvi Ko umano. S 
nourocomputar, chiamate 
Sjnapt«-la realizzalo dalla 
tadaaca Stanano-Nixdorf. riHpkl 

potanta al mondo tri quatta 
calafata a cotta dica SCO 
milioni. 4a ava ipaciaRziaiiOM- 
hanno «atto 1 reapowstolti dotta 
Stornano Nixdorf-* contaore 
prenatali, oppure riomoacare la 

reca# li ««ture, non (riti aoittMo 
auUabatadlanalM attuatici*, ma 
nwdHIoando tata par volta te 
lattatati tra I dati par adattata al 
particolare proNotnadB tao (rara». 


MWn |*dpg 4 1 


D Nord non crede 
alla scienza 




Crescono gli investimenti per la ricerca scientifica nei Pae¬ 
si in vi» di sviluppo. E cresce il numero dei ricercatori del 
Terzo Mondo che, tuttavia, soffrono di un forte isolamento 
culturale, sia all’interno dei loro paesi che nei confronti 
della comunità scientifica internazionale. In Nigeria si sta 
svolgendo la Quinta Conferenza generale organizzata dal¬ 
l’Accademia delle scienze del Terzo Mondo e Scientifìc 
American si è occupata della questione. 

ìtiimmaiièo 


difficoltà a entrare in simonia con 
la ellisse dirigente c l iniera pupo 
làzlone del proprio paese E ha 
grandi difficoltà a entrare nel (lusso 
della comunicazione scientifica In¬ 
toni azionale». 

Che lare per vincere il primo iso¬ 
lamento, quello interno? -Noi non 
possiamo lar alito che remare di 
sensibilizzare le classi dirige ni, alia 
cultura scientifica. Coinvolgere i 
politici, in primo luogo i ministri 
delle finanze. Ma cè bisogno sn¬ 
elle di sensibilizzare II grande pub¬ 
blico. E questo è cosa ancora me¬ 
no lari le. visto che la gran parie 
della popolazione del Terzo mon¬ 
do è alle prese con problemi pri¬ 
mari», allarga le braccia Hassan. 

Forse l aura lontra, speculare, di 
isolamento, quello che rende diffi¬ 
cile al ricercatore del Terzo mondo 
l'inserimento nel Musso della co¬ 
municazione scientifica intema¬ 
zionale. ammette rotoloni più 
chiare. Il guaio è che questo tipo di 
isolamento, come denuncia lo 
■Sdentine American, è in crescita. 
Per Ire motivi. Il primo è che gli isti¬ 
tuti selenitici del Terzo mondo 
non sempre hanno i mezzi per ac¬ 
quistare le riviste scientifiche inter¬ 
nazionali sempre più numerose e 
sempre più costose. Si potrebbe 
ovviare in due modi Instaurando 
una doppia tariffa per le riviste 
scientifiche intemazionali una. 


elevata, pei gli istituii dei parai Oc- 
-re, un’alira. sensibilmente più bas- 
sarfier gli istituti dpi paegt.m via di 
sviluppo o con economi: In transi¬ 
zione (ex comunisti). Elavorendo 
la nascita di riviste scientifiche con 
standard di eccellenza net Terzo 
mondo. 

Queste soluzione rimanda al se¬ 
condo motivo che concorre a crea¬ 
re l'isolamento scienlilico dei ricer¬ 
catori del Sud del mondo. Perché 
in questo momento la comunica¬ 
zione scientifica intemazionale 
tende slavofile, se non ad espelle¬ 
re, la letteratura scientifica del Ter¬ 
zo mondo. Negli ullimi 15 anni 30 
riviste su 80 sono state derubricate 
dallo Science Cilaiion Index, cioè 
dal novero delle riviste intemazio¬ 
nali che coniano. E non sempre 
per molivi di qual ite. 

Di scrimin «torre 

Se al gtomali del Terzo mondo é 
negalo l'accesso al golha della co¬ 
municazione scientifica intema¬ 
zionale. giocoforza gii scienziati 
dei |>aesi in via di sviluppo cercano 
di pubblicare sulle riviste occiden¬ 
tali più accreditale Ed é qui che si 
annida il lerzo fattore che contri¬ 
buisce al loro isolamento culturale 
Perché, come sostiene lo Srienwlr 
Anieriorn, un po' per indifferenza, 
un po' per pregiudizio i loro articoli 
sono rifiutali con una frequenza di 


U riviste: poche e poco considerate 

Ut ricattata» w quattro, armai, «maritate ad un patta rii 
nttdi Mippo. Unte—iMTana matita In Rtttifrtewaaa 
atauppo), Bau, « meon «coatti un auporo » M*da) 
tarate mentitela. Ma è rii amante. Soprattutto In Ma 
«tariate, tiara la «correntia più dte «ta c ite mi « wa tt 
ricama leteMMca a tecataatika qnaal II 2% dattero 

». mi g n a u li mol i imIi ludi Ha a m patria# 

(tetto# «qaantote «« u rite B mitt. 

IMcmtia qua gli tett atil i «uc o aaal q ag nm tari. patti aurini 
UmntàdlmtaaKo dal 40K« lumaio di tiriate dal Cuti dal 
««ondo diaria «ciac ad a* «re a e r eo» a no i «tea ra diai ita 
«tettatedi riwintinadm ittitittlntettmidiiiili Mal 
IMO, totem «rato POterMotopahhleato ta parai In tadf 
te lrittP» amtadmte d ura tam i» « a ratoti ««ali atate la 
dairtolltttt di I ntontiamo—acta i tMea di ntodoW» par 
«o ««t» tet ta to na tta Pate n e » ditata teda». Oddi quali 
i h taiairt fi ppraa60.au — t n*ti ll tt «(ta «te «8300: IfC» 
d opa fin o M a ri a — m i adtete pus co ntitt ai l g —te u o » P1JI» 
«m produttore tati cattura aetartMea dai piagata. Mte 
«oaao tempo «oao—montali pi tateod aeriti! da ottonatoti 
dal Taf» mondo a Mutati dal la Principal «Mata tttonMcria 
amotaan» od owepo*. Ita! 19P4 (eterica, por paompte.ha 

accattato (opubbBeatel oc*» 2 «tacerti «al circa 150 tastati 

da «daadatl « m paa—la «la « atarapa: oppa—TM*- 
Maatra h» accattato (a pabbfeato) «itm H 2»« qaalH 
toriati da ac tentati Uoa. U 17%tt qaatt Unteti «a «doratati 
rimlaalaH UUttq aott bal ta da Imac-A 


gran lunga maggiore di quella dei 
loro colleglli occidentali. 

Sull'inglese Atatare e sull'ameri¬ 
cana Saetta;, le due riviste pòi pre¬ 
stigiose di scienza, su Celi, la rivista 
più noia di biochimica, e sul Afero 
Engkind Journal o!Medicine, la rivt¬ 
sia più famosa di medicina, gli arti¬ 
coli scritti da scienziati del Terzo 
mondo sfiorano appena l'Ut, del 
totale. Solo sulle Physicat Review 
Lettere, il giornale di fisica p«ù nolo, 
il Terzo mondo ottiene uno spazio. 
H Sili, paragonabile ai soldi che in¬ 
veste in ricerca. E solo sulla rivista 
dei malemalici, il Journal of Mathe¬ 
matica! Analysis and Applications. 
il Terzo mondo ottiene uno spazio 
il 14,23.. paragonabile al numero 
di se ienziati che schiera. 

Ma. a nche nei rari casi in cui so¬ 
no pubblicali, gli artìcoli degli 


scienziati dei parai In via di svilup¬ 
po sono soggetti ad una sorta di di¬ 
scriminazione. Sono. Infatti, meno 
ertali degli articoli del loro colleghi 
occidentali. 

Insùmma, ha ragione Christo¬ 
pher Zielinski, direttore dei settore 
di informazione b io medica presso 
l'Ufficio regionale mediterraneo 
dell'Organizzazione mondiale di 
sanità: di 2% dello spazio nel siste¬ 
ma di comunicazione scientifica 
intemazionale che gli concede 
l'Occidente, é troppo poco per la 
scienza prodotta dall'80% della po¬ 
polazione mondiale». Ed ha ragio¬ 
ne non solo da un punto di vista 
elico Ma anche per ragioni prati¬ 
che. Perché l'isolamento degli 
scienziati del Terzo Mondo rallenta 
lo sviluppo della cultura scientìfica 
di tutto il mondo »Una delle ragio¬ 


ni per cui stanno emergendo ma¬ 
lattie infettive come quella provo¬ 
cala dal virus Ebete», sostiene Ri¬ 
chard Horton. direttore della rivista 
lance!, >è da attribuirsi al fatto che i 
mutamenti economici in corso nei 
paesi in via di sviluppo stanno por¬ 
tando gli uomini a ( WMlo con 
ecosistemi prima del tutto isolati É 
l'unico modo per comprendere 
questi processie i loro effetti è pub¬ 
blicare I lavori dei ricercatori loca¬ 
li». 

Incolti settori, dunque il prò- 
gresM'.deilc corrosiva- scientifi¬ 
che è direttamente legato alla tir*: 
dell'Isolamento culturale dei ricer¬ 
catori del Terzo mondo. Come è 
possibile rompere questo isola¬ 
mento? Difficile dirlo Cè chi punla 
su Internet Ma c'è chi la notare 
che a tutt'oggi in gran parte dell A- 
Irica l'accesso a Internet è pratica¬ 
mente nullo. Che in India e in Cura 
solo una persona su I tt milioni può 
collegarsi in rete. E che solo in 
America latina la possibilità di ac¬ 
cesso sale, lino a raggiungere il 
rapporto di una persona .vu 10,000. 
Troppo poco rispetto al rapporto 
americano (1 su IO) oeuropeo (1 
su 100). per non sollevare il dub¬ 
bio che per il Terzo mondo anche 
Internet finirà per essere un canale 
di esclusione piuttosto che un ca¬ 
nale dì accesso al dibattilo scienli¬ 
lico intemazionale 

Forse la strada giusta è costruire 
albi network, interni ai paesi in via 
di sviluppo Come quelle, delle rivi¬ 
ste che sla organizzando Christo¬ 
pher Zielinski per conto dell'Orga¬ 
nizzazione mondiale di sanità. O 
come quello degli istituti di ricerca, 
che sta cercando di consorziare 
Mohamed Hassan per conto del¬ 
l'Accademia delie Scienze deìTer- 
zo mondo. 


Il nobei Dulbecco annuncia che dal 1996 partirà probabilmente una sperimentazione negli Usa e in Italia 

Cancro, una nuova speranza dalla genetica 


AROMA 


Un archivio 
dei topi 
transgenici 


■ Sorgerà nel comune romano 
di Monleroiondo il nuovo Archivio 
Europeo dei Mutami di Topo (EM¬ 
MA). una strettura di ricerca euro¬ 
pea gestita dal Consiglio Nazionale 
delle Ricerche e dalranbl, il Labo¬ 
ratorio europeo di biologia mole- 
catare con sede a Heidelberg, in 
Germania. Si tratta, hanno spiega¬ 
to alla stampa il presidente del Cnr, 
Enrico Garaci e l amminislralore 
delegato dell'Eni, Franco Betnabé. 
del primo mattone di un nuovo po¬ 
lo tecnico-scientifico di rilevanza 
europea Accanto ad Emma sorge¬ 
rci inlatti anche il Centro Intema¬ 
zionale di genetica Molecolare, 
progettato e gestito dall'Embl. che 
Insedierà nel campus quattro grup¬ 
pi di ricerca sulla genetica del to¬ 
po, mentre il Cnr vi trasferirà lislilu- 
lo di Biologia cellulare ed alcune 
unità di ricerca dell'Istituto di me¬ 
dicina sperimentale. Il complesso, 
finanziato vn patte dall'Unione eu¬ 
ropea in collaborazione con il Cnrs 
francese, il Max Plank Inslitule te¬ 
desco ed il Medicai Research 
Councll inglese, sfrutterà le infra¬ 
stnitture ed i laboratori dell'Eni. 
che qui continuerà a svolgere le 
sue attività nel campo delle biotec¬ 
nologie e della ricerca a mbienlale. 

Il progetto di un archivio euro¬ 
peo. analogo a quello del Jackson 
Laborator* Aalunttense. inorgogli¬ 
sce uno dei suoi più accesi promo¬ 
tori, Glauco Tocchini Valenti™, di¬ 
rettore ddl'lslltuto di Biologia cel¬ 
lulare in procinto di trasferirsi nel¬ 
l'alea di Monleroiondo. Nell'archi¬ 
vio saranno infatti catalogate le co¬ 
noscenze acquisite nel campo 
della genetica del lo|ro, che ro|>- 
presenta oggi un valido modello 
animale per lo studio di alcune 
malattie mulfltattoriali dell'uomo 

La possibilità di manipolare il 
patrimonio genetico del topo, e di 
trasmettete le mutazioni alla di¬ 
scendenza permette non solo di 
identificare la posizione dei diversi 
geni sui cromosomi, ma soprattut¬ 
to di determinarne le funzioni. I da¬ 
ll in arrivo da Momerolotido saran¬ 
no elaborati al centro infonnatico 
di Cambridge. 

Ma l'ottimismo dei responsabili 
potrebbe essere frenato fra qual¬ 
che giorno. -Questa iniziativa cosi 
importante per la biomedicina del 
rtoslro paese, troverà sufficiente at¬ 
tenzione da pane del governo?», si 
chiede Tocclrinl Valenti™, .lunedi 
è giorno di Finanziaria...». 

(tv»» Manacorda] 

È morto lo storico 

dotta scienza 
Georges CangiliHtem 

111 sanare ore* morto Qaorgeo 
Conguilhem, Merico dada «ctonia 
ed «plot «rootoeo.tr» roto («rii 
{tornii frane Mi m hanno dato 
notula. Era «tato protettore « 

FHoaofla a Straobugo o poi 

Sorbona, «rettore rteHtstHuto di 
Moria itala «eterna. Da ghrvane 
aveva studiato con Jean Paul 
Sartre. Raymond Aron a Piai NlZta 
alto Scuote Norma» Sa porti»*. 
Succoaslvanrento ebbe tra I tuoi 

dtacepol Molta Foucault (fu il 
tentatore della tua tool Hi Maire de 
la toso, nei 1961). Canguttrom era 
Interessato fr> modo particolare 
aia «pedficttà dell'essere vivente 
coro* oggetto di eeneocerua. Era 
laureato In Medicina e la biologia 
(■venne II centro della sua 

rifleaata» epWontaogtca, and 
por megfc> (*re delta 
epistemologla «erica (fi cui può 
oaoare conoiderato Mondatore. 


CLAUDI* omucozzi 


■ Dal prossimo anno sarà probi - 
bilmente sperimentata in Italia : 
negli Stali llniti una terapia genica 
anlllumorale che da tempo e alto 
studio in provetta e su animali in 
lisa con efficacia del 50-70 pc-r 
cento coniro lumon dd legato, co¬ 
lon e seno. L'autorizzazione all uso 
clinico è siala chiesto all etile ame¬ 
ricano per il conrrollo dei famiaci 
(FDA) e al ministero della Sanità 
italiano. È quanto e stato annun¬ 
cialo oggi a Roma, in occasione 
del lonini del progetto -Gene per la 
vtin., da un gruppo di ricercatori 
fiatoni Ira cui fi Notici Renato Dul¬ 
becco e Claudio Bordignon, diret¬ 
tore del programma di lerapia ge¬ 
nica dell'ospedale San Ralfaele di 
Milano. La terapia, ha sottolineato 
Bordignon, si basa sul gene PS3. Il 
gene P53 fi un cosideito "oncosop- 


pressore. cioè' uno di quei geni 
che. se espresso in maniera correr¬ 
ia nelle cellule, tende a coruroltare 
la trasformazione tumorale La te¬ 
rapia genica, ha sottolineato Bordi- 
gnon. "ha già avuto ampi successi 
per combattere malattìe ereditarie 
causale dall' alterazione di un ge¬ 
ne (come fibrosi cistica, ipercolc- 
sleroiemia (amiliare, ecc.). ma si 

pouecomepossibilesoluzioireper 
a lire gravi patologie, compresi tu¬ 
mori e Aids. Le speranze sono mol¬ 
to alle, ma non bisogna avere fret¬ 
ta. Anche con le centinaia di milio¬ 
ni di dollari investili annualmente 
dalle multi nazionali farmaceuti¬ 
che. i primi (armaci in grado di cor¬ 
reggere un gene alterato non sa¬ 
ranno pronti prima del Duemila" 

Gli attuali risultati delle terapie 
gerrieUe. ha detto Dulbecco, sono 
siati resi possibili anche dntl'indrvi- 


duazione di geni di alcune malattie 
( come quello della fibrosi cistica o 
della distrofia muscolare) compiu¬ 
ta nell'ambito del progetto -Geno¬ 
ma umano-. In Italia occorre an¬ 
che slabilire l'inquadramento nor¬ 
mativo per le terapie geniche che, 
al momento, non sono comprese 
tra i fannaci. Il settore - ha detto 
Leonardo Santi, diretloredell'istitu- 
to di oncologia clinica di Genova - 
é regolato da un comitato della 
Presidenza del consiglio che al 
momento Ira affrontato solo i pos¬ 
sibili rischi biologici nei laboratori 
Il comitato è presieduto da Affieno 
Mantovani, direttore del laborato¬ 
rio dì immunologia dei Mario Negri 
di Milano, e affiancherà una appo¬ 
sita commissione istituito dal mini¬ 
stero della Sanità per l'esame dei 
protocolli clinici delle terapie geni¬ 
che 

Gli esperimenti preclinici, ossia 


quelli condotti in laboratorio e su 
animali «sono stan molto buoni -ha 
precisato Bordignon - ora si aspet¬ 
to di studiare I pazienti, una tipolo¬ 
gia di pazienti mollo limitala, con¬ 
finala. che non hanno altre possi¬ 
bilità' terapeutiche». Dulbecco è 
slato cauto. -Per il momento dirti: i 
dati sperimentali ci sono ma si rife- 
risrono a sistemi mollo semplici, Si 
può intervenire coi gene pS3 otte 
nendo interessanti risultati. Dai si¬ 
stemi semplicissimi, bisogna pas¬ 
sare passo passo verso sistemi più 
complessi e poi si vedrà- -Ho fidu¬ 
cia - ha affermato l'animatore del 
progetto -genoma umano- altri¬ 
menti non cl starei Può anche riar¬ 
si che mi sbagli. Impossibile però 
slabilire tempi. Avviamo la speri¬ 
mentazione in Italia Cerchiamo dì 
verificare, di studiare, di avere delle 
idee e poi fare delle ipotesi. Questo 
é il cammino della scienza». 


Emanuele Macaiuso 

Giulio Andreotti tra Stato e mafia 

(Rubettlno Editore) 

Ne discutono con l'autore: 

Gerardo Bianco, Giuseppe DI Lello, 
Claudio Petruccioli 

Coordina: 

Marcello Sorgi 


Giovedì 21 settembre 1995, ore 17.30 
Sala del Cenacolo, vicolo Valdina, 3/a - Roma 


l 













iv. Parte in via sperimentale la prima «pay per view». I rischi di un nuovo monopolio 


m RUMA Lo stupore pei gli -effetti 
|xs.lii!i‘ Ma anche una coda alle 
polemiche sili nsehi di nuovi mo¬ 
nopoli nel sistemi Informativi di 
domani In due parole è siala que¬ 
sta len la cerimonia d mauguiazio 
ne delia prima iv italiana on de¬ 
lirami Per capire quella dove I u 
fi nle paga per un programma che 
suol vedere o per un servizio a cui 
vuole accedere Non è ancora la tv 
multimediale dove il termine tele¬ 
visione avrà poco senso Visto che 
in realtà del vecchio impianto re 
sterà solo uno schermo atlraveiso 
il quale si potranno fare operazioni 
liane are shopping prenotare un 
aroti ed un albergo e cosi via Non 
Ramo ancora alla multimedialità 
pecche quel tipo di servizi ha biso¬ 
gno di una rete a fibre ottiche Che 
come sanno tutti In Italia ancora 
non c è Ma ci sarà Ira breve entro 
il 1999 quando la Stet cablerà 
Liscivierà cioè i cavi In fibra ottica) 
nelle case di IO milioni di italiani 
Ma già due anni pnma di quella 
data potrebbero partire i servizi m 
leratllvi Ed in perfetto pendoni con 
queste attese anche la società 
Slieaiii (composta al 751 dalia 
Stet e al restante dalla Telecom) 
ieri ha annuncialo che II suo 
‘gioiello- - appunto Videomagic - 
Ira due anni diventerà una vera e 
propria televisione multimediale 

MMa tifanti* Roma «MHano 

Iter ora siamo a qualcosa di me¬ 
lo Senza attendere che il ministro 
-ambino defiunca l rapporti ha iv 
> tclecomunli azioni la Sbrani ha 
inimniuito I avvio della tose di 
il-erimciitazloire commerciale defi 
n prima video o» demund italiana 
Yi ora all utonti sono mille ( 500 a 
toma umettami a Milano) A loro 
' stalo affidato un decodificatore 
xl un tclccumando per -navigare- 
alile offerto telematiche (è la defi 
ilzione giusto perchè - come or 
nai stilino tutti - iti questo caso le 
mmugim non viaggiano via etere 
tra via cavo telefonico) Tutto gra 
ultamente Almeno per ora nel 
a uso ette si attenderanno I risultali 
Iella tpurtmeiilanone per dodde- 
ic se tar pagare o meno un c)no 
nc Comunque quel mille fortunali 
«cu udendo VicicoMag-c avranno 
di ritinte min schermata molto 
motto slmile al meni) pnnapa/edel 
lornpulor Sopra avranno quattro 
none uno sarà il logodell area -In 
Imlletilmenlo» un altra quella de¬ 
dicala ai -ragazzi- un alba ancora 
al-Servizi* FI ultima dedicala allo 
■.Shopping* Faeendo elidi sul de 
r raffinatore (elio avrà una specie 
tll -motwc*) I utente sperimentale 
|xatà •> accedere ad un film I co 
stililo dalle S000 lire pel una pnma 
visiono iv alle 1500 pei un film già 
|-lessalo sul piccolo schermo ) op¬ 
pure od un documentario per ra 
gozzi (In qualche caso gratuito) fi 
un ad una Vecchia edrzione perla 
regia «Il Dorai Po del Barbiere di Si 
alpha (quella lotta vedere ai gior 
halisUieri) Nell area shopping si 
Ixilrà lare un giro sono lo voi l 
tinnirti Morehe- che olirono pio 
doltt e garanzie (consegna della 
Illun e In due siami) con una seni 
piurlelc-fi>n,Uu lina delledlKeren 
zectm una vera tv multimediale sta 
limimi) qui quando ci sarà non 
bisognerà alzare nessuna cornei la 
ma basterà dicitori un tasto e I or 
diut sarà piirtili) T II alla tv multi 
mediale a lappi magari non velo 
< issane ma saure ci si arriverà Pa 





«gaHiia 

Sii 




m 



IMa retlnairtHtclaie elaborata dàlffluàrtlatatrtaliitwwirtho dal Ttattafatà* Genova 


dall* r v-su -Slsn- 


Così II cavo nel mondo 
Lo esperienza 
In Europa • in Usa 

Mal noni. Ma Hbatarizzazlona H 
a ostro paaia sembra nm 
capa» di (ara Mio scempio érta 

libertà. Sul capiMlo-Datolaufo-, 
ad osoro pto, anManio tarti, 
rispetto agl altri paail occMantaM, 
•mal* Pwc M7 Pere» a fronte à 

un monopelo Mte tv «te «ter» (M 
grattarli • «otto (• mamma, 
ormai (tal • FMnvwt «no la 
stessa cosa (rischiamo di av-are, 
tra quieto* anno, un altro 
mooopotto, quello data tv vt» cavo 
controll ata da l la it aaaa a o c latà 
che control la N tantalo tatafonteo 
nailon a la. Ouaataprotoatoltroanj». 

la parta di un torta procaaaa di 

con» stazione c batta 
tolnuo te ando quaal tatti Ipaaal 

Occidental UdWararua tra noia 
loro. parò, è cha lltaNa è ancora 
■mM di ironnatlva anMwM a 

di adeguata leggi sa Ha. ormai 
laggaadarta.parcoadlcio.ln 
Germania, ed esempio, gttanorral 
in v es ta le M i par la iah as tr u rt i iie di 
telectomunteaziona par la tv tts 
cavo «rateiate armo alata 
«■vantata aoptattutto nafte 
De «tsebe fatatami, il san-tao 
pestale lederai, che -aarva-latv 
privata. MagfflMt la raaWWua 
legga antitrust (oba Impediva di 
gestirà uà sistema via cavo a chi 
possedeva già una compatta 
lei» tra tea o una staziona tv) à 
stata ammorMdtta. La normativa 
dalla violila Francia. Imnca, 
consaata a un aoggatto la 
tttotartth dipi* *1 un mutalo 
radWorUco o takttstvo, perché la 
popoiaziona comaiasaivamanta 
sanila nan wpatt gli 8 milonl di 
•Ottanti (più o maao una roglona 
coma la Lombange). bitngMtoim. 
toidna. hanno aampUcaawnta 
proibtto alla tritali Tatacam di faro 
tutta caro OSLS 



Porle (invia sperimentale) la prima tv -pay per view- (otv 
-on riemand”) italiana quella in cui si potrà scegliere - 
pagando - quale programma vedere In più, un po di 
shopping Per ora gli utenti sono mille, divisi tra Roma e 
Milano e possono accedere alla tv via telefono Ma questo 
è solo un primo passo verso la tv multimediale che co 
mincera nel 97 L ha presenlata Stream della Stet la so 
cietài hecablera I Italia I rischi di un nuovo monopolio 

* «TIFANO ioccòmìttì 


rofii iti Miro Allumi dimiunisirato- 
re delegai» rii 51 ream 
Una eunosfla i margine della 
conferenza -lampa Anche se tulli 
protagonisti rielhnconlro di ieri 
lumini limito a spiegare i he e an 
cura troppo presto pei nere dall 
esaurienti pire cnmunquc ilicln 
3 |k nini illazione gn partila a In 
gliocon quale In lenimmo di nini 


il romani abbia rivelato stranissimi 
gusti letevisi A quei -tester- della 
capitate mfard piace moltissimo 
rivedere vecchie soap opera Una 
su tulio ! rogati detta UIC 
Ma non cè stato tempo nella 
conferenza stampa per il ■colore- 
Visto che 1 amministratore delega 

10 Miro Allione ha voluto alfronlare 

11 capitolo delle tecnologie E ha 


spiegato che la piallalorma oggi 
utilizzala per 4rad uree- le unmagi 
ni in un linguaggio munente 
(quello che sione sui fib del Iole 
lonol è Irono dell accordo lumaio 
con il gigante Bell Affabili Accor 
do che sara propregato a rullo il 
96 -Ma quel sistemi è gu supera 
lo- aggiunge Nel senso che c è già 
bisogno di una seconda genera 
zione di -tradulton- - chiamiamoli 
cosi anche se il termine e assoluta 
mente improprio - per armare ad 
una vera mullimedlalità con la 
possibilità cioè dell utente di ini» 
ragne con chi tornisce servizi E al 
loia la Stream si sla guardando in 
giro Anche se t amministratore 
delegato è staio esplicito - si punta 
soprattutto sull Ibm Clic come è 
noto ha già un accordo con la Stet 
Puntano sull Ibm perche cosi la 
Slream diventerebbe <o propue 
land-anclie delle Tecnologie 
Ed allora riepilogando la Stei 


cablerà m regime di monopolio 
Irt nuloni di famiglie La Stream 
t-empre Srei I è già arrivata ai prò 
dromi della tv interattiva Èva oltre 
fino ad ipotizzare accordi con chi 
ha attillato i canali salellitan -per 
offrire cosi un pacchetto comple¬ 
to* 

Concentrazione In agguato 

Le uè abbastanza insomma 
per susc itaredubbisuinschidi-vo 
ler occupare tutto- Di più lutti san 
no che Gambino vuole escludere i 
gestori della telefonia pubblica dai 
servizi televisivi Perchè Slream ha 
cosi acceleralo i tempi’ Le nsposte 
Innanzitutto quella di Allione -Non 
credo che i servizi che offriamo si 
possano considerare televisione i 
nosln sono servizi a valore aggiun 
lo II video on rientrimi non nentra 
nella tv- E a riprova porla 1 espe¬ 
rienza della Gran Bretagna dove è 
BT (Brilish Telecom) a fornire 


questo servizio nonostante - ag 
giunge I amministratore - -sia stato 
uno dei gestori telefonici che ho 
subito te maggiori limitazioni- E 
poi in risposte e è il sobto lungo 
elenco di assicurazioni simili a 
quelle che da tempo tornisce an 
che il presidente della Stet Pasca 
le -Le nostre competenze sono a 
disposizione di tulli- -Noi laccia 
mo solo da ponte" devono essere 
i grandi network produttori di im 
magmi a utilizzarci- «Vi assicura 
mo non abbiamo alcuna intenzio¬ 
ne di buffarci nel settore della pro¬ 
duzione- ecc Con I aggiunta pe¬ 
lèi di una battute del direttore ge 
nerale Stream Giovanni Pomella. 
che quando la conferenza stampa 
staperllmreaggiungeche- infin 
dei conti se qualcuno è capace di 
far meglio si faccia avanti Non 
blocchiamo nessuno- Ma questa 
in epoca berluscomana non lave 
vaino già sentila’ 


* 16 . ' e 
fi «» ivo» 



Arrivano i «Rompiballe» e il rock si fa duro 


m I ONttRA Ventini anni on thè 
ni ni infante milioni di album ven 
dilli t ufi sui il lane io di BalIBrm 
Irai | RompibaUe) undici |iezzi rii 
rrak liuto |x sanie c npelitivo coi 
li sii slniz/ah (tolta voci- del quasi 
c alquanti line Brian Johnson che 
i mia i olile* se I avessero impicca 

10 al m» rollino 

Brian lutai -on r Angus Young 
iliitnn.il vini degli AL DI sono 
qui d ivaiili a noi Li abbiamo final 
mi uh scovati dopo una corsa paz 
z i sulle tracce* di un indirizzo clic 
non esisteva T Bonn Johnson dir 
no jin mkn i ulte tozza di caffè 
tamniitia i balzellimi cani» 
iliialHln -hai c Ile mia madre è 
un ihiltan i di FYov ah i hi usi olla 
-11 .iroso’- l>ivwri-’-,M i santa* 
ho un |> m nlc c In la il ilmltore di 

11 Sufi _* I < tri- Su uno smunta sia 
l«a dm 11 111 suo padre» ixn Maria 
( ill.es ( ignorila -sul si rio Uno 
Uni nomi di I muglia era ( nslol i 
ili (è| |nti (un m,nlh In s)xrs.i lo 
uno rii Niw.c-ik ■ Urlnn ha preso il 
posto di Boti Volt morto per ex 


cessi' daln»)l -I gloriteli hanno 
i e reato ili fare sensazione con ccr 
te stoni i moventi misteriosi- due 
Angus -C morto soffocato nel -on 
un mi puro tradente si ira volti 
to da una c erta parti ha ingurgita 
in è soffocato puocnpitare 

-Niente droga, per favore- 

Ma fi droghe Ialino parti del k> 
rn gin le usami -lo mm din a 
nuli ili ioli Usarli iIkc Bruii -noi 
unii fi usi mio- Angus è p u < -pii 
ilio diluirli I se un musKIslo è 
bruì i non Ila bisogno ih draghi 
Si in de ir quello iIte la non i è 
bisogno di droghi Angus e il chi 
l n sla die mischia il meni sound 
col blues Li guardi negli radi 
p lllilln c un |») )g« ilo Dici dK 
ni lluiios» il 1 1 Mini ridi 111 <011 
la Si |iossnni) firn tante i use coli 
uni Isinil mi si lenirgli i li 
ire ilvu) non sono silici ri m min 
«ugnilo da ili nini il puf il il» i si 
ite moni subito subii > subii i 
Ripeto fi litro fi ito (r ito ili orffi 
Brian uh imi ni F in. unii, qui 111 
ehi il scnliauodilan iipum m 


ALINOSI 

me lavoriamo II noslro pubblico to 
sente o noi sentiamo il calore che 
viene dal puhbliio senza questo 
resi «uso e he viene dalla gente che 
11 ascolta non potremmo farcela» 
Foci unno qujlche domanda suite 
violenza il «sso e i contenuti dei 
versi Gli undici molivi di Bullbiea 
kir sono spinti da un impelo ag 
gressivo permealo da immagini di 
sessualità orgiastica eroda uomo 
altivo e donna passiva tenerezza 
zi rn 1 itoli i orni Hard os a rock 
i Chini come una roccia ) 77ie Hn 
nn Hall ( Il rotolo mieloso) e Love 
liunb (Bomba d umore) alludono 
al membro m jsehilo e I orgasmo è 
incipiente nel rantolo ette Brian 
strozz i in gola -Ci piace il sesso - 
Uni Bnan ne andiamo mani- Va 
I » ne ni i pere liè sono sempre loro 
die -Ialino ’ Hanno loro. |>anradi 
mi-vere i|uikosa’ C c quel loro 
asini inliloJalo Cmvr rum m mi 
Uh opro di olio) che divento mef 
fi Iti -voglio coprirti di olio- f trop 


po complicalo per Angus, cosi 
chiariamo -Perchè non siete voi a 
ricevere quest olio’ Perchè non di 
te a quale uno coprimi di olio 7 È 
forse perchè avete* paura di capo¬ 
volgere i ruoli ed essere voi i -nei 
venti- 7 

Musica e serial killer 

Brian spiega -I nosln lesti non 
sono pensati ui quel modo nasco 
no un po a caso Allora insislid 
mo -Avute un motivo intitolato 
Mm/C**sir(Viva(csarcì Ilntmo 
si npclc con Viva 1 Viva 1 Viva' come 
Iter oitenere dal pubblico una n.i 
none preorduiata pavfo\*lana col 
saluto pei un dittatore Come tele a 
dire che i testi li si rivcte a caso 7 
Angus dichiara -Quel lesto è nato 
cosi per scherzo cori del sense ol 
humour non intendiamt ottenere 
reazioni di quel genere dei salili 
nifi (tltMUire non < i piacciono te 
rimatore- Rimane il lana e lo san 
no elu in lingua inglesi il saluto 
-Hall- e molto raro essi» iato |rer 


assonanza a Hitlei Possibile che 
non se ne siano resi conto 7 Devo 
no asportarsi domande un po sa 
late se è vero che a suo tempo il se¬ 
rial killer di Los Angeles Richaid 
fiamirez cito un loro album come 
ispirazione 

Passiamo ad altro le prove 
Hanno impiegalo due anni di lavo¬ 
ro su questo album Ad un certo 
punto le cose non andavano bene 
ni uno studio ili New *i ork ed han 
no dovuto iraslerirsi a Le*. Angeles 
Oisèdii Donandola lalalieadel 
lavoro della t reazione dei rappor 
II’ Angus cerca la nsposte -Il no 
stro non c un lavoro difficile nel 
senso della lanca quella è roba 
per manovali È elle abbiamo un 
produttore mollo esigente Rick 
Rubra dopotutto fi- (vigiliamo per 
i hè lo sui Art un certo punto ha 
delti» che le tose non andavano 
lx.no a New York i lie non produ 
levami- eon-e ottimmo dovuto 
(uste lia tetto cambiare ara n 
un duo i «là. sono cose *. he i api 
t ilio M i in iteinxli di pmv 11 rap 
liorti sono gì noratmi*nte molli¬ 


buoni e d divertiamo- Il collega 
giornalista presente chiede la loro 
reazione su diverse band Australia 
ne rivali C come se non avessero 
mai sentito i loro nomi come dire 
-guarda noi facciamo il nostro la 
•oro e quel lo degli alto e i interessa 
solo lino ad un certo punto non 
alffuamo particolan preferenze e 
non ci interessa spettegolare» Il fu 
toro 7 Brian due «A gennaio co 
minciamo il tourmondiafe Durerà 
fino a due anni sarà gigamescxi 
toccheremo posti mai toccali pn 
ma La città di partenza non 6 an 
cota stata decisa- Dopo veni anni 
c questo BaUlneakcr che è more 
ol thè some a parte il suono inso 
filamento lucido e preciso hanno 
pensalo ad altre coso altri mestieri 
che potrebbero lare o che avreb¬ 
bero voluto fare Angus e Bnan sj 
guardano in faccia e nspondono 
quasi all unisono -Musica solo 
musica- -È I umcn cosa che «ap 
piamo fate dice Bnan Angus salta 
su -Vorrei essere capace di tare il 
contabile- 


r 





Il grezzo 
e il carino 


T EMPO di prodigi questo La 
Stagione catodica ci offre al 
curo fenomeni che possono 
ancora desiate qualche stupore 
menomate Sono pochi ma sento¬ 
no a scuoterci dal torpore della 
routine I ubiquità per esemplo 
può colpire Everarcki Dalla Noce 
compare su Ra lire e Canale 5 e an¬ 
che Mns domenica scorsa offriva 
la stessa performance andando in 
onda - contemporaneamente - in 
Quelli che il calao e in Forum Chi 
preterisce I esoterico può godere 
in tv dell evocazione della povera 
sora Lellalquelladel Maurizio Co 
slonzo Show) riproposta in imma 
gira di repertorio cosi si lanciano 
ricette di cucina spiritica e gastro 
norma postuma Dal teleschermo 
al mercato vecchia tecnica Fede 
neo Salvatore torna come un sai 
mone alle sue origini (davanti alfe 
telecamere del teatro Panofi) per 
un doppio lane» minaccioso il 
lembite allusivo Azi si trasforma 
da disco in libro Adesso ci manca 
il film 

Altra notizia che placa le nostre 
preoccupazioni circa te disoccu 
panone giovanile un giovanissi 
mo va alla direzione delle refi FI 
mnvest È scattante sicuro tolse 
addirittura preparato Vediamo un 
po se ci siamo dimenticati qual 
die pregio Ah se uno è il ligio di 
Berlusconi hersitvo La promo¬ 
zione è approvata da Emilio Fede 
che ha detto (cito) ȃ bravo quasi 
più di sua sorella- Credo anche 
che dia strie piste al cugino e to 
zio poi neanche to vede 
Non resta adesso che aspettare 
le novità che deriveranno da que¬ 
ste rivoluzione aziendale È presto 
però tant è vero che lunedi le reti 
del biscione avevano ancora una 
programmazione di pome lune 
tradizionale un film una tetonove 
la e Bravissima con Gigi Sabam 
Non sottovalutiamo ancora una 
volta il messaggio torte elle viene 
dal lelescheimo (c da fi vengono 
non solo messaggi ma anche peto 
cokrsi tribuni) non prendiamo sol 
togamba la sottile - ma mica lauto 
- persuasione che condiziona le 
mode te scelte La pubblicità tele¬ 
visiva del Parmalal per notare una 
piccola conseguenza di condizio¬ 
namenti anclie formali è ispirata 
al Tg5 del quale unite la grafica il 
tono dello speakeraggio le sfuma¬ 
ture cromatiche un nlenmemo 
che la pensare Adeguata! ai tele 
giornali pervendere meglio II lulu 
io ci riserverà forse altre sorpren 
denti evoluzioni più delibatali 
bambole dall aspetto di Alda D Eu 
samo caciotte in (orma di Liguon 
chi sa 

I NTANTO in una ricerca isteri¬ 
ca d evasione abbiamo seo 
peno in video oltre alle repli 
che Rai su Gbr altre repliche di 
una tv sommersa che ci sono sem 
brate risolutive quasi all alba di lu 
ned! su una rete battute poco e a 
diffusione ndotla (Tclesludio) un 
programma evidentemente npro 
posto squarciava il nostro onzzon 
te Omni asfittico Si Iratlava della 
clonazione di più trasmissioni di 
vaitela maggiori un presentatore 
comico un complesso musicale 
che suonava da! vivo dei perso 
naggetti sconosciuti un ana fra il 
ca 2 zeggio da talk show e 1 allegro 
casino programmalo nivido-erbu 
nano II (itolo era Cabra) flipper se 
vi capila su altre refi (fenomeno 
diffuso) non perdetelo Non as|iel 
tdtevt il massimo mo qudlelie ili 
screto mimmo si al posto della 
pubblicità questo show povero 
propone straordinari spezzoni (il 
mah anni 10 (anche il complesso 
esegue musiche di quell epoca 11 
se riuscite a sopportare I > spinili 
demtnzial perilc-iKO dei comi 
chete sparsi per lo studio pretorio 
godetevi il louduiiorc nlmente 
sopra te nghe da nsdunre il mito 
Fisicamente è un meroeto ira Paul 
Anka e Alvaro Vitale una versione 
burina di Presley che parti comi 
Christian De Sica quando unita 
Sordi un talento eunuco gre zzissi 
mo ma autenheo Credo si hn e i 
pito bene si chiami Monna Gu ili 
leniamolo doccino pei stipinut 
I dngosiia dei presi malori finto- 
carini [Enrico Valma] 


l 


1 












l'Unità!? 


àisà®tSSSC5«ì-,»^ 


=rt :i &v^ V— 


il concerto. Successo per la prima tappa del tour che porterà il musicista negli Usa 


Il volo di Zucchero 
fra la Padana 
e un blues allegro 


Parte bene, con il concerto al palasport di Moniichiari, 
vicino a Brescia, il lungo tour che porterà Zucchero nel 
resto dell'Europa e in America. Molta New Orleans, l’a¬ 
more per il vecchio rhythm'n'blues, le radici padane, 
per uno spettacolo che riflette la nuova voglia di allegria 
e divertimento del musicista. Alla base l'album Spirito 
DiVino, ma anche molli successi del passato, i duetti 
con Lisa Hunt. E domani il tour farà tappa a Genova. 


■ MONTICHIARI (Bs). I colori di 
New Orieans, le radici padane, l’a¬ 
more per il vecchio ihy- 
Ihm’n bhies. Li ritroviamo rutti, mi¬ 
scelati a dovere, in <|uesto pala¬ 
sport vicino a Brescia, che sembra 
diventato II luogo prediletto per le 
partenze di tour. Stavolta tocca a 
Zucchero, atteso da un girodi con¬ 
cetti a dimensione miete suonale 
L’Italia è II primo test, poi toccherà 
a Europa e Americhe, dove Zuc- 
cIkio tenterà di espoilare II suo 
suono contaminato e divertito. 
Quello che anima un album come 
Spirilo DiVino. che sta vendendo 
bei* ed * piaciuto un po' a tutti. 
Forse perché l’Introspezione e la 
crisi esistenziale alla base della de¬ 
ludente riuscita di Misertre sono 
state messo da patte in lavoro del 
recupero di atmosfere più familiari 
e vigorose. L’aveva dichiarato lo 
stesso Zucchero alla presentazio¬ 
ne dell’album: -Ho risolto un po’ 
del miei problemi personali e ora 
nù|e No filo leggero. Bit dissona- 


■*.- - - - ■- - «- tlnndnn 

rvf CfnWHJWfli ‘VOOfOQf 

And* Il nuovo spettacolo riflet¬ 
te direttamente questa voglia di al- 

S ria e divertimento. È più scarno 
essenziale, gioca con una sue- 


un enorme girasole, mentre il suo¬ 
no arriva tosto e a volume esorbi¬ 
tante, con le solite pecche d’acusti¬ 
ca. Piano honky tonkyeclima Umi¬ 
do, mentre slilano in rapida suc¬ 
cessione, quasi come in un *med- 
Jey» indiavolalo, Datemi una pom¬ 
pa e Otsmm. Ira chitarre distorte, 
un bel duetto Ira sax e organo 
Haromond. lerci ìtwenniuenU e cita¬ 
zioni rock. 

È l'ultimo disco a dominare in- 
con iravaio nella puma pane che, 
dopo una partenza bmdante. ri¬ 
piega su una dimensione più so¬ 
spesa: é il caso di una ballata sem- 

g ce come Pane e sale, scritta con 
f Oregon, che scatena il primo 
accendersi di fiammelle luminose 
Ira i seimila presemi. 

-Abbiate cura di voi* 

E poi II roto, lirica e psichedeli¬ 
ca, lunga c Intensa, una delle mi¬ 
gliori pagine racemi, poma dell'in¬ 
calzante Popò perchie di Cosi cele¬ 
ste. preceduta da una breve intra- 
.duziunùehgjlhistrfi tonedlaxjuida- 


ssraEfiraatad* -tXe&Tùna 

canzone che porla di lede, speran¬ 
za e voglia di viverre. Vi prego, ab¬ 
biate cura di voi e usate il ptescrva- 
llvo*. 

Un connubio che trova riscontro 


a irate mal Invadente, puntagli- .anche nei banchetti che distribuì- 
iricItA e II coinvolglmentO, non," scono fiocchetti rossi e profilattici e 
straborda nel tempi Si parie cop'fefc~rtjxolgono offerte. Alla fine il rica¬ 
nore In lontananza di Voodoo, COrt vaio sarà di due milioni e mezzo di 
Zucchero che sale da una botoli«‘5 lite e Zucchero lo griderà trionfal- 
orriva sul palco, scopre II telone e mente al pubblico. Intanto arriva il 
rivela la band, Sullo sfondo si vede primo colpo di teatro: cade un al¬ 



tro telone e appare una nuova sce¬ 
nografo. siile quartiere francese di 
New Orleans. Una strada, un bar, 
insegne luminose La musica s'a¬ 
degua c- pésca dai successi del 
passato: Overdose e // mare impe¬ 
tuoso..., liberano le danze dei sei¬ 
mila a colpi di ritmo elevatissimo. 
Dune mosse, primo applauso a 
scena aperta, e Diamante rappre¬ 
sentano il versatile più suggestivo e 
romantico di Zucchero, contrap¬ 
posto alla schietta fisicità di Con le 
mani e Diavolo in me. Anche se il 
momento più alto della serata 
giunge con una ballata soul di 
grande sentimento come Madie 
dolcissima impreziosita dai voca¬ 
lizzi di Lisa Hunt. Zucchero, da 
parte sua. ci mette il consueto can¬ 
to roco e sofferto, e il gesticolare 
isterico alla JoeCocker 
Ma si vede che sul palco ci sta 
bene econ lui i musicisti al seguito. 
Lo spettacolo, allora, prende una 
buona piega e fila In crescendo 
verso la sequenza finale. Che sulle 
note di Per colpa di chi vede piom¬ 
bare in scena un gigantesco gaiio 
gonfiabile una trovata simpatica e 
di grande effetto sulla platea <11 

blues non morirà mai- urta Zuc¬ 
chero e scappa via. Ma è solo una 
lima. Molti bis sono in agguato. Co¬ 
minciano Un piccolo muto e la 
classica Donne, cantata un po' da 
tutti. Poi é il turno di Solo una sana 
e consapevole libidine... in una 
bolgia «li caldo, sudore ed entusia¬ 
smo. 


dove lascio II mio cappello, quella 
è casa mia- e depone il suo copri¬ 
capo sull'asta del microfono Per 
poi chiudere con Hai scelto me. in 
coppia con Lisa Hunt. Il tour di 
Zucchero prosegue a Genova 
(21). Casalecchio di Peno (22). 
Acireale (24), Reggio Calabria 
(25). Bari (26), Verona (28) e 
Napoli (30). E. tn ottobre, a Roma 
(2). Firenze (3). Bolzano (5). 
Treviso (6e7).eMilano(9elO). 



Mc ro oipdl 20^c fflbiy !9i)f> 

ArtGarfunk«Ì 
La prima volta 
In Italia 

Partirà il 20 ottobre al Palasport di 
Parma (e si concluderà a Napoli il 
27), il pnmo tour italiano di Art 
Gartunkel, l'altro -pezzo- della 
coppia Simon e Gartunkel, sciolta 
nel 70 dopo due decenni di suc¬ 
cessi mondiali, milioni di dischi 
venduti, 4 Emmy, brani celeberrimi 
come The sound o/sdence. La tour¬ 
née precede l'uscita del triplo cd 
antologico dei due. 

Loda, Massari 
• Dananva 

a Frano* dnéma 

Molli gli ospiti di prestigio alla pros- 
simadecima edizionedi Franco Ci¬ 
nema. la rassegna che dal 30 otto¬ 
bre al 5 novembre ospiterà a Firen¬ 
ze una selezione della più rappre¬ 
sentativa produzione Irancese. Lol- 
lobrigida, Deneuve. Massari, flon- 
naire. Chabrol, Carda, tra i rtomi 
presenti, in programma anche una 
retrospettiva su 50 anni di copro¬ 
duzioni Italo-lrancesi. 


Zucchws FMMClad la coMMto * HnOchiari 


Anche la RJmpa e Lupo Alberto al Forum del cartoon 


Setto appuntarne»»» par Forum Cartoon, l'annuita 
rtuntone deUantmutone ourepte, pronte*** di 

Cartoon, branca dot 


• partir» da ftawdt 

“AtìtttdlTilrtW ' 
S00 : ml- «'M 

portaci pariti. I Fonan matta a confronto odiano» 
autori, produttori, ntodi di anknaziona. org*ntami 
«nanzlari otatavtiM: ma «aria di progetti pi Iota, 
praaentatl a»Ho «orto aaa ri cal, ado ri c er ca di 
teandamanll, coproduzioni a «ritti Cantaro». Sano 
4171 progetti preteritali, di cui dao queta KaUanfc una 
nuova aeri» dalla A vventata dalla P h n pa .fi mn eteo 
creato da Atta*, a rial piota dal primo cartona antrnato 
dadteato a lapo Attorto, (partoritalo a fimtatti di 
Sihet. Al tarmile dal Foni» yen» pataffi o to onc tal 

Mutuala -Cartoon C0w, matto tn palio tra ctaqn» 
kaHL Por l'accattone aarà and» prorottalo II 
anteprima otaol irta I hweamotraedo anlmoio-U 


Monda aat un pam* Ctakit-, trattoria ale ani racconti 
por natanti dai premio Nobel Itane Bastavi* Singer. 
M o men t o pw p l ri o par l’anln»adan#lta»ana. non aalo 
par te partedpa!l»»e(af*N>torian«Mottorl «marnai 
al Forum Cartoon, meaneaap» va riavagHe - : 
( S n tareaaada lln Hai cba.pradcwnantaaa»—tariti 
preceòMll appuntamenti, quNt'cnno pfMfinunclt 

tanta tateMM. Ita attre (affiata «fon» d*M’*nnuncta 
(tata Metatei* un fosfeni che si nreflU» di (Ramare 
la vetrina Maranilonala (ai d tema di anlmazlon» 
Rotano. 8 chiamar* -Cnrtoona on thè Bay. a al 
tarderà ad AmaM dal 15 all* aprile IMI 
organfeiate data teda, data ftaledata Predaci* di 
Sdamo, cm I coontaanwnto arttattae di AMo 
B oa tl«nddi. Pr oaon t a d on»iiMddadpn>ealiw)5 
ottobre, tempre od Amalfi, dove urà pattante tot 
tartare data premiata «ria Marma a Barbara. 

n/tep 


Tre concerti 
por Glutini 
oFIosolo 

Tremo, Merano e Montreux le 
prossime tappe della tournée che 
l’Orchestra giovanile italiana sta 
per Iniziare agli •ordini» della bac¬ 
chetta di Cario Manu Glutini. I con¬ 
certi in programma saranno la Sin¬ 
fonia in re minore di César Planck, 
La Mer di Debussy e Ma mère l'Oye 
di Ravel 


Trattazione 
otoatro 
noi Chianti 

a svolgerà dal 1“ al 15 ottobre *01- 
irebabete 95- l'incontro che il Cen¬ 
tro di scrittura drammaturgica La 
Loggia ha organizzato nella sua se¬ 
de toscana. Dopo due settimane di 
lavoro in cui sci autori intemazio¬ 
nali lavoreranno a stretto contatto 
con altrettanti traduttori alla pulv 
blicazione italiana delle loro ope¬ 
re, dal 13 a 11 $ un convegno sul dif¬ 
ficile compito della traduzione. 


N lavoro .. 

In rassegna 

Si intiloia La snriie de l 'usine: le tra¬ 
sformazioni del lavoro industriale 
nei cento anni del cinema la mani¬ 
festazione che si svolgerà a Torino 
fra II 22 e il 27 novembre. Organiz¬ 
zata dall'archivio dell'audiovisivo 
del movimento operaio e demo¬ 
cratico. comprenderà documenta¬ 
ri, video, film. Inaugura Tìet-rcoTo- 
rino dì Scola. Catalogo a cura di 
Marco Revelli. 


IL FESTIVAL. A Benevento, regia di Cherif 

Banfi, tragico padre 
affranto e smemorato 


AMMMIrtOil 

■ BENEVENTO. Sarà di nuovo Maurizio 
Costanzo a curare «Città Spettacolo* il 
prossimo anno: la sedicesima edizione 
del festival si è appena conclusa, con un 
buon bilancio anche perquanto n'guaida 
l'affluenza di pubblico, e qualche per¬ 
plessità relullvaniente ad alcune scelte, 
peraltro Irripetibili, cornai l'incontro a 
quattro tra to scrittore Amori 1(0 Tarantino, 
if regista Cherii, lo scultori?’ Arnaldo Po¬ 
modoro e il comico dneietevislvD Lino 
Banfi, in ruolo di attore drammatico: nel 
jxuml di un ■lemme. Immigrato a Torino, 
disprezzato dalla moglie rtordlfca, padre 
Infelice d'una figlia sbandala », più in 
particolare, d’un figlio «traveslito>, ragaz¬ 
zo da marciapiede, destinalo a una brui¬ 
ta motte. Ed è con la salma straziata, ma 
Imbibile, dello sventurato giovane che il 
protagonista colloquia accompagnan¬ 
dolo. per cosi diro, alle soglie d’un viag¬ 
gio verso gli Inferi, che egli Immagina ac¬ 
climatato In imn Grecia mitica (tifiche fa 
supporre, in un tal uomo dal ruvido par¬ 
lare, una discreta cultura classica, sta pu¬ 
re d'accatto). 

Curiosamente, la situazione di questo 
Vespro della Beala Vergine (titolo, a conti 
fatti, d'uno rara soperchi;?ria) rammenta 
quella dell'Qfwron di Ugo Chili, dato in 
apertura di rassegna, e costruito sulla mi¬ 
sura magistrale di Pupella Maggio. Ma là 
ci sì affidava a un linguaggio asciutto c 
fermo; qua. nel lavoro di Tarantino, co¬ 
me e più che In StnbalMaler dolio stesso 
autore ( portato In scena con bravura da 
Piera Degli Esposti) prevale l'artificio let¬ 
terario. un» ricerca del sublime attraverso 
il triviale che non fi certo cosa nuova, ma 
che comunque avrebbe avuto necessità. 
)xf manlfestatsl al meglio, d'tm mediato¬ 


re dal registro espressivo più ricco die 
non Lino Banfi (e possibilmente non bi¬ 
sognevole di suggenmenti mediante auri¬ 
colare occultalo con discrezione). Ampi 
tagli al copione originario, cui però si ap¬ 
pone un prologhetto casereccio stilalo 
dallo stesso, unico interprete, stringono 
nei limiti di un'oretto la rappresentazio¬ 
ne, sulla quale la regia di Cherif imprime 
segni piuttosto deboli ed esterni. S'Impo¬ 
ne alla vista, sul tondo, l'elaborato pan¬ 
nello a firma di Arnaldo Pomodoro, che 
ben figurerebbe, e più a suo agio, nel sa¬ 
lone di una mostra 

Incorniciatura sobria ed essenziale. In¬ 
vece (scena e cosiumi di Maria Pia Pao- 
lelli). per Autunno e inverno ( 1989) del¬ 
lo svedese Lars Norén, che Gaudio Prosi, 
tenace esploratore dell'area teatrale 
scandinava, ha allestito nell'Audhorium 
San Nicola. Anche qui. un quadro, anzi 
un quartetto, di angosce econllitti dome¬ 
stici: un padre, Henrik, medico di mode¬ 
sto talento e scarsa clientela, incline al 
bere, dominalo già dalla presenza, ora 
dai cocente ricordo, d una genitrice pos¬ 
sessiva. forse geniale, probabilmente 
pazza: una madre, Margareta. in appa¬ 
renza sicura di sé. convinta d'essersi sa¬ 
crificata per la famiglia, e dunque rivendi¬ 
cativi nei confronti del marito, distrailo e 
poco responsabile; due figlie. Ewa, con¬ 
trollala, perbene, ma tosa da un deside¬ 
rio frustrato di maternità, scontenta di un 
matrimonio in via dt fallimento ed Ann. il 
personaggio. Ira tulli, più articolato Don¬ 
na ancora giovane, costei, ma reduce da 
molle esperienze non troppo nobili, stret¬ 
ta dalle esigenze economiche, ridotta a 
umili mestieri e, noi contempo, smaniosa 
di alfermazione intellettuale, e a fiotta da 
un complesso paterno ria manuale. 

Nell'Oliera già nutrita del cinquanten¬ 
ne Urs Norén (di lui, Claudio Prosi aveva 



Una Bardi 


Roteimi 


inscenato, in precedenza. Il coraggio di 
uccidere) sembra evidente, alla lontana, 
l'influenza di Strindberg; più da presso, e 
dichiarala, fino alla cilazione direna ed 
esplicito, quella di Eugene O Neill (che. a 
sua volta, come altri drammaturghi ame¬ 
ricani, a Strindberg deve pur parecchio). 
Qui, In Autunno e inverno, più della mate¬ 
ria abbastanza sfruttata, qua c là risaputo, 
conta il modo come questa si atteggia: 
quel dialoghi spezzati e spesso indiretti, 
quelle battute che si colpiscono di stri¬ 
scio. o rimbalzano come pallottole va¬ 
ganti, quell'andatura sincopato e nevroti¬ 
ca. quasi jazzistica, che lo speltscolo (la 
versione dei lesto, alquanto scorcialo, é 
di Annuska Palme Sattavio) rende nel¬ 
l'insieme con efficacia, grazie al parteci- 
I* «[ritorto della piccola, valorosa com- 
iragnia. composta di Pier Paolo Capitoni, 
Claudia Glannotti. Laura Fo. Simonella 
Ghironda. 


IL FESTIVAL. Spoleto sperimentale 

Progetto-«Bohème » 


La scena ai 


MARCO B»A»A 

■ SPOLETO. In quasi mezzo secolo di attivi¬ 
tà, il Tealro lirico sperimentale di Spoleto ha 
adoperato tutti i suoi munitomi ingegni per 
piazzarsi primo indisturbato tra le manifesta¬ 
zioni a concorso che, con pazienza ed eco¬ 
nomia certosina, portano linfa al gran fiume 
della lirica italiana Cresciuto con la società 
che cambia, si rigenera oggi in poto di pro¬ 
duzione e proposta artistica che affronta il 
teatro a lutto tondo, partendo dal canto per 
curare anche la recitozoione e la messa in 
scena, I corei per nuove-vecchie professioni 
scomparse (maestri sostituti, accodatoci), 
offrendo a giovani ixtfessori d'orchestra 
(Iscrittialle liste di disoccupazione) concre¬ 
te possibilità di lavoro 

Per la XLIX edizione 1995 il passo in più si 
é compiuto proprio con la formazione di 
una nuova orchestra. (■Otto', latta di giovani 
diplomati che in vita loro non solo non ave¬ 
vano mai suonalo insieme, ma mai un'ope¬ 
ra lirica e. grazie agli insegnamenti dei Con¬ 
servatori statali, di fioftew non conosceva¬ 
no neanche la trama Risulta perciò sorpren¬ 
dente il lavoro di studio, affinamento e amal¬ 
gama che il direttore d orchestra (giovane 
anche lui) Carlo Palleschi 6 riuscito a ottene¬ 
re in un mese, con una pulizia di suono en¬ 
comiabile e una chiarezza di tettoia che ha 
lotto emergere tutto quello che imporla della 
giovanile, ma densa partitura puccinìanu: 
accensioni ritmiche fulminee e stacchi me¬ 
lodici di bel respiro. 

Niente come fio (vènie insegna il gioco del 
teatro, dove tutto e naturalezza studiala e 
dove quel tanto di acerbo che resta, in un'o¬ 
perazione di laboratorio lirico, é quasi con¬ 
naturata alla storia c all'età dei protagonisti 
Si può dunque rimproverare a Sonia Corsini 
(Mimi), dalla vocalità rotonda, ma a tratti 
poco incisiva, di arerc un'idea standatd dei¬ 


giovani 

la protagonista, luna remissività e dolcezza, 
senza quelle malizie e civettone che rendo¬ 
no la -gaia fioraia- assai più simile alla chan¬ 
teuse Musetta (la più «attrice* Cinzia Forte) 
che a Santa Maria Gorelli; e si potrebbe con¬ 
sigliare al tenore Walter Omaggio, ascoltato 
in precedenti occasioni, di sciogliere certe ri- 
gklilà. Ma ciò che conto qui è comunque il 
gioco di squadra, e questo è riuscito, grazie 
alla regia sorvegliata di Alvaro Piccarci i. la re- 
c ilazione spigliato di Roberto Accuso (uno 
Schaunard di lusso), I esuberanza della bel¬ 
la voce di Andrea Concetti (Marcello), la 
precisa caratterizzazione di Giovanni Guari¬ 
no (Benoil) Ancora acerba va considerata 
invece la prova di Maurizio Muraro (Colli¬ 
ne) , il basso del quartetto maschile. Il carat¬ 
tere di laboratorio era accennato ulterior¬ 
mente dalla messa in scena dì Lorenzo Ghi- 
glia. che ha ritagliato nella lamiera nero tu¬ 
rno una Parigi senza tempo. CI* però non 
sposava i costumi un po' zeffirellìani, scelti 
da repertori toalrali non accuratamente sele¬ 
zionati. 

Archiviato (Ottocento sentimentale, si ri¬ 
parte il 22 settembre con il Sellecenlo tulio 
stile c geometrie del Matrimonio segreto di 
Cimarosa, seconda opera in concorso diret¬ 
ta da Massimiliano Stefanelli, con un nuovo 
spellatolo del duo Crisolini Malateòa-San- 
dro Sequi Una proposta nuova sarà la Provo 
di Don Gimximi ( 29 settembre-1“ ottobre). 
ancora un laboratorio di valenza mc-teteatra- 
tocon musiche di Mozart, diretto da Roberto 
Soldatini, con la regia affidata a un nome 
della prosa come Leo De Beratdinis Per l’o¬ 
pera da camera contemporanea bisognerà 
attendere i risultati del concorso ■Orpbeus-, 
la cui seconda edizione ripronc la stessa for¬ 
mula formula del '94 giuria presieduta da 
Lucrano Borio, opera vincitrice acquisita da 
Casa Ricordi e allestita da Luca Ronconi nel 
la Stagione 90. 


Polemiche Rai 

La Brancati 
in seconda 
serata? 


■ ROMA. In sede di presentazione 
di palinsesto era stato vogo, |xii in 
serata, davanti alla comm iasione di 
vigilanza Rai, il direttore di Ri 'Ire 
Luigi Locateli! si é sbottonato un 
po' di più. Parliamo del nuovo pro¬ 
gramma che dovrebbe essere affi¬ 
dato a Daniela Brancati, già diret¬ 
tore del Tg3 sostituita da Michele 
Santoro. Dovrebbe trattarsi ( il con¬ 
dizionale è <fobbligo) di una tra¬ 
smissione di seconda serata sul ti¬ 
po di Milano. Italia, peto itinerante, 
in oscillazione costante fra il Nord 
e il Sud del paese. Un passo verso 
quello che il direttore della terza 
rete definisce il futuro cambiamen¬ 
to della programmazione: «È stola 
una rete sperimentale, deve diven¬ 
tare una rete curiosa, non schiera¬ 
ta. aperta al dubbio, non pio chiu¬ 
sa come negli anni passati*. Costi 
intenda per *011153- lidi) si sa, ma 
certo è che locateli! non riesce ad 
accontentare nessuno alcuni con¬ 
siglieri con* Storace c Taradasli 
rimproverano al nuovo palinsesto 
dì essere la copia in carta cartone 
del precedente, e Storace giunge 
ad aftermare che -Raitre rimane 
ben attento a mantenere- il suo mu¬ 
lo di rete di sinistra*. Ma i commis¬ 
sari se la prendono con lutti: con 
La Porta c la sua Raiduc. accusala 
di perdere ascolti, e con Brando 
Giordani e Raiuno. accusata al 
contrario di .scarso approfondi¬ 
mento culturale*. Non si può dai 
tono a Giordani, clic risponde 
■Cosi diventeremo schizofrenici, 
da una parie dobbiamo start: sui 
mercato, dall'aura ci chiedete di 
essere una televisione culturale. * 


» 


i 


f 

















Mercoledì 20 settembre 1995 


Cinema' 


l'Unità# pagina 


L’anteprima. «L'odio», il film di Kassovitz sui «casseurs» che ha scosso la Francia 






Mttnt-l'ori». Sotto, Hatfitou Keeeorttz 


«La rivoluzione? 
Non si fa coi film» 


Due milioni di biglietti venduti in Francia, un premio a 
Cannes, un enorme impatto sui media. È L odio, il film 
che ha rivelato il ventottenne Mathieu Kassovitz e che 
ora esce anche da noi (ieri sera al Mignon di Roma 
l’anteprima deH’£/n/tó), In pratica il manilesto dei cas¬ 
seurs anche se l’autore raffredda la temperatura. «La ri¬ 
voluzione non si fa con i film ma con le armi, è assurdo 
chiedere opinioni politiche a registi, cantanti e affini». 


CMMISUMT 


m ROMA. -Odio la genie che sia 
ferma stille scale mobili lasciando¬ 
si trasportare. Odio la genie che 
manifesto contro l’Aids. Odio gli 
studenti che se la prendono con I 
casseurs perchè cercano di disgre¬ 
gare I loro cortei. Odio la demago¬ 
gia associata al ghetti di periferia. 
Odio la cicoria e le verdure mlsic. 
Odio gli slogan politicaiMOte.cor¬ 
retti Odio I giornalisti CheWefrrHft’ 
no solo la parte sulle «MUWMbiste 
perché è divertente. Odio gli Imbe- 


un lllm sul .. 

Citiamo a caso dal decalogo di 
Malhleu Kassovflz, che natural¬ 
mente odia anche dover scrivere 
cose del genere per presentare I 
suol film, Parigino e hànneo - la de- 
stridono è sua - questo ventotten¬ 
ne Noprannomlnato CasstHuiute 
((ovati subilo dai piedi) dal suoi 
nitori é un non-ricooclllato pieno 
di contraddizioni. Per dime una: 
itoli vuole assolutamente parlare 
di politica -perché é porfeflamerite 
inutile chiedere opinioni di questo 
tipo a registi, stariette, cantanti, ec¬ 
cetera eccetera, perché la politica 
è un mestiere e per fare la rivolo- 
alone cl vogliono le armi, non le 
faraoni-. 

PIO che giusto, ma se uno fa un 
film che è praticamente il manife¬ 
sto del msseun e del disagio giova¬ 
nile. che mostra poliziotti sadici e 
Istituzioni Inesislenli. che spaia a 
zero su Le ftn e ridicolizza gli skin 
di destra, come minimo deve 
aspettarsi che gli rhledanocosa ne 
pensa del conflitto sociale o dei 
Rivetti urbani, do. cosa Importante 


è avere un'elica, un punto di vóto 
forte-, taglia corto lui durante la 
tappa romana per il lancio del film 
(distribuisce la Mikado). -Come 
Costa Gavras, Spielberg. Loach, 
Felllnl, Kujturica o ChapUn. Preferi¬ 
sco sapere qualcosa sulla seconda 
guerra mondiale guardando II 
grande dittatore cl>e leggendo 
notori ibridiate!».-E poi un film è 
Innanzitutto' ^pattatalo, -diwmt.. 

mente-,• .. 

Beh, è ovvio che L‘odio non ha 
nleoie a che fare con gli attentati di 
quest'estate o con Mutorca, ma 
Kassovitz gioca un po' troppo al ri¬ 
basso. Convinto che lutto quello 
che c'è da dire lo dica la storia che 
vediamo sullo schermo Ventiquat¬ 
trore da intubo nella vita di tre 
amici dello banlieue (l'ebreo Vtnz, 
il nero Hubert e 11 maghtebino 
Saìd) menile uno del Quartiere sta 
in coma per le botte della polizia 
Punto di partenza la realtà, il ca¬ 
so di Makomè. (testato a morte in 
commissariato uè anni la. Punto 
d'arrivo la realtà: sei mesi di Im- 
meo;torve nella cultura dei ghetti, 
dialoghi rigorosamente in vasto), 
lo slang delle periferie che gioca 
sull'inversione tra la fine e V inizio 
di ogni parola e risulta spesso in- 
comprensibile ai non iniziati. Stile 
eslremo: bianco e nero, nienle ef¬ 
fetti speciali o dissolvenze, situa¬ 
zioni da documentario Con qual¬ 
che momento decisamente surrea¬ 
le. Come l’idea - è un po' la mora¬ 
le del lutto - di uno che cade dal 
cinquantesimo plano di un palaz¬ 
zo e ripete, a ogni piano, din qui 
lutto bene* ma poi si spiaccica per 


tetra Oppùre la storiella racconta¬ 
ta da un iricredlblte tizio all'uscita 
dal gabinetto: -uno. deportato in 
Siberia, scende dal treno durante 
una sosta per evacuare e siccome 
è timido va 1 a nascondersi dietro un 
cespuglio, cosi non ha il tempo di 
risalire sul vagone e muore asside¬ 
ralo*. Che'vuol dire? -Non lo so. 
Ognuno la interpreta come vuole: 
ci vedi esattamente queUo che sei>. 

Nessuna; spiegazione anche per 
la scelta -cinica' dei tre prò lago in¬ 
sti: -I miei personaggi sono proleta¬ 
ri, non rappresentami di una razza 
Sono lutti e ire Irancesi. Da noi non 
è tome negli Usa. drwe la polizia 
pesta i neri. Da noi, anche se sei 
bianco, ma sei vestito in un certo 
modo e parli in un certo modo non 
vanno tanto per il sottile'. Anche se 
poi si scopre che nelle età? le città 
satellite intorno alia capitate. U 70% 
aJipenp degli 4>itan|t,b*tm:0rigi- 
..ni.WgWWiMK'i''' peratw* tornei. 
fili» non» sono donne: * l'influs¬ 
so della cultura islamica, le ragaz¬ 
ze non frequentano i ragazzi'. 

Resta da dire del successo stre¬ 
pitoso dcll'Odro: Cannes che pre¬ 
mia il regista. Chiiac che cita il rito- 
io in un suo discorso, la tv che ne 
parla continuamente Quasi una 
moda, che ha portato a vendere 
due milioni dì biglietti. Cosa che a 
Kassovitz. tra l'altro, non (a molto 
piacere: uno. perché se l'esioMsft- 

ment l'ha in qualche modo adotta¬ 
to, teme dì essere slato troppo <po- 
VfcWMMe corretto, due. perchè 
avrebbe preferito, quei due milioni 
di spettatori, vederli in piazza: 
-quando lu ucciso Makomé quasi 
nessuno si è mobilitato, menu* 
adesso vanno lutti al cinema*. 

L’unico scandalo Vha sollevato 
la compilation rap ispirata al film. Il 
brano dei Mlnistère Amère. Sacrili 
ce de inula, è stato censurato per¬ 
ché invila, più o meno, a tagliare la 
gola ai poliziotti gkicando sul dop¬ 
pio senso della parola povlel. che 
vuol dire -pollo- ma anche -sbirro». 
•Invece dì prendersela con I rap- 
per, farebbero bene a chiedersi 
perché uno arriva a dire cose cosi 
estreme". 


Fotogrammi 


OnwnnnHi»? Dop o V w ri « B2 Europacl n ama 


Niente Italia 
per •Tank Girl- 

Scoppia (si tu per dire) li caso 
Tank Girl. Il film, tratto da uno dei 
(umetti che -tonno- tendenza negli 
Usa, non sarà distribuito in Italia 
dalla Ulp. Abbastanza oscuri i mo¬ 
tivi deila decisione: la casa di distri¬ 
buzione spiega che il prodotto po¬ 
trebbe essere poco appetibile al 
pubblico italiano. Ma c'é chi sostie¬ 
ne il fattore censura: troppa violen¬ 
za In questa foma-storia ambienta¬ 
to 111 uri improbabile u catastrofico 
arci post-atomico, con ia ribelle 
pmikTankGIrl (Loti Petty) che. al¬ 
ia testa di un grappo di canguri- 
mutatiti. sfida l'infame industriale 
Keslee (Malcolm Me Doveri) che 
asseta l'umanità. A rendere curio¬ 
so ìt film in colorine sonora realiz¬ 
zata da Conitucy Love con l'aiuto 
ili ima schedi band che vanno per 
In maggioro: da Bush and BclJy al 
Devo, (In Ice T n BRrtk. dalle L7 alfe 
Moto Non è la tutina volta che fa 
Uip non la uscite in Italia un titolo 
inserito nel proprio listino: accad¬ 
de Tanno scorso con Crooklyn di 
Spikr lare. Ci penserà qualcun al¬ 
tro'.' 


Al botteghino 
trionfa JlmCarrey 

Quattordici miliardi In diciannove 
giorni. Tutto merito della pubblici¬ 
tà a tappeto c dell'uscita alla gran¬ 
de con 270 copie. Il campione 
d'incassi del dopo Venezia è il non 
veneziano Scemo e iriù scemo con 
Jet! Daniels e il nuovo comico dal¬ 
la faccia gommosa Jim Carrey. È 
un vero record per questo periodo 
dell'almo, tantoché anche l'ameri¬ 
cano Varieiy ne ha dato notizia. 
Tra I film presentati alla Mostra, 
netta sezione Noni, è panilo piutto¬ 
sto bene Watencorid con Kevin 
Costner che In quotilo giorni si è 
portato a casa 2 miliardi e 70 milio¬ 
ni (270 sale I mentre il fantopoHi- 
co Aitarne rosso por ora ha deluso 
arrivando solo a 7 Mi milioni (ISO 
copie) nonostante gli sbarchi in 
sommergibile al Lido. Poco più 
dell Ultima eclissi che ha fatto 718 
milioni. TuU'altro discorso per l'ita¬ 
liano ftiso/irti di Marco Tullio Gior¬ 
dana. che in undici gioirli ha rag¬ 
giunto il miliardo ma è In lenta e 
costarne crescila. Tre miliordi. infi¬ 
ne, se II è portali a casa il romanti¬ 
co fienili Ars? 


Festival a Viareggio 
dal 23 settembre 

Gli attori Ben Kingsley e Giuliana 
De Sto, i registi Islvan Szabo e Mi¬ 
chael Haneke e il direttore delia fo¬ 
tografia Henri Alekan saranno i 
memori della giuria di Europacine- 
ma, il feslival del cinema europeo 
direrio da Felce Lauda»» che si 
svolgerà a Viareggio dal 23 al 29 
settembre Al festival partecipano i 
18 film europei candidali al premio 
Felix, che verrà assegnato a Berlino 
il 12 novembre dalla Europea) 
Film Academy presieduta da tng- 
mar Bergman e Wìm Wendcrs (ci 
sarà aiiclie un Felix alla cantora 
assegnato al decano del cinema 
francese Marcel Carnè). Tra i film 
111 programma, Lo sguardo di Ulis¬ 
se di tagetoputorc Al di (d delie nu- 
twfrdi Anionioni (che Felice Lau- 
dadto lia prodotto). Terra e Oreria 
di Loach, Canington di Hampton, 
Il irtele di Antonia Bini, L'odio di 
Kassovitz e, m rappresentanza del- 
ITtaiia. L'uomo itelfe staffe * Tor¬ 
natolo e L'amore molesio dì Marro¬ 
ne Il festival sarà dedicato ad An- 
tonioni. clic ha anche disegnalo il 
manifesto. 



Mini-Tarzan a Parigi 



KMgfti,vM««0ochi 

rap e bicicletta 
U PMtkHri <M MattriM 

Prima attore che regista. Mathtou 
Kaeeoritz, fendette od gtoarl* 

detrito ghetta, ha veatatto ami. V» 

mtoto per IHoctil ele tt r o ni c i» fi 
rap, «dora il TI bel e andare In 

Mdctotta. e «a dtooratora di 

ctoeme di tetti Ittpl, comprerii «fin 
ri Karaté e kng fu, ceduto tutto 
dò che Oectosoe Prie detteli». 

VM e PerigL he eeardNo nel 
laegometragglo con -Mttleae- 
(1943)ct*e he mortone* 

nontovethm a I Cdeer come re Iffiere opera prime e dove 
Cerane gl* due del tre pro««gonliHdeH''OdliK Wecent 

Caeael e Heperi Kewde. mentre ■ giovanissimo Srid 

T ^r mn eU—eeea mu lto» Oìptoc»metto.IneWetth 
teeoeera cenene «qeedra etfieèete, tre emiri. tdeetie 
e cih *veto »reeeggl ete re *eir P rie .ri I nc ent ra » » t et ri ! 

giorni con lepri attori per mettere epentelririe 0 ri.il tue 
proerim* «firn parte»* del potere del mede. 


C AMPIONE di incassi in 
Francia, dove ha insidiato i: 
il primato natalizio del di- v " 
sneyano Re Leone. Un indiano in f. ■_ 
città è uno di quei film per famiglia 
che vanno presi per quelli che so¬ 
no. Dimenticare quindi II ragazzo 
sefuqggródiTmHaut Lostatodi na¬ 
tura o li mito de) buon selvaggio 
sono solo un pretesto, un po' co¬ 
me succedeva in La foresta di sme¬ 
raldo di Boorman. per raccontare 
una stona di contras» -forti'. Da un 
lato la nevrosi contemporanea, i 
telefonia! e la Borsa, gli affetti di¬ 
stratti: dall'altro, ì ritmi della natura 
selvaggia, le pulsioni primigenie, 
l'istinto della caccia. Accade cosi.: 
che, volato itela foresta amazzoni¬ 
ca per divorziare dalla moglie colà 
rifugiatasi anni prima, lo yuppie q 
Stéphane scopra di essere padre di 
un indianino- con la (accia pittata. 
Atletico e scaltro. Mimi-Siku si _ 
muove nelle Insidie della foresta U 
come un pesce nell'acqua: ma- ^ 
neggia sapente non sbaglia un r 
colpo con l'arco o la cerbottana, e a 
di notte virila le indigene della sua P- 
eia figurarsi cosa accade quando JJ 
il tredicenne si ritrova, per una tee- £ 

ve vacanza, nella civilissima Parigi: ? 
orina sulle porte, infilza i piccioni M 
della vicina, scala la Tour EiKel e n 
solca la Senna In canoa h 

Un indiano in dttó difficilmente S 



•Un Mane I* ditto 


Untori*» India __ 

TlLOrig.Un MHendaei levito 

«opto. tiervé rtrtito 

Sceneggiatura .riera* Palato 

Fotografia.Fabio Converti 

Nazionali!*. Pr*aeto,1**4 

Durata.M minuti 

Poreontgg) e* I meraral 

StàpMn» .TMerry LMmdto 

MMrti-Siku.Uxhrig M**d 

Hlcnard.Porle* Trinali 

Dome: firitert»! 3 

Mltolte : Alt ro__ 


scatenerà torme di emulazione nei ragazzini italiani, anche se il regista 
Hetvé Palud guarda con simpatia al piccolo. vitalissimo Tarara; in oppo¬ 
sizione al pertienìsmo borghese diffuso, alta fessaggine yoga della futura 
matrigna, ai disinvolti traffici con l’Est post-comunlsta praticati dal socio 
di papà. Va a finire, ovviamente, che il redento Stéphane molla tutto e ri¬ 
torna in Amazzonia per lar pace con la moglie (e II figlio si porterà dietro 
anche la fidanzatola parigina). Prevedibile e MenhWeM* sul piano delta 
comicità Ma Thleny Lhemiiite è azzeccato nel ruolo dello yuppie pentito 
mentre U piccolo Ludwig Briand Indossa il perizoma con Innocente bal¬ 
danza. [Mleheto Aeratovi] 


I ftfoyidimm fetta leteviùoni dal li ài >(• HI 



II: IV AMI 

mtitihhw 

HUiffinuu 


3 fk 

• . ./ 'AVV'V 



ì'Mna .4 mmi 

*m m m%$m 

0 BAMME 

immm 

; $ri VICHA&it feffet 

l'UITIMO 

(MIIEBE 






























pagina 8 fUiiiiài? 


I programmi di 


> ì > ^ r? - 



Mcroolcdi 20 scUomfoir 1905 


RAAJNO 


MATTINA 


6.3) TG1.12227198) 

M5 (*0taATTINAC5TAtt. CwleniKne. 
Conducono Mana Teresa Ruta, Ame¬ 
deo Goria All'interno' TG 1: TG 1 - 
FLASH. 145035778) 

9.» $»A20Ufl£R0. Attuatili (3190371) 
1*5 LA BOIA U ROMA. Film commedia 
(Italia. 1965 ■ Nn). All'interno: 11» 
TG 1.(2815395) 

11. » VERDE NÀETRA ESTATE. (419521 
12» TG1-FUSH. (91136) 

12. » U SIGNORA OEL WEST. Telatura 

15437643) 


11» TEUGKMUU. (5594) 

11» LA FttUAOB. PADANO. Miniserie 
15312827) 

1145 SOLLETICO. Contenilore Conduco¬ 
no Elisabetta Feiracmi e Mauro Se¬ 
rro. AII'inlMOO: (2391933) 

11» T81. (32223) 

IMI ALE. Telatura 'Il sorprendente All' 
(584223) 

11» ESTATI AL LUNA PARK. Gioco Con- 
ducono Claudio Insegno. Mauro Man¬ 
no e Luana Ravegnmi. All'mlemo: 
(3003812) 


20» TELEGIORNALE. (927) 

20.» TG 1 - SPORT. Notiziario Spedivo. 
123914) 

20» L PAESE SELLE SIRENE - FESTA 
SULL'ACOUA. Spettacolo. Conduca 
Carmen Lamella. (757556) 

22 H la mnnu m canne, fm 

giallo (USA). Con James Slewart 
Giace Kelly Regia di Alfred Hilclt- 
ooch. All intorno TG 1 15799204) 


9.15 TG1 -NOTTE. (46686) 

a» infetti 

•• ZOoScOICHIACCWRt (9390008) 
0.55 VDIOSAPERI • ALBE. Documenl, 
12315614) 

1» SOTTOVOCE. Attuanti («44044) 
1.51 MINO. (Replica) |80l8060j 
3» annota MIRITI CON. Oocumunii. 
<04133341 

1» TG1NOTTE. (R|.(8063792) 

4» OOC «unte CLUB. Musicale 

''■"•Munii 


S»ITI 4 j <^biTAUA i I Scanali s i WE 

... \ . *■' I I miawow f owio 

j » ; ■ v-, ~ ; . 


1» DVL044I UNnERSITARI A OtSTAN- 

ZA AtluallU.(B9473792| 


7 * 0000 IAOW4N4Q. 

ih comuxn estati 


135 NEL REGNO DELLA NATURA Dku- 
menlarlo (7379001] 

7.» QUANTESTOREt (1258556) 

7» l’AUERO AZZURRO. (78848651 
829 USSIE. Telelilm (64857301 
145 AVVENTURA taB*A$l£. Filrr.com- 
media (USA. 1948-bln) (1816846) 
1145 SARANNO FAMOSI Telelilm. 
(31264691 

11» TG 2 - 33. (5519049) 

11.45 TG2-HATTM. 171013721 
12.» QUANTE STO*-FLASH. (45952) 
IMO L'ARCA OEL DOTTOR BAKBL Tele¬ 
film ( 2212020 ) 


11» QUANTE STORI • OISNEV! 

(8751440) 

1115 PARADISE 8ÉACH (351372) 

1145 SANTABARBARA (9399488) 

15» TG2-FLASH. (60407) 

1525 SFCA OLTRE! FAINE ROSSO Film 
«eslem(USA. 1988) (3153372) 

17» TG2-FLASH. (4516848) 

1725 UH MEDICO TRACI! ORSI Telefilm 
(1901420) 

IMO TOS-SPORTSHA. 11050488) 

14» N VIAGGIO CON SERENO VARIABI¬ 
LE. Rubrica (1024759) 

MAS WMTER Telefilm. (3342353) 

MAS TG2-SERA (859858) 


20.1$ TGS-LO SPORT. (2662407) 

2020 OO-CART (DAI DUE AGLI OTTANTA). 

Varietà (554466) 

20» PAPA' E UN FANTASMA Film com¬ 
media (USA, 1990) Con 6111 Cori),. 
KimCerly Russali. Regia di Sidney 
F'miiet (prima nsione Tv). 1208437) 

22» PROPESSIONE REPORTER - EFFET¬ 
TO VDEOl AllualilA (45730) 


23» TG2-NOTTE. (424») 

«« PAROLE E MUSICA D'AUTORE. Mu¬ 
sicale 'Untbna Jazz 66' (88103151 
MS SOAO 5113 ■ SQUADRA SPECIALE. 

Telefilm Con Bemd Hezsprung Wrl- 
inedKiaui (1572044) 

2JH TOT-MOTTE. (Replica) 16060570) 
2» SÉPARÉ. Musicalo 'Rita Parate' 
(6761131) 

2» DUO» UNMFWTTARI A C45TAH 

*ùr. <Fràetri»"7*!«:e»sodi maremail- 
• ca’-'eirHIiotacnic»" 1773193341 


8» VDEOSAPERE. AITmlemo: 
IS095907I 

1.40 GMOD'ORIZZONTE. (7042759) 

MO L'UOMO NUStBAE. FI* tantalico 
(USA. 1933-Wn) 16477914) 

10» POLLICE VERDE. (6174310) 

14» VIAGGIO*ITALIA. 149473391 
II» ARTE: DUCCIO E L RESTAURO CEL¬ 
LA MAESTÀ’CERI UFFIZI. |6469i 
II» U CURIOSITÀ' ALLUNGA LA VITA 
I8S05846Ì 

■1.» PREMIO ITALIA H (4SS2827) 

12» TG3-OAEDOOKL (42885! 

121S CROCERA DI LUSSO. Film musicale 
(USA 1946) (9715661) 


1444 tGATTO JFOfiEMGG IO. 124341171 
11*5 IG6-POMERIGGIO SPORTIVO. Al- 

ritorno: CALCIO. Amrdievcle. 15.15 
GOLF: 16 «SCINAUTICO ($7*#7| 

11» vTOE OSATO* - LA STANZA Od 
PRMCIPE. Documenti. (2468) 

17» DAVVERO. Telefilm. 13117) 

17» LA VOCI DEL PURGHE. ,537») 
17» SALVIAMO LE SPATOLE, toc 
18424020) 

14» LOtSI CLARK: LE NUOVE AVVENTI) 
RE 01 SUPERMAN. Telefilm 
19833136) 

n» I63JTGA. (13372) 

19» NOBCARTOON 18744440) 


»» UN GIORNO M PRETURA Atlualrtl 
A cura di Nini Perno e Roderle Petrel- 
luzzr. 195310) 

22» TG 3 • VENTBUE E TRENTA Tele- 
g remale |28420| 

2245 TGR. Telegiornali regionali. 

{zumi 

2265 LMEA1 AMO. 0273020 


21» INI END. Rubrica cinematografica 
Piero Chambre» raccoma 'Biade 
runner'' I5668»1) 

S» TG 3 - VENTIQUATTRO E TRENTA • 
ECCOLA3-NOTTECULTURA Tele- 

giornale. (807486*1 

1» FUORI ORARIO. Cose (meri vrsie 
presenta:'BlobCrtoon' (46815701 
2» TG 3-VENTIQUATTROUREMIA. 

Telegiornale (Replica) (M793S3) 

2» A COME ANDROMEDA. Scheggia¬ 
lo ^52155) 

3» OCCHI OALli STELLE. Film tanta- 
scienza malia. 1978) l<S5S3846i 


7.» STREGA PER AMORE Telefilm 
(66865) 

7» TRE NIPOTI E UN MAGGIORDOMO. 

Telefilm 16123575) 

7» PlimO AMORE Tn. (41369521 
I» IL «SPREZZO. TelenoueM. Con Ma¬ 
ncar men Regnerò (71460201 
135 RUBA Telenovela (28924071 
11» PELOTA'. Telenovela (664128S) 

11.15 A PREZZO «IMA VITA Telenoela. 

All'interno: |7115575) 

ti» TG1 (1043575) 

12» LA CASA ICUA PRATERIA Tela 
firn 'La sccrparsa di c cse 
(7555594) 


13» TG4 (6204) 

14» SEMMAI Taercmanzc Con Kelly 
NealMiereKntiad (7204020) 

IMS -EIA VITA CONTHUA. Film guerra 
(USA. I9M-bin| Cor. Otarie» Cofi 
betl. Pai' i Sru.Hs usua d Jean 
Negu esco (7021285) 

17.10 PERDONAMI Sto*. Conduce Davi¬ 
de Mengacc: 1134440) 

14» COLOMBO. Telefilm 'Un grillo da 
manuale' Con Pelei Fa! All'inter¬ 
no: 196759) 

19» TG4. (91130) 


2!» LA BIONDA F,md-ammallcoil!*:s 
1993) Con fiasnssja Knsk. Serg e 
Rubini. Rega a Sergio Rubri 


UO CULO CIAO MATTINA (28067933) 
MI IMO AMA» RICKY. Teiefilra 
(6759) 

IMO IMJEt DUE PAPA'. Telefilm. (7488) 
38» SUPERCAR. Telelilm 14233407] 
tUS MLLABE. Attualità (Replicai 

(2821317) 

11» LE STRADE DI SAN FRANCISCO. Ta 

lefilc (3622952) 

1225 STIANO APERTO. (3323468) 

1245 FATTI E «SFATTE Attualità. 
(2615240) 

t2St STONO SPORT. (700923) 


RAS MAI» IZJO COSTANZO SHOW. Talk- 
Stic» Conduce Maurizio toslanzo 
con la partecipazione di Fianco Bra- 
caidi Regia di Paolo Pietrangeli (Re 
pica) (69697223) 

11» FORUM. Rubrica Conduce Rita Dal¬ 
la Chiesa con la partecipazione del 
giudice Santi Uberi. Partecipa Fabrt- 
zioBraccbneri Regiadl Laura Basile 
16672851 




13» CIAO CIAO. Cationi (6776621 
14» POWER RANGERS. Telefilm Sei 
raggio «esf. 11349) 

li» NATI PER WtCERE. Gioco (42952) 
IMS CLASSE «FERRO. Teletilm 'Laslr- 
da' [23710491 

t7.4S PRENDACI Telelilm (853665) 

11» ACAFULCO 4LEAT. Telefilm. 

‘Scado mallo'. 17493646) 

19» STONO APERTO. (28933) 

1!» STUCN0 SPORT. (4962049) 

19» APPUNTAMENTO AL BIRO. Gioco 
1965440:. 


U» ras. Notiziario (267591 
1225 SGABBI QUOTERÀ*. (46916431 
13» KAU7WL Teleforoanzo (6935310) 

14.16 CASA CASTAGNA Gioco (62443171 
15» LA TATA SHuation comedy’llnmo- 
mento mollo aiteso' 176515) 

MS fi. VUAGGiO DB CORSARI. Situa- 
llon comedy (603466) 

n» SORBO CT 8« BUM BAH 

(485488) 

17» TOS-FUSN (4065390201 
14» OKI PREZZO F GUSTO 1 Gioco 
ConducelraZeniccbr (2000636621 
tS» LA RUOTA DauFORTUNA. Gioco. 
Conduce Mike Bongiomo. 125751 


7» EUfiONEWS. (7020) 

7» BUONGIORttO MONTECARLO. Al- 

«ialiti (9312440) 

I» AGENTE SPECIALE 18 UN DISASTRO 
li LICENZA Telelilm 'Al re con 
amore’ (3285) 

14» DALLAS. Telefilm 'Il ritorno di Jes¬ 
sica". (30372) 

11» LE GRAMI FAME. Shopping lime 
(73484) 

12» SALE. PEPE E FANTASIA Rubrica 
ConduceWitmaDeAngeis (4776) 
12» Al CONFM DEU'ARCONA Tele¬ 
film. (15049) 


13» TMC SPORT. (9827) 

14» TELEGIORNALE. (90310) 
li» A SENTIRÒ DELLA GLORIA Film 
avventura (USA, 1942- 5)n|.ConErio! 
Flyim. Al ekisSmiui. (6766391) 

1!» TAPPETO VOLANTE Talk-sbo». 

Conduce LucianoRIspoli. (70566611 
1616 LE GRANDI FAME. 1630575) 

16» TMC SPORT. [50597) 

1645 TELEGIORNALE (43407) 

1615 UNCATASTROFCO SUCCESSO. Te¬ 
lefilm. (734556) 

1645 POI C» SUONA LA CAMPANELLA! 

Rubri» (29651171 




2246 BASTA OC NON SI SAPPIA MGM. 

Firn a e;u«i (fiale. '976; ton Ve¬ 
rrei 19». Jsàmy Dortli «egra » 
Luigi Comencinr. Nanni Loy. luigi 
Magni All intemo: TG 4 - NOTTE 
(731776) 


20.4» SORVEGLIATO SPECIALE Film 
drammatico (USA 1969) Con Sylve- 
sler Sianone. Donald SudreM. Re¬ 
gia di John Flytm (190198) 

224* FUORI ORAR». Film commedia 
(USA. 1965) Con GrrNin Cunne. Re- 
canna Arane de Regia di Martin Scor¬ 
soie (nifi. 14 anni) All'interno 
(58367591 




650 TG4-RASSEGNASTAMPA Attirali 
U (3454689) 

1» U CASA NELLA PRATERIA Tele- 
.Hm Con Melissa Gilbert. Jonaihan 
Gilbert (Replica) (4429660) 

1» L'UOMO DA IO MAIO» « DOLLA¬ 
RI Telefilm. (7389618) 

240 SAMURAI leietilm 17978570) 

3» LOU ORANT. Telefilm Con Ed 
Asmi 16876315) 

4» MARMI, telefilm. Con Mike Con- 
ners (81016334) 


2316 FATTI E MISFATTI Attualità 

(6292949) 

145 ITALIA I SPORT. Rubri! sportiva 

All inletno: (872996M) 

6» STUOO SPORT. Notiziario sportivo. 
(3996421) 

2» IAROTA. Telefilm Con Roberl Bil¬ 
ie. 17272650) 

3» CHIARI « LIMA. Frinì Inesco (Ul¬ 
na. IBM). Cornuta Arene Tosca 
D'Agumo Regia di Lello Arena. 
(6153334)1 -r ■ 

S» USTRAOEMSANFRANCSCO. Te¬ 
lefilm (Replica). (33931570) 


30» T66 Notiziario (71049) 

20» PAPER4SSMASPUMI. Show Coni! 
Gabrbbo. Umana Travisati |74614tt) 

20» Ufi ORANO! AVVENTURA AFRICA- 

NA Film-Tv (USA. 1993). Con Jenni- 
Ter McComb. Asbley Hamillon. Regia 
di Sw«rf ftaftff (puma visione M 
(7226816) 

2245 TGS. Notiziario (5018933) 


2215 MAURIZIO COSTANZO SHOW. Talk- 
snonAttimemo TGS (1475575) 

1» SGABBI QOOTWU» (R| (6736353) 
1.41 PAPBUSSMA SPRMT. (R) 

(4168179) 

2» TG 5 EDICOLA Con aggiornamenti 
alle ore: 3». 4 00.500 19341044) 

2» CMC». Telefilm. [4305217) 

2» iCMOUE DELOUMTOPIANO. Situa- 
llon comedy . (69277631 
4» ARCA tt NOE' - ITMERARL DOCu- 
mentano.(2946824) 

6» LA STRANA COPPIA Telelilm 

(33940228) 


24» TELE GIORNALE (4986223) 

21» CALCIO. Spagna-Argentina. (54575) 
22» TQEQKMNALE (3223) 

23» OCUSMO. La Vuelta. Sintesi (9662) 
23» RETTA D'ARRIVO. Rubrica. (63681) 
2135 IEMALE t UNA NOTTE DEI “TAPPE¬ 
TO VOLANTE". fiflt-Nftow. Conduce 
Luciano Rispoli.(6289049l 


0» MONTECARLO NUOVO GIORNO. Al- 

inalila (3880266) 

0.45 CRONO-TEMPOMMOTORL Rubri¬ 
ca spodlva Conduce Renalo Ronco 
(3401763) 

1.15 MONSTERS. Telelilm. (6869716) 

1.43 CNN (63012179) 

544 PROVA D'ESAME: IMVERSITA' A DI¬ 
STANZA Adualtt. "Fisici Menici". 
(33998624) 


irr 8 iiiRT 


Conàica arma U Vlg» 


1»K IRE MB. CairVIita» 
HiojJMKHTÌ 

ir* AR22ZO WAV! 'Ow- 
linGInan' IS9645TI 
IMO ZONA *170. CMxt 
Paola (tara «646*31 

UH INUML B44WL 
11* VN0 • TQHKWlAli 

1547117) 

»H TNENtt. MOUMI 
11* MU FRESCA. Sin». 
(7737301 

8* MMU. (5S6J65) 

UH GMM #»Y. Sponral 
1201587) 

13* VN0 • mMKKNUi. 

(BUM 

HH KT Of NONA 

«ceni 


UH MOMMLI594J95) 

15.04 ATTENTI AL CUOCO 
(Rapila! 1B0B1) 

H* CRAZT DARCI. ISWOI 
UH NFORNAZKRA AE0V3 

NMJJfiCWS) 

U* N4ÉNM10 HKNE. 

1S56S643I 

1345 SPECIALI SPUTAT» 

IO. 31 ( 020 ) 

11,M HAW* IT ALLA. 

(6486011 

imo nosr uosa nach 

1745 ». Alliìurno 
NAAMRL1S229194) 

UH NFORNAZIOMT RHIO- 
HALL IB15661 

ItN RAMAI UVt 

12657711Q 

UN RPCRNAZIONI AEfllO- 


1345 AACMOTWC. 

UN NOTO), 1(111)1 


BESTTSI 


lUb ORATI DARCI « » 

N.(RMM) 

IU0 NAPevM Tarare.c 
taJ2ÒT460) 

IMO TILKUIMU AIQIO. 

RAU. 12460001) 

15* 8CA *440*5 - DOVE TI 

KnAilOTIWItO 

tlubnca i fi irteli 

HS423XI 

B* TISOr ROSA MACH 

Sirracia guoMuna driv 
temazicrie ‘leggera'' 

71.00 Dumo 

USUMt FJuiOrarv 
Malico (USA. 19I7> 
(5323W6I 

aoo mMWoiittc»- 

MU. (2WW071 

tuo tutta uwrrÀ\ vi- 

(MA. Mira 

M00 CNIWMAD. Ftubnu 


iìoo mmAir»£ noo- 

MàLisoevn 

ino H)«Neiuo mtwL 

r6i342631 

1115 0AUIIAUI3 Trtt- 

Ha IMM 

11* CNNESlIUf AL C4- 

INAIA. Rubrica Dàlia* 

17.15 CAUTE ROSA Rubra 
«8006431 

17» ouarcr. talli Vm 

N7M3) 

II» YAOUCt ISTRUOC* 
W LVSO. Rutnca 

(«16301 

II* HAUIVIK Alun ni 

«l elamo IS339III 

IR» TCiEOICNXAIi ACOJO- 
NALt 1393)1575) 

O » HCMAZICfiE moro 

HALL 1414595)5) 


15* TUTTA COLPA «U À- 
MORE. Film iv 4« 
IOSA 1992) 1450199) 

io* seno scacco, f*» 

Cnemafr» (USA. I960k 
IHN01J 

1ZM TB0U 64AI6MI 

Mi 

11* (kart FOA1URMH 
troie F4m torme J 

WSaim iue»:s: 

N4i sfr aonuMuta 

caeu AfteiM 

ISMHB, 

ir » txiuccatpi ' L ani 
S404C CORTWA F*rr 

horror (USA. 19») 
lansM) 

22* ARNICA HUST0R 
Spartita. 1754(361 
ZI* LA FAtNUA AMAI* 

l Film WTTurti |!JSA 

1993) (>6311556) 


7» Ohm. Fir «nr ro¬ 
vo ira:» S34 - ivo) 
Con F. Oorfirn. S Finse 
boi Rifa* J nouuv 
IBertta ab oro. 9M. 
Il* SJ939W; 

11* M1Y EUROPI «*<*• 
11(130*0151 

19* CORCOtTO. ‘SMm 
a 1eOo«cn»-R»S«- 
i«w or aura» uiv 

H’ etmani fiora.me 


IA DANZA 'Tennodev 

Zi* 16)6733?! 

OM bALUCnaCCElIWA- 
WMI ■ FMIHIMi n 

035 atzrraÌhtio. Proli' 
»5 mmm 

HM mv KMPi 

mm 


QUOASHOWV1CW 

Por 'cyairiie II Vo>iro 
prosnmma Tv digitare I 
rume.i SKowVtow tiam- 
pau arrapilo al program¬ 
ma che votelo r*g«iia 
ra. aui programrTuwe 
M»«wVia« lasciato l'un»- 
IO ffcewVle» sul Voatro 
vldoorovlilialoie o il p*o 

gra/nma varrà ai/omali- 
coTTo-TTe registravo all’o¬ 
ra irudkcaia Pe> inferma- 
itoci il 'Servalo ciiocV 
Sho-rViewv ai ialaK>ru> 
02G1 07 30 ?0 SàROwVlew 
è uh maicfeo «alfe Qam- 
Sue Cfewiaamant Ce**o- 

rMIOA <C) IMM -CimttAJ 
Oevelopmai Cowp Tufe l 
dmih &ononaarvah 
CANALI SMOWVIÉW 

001 - Paivno. 002 Pai- 
due: 003 Paure 004-Ra 
la 4.005 - Canale 5. 006 
liana 1 ; 007-Ime, OW-V» 
daomusic, 0*1- C'nquo- 
afelle Oli - Odeon. 013 
Tafe- 1. 015 • r*i©- a 
026-1 vitina 




RjkHopoo 

Giornali radio 7 00. 7.20; 8 00. 

5 30 7 47 L oroscopo. 9 03 - 
dk> anch’io; 10.10 «adioZorro. 
M IO Speciale Gfl 1 Estate; 
ti.45 Santi la montagna. O.aO 
Sareoo è. ; 14 t3 Una rispoata 
ai giorno Guida all uso doiram- 
biarife dedicala a» consumatore. 
1S.32 Galassia Gulenborn; 1607 
NonsoioVeide. t6 i5 L Italia In 
dirada. i7.3? Uomini e camion. 
18.09 GR 1 • I marcali, 18 20 GR 1 
- Buddha 18.30 PadloHalp' De¬ 
manda sulla solidarleiA; 19 26 
A scolla. al la aora. 19 40 Zap¬ 
ping 2t 03 Chicchi di nao: 21.10 
Vedi alla voce ... 22.07 Seguirà 
una brillanliasima (arsa: "Laca¬ 
sa disabitata - rReplfca). 22.49 
Oggi ai faiiamenio. 23.03 La 
star delt’Opeietla. 23.38 La t«la- 
tonata; O 33 GR t - Oopo mezià- 
noli*. i OO Radio Tu Colloqui 
notturni con i camionisti. 1.30 
Musica nella notte 


S8Sa??iS« 


‘ tt buongiorno 
.20 Momenti di paco. 

_ano suonando la nostra 

canzona. 9 14 Golem idoli o te 
torsioni. 9.45 et idi. Sviluppo e 
slampa di un esteta che finisca. 
10 30 3131 Spedala lavoro, 
economia, immigrazione: 11.35 
Musica m 35 200 colonne sono¬ 
ra dalla A alia Z. 11.50 Voglia di 
~Rdra Di Oano Piana. 12.63 Sal¬ 
par arr Ivere al 2000) *i SNOB 
coppia, come trovare un amico 

e possibilmente un tesoro,, t*t.oo 
italiani beila geme, i4.àoRadio- 
duelìme. 15 12 Hit Parade-Com¬ 
pì lalion.l più venduti deità setti 
mona. Top of tt»e music: 16.05 
Rino astata: 1B.30GR 2 Aniepri- 
ma: 20 Serata d estale. 2VI2 
Pianai Rocv. 22 ’B Panorama 
pariamoniaro 24 00 Ogni notte: 
O 30 Notturno italiano. 

Rad tota* 

Qtornali radio 8.45: 18 45. 6 00 


Radvotre mattina. - - Ouvertu¬ 
re; 7 30 Prima pagina, 9.01 Mat¬ 
tinoli©. 1 * peri© invilo ai con- 
certo. 9.30 Segue dalia Puma. 
9.45 MoninoTrè. 2* parte Invito 

S I concerto; 10 30 Sogue dalia 
rima. Terza pagina La cultura 
sui giornali dtoggl. 10-45 Matti* 
noTre 3* parla Archivio del 
iazz.il OS il piacerò do> fedo, 
11 1 0 MattlnoTiu. 4* parte. Novi- 
ta in compact. 1V51 Pagine 
da i 2 O 0 Merk]iana Radioir©. 

Opera senza contini' - S 
Francois d'Assise". Di Olivier 
Meftftiaen: 14.00 Conceni Doc. 
15.00 Lampi d ostalo. 10 00 ikta- 
«ola sonora i« parte. 19 01 Hol¬ 
lywood party; la 30 Scatola so¬ 
nora. 2 * parto; 20.00 Radlobe 

Suite; - — Due uomini In Barcac¬ 
cia. Il Carletlooe; 20 30^ Fe- 

slival disi F©8ilva1'Brup«D Can¬ 
tale napoletane del ir secolo; - 
I viaggi m tasca. Olire II 
sipario;---Lavila e il suo rac¬ 
conto. 23 43 Ràdlomania Qui 
comincia l'avventura. : 24.00 
Radiose notte classica 




Greggio batte Schwarzy 
e Mike azzera Castagna 

VIF6CEWTE: _ 

Infelici e conienti (Canale 5. ore 20.48).t.UB.OOfl 


P UZZATI: _ 

Paperissima sprint (Canate 5, ore 20.31).... 

Baaulilul (Canale 6. ore 13.46). 

Qo-Carl (RaiSue, ore 20.24). 

l'Ispettóre Derrick (Raidue, ore 20.51). 

La ruota della lortuna (Canale 5, ore 18.59). 


5.033.000 

4.855.000 

4.428.000 

.4.402.000 

.4,377.000 


□ Canale 5 ballo Kaidno 4 a 2. Superiorità schiac¬ 
cianti': colpa della squadra vincerne o degli avver¬ 
sari trito irordono? Palio sla clic il popolo della tv 
delta prima serata ieri ha volato (c dunque visto) 
f preferito rii gran lunga lufelkie i orirrwnrli Neri Parenti a Ter- 
uiimlliir di James Cameron Ovvero Ezio Greggio e Renalo 
h «netto io una commedia italiana anni Novanta e schema co¬ 
me ri,, eontralfo: un poveraccio sulla sedia a roteile si fa trasci¬ 
nare da un cieco imbroglione a pensare clic in fondo e meglio 
spassarsela ciré prendersela a male. Dall'altra parte, invece, il 
lanioso lllm di Cameron e Schwarzenegger, il primo di un ditti¬ 
co di grande lascino e indubbio successo, racconlava il ritorno 
al iKeèrato del cyborg Tcrminaior {wr assassinare ta madre de) 
salvaloiv del mondo. Insontma. meglio qoatlm risiile scaccia- 
perisinl. devono aver pensato in lauri i olire sei milioni di cirri- 
ninziottnli) 

lui slirladel lunedi non preserrla altri piazzali degni di nota, 
a parte II ■solito- Mitre. Solo lui, malgrado la nuova valletta, re¬ 
siste all'ulto ilei molti debutti della serata vedi Castagna, per 
■'sciupili 1 - non pili risconlrabik' Rinarl: gallina vecchia ta 
buon nnditcl'.' 


ACAPITICOAT. Italia 1.18.20 

Prende il via oggi una nuova serie di spionaggio tutta in¬ 
centrata sul protagonista, Fabio Canzoni, un trentaquat¬ 
trenne milanese considerato dai sondaggi l'uomo più se¬ 
xy del mondo, nonché eletto qualche anno la Mr. Europa, 
la sigla del programma sla per ■Hcmispheie Emergency 
Action Team-, Il nome di una organizzazione intemazio¬ 
nale impegnala a combattere il terrorismo mondiale. 

TAPPETO VOLANTE Teiemontecano 2035 

Dedicalo alla terza età il satóllo di Rispoli e compagne 
Tra gli espili del pomeriggio it neuropsichiatra geriatrico 
Alberto Spagnoli. NelLedizione serale, invece, ntlettori 
puntati suFauslo Bertinotti, segretario di Ritóndazione co¬ 
munista. 

IL PAESE DELLE SWf NE FRaiuno 2040 

Una -Festa suU'ucqua- in direna da Sotrenio, sccnarioche 
(arà da stóndo ad uno spettacolo di muss a prosa e dan¬ 
za sul litó conduttore delle sirene, che la leggenda vuole 
abitassenr le acque campane. Conduce Carmen Lasorel¬ 
la. ira i suoi ospiti Renzo Arbore. Tullio De Piscopo, Ulta 
Sasrri. Simmta Matchinì. Sergio Biuni. Roberto De Simo- 
nc. Gennaro Cannavaainolo e i ballerii li Daniel Ezralow 
e Civona Paone. 

PROFESSIONE REPORTER Raidue 22 30 

Dalla direzione Fomrai il programma 'Elleno video 8-, In 
studio sarà Demetrio Volcic a illustrare il suo passaggio 
dal metodo tradizionale al video 8. In sommario, anche 
cinque reportage e inchieste girale da reporter freelance 

UNEA3 Rarlre 22 55 

Riprende la trasmissione di approfondiincirlo politico 
condona dalla giomalisla IjKia Annunziala. Slessa for¬ 
mula. seconda sciata, martedì, mercoledì e giovedì, e un 
incontro taccia a faccia am i protagonisti del (allo del 
guarnì 

MAL RI ZIO COSTANZO SHOW Canale 5 23.15 

Dal TcaBo Piviali di Roma il consueto appuntamemocon 
Maurizio Coslanzu e i suoi molli ospiti: Roberto Vecchio¬ 
ni. il pn dessi ire di estetica Slefan Zecchi, il giornalista del 
Tg4 Tiberio Tànperi, il sindaco di Roma Francesco Rutel¬ 
li. la gKinialisla di Railre Rosanna Cancellieri, la giornali¬ 
sta del Tg5 Oidi Leoni. 



Scoraese «Fuori orario» 
fra Soho e un computer 

22.40 FUORIORARIO 

Sryrtf! Ratta Stinrn tra Errili Itane. Ara rara Ar«*tt. IH* Furi» 

tu lira |l SU). 160 MA 

ITALIA 1 

Un impiegalo luno casa e computer. Un quari lere. Soho, che può di¬ 
ventare un interno a chi ci entra denlro senza le carie giuste. Menali- 
insieme le tlue cose e esce tuon una commedia solislicaUi. e nera, 
che dura lo spazio di una none. Griflm Durine pensa solo ai compu¬ 
ter quando si decide a ihnorctiiare una ragazza, si trova catapultato 
in quaniereche sembra mettercela rulla per (arto servire a disagio Ar¬ 
risi pazzi, geme scimaala. facchini che partano di Segai ilo srrùto- 
re i irasporiarrdo siauie di Segai (bscukore). individui minacciosi... 
Potrebbe uddiriliura rrniellerci la buccia Desolo un brullo sogno 7 Al¬ 
la fine delta lera,bill- norie, si ritroverà di ironie al suo computer I uni- 
coche pud augurargli uh umano -buongiorno- 


20 30 LA SFONDA 

talli ri Svita tatari, t* Sopì tatù, trainili «mU. Lau Urta 
mrtl IMI IIIBfl. Ili aranli 

Rubini mene da parie la commedia per racconlare, s-n- 
za molto suocesso (il film non ebbe fortuna nelle salo) un 
altro personaggio -comune- Stavolta è Tommaso, oro¬ 
logiaio a Milano, a vedere la propria vita sconvolta da un 
incidente' la ragazza che ha investito (senza ferire gra¬ 
vemente). lo segue a casa, gir condiziona la vita. Tomma¬ 
so scoprirà presto che la bionda è coinvolla in un giro lo¬ 
sco. Ma la proleggerà... 

RETEOUATTRO _ 

20.40 SORVEGLIATO SPECIALE 

Ih» SI Jri» F!|» tra Srtnntr Sitata* Court SrritrtM Urta* 
Fta*«l UKC989). IR ita». 

Capriolo carcerario per Sly, qui alle prese con il lamblie 
Sulheriand. direttore della galora, che non perdona nien¬ 
te a nessuno e anzi fa di furio per inasprire I conflitti Fra i 
due si apre una vera e propria guerra che non risparmia 
colpi bassi e sommosse. Riuscirà il prigioniero a evade¬ 
re 7 

ITALIA 1 ___ 

22.45 BASTA CHE NON 81 SAPPIA 194 ORLO 

*|ta 61 Urial Giuratlli » rari tra. luigi Mutui, tra lira lai Mhi 
tanta, tarata»ridi.Itrita|l978|. ISO (MI, 

Sesso, equivoci e plcooli scandali tanno da lama condut¬ 
tore agli episodi che compongono il lllm. Datiliograle dal¬ 
ia lanlasia che galoppa, commesse di librone scambiale 
per p-oslitule, carcerali che sequestrano il secondino per 
avete più libertà sessuale L'Italia piccola degli anni 70 
in una (ripiana non memorabile 

RETEQUATTRO _ 

22.15 LA FMCSTRA SUL CORTILE 

tolta di Alfiad Mitrerai, ce» Jnu Stand trace KM», TMta» fiutar 
Ut» (1954) 112 aitarti. 

Il cane calato giu col cestino, i massaggi della saggia 
Thelma Riiier. la lingerie vaporosa chiusa nella valigeria 
di Grace Kelly. Raymond Buri accecato dai lampo dal Ila 
eh. e por lurie io scenette dei condominio dì Ironie: la cop¬ 
pieria riesca dì matrimonio, la zitellona che sogna l'amo¬ 
re. la ballerina La storia del lotoreporler che. immobi¬ 
lizzato da ulta gamba rotta, scopre e sventa un omicidio, 
il film a cui Hitchcock dava il volo più allo. 

RAIUNO 


I 


fi 


t 





















EL ZEVIRO 

Avete mai 
sentito dire 
«Vendo 
l’allenatore»? 


Q 

mire rii tv 


MHIW T—I 

uanto incide l'allenatore 
sui successi della squa¬ 
dra?» IO, 1120, ÌHOSi? Op¬ 
pure lTity-1%? O al contrario -quasi 
niente-? Il quesito è annoso. E Ini- 
solvibile quasi quanto quello deh 
l'uovo e della gallina. Considerata 
anche l'assoluta irrazionalità (ap- 
|>arente perù, come cerceremó di 
argomentare) che domina lelortu- 
ivo degli allenatoli, soprattutto di 
calcio. Perché il latto che esistano 
alcuni Indiscutibili punii fermi (pe¬ 
rò In discipline non calcistiche), 
ad esempio Velasco nel volley e 
Rudic nella tallanuo», rappresen¬ 
ta la classica eccezione che con¬ 
ferma la regola. Secondo la quale 
ascese e discese (dall Olimpo del¬ 
la serie A all'inlemo delle sene mi¬ 
nori e viceversa) hanno modi e 
lempi misteriosi, essendo escluse 
le -questioni tecniche- o Ininlluenii 
i risullali. Prova è, per lare alcuni 
esempi, che l’allenatore della na¬ 
zionale che ha vinto I mondiali 
dell'82, Beanol, è da sempre di¬ 
soccupalo, mentre invece altri co¬ 
nio Mallrcdi e Matehioro hanno 
continualo sino all’anno scorso ad 
essere ingaggiali o dispetto degli 
insuccessi. 

Il «grande mistero, dell'allenato¬ 
re non 6 nuovo. Perché se II mitico 
Hulunlo Henera veniva chiamato il 
-mago- e II compianto Oronzo Pu¬ 
gliese vestiva considerato un ne¬ 
gromante della pedala, la cacciata 
dell'allenatore su due piedi e prati¬ 
ca amica. Non è però mai accadu¬ 
to che si cominciasse a contentare 
un allenatore dopo la prima gior¬ 
nata. 0 ancora prima di comincire 
il campionato. Come nel caso di 
Bianchi, (li Marame, di Scala, di 
Calmilo (e palliamo di società di 
primo |ilano). Il scgnoche non si è 
esasperala tanto e ancor più la 
competizione (ovvero l'Importan¬ 
za del successo) quotilo piuttosto 
che I vertici societari ritengono la 
competenza e l'abilità dell'allena¬ 
tore sempre più facilmente surro¬ 
gabili. Sostituibili. Intercambiabili. 
Non slamo ancora all'Idea che -un 
allenatore vale l'altro-, ma poco d 
manca Come indicano le dispute 
su Sacelli. 


C ON CIÒ NON inviterò a 
piangere sulla precarietà 
professionale degli allena¬ 
tori (e ci mancherebbe visto che 
hnnno Ingnggi annuali che vanno 
dal 500 milióni ai duo miliardi). 
Anche perché mi pare più Interes¬ 
sarne entrare nel merito della 
-inessenzialitù- degli slessi. Il latto 
die la loro Importnnza di moto sia 
Im»i discussione (se noncl fosse¬ 
ro bisognerebbe invernarli) non 
diminuisce infatti l'oleatorielà dei 
requisiti professionali a loro richie¬ 
si!. Devono essere dei preparatori 
atletici, dei lini strateghi, degli abili 
lattici e dei (orti moltvatori: cosi si 
ama solitamente dire. In realtà gli 
allenatori (soprattutto di calcio) 
prima di lutto, se i risultati latitano 
c In classifica boccheggia, devono 
essere pronti ad assumersi le re¬ 
sponsabilità di tutti. DI lar la parte 
dei parafulmini, delle vitiime sacri- 
licali. 

loro o solo loro colpevoli del 
unitivo nuda memo della squadra 
per ragioni non folklori stlche. ben¬ 
sì economiche. I. allenatore infatti, 
se mi è concesso il linguaggio mar¬ 
xiano. ha solo valore d'uso e non 
di scambio. Risulte a voi che un ol- 
lonnlorc sin mal slato venduto o 
scambiato? Il mister, a differenza 
dei calciatori, non fa parie del ca¬ 
pitale del club', non è una risorsa, 
ma solo un costo. Logico dunque 
che in caso di ipotetico contrasto 
tot grande campione (ricordarsi 
del caso Sacehi-Vnn Boslen) sarà 
.semine Ini alla fine a dover andar¬ 
sene. Con la consolazione però di 
essere l'unico uomo libero che 
oliera sul mercato calcistico Po¬ 
lendo coniate solo su se stesso e 
solfe sue caixicità (magiche) di 
rcsuscilaie il campione imbrocchi¬ 
lo o la squadra sliductala del suo 
IHcdoccssore. In ciò più Incarnato¬ 
le di serpenti che scienziato dell al¬ 
lenamento. 


il caso. Campana scrive a Matarrese: «Partite ravvicinate, i calciatori non ce la fanno più» 



Mazzone e Zeman: 
«La Coppa il martedì 
è un grande errore» 


NOSTRO SERVIZIO 




VlllorioUVrnlelkgl 


■ -È un errore giocare la domeni¬ 
ca e poi il martedì-: Z d on ofc Ze¬ 
man allenatore della Lazio, non 
ha dubbi, l'iniziativa di Campana è 
quanto mai appropriala. I bian- 
coazzum per il secondo anno con¬ 
secutivo sono impegnati in Coppa 
Uela, e il tecnico boemo sa bene 
elle cosa vuol dire dispulare due 
partite in tre giorni. Cosi Zeman. 
parte in causa nella questione, ai- 
ferma che-sarebbe opportuno an¬ 
ticipare il campionato al sabato, o 
posticipare la Coppa È quanto già 
avviene nei paesi calcisticamente 
più evoluii- È in casa Lazio anche 
il medico sociale, Claudio Sortoli 
ni, ècontrario alte partite ravvicina¬ 
le: -Dopo aver giocalo una partita 
alla domenica, il calciatore arriva 
al martedì in piena riserva tìsica 
Aumenlano i rischi dì Infortunio e il 
rendimento ne risente per un tren¬ 
ta per cento- 

Preoccupazione anche a Trigo- 
ria. campo d'allenamento della 
Roma: -Avere impegni troppo rav- 
vicinati - è il parere di Corto Mar¬ 
rone - è sbagliato Sappiamo che 


«Basta, si gioca troppo» 


«Troppe partite.! giocatori faticano a recupera¬ 
re e gii infortuni sono più frequenti»!È ifsueco 
della lettera che il presidente del Sindacato cal¬ 
ciatori ha spedito a Figc e Lega. «Ma non parlia¬ 
mo di sciopero... » ha detto Campana. 


paolo rose mi 


■ -Sono stanco morto-: troppe 
volte Sergio Campano, presidente 
dell'Ale (Associazione italiani cal¬ 
ciatori). deve aver sentilo ripetere 
negli ultimi tempi questa frase dai 
giocatori, stremali dai ritmi forzali 
del calcio moderno. Ira campiona¬ 
to. coppe e quunt'altro -Le partite 
sono troppo ravvicinate, i giocatori 
non ce la fanno più-.- cosi II barra¬ 
glielo sindacalista del paltone ha 
preso carta e penna cd ha inviato 
una missiva al presklenlissimo .lei 
calcio. Antonio Matarrese. e al nu¬ 
mero uno della Lega professionisti. 
Luciano Nlzzola. chiedendo un in¬ 
tervento per rendere più umani i 
calendari. 

Da questo punto di vista, la si¬ 
tuazione - che già luceva discutere 
negli nnni passali - é precipilala al¬ 


l'inizio della scorsa stagione, quan¬ 
do la confederazione europea ha 
deciso che le partite della Coppa 
Uefa devono essere giocate di mar¬ 
tedì Senza considerare floi i posti¬ 
cipi lv delia serie A alla domenica 
sera, che in alcuni casi avvicinano 
ulteriormente le partite di campio¬ 
nato a quelle di Coppa. Cosi, nelle 
settimane -europee- I giocatori ita¬ 
liani sono sottoposti ad un vero e 
proprio tour de torce Da cui la ri¬ 
chiesta del sindacato dei calciatori 
•L'intensa e ravvicinata attività 
agonistica costringe molle squadre 
italiane impegnate in Coppa a 
scendere in campo anche a meno 
di 48 ore di disianza-, scrive Cam¬ 
pana. E poi: -Diversi calciatori delie 
squadre impegnate nelle coppe 
europee e i rispettivi medici sociali 


hanno chiesto un nostro intervento 
per impedire ulteriori impegni ago 
nisttcval martedì. Ci viene assidui», 
lo - prosegue la lederà - che dal 
punto di vista fisico e psicologico é 
impossibile un pieno recupero da 
parte del giocatori, specialmente 
di quelli dette squadre impegnate 
ne! poslicipo della domenica se¬ 
ra* 

Troppo stress, quindi, secondo il 
sindacato, è ora di intervenire -G 
rendiamo conto che le decisioni 
vengono prese In sede Uela. ma è 
necessario che la federazione e le 
teghe si lacciano carico della grave 
queslione. che va risola tempesti¬ 
vamente ad evitare responsabilità 
per eventuali e non auspicabili 
eventi negativi- E queslultlma fra¬ 
se. che potrebbe essere tetta anche 
come una velata minaccia di scio¬ 
pero. t semplicemente un -moni¬ 
to- -Giocare due partite in Ire gior¬ 
ni - ha poi spiegato Campana - 
vuol dire mettere a repentaglio la 
salute dei giocatori: è noto che gli 
infortuni sono più frequenti quan¬ 
do i calciatori sono sotto stress- 

il sindacato lo scorso anno ave¬ 
va fatto tremare la Federcakrio, mi¬ 
nacciando una domenica di scio¬ 
pero qualora la Figc non avesse ga¬ 
rantito la copertura del Fondo di 
garanzia, l'istituto che tutela i cal¬ 


ciatori lasciali a spasso dai club 
inadenipfepft. ..EWjgtlft XAfc .nel- 
l'occasione aW.t potai otto follila 
forma di protesto ioti. ritardando le 
partile, senza però tar saltare il To¬ 
tocalcio. 

E stavolta? È di nuovo braccio di 
leno fra Figc e Aie? No, Campana 
esclude questo ipotesi. Almeno per 
questo campionato -È mio dovere 
sensibilizzare la Federazione per 
quanto nguarda questo problema, 
ma non c'è conflìllualiià, anche se 
io in passato ho già sollevato la 
queslione. É nell'interesse della 
Figc Intervenire, per tutelare il pa- 
tnmonlo tecnico delle socie» e an¬ 
che della Nazionale Ma per questa 
stagione non credo proprio che sia 
più possibile modificare i estenda 
ri. L'impoflanre é che ci si renda 
contodefl'assurdirà di questo sta¬ 
zione e che in (ululo la siluazione 
cambi. Semmai mi stupisce il 
comportamento delle società, che 
nonostante il parere di tecnici, gio¬ 
catori e soprattulto medici sociali, 
non fanno nulla li problema di 
(ondo è che comanda la tv con i 
suoi soldi e i presidenti pur di ven 
dere 1 diritti di una partita sono di¬ 
sposti a meflere a repentaglio fa sa¬ 
lute dei giocatori. E cosi, olire ai 
giocatori, ci rimette tutto il calcio 
italiano* 


La Rfa «m riconosce 
R sindacato calciatori 
di Maratona 

La Marcatolo Mantufenato ( IV») 
pai ora ««« ha Matita» 0 


fcafctaOHfùtffpj 
la Ciri crailm è stata annunciata 
aPartglda Mago Armando 
Mandano. A Zurigo notici sono M 
N prostriamo JoaoHavoianfo, a Mo 
da ianeiro, ito U segretario 
«onorata Joooph Mattar, ■ Oporto 
parto riunioni domalo, ma un 
portanze» riatta FHaAaapfeeato' 
•Non abbiamo rica vato alcun 
documenta «proporne dlaaooa 
nuora aaaocUrtone a ignoriamo 
qua* siano I suor alatoti o la sua 
•trattura. OH Interlocutori dalla 
FMaeene le aoaodaiionl «adorni 
che a fero volta hanno rapporti con 
atomo organi» arte al rii gtcoaScri 
rteonoectute uffici a i ai anta dada 
FHa. Far qaaaaa non poaatono 
riconoscerà al momento questa 
naova aaaochulcna, anche te » 
formata da giocatori Catoni. Men 
abbiano nulla control giocatori 
che hanno lanciato Questa 
WriatKaata patrie o n ta contro 
Maratona ma Maogna rispettato i* 
strettura attuano. «Urine riti 
possono noRote attuario»! rima 

ovunque-. 


é un'esigenza che risponde ad una 
logica economica e ubbidiamo, 
ma non è giusto, lo stesso qualche 
volta dalla domenica al martedì mi 
sono sentito in diflicollà*. Alte pa¬ 
role dell'allenatore, fa eco Emoato 
Attclcco medico della Roma 
Giocare la domenica e poi il mar¬ 
tedì con in mezzo uno spostamen¬ 
to non agevole, ha torti ripercussio¬ 
ni sui calciatori. Il riposo èdetetmi- 
narwe, co somare i giocatoli a ré 
nunciarvì aumenta il rischio di in¬ 
fortuni. Non solo manca il riposo, 
ma anche la possibilità di allenarsi 
adeguatamente-. 

Dalla capitale a Milano, in casa 
Inter: anche il club nerazzurro, co¬ 
me la Lazio e la Roma, é impegna¬ 
to in Coppa Uela e deve lare i conti 
con I mercoledì -europei-, E Piero 
Volpi, appunto medico sodate 
dcll'Mqr, conferma quanto detto 
dal collega laziale: -Quando ci so¬ 
no impegni molto ravvicinati, il ri¬ 
schio di infortuni si accentua, an¬ 
che se apparentemente i giocatori 
stanno bene. Ne avevamo già par. 
lato lo scorso anno, quando fu va¬ 
rato questo tipo di calendario È 
una siluazione che pesa soprattut¬ 
to sulle squadre che giocano il po¬ 
sticipo domenicale e poi devono 
disputare una gara il martedì, af- 
Ironlando il viaggio il luivedl. linai- 
uvità così intensa, ad allo livello, la¬ 
scia perplessi per un pieno recupe¬ 
ro fisico-. E ancora: -Possono an¬ 
che esserci test diverse, quello che 
conosciamo ppco è proprio la (aste 
dì recupero jWst-gara e puOéajtifa.. 
te che tengano schierali catóotì 
non a posto (isicamentè,"iccen. 
tuando il rischio di inlortuni. poi- 
ché i giocatori possono avere pro¬ 
blemi a smaltire fatica e tossine. 
L'organizzazione del calcio do¬ 
vrebbe riuscire, compatibilmente 
con i problemi economici e logisti¬ 
ci, a tenere conto di tutte ie esigen¬ 
ze-. 

Più cauto il commento di Rk- 
cardo Agricola, responsabile del 
settore sanitario della Javontu*. 
che comunque quest’anno non é 
impegnata in Coppa Uela e non li¬ 
ve quindi in prima persona il pro¬ 
blema: -Sono convinto che qua- 
sfanno 48 ore di riposo fra un im¬ 
pegno e l'altro siano il tempo mini¬ 
mo per recuperare, anche se non 
mi sembra che si possa affermare 
che esiste una diretta connessione 
fra partite ravvicinate e inlortuni-, 

Pieno appoggio alla mozione 
del presidente dell'Ale anche da 
parte di Lorenzo Minottl. difenso¬ 
re del Parma e consigliere dell'as¬ 
sociazione calciatori: -Se Campa¬ 
na ha scritto la lettera è perché ha 
raccolto e fatto sue (e esigenze dei 
giocatori 48 ore non sono sul», 
cienli per recuperare la fatica di 
una partila- 


Da ottobre il nuovo palinsesto sportivo di RadioRai. Ce anche il «Processo per direttissima» 

»: la radio fa il verso 

E la radio si adegua, anzi rilancia. Sulla scia dei 
successi in tv, RadioRai ha varato il nuovo pa¬ 
linsesto sportivo che partirà da ottobre. Due le 
trasmissioni principali: il «Processo per direttis¬ 
sima» e «Quelli che la radio...» 


LteOAMAMTTO 




m ROM/l Anche RadioRai si mette 
a cotrerc la maratona dello s|wrt. 
laro processi, prendere pallone e 
rotondità affini per quelle che so¬ 
no, ossia un gioco. Sarà |>er invidia 
della tv, quest'anno più agonistica 
clic mai tanto da trasformare Rai- 
(re in un campo di gara, o più facil¬ 
mente per esigenze d'ascoito: 1 Sa¬ 
rà, ma In sorella maggiore dello 
scatolone catodico, (ino a fori po¬ 
vera e da pochi mesi rinsavita da 
audience siraordianna (aumento 
del !8“, complessivo) e gradime n¬ 
to ni di sopra (fella sufficienza. Ita 


pensato bene di mettersi la tuta 
non solo nella canonica domenica 
del pallone. E coprire anche gli 
spazi della sera. Dal 3 ottobre sui 
blocchi di partenza cl sarà dal mar¬ 
tedì al venerdì, dalle 20.30 alte 
22.45 sul primo canale. -Radio- 
sport-: raccoglie in un qpico.conte- 
nitore i contributi e I cSlegamenti 
degli inviati sportivi del fifeie rad io- 
cronache^ commenti e inchieste, 
personaggi e giochi legati al filo 
rosso dello sport In attesa degli Eu¬ 
ropei di calcio e delle Olimpiadi di 


Atlanta, oltre 120 minuti per supe¬ 
rare la linea di tondo del paltone, 
raccontando i -supplementari., ov¬ 
vero le retrospettive, te fotografie 
minimali clic svelano connosensi 
c difticoltà pratiche dell'attività 
sportiva giovanile Férché. secon¬ 
do quanto rivelato dall'ammiraglio 
della radiofonia sportiva pubblica, 
il caporedattore Luigi Coppola, il 
programma condotto dagli studi di 
Milano da Dario Colombo, parlerà 
d'altro quando le Coppe europee e 
gli eventi in diretta lo consentiran¬ 
no: analizzando gli aspetti minori 
dei grandi sport, le discipline di... 
rincalzo, gii ostacoli di avviamento 
all'attività Quanto costa al genitore 
un tiglio sportivo praticante, dove 
rivolgersi per iscriverlo? Ma anche 
visite mediche sportive. Totocalcio 
e Totogol, piscine fantasma e mi¬ 
liardi al vento, miti argomenli adat¬ 
ti per una inchiesta. Che la tv non 
può offrire ma presto - secondo il 
direttore della Tgs Marino Bartoietli 
- intenderà azzardare. Tempi lun¬ 
ghi di metabolismo per II catodo 
congestionato .pere-tré fa radio ha 


maggiore spazio della tv e più pos¬ 
sibilità di tentativo Ma Ira i due 
strumenti c'è Ione intercambiabi¬ 
lità nonostante l'utenza diversa- 

Eppure la radio, amata per ele¬ 
ganza, versatilità e modernità, pare 
non abbia resistito al fascino della 
tv Unendole contro, -copiandola*: 
puntando la domenica sui -Proces¬ 
so per direttissima- (dal novanlu- 
nesimo battute c commenti nella 
fon nula e nei trempl (fella consoli¬ 
data -Radio anch'io-) con i «tacela 
a faccia» via etere tra gli ascoltatori 
e i protagonisti della domenica, e 
su <àrell: che te radiar ( rtodindue 

dalle 14 alfe I ?). condotto da Gior¬ 
gio Comaschi, appunlamento leg¬ 
gero per lutti quelli che Iranno gio¬ 
cato la schedina senza essere fana¬ 
tici del paltone. 

Il prodotto nspetlo alla tv non 
cambia: si seguiranno le partilo in 
compagnia di ospiti, i meno com¬ 
petenti possibili. Resta lutto n mar¬ 
gine di un paradosso: il program¬ 
ma tv più radiofonico viene -rical¬ 
cato» dalla radio. Un passo indie¬ 
tro, un po' come pariate con le pa¬ 


role dqgti altri. 

•Non è proprio cosi Non faccia¬ 
mo nessu n verso alla tv - dice Cop¬ 
pola -. Ad esemplo, il "processo- 
calcistico c era già e poi non avrà 
niente da spartire con i ioni biscar- 
diani. Il nuovo programma allar¬ 
gherà lo spazio dedicalo ad ospiti 
e interviste, che sono state sempre 
garanlile a ridosso di "Tutto il cal¬ 
cio"*. insomma sempre un po' di 
dislacco ci vuote. 

Ma sulle maratone pare siano 
tutti d'accordo. La domenica di Ra- 
riiouno diventerà un pallone con 
spiechi anche per basket e pallaio 
to, quasi orlo ore (Hate senza respi¬ 
ro (la re la di meglio sfiorandone 
dieci ). solo ia -pausa- del Gr per ti¬ 
rare il fiato. Tra radiocronache, 
passaggi in studio, cross, processi 
per direttissima e giochiliI potreb¬ 
be rischiare fa congestione anche 
l'ascoltatore Che troverà in cuffia il 
superbioso idns. lo invernino di co¬ 
lore della banda di Fabio Fazio. Sii 
Rudiouno potrà dire la sua in -Ulti¬ 
mo minuto - Diente e Occidente, 
rullo informativo del DI 


Italia-Croazia 

Rinviata 
la decisione 
sulla sede 

aa LONDRA il comitato esecutivo 
delie Federcak'io europea (Uefa), 
riunitosi ieri <i Oporto, non ha an¬ 
cora proso una decisione sulla se¬ 
de della partila Croazia-llolla dcll'8 
ottobre. La soluzione del problema 
è stala rinviata a giovedì a riporlo o 
a venerdì in Svizzera. L’Uela deve 
terminare l'esame della siluazione 
(condizioni di sicurezza, «asporti, 
ricettività ) nelle due città croate 
che possono ospitare l’incontro. 
Zagabria c Spalalo. Il presidente 
della Figc. Antonio Maionese, la 
dichiarato che l'Italia «non ha obie¬ 
zioni di sorta a giocare in Croazia, 
e per quanto riguarda la città sede, 
Zagabria o 8|>alato. si omette alte 
decisioni ded'Uefa». intanto, tra og¬ 
gi e domani, sempre a 0|xirto. sì 
terrà la nona conferenza consulli- 
va dei presidemi c segretari gene¬ 
rali delle 49 federazioni riunite net- 
ruefa. 



I 


i 


I 






















campionato. Il tecnico spiega il «miracolo Napoli» e l’inatteso terzo posto in classifica 


D segreto di Boskov 
«Siamo fieri 
di essere poveri» 


Il tecnico chiede l’aiuto di tutti i tifosi napoleta¬ 
ni: «Se la gente ci starà vicina, possiamo punta¬ 
re ad un piazzamento Uefa». Biglietti a ruba per 
la sfida di domenica con l’Inter di Bianchi, che a 
Napoli non ha lasciato solo buoni ricordi. 


che perché slagnante a quota 
Ifonila tessere, ben al di sotto delle 
«Ornila dello scorso anno E cosi 
anche nel giorno di San Gennaro è 
sialo possibile abbonarsi al prezzi 
più bassi d'Italia o acquistare II bi¬ 
glietto per llnter. Ma solo due cur¬ 
ve alla volta, per evitare il proble¬ 
ma dei bagarini. E per farlo c'è sia¬ 
la addiiitluia tanta ressa da causa¬ 
re l'Intervento delle Ione dell'ordi¬ 
ne 

■Mi chiedevo: possibile che alla 

S ite II calcio non Interessi più? 

pure il Napoli non è nato con 
Maradona, ha 60 anni di storiai Gii 
lo affla deve capire I suoi proble¬ 
mi*. Boskov è perle Ito. un azienda- 
lista nato. Ma probabilmente nep¬ 
pure chi lo stipendia ha mai capito 
se c'è» o ci fa». Definisce il Napoli 
una giovane donna, che può ligu¬ 
lare con poche lire. Appunto II se¬ 
greto del groppo? *Si sentono tutti 
uguali, uniti. E nessuno parta di 
soldi. Non è un bei vantaggio?. 

È difficile però non comprende¬ 
re ('Iniziale siiducia del «pài ■$ ve¬ 
ro, in paco più di un anno il Napoli 
hà.mthfo tonti campii felu¬ 
ca, Them, Ferrara. Il più grande. Ed 
è siala scella la linea giovane, quel¬ 
la del vivaio. Una poetica più vici¬ 
na alla genie. Ma è possibile che 
un napoletano non sia più conten¬ 
to di veder giocare Imbrumi o Lon- 

S piuttosto che uno sconosciuto? 

io figli di Napoli.. ». Ragiona¬ 
mento perfetto, anche troppo. «In¬ 
samma, qui non abbiamo sman¬ 
tellalo niente: siamo stali costretti a 
fare certe mosse, per sopravvivere. 
Ma la sfiducia non la capisco: ab¬ 
biamo chiuso il campionato scor¬ 
so con 4 vittorie. Abbiamo battuto 
in estate Parma e Mllan. Ora mi 


■ napou. -te vede quelle Cop¬ 
pe? Dobbiamo riordinarle a secon¬ 
do dell’Importanza: prima il cam¬ 
pionato, poi l'Uefa Ognuna con la 
data. E costruire degli scaffali, là in 
alto.,. ». Boskov. non vorrà copiare 
la sala dei trofei del Reai Madrid, al 
Bemabeu? -SI, facciamo come II 
Reai Madrid». La sua terza giovi¬ 
nezza è cominciata proprio da 
quando le due vecchie volpi si so¬ 
no piaciute. -Trovare Boskov sulla 

K trina del Napoli è slata una 
va» ripete Carraido Feriaino 
■Lui mi avrebbe voto (equi già 
ncll'88. Ma telefonò troppo laidi, 
avevo già (innato con la Sam prio¬ 
ria» racconta Vuiadin con l’occhio 
dolce. 

•Un gentleman mitteleuropeo, 
lo definì Patrizia Pellegrino, ascol- 
latkslmo consigliera, dopo la pri¬ 
ma serata trascorsa In salotto, a 
pariate più dt altro che di caldo. 
Un gentleman scalfissimo che og¬ 
gi ha già riportato con I piedi per 
terra 1 suol giovanotti frastornati dai 
trappLcompllmentl. Che fa la vo- 
clstcdacon l tifosi cbe.uon slabbo- 
nàntrafra» H; uri» VuSr* te¬ 
nterà cl vtfttebbo. Ma io®* è di 
altissima livello, altrimenti restla- 
mocomeslamo. Anzi, anche qual¬ 
cuno In meno... 

Trovarsi Boskov In panchina 
può essere una fortuna o no. latto 
die sia che una squadra quasi 
pronta a scomparite, appena due 
mesi la, si ritrova oggi terza In clas¬ 
sifica. Piacente, viva, brillante tanto 
da far paura ali'btter di Ottavio 
Bianchi, nientemeno, piacere sem- 

roki: il Napoli è fato inlatficoslrel- 
to a riaprire I» sua campagna ab¬ 
bonamenti a furor di popolo. An- 


aspetto solo che la geme tomi al 
San Paolo. Già con l'foler voglio ve¬ 
dere 70 mila spettatori. Llnter è 
un'avversaria da rispettare, presti¬ 
giosa. Ha speso miliardi, deve solo 
aver pazienza ed aspettare. Ó vor¬ 
rà ancora un po' di tempo per as¬ 
semblare il nuovo groppo. Bian¬ 
chi? Non credo che rischi». 

Intanto annuncia che non cam¬ 
bierà la squadra che ha battuto l'A- 
lalanta: -Con il tandem Agostini- 
Imbriani abbiamo vinto sei volte su 
sei. Boghossian giocherà un tempo 
solo, sbagliai io a gettario subito 
nella mischia. E accanto ai trenten¬ 
ni Pari, Botdin e Agostini, i ragazzi 
della Primavera maturano veloce¬ 
mente Vedrete nascer» il nuovo 
Ferrara, il nuovo Cannavaio». Beri- 
colo numero uno, l'euforia. Che ha 


il Napoli, battuto da una squadra di 
serie C/l. il Lecce »Vero, dobbia¬ 
mo restare umili, non comportarci 
da tifosi». Strano però rivedere il 
Napoli sugli altari e genie anonima 
nello maglie. -Tra di noi però, cè 
anche chi è molto esperto. Siamo 
una bella squadra, che può lottare 
per un posto Uda. A patto che la 
genie ci sita vicina Quando leggo 
il numero degli spettatori sul gior¬ 
nate, mi vergogno». Sembra uno 
spot, ma almeno è simpatico. 


Capello, Mllan addio? Caldani: «Riparilamono ad aprilo» 


Patos Capato alterar» la Roma, Fatoo Capato 
aa*» Ma <W Mten. Q asato vsd hanno gl» 
Httato a «arresa Mraaracamptonato- 
eaMormraato. hanno (la scema gii atomi dal 
«feto pia rasato, toaotwm: li tomao balano ò 
appara Iniziato a gl» il profila aria Unga 
• t is a na latta di a man te» a voci al a maraaa. La 
prima pnantlta andate arriva propria M Mton 
■tonato da Fatoo Capano «Ira alte ftoa di aprila 
datai conformala o no I aua contratto «ha lo 
tega totoom art teraaa. -Andare wontl «no od 
aprilo caa quosta atorto è tonfflcanta, 
•opratane par né (tema Mi - ha dotta Adriano 
damato, amnrintotralara delegato rmeoraro - o 
erodo proprio cria arato avanti ira ad aprite. 
C apa to ha an contratto rii dnqua armi cria 
•cada U 30 gbrgno fi: aono d'accordo eoa hri 
ebete apritedteeatonato la poeaiMIttdi 
rinnovar» paaln contratta. Fino ad altera aon 
prandtemo tmpagnl. E una cosa concordata con 


Capato In m a to a ra «rad uta .-Zeapa cu dattoo 
rara ra te——te t ra . ran cawMa nuli», ha 
practeatottaManL rii contratto di Capotto ara* 
dinar diati dal itauteatl co ntln a oat t d'altra 
partaPMMat arrènda anteatraordifiari. Ala. 
■attirate n «dia l i dal contratta, dtecirtaramo 

la eoa». R atea to he pai pariate india di 
«•orgia Waah a dato aua aptandtea praataztenl 
di parata tetta atetfMa. «ambra un grand* 
giocatori, parò «m monttemaol la tetta, atomo 
tote tetra «te rnato -, irta ha agte—tor-OttWrali 
alane contanti coma lattate parchi cradtena 
di a rar te tto una tratta aaacaata. te. è vara ah» 
è rateato da noi alTat* <838ami. ma «rima 
•vavaoio « caatrarantt più fatta dal mondo, Van 
Baatorv.-q u ando o bto raro capito c ho Vra 
Baaton an kwcapontolo <* alano prato «fatti. 
Un giocatori tiad a a rotato pad* ci d» 
protendKà, ut gteoo cha l'raao aoono non 


IV E SPORT. Da domenica su Raidue 

Telegol, il caldo 
diventa un quiz 

an pa iaao pi Lapponi 

■ ROMA. Conservare su Raidue i milioni di telespettatori di 
•Domenica Sprint- per poi traghettarti su la -Domenica spor¬ 
tiva- di Raitre. Questo è l'intento di Telegol, la nuova trasmis- 
sione in onda da domenica sera su Raidue. Telegol è uno 
spettacolo di quiz a tema calcistico, ma non solo: una sona 
di show-contenitore di giochi e prove di abilità sul mondo 
del calcio e della serie A italiana La formula è siala studiala 
per appassionare anche i non tifosi di calcio, quei soggetti - 
per capirci -che se scelgono di passare la domenica davanti 
al piccolo schermo, sono costretti ad uno zapping frenetico 
per •saltare» le decine di trasmissioni di chiacchiere e imma¬ 
gini calcistiche. Acondurre il programma sono stalichiainati 
due giornalisti specializzati. Antonella Clerici e Mara Maz¬ 
zocchi già impegnali in Domenica Sprint, la trasmissione 
che passerà il testimone a Telegol intorno alle 20.50. 

I dirigenti Rai che hanno realizzato il palinsesto sportivo 
domenicale hanno l'obiettivo di catturate il telespettore cal- 
ciofito sin dai primo pomeriggio con Quelli che aspettano se¬ 
guilo da Quelli die II calcio, poi - sempre su Raitre - Studio 
stadio, quindi Novantesimo minulo, la telecronaca di un 
tempo di una partita di serie A e Domenica sprint A questo 
punto si colloca Telegol, poi seguito dalla Domenica sporti- 
utre II processo del lunedi dopo la mezzanotte: uno schiera¬ 
mento di forze al quale le reti concorrenti possono opporre 
ben poco ( Goiqgoo/diTmc e Pressing di Italiauno). 

Dal calcio Telegol prende spurio anche per -riprodurre- 
in studio (Rumato stadio Olimpico) le sfide più importami 
della giornata di serie A. Nella prima puntata, domenica 
prossima si affronteranno i filosi di Napoli-lnter e Torino- 
Sampdoria Die lotto squadre di filosi, in rappresentanza del¬ 
le 1É lotmazioni del massimo campionato, si sfideràtn> di 
puntata in puntata, rispondendo a domande sulle proprie 
squadre del cuore, sulle partile appena concluse, su curiosi¬ 
tà e sui momenti salienti della storta dei club. Parteciperan¬ 
no anche alcuni filosi eccellenti, personaggi famosi die, ri¬ 
velala pubblicamente da lempo la propria fede calcistica, 
giodteranno con la Clerici e Mazzocchi per aiutare la pro¬ 
pria squadra. 

II programma si svolgerà durante tutto l'arco del campio¬ 
nato e andrà in onda anche durante le pause della serie A: al 
termine di un girone unico, che interesserà le prime 27 pun¬ 
tate. te squadre con la migliore classifica parteciperanno alle 
semifinali e quindi alle finali che decreteranno, il 12 maggio 
(ultimo giorno dei campionato di serie A ). la tifoseria cam¬ 
pione di Telegoll per la stagione 3S-'96. 

Saranno inseriti nel programma anche un giòco [>er chi 
segue da casa, riservato eschjsivantóKte alle dormire tópfc- 
clamazione del gol più belio della giornate, scelto attraverso 
te telefonato dei telespettatori. 

Antonella Clerici, gi» conduttrice di Domenica Sprint e 
Fantacalcio (nuovo prodotto di Raidue), è certa di non In¬ 
flazionare il video. -Non credo proprio - risponde Iter me 
inflazionano lo schermo quei personaggi che trovi sempre in 
tutti i profanimi di qualsiasi genere, dai (alk-show al varietà, 
i presenzialisti lo conduco solo tre programmi di natura 
sportiva e di durala abbastanza breve, non faccio la show¬ 
girl e non mi sognerei mal di invadere altri campi- Iterò alla 
lunga I telespettatori potrebbero finire per identificare il gior¬ 
nalismo televisivo femminile con ii suo volto e la sua voce? 
•Beh, devo dire che la cosa non mi dispiacerebbe affatto-. 


Oggi 

c'è un'informazione 
che lavora in diretta 
con il tuo lavoro. 

I servìzi telematici Ansa danno informazioni al tuo lavoro 24 ore al giorno. 

Oggi Ansa è divenuta un efficace strumento di lavoro che offre servizi mirati per singoli settori professionali 
e per singoli ambiti territoriali e tematici. Chi lavora con Ansa ha la certezza di essere in possesso di 
informazioni complete, precise e tempestive, facilmente selezionabili sul proprio Personal Computer, 
che consentono di creare una propria banca dati costantemente aggiornala. Tutto questo permette 
all'utenza di avere quadri di riferimento analitici per la 

ricerca, l'approfondimento e la documentazione -ìS È 1 A \TCJ A 

necessari per operare in modo efficace ed efficiente. Ej V C/lvW, Ile «UHOato 


. WK=?W'~vn 


Ajen** ANSA - vi* AtU IWi*. «M OiW Rc«v. t*L 06(6?74ù0Q.t4i9 



lòurnetir. ié«>- à Jfyures, foufAs vu&r .fo dati' .vait 


i 


i 
























Mercoledì 20 settembre 1995 




CICLISMO. Scelto dal et per i mondiali 

Leonardo Piepoli 
un baby-nazionale 

Leonardo Piepoli, 24 anni, inserito nella rosa 
della nazionale italiana ai mondiali colombiani 
di ciclismo, non riesce a crederci: «Mi sembra di 
toccare i) cielo con un dito». Intanto, Francesco 
Casagrande vince la Coppa Piacci. 


MMMU 


■ SAN MARINO Un «gazano nel- 
la nazionale azzurra di Alfredo 
Martini per il mondiale Colombia 
m» >Mi sembra di leccare II cielo 
con un dito Al matlfno quando 
molo I piedi giti dal letto mi chie¬ 
do se (ulto 6 veto se non è staio un 
sogno » Parole semplici e gioiose 
al cospetto del cronista, un «sono 
(elice Iremendamenle (elice- che 
inquadra un personaggio genuino 
tulio da scopnre, ma già all atten¬ 
zione degli osservatori che lo de¬ 
si mimo conte una grande pro¬ 
messa del vivalo Italiano SI natta 
di Leonardo Piepoli, 14 primavere 
alla fine di settembre, nato in Svìz¬ 
zera dove orano emigrati I genitori, 
residente in Puglia nel paese (Al- 
berobello) dei unii!, altezza 1 72, 
peso 52 chilogrammi neoproles- 
atonlsta con la qualifica dello sca¬ 
latore che olire saagi di bravura an¬ 
eli® in discesa Si era distinto ha i 
dilettanti aggiudicandosi 11 Oro d I- 
tallii baby dello scorso anno ed è 
approdato In una squadra (la fte- 
(In-Cantlna Tolto) guidata dalla 
saggezza di Primo Franchini e dal- 
I entusiasmo di Orlando Maini, zio 
e nipote con un passato ciclistico 
nel gruppo dei marpioni Giusto 
I ambiente per crescere bene e in- 
latti Piepoli mi confida «MI sono 
accasalo in una (turnazione ideale 
per imparare I segreti del mestie¬ 
re • . „ 

Peri lirapa«o è «tate M» 
to, Hai diro d'Italia vinto 5*3- 

mlagartl ad ritirato a mtt stra¬ 
da.,. 

Ero reduce da un Influenza Per 
marmi all» dodicesima lappa è 
stato un brutto colpo mn anche 
una decisione necessaria per gua¬ 
rire MI sono ripreso nel successi¬ 
vo aito della Svizzera, poi ho vinto 
la corea di Urkiola In Spagna e 
due prove del Trofeo dello Scala¬ 
tore 

la «anta » il tuo pane. Vanti- 
Pantani, dtomo I tecnici. 

Per carità nessun paragone Ve¬ 
dremo pii) avanti Pantani è una 
grande realtà e lo sono un ap¬ 
prendista che sin qui ha realizzalo 
piccole cose 

Non ti «paventa la competuto» 
Mata? Sarà uè* aaonata tolga 
MtcMtonaM» 

Intanto non mi ritengo già in pos¬ 
sesso della maglia di titolare II si 
gnor Martini deve ancora slabillre 
chi Ira I 14 convocaU saranno le 
dite morve e comunque una volta 
in sella paura e limon svaniscono 
CN aona I taal (araritn 
Fato ire nomi quelli di Bugno In 
durame Pantani 
PareM Bugno? 

Perchè ha già vinto due mondiali 


perché se incontra la giornata 
buona può andare per la terza 
volta sul gradino più alto del po¬ 
dio 

AnMlndurein? 

Perché Miguel ha npetutamente 
dimostrato le sue qualità di (ondi 
sta Perché alla disianza potrebbe 
mettere tulli nel sacco 

Pareli* Pantani? 

Perché II traccialo é momagnoso 

EI colombiani dove rimato? 

Li metto al vertice della battaglia 
Avranno il vantaggio di pedalare 
sul terreno di casa e di trovarsi a 
loro agio m altura Saranno lutti 
da marcare, In particolare Rin- 
con 

E tu muta compito ri proponi? 

Non so lino a che punto funzione¬ 
rà il gioco di squadre. Scuramen¬ 
te obbedito alle disposizioni di 
Martini Non ho gnlll per la testa 
ci mancherebbe 

Inteivtene Franchini -Leonardo ha 
un futuro bollante Oli servono un 
paio di stagioni per maturare per 
espnmersi al meglio sia nelle gare 
a lappe che nelle gare in linea Ha 
tutto per larsi voler bene e apprez¬ 
zare dalla gente Qualità mentali 
li e modestia S. quella modestia 
die bene sempre viva la fiamma 
della passione e dell impegno- 

Piepoli si é appartato e non per 
cepiscc la valutazioni del maestro 
Il Tggazziflf), pto.per il modo in 
cui si jmsienù Diamo tempo al 
tempo e uniamoci al coro delle 
speranze 

Intanto sorride Francesco Ca- 
sagrande brillante vincitore dello 
Coppa Piace), tome a dito che un 
componente della nazionale ita¬ 
liana per II mondiale colombiano 
soddisfa I aspettativa del c t Altre 
do Martini Buon secondo Davide 
Cassarti, altro componente della 
compagine azzurra II lerzo (Do¬ 
nali) è sialo tolto dall elenco dei 
14 convocali nel recente Giro del 
Lazio e ai cronisti che lo avvicina 
no dichiara -Ho dimostrato di 
non meritare I esclusione Può 
daisl che non sla simpatico al se¬ 
lezionatore - Commenta Martini 
-Chi mi conosco sa bene che non 
vivo di simpatie o di antipatie c mi 
sembra di aver spiegato a suiti 
densa l motivi delle mie scelte- E 
a chi gli chiede se è da escludere il 
ripescaggio di Donati, il buon Al¬ 
fredo chiude il discorso ton un 
•no commenl- L impressione è 
eh» non v. saranno ripensamenti 
a meno dt clamorose defezioni 
Resla da decidere chi saranno le 
due riserve, ben sapendo che I ot¬ 
to ottobre la nostra squadra scen 
derà in campo con dodici ete¬ 
rnerei 


pallavolo. Dopo il successo di Atene, domenica parte il campionato 



la nazionale di pattatolo 


41 '."i. JIBB Ii fl 


. *£|gsjpjT ■ 

RilL 


La Uw,«c*/Oh(mpn-Aj! 


Muri sotto i riflettori 


Presentato il campionato nazionale di pallavo¬ 
lo. una stagione «compressa» dagli impegni in¬ 
ternazionali. 11 torneo caratterizzato da una 
maggior presenza di tv e radio locali. Sei paesi 
stranieri ^^atì^trasme,tt?re,le partite. 


•>a 

no 


•A AIO OCOOAMtiU 

■ MILANO t qui la festa'' Pait‘ 
proprio di si Applausi risate llash 
a mitraglia genie allegra un sacco 
di progetti che meli ne boslano 
Piove a catinelle su Milano ma sul 
la geme del volley, accorsa m mas¬ 
sa alla presentazione del nuovo 
campionato (domenica prossima 
la partenza, sabato I anticipo tra 
Napoli e Modena campione d Ila 
Ila) splendo un bel sole siavillan 
le iuJJ onda del Incinto azzurro in 
Grecia qualsiasi ostacolo diventa 
superabile e anche il problema di 
un torneo nazionale un po coni 
presso* dagli impegni mtcmazio 
itali e dalle Olimpiadi di Aliamo 
non scompone nessuno La tortai 
grande, e il buon senso prevale la 
Lega viene Incontro alla Federazio¬ 
ne. e la Federazione ricambia con 
altretianla cordialità, lina volta 
neppure tanto tempo fa cera il 
muro Ora invece lo si la soltanto in 
campo 

Tania gente ma anche un gran 
de assento Julio Velasco il cittì piu 
gettonato di quesla line estaie è ri¬ 
masto a Modena |ier uno spiace 
vole contrattempo uscendo di ca 


scopre che i soliti arroti gli Iran 
..j rubato il suo BMW 5000 Erosi 
in questura ci finisce lui a denun¬ 
ciare il liuto A rappresentare land 
zinnale c è I onnipresente Andrea 
Zoral perfettamente al suo agio 
nel molo di navigato ambasciato 
re A beni dime con 282 gettoni az¬ 
zurri alle spalle sa che il tempo a 
sua deposizione è sempre più bre¬ 
ve *1 miei obliativi s stanno ndu 
tendo, spiega con iranchezza 
■Per me I ultimo grande obiettivo 
da raggiungere potrebbe essere la 
prossima olimpiade Mi spiate per¬ 
che attorno a me vedo un movi- 
mento sempre più In crescita Ad 
Alone rf Ilio è stato splendido Mi 
sorprende che cosi tanfi italiani ab 
buno sacrificato le loro lene per 
venirci a sostenere Per la pallavo¬ 
lo insamma é un buon momento 
L unica cosa che mi disturba, a 
proposito del campionato, e il latto 
che non ci sia una scadenza fissa 
per giocare Una volta alta domeni 
ca un altra al sabato, un altra an¬ 
cora al venerdì Dobbiamo sempre 
sottostare alle regole delle lelevL 
siom Sarebbe invece opportuno 


stabilire un appuntamento fisso 
per dar mode, a tutu di seguici con 
regolarità Adesso solo l'appassio¬ 
nato sa quando giochiamo-. 

Un problema di abbondanza, 
certo ma sempre un problema La 
pallavolo mlafii vuote tarsi cono¬ 
scere sempre più uscire dallo zoc- 
colodurodci solili Ulqsl.E palarlo 
usa «annali-noni o ptem lHilnjatonii 
a sua dlgposi 2 ionriklelévuion(/cKai 
e Telepiù 2) radio nazionali e lo¬ 
cali (Rai, Rete 105 e lame altre), e 

la coita stampala che, sia con quo¬ 
tidiani che con le miste di seriore, 
sta dando sempre più risalto al vol¬ 
ley Fionscono anche altre iniziati¬ 
ve una presenza costante julelevi- 
deo e anche una pnma apparato¬ 
ne sulle autostrade lek-mane he di 
Internet Tante l'moatwe che ov¬ 
viamente comportano anche dei 
problemi Quello dei costi (coper 
lo dal contnbuto del nuovo spon¬ 
sor, la Erari Mayonna.se) e quello 
della subalternità alle esigenze del 
le televisoni Comunque non si 
può aver tutto. 

Comincia il campionato e le 
uniche squadre assenli sono quel 
le di Milano e di Roma Sarà un 
campionato compresso» per via 
dei van impegni inlemazionah A 
novembre ci sarà una pausa per la 
coppa del mondo A line febbraio 
invece cominceraruto i play oli 
con una formula abbastanza com¬ 
pire» copiala pan pan dalla setter 
ma e dal beach volley (8 squadre 
con un girone dei «vincenti* e uno 
dei -perdenti- La finale per lo scu 
detto sarà in 4 partite dal 20 al 24 
marco alla vigilia della qualifica 
zinne olimpica 


Il campionato, insomma, é un 
po saenheato Ma di borbottìi non 
se ne sentono Anche te società 
son consapevoli che le fortune del¬ 
la pallavolo dipendono soprattutto 
dai successi azzum Ecco quindi il 
patto d intesa c di mutuo soccoreo 
tra Federazione e Lega una sona 
calumet .della pace che viene tu- 

~ #IO 

compilo 

le diverse esigenze delle due patti 
■Un campionato di questo tipo - 
spiega Bruno Da Re. vrcepresrden 
te della Lega - (arà meglio risaltare 
i suoi aspètti tecnici e agonistici I 
suol impegni sono molteplici e bi 
sogna quindi trovare un equilibrio 
ire te esigenze nazionali e qbelte 
dei club Con questa nuora ligi tra 
istituzionale daremo un contributo 
comune alla crescita della pollavi). 
k> 

Tante parole, ma anche tanfi 
numeri Per la puma volta il cam 
pionalo é promosso da uno spon¬ 
sor che insieme ad alto poeterà 

C di 3 miliardi alla Federazione 
lire sono stai! nnnovah (per 
due anni) i contratti con la Rai e 
Teleplu Altro denaro fresco che 
entra nel volley oltre un miliardo e 
mezzo all anno 11 catendano pre¬ 
vede un anticipo al sabato (diretta 
su raitre) e una partita domenicale 
•copiala» su Teleplù 2 Ci sono 
Inolile 6 paesi slramer. interessati a 
mostrare in tv la nostra pallavolo 
Ma quello che più Impressiona so¬ 
no te emittenti radiofoniche Sono 
più di SO le rad» locali che seguo 
no costantemente il campionato di 
pallavolo 


Un fùlmine uccide 
ex campione 
europeo 400 h* 

L ucialnoOleg Tverdokhleb cam¬ 
pione europeo dei 400 ostacoli lo 
scorso anno a Helsinki è slato uc¬ 
ciso da un fulmine nella notte tra il 
16 e il 17 settembre a Dmeprope- 
trovsk dove si era recato a trovare 
,la madre LoharesonotoaMonte- 
cStola Isdefaztone intemazionale 
dit$|ètKii leggera Teverdokhleb 
stava andando a piedi verso la ca 
sa delia madre quando è stato sor 
preso da un violento temporale 


Odierno: Vuolta 
ZueMe vince 
la 16* tappo 

Lo svizzero Alex Zuelle ha vinto la 
16* tappa della Vuelta TanegaPla 
de Bere! di km 197,3 Nella pnma 
détte Ire frazioni pirenaiche Zuelle 
ha vinto dopo una tuga solitaria 
con cut ha dato più di tre minuti di 
distacco ad un terzetto composto 
dal francese Laurent Jalabert (che 
ha conservato la maglia gialla), 
dall'italiano Michele Bartofi e dallo 
spagnolo David Gaie la 

Caldo,rkiaifa 
riapre |’| neh letta 
sul Marsiglia 


L'Uefa ha deciso di riaprire l'in¬ 
chiesta sul taso dellOiympique 
Marsiglia tn seguito agli articoli ap¬ 
parsi sui giorniaii con le dichiara¬ 
zioni del francese tean Pierre Pa 
pm sui presunti tentativi di corru¬ 
zione operati dal club francese In 
passato 

Basket,AÌ. 

Stasera si gioca 

Roma* Siena 

& ritorna oggi in campo per dispu¬ 
tare I antìcipo della seconda gior¬ 
nate di campionato Sul parquet 
del Palaeur (ore 20 30) la Nuova 
Tirtena incontrerà la Mcns Sana di 
Siena Una paracolanlà. per la pn 
ma volta nel mondo del basket ita¬ 
liano la musica larà da ’ spamng 
partner" al gioco vero visto che fi 
grappo «Latte e i suoi derivati- farà 
un concetto a (ine match 

.. 

mondai . 
Niente sponsor 
su maglie azzurre 

Comrordine sulle maglie della Na¬ 
zionale di ciclismo non ci sarà al¬ 
cun march» di sponsor La delibe¬ 
ra del consigi» federale che dtstn- 
burvb spazi pubblicitari sulle ma¬ 
glie ha aralo vita breve è stata so- 

S ieri dopo un colloquio fra 
so e Pescante presidenti di 
Federe Iclismoe Cora 


Giovanni Soldini: 
«Non he mal detto 
quella frase» 

In nfenmento all articolo apparso 
sul vostro giornale In data la set¬ 
tembre 1995. a tìtolo -Soldini n 
parte dallo sponsor», firmato Luca 
Ferrari voglia prendere noia che 
non ho mai pronunciato la frase »t 
ttibuitami «Nell ultima regata uno 
dei momenti di maggior (elicila è 
slato quando via ladro mi hanno 
comunicato che era caduto il go¬ 
verno di sua Emittenza- Alla do 
manda su chi mi porterei in barca 
tra Prodi e Berlusconi non ho volu 
temente risposto, perché era politi¬ 
ca e io ini occupo e patto solo di 
sport 



II Centro nazionale di meteorologia e cli¬ 
matologia aeronautica comunica le pre¬ 
visioni a breve scadenza sull Italia 

SITUAZIONE: sull’Italia (a pressione va 
diminuendo per I approssimarsi di un 
esteso sistema frontale ette nel suo mo¬ 
vimento verso levante tenderà ad inte¬ 
ressare dapprima le regioni nord-occl- 
duntali e successivamente tutte le altre 
regioni 

TEMPO PREVISTO: al nord al centro e 
sulla Sardegna cielo da molto nuvoloso 
a coperto con piogge estese e persisten¬ 
ti m particolare sulle regioni settentrio¬ 
nali e stalle centrali tirreniche Tempora¬ 
li, anche forti saranno possibili sulla Li¬ 
guria Al sud della penisola e sulla Sict- 
llacteio parzialmente nuvoloso Tenden¬ 
za nel corso della giornata a graduale in¬ 
tensificazione della nuvolosità con 
precipitazioni sparse sulla Sicilia, sulla 
Campania e sui versanti occidentali del¬ 
la Basii (cala e della Calabria 
TEMPERATURA: In diminuzione al nord 
VENTI- moderati meridionali, con rinforzi 
sulle regioni dt ponente 
MARI: molto mossi localmente agitati r 
bacini occidentali mossi gli altri mari 


TBMPtMTWRE IN ITALIA 


Bolzano 

12 

23 

L Aquila 

13 

25 

Vqrona 

16 

24 

Poma Urbe 

21 

27 

Trieste 

17 

23 

ftomaFiumlc 

20 

25 

Venezia 

15 

ir 

Campo bosso 

15 

23 

Milano 

16 

24 

ftarl 

18 

23 

Torino 

14 

23 

Napoli 

20 

28 

Cuneo 

rtp 

18 

Potenza 

16 

26 

Genova 

17 

23 

& M Le oca 

20 

25 

Soioflne 

18 

Zi 

leggio C 

20 

27 

Firenze 

17 

27 

Messina 

23 

26 

Pisa 

1« 

27 

Palermo 

26 

30 

Ancona 

16 

23 

Catania 

21 

29 

Perugia 

15 

24 

Alghero 

22 

29 

P&scar» 

75 

24 

C*Q»8r> 

22 

28 

TSMPnUTURE ALLESTIRÒ 

Amsterdam 

14 

20 

Londra 

15 

20 

Atene 

23 

31 

Madrid 

7 

20 

BerDno 

10 

20 

Mosca 

1 

13 

Btu*e*’es 

13 

17 

Nizza 

16 

25 

Copenaghen 

11 

13 

Parigi 

13 

22 

Ginevra 

14 

19 

Stoccolma 

1 

16 

Kersi’rifci 

f 

16 

Varsavia 

6 

TT 

Lisbone 

14 

22 

Vienna 

12 

20 


rifeitk 


Tariffa di 

Itali» Annuale 

7 Dumeti * iniz. eótt L 400 000 

G numen * uqz edrt I. 365 000 


7 numen senza mix edil 
6 numen senza ma edrt 


L 330 ono 
L 200000 


Senveslrale 

L 210000 
. L 190000 


L 169 000 
L 149 000 


Eato<o . Annuale Sememi .die 

7 numen L 78OOO0 L 395000 

6 numen L 685 000 L 355 4)00 

Pei Abbona™ venamenio Up n 45838000 Intestalo o 
I An.a SpA wa dei Due Macelli 21 13 00187 Rotti* oppure 

Presso le Federazioni de) Pds _ 

_Tm GH px h hhc uari» _ 

A m<Hl (miti 45 • W) 

LorMftMTfaJt h*ruk L Saltavo e tvsbiT i Ò 20 U 00 

Fannie Fwliwt 

Filatura l»| it« l 4 8001**' L S400OH» 

FniMUa I* (vw > ias» roto I 4<ntlKW I 4 30) ODO 

MvkM*A to* I Tm I Mmdipm duesi X lai I iflufttWO 

Bwb/wwb L Sforo* Letfil 0 WCVa Aiipufa >*<wl L .«UH» fai» 
UHMWO.Apinin HCMfriatn Sffl) 

CofK^'MWiara ur-HaKibUkiWJiia.NvMLM M PLUWJCTffibÀ " 
MufaM aw >atr *S*v m& Trftó onwt 

tara ®?)I7S5 

ArMftVMdfe 

UMOtwt-UiiaùoWrt VuiRttie» TuJ «2 (TI 1713 taiC «Hlttl 
KoriEst:Bohwia«PI VmCd-t»l a F 1d«#t 25J33 taifi) .SPS* 

Cartai BwMiel» Va A (Melile MOh mì<*ì «wMflfiifrl 
<WHwlH0m VmWiT D Amino iS jgjgl SS2I8M laWl 5 2ffl7 
^ ni j m lue suiti* 

Tototampa Genito Orw>fa < Aq r vw <'ode Afaftangeft s 


SA6i) Defluì Va (kl 


. . TanpeuRte I 

•w Industrti MWpiIca r*teov> Du^rvoiko (Mll S Stata* * to»tfi 137 
SlsSpA %9 )%K«imb Sltukt t é N35 
Trsirfcmtott? ibOPy. 2ttKg Ctawalfo U vMt) WtB>1Vld ta 


matik 


Supplemento qiwtkllai» ditliiso bui territorio Miro vale 
uriitainenta al giornale 1 Unità 
Direttore responselrlie Giuseppe F Mennelis 
iscrfr al n H del JJ-OI-M registro stampa del tribunale di (toma 


I 


i 























1 983. 


epoca. 


sessanta, 


li riunisco poi un week 
ei-i! il limolala Pi an 
compagno malto 
suicida. Locrimc, 
risate, tenoiez/o, 
cattiveria ritmano 
c uesto fine settimana 
ri (acconti., litoidi e 
nuovi incontri. Una 


scritta e realizzato con 
maestria do Kasdon. 
Ricchissimo e in temo 
io colonna sonora con 
brani dei Roliing 
Stones, Proco! Harum, 


SABATO 23 
SETTEMBRE 
IL FILM 

l’Unità 

Giornale + cassetto L.7.000 


Un film di Lawrence Kasdan 

IL GRANDE 
FREDDO 

Con Tom Berenger, Glenn dose, Jeff Goldblum, William Hurf, 
Kevin Kline, Mary l(ay Place, Meg Tilly, Jobeth Williams 

























'& 

. v-.. 

‘ ■ i /’>. 




& TH. 


< 






0 <